Jump to content

Quando manca un giocatore


Recommended Posts

Prima di tutto mi scuso se fosse la sezione sbagliata e/o vi siano già discussioni del genere, e nel caso prego di correggere a qualòunque essere sovrannaturale coi "poteri". :-p

Mi chiedevo come faceste a gestire un'avventura/campagna nei casi in cui uno dei giocatori non sia presente al tavolo. Immagino sia capitata più o meno a tutti la sessione col morto...come gestite la cosa?

- giocatore assente = personaggio trasparente, ossia non parla, non prende ininziative, non agisce? ma in combattimento?

- giocatore assente = personaggio mutato in cannon fodder (visto che manca almeno la paghi!), disposto ad aprire tutte le porte, sempre in prima linea, insomma una versione npc del canarino da miniera?

- giocatore assente = personaggio nelle mani del master?

Negli anni avevamo trovato ottima la soluzione delle one-shot con personaggi diversi, ma collegate al filone principale della storia. In pratica, in caso di assenza di uno dei pg, veniva svolta una sessione da una sola sera che sviluppasse in qualche modo la trama principale. Esempio: nel corso delle loro avventure gli intrepidi eroi si imbattono in un tumulo dove si cela il non-morto della settimana, e da bravi eroi lo ripuliscono. Alla prima assenza di qualcuno si potrà giocare una mini-avventura, ambientata qualche decennio prima, nella quale si capirà in dettaglio quale sia la storia dietro alla presenza del boss, e via così. E' una soluzione che trovo offra molteplici vantaggi, a partire dall'ovvio aumento di profondità che dà alle storie, fino alla possibilità di provare diversi personaggi e/o livelli di gioco (se un giocatore volesse provare un nuovo genere di pg o un livello di potere differente basterà un minimo preaccordo col master). Il maggiore svantaggio è per il master, che deve sbattersi come nemmeno a raccogliere il cotone nell'Alabama per preparare pg, sottottrame e quant'altro.

Avete metodi particolari da suggerirmi? C'mon!

Link to comment
Share on other sites


- giocatore assente = personaggio trasparente, ossia non parla, non prende ininziative, non agisce? ma in combattimento?

Noi di solito facciamo così. In combattimento agisce ma viene trattato con un occhio riguardo dal master e il giocatore incaricato di usarlo cerca di giocarlo in modo da non esporlo a troppi rischi.

Link to comment
Share on other sites

A parte USA IL TASTO CERCA CHE NON MORDE nopn avrei granche' da suggerire dato che i tre punti da te elencati coprono piu' o meno tutto. :rolleyes:

In genere io sono per una via di mezzo tra i punti 1 e 3 ... ovvero tra il persoanggio "trasparente"ed il personaggio gestito dal DM. :banghead: Spiego... in genre il personaggio e' trasprante ma se in determinati casi la sua presenza puo' tornare utile "ai fini del ruolo" (che ne so: ad esempio i PG devono ottenere un colloquio con il priore della stessa chiesa del chierico ma il giocatore-chierico e' quello assente) allora ne prendo il controllo come DM de lo gestisco per "brevi momenti".:bye:

Link to comment
Share on other sites

Negli anni avevamo trovato ottima la soluzione delle one-shot con personaggi diversi, ma collegate al filone principale della storia. In pratica, in caso di assenza di uno dei pg, veniva svolta una sessione da una sola sera che sviluppasse in qualche modo la trama principale. Esempio: nel corso delle loro avventure gli intrepidi eroi si imbattono in un tumulo dove si cela il non-morto della settimana, e da bravi eroi lo ripuliscono. Alla prima assenza di qualcuno si potrà giocare una mini-avventura, ambientata qualche decennio prima, nella quale si capirà in dettaglio quale sia la storia dietro alla presenza del boss, e via così. E' una soluzione che trovo offra molteplici vantaggi, a partire dall'ovvio aumento di profondità che dà alle storie, fino alla possibilità di provare diversi personaggi e/o livelli di gioco (se un giocatore volesse provare un nuovo genere di pg o un livello di potere differente basterà un minimo preaccordo col master). Il maggiore svantaggio è per il master, che deve sbattersi come nemmeno a raccogliere il cotone nell'Alabama per preparare pg, sottottrame e quant'altro.

Mi piace quest'idea.

Comunque noi usiamo il pg trasparente, che oltre a trasparente diventa anche mulo:lol:

L'ultima volta che è mancato il monaco abbiamo mangiato tutto il suo cibo e gli abbiamo fatto portare tutti i pesi, ora aspettiamo che ci scanni.

