Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Gli Ordini Ignobili

Goblin Punch oggi ci propone degli spunti ed idee per degli ordini di paladini davvero fuori dall'ordinario.

Read more...

Il Futuro di D&D

Ci sono in ballo grandi piani per D&D 5E nei prossimi anni e in particolare in vista del 50° anniversario del gioco di ruolo più celebre del mondo.

Read more...

In Arrivo il Rules Expansion Gift Set

A inizio anno prossimo la WotC farà uscire un set di tre manuali per coloro che sono interessati alle espansioni regolistiche per D&D 5E.

Read more...
By Lucane

L'Arte della Legenda: Parte 4 - La Lista degli Avversari

Volete aggiungere spessore e profondità ai vostri scenari senza per questo complicarvi la vita a tener traccia degli spostamenti di ogni singolo mostro o nemico? The Alexandrian ci offre uno strumento formidabile per la gestione in tempo reale di scenari complessi e di moltitudini di avversari. 

Read more...

Anteprime di Fizban's Treasury of Dragons #2

Andiamo a scoprire delle novità legate a classi, razze e mostri che saranno presenti nella Fizban's Treasury of Dragons.

Read more...

Gemma di Gioco


Albedo
 Share

Recommended Posts

Bene... partenza!

Nel primo post inserite in spoiler una descrizione del vostro pg. Iniziate il post con il vostro nome in grassetto. Ed ora....

 

LE 5 GEMME

 

E’ ormai una settimana che siete in Giappone. In questi giorni avete fatto anche conoscenza con una ragazza, Deborah che si è unita volentieri al gruppo. Nel vostro girare per il paese siete giunti, in un caldo e afoso pomeriggio, a Nagano. L’aria fresca proveniente dalle montagne è piacevole rispetto al caldo afoso dei giorni scorsi, e il tepore del sole estivo vi riscalda dall’aria condizionata dello shinkansen che avete preso e che vi ha fatto sentire quasi dei pinguini.

Portati i bagagli in albergo fate quattro passi per la città imboccando il viale che porta al Tempio Zenkoji, ma purtroppo arrivate tardi trovando le porte del tempio chiuse. Forse avete speso troppo tempo a guardare le vetrine dei negozi e dei ristoranti…

Il vostro sguardo deluso e aspetto rattristato attira l’attenzione di 5 ragazze locali. In breve tempo fate conoscenza ed esse si presentano a voi con i loro nomi: Mariko, Mayu, Nagisa, Asuna e Kaede. Dopo aver scambiato qualche chiacchiera, le ragazze vi accompagnano in un piccolo ristorantino di soba, in una via secondaria, per cenare tutti insieme.

La serata passa in allegria, parlate un po’ di tutto nonostante qualche limite dovuto alla lingua, ma, in un modo o nell’altro riuscite a comunicare abbastanza bene. Al termine della cena le ragazze vi invitano a fare quattro passi per la città per bere insieme qualche birra. La serata passa rapida e piacevole e infine vi salutate e vi separate.

Dopo una decina di minuti vi accorgete di aver sbagliato strada e tornate sui vostri passi, nel dedalo delle vie della città notate, in un vicolo poco illuminato qualcosa. Vi fermate per osservare meglio e notate che le vostre nuove amiche sembrano avere dei problemi: quattro ragazzi visibilmente ubriachi le stanno importunando. Le cinque ragazze sono strette fra loro, le braccia chiuse al petto rivolte verso l’alto.

Link to comment
Share on other sites


Alessandro

Spoiler

Alessandro, erede di una famiglia famosa per le abilità atletiche, è un ragazzo con un viso pieno zeppo di lentiggini, un naso greco (tipico di molti modelli) e degli occhi infossati di uno spiccato color verde acqua. E' un ragazzo con un carattere e un'intelligenza perfettamente nella media, forse la sua prudenza e buon senso potrebbero risultare a dir poco eccezionali.

 

Altezza: 190 cm

Peso: 80 Kg

Tratti distintivi: non si fionda mai nel pericolo. Sceglie la situazione a parer lui più logica e sicura.

