Jump to content

Gevers

Circolo degli Antichi
  • Content Count

    114
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

15 Goblin

About Gevers

  • Rank
    Iniziato
  • Birthday 07/07/1994

Profile Information

  • Gender
    Maschio
  • Location
    Cave
  • GdR preferiti
    D&D, GRV
  • Occupazione
    Studente, barman

Recent Profile Visitors

757 profile views
  1. Perfetto, grazie ad entrambi per le celeri risposte.
  2. Buongiorno, desidererei chiarimenti su come funziona questo incantesimo, mi spiego con un esempio: Mario, Giovanni e Andrea combattono contro Nemico, l'iniziativa è questa: Mario Giovanni Nemico Andrea Tocca a Mario che lancia Blocca persone su Nemico, Nemico fallisce il suo TS su volontà. Tocca a Giovanni che probabilmente farebbe un colpo di grazia, ma diciamo che fà altro. Tocca a Nemico, ora, Nemico ha diritto al suo TS su volontà per terminare l'effetto dell'incantesimo? Nonostante l'incantesimo gli è stato lanciato in questo stesso round? Tocca ad Andrea, se il nemico di prima ha superato il TS su volontà non è più considerato paralizzato giusto? Quindi secondo questo ragionamento in questo round il Nemico è paralizzato nei turni di Mario e Giovanni, impiega un round completo per ritentare il TS, lo supera, quando poi tocca ad Andrea il nemico è al pieno delle sue funzionalità. Corretto? Grazie a tutti e scusate se il post può apparire stupido...
  3. Io ho pensato che un ufficiale corrotto, tratterrebbe il pg e al contempo informerebbe l'organizzazione di questa sua scoperta, attendendo poi istruzioni. Dando così ai pg il tempo di elaborare un piano e tentare di liberare il bardo, che sembra la via che gli altri 2 pg vorrebbero intraprendere.
  4. Probabilmente però ti stai dimenticando che l'ufficiale in questione è corrotto dall'organizzazione criminale e che il pg gli ha ammesso che sta indagando sulla suddetta organizzazione, cosa farebbe secondo te Cosa Nostra ad una persona del genere?
  5. Purtroppo escluderlo dalla campagna ne segnerebbe la sua fine visto che già sono 3 giocatori e di giocare 2+ master proprio non mi va... Comunque grazie a tutti per l'attenzione e i consigli, stò parlando col gruppo e si deciderà insieme cosa fare.
  6. Il giocatore in questione ha 40+ anni, a me sinceramente piacerebbe impartire una lezione al personaggio, seppur evitando di ucciderlo, appunto avevo pensato ad un esilio forzato dalla città, compagni compresi. L'esilio dalla città comporterebbe per loro una grave perdita in termini di informazioni sull'organizzazione a cui danno la caccia (non bloccando la campagna ovviamente, ma rendendo la sua progressione molto più difficile). Così lo lascerei in pasto ai suoi compagni, delegando l'amministrazione della giustizia divina a loro.
  7. Il bardo è stato picchiato perchè prendeva in giro l'ufficiale, gli altri del gruppo purtroppo uno era assente e l'altro era il picchione svenuto. Il ladruncolo in realtà era un ladro di pari livello dei PG (il borseggio era uno sviluppo di una sottotrama) ed è stato estremamente fortunato, mentre il picchione molto sfortunato. Forse la cosa più coerente è ucciderlo, ma dare ai PG la possibilità di salvarlo, anche se molto difficile, o bandirli tutti dalla città...
  8. In realtà poi parlandoci a mente fredda (qualche giorno dopo) mi ha detto che si è comportato in questo modo per ripicca verso uno degli altri PG che si è rifiutato di condividere alcune informazioni (irrilevanti) con lui.
  9. La situazione che sto per descrivere a me personalmente sembra assurda, ma è quanto mi è capitato nell'ultima sessione dove masterizzo d&d 3.5... Il gruppo, 3 personaggi di lvl 3 + 1 PNG, si trovano in una città ad indagare su una grossa organizzazione criminale che imperversa in tutta la contea. Lo fanno in maniera estremamente discreta perchè sanno che l'organizzazione ha uomini in tutti i livelli della società, un pò simil Mafia e non sanno chi sia corrotto o no. Si trovavano in città da alcuni giorni e già avevano raccolto abbastanza informazioni da capire chi era l' Al Capone dell'organizzazione. Camminando su una strada molto affollata uno di loro viene borseggiato dal un ladruncolo che si da alla fuga, il picchione del gruppo parte all'inseguimento ma il ladro riesce ad avere la meglio e a mandarlo a -1 pf. Sopraggiungono gli altri che lo medicano, ma rimane svenuto. Intanto la folla alla vista del sangue si era totalmente dispersa e allertate dal trambusto sopraggiungono due guardie... Quanto segue è la trascrizione integrale del dialogo tra le due guardie e il BARDO del gruppo... Guardia: Che cosa stà succedendo qui? Perchè quell'uomo è a terra ricoperto di sangue? Bardo: Non stà succedendo nulla signori, il mio amico è solo ubriaco! Guardia: