Vai al contenuto

Benvenuto in Dragons´ Lair

La più grande e attiva community italiana sui Giochi di Ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Le nuove Errata dei 3 Core di D&D 5e con le correzioni del Ranger

La Wizards of the Coast ha appena rilasciato le nuove Errata dei 3 Manuali Base di D&D 5e, ovvero i documenti che raccolgono le correzioni agli errori presenti in quei manuali. Tra le varie modifiche presentate ci sono quelle riguardanti il Ranger del manuale del Giocatore, attese da tempo dai giocatori di D&D. Oltre a ciò, le nuove Errata della WotC raccolgono vecchie e nuove correzioni delle regole descritte nel Manuale del Giocatore, nel Manuale dei Mostri e nella Guida del DM.
Ecco qui di seguito l'annuncio ufficiale della WotC scritto da Jeremy Crawford, con i tre link ai documenti:
I tre manuali base della 5a Edizione di Dungeons & Dragons hanno raggiunto la loro decima ristampa e sono già sulla loro via per andare oltre. Le persone arrivano a D&D in massa!
In coincidenza con questo traguardo, ho supervisionato la preparazione di una nuova serie di aggiornamenti al Manuale del Giocatore, al Manuale dei Mostri e alla Guida del Dungeon Master. Gli aggiornamenti sono dettagliati nei seguenti PDF:
errata del manuale del giocatore
errata del manuale dei mostri
errata della Guida del dungeon master
Questi cambiamenti appaiono anche nel gift set dei Manuali Base che sarà rilasciato questo mese, e i cambiamenti appariranno in tutte le future ristampe dei manuali.
Gli aggiornamenti riflettono il nostro continuo sforzo di mantenere le fondamenta del gioco solide, aggiustando le cose se scopriamo che sono incomplete, poco chiare o errate. Grazie per il feedback che ci fornite ogni mese, aiutandoci sempre a mantenere il gioco stabile e divertente.
Fonte:
http://dnd.wizards.com/articles/sage-advice/errata-november-2018
Leggi tutto...

Il Laboratorio Perduto di Kwalish

Disclaimer: tutte le traduzioni dei termini e dei nomi presenti in questo articolo sono da intendersi non ufficiali, viene lasciata tra parentesi la versione inglese originale.
La WotC ha pubblicato un nuovo modulo di avventura sulla DMs Guild intitolato Il Laboratorio Perduto di Kwalish (Lost Laboratory of Kwalish). Pensata per i livelli dal 5 al 10, quest'avventura si svolge sui Picchi della Barriera. Viene presentata come "una spedizione alternativa" (NdT, "an alternative expedition", in riferimento alla storica avventura Expedition to the Barrier Peaks) che include nuovi mostri, oggetti magici, incantesimi e "oggetti di sci-fi", oltre alla "celebre armatura ad energia (suit of power armor)".
Vengono forniti tutta una serie di possibili agganci per questa avventura, alcuni dei quali richiamano altri recenti prodotti della WotC, tra cui Tomb of Annihilation, Waterdeep: Dragon Heist, Waterdeep Dungeon of the Mad Mage e la Guildmaster's Guide to Ravnica.
I nuovi mostri includono un kraken meccanico (clockwork kraken), delle melme umanoidi (ooze-folk) e una medusa non morta unica (che sembra essere stata uno yuan-ti in origine).
I nuovi oggetti magici includono la lama della Medusa (blade of the Medusa), il mazzo delle molte cose (deck of several things; NdT: è un riferimento al deck of many things, ovvero al mazzo delle meraviglie), la pipa a bolle di Galder (Galder's bubble pipe), l'armatura del mercenario di Heward (Heward's hireling armor), alcune nuove pietre magiche e l'armatura ad energia.
I nuovi incantesimi: sciame di famigli (flock of familiars), corriere rapido di Galder (Galders's speedy courier) e torre di Galder (Galder's tower).
L'avventura è lunga 62 pagine e costa 9.99 dollari americani. Tutti i ricavati andranno all'ente di beneficenza Extra Life.

