Jump to content

[TdG]-Per un pugno d'ossa


Mezzanotte
 Share

Recommended Posts

Siete al tavolo dell'unica taberna di Castel Franco, un fetente forte sepolto nella foresta di Selva Grande.
Oggi è affollata, perché i gregari del Barone Primogene stanno distribuendo preziose razioni ai gruppi in partenza per la caccia ai ladri.

Su una bassa pedana di legno una tartaruga contabile sta segnando su una lavagna i vari pretendenti alla taglia per la cattura dei furfanti.

Accanto ai nomi dei gruppi annota un numero: la quota che l'astuto allibratore affibbia ad ogni concorrente alla caccia.

Siete come levrieri ai blocchi di partenza a quanto pare. I sodali di Primogene presenti non si lasciano perdere l'occasione e avanzano puntate. Nessuno mette in dubbio che i ladri verranno presi, bisogna solo scommettere da chi.
Se aguzzate la vista, notate che il vostro gruppo sta sotto il nome del Tenente Jhon Pooh, a circa metà classifica.  

"Noi, Fumur, Custodi delle Ossa e della Cattedra del Gran Tempio della Cittadella Sacra di Nochemburgo, terzi del Nostro Nome, indiciamo immane Crociata contro gli esecrabili briganti che, introducendosi con l'inganno nelle Sacre Cripte, han trafugato le venerabili e sante spoglie di San Primo. Ai fedeli che recupereranno li benedetti resti dell'a Noi carissimo patrono, e consegneranno gli abietti rei vivi o morti alla Nostra stimata Inquisizione, promettiamo l'estinzione d'ogni debito e l'assoluzione da qualsiasi crimine e peccato commesso, nonché il titolo di Barone e un feudo nelle Marche di Frontiera comprendente munitissimo castello, armenti e servi della gleba in gran copia.

Così sia disposto e fatto, per la Croce d'Ossa e le ceneri dei Martiri"

Il papiro porta il sigillo ufficiale del Custode della Gran Cattedra di Nochemburgo, il sommo capo della Chiesa delle Ossa, con una zampa di cane impressa nella ceralacca. L'impronta appartiene probabilmente ad uno dei Protocollari della Chiesa più che a Fumur III, dato che l'avviso deve essere stato riprodotto in numerose copie per essere distribuito in tutta la regione.

Il Tenente Jhon Pooh, che è un urcionide enorme e Orso di fiducia del Barone, schiaffa l'avviso sul vostro tavolaccio mentre la Faina furiere di Castel Franco vi porta i viveri che vi sono stati assegnati per la missione: cibo e acqua per due giorni. Per quattro persone. E voi siete cinque.

"Il Porco può manducar corteccia e radici" dice la Faina con un ghigno sbilenco. "Con la Carestia in corso il Barone non ha risorse da sprecare. E poi voi Venturieri potete procacciar cibo nella selva. Vedrete, mastro Pooh, che i vostri segugi non vi faranno morir di fame"

La Faina arriccia il muso con una certa supponenza. Il furiere ha il pelo folto ed è ben pasciuto. Tutti, al forte, sanno che gestisce un fiorente smercio di derrate alimentari per il mercato nero. Ma la perfida martora si sente sicura, persino smargiassa: ha protettori importanti e nessuno farà pennelli con la sua pellaccia.

Il furiere guarda Bormir e Briotto, a cui sono appena stati tolti i ceppi della galera, e non riesce a trattenersi.

"Voialtri pendagli da forca" li dileggia, "siete fortunati a goder la protezione di mastro Pooh, o non vi sarebbe toccata neanche una crosta di pane ammuffito. Che sappiamo tutti a chi andrà il premio promesso dalla Gran Cattedra: al Divo Gattaco e le sue ardite martore"

123398280_gattacorossarenadibuchebuie.jpg.6539ae37300c4e09969e5141880c1458.jpgLa faina sposta il muso puntuto verso un'altro dei tavoli, dove un gatto dall'aspetto selvaggio e una banda di martore sue pari stanno seviziando un povero coniglio a cui hanno sottratto la razione riservata agli aspiranti cacciatori. Tutto sotto lo sguardo diabolicamente divertito degli scherani del forte.

