Jump to content

Benvenuto in Dragons´ Lair

La più grande e attiva community italiana sui Giochi di Ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Secondo La WotC Ad Oggi 40 Milioni Di Persone Hanno Giocato A D&D

Articolo di J.R. Zambrano del 10 Luglio 2019
Quaranta milioni di persone come voi sono là fuori, a fare tiri salvezza, salvare regni e più in generale a divertirsi, questo secondo un recente articolo di Bloomberg.
D&D è grande, ma non avevamo idea che fosse così immenso. Dei dati rivelati di recente da Bloomberg [un importante sito di analisi e distribuzione dati sui mercati ecomici, NdT] rivelano che dal 1974 circa 40 milioni di persone hanno giocato a D&D (e alcuni di loro sono DM professionisti, che è tutt'altra cosa), e che circa 9 milioni di persone guardano giochi in streaming. Questi dati vengono gentilmente concessi dalla WotC, che si mantiene sulla cresta dell’onda grazie a D&D e al suo picchi di popolarità più alto che mai.

Se mi aveste detto nell’epoca d’oro della 3.x che le persone non si sarebbero solamente sedute per guardare altre persone giocare a D&D, ma che avrebbe avuto un pubblico grande quanto alcune serie televisive (certo delle serie minori, ma comunque) non vi avrei creduto ... Eppure eccoci qui, in un mondo di quaranta milioni di giocatori di Dungeons and Dragons. È un bel numero.
Da Bloomberg

La Wizards è una sussidiaria di Hasbro Inc. dal 1999. Stewart afferma che le vendite della quinta edizione del gioco, che è stata pubblicata per la prima volta nel 2014, sono aumentate del 41% nel 2017 rispetto all'anno precedente, e sono aumentate del 52% nel 2018, l’anno che misura il più alto numero di vendite del gioco. Secondo la Wizards, circa 40 milioni di persone hanno giocato al gioco dal 1974. Mentre Dungeons & Dragons non ha dominato il mondo degli e-sport come, ad esempio Overwatch, gli streaming di D&D sono un mercato in crescita – e un modo per attirare nuovi giocatori. Nel 2017, 9 milioni di persone hanno visto altri giocare a D&D su Twitch, immergendosi nel mondo di gioco senza dover mai prendere un dado o lanciare un incantesimo.
È un futuro quasi incredibile quello nel quale ci stiamo gettando a capofitto. Il vero trucco sarà capire come mantenere interessati così tanti giocatori e come costruire una community sulla base di questo successo - ma pare che là fuori ci siano in cantiere un gran numero di streaming ed eventi.
Buone Avventure Là Fuori!
Link all'articolo originale: https://www.belloflostsouls.net/2019/07/40-million-people-play-dd-according-to-wotc.html
Read more...

Apparentemente esiste una Bibbia segreta che contiene vari segreti su D&D

Articolo di J.R. Zambrano del 08 Luglio 2019
Da qualche parte nei meandri dell’edificio della Wizards of the Coast (o almeno in quelli della sua architettura server), giace nascosta una bibbia segreta di storie ed informazioni che contiene le risposte a domande sia magiche che mondane, domande che potrebbero non essere mai poste e risposte che potrebbero non essere mai date. O quanto meno questa dovrebbe essere la storia stando ad una recente intervista concessa a Polygon in merito a Baldur’s Gate 3, imminente GDR per computer in sviluppo presso Larian Studios. Durante l’intervista Swen Vincke, fondatore di Larian, si è lasciato sfuggire questa informazione sui retroscena segreti di D&D:
“Hanno questa piccola cosa che non divulgano” Vincke ha detto riferendosi agli editori di D&D presso la Wizards of the Coast. Pare che si sia subito pentito di aver sollevato la questione. “È decisamente interessante […] Loro… Hanno molti più dettagli su tutto ciò che sta accadendo nel mondo e, non appena abbiamo iniziato a scoprire che esisteva…”

Ovviamente questo libro segreto sulla lore è solamente uno dei pochi dettagli confermati in questa intervista, altri punti più rilevanti e decisamente più dimostrabili includono il fatto che Baldur’s Gate 3 non sarà un sequel dei giochi originali della serie di Baldur’s Gate, ma sarà invece un seguito dell’imminente Baldur’s Gate: Descent into Avernus, e il fatto che gli eventi narrati nel gioco si svolgeranno 100 anni dopo la fine degli eventi narrati in Descent into Avernus.

