Jump to content

[Dalamar78] - L'Arte della Guerra


dalamar78

Recommended Posts

Come avete concordato da tempo, siete diretti a Neverwinter, città situata nella zona nord ovest delle Faerun ancora più a nord della cosmopolita Waterdeep. La vostra idea di raggiungere quella città è nata dopo aver sentito strane voci inerenti una non meglio definita situazione critica della città stessa. Una volta lasciata Waterdeep, avete incontrato numerose carovane di contadini e semplici mercanti dirette nella direzione opposta alla vostra e quasi tutte le volte che avete chiesto maggiori informazioni a proposito della situazione di Neverwinter la risposta è sempre stata più o meno la stesa: la città è stata maledetta o, almeno, è quello che vi viene riferito.

Il viaggio da Waterdeep a Neverwinter si rivela essere agevole, senza nessun evento degno di nota.

Appena giunti a Neverwinter vi rendete effettivamente conto dipersona che qualcosa non quadra. Alle porte della città ci sono poche guardie che si limitano a squadrarvi e a lasciarvi passare senza interrogarvi. All'interno delle mura, la città è stranamente deserta e molti negozi risultano essere chiusi o sbarrati. Passando vicino al Fiume Never, che attraversa la città, notate che l'acqua di quest'ultimo è di colore leggermente verdognolo e puzza di marcio. Inoltre ci sono moltissimi pesci morti che galleggiano sulla superficie dell'acqua oltre che riversati lungo gli argini del fiume stesso.

Passando sopra una delle meraviglie per la quale Neverwinter è famosa, uno dei tre ponti, il ponte Viverna Alata incrociate una numerosa patuglia du guardie che sta scortando un sacerdote di Tyr.

I soldati sono armati con corazza di maglia e portano alabarde e spade appese alla cintura. Hanno degli elmi e portano il simbolo della città, un mulinello d'aria, avvolto intorno ad una "N" bianca ricamato su una tunica azzurra che copre la corazza.

Il sacerdote indossa un abito porpora legato in vita da una fascia bianca.

Le guardie vi fermano ed un drappello di esse, formato da tre elementi viene verso di voi; alla testa di questo drappello c'è un uomo basso, sulla trentina, con un'espressione severa dipinta sul viso.

Appena è abbastanza vicino a voi vi dice con voce profonda e autoritaria:

Alt stranieri! Chi siete? Che cosa ci fate per le strade di Neverwinter a quest'ora? Per oridine di Lord Nasher in persona, è vietato circolare per le strade della città! Chi vi ha fatto entrare? Rispondete!

L'uomo vi guarda uno ad uno aspettando una vostra risposta.

@ per tutti

Spoiler:  
mettete una breve descrizione del vostro Pg quando fate il primo post, compreso quello che è possibile vedere ad occhio nudo. I vostri Pg si conoscono tra di se avendo fatto un'altra precedente avventura insieme, ma non conoscete il Pg del Signore Oscuro
Link to comment
Share on other sites


  • Replies 1.7k
  • Created
  • Last Reply

@ Il Signore Oscuro

Spoiler:  
Dopo aver appreso strane notizie inerenti una presunta maledizione che affliggerebbe la città di Neverwinter hai deciso di recarti sul posto per vedere di persona cosa c'è di vero in quello che hai sentito.

Il viaggio fino a Neverwinter si rivela molto semplice; non incontri quasi nessuno durante il tuo cammino e quei pochi che inontri non fanno che ripetere che la città è stata maledetta.

Raggiungi Neverwinter verso il tramonto. Sulla strda che conduce alla porta della città ci sei solo tu; una volto giunto alla porta una delle guardie, un veterano a giudicare dall'asoetto, ti ferma e ti chiede:

Fermo straniero! Dimmi chi sei e cosa sei venuto a fare a Neverwinter.

