Jump to content

attribuzione dei punteggi di caratteristica


Avenger
 Share

Recommended Posts

salve a tutti, volevo sapere se secondo voi (che di sicuro siete + esperti di me :-D) attribuire i punteggi di caratteristica dei pg con il metodo dei 25 punti (descritto nel manuale del DM se non erro) sia un buon metodo oppure se abbia particolari difetti o pregi, visto che qui sul forum i pg postati sono sempre delle bestie rispetto a quelli con cui gioco :banghead:

a voi la sentenza

Link to comment
Share on other sites


il sistema a punti è buono ma 25 punti mi sembrano un po' pochi di solito nelle campagne utilizziamo 28, 30 o 32 punti.

rispetto al sistema con i dadi ha un fatto in positivo: i pg, come caratteristiche, saranno tutti equilibrati.

ripeto 25 punti mi sembrano pochi

Link to comment
Share on other sites

salve a tutti, volevo sapere se secondo voi (che di sicuro siete + esperti di me :-D) attribuire i punteggi di caratteristica dei pg con il metodo dei 25 punti (descritto nel manuale del DM se non erro) sia un buon metodo oppure se abbia particolari difetti o pregi, visto che qui sul forum i pg postati sono sempre delle bestie rispetto a quelli con cui gioco :banghead:

a voi la sentenza

Di discussioni cosi' ce ne sono state a bizzeffe!

io la vedo cosi':

Point-buy = statistiche piu' equilibrate che illudono i giocatori di avere tutti personaggi piu' equilibrati... in realta' penalizza le classi che hanno bisogno di piu' punteggi, paladino e monaco soprattutto. Molto adatto ai PBF.

Dadi = casuale... il PG dipendewra' fortemente dalla "terna" tirata per tutto (classe, razza, ecc ecc)... i PG verranno con buona probabilita' sbilanciati, cosa che pero' non pregiudica il buon ruolo!

Quindi in genere preferisco tirare i dadi! :bye:

Link to comment
Share on other sites

Il mio ultimo risultato col tiro di dadi è stato: 16-16-16-14-12-12 e il master che mi insultava pesantemente...

tzè pivello. il mio giocatore ha tirato 18-18-18-17-16-14 sotto i miei increduli occhi da master...

tornando it, io prediligo il metodo dei dadi, ma dando a tutti i giocatori i risultati del migliore, per lo meno questo ammortizza le differenze fra pg, non permettendo a nessuno di avere caratteristiche più alte degli altri (vedi sopra)

Link to comment
Share on other sites

il mio giocatore ha tirato 18-18-18-17-16-14 sotto i miei increduli occhi da master...

Anche un risultato troppo alto è un problema perchè bene o male il gioco prevede un certo livell odi potere che è influenzato anche dalle caratteristiche. Risultati come questo fanno la sua differenza. Per molto meno certe razza hanno un LEP

Link to comment
Share on other sites

meglio punteggi prestabiliti.

se poi la campagna è low magic van bene anche molti punti da assegnare.

Tirando i dadi può capitare che il giocatore esperto si ritrovi con un personaggio troppo forte rispetto agli altri.

Tirare per le caratteristiche e per i PF può portare fortuna ma anche molta sfortuna,cioè se va bene,bene; ma se va male,male!;-)

Avere punti prestabiliti livella il gruppo e rende più facile masterare.

c'è chi gioca anche prestabilendo il dado vita delle classi: esempio: guerriero 7,ladro 4.:bye:

Link to comment
Share on other sites

Il point buy è il metodo migliore. Non importa particolarmente che sia 25 o 35 punti, perché alla fine tutti hanno gli stessi.

Poi è chiaro che, chi usa un PB da 25, può inarcare un sopracciglio quando vede certi PG delle build costruiti con 44 punti...

Io come master preferisco dare punteggi un po' più alti all'inizio (i PG della mia campagna hanno avuto, tirando, l'equivalente di 38 e 30 punti, rispettivamente), perché l'unica caratteristica che lascio alzare di qualche punto con gli oggetti magici è la forza.