Le martore non vi dicono nulla, ma il felide lo conoscete tutti per gli incredibili racconti che girano sul suo conto. Gattaco Rossarena di Buchebuie è gladiatore di enorme prestigio. Con la sua sanguinaria arte ha riempito stadi di pubblico pagante e cimiteri di poveri disgraziati. Ora, a quanto pare, è in lizza pure lui per il posto di barone.

"Vedete le pellicce che indossa?" fa la Faina rigirando il coltello nella piaga, "Si dice che si vesta di chi sconfigge. Non a caso lo chiamano il dio della morte e lo scuoiatore folle. Tanto vale che voi, poveri galeotti, vi giustiziate da soli"

Il furiere scoppia a ridere sguaiatamente, piegandosi in due e menandosi gran pacche sulla coscia.
Lo schiamazzo sembra irritare il Divo, fino ad un attimo prima intento a far lentamente penetrare gli artigli nel cranio del povero coniglio.

Gattaco ritira la zampa dalla vittima, ma solo per fissarvi truce e passarsi l'unghia affilata sul collo nel caratteristico gesto del tagliagole, il suo celeberrimo colpo di grazia.

A quella scena la taverna esplode in un tifo da stadio.

"Gattaco! Gattaco!" miagolano, ululano, latrano, guaiscono.

Un paio di Volpi popolane che servono ai tavoli come cameriere -e probabili prostitute- svengono per l'emozione. Una distinta dama gatta, moglie del castellano, incurante del marito che pur gli siede al fianco, si strappa le vesti e implora il Divo di metterla incinta.

La tartaruga allibratrice sospira. Cancella il nome del vostro gruppo con un colpo di spazzola e lo ricopia sul fondo della lavagna, quasi fuori dalla cornice.

Ora siete ultimi.

Due palmi sotto a quelli che vi precedono.

Edited by Mezzanotte
Link to comment
Share on other sites


Gustav

Guardo schifato la scena, che bisogno c'è di torturare un coniglio in quel modo? Guardo Jhon Pooh, lo osservo attentamente, dopodiché torno a pensare ai fatti miei.

All'improvviso sento dei cori, mi tappo le orecchie, noto che incitano Gattaco...che schifo.

La scena mi fa pensare alla stupidità presente in questa taverna Perché lo sto facendo?

Link to comment
Share on other sites

Lt. Jhon Pooh

ascolto con sufficienza il discorso imbastito dal furiere, con mento richiamato verso il collo lo guardando attraverso lo spazio vuoto che intercorre tra la lente dei miei occhiali da lettura e la fronte con aria annoiata. sospiro

si si ,ok, grazie, ora levati di grazia, che ho da discutere con i miei colleghi

dico agitando la pipa con la mano , dopo di che con fare delicato , lo allontano con la mano libera dal tavolo per darci spazio.

Voi altri, non badate a quelle speculazioni che stanno imbastendo quegli avvoltoi affamati di soldi. Pensiamo ad organizzare il viaggio, tutto deve filare liscio, intesi?

dico guardando tutti per qualche secondo , ma soffermandomi qualche istante in più sugli ex-galeotti.

per quanto riguarda il cibo, lungo la via provvederemo a qualcosa , ma sicuramente ci toccherà razionare quello a disposizione, chi si offre volontario per trasportarlo e assicurarsi che non venga smangiucchiato prima del tempo?

dopo di che,mentre continuo a guardare il gruppo , riporto lentamente la pipa verso la bocca, cercando di afferrarla con le labbra qualche volta prima di riuscirci (non guardando il bocchino della pipa, non mi coordino bene), e riprendo a fumicchiare.

Link to comment
Share on other sites

Gustav

Ascolto il tenente Pooh ed appena cerca un volontario per il cibo mi offro senza pensarci

Posso portarlo io il cibo. 

Lo dico lentamente, scandendo bene le parole in modo che in mezzo a questo frastuono tutti potessero sentirmi.

Edited by Mezzanotte
Tenente, non sergente. Il tenente Pooh
Link to comment
Share on other sites

Bormir

Scruto gli elementi seduti con me al tavolo, cercando di farmi un’idea delle bestie con cui a quanto pare dovrò convivere per un po' di tempo.  Dopo una prima occhiata e dopo essermi soffermato sul muso dell’urcionide mi alzo in piedi emettendo un grugnito per attirare l’attenzione dei presenti

“Grunf! Date le circostanze non mentirò dicendo che è un piacere fare la vostra conoscenza, comunque, io sono Bormir.” Poi mi giro verso il tenente, ignorando la Faina “Ho il massimo interesse nel portare a termine questa faccenda per cui conti pure sulla mia piena collaborazione"

Dopo aver sentito Pooh e Gustav parlare di cibo, mi giro verso quest'ultimo, e mentre mi passo una zampa sulla pancia "Posso portarlo io il cibo se volete, non vorrei fosse troppo di peso alla schiena del procione" mentre fatico a trattenere un sorriso e la saliva che inizia a colarmi sul mento.