Ma basta dati chiari e rilevanti, torniamo a cercare indizi su cosa potrebbe nascondersi nel libro dei segreti di D&D. Abbiamo già potuto cogliere degli accenni all’esistenza di una storia dalla portata decisamente più ampia che si dirama nelle varie avventure di D&D. Potete trovare degli strani obelischi neri in ciascuna delle grandi avventure fino ad ora pubblicate, così come potete seguire la saga attualmente in corso di Artus Cimber e dell’Anello dell’Inverno. Ma verso cosa sta puntando tutto questo? Beh, stando all’intervista, verso alcuni punti abbastanza confusi:
Naturalmente ci sono personaggi potenti in tutta la narrativa di D&D. I più potenti tra questi, gli dei ad esempio, compaiono in pressoché tutte le incarnazioni del gioco. Ma potrebbero anche non sapere ciò che non sanno, poiché la struttura del mondo stesso potrebbe aiutare a creare determinati punti ciechi all’interno dell’universo del gioco. “Orcus, in teoria, compare in ogni ambientazione. Eccetto nel caso in cui non lo faccia. Per cui avete questa cosa interessante; Orcus è cosciente di tutti questi mondi, eccetto di quelli dei quali non è a conoscenza.”
La premessa posta è interessante. Il mondo stesso potrebbe lasciar intendere che gli dei non sono totalmente onniscienti. Ma poi in un certo senso esita affermando quanto segue “Orcus compare in ogni ambientazione eccetto che per quelle in cui non lo fa, il che significa che le conosce tutte, eccetto quelle che non conosce, e COSA SIGNIFICA QUESTO” che sembra essere pensata come rivelazione stupefacente, ma che pare semplicemente buon senso.

Suggerisce il fatto che esiste una meta-continuità che lega insieme tutte le precedenti incarnazioni di D&D, ma sa anche di fumo negli occhi e vaghezza simili al finale di Lost. Specialmente perché secondo l’articolo “esistono cose che non pubblichiamo.” Non le pubblicano perché sono prive di senso? Oppure perché non hanno impatto sul gioco? Ma messe da parte queste bizzarre opinioni su Orcus, sembra che ci siano dei segreti ancora da scoprire nell’ambientazione.
Risposte a come si dirama la linea temporale, a come gli eventi nei Reami abbiano un impatto e delle conseguenze, così come su quale sia effettivamente la storia generale del gioco si trovano da qualche parte in questo libro. E sebbene potrebbero non essere mai rivelate, dietro ogni cosa esiste una coerenza interna.
Quali segreti avete scoperto in merito a D&D?
Link all’articolo originale: https://www.belloflostsouls.net/2019/07/apparently-theres-a-secret-dd-lore-bible.html
Read more...

Adesso su Kickstarter #13: Spie nella 5e

Articolo di Morrus del 02 Luglio
Lo spionaggio è stato aggiunto alla lunga lista di generi giocabili con D&D 5E grazie a The Spy Game, della Black Cats Gaming, guidata da Sam Web della Modiphius. Viene descritto come "... un mondo di intrighi internazionali e azioni furtive in un'ambientazione moderna, basato su D&D 5E, creato dagli sviluppatori di Star Trek: Adventures." Ed è su Kickstarter!

Userà le meccaniche di D&D 5E, con 8 nuove classi: Diplomatico (Face), Hacker, Infiltrato (Infiltrator), Maestro d'arti marziali (Martial Artist), Medico (Medic), Ranger, Soldato (Soldier) e Tecnico (Technician).
Potete già dare un'occhiata ad una piccola anticipazione, contenete un'anteprima delle regole, un'avventura in tre parti e otto personaggi pregenerati.

Su Kickstarter potete ottenere il PDF a 15£ o il manuale a copertina rigida a 35£.
Link all'articolo originale: https://www.enworld.org/forum/content.php?6449-The-Spy-Game-is-a-5E-Powered-Espionage-RPG
Read more...

15 Anni di Eberron

Articolo di J.R. Zambrano del 03 Luglio 2019
Eberron venne rilasciata per la prima volta quindici anni fa. Unitevi a noi mentre il team creativo originale di questa ambientazione ci parla di qual'è stato il passato per Eberron e di quale sarà il suo futuro.
Indipendentemente dal fatto che stiate giocando tra le perigliose strade di Sharn, la Città delle Torri, oppure nell’inesplorato continente di Xen’drik, si tratta di un mondo che sembra diverso dalle altre ambientazioni di D&D. Ha un suo particolare sentore, che si richiama a quello delle avventure pulp. Con la sua prevalenza di magia e innovazione e il suo ben radicato amore per i misteri, gli intrighi e la suspense, Eberron è un mondo che ha lasciato il segno su molti giocatori. E ora, per celebrare i quindici anni dell’ambientazione, il team creativo originale si è riunito sul podcast di Manifest Zone per parlare di cosa significhi per loro l’ambientazione, quali temi li ha aiutati ad esplorare e dove è diretta la stessa.
Ascoltate qui il podcast
È decisamente affascinante ascoltare il team che parla di ciò che rende Eberron degno di essere esplorato ai loro occhi. Che si tratti di approfondire le origini di Eberron in quanto ambientazione più pulp che unisce la narrativa investigativa con il sword & sorcery o di come il team stesso abbia gravitato verso alcuni dei temi unici che hanno messo in risalto Eberron e l'hanno resa così amata.