Link to comment
Share on other sites

Nel mio gruppo se uno non c'è di solito nn si gioca e basta,la cosa è parecchio fastidiosa perchè può succedere di giocare una volta al mese invece che una a settimana,però ci pare abbastanza brutto andare avanti senza qualcuno.

Aggiungo che comunque per noi d&d è un mezzo per trovarci,siamo alla seconda avventura e giochiamo parecchio rilassati.

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

  • Moderators - supermoderator

Nel nostro gruppo se un giocatore è assente il suo Pg viene tenuto ed interpretato dal DM, ma viene mantenuto volutamente sottotono, risponde se interpellato, ecc.

Per quanto mi riguarda, se manca più di un Giocatore cerco di posticipare la partita.

Link to comment
Share on other sites

La mia filosofia è questa:

1- manca qualcuno di importante: si rimanda la sessione, o ci si occupa di schede, passaggi di livello e cose così, al massimo di "shopping".

2 - manca il guerriero "io picchio ho 9 di INT e 8 di CAR": si gioca ugualmente. E il suo personaggio si considera lasciato indietro a sbrigarsela con un attacco di diarrea. Tanto nel gruppo sono in 6, anche troppi.

comunque bellissima l'idea delle sottoquest one shot! Peccato che ho grossi problemi a fare avventure brevi e i miei giocatori avrebbero problemi ad abituarsi ai nuovi PG

Link to comment
Share on other sites

Attualmente siamo in 3 + il master per cui grosso modo se uno non può si rimanda... A volte m'ha fatto pure comodo che sia mancato qualcuno perchè un paio di quest le ho fatte che un pg non avrebbe potuto partecipare, per cui il fatto che è mancato il giocatore fisico è stato un bene (poi se veniva si divertiva lo stesso...).

Link to comment
Share on other sites

La mia filosofia è questa:

1- manca qualcuno di importante: si rimanda la sessione, o ci si occupa di schede, passaggi di livello e cose così, al massimo di "shopping".

2 - manca il guerriero "io picchio ho 9 di INT e 8 di CAR": si gioca ugualmente. E il suo personaggio si considera lasciato indietro a sbrigarsela con un attacco di diarrea. Tanto nel gruppo sono in 6, anche troppi.

comunque bellissima l'idea delle sottoquest one shot! Peccato che ho grossi problemi a fare avventure brevi e i miei giocatori avrebbero problemi ad abituarsi ai nuovi PG

Mi spieghi il concetto di "MANCA QUALCUNO DI IMPORTANTE" ... no perche' prima di scatenare un vespaio vorrei capire bene cosa intendi! :banghead::banghead::banghead:

Link to comment
Share on other sites

Mi spieghi il concetto di "MANCA QUALCUNO DI IMPORTANTE" ... no perche' prima di scatenare un vespaio vorrei capire bene cosa intendi! :banghead::banghead::banghead:

Concordo O_O" CHI è più importante di CHI nella compagnia??? Stai dicendo che il guerriero Int 9 Car 8 è inutile si va avanti manca il Mago 24 int e 18 sagg allora sì?? Spero tu stia vivamente scherzando altrimenti sì che si scatena un casino O_O"

Per quanto riguarda me... noi abbiamo un pg che c'è e non c'è per lavoro... ma assolutamente lo contiamo trasparente, muto e senza attacchi...i nemici manco lo vedono xD viaggia con noi, c'è... ma non gioca effettivamente (e gli raccontiamo cosa è successo). Non ho mai fatto usare il pg che non c'è per principio, perchè sono convinto che NESSUNO interpreterebbe mai il pg come il suo creatore, persino nel solo combattimento. Neanche abbiamo mai penalizzato... non so per quale motivo qualche master penalizza il personaggio che non c'è o_O"

Link to comment
Share on other sites

per quanto mi riguarda mi è capitato che il pg del giocatore assente, venisse interpreato da un'altra persona che "casualmente" passava di lì quella sera.

Diciamo che avevamo un giocatore "di riserva", che usava il pg come fosse suo, cercando di non esporlo a troppi rischi, ma di ruolarlo il meglio possibile (a livello di combattimento, riusciva a fare più male la riserva....)

ma solitamente viene gestito dal master che, tuttavia, non lo rende molto partecipe a livello interpretativo, usandolo per lo più in combattimento o per certe prove abilità.