Link to comment
Share on other sites

Briotto 'Manolunga'

Mi massaggio i polsi quando mi vengon tolti i ceppi e osservo la situazione nella quale sono capitato
Grazie, gentilissimo faccio al carceriere che me li leva, accennando un sorriso di circostanza, molto poco aggraziato ad uno sguardo attento.

Ottima pantomima.. commento divertito al gesto di Gattaco applaudendo e alzandomi sulla sedia ..davvero ottima! Il mio applauso si protrae fino a quando una gatta si strappa le vesti. Io a quel punto inizio a fischiare di rimando al gesto, il tipico fischio di apprezzamento che ho imparato da alcuni amici al Nord.
Poi mi risiedo, non voglio attrarre troppo l'attenzione, inoltre la chiosa della faina mi sta dando alcuni pensieri: ..si veste di chi sconfigge? Rifletto dando fiato ai miei pensieri Forse volevi dire che si veste DA chi sconfigge, e di certo non ha gusto nel vestire. Guarda con che sciattonerìa tiene il pelo, e quell'orrendo cappuccio? Zero stile. Concludo il mio commento abbassando lievemente gli occhi sui miei compagni mentre mi risiedo.

Ben fatto, cugino apostrofo così il grosso orso che ho capito chiamarsi Pooh. 
Andiamo già d'accordo, dopotutto tra orsi e orsetti lavatori ci si intende da sempre, e quella faina non è nulla più che un contrabbandiere di poco conto col cùlo parato. Tsk, principiante.

Bene, avete risolto già chi porterà il cibo. E nel dirlo dò una pacca a quella che pare essere una flaccida pelle rosa
Ti ho già visto nelle galere, devi essere uno tosto, sicuramente andremo d'accordo, Bormir.

Quanto a te, cugino, sicuro di vederci bene? Forse staresti meglio senza quegli occhiali che paiono più fondi di bottiglia che altro. Da chi sei andato a farti vedere, sicuro non da Tommy il falco. 
Ti farò un favore: una volta che finirà questa cosa ti ci porto io da lui. Ti costerà, certo. Piangerai per il costo, ma sai come si dice no?
Compra il meglio, e piangi una volta sola 
termino dunque la mia precisissima spiegazione con un.. e poi ci sarà la mia percentuale, ovviamente, per avertelo presentato. Ovviamente. Ma ne discuteremo più avanti, durante il viaggio magari.

Link to comment
Share on other sites

Il furiere si dilegua. Il suo lavoro lo ha fatto, ed è meglio tenersi a distanza da un Orso, anche se porta gli occhiali e sembra un po' tonto.

Gattaco squadra per un po' Briotto, forse sta pensando se ha bisogno di un nuovo scendiletto, ma poi una delle cameriere gli piomba addosso e lui inizia a darsi da fare sotto la sua gonna. Un gemito addolorato si alza dalla dama gatta, che il marito cerca di trascinare via prima che segua l'esempio delle lussuriose volpi.

Bormir sbava vistosamente. Non che sia cosa strana per un suino. I porci sono sempre affamati, anche se paradossalmente sono quelli che hanno meno problemi a procurarsi il cibo visto che possono mangiar di tutto. Se date le chiavi della dispensa a Bormir tanto vale dire addio alle provviste, perciò Gustav vede bene di stringere a sé i preziosi involti.

Edited by Mezzanotte
Link to comment
Share on other sites

Damarus (in spoiler descrizione)

@tutti

Spoiler

Lince con pelliccia lunga e folta, bruno-grigiastra, con occhi color nocciola ed un volto molto comune fra le linci, tiene una spada corta al fianco sinistro, un arco lungo in spalla, una faretra da coscia sulla gamba destra. Sulle spalle, un grosso zaino da esploratore a cui è legato il giaciglio ed uno scudo. Indossa una armatura di pelle borchiata di colore scuro.

