Jump to content

Benvenuto in Dragons´ Lair

La più grande e attiva community italiana sui Giochi di Ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Sondaggio sul futuro di D&D 5e di Luglio 2020

La Wizards of the Coast ha finalmente rilasciato il consueto sondaggio annuale dedicato al conoscere gli interessi dei giocatori, in modo da decidere le mosse da compiere nel prossimo futuro editoriale di D&D 5e. In questo nuovo Sondaggio, infatti, ci verranno fatte domande riguardanti i nostri gusti, le nostre abitudini di gioco e il materiale che vorremmo veder pubblicato o maggiormente supportato in futuro.
In particolar modo, nel Sondaggio del 2020 la WotC vuole sapere quali sono le nostre ambientazioni preferite, quanto tempo vorremmo poter dedicare al gioco se non avessimo limiti di sorta, quali sono per noi le caratteristiche che identificato un buon Dungeon Master, quali sono le risorse e i supporti di gioco da noi usati tradizionalmente e quali abbiamo utilizzato durante il Lockdown causato dal COVID-19, quali sono i game designer di D&D che conosciamo e quanto ci farebbe piacere leggere i loro nomi sui manuali, e così via.
Rispondendo al sondaggio, quindi, potrete contribuire a decidere il contenuto e la forma dei prossimi manuali di D&D. Se volete dire la vostra, rispondete al seguente sondaggio:
sondaggio sul futuro di d&d di luglio 2020
 

Fonte: https://dnd.wizards.com/articles/news/dd-survey-2020
Read more...

Manticore Games offre 20.000 $ per un'Avventura di D&D creata con la piattaforma Core

La software house Manticore Games ha di recente ricevuto dalla WotC l'autorizzazione per l'organizzazione di un concorso intitolato D&D Design-a-Dungeon contest e dedicato alla creazione dell'avventura videoludica definitiva in stile D&D. Manticore Games, infatti, è proprietaria di una piattaforma per la creazione di videogiochi online per PC, il Core, progettata appositamente per consentire a chiunque di creare un proprio videogioco online senza essere per forza un programmatore esperto, e ha deciso di mettere alla prova i giocatori di tutto il mondo per vedere cosa questi ultimi sono in grado di creare con il suo software. I creatori delle avventure migliori potranno vincere premi per un ammontare totale di 20.000 dollari.

Il concorso D&D Design-a-Dungeon, che durerà fino al 6 Settembre, richiede che i partecipanti realizzino con il software Core un'Avventura appartenente a una delle seguenti 4 Categorie:
Dungeon, Caverne e Catacombe Le Terre Selvagge Fortezze e Torri Piani Elementali Per partecipare al concorso basterà creare un gioco in Core e incluedere '[DnD]' nel titolo o nella descrizione di quest'ultimo.
Il materiale inserito per il concorso dovrà assumere la forma di una vera e propria avventura di D&D e sarà giudicato non solo per l'estetica del mondo digitale creato dagli autori, ma anche in base al livello narrativo e d'interazione dell'avventura. Il materiale inviato, dunque, dovrà avere la forma di un vero e proprio videogioco, e non essere semplicemente una serie di scenari da esplorare con il proprio avatar virtuale. All'interno del software Core i partecipanti troveranno tutto ciò che gli servirà per creare l'avventura. Per aiutare i meno esperti nell'uso di Core, tuttavia, Manticore Games ha creato un framework scaricabile qui e pensato per fornire agli utenti un tutorial edelle linee guida su come usare il programma per creare i propri giochi. Non è obbligatorio scaricare e usare il framework per partecipare al concorso.

