Jump to content

Ricky Vee

Circolo degli Antichi
  • Content Count

    4,828
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    11

Ricky Vee last won the day on April 24

Ricky Vee had the most liked content!

Community Reputation

342 Chimera

About Ricky Vee

  • Rank
    Sommo
  • Birthday 03/05/1990

Profile Information

  • Gender
    Maschio
  • Location
    Polonia
  • GdR preferiti
    D&D, Pathfinder, Call of Cthulhu
  • Occupazione
    Manager
  • Interessi
    GdR
  • Biografia
    Tudo o que tu queres, esta do outro lado do medo.

Recent Profile Visitors

6,613 profile views
  1. Ragazzi siete fenomenali 🙂 Mi state dando un sacco di idee che aprono la strada ad innumerevoli side quest perche', come e' facilmente intuibile, i pg scopriranno in qualche modo l'esistenza di questi png potenzialmente utili per la main quest e potrebbero volerli aiutare. Sono molto belle soprattutto le idee del semipiano o della maledizione. Potrei anche farla molto piu' semplice e dire che e' stato disegnato un cerchio magico in un'area di grandezza X. Chi porta determinati cognomi muore appena esce dal cerchio, che puo' essere eliminato solo attraverso un determinato rituale fatto dall'esterno. Ma a tal proposito, come lo spiego che il cerchio non puo' essere dissolto con Dispel Magic o con Remove Curse?
  2. Purtroppo l'idea del metterli in stato confusionale non mi fa impazzire. Come probabilmente aveva gia' intuito @Pippomaster92 in precedenza, l'idea di fondo e' che questi png inizino a cercare volontariamente un modo per uscire da questa situazione. Creare una situazione del genere potrebbe rendere le cose ancora piu' complicate.
  3. MASTER La mezzelfa si avvicina preoccupata al punto in cui si trova Idrial, poi sobbalza vistosamente e riesce a trattenere a stento un urlo. Per Kelemvor! Sono irriconoscibili, ma le vesti sembrano le nostre! Me lo immaginavo... Quale bestia immonda puo' aver fatto tutto questo?
  4. Ciao @Pippomaster92. Innanzitutto grazie per la risposta. Comunque si, in realta' non ho raccontato proprio tutto ma ci sono dei veri motivi per cui non sono stati uccisi tutti. Prima di essere sconfitte, queste famiglie hanno stretto diversi "patti". L'eliminazione totale di tutti i loro membri porterebbe un caos enorme in tutto il continente. La mia principale preoccupazione, piu' che sul perche', sta sul come. Come posso realizzare una situazione che precluda completamente ad alcuni individui la possibilita' di uscire da una determinata zona? Devono essere sorvegliati a vista? Ma se tra di loro ci sono incantatori? Esistono alcuni incantesimi particolari che potrebbero aiutarmi? Oppure davvero devo andare di campo antimagia + guardie? Si puo' fare, ma mi sembra un'idea molto forzata. Un'altra alternativa potrebbe essere che non siano confinate in una zona del continente, ma su un altro piano.
  5. Ciao ragazzi, Ho un'idea per una mia campagna che non so bene come realizzare in modo coerente, percio' invoco il vostro aiuto. Prima un po' di background: Pochi decenni prima dell'epoca in cui agiscono i pg, ci fu una guerra tra due imperi, terminato con la vittoria di uno dei due. Quando fu il momento di decidere la sorte delle casate regnanti dell'impero sconfitto, i vincitori optarono per una soluzione molto dura, ma non la piu' estrema. Tutti i maggiori rappresentanti di queste casate furono condannati a morte, ma alle loro famiglie fu concesso di vivere. Nonostante questo, esse sono costrette a vivere in un'area limitata. Non possono uscire da essa e, di conseguenza, non possono avere molti contatti con il mondo esterno. Questo creera' un forte senso di rancore che vuole essere alla base di alcuni eventi della campagna. Nonostante cio', come posso secondo voi fare in modo che questo sia realizzabile senza creare eventuali contraddizioni? Avevo pensato di fare in modo che fossero costretti a vivere all'interno di un campo di anti-magia permanente. Ma tutto lo sforzo impiegato per realizzare una cosa del genere ne vale la pena? A questo punto non sarebbe meglio per i vincitori eliminare tutti e basta? Il mio interesse principale e' che queste persone si sentano estremamente confinate e provino un forte senso di impotenza. Voi come rendereste reale questa idea? Un grazie in anticipo a chiunque volesse darmi la sua opinione.