Alzo le maniche della mia camicia a righe, portandole a mezzo braccio, mentre sono seduto intento ad ascoltare gli altri, bevendo qualcosa che quì osano chiamarla birra.

I miei compagni di ventura...

Sospiro, quando il porco allude a portare tutto quel cibo con sè. Mi abbasso, per assicurarmi che il mio grosso zaino sia sempre pronto, quindi chiudo cinghie e mi assicuro del giaciglio, dello scudo. Torno seduto con la schiena ben appoggiata alla sedia e tento di guardare il tenente Pooh,

@Mezzanotte

Cita

tenendo bene a mente in che momento dell'anno ci troviamo e che tipo di giornata sia questa,

qualora decidessimo di partire.

Edited by Maiden
Link to comment
Share on other sites

Bormir

In merito alla questione cibo "Se proprio ci tieni portalo tutto tu, Gustav" dico quasi offeso, poi  "Ricordati di me se hai bisogno di alleggerire il carico" mentre la pancia di Bormir brontola emettendo un gorgoglio rumoroso.

Sentendomi chiamare in causa rispondo a Briotto “Beh..di sicuro noi abbiamo già qualcosa in comune”  accennando un sorriso, poi continuo “Se ti hanno liberato anche tu devi essere uno che se la cava”.

Poi sentendo in sottofondo il parlare di Briotto penso "Questo più che con gli orsi mi sa che se la intende con le volpi"

 

Edited by Garyx
Link to comment
Share on other sites

Lt. Jhon Pooh

Guardo con sguardo fortemente contrariato Briotto mentre incita e fischia alla situazione , poggio delicatamente la mia zappa sulla sua spalla

si si, certo "cugino" , poi andiamo dal tuo amico occhio di falco , ma intanto siediti e stai composto

dico ruotando la mia mano poggiata sulla sua spalla per riportarlo in posizione frontale al tavolo, poi segue un pat pat sulla sua soffice testa.Poi aggiungo

Purtroppo devo correggerti, lui si veste con le spoglie dei suoi nemici abbattuti....

sospiro un attimo per la triste precisazione che ho dovuto fare su Gattaco, tiro dalla pipa, poi guardo Gustav e guardo Boromir

Bormir, terrò conto del tuo fabbisogno giornaliero di cibo, ma preferisco che una prima linea come te sia pronta a combattere e non sia intralciata, quindi .... Gustav, dico bene? Puoi provvedere tranquillamente tu alle provviste del gruppo e al razionamento.

detto questo, pulisco la pipa e la ripongo da parte. Scruto nuovamente il gruppo e riprendo parola 

Bene signori, rimango da discutere poche cose e poi potremmo già partire . Dalle mia personale esperienza , magari Bormir mi potrà correggere , suggerirei di viaggiare con Damarus davanti ad aprirci la pista seguito da Bormir , sempre pronto a reagire. Al centro direi Gustav e Briotto così che le scorte e eventuali altre cose sono ben protette ,io invece chiuderei la fila ... l'unica cosa dico toccandomi la schiena e massaggiandola non sono più il giovane di una volta, quindi dovremmo viaggiare alla mia andatura (nota tecnica l'urcide ha velocità 6 mt di base) Siamo tutti d'accordo?

concludo il disc-Orso sorseggiando il mio te al miele e mangiando un pezzo di pan dolce

Edited by Gigardos
Link to comment
Share on other sites

Bormir

Dopo aver ascoltato con attenzione il discorso del tenente, soprattutto le ultime parole, tiro un sospiro di sollievo pensando “Per fortuna, per ora niente marce forzate” e poi rispondo

“Mi sembra la disposizione più adatta, o forse, potremmo scambiarci di posto io e lei Tenente, sà noi Porci ci vediamo fin quasi dietro alla nuca, potrei controllare meglio le retrovie; in ogni caso stia pur tranquillo che non farò avvicinare nessuno alle nostre preziose scorte!”  

Poi sistemo e controllo l'equipaggiamento per esser pronto  a partire.

Edited by Garyx
Link to comment
Share on other sites

Briotto

Beh, si, certo. Annuisco verso i 300 kg di pelo e muscoli Come dici tu cugino. Sei tu quello grosso che comanda al momento. Ad ogni modo a me va bene qualsiasi andatura, schema, marcia eccetera eccetera, basta che tu sappia che se dovesse arrivare da dietro quel tipo che non sa vestirsi dovrai avvisarci per tempo che ci tengo al mio splendido manto.

