Jump to content

Un mago un po'... fuorilegge?


WillD20

Recommended Posts

Ciao a tutti, premetto che sono nuovo nei GDR e tra qualche settimana inizierò a giocare la mia prima campagna come PG. Il mio personaggio è un ragazzo di 27 anni che per migliorare la situazione economica della famiglia lavora da anni come sicario, studiando ad una scuola di Illusione per avere la magia come sua arma. In breve questa è la storia del PG, come immaginerete il personaggio è un Mago (Umano) con il BG da Criminale. La mia domanda è se appunto ogni Classe può avere ogni Background oppure ci sono limitazioni e quindi se è possibile creare il mio PG 

Link to comment
Share on other sites

Yes, puoi tranquillamente fare il mago criminale in 5e.

In realtà lo avresti potuto tranquillamente fare pure nelle edizioni precedenti, non è mai stata una classe particolarmente soggetta a restrizioni di allineamento.

Poi dipende pure dal tipo di fuorilegge: Robin Hood rubava ai ricchi per dare ai poveri e sul web non è difficile imbattersi nell'ennesima tabella sui possibili allineamenti dei personaggi della serie Assassin Creed 

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

36 minuti fa, Nyxator ha scritto:

Yes, puoi tranquillamente fare il mago criminale in 5e.

In realtà lo avresti potuto tranquillamente fare pure nelle edizioni precedenti, non è mai stata una classe particolarmente soggetta a restrizioni di allineamento.

Il problema in edizioni precedenti più che l'allineamento (non ci avevo neanche pensato ad un problema di allineamento) è l'aspetto meccanico. In 5E sei competitivo anche meccanicamente con un piccolo sforzo. Con il background criminale prendi proficiency in stealth e thief's tools, e se hai alta destrezza al primo livello dal lato skill sei simile ad un ladro (che poi migliorerà al secondo con expertise). Se vuoi essere un esperto, alla pari di un ladro in stealth ad esempio, spendi un mezzo-talento e ci sei.

In 3E salire in una cross-class skill era limitato (e ti costringeva a spendere punti skills in quello tutta la carriera). In alcune edizioni precedenti, le skills erano proprio patrimonio esclusivo del ladro.

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

19 minuti fa, bobon123 ha scritto:

In 3E salire in una cross-class skill era limitato (e ti costringeva a spendere punti skills in quello tutta la carriera). In alcune edizioni precedenti, le skills erano proprio patrimonio esclusivo del ladro.

E vabbò...probabilmente si vede che pensi che in 5e abbiano inventato anche l'acqua calda, in 3x non abbia mai multiclassato nessuno e in 2e non esistano Invisibilità ecc o il ladro/mago.

Chissà come lo builderò uno Shadowdancer da oggi in poi... 😄

 

 

 

Edited by Nyxator
Link to comment
Share on other sites

17 minuti fa, Nyxator ha scritto:

E vabbò...probabilmente si vede che pensi che in 5e abbiano inventato anche l'acqua calda, in 3x non abbia mai multiclassato nessuno e in 2e non esistano Invisibilità ecc o il ladro/mago.

Abbiamo evidentemente definizioni diverse di "un piccolo sforzo". Avevo anche aggiunto una frase prima con la nota "o multiclassare", ma mi sembrava inutile e ovvia, evidentemente erravo. In 3E per avere le skill da ladro al pari di un ladro dovevi livellare da ladro o altra classe o classe di prestigio che avesse quelle skills non cross-class. Ogni livello da ladro ti toglie potenziale da mago, e anche molte classi di prestigio non ti offrono progressione di incantesimi piena. In 5E sono considerate ribbon features, e non ti limitano la progressione principale. Non sei un mezzo mago, o tre quarti di mago, perché puoi scassinare le serrature anche senza usare la magia.

Lanciare invisibilità non vuol dire essere abile a nascondersi, sono due concetti completamente diversi. Il mio mago in una campagna PbF qui su Dragonslair è un ex schiavo cresciuto con i ladri della città, che da bambino usava le sue abilità per rubare in appartamenti o seguire di nascosto le lezioni dell'accademia. Non è un ladro, non sa fare uno sneak attack, ma il fatto che meccanicamente da background sappia nascondersi e scassinare serrature mi è utile a caratterizzare il personaggio e a fare in modo che la mia idea in fiction e la realizzazione meccanica siano allineate. Se per nascondersi doveva lanciare invisibilità non sarebbe stata la stessa cosa.

