Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Anteprime di Strixhaven: Curriculum of Chaos #1

Andiamo a scoprire alcune anteprime su Strixhaven: A Curriculum of Chaos, il prodotto cross-over tra D&D e MtG in uscita tra due mesi.

Read more...

Hexcrawl : Parte 8 - Esempio di Legenda per gli Esagoni

Nell'ottava parte di questa rubrica Justin Alexander ci illustrerà alcuni esempi di esagoni da lui creati all'interno della sua mappa.

Read more...

Anteprime di Fizban's Treasury of Dragons #1

Stanno circolando in questi giorni i primi frammenti di anteprima del contenuto del manuale sui draghi di D&D 5E: Fizban's Treasury of Dragons.

Read more...

Zone Jaune

Un nuovo articolo legato a Il Re in Giallo, in cui Gareth Ryder-Hanrahan prova ad inventare alcuni spunti per delle inquietanti avventure legate ad una misteriosa zona piagata dai poteri occulti. 

Read more...

Anteprime di The Wild Beyond the Witchlight #2 - Leproidi/Harengon

Andiamo a scoprire meglio le caratteristiche dei leproidi, la nuova razza giocabile di conigli antropomorfi.

Read more...

Il trono della discordia


Gevers
 Share

Recommended Posts

Salve a tutti, sono un master di un gruppo di 3 giocatori di lvl 10, un derviscio, un mago e un beguiler e ho bisogno di idee per uno scontro cardine che i pg stanno per affrontare.

I pg al momento si trovano in una città nel deserto, abitata da non morti che apparentemente non si sono resi conto della loro condizione di non vita... ES. uno scheletro vestito da contadino che zappa la sabbia, scheletri avventori di locande che bevono boccali pieni di sabbia che ovviamente cade per terra, credendo che sia ottima birra e così via...

La città è governata da un potente re non morto che ha acquisito il suo potere grazie al trono su cui siede, un portentoso artefatto che da grandi poteri di controllo sui non morti e trasforma chi vi si siede in un lich, a patto che accetti le condizioni imposte dal trono...

I pg sono accompagnati da un PNG Rakshasa Abjurant Champion 5, che a malavoglia hanno accettato di aiutare nella ricerca delle sue origini. In realtà il rakshasa ha raccontato una tonnellata di balle ai pg per farsi accompagnare qui, il suo vero obiettivo è prendere possesso del trono e così trasformarsi in lich e controllare la città spodestando il suo attuale possessore. Ai sui occhi i pg sono semplicemente carne da macello.

L'attuale possessore del trono e re della città conosce il PNG e diventerà ostile appena lo incontrerà.

Detto questo, quello di cui ho bisogno è:

- il layout della sala del trono: come rendere questa sala tatticamente interessante per il combattimento che vi si svolgerà?

- l'attuale signore della città: non ho voglia del solito lich incantatore che usa i suoi minion per rallentare i pg mentre li bersaglia da lontano, che creatura non morta (con o senza classi da pg) potrebbe essere interessante?

- come posso far capire ai pg che la fonte di potere che alimenta la città è il trono? non può essere un qualcosa di troppo semplice, altrimenti gli altri non morti intelligenti al servizio dell'attuale signore della città avrebbero già potuto capirlo e così tentare di spodestare il loro signore (che non abbandona mai la sala del trono e raramente si alza dallo stesso)

Arrivati alla sala del trono e avendo fatto qualche collegamento i pg si troveranno davanti a 3 scelte: aiutare comunque il rakshasa nel conquistare il trono nella speranza di una ricompensa, aiutare l'attuale signore della città a mantenere il potere nella medesima speranza, oppure cercare di reclamare il trono per loro stessi.

Che ne pensate? 

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Un signore dei non morti diverso dal solito potrebbe essere un necromentale del fuoco, adatto al deserto. Altra opzione, da verificare se rientra in un GS fattibile, è un PNG chierico/Walker in the Waste 10 con la traformazione finale in Dry Lich. Se invece hai dimestichezza con il ToB puoi pensare a uno Swordsage necropolitano, magari con focus sulle manovre Desert Wind.

