Jump to content

PG Malvagio


Von

Recommended Posts

Ciao a tutti...con il mio gruppo stiamo per riprendere/ricominciare una campagna, come pg malvagi..

siamo in 4 e gli altri 3 hanno scelto di essere LM...e fin qui tutto ok..alla fine, per una serie di eventi, siamo dei sottoposti di un demone molto potente...

a me però il LM non andava molto, così come fare il CM...da qui diciamo la scelta di un NM.

il mio problema è che per come la vedo io il NM è un malvagio, che come tutti pensa solo a se, unica differenza è che lo fa in modo un po' più opportunista..

in quanto non si sente vincolato da giuramenti, fedeltà o che altro..il suo solo interesse è se stesso e i suoi obiettivi..

fin qui credo che non ci sia molto da ridire...se non che il mio gruppo sostenga che il NM sia sostanzialmente ingiocabile...in quanto è un opportunista che non guarda in faccia nessuno...e che quindi non avrebbe motivo di non uccidere i suoi compagni nel momento in cui non gli servano o nel caso volesse tenersi tutta la ricompensa tutta per sè e via dicendo..

Per come la vedo io, il loro parere è parzialmente giusto, in quanto un NM potrebbe fare esattamente come dicono loro...ma comportarsi in modo anche differente..

il tutto a seconda di quali siano i suoi obiettivi...esempio banale..se volesse solo acquisire potere per poi vendicarsi di qualcuno, che sa essere più forte di lui...certamente terrà stretti contatti con personaggi che gli possano dare sia potere, che supporto..oltre che a conoscenze ed eventuali nuovi contatti utili..

per cui secondo me il NM alla fine è giocabile...ma chiaramente per convivere in un gruppo va ruolato in un certo modo..

Voi che ne dite?...come interpretereste un NM(non l'opportunista da esempio del manuale)?..

Spoiler:  
ps:in questa campagna abbiamo anche deciso di mettere alcune regole extra sul roleplaying...ovvero il LM ha, in base al BG, tre "paletti", ovvero 3 cose che non può fare, perchè vanno contro i suoi principi/interessi...mentre il CM ha a disposizione 3 punti frenesia..e ogni volta che si da ad azione malvage in situazioni non necessarie prende un punto frenesia, arrivato al 3° va in "frenesia", per un numero di giorni variabile(dX, non ricordo il dadoXD) rimane in una sorta di furia omicida..

il NM invece non abbiamo ancora trovato che regolina gli si potrebbe applicare..

Link to comment
Share on other sites


  • Replies 11
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Popular Days

Top Posters In This Topic

Ciao è una situazione un pò paradossale, ovvero dei giocatori di PG malvagi che hanno paura di essere "ammazzati" da il loro compagno malvagio...

Utilizzo questa metafora invece di quella che hai indicato tu, ovvero "ingiocabile" poiché mi sembra più chiara.

La distanza tra legalità e neutralità non è così lontana e secondo me nel gruppo possono convivere benissimo con le sfumature del caso che daranno pepe all'avventura.

Se fosse un gruppo di buoni probabilmente non si porrebbe l'accento sulla diversità di allineamento.

Le diversità del tuo PG non saranno solo quelle dell'allineamento ma anche dettate dal suo BG (che immagino avrai già progettato).

Il tuo PG opportunista come lo definisci (io aggiungerei anche senza scrupoli), per convivere con gli altri dovrà semplicemente interpretare il suo ruolo ed avere un obiettivo comune.

Dire che anzi essendoci tre legali ed uno solo neutrale ha ottime possibilità di essere giocato, se fosse un gruppo di neutrali e caotici sarebbe davvero ingiocabile.

Ciao :)

Link to comment
Share on other sites

probabilmente il tuo pg, pur essendo la personificazione del male, necessita sempre dei compagni per continuare l'avventura.

è malvagio, sì, ma non è stupido: è vero che uccidendo i suoi compagni potrebbe derubarli ed ottenere analoghi profitti, ma si trattiene dal farlo per non restare da solo di fronte ad eventuali pericoli.

comunque, imho è inevitabile che in una campagna malvagia i pg non si fidino ciecamente l'uno dell'altro e debbano stare attenti anche ai propri compagni.