Link to comment
Share on other sites

Spoiler:  
Tenban è un giovane umano di carattere sereno e gioviale. E' alto poco meno di 1,80 m ed è di corporatura non robusta, ma neanche troppo magra. I capelli sono castani, corti e ben curati, e sul suo viso potete notare un pizzetto poco accentuato che gli conferisce un aspetto più sapiente.

Porta abiti semplici, come un qualsiasi popolano, ma sotto la veste potente intravedere il luccicare del ferro di una corazza a scaglie. Alla cintura porta appesa una mazza e legata alla schiena una balestra leggera.

Conoscendolo avete potuto notare la bontà che scaturisce da ogni sua azione e vi ha parlato molto spesso dei suoi ideali di pace per le terre da cui proviene.

Per Lathander, che cosa sta succedendo qua dentro

Grami pensieri pervadono la mia mente mentre giro per le strade di Neverwinter, do qualche risposta frettolosa alle persone che mi rivolgono domande da tutte le parti, ma continuo ad andare avanti, impaziente di capire qual'è la causa di tutta questa sofferenza.

Acqua torbida e puzzolente, qua deve esserci qualcosa di grosso

Un soldato si avvicina al mio gruppo e ci rivolge una serie di domande

Scusateci, non lo sapevamo. Avevamo sentito la notizia che in questo luogo qualcosa non andava, e pensavamo di poter offrirci in vostro aiuto, ma guardandomi intorno noto con dispiacere che tutte le nostre prospettive erano addirittura troppo ottimiste.

Qual'è la causa di tutto questo?

Cos'è successo all'acqua di questo fiume?

Osservo il soldato con ansia, in attesa di una sua risposta

Link to comment
Share on other sites

@Descrizione

Spoiler:  
Aolien è un halfling basso e smilzo pure per la sua razza, non supera gli 80cm e i 15 Kg; ha occhi blu e capelli rosso vivo, tratti molto insoliti per i suoi simili. Indossa un lunga veste da studioso, di buona fattura, e, appesi alla cintura, si possono notare due lunghi bastoncini. Durante i giorni passati con Aolien avete notato come rifugge ogni tipo di violenza, ma, a differenza di Tenban non ha ideali di bontà ai quali attenersi; ha un carattere esuberante e spumeggiante, e spesso utilizza i suoi poteri per divertirsi e far divertire. Cammina sempre con un piccolo gheppio sulla spalla. Come Aolien anche il falco sembra essere uno dei più piccoli della sua specie.

Prima ancora di arrivare in città avverto qualcosa di strano, Ghepy continua ad attirare la mia attenzione: Ti ti titi titii e grazie al nostro legame riesco a percepire la sua paura ma non la causa.

Arrivato sopra il ponte finalmente capisco il comportamento del rapace.

Chissà chi è stato a fare questo!È terribile, l'acqua sarà di sicuro avvelenata

Continuo ad osservare il grande fiume scorrere lentamente e mi accorgo della guardia solo quando me la trovo davanti ed ha già iniziato a parlare.

Eh questo che vuole?

Mi metto dietro Tenban annuendo al suo discorso e sperando in una semplice conclusione della faccenda

Spoiler:  
Ghepy è il nome del mio gheppio/famiglio, è un falco con la testa grigia lungo circa 30 cm e con un apertura di quasi 70cm

@Immagine

post-4061-14347050347462_thumb.jpg

Link to comment
Share on other sites

Spoiler:  
Tyrus è un mezz'orco con il corpo, ma sopratutto il viso,martoriato da orribili cicatrici che gli hanno deformato il labbro, tolto un orecchio e reso quasi cieco un occhio. Nonostante il suo terribile aspetto si può vedere dell'umanità nei suoi occhi Grigi. Al momento porta sulla schiena un grosso spadone ed indossa una rudimentale armatura di maglia, accuratamente adornata da diversi monili tribali

Il mio cammino mi ha portato in questa città che dicono sia maledetta, i miei compagni per fortuna hanno imparato a conoscermi e a starmi accanto nonostante il mio terribile aspetto e il mio grezzo modo di esprimermi.Arrivare fin qui è stata dura ma non posso mollare proprio ora. Davanti a noi si staglia un qualcuno vestito bene, presumo sia una sorta di capo, di certo nella mia tribù non sarebbe sopravvissuto nemmeno un giorno.