Articolo originale:
http://www.enworld.org/forum/showthread.php?654872-Lost-Laboratory-of-Kwalish&p=7520675#post7520675
Leggi tutto...

Di navi e mare

Wizards of the Coast, 12 Novembre 2018.
Navi, ufficiali e pericoli del mare aperto - queste cose saranno il focus degli Arcani Rivelati di questo mese.
Più tardi questo mese, sul sito di D&D comparirà un sondaggio dedicato a queste opzioni. Per favore fateci sapere in quel sondaggio cosa pensate degli Arcani Rivelati di oggi.
Questo è Materiale da Playtest
Il materiale di questo articolo è presentato allo scopo di effettuarne il playtesting e di stimolare la vostra immaginazione. Queste meccaniche di gioco sono ancora delle bozze, usabili nelle vostre campagne ma non ancora forgiate tramite playtest e iterazioni ripetute. Non sono ufficialmente parte del gioco. Per queste ragioni, il materiale presentato in questa rubrica non è legale per gli eventi del D&D Adventurers League.
arcani rivelati: di navi e mare
Link all'articolo originale:
http://dnd.wizards.com/articles/unearthed-arcana/ships-and-sea
Leggi tutto...

Cinque Trucchi per il Combattimento che Forse non Conoscevate

Articolo dI J.R. Zambrano
Uno degli aspetti migliori di D&D 5E è quanto sia facilmente accessibile. Le regole sono snelle e facili da usare, sono sensate ed enfatizzano la narrativa. Ma tutto questo non implica che siano definibili semplicistiche. C'è una gran complessità nel combattimento di D&D e ci siamo quindi messi alla ricerca di alcuni sistemi perché possiate ottenere un vantaggio ulteriore la prossima volta che sarete messi alle strette da un cavaliere della morte e da un gruppo di teschi infuocati.
Prepara un Incantesimo per Prepararti a Vincere

Siete stufi di controincantesimo? Se questo è il caso, buone notizie: siete ad un livello sufficientemente alto per cui questo aspetto è diventato importante, quindi congratulazioni. Tornando a noi, se preparate un incantesimo fuori dalla visuale del nemico con un innesco del tipo "quando vedo il nemico di nuovo lancio l'incantesimo" allora l'avversario non potrà mai controincantarlo, non importa quanto ci provi. Quindi potreste in teoria nascondervi dietro un pilastro, preparare una palla di fuoco, un blocca persone o quello che preferite con l'innesco "la prossima volta che vedo i miei nemici" per poi usare il resto del vostro movimento per uscire da dietro il pilastro e rilasciare l'incantesimo.
A questo punto (per come funzionano controincantesimo e il preparare gli incantesimi, quando qualcuno prepara un incantesimo lo lancia, ma non lo rilascia finché l'innesco si verifica, cosa che costa Concentrazione) gli altri incantatori non saranno in grado di fare molto in risposta. Ora, come già detto costa Concentrazione, il che è una rottura. Ma l'idea di un mago che salta dietro un pilastro, traccia al volo delle rune mistiche prima di balzare di nuovo fuori e scatenare la sua furia su un lich è molto accattivante.
Abbatteteli e Bloccateli

Introducete un po' di arti marziali nelle vostre partite di D&D. Si tratta di un trucco in due parti in cui prima gettate a terra prono l'avversario, usando uno degli svariati metodi disponibili per un personaggio: uno Spingere, un incantesimo, un attacco speciale; usate il metodo che preferite, basta che gettiate a terra il vostro avversario. Poi prendetelo in lotta e non si potrà più rialzare finché non si libera dalla lotta. Questo perché costa metà del vostro movimento base alzarsi da prono, ma quando si è in lotta la propria velocità di movimento scende a 0.
Si tratta di un metodo veloce per fornire a tutti i membri del vostro gruppo vantaggio sul bersaglio. E farlo per quanto meno un round, presupponendo che riusciate nelle vostre prove di lotta. Potrebbe essere ora di fare un po' di palestra e di ottenere competenza in Atletica.
Attaccare Furtivamente Più e Più Volte