"Ragazzi, io mi nascondo e chiamo la polizia. Teneteli occupati, insomma perdete tempo." sussurro ai miei amici. Successivamente mi nascondo e chiamo la polizia.

Spoiler

Furtività +9.

Le parole che non conosco in giapponese le dico in inglese sia ai miei amici (se non ho amici italiani) che alla polizia. Essendo una lingua prettamente mondiale ci si dovrebbe capire.

 

Link to comment
Share on other sites

Makoto 誠 Kobayashi 小林

Spoiler

Makoto è un ragazzo di altezza normale e con un viso dall'aspetto comune. Non è particolarmente bello ma neanche brutto. Ha corti capelli neri e occhi neri. E' abbastanza in forma ma non particolarmente muscoloso. Sapete che viene da una famiglia giapponese agiata e di lunga tradizione ma che Makoto è un po' la pecora nera della famiglia, al posto di studiare sui libri si è messo ad imparare trucchi magici e lettura dei tarocchi. Cosa che gli riesce particolarmente bene quando deve far colpo sulle ragazze.

"Ma cosa ti nascondi?!" Rispondo stupito ad Alessandro. "Questo è il momento giusto per intervenire e fare gli eroi. Guardale, sono impaurite mentre loro sono talmente ubriachi che non si reggono quasi in piedi. Sarà facile sbarazzarsi di loro e poi pensa alla ricompensa!" Faccio un paio di passi avanti per vedere se gli altri mi seguono. Se prima avevamo delle buone chance di approfondire la nostra amicizia con le ragazze adesso abbiamo quasi la certezza matematica.

Link to comment
Share on other sites

Deborah

Descrizione

Spoiler

star-wars-rogue-one-11.jpg.ff2d5c5efdf4a9d1133bff15299c4fc9.jpg

Deborah e' una ragazza di origini italo-americane, residente a New York, nel quartiere di Brooklyn. Suo padre, siciliano di nascita, faceva parte delle 5 famiglie mafiose che controllano la citta'. Deborah nasce e cresce in un ambiente malavitoso e si trasforma in una ladra niente male, con anche qualche dote piu' oscura...naturalmente i suoi nuovi amici conosciuti in Giappone non sanno niente di tutto questo. Il suo carattere e' spiglliato, con un umorismo tagliente, sempre in competizione come a voler dimostrare di valere come e piu' di tutti gli uomini. 

La serata era andata bene, una buona cena e un paio di birre con delle spldendide ragazza. Deborah da tempo aveva accettato la sua bisessualita' e la viveva in completa liberta'. Quando trovarono le ragazze minacciate da quattro ubriachi, il sangue le corse al cervello. Con un respiro profondo si calmo' e disse: Si, niente polizia. Sistemiamola noi questa faccenda. Si passo' la lingua sulle labbra e avanzo' cercando di nascondersi tra le ombre del vicolo, mettendosi alle spalle di uno degli aggressori e preparandosi a saltargli addosso non appena gli altri si fossero mossi. La lama di un coltello scintillo' improvvisamente in una delle sue mani...

DM

Spoiler

Stealth +7 per muovermi silenziosamente alle spalle di uno degli aggressori e Percezione +5 per vedere se sono armati,

 

Link to comment
Share on other sites

Nicholas

Spoiler

Nicholas è un ragazzo italiano di origini inglesi; i suoi genitori si sono trasferiti nel Bel Paese quando lui era ancora piccolo, per motivi di lavoro. E' appassionato di scherma storica e difficilmente si separa volentieri dalla sua spada, nientemeno che una riproduzione della Durlindana del paladino Orlando. E' alto circa un metro e settantacinque, non è forzuto, ma è agile e resistente, porta capelli neri tagliati corti e ha gli occhi grigi, tratto particolare che ha ereditato dalla madre. Caratterialmente è un tipo tendenzialmente allegro ed estroverso, dotato di un umorismo tagliente che più di una volta lo ha messo nei guai. 

Ma proprio qui dovevano capitare , questi?!