I 20.000 dollari messi in palio saranno utilizzati per premiare i lavori migliori. 5000 dollari in gift card di Amazon saranno assegnati al lavoro migliore di tutti, a prescindere dalla categoria. Il denaro restante, invece, sarà assegnato ai migliori 2 lavori per ognuna delle categorie: 2500 dollari in gift card di Amazon per il 1° posto e 1250 dollari per il 2° posto. Oltre ai premi in denaro i vincitori riceveranno altri premi in base alla qualità del loro lavoro, come spiegato sul sito ufficiale del concorso.
Per ogni nuovo candidato iscritto al concorso, inoltre, Manticore Games donerà alla raccolta fondi Extra Life 100 dollari, fino a un massimo di 10.000 dollari.
Tutti i giochi creati durante il concorso saranno svelati e resi disponibili in occasione di un evento speciale organizzato durante il PAX Online, la fiera dedicata al gioco che si terrà a settembre e che quest'anno sarà online a causa del COVID-19. Durante questo evento speciale, alcuni degli avventurieri e dei Dungeon Master più celebri - come Jerry Holkins (Acquisition Incorporated) e Deborah Ann Woll (Deredevil, Relics & Rarities) - saranno presenti per annunciare i vincitori del concorso e per giocare alle avventure da loro realizzate.
Per maggiori informazioni sul Core e sul Concorso D&D Design-a-Dungeon potete visitare la pagina ufficiale del concorso e seguire l'account twitter ufficiale di Manticore Games @CoreGames.
Grazie a @Muso per la segnalazione.
Fonte: https://dndcontest.coregames.com/
Read more...

Sottoclassi, Parte 4

Articolo di Ben Petrisor, con Jeremy Crawford, Dan Dillon e Taymoor Rehman - 5 Agosto 2020
Due spettrali Sottoclassi si manifestano negli Arcani Rivelati di oggi: il College degli Spiriti (College of Spirits) per il Bardo e il Patrono Non Morto (Undead Patron) per il Warlock. Potete trovare questi talenti nel PDF disponibile più in basso, mentre rilasceremo presto un sondaggio per sapere cosa ne pensate di loro.
Questo è Materiale da Playtest
Il materiale degli Arcani Rivelati è presentato allo scopo di effettuarne il playtesting e di stimolare la vostra immaginazione. Queste meccaniche di gioco sono ancora delle bozze, usabili nelle vostre campagne ma non ancora forgiate tramite playtest e iterazioni ripetute. Non sono ufficialmente parte del gioco. Per queste ragioni, il materiale presentato in questa rubrica non è legale per gli eventi del D&D Adventurers League.
arcani rivelati: sottoclassi, parte 4
Link all'articolo originale: https://dnd.wizards.com/articles/unearthed-arcana/subclasses-part-4
Read more...

Curse of Strahd: la Beadle & Grimm pubblicherà la Legendary Edition

Se la Revamped Edition recentemente annunciata dalla WotC non dovesse bastarvi, potrebbe essere vostro interesse sapere che la Beadle & Grimms ha deciso di pubblicare la Legendary Edition di Curse of Strahd, l'Avventura dark fantasy per D&D 5e ambientata a Ravenloft (qui potete trovare la recensione pubblicata su DL'). Per chi tra voi non lo sapesse, le Legendary Edition della Beadle & Grimm sono versioni extra-lusso delle avventure pubblicate dalla WotC per D&D, contenenti oltre all'avventura tutta una serie di accessori pensati per rendere l'esperienza dei giocatori più immersiva e divertente.
Al costo di 359 dollari, dunque, all'interno della Legendary Edition di Curse of Strahd potrete trovare:
l'Avventura per D&D 5e Curse of Strahd suddivisa in libri più piccoli, in modo da aiutare DM e giocatori a orientarsi più facilmente nel suo ampio contenuto. Come aggiunta, sono stati inseriti alcuni PG pre-generati per i giocatori e una serie di incontri di combattimento bonus. 17 mappe per il combattimento che coprono ogni angolo di Castle Ravenloft, la dimora di Strahd. Una mappa dell'intera Barovia disegnata su tela. 60 Carte di Scontro, che permetteranno ai giocatori di farsi un'idea dei PNG e dei mostri che si troveranno di fronte grazie alle loro illustrazioni. Una serie di supporti di gioco per i giocatori, quali lettere, atti relativi a misteriose proprietà, note scritte dal proprio "gentile" ospite, monete del Regno di Barovia, ecc., utili per dare ai vostri giocatori elementi concreti con cui sentirsi più immersi nella campagna. Uno Schermo del DM con illustrazioni originali sul fronte e le informazioni utili a gestire la campagna sul retro. Una serie di pupazzi per le dita, con cui divertirsi a interpretare i mostri e i PNG dell'Avventura. La Legendary Edition di Curse of Strahd uscirà a Novembre 2020.
Grazie a @Muso per la segnalazione.