Link to comment
Share on other sites

Il point buy è il metodo migliore. Non importa particolarmente che sia 25 o 35 punti, perché alla fine tutti hanno gli stessi.

Veramente ci sono differenze minori: ad alcune classi (guerriero) si adattano a poche punti e non sanno che farsene di tante caratteristiche alte, altre (monaco, ranger e barbaro, incantatori divini) diventerebbero semi-divinità con qualche 16 o 18 e rischierebbero di venire azzoppate con punteggi troppo bassi (un chierico senza un 13 avanzato da mettere in forza ha perfino problemi dal peso dell'armatura).

Estremizzando le situazioni per farsi un idea di quanto sia influente la cosa: se l'intero gruppo dovesse giocare con punteggi pari a 12 o perfino 10 allora nessuno potrebbe lanciare incantesimi pur mantenendo i combattenti e gli skill monkey a livelli mediocri.

Link to comment
Share on other sites

In generale 25 punti sono sufficienti. Gli incantatori possono lanciare gli incantesimi di 9° con i punti guadagnati durante la progressione, il chierico riesce a infilarci il punteggio di forza sufficiente a mettersi un'armatura, eccetera.

Se invece si vuole il chierico con anche +5 al carisma così funziona meglio la metamagia divina, e la forza alta per andare in giro con armatura completa e due sacche piene di oggetti magici, è un altro discorso. Se servono punteggi mirabolanti per soddisfare tutti i prerequisiti della build definitiva, idem.

Ma sono estremizzazioni.

Se invece mi dici che 10 punti sono insufficienti, o che 55 siano esagerati, siamo d'accordo. Ma io non ho parlato di 10 o 55 punti ;)

Link to comment
Share on other sites

Noi usiamo i dadi,anche perché così c'è una certa variazione di pg (influenzati dalle caratteristiche).

Ai bei tempi di d&d prima un giocatore tirò, con 3d6 puri, 18, 18, 13, 18, 13, 18.

E' rimasta famosa. Erano 12 anni fa e ce la ricordiamo ancora

Link to comment
Share on other sites

Essendo io sempre stato molto sfortunato con i tiri di dado non amo particolarmente questo sistema. Per questo motivo da master applico il point buy così ci si crea il PG che si vuole. Come diceva Soren facendo una campagna low magic tendo ad assegnare dei valori abbastanza alti mantenendo una certa caualità (28+2D6 punti).

Il problema potrebbe essere che probabilmente si creano dei personaggi abbastanza costanti in quanto magari i giocatori tendono ad assegnare il massimo alle caratteristiche principali ma devo ancora verificare pienamente la cosa.

Link to comment
Share on other sites

(un chierico senza un 13 avanzato da mettere in forza ha perfino problemi dal peso dell'armatura).

Ho giocato un chierico con forza 10 per tre anni. Mai avuto il minimo problema.

Anche un risultato troppo alto è un problema perchè bene o male il gioco prevede un certo livell odi potere che è influenzato anche dalle caratteristiche. Risultati come questo fanno la sua differenza. Per molto meno certe razza hanno un LEP

Dipende: ad esempio io uso far tirare 7 caratteristiche scartando la più bassa, ogni caratteristica viene tirata con 4d6 scartando il più basso, e faccio tirare due serie fr acui scegliere, le serie legali sono solo quelle a media almeno 13. Tendono a venire più grossi, vero, ma tendono a venire tutti più grossi.in genere sono livellati verso l'alto.

Link to comment
Share on other sites

A occhio direi che tra tutti gli scarti che permetti (e non critico, anche io lo facevo prima del point buy) riesci a evitare gli estremi, il che è un bene però ciò non toglie che i pg seppur "equilibrati tra loro" possano essere più forti o più deboli di quello che il sistema prevede con conseguente falsamento dei LI (per quanto siano di partenza imprecisi e mezzi sballati). Con un pò di pratica si può risolvere ma non vedo il guadagno, solo rischi

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.