" Tyrusc!" mi batto un pugno sul petto per far capire che sono io Tyrus *maledetta esse...* "Noi cerca posto dove nanna e fatto entrare guardie...tu chi è?" faccio questa domanda sperando che quell'uomo dalla parvenza saggia trascenda il mio temibile aspetto e ne tragga più proficue conclusioni

PS

Spoiler:  
wow! mi è venuto un barbaro colto ma che non può esprimersi XD

Comunque quando parla immaginatevi Slot del fil Goonies

Link to comment
Share on other sites

Spoiler:  
Azrul è uno gnomo alto poco più di un metro, ha il viso celato da un'elmo fatto con le ossa di qualche animale ma si intravedono i suoi lineamenti tipici della sua razza ma privi della solita leggerezza. Inoltre è truccato e sul viso appaiono diversi simboli tribali. Gli occhi sono di un azzurro intenso e i capelli lunghi e biondi escono dall'elmo. Il suo fisico è sufficentemente robusto e anche se non si direbbe a prima vista sapete che anche la sua forza non è delle peggiori. Indossa un giaco di maglia ben lucidato che emana un lieve riflesso che dà sul verdino, il tutto coperto da un'ampio mantello di pelliccia fulva. Impugna costantemente nella mano sinistra un'ascia bipenne grande quasi quanto lui con grezze incisioni degli stessi simboli tribali che ornano il suo volto. Attaccato al fianco ci sono anche un piccolo arco elfico e delle frecce. Sapete tutti del suo carattere ribelle ma serio e del suo fanatismo verso la venerazione degli spiriti.

*Sentivo qualcosa di strano... si respirava nell'aria... ma questo!*

Cammino al fianco del mezz'orco, con l'ascia stretta saldamente tra le mani mentre scruto la città con attenzione

"Gli spiriti della Grande Madre hanno abbandonato questo luogo ormai da tempo"

Chiudo gli occhi con aria sconsolata e malinconica continuando con passo svelto per restare alla pari del gruppo.

D'improvviso un gruppo di guardie ci intima di fermarci rivolgendoci inutili domande.

"Tsk, anche sapendo di essere in pericolo pare rifiutate l'aiuto quando si presenta. E poi tutte queste regole e leggi, è forse anche per questo che gli spiriti hanno smesso di proteggervi."

Link to comment
Share on other sites

@descrizione

Spoiler:  
Lamaer Strauss all' apparenza sembra un' umano di bell' aspetto, capelli biondi e occhi azzurri.

è alto 1,80 metri circa ed è sempre vestito con un mantello nero pieno di tasche ed un cappello a tesa larga, sempre nero.

in giro ho sentito che la città è sotto l' effetto di una maledizione, sono venuto per vedere in che stato si trova e dre una mano se necessario, per ora alloggierò in una locanda, così mi riposo dal lungo viaggio che ho fatto.

@master

Spoiler:  
prova di diplomazia se necessario, +12 alla prova
Link to comment
Share on other sites

@ x tutti tranne Lamaer

Spoiler:  
La guardia che vi ha fatto le domande, non sembra per niente intimorita dall'aspetto del vostro compagno mezzorco. Sbuffa un attimo poi dice:

Venite proprio da molto lonatno per non sapere niente dell'attacco. Sono stati quei cani di Luskan ad avvelenare l'acqua del fiume! Ecco cosa è successo! Dannati la pagheranno cara! Avvelenado l'acqua del Fiume Never anche gran parte dei compi sono stati contaminati e, come se non bastasse, gran parte della popolazione è stata colpita da una strana malattiache sembra non avere rimedio. Perfino Lord Nasher ne è rimasto vittima.