Link to comment
Share on other sites

Io da DM ho utilizzato un PNG neutrale puro che però era dalla parte dei malvagi e ora ne sto usando uno neutrale malvagio che fa parte di una confraternita. L'uno agiva per opportunismo facendo sempre il voltagabbana, ma non si sarebbe mai sognato di uccidere qualcuno perché gli sarebbe stato utile, dato che la vita gli conveniva comunque di più. Mi spiego meglio: questo mago (necromante) si era alleato con il boss di fine campagna ed era diventato un PNG ricorrente dato che era disposto ad aiutare i PG buoni in cambio di denaro, vista la sua superiorità. Successivamente, dopo l'uccisione del boss finale ne ha preso il posto dato che dopo la sua morte non avrebbe potuto fare il doppio gioco. Il secondo lo metto sotto spoiler perché Azer non deve saperlo prima della prossima sessione

Spoiler:  
Il personaggio in questione è un chierico di Nerull che ricerca la vera morte per l'anima. Collabora in un gruppo con un N (lo stesso mago di cui sopra), una guardia nera LM e un CM che è semplicemente un assassino. Sapendo che i suoi alleati uniti potrebbero sconfiggerlo non li ucciderebbe mai, neppure singolarmente, perché i restanti si rivolterebbero contro di lui, ma soprattutto perché gli conviene moltissimo stare in un gruppo in cui può dividere le colpe, non farsi trovare dai buoni e soprattutto perseguire il suo obiettivo con tutti i mezzi che gli altri possono dargli.
Link to comment
Share on other sites

Vorrei far presente un concetto che secondo me è importante ma spesso dimenticato. Un personaggio malvagio è malvagio, ma non necessariamente individualista. Mi spiego meglio: un NM potrebbe essere un mercante avido e senza scrupoli, che magari fa uso anche dell'omicidio, della truffa e dell'inganno per il proprio tornaconto, ma che è sposato, ha famiglia, e sacrificherebbe la propria vita per sua moglie e i suoi figli. Non mi si venga a dire che un personaggio del genere non è malvagio: magari gli capita quotidianamente di corrompere della gente, rubare e truffare, e più di due o tre volte al mese gli tocca far uccidere qualcuno. Ma ciò non toglie che possa essere fedele fino alla morte alla famiglia!

Allo stesso modo tu puoi costruire il tuo PG in due modi, secondo me, per facilitarne la convivenza con gli altri:

  1. Il personaggio è parente di uno o più degli altri. I vincoli familiari sono per lui sacri, e quindi, anche se si comporta da opportunista col resto del mondo, non tradirebbe mai il party dove c'è suo fratello/cugino/zio, per via della regola "un amico di mio fratello è anche mio amico".
  2. Il party è molto unito, per qualche ragione; essi formano, per esempio, una piccola confraternita, una sorta di loggia massonica, magari, e sono tra loro fedeli fino alla morte. Nulla fa sì che il NM diventi LM, perché, se è vero che egli si comporta così con i propri compagni, lo fa solo con loro, e quindi si tratta di una sorta di "eccezione" rispetto al suo modo di rapportarsi col mondo esterno.
Link to comment
Share on other sites

mi fa piacere che il mio punto di vista sia stato più o meno condiviso :) ...il BG ce l'ho in lavorazione..la base c'è, ma visto l'allineamento credo sia bene approfondire alcune cose, quali i suoi scopi/obiettivi in modo da poter interpretare bene le sue azioni e giustificare perchè sta nel party..cosa che non è un gran problema..dato che il boss del gruppo è un demone che è riuscito a catturare un drago prismatico XD...alias figura di potere non indifferente :P

invece in per quanto riguarda qualche consiglio sulla regolina che avevo messo in spoiler?(mi interessava prima l'allineamento)

Link to comment
Share on other sites

Anche i malvagi hanno persone care. Non è che perché sei neutrale malvagio non puoi avere amici e parenti a cui vuoi bene, quello è l'allineamento con cui ti poni verso la gente che non conosci, non verso i tuoi cari. I draghi malvagi sono assai premurosi con la propria prole, ad esempio.