Comunque é Tommy IL sottolineando e scandendo bene le parole, come se stessi ripetendole a uno che non sente bene falco, non occhio.. poi lascio perdere beh..ripensandoci non importa, ti porterò prima da Rino detto "Otto" a fare una visitina acustica. Mi ringrazierai poi. Concludo ricambiando il "pat-pat" amichevole, però sulla sua coscia, cioè l'estensione massima della mia piccola zampa a confronto con la sua stazza.

Dove sono le armi?

Link to comment
Share on other sites

Le armi e tutto l'equipaggiamento vi è stato consegnato.

Siete in primavera, ma il clima della Selva è imprevedibile. Risente senza dubbio dell'influsso della Fossa.

Il Tenente srotola una mappa della regione sul tavolo.

Dovete decidere verso dove muovervi.

Se i ladri vogliono varcare il confine con la Fossa Verde non è difficile immaginare dove sono diretti.

Edited by Mezzanotte
Link to comment
Share on other sites

Lt. Jhon Pooh

riposiziono gli occhiali e comincio a indicare la nostra posizione

come sapete, noi siamo qui, mentre spostando il dito questa indico il confine della fossa verde potrebbe essere la loro destinazione, ma

dico guardandomi attorno e indicando con lo sguardo i vari gruppi

questi ladri che stiamo inseguendo, se avessero un po' di sale in zucca, eviterebbero la via più scontata o la meta più ovvia. Quindi io vi proporrei , prima di prendere la via, di cercare informazioni, magari due volontari dalla belle parole lusinghiere ....

mi soffermo un attimo, mi giro di scatto, un piccolo sorriso, e poi esclamo

 Cugino! rivolgendomi a Briotto, forse forse, questo lavoro è per te, chi se la sente di accompagnarlo o assisterlo in questa missioncina ? Intanto i due rimanenti con me , si avvierebbero ai preparativi per il viaggio. Massimo due o tre ore e si parte.

in attesa di risposta ,guardo il gruppo , soffermandomi un po' di più su Bormir, che sicuramente, nel caso in cui dovesse cacciarsi nei guai saprebbe aiutarlo

Edited by Gigardos
Link to comment
Share on other sites

Briotto

Sollevo le sopracciglia e inspiro col naso per trarre una buona quantità di aria dopo le parole di Pooh. Ebbene.. socchiudo gli occhi e faccio di sì con la testa ..non potevi chiedere ad un procione migliore. Poi riapro gli occhi e lo guardo fisso nei suoi Diciamo che potrei non lesinare sulle lusinghe ma serve non sbagliare argomento e, soprattutto, non sbagliare a chi chiedere. Visto che hai riflettuto, dimmi cosa e a chi, al come ci penso io.

Ah.. aggiungo, osservando gli altri ..con le parole si lavora meglio soli

Link to comment
Share on other sites

Bormir

Interpretando lo sguardo di Pooh, mentre impartisce gli ordini, capisco di dovermi fare avanti “A parole non me la cavo un granchè però posso tenerti d’occhio a distanza e pararti il c*lo se dovessi fare domande all’animale sbagliato” dico mentre  mi sgranchisco le dita “ che ne dici Briotto?” e lo fisso in attesa di direttive.

Edited by Garyx
Link to comment
Share on other sites

Damarus

@tutti

Spoiler

Lince con pelliccia lunga e folta, bruno-grigiastra, con occhi color nocciola ed un volto molto comune fra le linci, tiene una spada corta al fianco sinistro, un arco lungo in spalla, una faretra da coscia sulla gamba destra. Sulle spalle, un grosso zaino da esploratore a cui è legato il giaciglio ed uno scudo. Indossa una armatura di pelle borchiata di colore scuro.

 

 

Mi alzo e mi avvicino all'orso.

Cercherò di preparare la nostra partenza mentre il procione fa il suo lavoro.

Guardo gli altri.

Ci sono cose di cui dovremmo essere messi a conoscenza prima della partenza? E non parlo del vostro passato, ma delle vostre abilità fra queste foreste.

Li guardo uno per uno, in attesa.

Edited by Maiden
Link to comment
Share on other sites

 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.