Questo è un altro trucco che si basa su un uso accorto delle azioni preparate. Si avvantaggia del fatto che un ladro può usare il proprio Attacco Furtivo una volta per turno (e ricordate che un round è composto dal turno di ciascun partecipante) e richiede la collaborazione da parte di un incantatore alleato, ma con l'aiuto di un po' di velocità potrete assicurarvi di fare due attacchi furtivi per turno. Ecco come funziona: usate la vostra azione extra fornita da velocità per compiere un attacco durante il vostro turno (ovviamente rispettando nel contempo le condizioni perché l'attacco sia furtivo) per poi usare la vostra azione "normale" per preparare un attacco con l'innesco di "non appena [prossimo personaggio in ordine di iniziativa] agisce" e non appena non sarà più il vostro turno farete un ulteriore attacco che, come avrete immaginato, sarà eligibile per esser un Attacco Furtivo.
Questo implica che siete in grado di raddoppiare effettivamente il vostro output di danni. Di nuovo richiede un po' di magia per funzionare, ma è un ottimo modo per migliorare la giornata di un qualsiasi ladro.
Sfruttare il Movimento

La mobilità è un aspetto sottovalutato nella 5E. Molte persone pensano alla mobilità come un metodo per raggiungere i nemici più deboli nelle linee arretrate - ed è una giusta considerazione - ma vi permette anche di togliervi dalla visuale nemica. Perché se un nemico non vi può vedere, non vi può attaccare. E se riuscite a negare loro un attacco mentre voi li attaccate, è come ottenere i benefici di un incantesimo di scudo senza effettivamente spendere un slot di incantesimo.
Quindi tenete da parte del movimento durante il combattimento, attaccate e poi spostatevi dietro una copertura o mettendovi in occultamento e siete a posto.
Nel Dubbio Schivate

Una delle azioni meno usate in combattimento è l'azione di Schivata. Essa occupa la vostra azione ma ogni attacco contro di voi ha svantaggio. Se non siete sicuri di cosa fare o avete bisogno di cercare di rimanere vivi ad ogni costo per qualche altro istante per poter a) sopravvivere allo scontro e compiere un riposo breve oppure b) rimanere in piedi abbastanza a lungo perché un guaritore vi lanci qualcosa per rimettervi in senso, allora l'azione di Schivata fa per voi. Specialmente visto che potete comunque muovervi e schivare, per essere davvero difensivi al massimo. In particolare se combinate la cosa con un'alta CA.
Se potete, introducete qualcosa che penalizzi i nemici che attaccano gli altri - per esempio duello obbligato o il barbaro dello Spirito Ancestrale - e avete una ricetta per far sprecare attacchi ai nemici e per massimizzare i vostri.
Per ora direi che è più che sufficiente. Spero che questi trucchi vi aiuteranno a migliorare la vostra efficienza in combattimento nella prossima sessione. Buon divertimento!
E, come sempre, buone avventure!
Leggi tutto...

Ricordate il Cinque di Novembre!

Ricorda, ricorda! Il 5 novembre
La congiura delle polveri contro il parlamento
Non c'è ragione per cui
questa congiura
debba essere dimenticata.
Un'avventura a tema politico può essere molto divertente. Nemici complessi, intrighi, trame e imbrogli si possono combinare in un tipo di esperienza diversa dalla solita esplorazione di un dungeon. Naturalmente quasi sicuramente ci sarà da combattere prima o poi, ma in un'avventura politica il combattimento non è la parte centrale della partita. Partite come questa richiedono un maggiore coinvolgimento da parte dei giocatori, ma lo sforzo speso in più può essere molto soddisfacente.
Alcuni giochi di ruolo - per dire Blue Rose della Green Ronin e Hillfolk di Robin Lawes - si basano fin dall'inizio su questo stile di gioco. Altri giochi, tra cui D&D e le sue varianti, possono richiedere un maggior sforzo per rendere più divertente una partita politica, ma molti sistemi dovrebbero essere in grado di gestire la cosa. Se apprezzate l'investigazione come parte del tema generale, allora il sistema Gumshoe (con giochi celebri come Night's Black Agents di Ken Hite) è pensato apposta per prendere questo concetto e renderlo centrale.