E ciò colpisce davvero nel segno. Eberron è l’ambientazione preferita (o la seconda ambientazione preferita) da molti in virtù del suo essere diversa dalle altre, senza però essere al contempo fuori luogo per D&D. Narra una storia ricca di molte tematiche umane reali, che possono essere esplorate sotto la patina di avventure pulp. Troverete soldati che sono stati letteralmente prodotti in massa come parte di un’industrializzazione magica e che sono stati costruiti per una guerra che ormai non viene più combattuta. Ormai privi di uno scopo, quale significato possono dare alle loro vite?

Anche il modo in cui su Eberron viene vista l’Ultima Guerra è decisamente differente da gran parte di ciò che si può trovare nel fantasy. Ci sono molte nazioni e molte prospettive sulla stessa. Vengono trasmesse molte delle caotiche sofferenze della guerra, una guerra nella quale non ci sono né buoni né cattivi e neppure un vero vincitore. Neppure Game of Thrones con tutte le sue nudità e le sue imprecazioni, riesce davvero in questo. In Eberron sembra che ogni nazione abbia i propri eroi, i propri cattivi e le proprie ragioni per fare ciò che ha fatto. Su Eberron nulla è privo di una ragione o di una motivazione, e si tratta di solide motivazioni, non di cose come “sono sempre stati caotici malvagi nelle precedenti edizioni, per cui devono essere caotici malvagi anche ora.”. La guerra non viene glorificata, non si tratta di una grande e nobile cosa alla quale prendono parte gli eroi; si tratta di una semplice fisima umana che non fa altro che portare sofferenza da tutte le parti.
Tutto questo è racchiuso in un modo che narra la storia di come una società fa i conti con l’avvento dell’industrializzazione. Anche la magia delle casate del Marchio del Drago ha cambiato la società. Queste premesse portano ad avere un mondo che è abbastanza moderno da poterlo comprendere e che al contempo sembra logico e funzionale, che tende più verso La Leggenda di Korra che verso il nonsense ad alta tecnologia delle ultime espansioni di World of Warcraft. Ogni aspetto del mondo ha dietro delle motivazioni e un notevole spessore.

La vasta portata di Eberron è comunque decisamente focalizzata in termini di tematiche e flavor. Sa cosa vuole dire e lo dice; è coerente con sè stesso ed offre una storia che unisce il presente del mondo rendendolo interconnesso. Si tratta di un’ambientazione sviluppata con un determinato insieme di regole in mente e spicca proprio per questo. Ma forse il dettaglio più interessante è il fatto che, e questa è una delle ragioni principali per la quale più avanti nell’anno vedremo rilasciato un volume a copertina rigida sull’ambientazione, la Wayfinder’s Guide to Eberron ha ricevuto davvero un’ottima accoglienza sulla DM’s Guild. Sono stati gli sforzi della comunità che hanno riportato Eberron in prima linea nel ciclo di sviluppo e produzione della WotC, dunque ancora una volta non posso che raccomandarvi di compilare quei sondaggi per far pervenire ciò che desiderate alle persone che si occupano dello sviluppo del gioco. Fate sì che le cose avvengano.
Potete ascoltare di più su Eberron nel podcast linkato sopra. Oppure potete seguirci per altre notizie su Eberron, in arrivo questo autunno.
Divertitevi ad andare all’avventura!
Link all’articolo originale: https://www.belloflostsouls.net/2019/07/dd-15-years-of-eberron-original-creators-talk-eberrons-past-present-and-future.html
Read more...

5 Mostri di Livello Medio per un Divertimento Massimo

Articolo di J.R. Zambrano del 01 Luglio 2019
Quest’oggi parleremo di alcuni mostri di livello medio, il che significa che il vostro gruppo sta sfondando. Diamo un’occhiata a cinque mostri che costituiscono delle tappe fondamentali.
C’è qualcosa in relazione all’espressione livello medio che porta con sé un crescente senso di terrore. E non quel terrificante tipo di paura che vi tiene svegli la notte derivante dal fatto che il giorno dopo dovrete parlare in pubblico, né quel tipo di terrore che provate momentaneamente perché quel rumore che fa la vostra auto probabilmente non è nulla e per cui potete dimenticarvene subito. No, i livelli medi portano con sé quel diffuso e banale terrore degli incontri mattutini, delle segnalazioni di stato e del sentire la gente lamentarsi che è Lunedì.
Ma non deve essere necessariamente così. In D&D i livelli medi sono un importante traguardo. Significa che il vostro gioco è diventato un po’ più grande. Si sta aprendo una parte maggiore del mondo (o del multiverso). I mostri di livello medio sono tra i più entusiasmanti da utilizzare, questo perché avete finalmente ottenuto un modo per distaccarvi dal combattere contro goblin, orchi, coboldi e così via. Ecco quindi che oggi vi presenteremo cinque dei migliori mostri di livello medio. Questi non sono necessariamente dei boss di fine campagna, ma faranno comprendere ai vostri giocatori che non si trovano più dove hanno iniziato. Diamo un’occhiata a cinque mostri di livello medio che costituiscono delle tappe fondamentali.
Aboleth