Non sto dicendo che sia un bene eh, o che sia stata una grande invenzione di 5E. Dico che sia indubbiamente più facile in 5E fare una cosa del genere piuttosto che in edizioni precedenti: non devi fare un multiclasse o investire risorse meccaniche per essere un mago con un background da furfante che sia competitivo meccanicamente.

  • Like 3
Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, bobon123 ha scritto:

Lanciare invisibilità non vuol dire essere abile a nascondersi, sono due concetti completamente diversi.

Well, l'importante è che tu ne sia convinto.

 

Volendola semplificare: per esser un fuorilegge col mago basterebbe giocarselo come tale. 

Edited by Nyxator
Link to comment
Share on other sites

29 minuti fa, Nyxator ha scritto:

Well, l'importante è che tu ne sia convinto.

No, l'importante è che sia vero.

29 minuti fa, Nyxator ha scritto:

Volendola semplificare: per esser un fuorilegge col mago basterebbe giocarselo come tale. 

Concordo, ma giocarlo come tale non è possibile meccanicamente in modo facile (i.e. senza investire meccanicamente nella cosa) in precedenti edizioni, mentre è possibile nella 5E semplicemente scambiando ribbon features.

Se gioco un mago in 3E come un fuorilegge lanciando invisibilità e knock ma interpretandoli in fiction come se mi stessi nascondendo e scassinando, quando il gruppo viene catturato e messo in una cella in un campo antimagia bisogna spiegare perché il mio scassinatore non possa scassinare la serratura. Bisogna chiedersi perché una creatura che vede l'invisibilità magica mi veda, o perché non possa nascondermi senza avvertire le guardie - visto che devo dire a voce alta "Invisibilità!", avendo una componente vocale. Posso ovviare meccanicamente a questi aspetti? Certo, alcuni più semplicemente di altri, ma in generale investendo meccanicamente nella cosa.

E se fossi un guerriero con un background da criminale abile nello scassinare, come lo "gioco come tale"? Sfondo la porta a asciate e lo gioco che la sto scassinando?

La questione non è se sia fattibile una certa idea - lo è sempre in qualsiasi sistema - è se il sistema supporti meccanicamente questa tua iniziativa o meno. In 5E vi è un legame meno stretto tra classe e skills, perché c'è un sistema gratuito alla creazione per scegliere 2 skills e un tool e aggiungerle al personaggio a prescindere dalla classe. Non mi sembra di star dicendo niente di particolarmente controverso né capisco il tuo fastidio per questa ovvietà.

  • Like 7
Link to comment
Share on other sites

5 minuti fa, bobon123 ha scritto:

Non mi sembra di star dicendo niente di particolarmente controverso né capisco il tuo fastidio per questa ovvietà.

Io ho solo risposto alla questione del si può non si può/si poteva non si poteva...anche perché si parlava di un mago sicario. 

 

Sul fatto che non bisogni nemmeno chiedersi come mai un campo antimagia ripulisca pure la fedina penale del pg comunque qualche dubbio ce l'avrei...

Link to comment
Share on other sites

3 minuti fa, Nyxator ha scritto:

Che devo dirti...si vede che tu e @Minsc non avete seguito bene il giochino delle tre carte che c'era nei suoi esempi. 

Ti assicuro che non sono prevenuto nei tuoi confronti e che ho seguito il dibattito con imparzialità. Vorrei sinceramente capire a cosa stai facendo riferimento.

Edited by Le Fantome
Link to comment
Share on other sites

15 minuti fa, Le Fantome ha scritto:

Ti assicuro che non sono prevenuto nei tuoi confronti e che ho seguito il dibattito con imparzialità. Vorrei sinceramente capire a cosa stai facendo riferimento.

L'autore del topic poneva la domanda: posso giocare questa classe così.

Io ho risposto sì e aggiunto che il mago non ha mai avuto restrizioni neanche nelle edizioni precedenti. Era un "yes, you can" tout court. 

Cosa voglia dimostrarmi @bobon123 francamente neanche l'ho capito visto che il discorso verteva sul si può o il non si può.