Visto come si era sviluppata la situazione, non riusciva a pensare altro. Certo, è vero che gli aggressori erano ubriachi, ma non per questo andavano sottovalutati. Cercò di nascondersi tra i vicoli, osservando i quattro per vedere se avessero armi con sé, ed eventualmente se riusciva a trovare qualcosa per difendersi.

DM

Spoiler

percezione +7 per vedere se i quattro sono armati, ed eventualmente (visto che mi pare strano che possa girare con una spada lunga) se trovo armi, come spranghe o simili; se invece posso usarla, uso la spada e puoi ignorare l'ultima parte del post). 

 

Link to comment
Share on other sites

Raccogliendo il coraggio nche avete, e pensando ad un'eventuale "dolce" ricompensa vi fate avanti determianti, e con voce ferma richiamate l'attenzione dei molestatori, Deborah scivola fra le ombre portandosi alle loro spalle senza che se ne accorgano e uscendo all'improvviso sotto la luce tremula di un lampione, dà il colpo di grazia alla spavalderia e orgoglio dei quattro ubriachi che, senza tanti complimenti si danno rapidamente alla fuga cadendo più volte nella corsa.

Rimanete per qualche secondo ad osservare i tre che scappano incespicando e quando non sono più in vista tirate un sospiro di sollievo. Anche le ragazze sono più rilassate.

Grazie mille  esclama Asuna facendo un passo avanti.

 Per ringraziarvi domani vi faremo da guide aggiunge Mayu

Verremo a prendervi al vostro albergo alle otto in punto!  Specifica Mariko

Mettete vestiti comodi perché ci sarà da camminare parecchio  Suggerisce Nagisa

 Biglietti e pranzo ovviamente offerti da noi!  Conclude Kaede

E’ mattina e puntuali uscite dall’albergo trovando le vostre guide ad attendervi. Dopo i saluti iniziali prendete l’autobus e tornate al tempio Zinkoji. Innanzi al primo cancello, che la sera prima non avevate guardato bene, rimanete a osservare le colossali statue di legno custodite all’interno e che rappresentano dei demoni guerrieri.

- Sono i guardiani del tempio – spiega Mayu – si credeva che questi proteggessero il tempio dalle entità malvagie, in alcuni casi venivano posti anche all’ingresso delle città. Ora andiamo!

Durante la visita del complesso religioso  le ragazze vi portano allo shop del tempio dove acquistano, e vi regalano, 5 omamori, di 5 colori diversi: nero, amaranto, verde, blu, viola.

Mi raccomando Dice Nagisa sorridendo Non separatevene mai!

Dopo un’oretta passata al tempio risalite sull’autobus per raggiugnere seconda tappa. Le ragazze non vi hanno detto nulla su dove sia, ma tra una chiacchiera e un’altra, notate che l’autobus si lascia la città alle spalle e inizia a salire per le montagne, affrontando le curve strette come se l’autista stesse facendo un rally in montagna. Dopo più di quaranta minuti di viaggio, e con un discreto senso di nausea, giungete alla meta.

Siete in uno slargo della strada, c’è un parcheggio, una stradina che scende ripida a sinistra e alcune casette sulla destra. Sostanzialmente si direbbe che siete in mezzo al nulla.

 A destra c’è il villaggio dei ninja – dice Mayu felice ed eccitata coem una bimba – più che altro un’attrattiva per i bambini, però è divertente, ci si veste come i ninja e si affrontano prove da ninja, si impara a lanciare gli shuriken e…

   … e questa bimba – interrompe Nagisa dando un lieve pugno dall’alto sulla testa dell’amica – vorrebbe tanto tornarci! Invece noi andiamo dall’altra parte. Vi mostreremo il sentiero dei cedri secolari.

Prendete quindi la stradina in discesa, superate un ponticello in pietra e giungete al tori di ingresso della via. Su un lato vi è un cartello chiaro ed esplicito anche per chi non sa leggere il giapponese: pericolo orsi.