Fonte: https://www.enworld.org/threads/beadle-grimms-legendary-edition-curse-of-strahd.673629/
Link alla pagina ufficiale di Beadle & Grimm: https://beadleandgrimms.com/legendary/curse-of-strahd
Read more...
By aza

D&D 3a Edizione compie 20 anni!

Nel mese di Agosto, di 20 anni fa, veniva rilasciato il Manuale del Giocatore di Dungeons & Dragons 3a edizione.
Sicuramente la 3a edizione rappresenta uno spartiacque per quel che riguarda D&D e segna l’inizio dell’epoca moderna del gioco per diversi motivi:
Innanzitutto, per la prima volta D&D aveva un sistema coerente di regole. Precedentemente erano presenti svariati sottosistemi che non si integravano tra di loro. C’era ben poca coerenza. Ci ha donato l’OGL, che ha rappresentato una svolta enorme nel mondo dei giochi di ruolo. L'OGL infatti ha permesso a chiunque di poter produrre materiale compatibile o derivato dal regolamento di D&D. La quantità di materiale pubblicata per d20 negli anni 2000 è, e probabilmente lo sarà per sempre, ineguagliabile. Ha revitalizzato D&D in un modo che non si vedeva da moltissimo tempo. Negli anni ’90 con il boom dei videogiochi, la nascita dei giochi di carte collezionabili e regolamenti ben più evoluti di AD&D (si può pensare alla White Wolf che all’epoca era il nome più importante) D&D soffriva e non poco. Ha visto il ritorno di Diavoli, Demoni, Assassini, Barbari, Mezzorchi e Monaci. La seconda edizione nacque con ancora fresco il ricordo delle polemiche riguardanti il “satanic panic” degli anni ’80. Quindi tutto ciò che poteva essere considerato “moralmente offensivo” come diavoli/demoni, assassini o mezzorchi venne rimosso. I barbari vennero ritenuti ridondanti rispetto ai guerrieri e i monaci  poco adatti ad ambientazioni basate sull’Europa occidentale medievale. Queste le prime cose che mi vengono in mente, ma vi invito a condividere con noi i vostri ricordi, le esperienze e i pensieri per questo 20° anniversario di D&D 3E.
Read more...

Recommended Posts

Ciao a tutti, domanda creativa.

Sto costruendo un'ambientazione post-apocalittica desertica, e come elemento di colore volevo inserire tre "comandamenti" che tutti, anche i peggiori predoni sanguinari, rispettano scrupolosamente.

Devono essere cose molto semplici e "moralmente neutrali", cioè che non tendano a prevenire guerre, saccheggi e carneficine varie (che saranno alla base dello scenario).

La prima che ho pensato è "guai a chi sporca l'acqua".
Intendendo che la "maledizione" colpisce chi la rovescia per terra ma anche chi la contamina in qualche modo, anche con il sangue dei nemici (per cui se vuoi uccidere uno in una delle rare oasi devi stare attento a non farlo finire in acqua).

Idee per le altre due?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bella idea. Ambientazione fantasy o altro? Ne butto qualcuna:

 

Taci mentre il sole muore. 

 

Durante il tramonto è bene fare silenzio, o i demoni della notte verranno a prenderti.

 

Non sostare mai in due specchi

 

Oltre a raccomandare di non sfoggiare troppa ricchezza (due specchi sarebbero rari) potrebbe esserci qualcosa di funesto capitato a persone che si guardavano su due specchi diversi. 

 

Ricorda il tuo nome prima di cedere al sonno

 

È capitato che chi non lo fa, si risveglia piuttosto differente. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Interessante! Questi comandamenti sarebbero degli ideali che tutti seguono o delle vere e proprie leggi soprannaturali/divine che comportano dei malus o delle maledizioni nel caso in cui vengano infranti?