Link to comment
Share on other sites

nell'ultima campagna dove ho fatto da giocatore il master era solito far scomparire totalmente i giocatori assenti per la durata della sessione a cui non avevano partecipato ed è una cosa particolarmente buffa in certi casi.

ad esempio, alla fine di una sessione dovevamo varcare un portone gigantesco e ci aspettavamo un nemico molto pericoloso visti gli indizi trovati e, in questa occasione eravamo tutti presenti. alla sessione successiva, due giocatori non erano riusciti a venire ed il master ci ha detto che semplicemente erano usciti fuori dal dungeon a prendere una boccata d'aria!

io, da master, se un giocatore è assente, accetto solo che il suo pg venga utilizzato nei combattimenti, ovviamente senza guadagnare esperienza.

Link to comment
Share on other sites

Mi spieghi il concetto di "MANCA QUALCUNO DI IMPORTANTE" ... no perche' prima di scatenare un vespaio vorrei capire bene cosa intendi! :banghead::banghead::banghead:

Credo che intenda qualcuno senza il quale quel pezzo di storia non possa essere fatto o comunque che una scelta faccia nettamente la differenza tra la vita e la morte dell'intero gruppo.

A me è capitato di dover sospendere una sessione perchè il PG che giocava il Mago non c'era e la sua scelta degli incantesimi giornaliera era troppo importante.

Per quanto io possa usare e interpretare il suo PG non posso mettermi a scegliere gli incantesimi di un PG per affrontare una battaglia...Così come non è giusto che li scelga un altro giocatore.

Se per esempio però mancava il Mago Combattente che ha sempre quegli incantesimi e non può cambiarli allora poteva venir usato da un altro giocatore.

Link to comment
Share on other sites

Mi spieghi il concetto di "MANCA QUALCUNO DI IMPORTANTE" ... no perche' prima di scatenare un vespaio vorrei capire bene cosa intendi! :banghead::banghead::banghead:

Tranquillo, te lo spiego subito e senza scatenare alcun vespaio.

Non è una questione di classe o statistiche.

Il mio gruppo è molto eterogeneo. Se mi manca il giocatore che:

A - ha una parte importante nella storia

B - saprà risolvere gli indovinelli

C - fa vero gioco di ruolo e si appassiona alla storia

rimando ovviamente la sessione. Se invece dovesse mancare il giocatore/giocatrice che:

A - passa tutto il tempo a mangiare, fumare e fare battute deficienti

B - uccide i PNG con cui gli altri stanno parlando solo perché si annoia

C - usa per la prima volta nella vita un'abilità non di combattimento, che guarda caso è intimidire, e guarda caso verso il PNG amico e che li ospita.

D - che fa sempre e solo metagaming.

E - che va dal mercante a dire "vorrei un'arma che fa almeno 1d10 di danno e che non richieda un talento".

F - che ha sempre da ridire perché crede di conoscere le regole ma in realtà non le sa.

G - che si lamenta degli incontri perché sono "troppo bilanciati"

e potrei fare altri mille esempi di pessimo gaming... ecco capite che se manca questo genere di persone invece si gioca ugualmente e anche di gusto.

Tutto questo indipendentemente dal personaggio: se è il giocatore che fa pena, tante volte gioco anche senza.

Link to comment
Share on other sites

Anche noi, giocando in quattro master compreso, saltiamo la sessione se manca un giocatore (o meglio, tipicamente IL giocatore dotato della "tunica dei mille impegni improrogabili dell'ultimo minuto", oggetto magico che anziché oggetti utili o non morti permette di creare sul momento mille e più cose da fare :lol:).

E infatti giochiamo qualcosa come una volta al mese, se non di meno. -.-

Devo però dire che l'idea della sessione tampone che tratta del passato è molto interessante... quasi quasi, dovesse presentarsi l'occasione adeguata, vedrò di prenderla in prestito nell'accezione kender del termine.

Link to comment
Share on other sites

Anche noi, giocando in quattro master compreso, saltiamo la sessione se manca un giocatore (o meglio, tipicamente IL giocatore dotato della "tunica dei mille impegni improrogabili dell'ultimo minuto", oggetto magico che anziché oggetti utili o non morti permette di creare sul momento mille e più cose da fare :lol:).

E infatti giochiamo qualcosa come una volta al mese, se non di meno. -.-

Devo però dire che l'idea della sessione tampone che tratta del passato è molto interessante... quasi quasi, dovesse presentarsi l'occasione adeguata, vedrò di prenderla in prestito nell'accezione kender del termine.

Giochi in Dragonlance?

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.