Spaventosi e antichi mostri dalle fattezze di pesce la cui origine precede l’alba del tempo. Questi antichi mali sono maestri della manipolazione, degli intrighi e dei poteri psionici. Sono degli eccellenti antagonisti, che possono fungere da forza motrice di gran parte di una campagna di basso livello. Sono abbastanza mortali da porsi su una sorta di linea di confine che separa le minacce di livello medio da quelle di alto livello. Combattere contro uno di loro è un traguardo, sconfiggerne uno significa che avete salvato una città o forse addirittura un intero regno.
Elementali

Potremmo aver raggruppato tutti e quattro gli elementali in una sola categoria in questa sede, ma essi sono una parte iconica di D&D. Quando iniziate ad incontrarli, avrete avuto il vostro primo assaggio di una potente magia. Gli elementali possono essere guardiani e alleati, oppure nemici evocati. Potete fare molte cose con un elementale. Gli elementali aggiungono molto alle vostre partite, indipendentemente dal fatto che li usiate come spiriti vincolati che alimentano veicoli a tecnologia magica, come minacce primordiali/volontà dall’inizio della storia del vostro mondo oppure semplicemente come soldati magici.
Githyanki

Incontrare un Githyanki è un altro passo importante nella vostra campagna. Imbattersi in questi guerrieri psionicamente attivi significa che la vostra campagna è entrata in contatto con i mondi extraplanari. Non c’è via di scampo, il Piano Astrale è pieno di questi razziatori. Motivo per cui quando li incontrerete nel corso delle vostre partite, compirete i vostri prima passi nel ben più vasto multiverso, dove vi aspettano piani nei quali si trovano immense città piene di angeli, demoni, diavoli e babbi.
Gigante del Gelo

I giganti sono da lungo tempo una delle minacce di più alto profilo in D&D. Fin dai giorni della 1E e dell’avventura Against the Giants, questi grossi bruti nerboruti hanno randellato e bombardato con i macigni più di un nemico. Quando il vostro gruppo è pronto per affrontare non più un solo gigante ma un intero gruppo di questi, saprete che ce l’avete fatta. Indipendente dal fatto che siate abbastanza potenti (o semplicemente ben coordinati), il vostro gruppo si sarà spinto in territorio mitico una volta che inizierà a combattere contro i giganti.
Mind Flayer

E come potrebbe una lista di pietre miliari dirsi completa senza includere il Mind Flayer. Gli antagonisti dell’imminente Baldur’s Gate 3 e un’ombra che si staglia in generale sopra i livelli medi, questi mostri sono un altro segno che il mondo della vostra campagna ha iniziato ad essere decisamente più grande. Indipendentemente dal fatto che vengano dal Sottosuolo o da un altro piano, i Mind Flayer rappresentano un’insidiosa minaccia che i vostri giocatori dovranno sradicare. L’arrivo di questi mostri significa cambiamenti di tattiche e sfide impegnative. Si tratta di uno dei pochi mostri che possono uccidere un personaggio in un tempo relativamente breve a prescindere dai suoi punti ferita, e fronteggiarli significa che siete pronti ad affrontare la cosa.
Dunque se siete in cerca di un incontro che mostri al vostro gruppo che non si trova più in Kansas, provate uno di questi cinque mostri che rappresentano delle vere e proprie pietre miliari.
Divertitevi ad andare all’avventura!
Link all’articolo originale: https://www.belloflostsouls.net/2019/07/dd-5-mid-level-monsters-for-max-level-fun.html
Read more...
Thares

[TdG] Capitolo I° - Contamination

Recommended Posts

Oscurità… ma non la semplice oscurità del cielo notturno, con la sua assenza di sole o di stelle, e neppure l’oscurità isolante delle profondità dell’oceano, dove chilometri d’acqua filtravano ogni raggio di luce che cercava di penetrarli; quella non era neanche la totale assenza di luce dell’interno di una caverna, dove un uomo poteva protendere una mano davanti al volto senza riuscire a vederla e arrivando perfino a dubitare della sua esistenza.

     Quelle forme di oscurità erano semplici ombre se paragonate a questa, echi di un’assenza di luce che poteva essere compromessa da una singola scintilla, da una lanterna o dalla fiamma di una candela, in quanto questo era un buio che avrebbe fagocitato la luce nello stesso modo in cui fagocitava la vita.