L'uomo riprende un attimo fiato per poi riprendere a parlare:

Adesso il chierico Kior, che mi accompagna nella mia ronda, eseguirà un incantesimo di divinazione su di voi. Un cosa innocua, che serve solo per verificare se siete o meno agenti di Luskan. E spero per il vostro bene che non lo siate... Se non avete niente da nascondere e state dicendo la verità non avete niente da temere.

Detto questo, l'uomo fa un cenno al chierico che era rimasto in disparte. Il sacerdote avanza fino a portarsi al fianco del soldato; poi vedete checina la testa e lo sentite bisbigliare qualcosa. Quando rialza la testa vedete che sta sorridendo per poi dire:

Sono a posto. Mandali via e proseguiamo il nostro giro dice rivolto al soldato.

Il militare fa un lieve inchino al sacerdote di Lathander e poi torna a rivolgere la sua attenzione su di voi dicendo:

Avete detto il vero e non siete agenti di Luskan. Per cui, anche se avete infranto la legge di Lord Nasher, lo avete fatto senza saperlo. Sono state le guardie all'ingresso a mancare di avvisarvi, ma questa è una cosa di cui mi occuperò io personalmente. Non posso però lasciarvi gironzolare per la città. Per cui, se volete seguire me e la mia pattuglia, saremo ben lieti di scortarvi alla più vicina locanda che, guarda caso, non è molto lontana da qui.

Detto questo l'uomo fa un cenno al drappello di guardie rimaste indietro; immediantamente queste si spostano nella vostra direzione e si dividono in due gruppi entrambi formati da 6 armigeri. Un gruppo si posiziona alle vostre spalle mentre l'altro si posiziona di fronte a voi; un chiaro e semplice "invito" a seguirli senza fare storie.

@ Lamaer

Spoiler:  
la guardia al cancello ti guarda un pò annoiata; poi con un cenno della mano ti indica un grosso edificio basso e tozzo dicendo:

Non puoi circolare per le strade di Neverwinter straniero. PEr ordine di Lord Nasher in persona nessun che non sia una guardia cittadina o un funzionario autorizzato dal Lord stesso può farlo. Quella che vedi è la locanda del "Serpente Scintillante"; se vuoi restare a Neverwinter è l'unico posto che potrai visitare. A meno che qualcuno in "alto" non decida diversamnte

conclude la guardia con un sogghigno.

Poi, ad un suo cenno della mano, due armigeri ti affiancano indicandoti, senza proferire parola, la locanda appena menzionata.

Un chiaro ed esplicito "invito" a raggiungerla al più presto.

Link to comment
Share on other sites

Ricambio l'inchino fattomi dal militare con un altro inchino altrettanto cortese, poi prendo la parola accennando un sorriso:

Vi chiediamo scusa se abbiamo infranto la vostra legge, ma come voi avete detto non ne eravamo affatto a conoscenza. Tuttavia, abbiamo intenzione di fermarci in città e, parlo per la mia persona, qualora ve ne fosse bisogno sono pronto ad offrire le mie cure a quei poveretti che sono stati contagiati dalla malattia. Conduceteci pure alla locanda, saremo onorati di seguirvi

Link to comment
Share on other sites

@ Lamaer

Spoiler:  
Scortato dalle due guardie raggiungi la locanda in questione. Ti aspetti di trovarla piena visto che c'è questa specie di coprifuoco, ma, non appena, entri noti che questa è praticamente deserta, fatta eccezione per un vecchio ed un uomo non molto robusto. Il primo è un umano con dei folti capelli bianchi e una barba tagliata corta anch'essa bianca; indossa dei semplici abiti da viaggiatore ed è seduto ad un tavolo da solo intento a sorseggiare un boccale di birra.

Il secondo è un mezzelfo che ha indosso una corazza di scaglie azzurre intento a mangiare quello che sembra dello stufato accompagnato da una caraffa di vino; anche lui siede ad un tavolo da solo. Dietro un lungo bancone di legno lucidato a dovere, c'è un grasso locandiere intento a pulire deu boccali mentre guarda con estrema lascivia una giovane ragazzina pulire i tavoli.

