Jump to content

Darken Rahl

Circolo degli Antichi
  • Posts

    627
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    3

Everything posted by Darken Rahl

  1. Ciao. Se non lo conosci già provo a suggerirti "ECLIPSE PHASE". Non è propriamente cyberpunk ma potrebbe essere una sua evoluzione mista al transumanesimo. Il motore non mi fa impazzire essendo un D100 system ma come ambientazione lo trovo interessante.
  2. Ciao. anche se un po' in ritardo ti scrivo anche il mio consiglio. Potresti provare con maptool. Si tratta di un software free di virtual tabletop tipo ROLL20 ma privo di funzioni pregenerate. Io lo uso per giocare online ma in pratica esattamente nello stesso modo che vorresti tu. Ho un televisore collegato al PC su cui sposto la mappa mentre sullo schermo principale tengo aperta l'avventura e le pagine on line che possono tornarmi utili. Facendo così non hai bisogno di account, inoltre il software si occupa della gestione della fog of war e anche della visuale dei personaggi se li metti in mappa.
  3. Mi intrometto per citare una esempio reale. Mia avventura basata su "Il nome della Rosa". I PG stanno indagando nella chiesa cercando indizi quando sentono dei rumori, si nascondono e vedono passare due dei frati (il venerabile Jorge e un suo adepto) e li ascoltano mentre parlano dell'omicidio di un altro frate per mano loro. Aspettano quindi che i due se ne siano andati per discutere della cosa appena udita e spostare la loro investigazione verso il nuovo cadavere (nei boschi fuori dall'abazia). Anche questa è una cutscene avvenuta per il discorso tra i PNG ma in parte voluta dai PG che avrebbero potuto interromperla in qualsiasi momento. Quello che voglio dire, come è già stato espresso anche da altri, è che le cutscene non sono il male, a volte funzionano se lasciano comunque libertà di interazione e decisione ai PG.
  4. Bene bene bene. Un mucchio di materiale su cui riflettere. Dunque, Maptool ha un suo editor interno con cui si può disegnare praticamente come se fosse un paint. Non è gran che e non avendolo mai provato non so se è attivo per i giocatori. Il vero scoglio a queste proposte il layer di di blocco della visuale che andrebbe reimpostato di volta in volta. Però. Potrei in effetti ridisegnarmi la mappa. Smembrarla. Ricopiare ogni singolo pezzo 4 volte cambiando orientazione di ogni pezzo (90° di rotazione ad ogni copia). Disseminare la pagina attiva con tutti i pezzi separandoli e tenendoli oscurati uno dall'altro. Ad ogni bivio se prendono la strada sbagliata li sposto nella pagina sul pezzo di mappa che andranno a vedere rioscurando tutto il resto. L'effetto globale percepito sembrerà rimane quello di piccoli teletrasporti ma ci sta con la confusione. Il mio token da GM dopotutto possiede la funzione di teletrasporto e raduno dei PG. Si si. il metagame è insito nel gioco e forse ancora di più nel gioco al tavolo virtuale. Comunque nel corso degli anni numerose mappe hanno mostrato buchi neri dentro un dungeon. Spesso senza nascondere però stanze segrete ma solo elementi portanti o ampi tratti di roccia che dividevano gallerie. Quindi quello non è mai stato un problema. Dopotutto inoltre un passaggio segreto potrebbe anche nascondersi in un muro sottile che divide due stanze esplorate portando con qualche effetto in bolle di spazio o in altri luoghi. Quindi il tiro di perception ci sta ad ogni angolo. Grazie ancora a tutti quanti per l'aiuto.
  5. Intanto grazie mille a tutti. cercherò di rispondere in ordine ai vostri commenti. Per disegnare le mappe uso da anni Campaign Cartographer 3. A mio giudizio veramente eccellente e ben fatto. Però mi vengono mappe tutt'altro che confuse. Vero che attorno ad un tavolo vero non si presenta la mappa e si lascia la cosa nelle mani di un cartografo (o quando si è all'esasperazione la si disegna per loro man mano) ma una delle cose belle del tavolo virtuale è proprio il muoversi con la "Fog Of War" che si apre man mano come nel mitico Baldurs Gate con cui noi siamo un po' cresciuti. Infatti i token dei PNC/mostri sono contornati di verde e diventano contornati di rosso quando si incavolano. I miei giocatori inoltre sanno benissimo che è praticamente impossibile trovarmi senza mappe pronte considerando il fatto della facile reperibilità in rete e che nel caso peggiore posso farmele. Inoltre, cosa che non avevo detto, stiamo giocando a all'AP di Pathfinder "Rise of the Runelord" e il fatto di cui sopra si svolge nell'avventura #5. Quindi non è plausibile che non la trovi. Sarebbe comunque un forte metagame. Infine usare un'altra mappa semplicemente manterrebbe il problema di fondo ma su una mappa diversa. Nel meditare sulle vostre risposte però mi è venuta in mente questa cosa: 1) ai bivi inserisco il blocco della visione che quindi non alza la FOW fino a che non passano il tiro sulla confusione. 2) una volta che hanno esplorato un bivio l'effetto si traduce nel fatto che si muovono in una direzione ma alla fine del movimento si ritrovano da un'altra parte (che figurativamente sembra una sorta di teletrasporto). Il punto 2 potrebbe essere molto fastidioso se stanno fuggendo da un combattimento e invece di allontanarsi ad un certo punto ci si ritrovano di nuovo in mezzo. Che ne pensate? Questa è forse la soluzione meno metagaming che io sono riuscito a trovare.