In generale mi vengono in mente comandamenti relativi allo spreco di risorse di cui c'è scarsità, quindi l'acqua come hai detto tu, o anche i combustibili (che possono essere gasolio/benzina in stile Mad Max o anche il legno). Oppure un comandamento relativo alla protezione di alcuni animali in via d'estinzione e fondamentali per l'ecosistema e il ripopolamento della terra.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sarebbero dei "tabù" che sì, se vengono infranti possono avere conseguenze soprannaturali.

L'ideale è che comportino, potenzialmente, qualche scelta o limitazione interessante (ma leggera) per i personaggi giocanti, come nel caso di un combattimento vicino all'acqua.

@Kuroki, quella sugli animali mi piace... che animale essenziale potrebbe esserci in un deserto, che sia "tabù" danneggiare?

Edited by Bille Boo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Guai a chi distrugge la natura, proprio perchè le piante sono rare, distruggerle inutilmente è un peccato capitale, se la tua campagna ha dei druidi potresti farli diventare delle figure molto rispettate nel setting.

2 ore fa, Bille Boo ha scritto:

Sarebbero dei "tabù" che sì, se vengono infranti possono avere conseguenze soprannaturali.

L'ideale è che comportino, potenzialmente, qualche scelta o limitazione interessante (ma leggera) per i personaggi giocanti, come nel caso di un combattimento vicino all'acqua.

@Kuroki, quella sugli animali mi piace... che animale essenziale potrebbe esserci in un deserto, che sia "tabù" danneggiare?

Il tabù potrebbe essere danneggiarli inutilmente: uccidere per mangiare o per difendersi va bene, uccidere per sport o altre motivazioni no.

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, Bille Boo ha scritto:

animali mi piace... che animale essenziale potrebbe esserci in un deserto, che sia "tabù" danneggiare

più che animali, metterei le piante come detto da grimorio, ha più senso. Per gli animali (a parte che dipende dal tuo setting) metterei quelli da trasporto tipo cammelli

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 ore fa, Bille Boo ha scritto:

che animale essenziale potrebbe esserci in un deserto, che sia "tabù" danneggiare?

Le api nelle oasi, fondamentali per fermare l'avanzata del deserto. 

Oppure animali d'allevamento, che possono essere macellati solo dopo averli fatti riprodurre, in modo da garantire la continuità della specie.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sono tutte buone idee, vi ringrazio.

Mi piacciono le proposte di @Kuroki, @Grimorio e @Albedo perché hanno perfettamente senso e sono facili da capire, però un po' mi dispiacerebbe focalizzare tutti i "tabù" attorno al problema della scarsità di risorse. Sarebbe una cosa molto logica per un mondo desertico, non lo metto in dubbio, però per i giocatori rischiano di suonare un po' come ripetizioni dello stesso concetto.

D'altra parte mi hanno colpito le proposte di @Zaidar appunto perché sono sorprendenti, vanno (almeno di primo acchito) in un'altra direzione rispetto alla scarsità di risorse. Questo mi piace! Però, anche se fanno atmosfera, non finirebbero mai per mettere i PG di fronte a scelte interessanti, come nell'esempio di combattere vicino all'acqua. Fare silenzio al tramonto, al limite, potrebbe funzionare da questo punto di vista, ma solo in circostanze molto particolari...

Non so, voi che ne dite?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Scusa per il parziale necropost, leggo solo ora. Aggiungo due possibilità a cui stavo pensando qualche giorno fa.

La prima, legata alla conoscenza. Nel mondo pre-apocalisse c'erano delle conoscenze magiche, scritte su della pergamena bianchissima chiamata carta in caratteri tutti uguali, come scritti da una magia. Si è perso il senso di questi caratteri, ma è conoscenza diffusa che quando ne capiremo il senso riusciremo a riparare il mondo. Per questo, tutti i pezzi di carta stampata che vengono trovati vengono custoditi dall'ordine del passato, avventurieri girovaghi che raccolgono carta e la portano al grande tempio del futuro, dove si cerca di decifrarne il senso. Distruggere carta stampata, o accumularla per sé, è un abominio.