     In quell'oscurità c’erano cose che si muovevano, chi furtive, chi rapide e sfuggenti, chi ostentatamente manifeste: invidie, odi, bramosie, paure, ire, echi delle ombre presenti nell'anima umana che qui avevano ricevuto vita autonoma. A volte alcune di esse si congiungevano in modo da creare entità fredde e spietate quanto questo posto era oscuro, mentre in altri momenti si sparpagliavano e il solo accenno di consapevolezza che rimaneva in questo cupo regno erano allora i sussurri di odio che aleggiavano nel buio come venti erranti. C’erano poi delle occasioni… molto rare… in cui tutte quelle ombre confluivano assieme, e formavano una Presenza la cui natura era così potente, così corrotta, così assolutamente malefica che se la sua esistenza fosse stata costante essa avrebbe costituito un minaccia per tutte le cose viventi. Gli uomini che la conoscevano la definivano l’Oscurità, il Malvagio, il Divoratore, e pregavano i loro svariati dèi e demoni affinché nessun uomo potesse mai darle un vero nome… perché un nome umano aveva il potere di resistere al tempo e quello era l’unico potere di cui l’innominato mancasse.

     Ma qualcosa accadde.

     Qualcosa di nuovo si agitò nella perenne oscurità, qualcosa di cosi possente che la tenebra divenne un intenso vortice in cui le altre voci furono improvvisamente risucchiate e di così malevolo e assolutamente ostile che i meschini odi e le invidie proprie della mortalità si persero in esso, inghiottiti da un Male così vasto a assoluto da non poter essere paragonato a nessun’altra cosa mai vista da mortale o immortale, un Male che si nutriva dell’essenza stessa della vita. Questo potere esistette per un solo istante prima di cominciare a frantumarsi di nuovo nei suoi diversi elementi, ma quell'istante fu sufficiente.

     Erna disse il Divoratore, avrà presto a che fare con Me.

 

Edited by Thares
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

[Keiora - Città]

     Dopo giorni e giorni di pioggia finalmente il sole è riuscito a fare capolino attraverso la spessa coltre di nubi, che comunque continua a coprire gran parte del cielo, il fiume raflesia che cinge buona parte della città, è gonfio e scorre impetuoso trascinando a valle piccoli arbusti e a volte qualche piccolo tronco, segno che a monte la pioggia ha fatto più danni che da voi, vedete lavoratori che si prodigano per liberare gli archi dei ponti dai tronchi più grossi che si sono incastrati e creano pericolosi argini che forzano la muratura dei ponti e delle spesse mura della città che sorgono ora dalle ribollenti acque del fiume.

     La cittadina di Keiora e di piccole dimensioni sebbene ospiti circa 8000 abitanti che vivono all'interno della struttura di un'enorme e antichissimo castello e nelle case costruite solo in epoca successiva all'interno del grande cortile. Come tutte le cittadine di questo tempo e fortemente e pesantemente fortificata, purtroppo sono tempi bui e tristi e le genti tendono a rinchiudersi in città fortezza per trovare scampo nelle loro pesanti mura e strutture difensive. La città e posta su un'isola ormai completamente fortificata e inglobata nella struttura del castello tanto da non essere quasi più visibile tanto e attorniata dalle antichissime mura.

     Ora la città vive un momento di grande fermento a causa della festa per la fiera di fine estate, anche se il tempo e già decisamente autunnale. Per festeggiare, i connestabili della città hanno organizzato, oltre alle solite prove di abilità aperte a tutta la popolazione, un torneo a cui potranno partecipare tutti coloro che ne faranno richiesta nelle varie tenzoni. Ormai tendoni e bandiere colorate si ergono verso il cielo e sventolano alla fresca brezza del mattino in attesa che il timido sole spuntato quest'oggi le asciughi completamente.

     La cittadina non è grandissima eppure è sede di numerosi mercati e svariati traffici economici, e forse proprio per questo ha attirato tanta gente per il consueto appuntamento della fiera di fine estate, ormai una tradizione che richiama avventori, mercanti e curiosi da ogni parte della regione. Cosa non da poco visto i tempi che corrono e i pericoli e le insidie che ormai affliggono la regione, ma per ora la gente ha solo voglia di divertirsi e svagarsi con le varie gare e prove di abilità. 

    

    

Spoiler

I personaggi sono giunti in questa città richiamati dalle svariate opportunità economiche che la città offre e la fiera di fine estate e sicuramente un'occasione da non perdere per trovare un lavoro o concludere affari.

 

13e20298a91a57c20131466c7c93845d.jpg

Edited by Thares
  • Like 1
  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

DM

La piana rocciosa dinnanzi al ponte principale che conduce in città e ormai un arcobaleno formato dai colori di decine e decine di tendoni e bandiere che come funghi sono spuntati al primo sole. 

Orde di bambini festanti e preda dei giochi più disparati, e adulti curiosi e indaffarati a guardare le merci, si aggirano per i tendoni dei mercanti giunti da ogni parte della regione portando con sé le più svariate mercanzie e stranezze, ma anche saltimbanchi, giocolieri e bardi hanno trovato posto per allietare la folla con i loro spettacoli e le loro arti. 

Nell'aria, le voci della folla in festa si mischia alle voci dei mercanti che promuovono le loro mercanzie e alle canzoni dei musici di strada, e odori di cibi esotici, di arrosti e di birra spumosa si alzano dai banchi delle locande improvvisate dove garzoni e osti indaffarati servono gli avventori. 