  6. Ciao a tutti. anche se è da un po' che on scrivo non ho abbandonato la passione e infatti adesso sono incappato in un problema. Sono ormai svariati anni che, per varie vicissitudini, gioco di ruolo solo on line su un tavolo virtuale con il programma maptool. Adesso però mi sono imbattuto in un problema di gestione della mappa e metagaming. Nella prossima avventura che dovranno affrontare i miei giocatori, durante la tipica esplorazione di un dungeon, dovranno affrontare un subdolo effetto magico di confusione che ad ogni bivio potrebbe far prendere loro il senso dell'orientamento facendogli imboccare una via a caso. Nulla di preoccupante e facilissimo da gestire a livello narrativo descrivendo di volta in volta il "nuovo" corridoio in cui si incamminano. Nella realtà del tavolo virtuale invece le cose sono ben diverse. La mappa è già pronta e i personaggi la scoprono rendendola visibile man mano che si muovono esplorando. Come fare quindi a proporre un simile effetto? In passato mi ero imbattuto in un simile problema con una avventura inventata da me ma all'epoca il labirinto era molto complicato e si era alle prime armi con il tavolo virtuale quindi avevo risolto (più o meno) ricoprendo nuovamente la mappa ogni volta che si smarrivano. Ora però siamo tutti più sgamati e non saprei come fare per gestirlo senza dover ricorrere al: "fingete di esservi persi". Avete suggerimenti? Grazie.
  7. Sono anni ormai che non gioco più al tavolo ma usando un virtual tabletop quindi questo problema è risolto con i messaggi in segreto. Prima comunque ricorrevamo al parlare privatamente in una stanza laterale. Come ti si diceva comunque adesso si risolve in fretta con messaggi sul cellulare dell'interessato o, in alternativa, ti prepari prima dei bigliettini con già scritte alcune cose che solo uno potrebbe notare e li consegni man mano che scoprono le cose.
  8. Attento Von. Quello che ti hanno suggerito mi sa che è il mitico Cyberpunk 2020. Il V3 a quanto avevo letto non reggeva il paragone. Ps. Non ho potuto giocare ad Eclipse Phase ma effettivamente l'ambientazione mi è piaciuta molto. Il sistema meccanico invece no (non apprezzo i d100 system) e infatti lo avrei giocato con il motore di CP2020. Da qualche parte ho anche letto di qualcuno che lo giocava come suo successore temporale.
  9. Volevo solo informare che il reclutamento è ancora/di nuovo aperto. A tal proposito aggiungo qualche altra informazione che può essere utile (soprattutto ad evitare fraintendimenti). Edizione: D&D 5 Avventura: Lost mine of Phaldelver. L'avventura è attualmente in corso e nel momento in cui scrivo i personaggi si trovano nella città di Phandalin in procinto di partire per qualche missione. Chat: solo scritta via virtual tabletop MapTool 1.4.0.5 con framework programmato da me. Contatti: principalmente via skype e in seconda battuta su un forum nostro. Altri programmi: dropbox per condivisione di schede, file, immagini e altre utility simili. Stiamo provando Discord per una eventuale e limitata chat vocale. Con limitata si intende che tutto quello che non viene poi scritto sulla chat di maptool in effetti non avviene. Ad esempio i giocatori possono accordarsi in vocale per cosa fare ma poi la decisione deve essere comunicata dai personaggi per iscritto. In pratica scritto = game orale = metagame.
  10. Quanta gente. Non pensavo. Mi spiace ma sei il terzo a contattarmi e i posti erano solo due. Dobbiamo ancora definire le cose però quindi non è detta l'ultima parola. Sei nuovo dei GDR in generale o di D&D5? In ogni caso non è che sia un problema.