Chissà, forse in altri tempi avrebbero scritto “attenti agli oni”? – Domanda Asuna

Pronti? – Domanda Kaede mentre vi fa una foto con il suo smartphone

Edited by Albedo
Link to comment
Share on other sites

Hiro Nakamura (samurai)

Fortunatamente gli ubriachi se la danno a gambe senza nemmeno cercare rissa, smidollati. Le ragazze ci ringraziano e ci offrono di farci da guide e pagare biglietto e cibo per l'indomani.

Prima di salire montagne ci fermiamo al tempo Zinkoji per un'oretta, una visita molto interessante e le statue dei demoni guerrieri, protettori del tempio, mi affascinano molto. Le ragazze ci regalano degli omamori, degli amuleti protettivi. Conosco bene la loro funzione, in quanto giapponese, e ne porto già uno piccolino attaccato al cellulare. Senza badare tanto alla scritta, prendo d'istinto quello verde, per poi invece leggere se sul tessuto sia cucito solamente il nome del tempio od anche la specifica funzione protettiva della preghiera riposta all'interno.

Partiamo quindi alla volta delle montagne sopra Nagano. Il pulmino ci porta, rapidamente, lungo una strada molto tortuosa circondata per poi fermarci in un slargo della strada che dunge anche da parcheggio nei pressi di alcune case, sulla destra, che compongono un villaggio ninja, un'attrazione turistica più che storica. Noi invece prendiamo un sentiro sulla sinistra e superato un ponticello di legno ci troviamo di fronte al tori d'ingresso del sentiero dei cedri secolari. Ha tutta l'idea di essere un percorso nella natura selvaggia ed incontaminata, probabilmente una riserva naturale, infatti immancabile troviamo un cartello che ci avverte della presenza di orsi bella zona. Meglio stare in guardia anche se non avere un arma od un bastone per difendermi non mi tranquillizza. Mi toccherà fare il morto come dicono di fare in questi casi.

"Certo." rispondo con aria sicura e sorridendo quando Kaede ci fa una foto di gruppo. Ovviamente Alessandro deve, come lal solito mettersi in mostra facendo la posa di un personaggio anime. La cosa mi fa sorridere perché è buffa, ma anche perché è molto bravo a riproporre la posa e poi Jojo è piaciuto anche a me moltissimo.

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Makoto

La sera prima ci è andata bene con gli ubriachi. Sono scappati via prima ancora di dover alzare i pugni. Anche se la maggior parte del lavoro sembra averlo fatto Deborah sbucandogli alle spalle in quel modo. 

Come preventivato otteniamo una bella ricompensa. Le ragazze ci portano a fare un giro turistico nella zona. Ci mostrano molte cose interessanti anche se personalmente mi interessano più le ragazze dei templi. Quando scendiamo finalmente dal pulmino dopo essere saliti sulla montagna mi ci vuole un po' per riprendermi dagli scossoni.

Prima di mettermi in posa per la foto mi avvicino a Mayu che sembra essere un po' delusa del fatto che non andiamo al villaggio dei ninja: Potremmo sempre andare un altro giorno assieme a vedere il villaggio. Scommetto che sei bravissima con gli shuriken. Le dico con un largo sorriso.

Link to comment
Share on other sites

Deborah

Gli ubriachi si dimostrano per quello che sono, conigli da 4 soldi, che scappano non appena vedono una reale resistenza.

La riconoscenza delle ragazze e' un dolce nettare e conclude molto bene quella giornata.

L'indomani partiamo per una bella escursione, che ci porta infine fuori citta'. Nonostante Deborah sia una creatura metropolitana, apprezza sinceramente la natura e sorride contenta alla prospettiva di quel cammino. Andiamo quindi. E si, anche a me piacerebbe provare a lanciare qualche shuriken. Potrebbero essere un'arma interessante... 

Link to comment
Share on other sites

..oh sarebbe bello! Risponde Mayu a Makoto

Attento! Interviene seriamente Nagisa. Mayuchan è brava  amaneggiare anche altre cose...

Nagisa!!! Esclama Mayu completamente rossa in viso. Se dici così chissà cosa andrà a pensare!

Su bambine Interviene Asuna Incamminiamoci!