Certi esempi imho son al limite della supercazzola e non fanno venir meno il fatto che se un mago usa invisibilità (a proposito, in 2e dura fino a 24ore e in 3x esiste la metamagia) per saccheggiare le botteghe dei png o shotta abitualmente popolani su commissione è e resta di fatto un fuorilegge indipendentemente dalle situazioni in cui si ritrova dopo, inclusa la cella con l'antimagia.


 

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites

7 minuti fa, Nyxator ha scritto:

L'autore del topic poneva la domanda: posso giocare questa classe così.

Io ho risposto sì e aggiunto che il mago non ha mai avuto restrizioni neanche nelle edizioni precedenti. Era un "yes, you can" tout court. 

Cosa voglia dimostrarmi @bobon123 francamente neanche l'ho capito visto che il discorso verteva sul si può o il non si può.

Certi esempi imho son al limite della supercazzola e non fanno venir meno il fatto che se un mago usa invisibilità (a proposito, in 2e dura fino a 24ore e in 3x esiste la metamagia) per saccheggiare le botteghe dei png o shotta abitualmente popolani su commissione è e resta di fatto un fuorilegge indipendentemente dalle situazioni in cui si ritrova dopo, inclusa la cella con l'antimagia.

Ora ho capito cosa intendevi quando parlavi della questione della "fedina penale".

Credo che vi siate fraintesi: tu, giustamente, hai dimostrato come un mago puro abbia, da sempre, tutti gli strumenti che gli servono per poter essere un genio del crimine o un sicario efferato e virtualmente imprendibile.

Bobon123 credo volesse sottolineare che però, un mago di questo tipo, sarebbe tematicamente molto diverso da un ladro "classico" (il "ladro" propriamente detto) che non ricorre normalmente alla magia per compiere le sue ruberei e i suoi omicidi.

La quinta edizione permette, da questo punto di vista, di avere un mago-ladro (sempre in senso "classico") senza che la parte "mago" perda in termini di capacità magica.

Come sottolinei tu però, un mago-ladro (in senso "ampio", generico criminale e/o assassino) è sempre stato possibile e, anzi, nelle scorse edizioni un mago era capace di fare qualsiasi cosa più e meglio rispetto al ladro dai medi livelli in su.

Credo che lì però si entri nell'annosa questione del divario abnorme che vi era in passato fra le classi mundane e incantatrici.

 

  • Like 4
Link to comment
Share on other sites

15 minuti fa, Nyxator ha scritto:

L'autore del topic poneva la domanda: posso giocare questa classe così.

L'autore del post chiedeva se si possa giocare un mago abbinato a BG Criminale.

Tu lo hai inteso non meccanicamente, ma che fosse una domanda in fiction, cioé "Può il mio mago infrangere la legge, o aver infranto la legge in passato?" Questa è una domanda che proprio non avevo pensato che qualcuno potesse porsi, ma magari effettivamente il giocatore principiante chiedeva quello. Ti posso assicurare che solo in questo ultimo post ho capito a quale domanda tu stessi rispondendo, proprio perché non mi veniva proprio in mente che qualcuno potesse porsi quella domanda. Sono abbastanza convinto che @Minsc non intedesse questo quando ha menzionato la libertà aggiuntiva della quinta edizione.

Ma sì, hai pienamente ragione: se la domanda era se un Mago possa essere un criminale nel senso di persona con la fedina penale sporca, quello non dipende dall'edizione. E neanche dal sistema: non credo vi siano sistemi in cui un mago non possa evadere le tasse e/o sia particolarmente tenuto a rispettare le leggi degli uomini per mantenere i suoi poteri. Direi anzi che, vista l'abbondanza di murderhobo nelle prime edizioni, era davvero raro che un mago in BECMI (almeno sulla scena di gioco italiana anni '90) non fosse un criminale, per un motivo o per un altro.

Io (e credo molti altri) hanno inteso la domanda come "Può il mio mago avere determinate competenze alla creazione che permettano di rendere meccanicamente un passato da ladro?", che è quello che il BG Criminale offre. Per questa domanda invece la risposta dipende dal sistema e dall'edizione. In 5E effettivamente si può creare un mago con le abilità tipiche di un ladro perché ha avuto un background criminale, mentre nelle precedenti edizioni avrebbe avuto un costo meccanico molto ingente.

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...