E allora da dove viene tutto questo sangue? Bardo: Ehmm... ehmm... Stava litigando con un altro ubriacone! La discussione è degenerata e sono finiti a bottigliate! Guardia: E dove si trova questa persona adesso? Bardo: è fuggita! Guardia: In che direzione? Lo conoscevate? Bardo: Ehmm... Ehmm... Guardia: Spiegami bene come è andata. Bardo: Il mio amico stava inseguendo un ladro, che l'ha ferito con il suo pugnale. Guarida: Ma non è stato ferito da un ubriacone con cui litigava? Bardo: Ehmm... Ehmm... Guardia: Credo che tu ci stia nascondendo qualcosa, seguiteci alla guarnigione. Facepalm del gruppo... I PG vengono scortati fino alla caserma e fatti accomodare in una stanza. Dopo poco entra un ufficiale e le due guardie di prima. Ufficiale: Buongiorno signori, i miei uomini mi dicono che gli avete mentito per quanto riguarda l'uomo ferito che vi accompagna, desiderate spiegarmi il motivo? E cosa è successo ESATTAMENTE? Bardo: (in tono palesemente canzonatorio) e niente... era un ladro ubriacone! Ufficiale: (molla un manrovescio guantato al bardo) La verità! Ora! Bardo: Perchè l'ha fatto? Ufficiale: (altro manrovescio al bardo) Ti ho detto di dirmi la verità, oppure ci saranno gravi conseguenze per voi! Bardo: Vabbè le dico la verità, sono un ficcanaso e stò indagando sullo spaccio di droga in città! Ufficiale: (in tono molto interessato per cercare di far capire che suddetto ufficiale è uno di quelli corrotti) Ah si? E cosa hai scoperto? Bardo: Che lei è un tossico! Anche lei fa uso di quella roba! Ufficiale: (basito oltre ogni modo) che cosa??? Bardo: E che lei è un corrotto! Viene pagato dai criminali! A quel punto il silenzio è sceso sul tavolo di gioco... Nessuno osava proferire parola... Inutile dire che il bardo è stato ridotto in fin di vita a suon di botte e poi gettato in una cella. A quel punto ho deciso di chiudere lì la sessione perchè avevo bisogno di riflettere ( ed erano quasi le 4 di mattina). Prima di tornare a casa però la domanda al bardo la dovevo fare... Perchè l'hai fatto? E lui: Non lo so. Dopo tutto questo voi vi chiederete, si vabbè ma che vuoi? Sinceramente comincio a non esserne più sicuro neanche io di quello che voglio o del punto del post... Forse ho bisogno solo di qualche consiglio su come gestire questa situazione...
  10. Prendiamo per esempio il Chaos mantle, sulla lista dei poteri ha scritto: 1 Destiny dissonance, 1 Matter agitation, 2 Distracting shout... ecc, io intendevo quel numero prima del nome del potere, ma credo tu abbia ragione, è il livello del potere per determinare CD e così via. Grazie mille della risposta. Edit: per quanto riguarda i poteri contenuti nel manuale completo delle arti psioniche, visto che non è specificato il mantle, posso assumere che si debba usare la versione psion/wilder? Perché in base alla classe alcuni poteri hanno un costo in pp diverso
  11. Salve, ci sarebbe qualcuno in grado di spiegarmi come funziona l'acquisizione di poteri dell'ardent? Un ardent può scegliere i propri poteri solo dai mantelli che ha scelto, e non deve avere più poteri derivanti da mantle secondari che da quelli primari. Fin qui ci siamo... I miei dubbi sono: Cosa rappresenta il numero vicino ad ogni potere nella descrizione dei mantle? Per acquisire un potere un ardent deve avere un manifester level uguale al costo in punti potere del potere, corretto? Per i poteri che hanno un costo diverso in base alla classe che lo acquisisce quale dovrebbe usare l'ardent? Queste sono le domande che mi vengono in mente al momento, comunque qualsiasi chiarimento sul metodo di acquisizione dei poteri dell'ardent è ben accetto. Grazie a tutti.
  12. Salve a tutti, sono un master di un gruppo di 3 giocatori di lvl 10, un derviscio, un mago e un beguiler e ho bisogno di idee per uno scontro cardine che i pg stanno per affrontare. I pg al momento si trovano in una città nel deserto, abitata da non morti che apparentemente non si sono resi conto della loro condizione di non vita... ES. uno scheletro vestito da contadino che zappa la sabbia, scheletri avventori di locande che bevono boccali pieni di sabbia che ovviamente cade per terra, credendo che sia ottima birra e così via... La città è governata da un potente re non morto che ha acquisito il suo potere grazie al trono su cui siede, un portentoso artefatto che da grandi poteri di controllo sui non morti e trasforma chi vi si siede in un lich, a patto che accetti le condizioni imposte dal trono... I pg sono accompagnati da un PNG Rakshasa Abjurant Champion 5, che a malavoglia hanno accettato di aiutare nella ricerca delle sue origini. In realtà il rakshasa ha raccontato una tonnellata di balle ai pg per farsi accompagnare qui, il suo vero obiettivo è prendere possesso