Link to comment
Share on other sites

Idee sparse:

Sulla costruzione della sala principale non mi viene in mente nulla di innovativo (secondo me se cerchi su internet riesci a trovare sicuramente qualcosa) però una cosa interessante potrebbe essere dare un' ulteriore utilità al trono durante il combattimento. Ad esempio il necromante, sedendovi sopra, rilascia una potente energia che danneggia i PG, oppure il trono lo cura mentre dai sepolcri escono un' infinità di non morti che cercano di ostacolare il più possibile gli avventurieri, anzi, addirittura la stanza stessa che si modifica in modo da tenerli lontani... insomma darei un ruolo centrale anche in combat a questo manufatto, in modo che i pg cerchino di allontanare il più possibile il necromante dal trono.

Per quanto riguarda la fonte del potere emanata dal trono potresti introdurre essere un elemento visivo, magari più ci si avvicina al trono, più l' architettura della città sembra essere soggetta allo scorrere del tempo (più rovine, più sabbia sugli edifici, meno vegetazione, ecc..). Oppure qualcosa di meno visibile, ad esempio se c'è la possibilità di parlare con i paesani, si nota che avvicinandosi al trono vi è un maggiore asservimento degli scheletri al volere del signore.

Edited by Burronix
Link to comment
Share on other sites

La sala del trono potrebbe essere piena di macerie, magari nel pavimento ci sono delle crepe e dei buchi che lo fanno crollare, volendo si possono collocare anche colonne piene di liane/piante varie, che a comando del lich attaccano i pg, o delle vecchie fontane ora piene di sabbia che si animano per afferrarli; se i non morti della città sono ancora intenti a fare quello che facevano in vita, magari potrebbero non accorgersi del combattimento, e quindi mentre i pg combattono ci sono servitori che portano vassoi, danzatrici che volteggiano in mezzo alla sala e persone che provano a dialogare con loro 

per il lich, forse è un poco forzato, ma per farlo un po’ diverso dal solito puoi provare a partire con un druido, e magari prendere la cdp Walker in the Waste, ma non so bene come potrebbe uscire 

riguardo al trono: se i pg hanno il tempo di gironzolare per la città, magari potrebbero imbattersi in un vecchio santuario ora mezzo distrutto, che narra le origini della città e dove appare per bene il ruolo del trono come artefatto potentissimo; in combattimento, il lich potrebbe non alzarsi mai dal trono, e delegare la sua difesa personale a guardie o simili, ed ogni volta che lancia un incantesimo sbatte la mano sul trono, o fa qualche altro gesto che permetta ai pg di capire non serva solo come “sedia”

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Per quanto riguarda gli "abitanti" della sala del trono, ricordo che in 3.5 (è quella l'edizione in cui giocate, credo) gli archetipi "scheletro" e "zombie" possono essere applicati a qualsiasi creatura vivente dotata di scheletro.
Quindi le guardie possono essere anche creature diverse dai soliti umanoidi.

Link to comment
Share on other sites

Dal punto di vista strategico, non posso aiutarti, mi spiace, ma sinceramente mi piace molto l'idea di Voignar dei non morti che continuano le loro mansioni.

Per il non morto boss, invece, ho un paio di idee. Innanzitutto, c'è l'archetipo della mummia superiore, su "Dei e semidei". Se non vuoi che sia il fedele di una divinità, ti basta ignorare quella parte, e presentarlo come un "signore delle mummie molto potente". Per il resto, lì c'è pure un esempio con un chierico di Seth Attento però: per l'esempio ci siano stati degli errori, corretti nell'accessorio di aggiornamento alla 3.5. Invece, qualora tu voglia creare una creatura da zero non c'è problema, l'archetipo in sé infatti non ha subito nemmeno un cambiamento con l'aggiornamento.