Link to comment
Share on other sites

Un personaggio NM a mio avviso potrebbe essere o un pg pigro che quando si muove lo fa solo per il proprio tornaconto e non sacrificherà certo la sua vita per gli altri, ma tantomeno li ucciderebbe perchè costa troppa fatica; oppure potrebbe essere una sorta di poltergeist infame, causando cioè scherzi agli altri che lo divertono, tipo staccare un dito nella notte, che non ucciderebbe i suoi compagni in quanto suoi giochi; o ancora potrebbe essere in debito nei confronti di un membro del gruppo e quindi sarebbe a lui leale in tutto e per tutto^.^

Link to comment
Share on other sites

Come neutrale, non avresti bisogno di paletti come il legale,tantomeno fare azioni estremamente malvagie in maniera gratuita. Poi dipende anche dal tuo BG. Io farei un mix delle due regole, ovvero 2paletti che deciderai con il master,e quando un CM va in frenesia lo fai pure tu, senza nessuna ragione apparente, ma come "empatia"verso il tuo compagno che ha fatto qualcosa di estremamente malvagio,quale sei pure tu.

Link to comment
Share on other sites

Per essere malvagi basta essere cattivi e mal disposti verso quelli che si indenteficano come gli "altri".

Quelli che fanno parte di una cerchia che si ritiene più vicina possono essere trattati in tanti modi a seconda del personaggio che si vuole fare, dal premuroso al dispotico con tutte le sfumature comprese tra i due estremi.

Ti conviene parlare con loro e decidere quanto lui li senta vicini, come li tratta e come reagirebbe a tradimenti o a situazioni di conflitto, se e quanto sia disposto a sacrificarsi per loro.

Link to comment
Share on other sites

Premessa: un PG malvagio è difficile da giocare, se lo si vuole interpretare per bene. Ancora più difficile è giocare in un gruppo di malvagi per i motivi già detti.

Il fatto che il NM sia ingiocabile è ovviamente una bestialità. Allora dovrebbe esserlo anche il CN in un gruppo buono o neutrale, perché sarebbe pronto a vendere tutti per salvarsi la pelle.

Naturalmente lasciar morire, uccidere o far uccidere i propri compagni è una cosa che nessun allineamento farebbe se esiste qualche legame (famigliare, di amicizia o interessi comuni).

Resta poi quasi assicurato che un gruppo malvagio si regga più sullo "sfruttamento" delle capacità altrui, e sta insieme solo perché ognuno ha bisogno degli altri.

P.S. Come mai dei LM si ritrovano a lavorare per un demone che è CM?

invece in per quanto riguarda qualche consiglio sulla regolina che avevo messo in spoiler?(mi interessava prima l'allineamento)

Sinceramente non mi piace la regola. Il fatto che il LM abbia dei paletti può starci, ma deve essere una interpretazione sua e non un obbligo delle regole. Idem per il CM, esserlo non vuol dire essere un pazzo sanguinario. I demoni sono tutti pazzi sanguinari? Un drago rosso è un pazzo sanguinario?

Quindi io abolirei la cosa e basta, senza stare a pensare cosa mettere il NM.

Link to comment
Share on other sites

la regolina l'abbiamo messa per un semplice motivo di stimolo a interpretare meglio il proprio pg...non siamo player/master espertissimi e fin'ora il BG e il roleplay è stato considerato fino ad un certo punto..da qui una piccola regola che ci aiuti nell'interpretazione e non limita per nulla il gioco...

son d'accordo anch'io che non ce ne sarebbe bisogno, ma è comunque una regola che non è dannosa...

per il CM infatti la regolina fa si che chi voglia fare il pazzo sanguinario finisca in frenesia, mentre se uno si sa gestire in altro modo non ci finisce..ad ogni modo non si pone il problema poichè nessuno di noi e CM..

ps: come ci siano finiti è un po' dovuto alla più o meno fine dell'ultima campagna...ad ogni modo non so che demone sia...ma aveva piani specifici per i nostri pg, anche solo non averceli contro nel portare a termine i suoi piani

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×
×
  • Create New...