Appeso appena oltre la soglia della locanda c'è un cartello che recita:

Nella città di Neverwinter è stato dichiarato lo stato di guerra dal governatore Lord Nasher Alagondar, legittimo sovrano di Neverwinter. S’informano tutti i cittadini di non utilizzare l’acqua del fiume e tutte le colture della zona del fiume. Si teme che la città rivale di Luskan attacchi Neverwinter, ed è vietato per i cittadini aggirarsi per la città, da metà mattino fino all’alba.

Per gli stranieri ed i viaggiatori, consigliamo di rivolgersi ad una delle locande della città.

Il consiglio dei saggi di Neverwinter, presieduto da Lord Nasher Alagondar.

Prima che tu riesca a muoverti verso uno dei tavoli, un paio di energumeni con dei randelli appesi alla cintura ti si avvicinano; poi uno dei due, quello alla tua sinistra, ti dice, in un comune un pò rozzo:

Niente armi qui... Consegnare adesso me armi...

entrambi poi rimangono in attesa di una tua reazione.

@ per tutti tranne Lamaer

Spoiler:  
Venite scortati dal drappello di guardie verso la più vicina locanda che, per fortuna, risulta essere poco distante. E' un edificio ad un solo piano, basso e tozzo con un'insegna all'esterno che dice: "Il Serpente Scintillante". L'uomo al comando del drapello di guardie vi sorride compiaciuto e vi dice:

Eccoci arrivati stranieri. Vedete di non combinare guai.

Detto questo le guardie aspettano che entriate in locanda per poi allontanarsi.

Una volta all'interno della locanda notate che questa è praticamente deserta fatta eccezione per un vecchio, un uomom non molto robusto ed un altro uomo, tutti seduti a tavoli diversi. Il primo è un umano con dei folti capelli bianchi e una barba tagliata corta anch'essa bianca; indossa dei semplici abiti da viaggiatore ed è seduto ad un tavolo da solo intento a sorseggiare un boccale di birra.

Il secondo è un mezzelfo che ha indosso una corazza di scaglie azzurre intento a mangiare quello che sembra dello stufato accompagnato da una caraffa di vino; anche lui siede ad un tavolo da solo.

Dietro un lungo bancone di legno lucidato a dovere, c'è un grasso locandiere intento a pulire deu boccali mentre guarda con estrema lascivia una giovane ragazzina pulire i tavoli.

Appeso appena oltre la soglia della locanda c'è un cartello che recita:

Nella città di Neverwinter è stato dichiarato lo stato di guerra dal governatore Lord Nasher Alagondar, legittimo sovrano di Neverwinter. S’informano tutti i cittadini di non utilizzare l’acqua del fiume e tutte le colture della zona del fiume. Si teme che la città rivale di Luskan attacchi Neverwinter, ed è vietato per i cittadini aggirarsi per la città, da metà mattino fino all’alba.

Per gli stranieri ed i viaggiatori, consigliamo di rivolgersi ad una delle locande della città.

Il consiglio dei saggi di Neverwinter, presieduto da Lord Nasher Alagondar.

In piedi di fronte a voi c'è un uomo con indosso un lungo abito scuro e con in testa un cappello a tesa larga, che vi da le spalle. Di fronte a questo uomo ci sono altri due uomini molto più grossi in attesa di qualcosa.

Uno dei due energumeni vi fa cenno di aspettare il vostro turno

Link to comment
Share on other sites

Maledetti tutti gli dei del male! Odio le locande, e odio tutta la gente che le frequenta.

Dopo il gesto dei due uomini mi fermo, sperando che anche i miei compagni facciano altrettanto

Ragazzi quei due non mi piacciono, cerchiamo di evitarli per favore, ma stiamo attenti che non facciano del male a quel pover uomo.