La seconda, legata alla genetica. Quando pochi umani sopravvivono, il problema principale sarà legato alla riduzione della variabilità genetica. Come gestirla, dipende da come si vuole caratterizzare il mondo e dal discorso da fare con i giocatori, quali temi affrontare. Esempi di come declinarla, con vari livelli di maturità (alcuni di questi esempi possono essere fastidiosi per qualcuno da leggere, maturità richiesta):

  • un approccio sessista: non si uccidono le donne giovani abbastanza da avere figli. Questo può avere anche risvolti interessanti: ad esempio l'aspettativa di vita degli uomini e delle donne può essere molto diversa. Essendoci una carenza di uomini anziani, potrebbe svilupparsi una società matriarcale, con concili di anziane donne che controllano la società. La menopausa può essere una tragedia, con tentativi di assassinaggio che iniziano appena il ciclo diventa irregolare.
  • non si toccano i bambini! Non si possono uccidere bambini prepubscenti.
  • ogni vita umana è sacra. Questa visione sembra in contrasto con l'idea classica di mondo post apocalittico, ma non necessariamente lo rende meno brutale. Stupri e schiavitù possono essere parti integranti della società.
  • amore libero. Quando viaggiatori girando per il deserto si imbattono in un altro villaggio, è consuetudine avere feste di vario tipo per incrementare la variabilità genetica dei villaggi. Non concedersi può essere tabù.

Share this post


Link to post
Share on other sites

@bobon123 sì, in effetti ho già dovuto chiudere la descrizione dell'ambientazione da un bel po'... però ti ringrazio per il tuo lungo e interessante commento.

Alla fine sono andato con questi tre comandamenti:

  • Guai a chi sporca l'acqua.
  • Guai a chi elimina l'ombra.
  • Guai a chi muore e resta insepolto.

Non sono perfetti ma dovevo tirare a concludere 😉

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Similar Content

    • By vorongren
      Ciao ragazzi, sto cercando un sistema di regole indicato per gestire un'avventura con le seguenti caratteristiche:
      ambientazione sistema solare (anche home made) tecnologia realistica (no misteriosa tecnologia aliena, no magia, no strani poteri divini, no teletrasporto, no macchina del tempo, ecc) parte manageriale per astronave ma anche magari per base sia planetaria che non gestione decente delle armi da fuoco (anche instant kill va bene, ma no armi inverosimili alla quake, per dire) e dei combat anche tra astronavi classi realistiche (ad es marine, ingegnere, pilota, mercante, poliziotto, ecc, NO psion o altre cose simili) piuttosto che razze, caratteristiche dipendenti dal pianeta di origine focalizzazione gdr o comunque non solo sul combat e non solo manageriale. avete idee o suggerimenti? 
       
      grazie
    • By AugustoV
      Ciao a tutti, stavo cercando un'ambientazione per poter creare una campagna ambientata nel mondo di avatar senza dover creare e bilanciare io tutte le classi. Sostanzialmente qualcosa di simile al manuale homebrew di StarWars, ma per Avatar. Sapete indirizzarmi da qualche parte?
       
      P.S. Moderatori spero di non aver fatto casini con questa discussione 
    • By ZerryBlack95
      Buongiorno a tutti!
      Ho scaricato il pdf in inglese di "Arkadia", manuale di ambientazione "greca" di d&d 5e. Volevo chiedere se qualcuno sa SE e QUANDO questo manuale verrà mai tradotto in italiano!
    • By senhull
      FINALMENTE CI SIAMO!!!!!!
      Affilate le vostre carte di credito e potete procedere con l'acquisto qui.
      Buon divertimento e ci vediamo tra qualche giorno, quando me lo sarò bevuto!
       
    • By senhull
      Ciao a tutti,
      in questo tweet, sembra che domani ci sarà un'interessante intervista live streaming (diretta TWITCH) su Exploring Eberron sul canale di D&D Beyond.
      Alcuni ovviamente hanno intenso (sbagliando) che sarà disponibile anche per quella piattaforma, ma KB ha confermato che sarà solo su DM Guild, come previsto dal contratto.
      Anche se posso considerarmi tra i fortunati che hanno ricevuto alcuni spoiler inediti di questo libro, non mi resta che attendere l'uscita con il cuore in gola...
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.