Ogni tanto alcune guardie passano tra la folla in teoria cercando di tenere tutto sotto controllo ma spesso li si vede ammirare o mercanteggiare per questo o quell'oggetto. 

Raramente un cavaliere sfila tra i tendoni acclamato da questo o da quello che incita il suo beniamino a fare del suo meglio nelle tenzoni del pomeriggio. 

 

Spoiler

@Fezza @Comics Hunter @Voignar @Roald Nordavindi vostri personaggi sono in mezzo a questa folla 

 

cavaliere-sul-cavallo-75816695.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Deryus

Vestito elegante, con gilet e bastone da passeggio, camicia di lino e un viso ben curato con un pizzetto leggermente brizzolato, cammina per le bancarelle delle fiere sorridendo e facendo spazio a questo e a quello, come se non avesse quasi una meta ben precisa. Il cappello, un basco in testa leggermente spostato di lato, completa la sua figura.

Spoiler

il cappello del camuffamento mi da l'immagine appena descritta. le armi sono legate la spada alla cintura, la lancia il bastone da passeggio.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Pumak Tiiktaalik - Coda di Lupo- 

Torreggio di almeno una testa, e qualcosa di più, sopra il resto della folla, sorridendo curioso alle varie mercanzie esposte, ed ai costumi colorati dei cavalieri e dei figuranti. 
Cammino cercando di non sbattere l'ampio zaino pieno di equipaggiamento e carabattole che mi porto dietro addosso a qualche povero abitante. Acquisto per qualche spicciolo una coccarda celebrativa gialla e blu, e la appendo allo zaino, cercando di abbellirla, quindi mangiando uno stinco di qualche strano animale affumicato che non ho capito, mi guardo intorno a cercare qualche tenzone da seguire. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grimnir

arrivo in città sperando di approfittare del clima festivo per riposarmi un poco dal lungo viaggio. cammino tra la folla cercando di fare attenzione al borsello e a non urtare qualcuno o farmi investire dai cavalieri di passaggio. mi fermo al primo tendone che vende del cibo e dove ci si possa sedere, facendomi portare della carne e della birra 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ugo De Frollis

Ahhhh.. il caos! Amo il caos, adoro il caos.. è così.. DEMOCRATICO.

Tra la folla mi aggiro a mio agio, osservo tutti, cerco di intrattenermi con qualsiasi persona io noti che abbia un minimo qualcosa di interessante, ovviamente di alto lignaggio.. i poveracci e mendicanti non li considero manco di striscio.
Oggi - per l'occasione - mi sono sentito in dovere di presentarmi come TOMMASO PICCONI, un umano arricchito di primo pelo, un commerciante di spezie che si interessa di giostre.. non si sa mai dovessi trovare un campione da sponsorizzare con le mie grandi finanze!

La cosa importante, quest'oggi è riuscire ad "alzare" qualche soldo.. meglio TANTI soldi.. meglio ancora se si parla di borselli di aristocratici che non sentono il bisogno di controllare ogni secondo la presenza dello stesso sulla loro cintola. 

Ma.. cosa che più mi interessa quest'oggi.. è raccogliere informazioni, di qualsiasi tipo. 
E' il primo giorno che giungo a Keiora e VOGLIO sapere TUTTO. 
Mi intrattengo con chiunque mi possa dare informazioni su locande, botteghe, eventi particolari, soprattutto cene di gala alle quali io possa presenziare vista la mia GRANDIOSITA'.

[Gather info: +9, Diplomacy: +13, Rapidità di mano: +10 (solo se dovessi trovare il GIUSTO pollo da spennare)]

Share this post


Link to post
Share on other sites

DM

[Keiora - Piana degli saggi - fiera di fine estate] 

Vi aggirate anche voi tra i curiosi e gli avventori, il clima di festa, le risate e le musiche allegre paiono contagiose e pare che si respiri veramente un po' di pace e tranquillità. 

@Comics Hunter la gente al tuo passaggio ti guarda e ti saluta con deferenza, le donne ti fanno la riverenza e persino le guardie si rassettano per apparire più in ordine, i tuoi abiti eleganti, il tuo portamento fa scostare le persone e noti che sia uomini che donne ti guardano e sembrano incuriositi. Noti che anche qualche cavaliere ti guarda e un paio ti fanno anche un gesto di saluto con la testa. 

@Roald Nordavind ti aggiri per le tende e la gente ti indica al tuo passaggio più volte qualche bambino ti ha fermato chiedendoti se fai qualche spettacolo come sollevare pesi o se partecipi alle prove di forza il cibo che hai assaggiato e decisamente  buono e il prezzo giusto, sebbene non ti sia chiaro se l'onestà del venditore fosse a causa delle tue dimensioni o perché effettivamente i prezzi sono quelli. 