Altrimenti, sul Liber Mortis c'è una creatura molto interessante: l'angelo della rovina. Non farti ingannare dal nome, perché con i celestiali non c'entra una beata fava. Essa è una creatura estremamente potente: di GS 15, quando non vola intorno a lui si forma una pozza di vile corruzione che esce direttamente dal suo corpo. Se qualcuno calpesta questa pozza, deve superare un TS su Riflessi con CD 27 o subire 5d6 danni (superare il TS dimezza il danno); dopo ciò, un'altro TS con CD 27, stavolta su Volontà, serve per non rimanere nauseati per 1 turno. Come se non bastasse, l'angelo si cura di 5 PF ogni volta che qualcuno subisce danno grazie alla sua pozza di corruzione (per inciso, questa capacità è chiamata "Aura di putrefazione", e dato che anche superando il TS si subiscono danni dimezzati, la creatura si rigenererà di 5 PF ogni volta che un giocatore si avvicinerà a lui (fortunatamente, il tiro non va ripetuto ogni round che si sta sopra alla pozza, a meno che un giocatore non esca e poi ci rientri). Manco a dirlo, questa capacità capita a fagiolo per rendere difficoltoso l'avvicinarsi al trono e attaccare il non morto!

In mischia l'angelo se la cava piuttosto egregiamente: se in un round colpisce un personaggio con più di un attacco, infliggerà 1d6+5 danni extra e, manco a doverlo specificare, si curerà di 5 PF. Per tenere un combattimento impegnato sulla distanza, invece, metti delle guardie non morte (meglio zombie che scheletro, se seguirai il consiglio degli "scheletri cortigiani") e dai all'angelo della rovina la possibilità di lanciare incantesimi come stregone, necromante o chierico di, diciamo, 6° livello. Senza aggiungere DV o bonus ai TS base, semplicemente dagli le capacità di un personaggio di quel livello di classe. Sì, so cosa starai pensando: questo obrobrio è troppo potente per 3 PG di 10° livello, giusto? Allora abbassagli la Forza a livelli ragionevoli (sul serio, 2d6+18 danni ad ogni artiglio? E con un bonus al TxC di +13? Direi che è un po' troppo!), se necessario l'armatura naturale (ma non troppo), e comunque ricordati che stando seduto sul trono non può beneficiare del bonus di DES. In questo modo la CA arriverebbe tra il 20 e il 24.