  11. Ciao a tutti. come da titolo stiamo cercando uno o due giocatori per l'avventura di D&D5 "Lost Mine of Phandelver". Abbiamo cominciato l'avventura da poco ma strada facendo abbiamo perso causa lavoro un paio di giocatori e abbiamo necessità di reintegrarne almeno uno. Eravamo 5+1 all'inizio e ora siamo in 3+1 cosa che porta a non riuscire a giocare qualora uno mancasse. Giochiamo al mertedì sera usando maptool 1.4 con un framework programmato da me che rispecchia lo stile dell'edizione: semplice è meglio. L'età media del gruppo è di circa 30 anni e stiamo giocando a D&D5 come prova. Di solito usiamo Pathfinder sempre su maptool con un framework casereccio più complesso. Se avete domande sarò felice di rispondere.
  12. Però scusa.... è Cyberpunk... Una rissa da bar come quella che descrivi tu non avviene di certo tra gente con soldi sufficienti per armature/elmetti/ protesi protettive. Se hanno €$ per queste cose al primo segnale di ostilità cacciano fuori le armi pesanti. A me le regole sembrano sensate in tal senso. Eventualmente dovresti non permettere di indossare troppe armature. Anche perché se modifichi le cose io mi inca/infastidirei un poco se indossando il mio metal gear mi ritrovassi anche solo solleticato da un pezzente tanto folle da fare a pugni con un tipo corazzato.
  13. Ciao, mi ricordavo di aver risposto ma evidentemente con la migrazione alcuni post si sono persi. Lette le prime due sessioni e tutto quello che ne è seguito compresi gli interventi dell'autore del gioco (un grande a te per averlo contattato e a lui per le dettagliate risposte). Seguo le vostre vicende con attenzione e aspetto notizie delle ultime due sessioni.
  14. Ciao a tutti, come da titolo stiamo cercando un giocatore/giocatrice per unirsi a noi e svelare le trame de "I mille Volti di Nyarlatotep" (CoC d100 system Choasium). Attualmente siamo in 4 (3 giocatori e un master) e in due anni di gioco siamo arrivati ad un buon punto del capitolo di Londra. Le cose si fanno però più calde e i tre investigatori improvvisati cominciano ad essere sommersi dai nemici.... Per giocare utilizziamo un mix di quattro cose: 1) Skype per tenere i contatti/scambiarci informazioni gestionali pre sessione (come ad esempio l'importante indirizzo IP del server di gioco); 2) MapTool 1.3b89 con un frame preso dal sito ufficiale (ma di cui usiamo poco le potenzialità avendo un approccio più narrativo); 3) Un nostro forum di riferimento in cui raccogliamo varie informazioni, appunti, comunicazxioni di servizio; 4) Dropbox per tenere condivise le schede dei personaggi, i riassunti delle sessioni e i chatlog (ebbene si, per chi volesse entrare in sessione non a digiuno si può leggere tutte le nostre peripezie) (oviamente almeno 3 di queste cose sono un po' ridondanti e potrebbero essere accorpate ma siamo dei viziosi e ci piace sbulaccare) Attualmente stiamo giocando al Mercoledì in orario che va più o meno dalle 21.30 alle 00.30. Non saprei cos'altro aggiungere al momento. Fate domande e in qualche oscuro grimorio troveremo una risposta... sempre che siate sicuri di voler perdere la vostra sanità mentale in cambio del sapere....
  15. Perfetto, grazie mille per le info. Penso a questo punto che prenderò a breve il manuale. Confesso però che stavamo già usando un metodo di avanzamento che divideva il livello in 4 step.
  16. So che sono un po' frettoloso ma... Qualcuno è già in possesso del manuale uscito oggi? Prime impressioni? Grazie
  17. Intanto vi ringrazio per l'aiuto. Sapevo di poter contare su di voi. Purtroppo però i link non mi hanno aiutato molto. Quello che cercavo era proprio un esempio di narrazione di qualche scena. Ad esempio un incipt e una scena con un conflitto. Devo però ancora vedere un paio di link in inglese presenti nei percorsi consigliati da Fenna.
  18. Ho da poco (anzi issimo) acquistato questo gioco masterless per tre motivi: 1) trovo l'idea di ricreare storie noir ambientate in posti ben conosciuti è molt accattivante; 2) mi piace il sistema di risoluzione dei conflitti basato sul perudo (gioco di dadi e bluff che apprezzo); 3) Mi sono trovato bene con "Il gusto del Delitto" (che è il primo e unico gioco di questo tipo che ho provato). Basandomi sul punto 3 ho deciso di rischiare. Pensavo potesse essere più complesso come gioco ma comunque semplice da imparare. In realtà, sebbene la meccanica sia effettivamente semplice visto che consco il perudo, ho trovato poco esaurienti gli esempi descritti nel manuale e non ho capito molto bene lo svolgimento del gioco. Qualcuno potrebbe aiutarmi postando un esempio di gioco reale? Per farvi un esempio di cosa mi servirebbe noi abbiamo giocato "Il gusto del Delitto" via chat usando maptool e questo è il risultato della pulizia di parte del log: Delitto.PDF. Grazie in aticipo.