@Voignar la fiera è molto vivace e le persone all'interno sono molto eccitate, e non è facile evitare i contatti con le persone, trovi rifugio in una tenda adibita ad osteria e riesci a trovare un tavolo enorme che tuttavia ha un angolo vuoto, non ha sedie ma panche senza schienale e appena ti siedi viene subito una ragazza che ti chiede cosa vuoi ordinare, la scelta non è vasta, anzi, sono solo 2 le scelte o arrosto di maiale o manzo, tuttavia la birra è molto buona. 

@Fezzadecisamente ti trovi a tuo agio, il caos qua impazza e noti che non sei l'unico a godertela, intravedi piccoli furtarelli, e sentendo i mercanti parlare con gli avventori capisci che più di qualcuno non organizza truffe vere e proprie ma non è proprio onestissimo. Recuperare informazioni pare sia di una facilità disarmante giacche le persone brille parlano a voce alta e qua l'alcool scorre copioso.

Spoiler

Sei venuto a sapere che la popolazione della città si è riversata quasi completamente alla fiera e molti negozi in città sono chiusi perché hanno portato le loro mercanzie alla fiera per avere maggiori possibilità di fare affari. Sei venuto a sapere che dopo le tenzoni del pomeriggio ci sarà sicuramente una cena di gala al castello dive parteciperanno non solo i cavalieri accorsi ma anche tutte le persone che contano in città e molti ospiti stranieri. 

TUTTI

Ovunque voi siate sentite il fermento crescere e la folla pare trattenere il fiato quando squillanti è argentine sentite delle trombe richiamare l'attenzione di tutti, notate bambini e adulti muoversi e a volte correre nella direzione da cui si odono le trombe. E tutti voi sentite chiaramente i locali dire

"il banditore, il banditore! Stanno per fare l'annuncio! " 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ugo De Frollis

Potrei mai perdere una scena del genere?
Mi dirigo verso il punto in cui si sta radunando la folla incuriosito dall'annuncio di questo fantomatico banditore.

[Di nuovo rapidità di mano: +10 (solo se dovessi trovare il GIUSTO pollo da spennare)]

Share this post


Link to post
Share on other sites

Deryus

Ricambio i saluti mentre continuo per la strada. La camminata è spensierata e allegra ma i sensi sono attivi al massimo. Alle urla del banditore mi avvicino per vedere cosa sta succedendo o cosa sta per succedere

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grimnir

ringrazio la cameriera e mi metto a mangiare. quando sento il banditore, vista la grande agitazione che provoca, mi incuriosisco e mi alzo per andare a sentire cosa dice 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Pumak Tiiktaalik

Declino l'offerta dei bambini con voce tonante, prestandomi a giocare con loro, sollevandoli agilmente sulle spalle per fargli vedere meglio le giostre e le attrazioni sopra la folla. Quando inizia il fermento per il banditore, mi abbasso verso la prima persona che mi trovo accanto, chiedendo informazioni con voce bassa e profonda: "Di che annuncio si parla?" domando con un marcato accento. 

Edited by Roald Nordavind

Share this post


Link to post
Share on other sites

DM

(Keiora - Piana dei saggi - fiera di fine estate) 

Vedete la folla raccogliersi nella piazza di pietra al centro della fiera, l'unico luogo a parte il campo delle contese dove non ci sono tende. Avvicinandovi vedete chiaramente 6 guardie in alta uniforme antica a piedi con lunghe alabarde cerimoniali con nastri colorati e bandiere a fiamma, 4 di loro stanno riponendo lunghe trombe d'argento anch'esse addobbate con lunghe bandiere rosse e oro. Le guardie sembrano scortare un individuo a cavallo con vesti cerimoniali che in maniera molto plateale sembra impugnare una pergamena rompere il sigillo di ceralacca dopo averlo mostrato a tutti i presenti e inizia a declamare mentre le 2 guardie rimaste iniziano a rullare sui tamburi:

"ascoltatemi! Ascoltatemi tutti! Il nostro nobile Signore Alexander Frost e lieto di indire una sfida! Nobili e servi, cavalieri e dame, saggi e bifolchi, oggi una tenzone son venuto ad annunciare, una giostra a bandire! Che i migliori tra i cavalieri da oggi per tre giorni si sfidino in duello sul sacro suolo della giostra e che tra 3 giorni un solo cavaliere ne esca vincitore, il migliore tra tutti! Gioite gente gioite! Che di nobili gesta e coraggio per tre giorni non si vedranno pari in tutto il regno! Acclamate i vostri campioni che da oggi si daran battaglia! "

Vedete che pomposamente riannoda la pergamena e da ordine ad una guardia di affiggere un'altra. La guardia prende la seconda pergamena e la appende ad una delle alabarde che posiziona ad un lato della piazza. 

 

1859_sdddd.jpg

Edited by Thares

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ugo De Frollis

Ah.. in effetti.. banditore..