Quindi ecco la mia lista, in ordine alfabetico, di ottimi giochi per partite politiche od investigative! Avete delle aggiunte da proporre?

Blue Rose della Green Ronin è un gioco di "fantasy romantico", ovvero si concentra sulle relazioni, di ogni genere, da quelle politiche a quelle sociali a quelle romantiche. Scritto da Jeremy Crawford della WotC, Dawn Ellion, il celebre Steve Kenson di Mutants & Mastermind, e John Snead nel 2005, la nuova versione usa l'Adventure Game Engine della Green Ronin.

Hillfolk, di Robin D. Lawes, e pubblicato dalla Pelgrane Press, usa il Drama System, con meccaniche che si concentrano intensamente sugli aspetti di ruolo del gioco. Anche se inizialmente si concentrava su un ambientazione preistorica, è stato poi espanso - tramite un Kickstarter di successo - da una serie di eccellenti sviluppatori per coprire molteplici ambientazioni, tra cui Hollywood, scienziati pazzi, spionaggio, Mafia, fantascienza e altro ancora. "Avete presente quelle fantastiche sessioni di gioco in cui le regole e i dadi sembrano svanire, e l'intero gruppo entra spontaneamente in una zona collettiva di pura storia e personaggi? La struttura basilare del Drama System riproduce questa dinamica a volontà."

Night's Black Agents usa il sistema Gumshoe. Questo gioco, creato da Ken Hit, è stato a sua volta pubblicato dalla Pelgrane Press. Il sistema Gumshoe mette al centro della sua struttura l'investigazione e la trama. Se apprezzate trame di spionaggio o thriller, questo sistema fa per voi. NBA presenta degli agenti addestrati che combattono dei vampiri in un'ambientazione moderna. Il sistema Gumshoe è stato creato da Robin Laws ed è alla base di un gran numero di giochi - Ecoterrorists, Trail of Cthulhu, Ashen Stars - e ha come concetto basilare l'idea che troverete sempre degli indizi, la sfida sta nel riuscire ad interpretarli.
Link all'articolo originale:
http://www.enworld.org/forum/content.php?2988-Remember-Remember-The-Fifth-Of-November
Leggi tutto...
Burronix

Film Infinity War con SPOILER

Messaggio consigliato

Ieri ho visto l' attesissimo terzo capitolo degli Avengers e devo dire che sono stato piacevolmente sorpreso.
Due ore e mezza di film in cui riescono benissimo nell' intento di dare a tutti i personaggi lo spazio necessario e, anche se a tratti un pelo forzatamente, tutti necessari ai fini della trama.

Soddisfatto di aver speso i soldi del biglietto, era dai tempi di Doctor Strange che non mi capitava.

Voi l' avete già visto? Pareri?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

A me è piaciuto, al contrario di molti altri. Mi aspettavo un calderone senza senso, ma alla fine sono riusciti a dare a piu omeno tutti il loro spazio. Il finale, beh, lasci tutto aperto, nonostante possa sembrare il contrario. 