  6. MASTER Non e' mia intenzione annoiarvi sussurra la chierica ho risposto solo alle domande del vostro compagno, che si e' dimostrato interessato alle nostre usanze. E la tua accusa si rivolge con calma a Zolis non ha nessun fondamento. Il rispetto per i vivi passa anche dal rispetto per i morti. Nel frattempo, Gilthead e Idrial iniziano a darsi da fare per esaminare la stanza. Mentre Gilthead lancia un incantesimo per percepire eventuali aure magiche nelle vicinanze, Idrial avanza lentamente con l'arco in mano e la vedete guardarsi intorno. La guerriera si blocca letteralmente mentre il suo sguardo si posa sulla fossa. @Pyros88 @Brenno
  7. MASTER Si, facciamo spazio risponde con semplicita' la mezzelfa Le catacombe possono ospitare fino a circa centomila persone. Sono tante, lo so, e per questo passa molto tempo prima che i resti di una persona vengano rimossi. Capisco che altre credenze abbiano altre usanze e noi le rispettiamo, a meno che non vadano ad alterare il circolo della vita, ma noi sacerdoti di Kelemvor, oltre a portare avanti una tradizione di Phlan multicentenaria, crediamo nella sepoltura. Quando un individuo muore, la sua anima inizia una lunga serie di prove che noi chiamiamo Passaggi, al termine delle quali viene ammessa nell'aldila'. Chi in vita si e' comportato in modo virtuoso supera questi Passaggi con facilita'. Altri hanno invece bisogno di molto piu' tempo. Noi non siamo nessuno per giudicare come le persone si siano comportate in vita e di conseguenza il nostro dogma e' garantire la stessa dignita' e lo stesso rispetto a tutti i defunti. Sara' poi Kelemvor, il Custode dei Morti, a giudicare. Quando delle ossa vengono rimosse dalla tomba, si presume sia passato il tempo necessario a superare queste prove anche per le anime piu' corrotte. In quel caso siamo sicuri che l'anima non e' piu' su questo piano e il corpo puo' essere restituito alla natura. Alcuni di voi trovano affascinante questa spiegazione, altri per nulla interessante, ma e' chiaro che Cassyt risponde volentieri a qualunque domanda le venga fatta sul suo ordine. Conclude comunque rispondendo all'ultima domanda di Gilthead. Le Catacombe hanno avuto moltissimi custodi nel corso dei secoli. Alcuni avevano a cuore la cura dei morti, altri purtroppo no. Quando furono affidate alla chiesa di Kelemvor, 18 anni fa, erano infestate di non morti. Prima di allora la zona era controllata dalla chiesa di Bane e dagli Zhentarim, ed entrambe non si possono definire organizzazioni con un certo tipo di etica, percio' tutto fu lasciato abbandonato a se stesso. I nostri chierici le ripulirono completamente e ormai da molti anni i morti possono riposare in pace.
  8. Richard Clarke Aaaah! Non riesco a trattenere un urlo, mentre sobbalzo all'indietro e istintivamente tolgo le mani da cio' che ho appena trovato. Detective, qui continuo a trovare ossa. Ci sono resti umani!! Custode
  9. MASTER No, mi spiace risponde con onesta' la chierica non siamo dei burocrati e non teniamo registri. Chiunque in questo tempio dedica anima e corpo a Kelemvor e di conseguenza nessuno ha bisogno di essere controllato. Comunque, ieri i nostri due fratelli dovevano spostare delle ossa dalla sezione piu' antica delle catacombe all'ossario. Potrebbero quindi trovarsi in qualunque punto del complesso, compresa questa stanza. Per quanto riguarda altri ingressi, non saprei dirvi. Ufficialmente non ce ne sono, ma ricoprendo una buona fetta di spazio al di sotto della citta' non credo sia impossibile aprirsi una via. Prego, ora seguitemi. La mezzelfa apre la porta lentamente e vi ritrovate in una stanza completamente spoglia, ad eccezione di alcune nicchie sulle pareti in cui sono esposti teschi e ossa. Oltre a cio', vi sono solo due cose degne di nota: una grande buca al centro della stanza che occupa piu' di meta' della sua superficie e una porta aperta alla vostra sinistra. Dalla vostra posizione, non riuscite ancora a vedere sia il contenuto della buca che il contenuto dell'altra stanza, ma e' la stessa Cassyt ad anticiparvelo. Chiedo innanzitutto scusa se qualcuno di voi dovesse sentirsi