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Similar Content

    • By bobon123
      Allora, ho questa idea/espediente bizzarro che mi sta rimbalzando in testa da una mezza giornata, non mi piace per tanti motivi - non ultimo va contro tanti criteri che usualmente considero inamovibili - ma nel caso specifico vi trovo un perché. Quindi ve la propongo.
      Una campagna che sto ideando, inizierà con i personaggi reclute dell'esercito, in un mondo particolare di cui gli elementi base avranno molta rilevanza nell'avventura stessa. Le prime tre sessioni sono pensate per avere, tra le varie cose, allenamento e esami finali per diventare soldati effettivi (e insegnare in modo soft il sistema). Le prove non necessitano di essere superate, ma i PG avranno la possibilità di ottenere alcuni premi a seconda delle loro prestazioni individuali complessive alla fine delle prove. Tra le varie prove più dinamiche, volevo mettere una prova di int/sag per dare visibilità e bilanciare i voti anche ai personaggi con propensioni diverse dall'atletica.
      Ora, io odio gli indovinelli, perché è praticamente impossibile calibrarli perché siano interessanti: o i giocatori capiscono al volo la risposta, e risulta banale e non divertente, o non la capiscono, ed è solo frustrante, la sessione perde ritmo mentre i giocatori si arrovellano inutilmente fin quando il DM dà un indizio per uscire da questa agonia. Ma in questo caso, essendo qualcosa di completamente facoltativo, la trovo una soluzione ragionevole. Stavo però pensando ad un espediente aggiuntivo: undici domande a risposta multipla, cinque minuti di tempo, e tra queste alcune delle domande sono sul mondo di gioco che ho presentato.
      Ora, di base interrogare i giocatori sul mondo lo trovo un'espediente scarsissimo per attirarli verso l'ambientazione. Ma in questo caso non mi sembra così malvagio: è molto organico, e soprattutto i giocatori che sono interessati hanno un piccolo vantaggio, ma se non sono interessati non succede niente. Nel peggiore dei casi dopo cinque minuti la sessione va avanti comunque e il dente è tolto, non si rimane bloccati sull'indovinello inutilmente.
      Meccanicamente, per rendere il tutto più ludico e meno scolastico, vi sarebbero tre regole aggiuntive.
      I personaggi possono fare un test di knowledge prima del test per sapere la risposta ad un certo numero di domande a caso. Il master metterà direttamente una X sulle domande eliminate, e saranno considerate corrette. I giocatori possono decidere di lasciare all'intuizione del personaggio su una domanda di cui non sanno la risposta, segnando una R sul foglio oltre ad un certo numero di risposte (per esempio AC). Se lo fanno, tirano su saggezza e in caso di successo la risposta è corretta se era tra le risposte segnate. Il tiro è più difficile tante più risposte si sono lasciate. I giocatori possono decidere di provare a copiare su una domanda, segnando il nome del bersaglio da cui copiano sul foglio oltre alla risposta. Tirano su rapidità di mano vs la percezione del sergente, se passa prendono la stessa risposta del bersaglio, altrimenti tengono la loro. Il tiro è più difficile tante più volte viene provato. Alla fine, viene assegnato il punteggio come somma delle risposte corrette, e il punteggio andrà a influenzare il voto finale (a cui i personaggi dovrebbero tenere, ma se non passassero non succederebbe niente).
      Non mi sembra noioso, e avrebbe il vantaggio di far ripassare ai giocatori gli elementi base del mondo. Che ne dite? Sembra comunque forzato? Suggerimenti su tipologie di domande?
    • By Percio
      Vorrei realizzare un dungeon con delle porte che richiedano ai PG una prova di forza per essere aperte ma che si aprano facilmente per mostri umanoidi e che permettano anche ad altre creature (Ragni giganti ecc) di passare. Qualcuno ha delle idee?
      Nell'ultimo megadungeon avevo "risolto" il problema con delle porte scorrevoli molto pesanti che si aprivano da sole all'avvicinarsi dei mostri non umanoidi (i giocatori dopo un po' avevano anche capito la cosa ed erano stati in grado di sfruttarla a proprio vantaggio), ma non vorrei ripetermi troppo.
      Grazie a tutti
    • By Arcanomistero21
      After the End è la mia idea per un GDR basato su un gruppo di esploratori che devono distruggere la fonte di energia negativa di un isola sperduta in mezzo al cielo ( se volete vedere cose simili guardate il blog di @Lyt) e poi fuggire prima che l'isola esploda in modo da tornare a casa. Questa discussione la creo per ricevere consigli su quest e altro
    • By Asmodee
      Salve volevo chiedere aLa community  delle piccole idee per delle avventure di inizio per giocatori di 1 e 2 LV
      Grazie 
      Asmodee
    • By Lyt
      Allora piccola premessa al mio problema
      Tra qualche settimana partirò con degli amici per un viaggetto. Andremo in treno, e tra le varie idee per passare il tempo (viaggio di quasi 4 ore) abbiamo pensato ad una one-shot a dnd (di cinque persone tre giocano regolarmente, uno giocava molto e una è interessata ad imparare). Pensavo a qualcosa di un 1:30/2:00 ore e a tema treno
      Ho fatto una ricerca e ho trovato una avventura apparentemente perfetta che forse conoscerete: Assassinio sul Treno Folgore
      Ci sono un paio di problemi però (al quale ho provato a pensare a delle soluzioni)
      Di 5 player solo uno conosce l'ambientazione di eberron. Ma stavo pensando di adattare l'ambientazione al nostro viaggio, quindi chiamare le citta come le storpiature delle citta che visiteremo, e le nazioni col nome delle nazioni del Italia rinascimentale. Cosi da mettere tutti i player a loro agio è una avventura da D&D di una vecchia edizione, mentre tutti i player sono giocatori della 5e, e soprattutto mi sembra difficile imparare una vecchia edizzione per una sola one-shot, come posso modificarla? ho trovato questa versione adattata da un fan per la 5e, che dura un pochino di più ma sembra interessante, la prendo?  I pg sono gia fatti, mentre ai miei player piace crearseli di solito. Pensate sia un problema? è un grande problema se creassero da loro i pg? nel caso li dovrei indirizzare in una direzione o li do piana liberta? In generale quindi vorrei idee e pareri su questa piccola avventura che sto pianificando. E pareri se qualcuno la già giocata come one-shot
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.