@Deborah

Spoiler

Asuna ti supera passandoti molto, molto vicina. Qualcosa mi dice che avrai la tua possibilità ti sussurra facendoti subito dopo l'occhiolino

Superato il tori vi incamminate lungo il sentiero... anche se più che sentiero è una strada in terra battuta larga più di due metri, circondata da una fitta e variegata vegetazione, carino, ma nulla di che.  Lungo il viale nella foresta le ragazze paiono essere un po’ più serie, ma sempre gentili, sorridenti e cordiali Infine giungete all’inizio del viale dei cedri.

In mezzo alla vegetazione si erge un cancello rosso, il tetto di paglia e ricoperto da erbe e vegetazione varia, ma ciò che più colpisce è che guardando attraverso l’apertura si vede il viale e i maestosi fusti dei cedri secolari, è uno spettacolo visivo unico che quasi vi sembra di guardare in un altro mondo.

Le ragazze vi precedono e superano il cancello per fermarsi poco dopo aspettandovi.

Dopo qualche foto di rito superate anche voi il cancello

Passate attraverso il tori, per una frazione di secondo avete l’impressione di vedere una luce abbagliante e… le ragazze non ci sono! Vi guardate in giro e vi accorgete reciprocamente di non indossare più i vostri abiti, ma qualcosa di completamente diverso.

Makoto indossa una strana veste di foggia orientale di color amaranto, Alessandro un'armatura blu con fregi raffiguranti dei draghi, anche Nicholas indossa un'armatura, di foggia compeltamente diversa e di color nero, Hiro si ritrova con una completa armatura da samurai verde mentre Deborah a una comoda e agile veste viola scuro. E' lei anche la prima ad accorgersi che siete tutti armati.

@all

Spoiler

ora inizia l'avventura vera e propria! I vostri pg indossano l'equipaggiamente  e le vesti/armature che avete messo sulla scheda, armi ed eventuali scudi. Le vesti sono dei colori che avete scelto in fase di costruzione del pg e sono dellos tesso colore dell'omamori che vi è stato regalato al tempio.

 

Link to comment
Share on other sites

Deborah

Una luce intensa...e poi...poi cosa?

Cosa diavolo e' successo? Dov'e' la nostra roba?  Mi accarezzo la veste, sento il metallo di una...una...armatura? E' una specie di gioco di prestigio gigante? REGAZZE, DOVE SIETE?

Provo a ripassare attraverso il tori, per vedere cosa succede.

Link to comment
Share on other sites

Makoto

Passiamo attraverso il tori e improvvisamente le ragazze non ci sono più! E inoltre siamo vestisti in maniera molto strana con quelle che sembrano armature. E siamo armati. Deborah parla di gioco di prestigio: Non guardare me! Io non c'entro nulla e da quello che so non è possibile fare un gioco di prestigio di questo tipo. Avrebbero tipo, dovuto ipnotizzarci tutti prima e un sacco di preparazione. Insomma, non è possibile!

Link to comment
Share on other sites

Hiro Nakamura (samurai)

Attraversando il tori subiamo uno strano avvenimento, per un attimo veniamo investiti da una luce abbagliante e giunti dall'altra parte, mi rendo conto che la ragazze non ci sono più, ma soprattutto che i miei amici hanno completamente cambiato vesti. Indumenti, armature come quelle di una rievocazione storica del periodo Edo. Per un attimo penso sia un alucinazione od uno scherzo ben congeniato, poi vedo la reazione sulle loro facce, le loro parole spaventate e confuse, non sono così bravi a recitare, e poi mi rendo conto di essere vestito anche io come loro. Non è possibile, come è successo? Non ricordo nulla di tutto ciò. Quasi sobbalzo per la sorpresa mentre mi tocco l'armatura da samurai verde e la osservo. Con la poca lucidità che ancora mi è rimasta noto che tutti abbiamo vesti uguali ai colori dei talismani che abbiamo scelto al tempo e nuovamente prendo il mio omamori ed osservo cosa vi sia scritto sul tessuto.

Link to comment
Share on other sites

 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.