a disagio. So che non tutti sono abituati ad un ambiente come questo e lo capisco, anche per me non e' stato facile all'inizio. Comunque questo e' l'ossario che noi utilizziamo in tutti i casi che vi ho descritto poco fa. Nell'altra stanza, invece e indica la porta aperta vi e' un ossario molto piu' antico che risale ai tempi in cui le catacombe non erano gestite da noi. Noi non lo utilizziamo piu', ma in qualche modo continuiamo a pregare e a restituire dignita' anche ai resti contenuti al suo interno. Anche in questo caso, sentite un vago odore d'incenso. Avete idea che possa provenire proprio dalla stanza appena menzionata da Cassyt.
  10. Richard Clarke Detective, qui ho trovato delle os... Non riesco nemmeno a finire la frase, che sento l'urlo di Rumberger e il rumore della pistola che cade. Rimango prima di sasso, ma quando lo sento chinarsi nuovamente e raccogliere l'arma dal pavimento, cerco solo di sincerarmi che sia tutto a posto. Tutto bene detective? Custode
  11. MASTER Nessuna pattuglia risponde con semplicita' Cassyt noi lavoriamo qui. Facciamo manutenzione, preghiere, portiamo ai defunti i doni dei parenti, all'interno delle catacombe sono sempre presenti degli accoliti al lavoro. O almeno, lo erano fino a ieri. Ora abbiamo evacuato la zona. Siete pronti? Su, andiamo. La chierica apre il portone e vi ritrovate in una scalinata che scende verso il basso. Dopo diversi metri arrivate una zona piana. Di fronte a voi sono presenti altri scalini, mentre alla vostra destra vi e' una porta di legno. Qui a destra abbiamo gli ossari. Al loro interno riponiamo i resti delle persone non identificate, di coloro che sono troppo poveri per permettersi un loculo o, in una sezione a parte, le ossa molto vecchie e per cui nessuno in citta' fa piu' richiesta di mantenerle. Di fronte, invece, andiamo proprio dentro la zona vecchia. Potrebbe essere che i miei confratelli lavorassero all'interno dell'ossario, dovevano svolgere alcune mansioni e potrebbero essersi trovati li al momento della scomparsa. Andiamo a dare un'occhiata?
  12. Richard Clarke Ma che c...??? Ossa??? Sono veramente ossa?? Custode
  13. MASTER Bene, seguitemi pure. Immagino che non avremo nessun bisogno di torce una volta dentro. Cassyt vi conduce attraverso la stanza e dal centro notate che e' molto grande. Probabilmente, quel corridoio verso cui siete diretti e' l'accesso ad un vero e proprio mondo sotterraneo. Seguite la mezzelfa attraverso il tunnel e da qui notate l'assenza di qualunque fonte di luce. Mentre muovete i vostri primi passi all'interno delle vere e proprie catacombe, la chierica vi invita a discutere a bassa voce. Vi ritrovate in una lunga galleria le cui pareti sono ricoperte di lapidi, la maggior parte delle quali sembra di recente fattura. Nonostante la maggior parte dei loculi sia gia' occupato, notate di tanto in tanto degli spazi vuoti. Moltissime di queste tombe recano degli altorilievi raffiguranti scene di vita quotidiana, i cui partecipanti sono sempre ben vestiti e in cui si ripetono spesso semplici attivita' quali mangiare, stare con la famiglia, parlare in pubblico e altro. Questa e' la parte piu' recente delle nostre catacombe ed e' riservata alle famiglie piu' prestigiose. Non tutte le tombe sono cosi' raffinate e la gente piu' comune riposa in luoghi meno sfarzosi. Una volta alla fine della galleria, notate un portone in ferro chiuso con un lucchetto. Da qui abbiamo perso il controllo delle catacombe e non sappiamo cosa aspettarci. Ditemi quando siete pronti e apro la porta.
  14. Richard Clarke Certamente, mi dia qui... rispondo a Rumberger mentre gli faccio cenno di porgermi nuovamente la lampada. Stia attento pero'. Conviene che non si allontani troppo, in tutti i romanzi riguardanti i demoni chi si avventura da solo non fa una bella fine. Aggiungo una vena ironica alla mia frase, ma sono abbastanza serio. La faccenda sta prendendo una piega preoccupante. Mentre cerco un luogo vicino in cui poter appendere la lampada, continuo a tenere un occhio su Rumberger. Una volta sistemata la fonte di luce, riprendo a scavare in silenzio, ma la mia attenzione e' sempre rivolta al detective.
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.