Cerco chi secondo me possa rispondere alla mie domande più specifiche riguardo la tenzone che si terrà in quei tre giorni
Chi sono i Cavalieri che si contenderanno il premio e in cosa consiste? La mano di una Principessa e la sua dote, un trofeo in denaro, possedimenti, una Baronìa in qualche dove, un Titolo Nobiliare?
[Diplomacy +13, Gather Information +9]

Poi vado a cercare chi mi sembra più ferrato in fatto di conoscenze sui Cavalieri dopo aver capito chi sarebbero stati quelli che avrebbero preso parte alla tenzone
[Gather info +9]

..e ovviamente.. su chi piazzare le mie scommesse una volta conosciuto il quadro completo

Share this post


Link to post
Share on other sites

@Fezza

Attorno a te c è una grandissima folla e vedi che tutti si muovono verso la grossa pergamena che è stata affissa sull'alabarda. Nella folla intravedi un gruppetto di persone che rimane indietro, paiono almeno in quattro, tre di questi sembrano combattenti il quarto non ne ha decisamente l'aspetto, invece ha del tutto l'aspetto di un ricchissimo mercante con abiti di altissima qualità.

Credi di aver individuato il bersaglio perfetto per ottenere informazioni e sicuramente una notevole fonte di denaro. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ugo De Frollis

Mi avvicino ai tre leggermente zoppicando, appoggiandomi sul bastone da passeggio che porto con me

Buona giornata messere.. mi levo il cappello mostrando la crapa pelata con un buffissimo riporto che tento di non far strapazzare dalla leggera brezza e poi me lo rimetto in testa; appoggiando la sinistra sul bastone allungo il braccio destro verso l'alabarda con affissa la pergamena indicandola ..non potevo non notare il vostro portamento ed abiti dall'ottima foggia.
Il mio nome è Solanio Salarino [Disguise +19]
Sono giunto in città spinto dalla curiosità di vedere la fiera di fine estate e, soprattutto, quanto Keiora potesse offrirmi come possibilità per i miei affari.

Immagino voi siate, come me, un mercante di qualche tipo e questa sera presenzierete alla cena di gala al castello del Nobile Frost.
Speravo meco di unirmi alla serata per intrattenermi in piacevoli disquisizioni d'arte, letteratura e, soprattutto, commerci.

La mia professione mi ha spinto ad occuparmi d'arte, se non sono troppo indiscreto posso chiedervi di cosa v'occupate, Messer?...
 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grimnir

il bando non è nulla d’interessante, e quasi rimpiango di essermi alzato dal tavolo. Decido quindi di tornare indietro alla tenda locanda, e mi avvicino all’oste o comunque ad una cameriera per domandare Perdonate, posso domandare dove si trova la chiesa locale? Dico mostrando il simbolo di Pelor che porto al collo  

Share this post


Link to post
Share on other sites

Pumak Tiiktaalik - Coda di Lupo 

Cercando di non calpestare nessuno, mi dirigo con curiosità verso la pergamena affissa all'alabarda, cercando qualcuno nelle vicinanze che non sia troppo intimorito, per rivolgergli qualche domanda "Qui da voi possono partecipare tutti alle prove? Sarei entusiasta di provare!" domando allegro, cercando di arrivare a leggere il contenuto dell'annuncio. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

@Fezza

Noti come quasi istantaneamente i tre combattenti si muovano per intercettarti e mettersi tra il loro padrone e la minaccia, i vestiti lo nascondono essendo ampi ma non ti eri sbagliato nel valutarli infatti visti da vicino gli anelli di pregevoli armature di maglia s'intravedono dai vestiti e non è comune acciaio ciò che le compone. Come non sono comuni le spade relativamente corte ma molto larghe che compaiono quasi dal nulla, accuratamente dissimulate nelle vesti e nei manti. Nessuno. Dei tre parla ma la minaccia è palese. 

"calmi, non c è bisogno"

dice il mercante con molta calma, e con un gesto pare riportare la situazione ad un'apparente tranquillità. 

"li scusi messere, sono uomini d'arme poco avvezzi alla vita mondana ma assolutamente fedeli per non dire devoti. Il mio nome è Bernard Kerrin ma tutti mi chiamano mastro Kerrin ed è un piacere fare la sua conoscenza, raramente si vedono persone di modi così cortesi"

"Sicché vorreste partecipare alla serata di gala indetta al castello, cosa non facile oggi trovare un invito, e ditemi di cosa vi occupate più nello specifico mi avete parlato di arte, letteratura e la più difficile ma la più appagante di tutte, il commercio"

 

DIEGO MONTRAVON.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

@Voignar

La ragazza guarda il simbolo e poi sembra riconoscerlo, deduci che non è avvezza al culto di Pelor, ma che almeno lo conosce. 

"sei un prete? Davvero?" 

Sembra stupita per non dire sorpresa, comunque si riprende

"allora... mi pare di aver visto la tua chiesa in città vicino alle mura orientali, ma fai attenzione non ci gira bella gente... Strano non ti ci vedo" 

Poi ti guarda bene tra il curioso e il turbato prima di allontanarsi per prendere un'ordinazione. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.