Non vedo lora di approfondire la conoscenza con il personaggio della scena post credit!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Trovo che il film in sé fosse difficilissimo da sceneggiare e girare: l'idea di inserire in un solo film così tanti personaggi, come un vero e proprio crossover da fumetto, era a dir poco folle e avevo paura ne uscisse un minestrone forzato e poco omogeneo. Invece mi sono dovuto ricredere: è -  secondo me - uno dei più bei film del MCU e un degno coronamento di un'epopea cinematografica che, nel bene e nel male, ha segnato gli ultimi dieci anni. In particolare ha risolto uno dei gravi problemi dei film precedenti, ovvero il villain: tranne sparute eccezioni (Loki, Ego e forse Zemo), i cattivi dei film Marvel sono sempre stati piuttosto piatti, monodimensionali e quasi "innocui", sovrastati in tutto e per tutto dai supereroi stessi. Thanos risolve questi problemi: ha carisma, si percepisce effettivamente come una minaccia inarrestabile e nelle sue azioni ha persino delle motivazioni non del tutto banali che gli danno quasi un'aura da personaggio shakespeariano. La trama è scorrevole e il finale è molto coraggioso, mi ha piacevolmente stupito. Molto bello visivamente, sia per effetti speciali che per coreografia. Restano alcuni difetti, come la comicità infilata a manciate un po' ovunque, anche in momenti dove è del tutto fuori luogo, o il minutaggio sacrificale di alcune scene/personaggi. Comunque promosso in toto.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

A me è piaciuto. Non l'ho trovato perfetto, ma mi è piaciuto decisamente.
Trovo che il difetto di questo film non sia quello che, immagino, molti andranno a criticare (il finale), ma poiuttosto il ritmo troppo frettoloso, che non dà sempre alle scene il tempo di svilupparsi in maniera adeguata (come diavolo ha fatto Thor a sapere che doveva andare a Wakanda, visto che si trovava nella profondità dello spazio?). Questa frettolosità, comunque, è giustificata da quanto detto da @Yaspis: vista la grande mole dei personaggi e la complessità della trama, è stato un film estremamente difficile da sceneggiare...e da montare; già così il film dura circa 2 ore e mezza, se avessero dato a ogni scena il giusto tempo di sviluppo avremmo avuto un film di 5 ore.

Riguardo al finale, chi conosce un minimo le regole della scrittura (soprattutto di quella delle storie eroiche) sa che con il 4° Avengers la situazione verrà risolta quasi completamente. E' molto probabile che qualche morto ci sarà, ma vedremo il grande disastro verrà risolto.

Inoltre, se si è prestato attenzione agli indizi disseminati Age of Ultron e nello stesso Avengers: infinity War, è possibile farsi una minima idea di come continuerà la storia. Consiglio, in particolare, di fare caso a:

  • La visione di Tony Stark in Avengers: Age of Ultron.
  • Perchè Doctor Strange ha deciso di consegnare a Thanos la Gemma del Tempo, dopo aver giurato di sacrificare le vite degli altri per proteggerla?
  • Chi è sopravvissuto nel finale di Avengers: Infinity War?

E' possibile che altri indizi saranno rilasciati nel nuovo Ant-man e nel film su Capitan Marvel.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

A me non è piaciuto. Troppa fantascienza, che la Marvel fa male, e il cattivo ha motivazioni e metodi da villain di Naruto, oltre che poteri a caso. Manca anche quasi del tutto l'interazione fra personaggi, che era una delle cose belle del primo Avengers ("Genio, miliardario, playboy, filantropo.").

Anche così, però, ha superato le mie aspettative, e l'ho trovato sorprendentemente solido, sia come trama che come ritmo - molto più di Age of Ultron.

Il cliffhanger finale lascia un po' il tempo che trova, visto che non è un segreto che ci sono in programma un film di Spiderman e uno dei Guardiani della Galassia per il 2019/20.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 2/5/2018 alle 11:08, The Stroy ha scritto:

A me non è piaciuto. Troppa fantascienza, che la Marvel fa male, e il cattivo ha motivazioni e metodi da villain di Naruto, oltre che poteri a caso. Manca anche quasi del tutto l'interazione fra personaggi, che era una delle cose belle del primo Avengers ("Genio, miliardario, playboy, filantropo.").

Anche così, però, ha superato le mie aspettative, e l'ho trovato sorprendentemente solido, sia come trama che come ritmo - molto più di Age of Ultron.