del trono e così trasformarsi in lich e controllare la città spodestando il suo attuale possessore. Ai sui occhi i pg sono semplicemente carne da macello. L'attuale possessore del trono e re della città conosce il PNG e diventerà ostile appena lo incontrerà. Detto questo, quello di cui ho bisogno è: - il layout della sala del trono: come rendere questa sala tatticamente interessante per il combattimento che vi si svolgerà? - l'attuale signore della città: non ho voglia del solito lich incantatore che usa i suoi minion per rallentare i pg mentre li bersaglia da lontano, che creatura non morta (con o senza classi da pg) potrebbe essere interessante? - come posso far capire ai pg che la fonte di potere che alimenta la città è il trono? non può essere un qualcosa di troppo semplice, altrimenti gli altri non morti intelligenti al servizio dell'attuale signore della città avrebbero già potuto capirlo e così tentare di spodestare il loro signore (che non abbandona mai la sala del trono e raramente si alza dallo stesso) Arrivati alla sala del trono e avendo fatto qualche collegamento i pg si troveranno davanti a 3 scelte: aiutare comunque il rakshasa nel conquistare il trono nella speranza di una ricompensa, aiutare l'attuale signore della città a mantenere il potere nella medesima speranza, oppure cercare di reclamare il trono per loro stessi. Che ne pensate?
  13. Ti posso esporre un piccolo riassunto della campagna che sto conducendo attualmente, magari può darti qualche spunto. Il cattivone di turno ha resuscitato un vecchio culto malvagio ormai distrutto da tempo per usarlo come facciata per le sue macchinazioni. Ha messo subito in chiaro al mondo che l'obiettivo di questo culto è di impossessarsi di 5 portali sparsi per il mondo che vorrebbe utilizzare per i suoi scopi super malvagissimi e bla bla bla... I PG, avendo vissuto in prima persona le azioni di questo culto hanno deciso di mettersi in viaggio per distruggere i portali in modo che il culto non possa impossessarsene. Dove stà la fregatura? In realtà i portali non sono tali ma sono sigilli che impediscono a tanti altri cattivoni di invadere il piano materiale. I creatori di questi sigilli, per evitare che venissero distrutti li creò in modo che solo una persona "pura di cuore" (aka buona) potesse avvicinarcisi. Qui si rende chiaro l'obiettivo del cattivone, mettere a credere ai buoni del mondo che distruggere i portali sia la cosa migliore da fare, inconsapevolmente facendo il suo gioco e portandolo alla vittoria. Per rendere la cosa più interessante, lo scontro finale sarà proporzionalmente più difficile in base a quanti sigilli i PG avranno distrutto prima di rendersi conto che quello che stavano facendo era solo il gioco del cattivone. Ovviamente hanno e avranno tutti gli elementi del caso per capire che qualcosa non va... Spero di esserti stato d'aiuto.
  14. Questo link dovrebbe funzionare, https://drive.google.com/open?id=1cfHAfPxIG8VZ5Dq199K32lzdK2N1rMuw se non vi fà vedere il preview potete tranquillamente scaricare l'immagine. Ricordo che stiamo parlando della mappa di una porzione del mondo, non dell'intero globo. Immaginate come la mappa di Faerun che è un continente di Toril, la mappa dell'intero mondo forse la realizzerò un giorno, ma ai fini dell'ambientazione quella di un singolo continente dovrebbe bastare. A breve un'update sul work in progress!
  15. Sono contento che l'atollo a sud-ovest vi abbia incuriosito così tanto, il motivo della sua conformazione è che al centro dell'atollo, sul fondale marino, si trova uno dei 5 portali che conducono sull'unico altro piano di esistenza presente in quest'ambientazione, sigillato millenni fà da un gruppo di draghi metallici per impedirne l'uso alle loro controparti cromatiche. Il gruppo di isole attualmente è utilizzato come base e rifugio per fuorilegge e pirati di qualsiasi tipo (un pò simil tortuga). Le nazioni che popoleranno il continente sono già decise e pronte, la storia è completa al 40%, creare un'ambientazione è un lavoro infinito... Ecco comunque una versione modificata, come al solito, pareri e consigli sono sempre ben accetti. https://drive.google.com/file/d/10roBrJXzDw3ANOav5zfs-9ZXlk4q0ac0/view?usp=sharing Ho cambiato un pò di cose, soprattutto la conformazione del mare centrale e lo stretto che collega il mare del nord a quello del sud. Se riesco a rimpicciolire la mappa che sto utilizzando adesso con la campagna corrente mi piacerebbe mostrarvela, d'altronde quella che sto sviluppando è la versione 2.0 della stessa. Edit: ci sono riuscito, da 130mb a 22mb, ecco a voi la versione 1.0 https://drive.google.com/file/d/1vNimqVkjRh8TqzO7zOENwcquSILDvmMI/view?usp=sharing
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.