  19. Io ho giocato poco e molti anni fa ma l'mpressione generale è esattamente quella. Tieni comunque conto che gli scimmioni alati sono dei demoni (mi pare siano i Grahulk o qualcosa del genere) con tanto di scudo tipo torre e armati pure di rete (sempre che la memoria non mi inganni). Il combattimento dovrebbe essere bilanciato se si svolge tra comuni umanoidi o se è molto ben pianificato. All'epoca OD&D/BECMI (che ancora non si chiamava così però visto che non era vecchissimo) e AD&D la facevano da padrone nel gruppo quindi siamo arrivati portandoci dietro un concetto di magia totalmente sbagliato per questo gioco. In Stormbringher la magia è potente ed è il solo mezzo per superare veramente i limiti dei comuni mortali ma essa si basa sull'evocare e vincolare demoni. La cosa è pericolosa e, sopratutto, richiede lunghi tempi oltre ad essere molto limitata come numero di entità che un avocatore ha a disposizione. Questo mi sa che si traduce in un pianifica bene o muori. Queste info le ho recuperate in pieghe non formattate del mio HD cerebrale... spero non siano completamente errate.
  20. visto che era parecchio che non prendevo in mano il manuale ho controllato: Pagina 106 Casi particolari di ferite > 8 danni ad un arto lo spappolano > colpo alla testa raddoppia i danni effetivamete rileggendolo in questo modo sono cose distinte... all'epoca le avevo assimilate come fossero una quindi mi bastavano 4 danni in testa per la morte istantanea. La cosa di cui ho sempre un po' sentito la mancanza era però una regola sui danni da caduta, giusto per la tipica scena di inseguimento sui tetti con salto da un palazzo all'altro e conseguente caduta....
  21. I D10 iniziali non erano per i danni (e comunque ci sono armi che li usano) ma per le locazioni. Come al solito ad ogni gruppo corrsipondo modi di giocare completamente differenti: nei miei gruppi non ho mai visto quasi nessuno usare l'elmento 8a meno di non essere in tenuta antisommossa) mentre giacche e pantaloni sono all'ordine del giorno. Si, lo so che il bonus di costituzione può ancora abassare il danno ma, nella mia interpretazione, è proprio questo che non può ridurlo a zero. Se un proiettile supera la tua armatura puoi essere grosso quano vuoi ma un minimo di danno te lo fa.
  22. Tira subito un numero di D10 pari ai colpi a segno.... se salta fuori una locazione testa è morto sul colpo.... (ricorda che i colpi alla testa raddoppiano il danno e che 8 danni su una locazione la distruggono). Sinceramente io ho sempre applicato che un colpo che non supera il VP non passa mentre se lo supera non può essere azzerato ma non ho mai capito se era un'interpretazione corretta o una House Rule. In ogni caso visto quanto dici tu direi che sottari subito 1 punto per ogni proiettile a segno poi (a seconda del livello di mortalità che preferisci) scegli se tirare il danno una volta, prendere il valore medio o il valore massimo, scegli a caso una locazione, sottrai l'eventuale VP e quindi assegni il danno. In pratica prima controlli se uno dei colpi spappola la testa, poi riduci il tutto ad un singolo colpo il cui danno viene amplificato in base al successo del tiro per colpire. Ok, non sarà una cosa precisissima ma sicuramente è molto più veloce e sul filo del rasoio. PS se vuoi in base al primo tiro per le n locazioni puoi abbassare di un punto il VP di ogni parte di armatura che venga colpita (ovviamente per ognicolpo subito).
  23. Visto che è uscito da poco non penso ci sia qualcuno che abbia grandi esperienze di gioco con il sistema delle sfere.... però il sistema delle parole del potere è un po' più datato. Qualcunolo ha effettivamente provato al tavolo? Se si ci potrebbe fornire un'impressione sulla sua effettiva funzionalità?
  24. Sigh. Ti invidio un mucchio. Penso che ad ogi CP2020 rimanga uno dei miei GDR preferiti ma purtroppo non riesco a trovare nessuno con cui giocarci. Ho anche programmato un framework per maptool per poterci giocare ma sono riuscito giusto a fare qualche sessione di playtest e l'introduzione della mia trasposizione del 1° Metal Gear Solid. Mi sa che andrò a spararmi un po' di braindance per non pensarci.... PS: mi piace la frase "pagandolo solo 50K €$"
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.