Il cliffhanger finale lascia un po' il tempo che trova, visto che non è un segreto che ci sono in programma un film di Spiderman e uno dei Guardiani della Galassia per il 2019/20.

Non so quanto tu sia appassionato di fumetti Marvel, ma di per sé il fatto che ci sia un nuovo Spiderman non implica che questo arrampicamuri tornerà: a parte il "recente" Morales, anche in passato Spiderman è stato in mano a persone che non erano Peter Parker.

Inoltre è chiaro che con il Guanto è ben possibile ribaltare completamente la situazione così come è presentata nel finale.
Del resto Strange ha detto che c'è UN modo per vincere, e anche se non lo ha detto agli altri personaggi è ovvio che una delle condizioni per far avverare quello specifico futuro fosse perdere l'Occhio di Agamotto e far vincere a Thanos questa prima manche. 

By the way, a me il film è piaciuto abbastanza, pur non essendo il mio film Marvel favorito. 
Penso che siano riusciti a fare un buon mix, avrebbero potuto forse ridurre lo spazio di certi personaggi a favore di altri, forse si è dato un po' troppo spazio ai Figli di Thanos senza che poi questi fossero eccessivamente importanti ai fini della trama (alla fine uno permette a Strange-Stark-Parker di incontrare i Guardiani della Galassia, gli altri tre sarebbero potuti stare a casa ed essere sostituiti da un mucchio di mostrilli a quattro braccia senza modificare molto la trama).

Modificato da Pippomaster92

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
19 minuti fa, Pippomaster92 ha scritto:

Non so quanto tu sia appassionato di fumetti Marvel, ma di per sé il fatto che ci sia un nuovo Spiderman non implica che questo arrampicamuri tornerà: a parte il "recente" Morales, anche in passato Spiderman è stato in mano a persone che non erano Peter Parker.

Una soluzione del genere nei film mi sembra più difficile da mettere in pratica che nei fumetti, perché ai due aspetti del personaggio (supereroe e identità segreta), nei film se ne aggiunge un terzo, l'attore.
Non parlo solo di condizioni contrattuali (anche se già queste bastano a dirci che Tom Holland è scritturato per il sequel di Homecoming), ma anche del fangirlismo/culto della personalità che si crea intorno alle persone reali che interpretano i personaggi, che rende difficile sostituirli.
Tom Holland, per dire, è molto benvoluto dal pubblico per i suoi modi awkward e adorabili, e un recast probabilmente avrebbe un impatto negativo sul modo in cui il pubblico vede il personaggio.

Poi chiaro, come dici tu ci sono in giro un guanto dell'infinito e una gemma del tempo, per cui un ribaltamento della trama non sarebbe una forzatura, e, come dicevo, la trama è solida, aveva senso finisse così, e non è un problema che un film di supereroi abbia una trama complessivamente prevedibile.
Solo, mi fa strano che così tanta gente ci sia rimasta male, quando il finale era telefonato da anni (avendo in programma due Infinity War, era chiaro che il primo dovesse finir male) e così il suo ribaltamento nel film successivo.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

@Pippomaster92

46 minuti fa, The Stroy ha scritto:

Solo, mi fa strano che così tanta gente ci sia rimasta male, quando il finale era telefonato da anni (avendo in programma due Infinity War, era chiaro che il primo dovesse finir male) e così il suo ribaltamento nel film successivo.

Molta gente ci rimane male perchè non conosce le logiche della scrittura narrativa. ;-)
Chi ha un minimo di esperienza del modo in cui le storie vengono scritte (a prescindere che siano fumetti, romanzi, film, videogiochi o telefilm), sa come questo tipo di cose in genere vengono risolte: nel prossimo film la gran parte delle persone tornerà a vivere, il disastro verrà risolto, gli eroi torneranno a vincere e il bene a prosperare. Chi, invece, è inesperto delle logiche della scrittura, non ha riferimenti su cui basarsi per intuire dove si andrà a finire...e per questo ci rimane male, quando vede i propri eroi morire improvvisamente: davvero non sa se torneranno in vita.