Questa gente non la sopporto

Dopo una giornata di viaggio, ci manca solo una rissa in una locanda e siamo a posto

Link to comment
Share on other sites

@ tutti tranne Lamaer

Spoiler:  
Vedete che l'uomo di fronte a voi consegna il suo bastone ai due energumeni. QUelloc he lo prende va a depositarlo in un armadietto che poi chiude a chiave. Non vedete dove mette la chiave perchè vi da le spalle. L'altro colosso vi fa cenno di avvicinarvi; poi, con un comune un pò stentatto, vi dice:

Niente armi qui... Consegnare adesso me armi...

e, raggiunto dal suo compagno, aspetta una vostra reazione.

@ Lamaer

Spoiler:  
Prima che tu consegni il tuo bastone all'omone, senti che qualcuno è entrato nella locanda dalla porta alle tue spalle. Voltando un attimo vedi che è un gruppetto di persone formato da un mezzorco dall'aspetto decisamente poco raccomandabile, uno gnomo dallo sguardo serio, un halfling e un uomo.

Appena consegni la tua arma ti lasciano passare e scegli un tavolo appartato in un angolo della locanda ordinando, alla cameriera una birra.

Link to comment
Share on other sites

aaaaah, non c' è meglio di un buon riposo dopo un lungo viaggio, borbotto tra me e me.

fatto questo mi metto ad osservare i nuovi arrivati, senza farmi notare.

@master

Spoiler:  
prova di raggirare per non far vedere che li osservo (in teoria dovrebbe essere questa).

+8 a raggirare, +8 a osservare (se necessario), il cappello a tesa larga, che mi copre il viso, potrebbe darmi dei bonus di circostanza, gli osservatori sono distratti

Link to comment
Share on other sites

@ Lamaer

Spoiler:  
Osservi i nuovi arrivati con interesse. Il mezzorco ha il corpo, ma soprattutto il viso martoriato da orribili cicatrici che gli hanno deformato il labbro, tolto un orecchio e reso quasi cieco un occhio. Porta sulla schiena un grosso spadone ed indossa una rudimentale armatura di maglia, accuratamente adornata da diversi monili tribali.

L'umano è giovane, alto poco meno di 1,80 m ed è di corporatura non robusta, ma neanche troppo magra. I capelli sono castani, corti e ben curati e sul suo viso noti un accenno di pizzetto. Indossa abiti semplici, come un qualsiasi popolano, ma sotto la veste intravedi il luccicare del ferro di una corazza. Alla cintura porta appesa una mazza e legata alla schiena una balestra leggera.

Lo gnomo è alto poco più di un metro ed ha il viso in parte celato da un'elmo fatto con le ossa di qualche animale ma si intravedono i lineamenti tipici della sua razza ma privi della solita leggerezza. Sembra avere degli starni segni dipinti sul viso. Da sotto l'elmo spuntano dei capelli lunghi e biondi. Ha un fisico sufficentemente robusto; indossa un giaco di maglia ben lucidato che emana un lieve riflesso che dà sul verdino, il tutto coperto da un'ampio mantello di pelliccia fulva. Impugna costantemente nella mano sinistra un'ascia bipenne grande quasi quanto che presenta degli starni segni simili a quelli che noti sul suo volto. Attaccato al fianco ci sono anche un piccolo arco e delle frecce.

L'halfling è basso e smilzo pure per un membro della sua razza, ha capelli rosso vivo un tratto molto insolito per i membri della sua razza. Indossa un lunga veste da studioso, di buona fattura, e, appesi alla cintura, si possono notare due lunghi bastoncini.

prova di Raggirare 1d20+8 = 20 contrapposta ai 4 Osservare (1) 1d20+x = 6; (2) 1d20+x = 15; (3) 1d20+x = 11; (4) 1d20+x = 14 / riuscita

prova di Osservare CD 15 / 1d20+8 = 16 riuscita

Link to comment
Share on other sites

Archived

This topic is now archived and is closed to further replies.

Guest
This topic is now closed to further replies.
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.