In ogni caso, confermo che Tom Holland tornerà per un prossimo Spiderman, così come torneranno molti dei personaggi scomparsi alla fine di Infinity War. Se ci sarà qualche vittima effettiva, sarà tra le fila degli Avengers originali (non a caso gli unici ad essere rimasti in vita in questo film).

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
22 minuti fa, The Stroy ha scritto:

Dai, non è che serva aver studiato narratologia per sapere che i film di supereroi finiscono bene, o per leggere le locandine con i film Marvel i programma che sono in giro da anni...

Non hai idea di quanta gente si faccia fregare dalle storie più scontate. :)
Anzi, proprio certe aspettative scontate sono quelle che in genere fregano il pubblico meno esperto.

Ad esempio, spesso è proprio il fatto che il pubblico inesperto sappia che una storia di eroi "deve finir bene" che li lascia spiazzati quando si trovano a confrontarsi con una storia che finisce male. Molta gente conosce solo le logiche narrative base e ha aspettative semplici: si aspetta di vedere solo il tipo di storia considerata scontata, classica. Nel momento in cui, però, la storia prende una piega diversa dallo stile classico, molti spettatori perdono il loro unico riferimento narrativo e, non essendo abituati ai ragionamenti di un narratore, non sanno più cosa aspettarsi. A quel punto, diventa anche possibile aspettarsi che tutto finisce male per davvero.

Lo sfruttamento dell'inesperienza e delle false aspettative (se non addirittura dell'ingenuità) di una grossa fetta del pubblico mainstream è un trucco comunemente utilizzato per spiazzare il pubblico in molte storie Thriller, Drama o Horror. Ad esempio, viene continuamente utilizzato nella serie tv The Walking Dead, per far credere agli spettatori che un certo personaggio sia morto, quando in realtà è vivo.

Ad esempio (SPOILER sulla 6a Stagione di The Walking Dead, non leggere se non la si è ancora vista):

Spoiler

Nell'8a puntata della 6a Stagione di The Walking Dead gli sceneggiatori/produttori presentano una scena nella quale Glenn viene circondato e travolto da un branco di zombie, mettendo in scena la situazione in modo tale da far credere che Glenn sia stato divorato. La puntata, però, non mostra Glenn effettivamente dilaniato: lo si vede solo precipitare in mezzo agli zombie. Il pubblico, dunque, per settimane (c'è stata la pausa di metà stagione) ha sul serio temuto che il PG fosse morto. Una persona, però, almeno un minimo esperta di narrazione sa che un PG non è morto finchè la sua morte non viene mostrata concretamente. Difatti, nella 9a puntata si scopre che Glenn è vivo e in salute.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

A me è piaciuto, con tanti ma.

Thanos è un villain fatto bene, non tanto per le motivazioni (risibili), quanto perchè da proprio l'impressione di essere inarrestabile. E' "credibile" come minaccia.

La trama è piena di buchi e vabbè, ce ne faremo una ragione.

La parte sulla terra è un filler interminabile. Sinceramente, non me ne è fregato niente fin dall'inizio di Visione, del Wakanda e di quello che accadeva a tutti i protagonisti coinvolti, la parte interessante del film è quella col team Iron Man e i Guardiani.

Il cliffhanger finale ci sta. Poco importa se è chiaro a tutti che finirà bene, ci si arriva in maniera credibile a quel risultato.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
6 minuti fa, Albert Rosenfield ha scritto:

La trama è piena di buchi e vabbè, ce ne faremo una ragione.

Beh dai proprio piena di buchi non direi, ce ne sono alcuni certo, ma per la media dei film Marvel se la sono cavata più che dignitosamente direi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente registrato per poter lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account e registrati nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora

×

Informazioni Importanti

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Ulteriori Informazioni.