Jump to content

Quale è stato il vostro ultimo acquisto in ambito di GdR?


Recommended Posts

Da quanto ho cambiato reparto ho un po' meno tempo di scrivere rispetto a prima, pero' continuo a seguire il forum ogni giorno. Negli ultimi giorni mi e' sembrato un po' spento, quindi ho deciso di aprire un topic.

In questo thread potrete parlare a ruota libera del vostro ultimo acquisto "gdr-correlato": manuali, dadi, avventure, schermi del DM, quello che volete purché sia in qualche modo collegato alla vostra attivita' ludica.

Che cosa avete comprato/acquisito? Siete rimasti soddisfatti? Perché? Perché no? Lo consigliereste? 

Comincio io:

Tales of the Yawning Portal (D&D 5e, 2017): Era un po' che lo volevo prendere, ma tra una cosa e l'altra sono riuscito a comprarlo solo adesso. E' il primo dei moduli di avventura per D&D 5e che compro, e il motivo e' che e' il primo dei moduli di avventura di D&D 5e a non essere composto da una campagna lunghissima multilivello (per me non interessanti), ma da piccole avventure indipendenti (interessanti). Spero che in futuro escano altri manuali con avventure brevi ed autoconclusive. L'ho solo sfogliato un po' distrattamente ma mi ha fatto una buona impressione, anche se le mappe sono piccole. Sono piuttosto curioso di provare alcuni dei vecchi moduli convertiti a D&D 5e.

Rise of the Dungeon Master (Graphic Novel, 2017): Una graphic novel che ripercorre la storia di D&D, principalmente attraverso gli occhi di Gygax. Non e' un capolavoro, ma e' fatto decentemente. E' molto breve (letto credo in un paio d'ore) e se gia' conoscete la storia di Gygax e di D&D non e' niente di nuovo. Per chi non conosce le origini di D&D, e' una introduzione decente in formato fumetto. I disegni non mi hanno fatto impazzire, ma, di nuovo, sono decenti. 6.5/10

 

Link to comment
Share on other sites


Mutants & Masterminds, sul quale dovrei mettere le mani questa settimana. Prima o poi vorrei portare un "ciclo" (non mi viene in mente un termine migliore) di avventure o campagne atte a creare una "mitologia" (ancora non ho termini migliori) che vada dalla seconda guerra mondiale ai giorni nostri, giocando di decade in decade vari avventimenti importanti, ovviamente cambiati dal fatto che ci sono i supereroi.

Link to comment
Share on other sites

L' ultimo acquisto è stata la terna di manuali core di D&D 5. Non credo li proverò: per ora, per il Fantasy, sto usando il true20 e non credo cambierò tanto presto gdr.

(il true20 è veramente fantastico)

Il penultimo acquisto è stato invece Fate in itaiano. Questo credo invece lo proverò via hangout perchè giochi narrativi non ne ho mai fatti e bisogna pur cominciare prima o poi...

Edited by Hero81
Link to comment
Share on other sites

Io le ultime cose che ho comprato, sono i manualetti di un gdr, chiamato Strange Magic. Sto anche giocando un pbf, qua sul sito, dello stesso gioco. Premetto che con 15 euro, ho comprato Manuale delle regole, Bestiario e Companion. Quindi, veramente economico. E' un bel gioco, regolamento semplice, che ricorda anche un po' i libri game, pochi dadi, nessun calcolo complicato e cose simili. Come "attitudine", è un gdr old school.... Entri, picchi e predi tutto, esci dal dungeon. Grado di difficoltà delle prove, piuttosto alto. Lo reputo un ottimo gioco, per introdurre le persone ai gdr. Essendo i manuali decisamente di poche pagine, toglie l'effetto che D&D e Pathfinder, fanno ai nuovi arrivati, di terrorizzarli con 3 manuali enormi, solo per iniziare.(E anche il terrore economico di 150 euro di spesa).  Si impara in fretta e i pg, si creano in 10 minuti. Quindi davvero, per chi si affaccia al mondo dei gdr, è una cosa fantastica e lo reputo davvero, come un gioco "d'entrata" a questo mondo, eccellente. Detto ciò, per me che non ero nuovo dei gdr, niente di troppo nuovo sotto il sole. Le meccaniche a volte fin troppo semplici, hanno qualche falla a livello di regolamento e sembra un po' il cugino meno accattivante, di D&D.

Detto ciò, non sono pentito dell'acquisto... Con 15 euro prendi un gioco intero e lo trovo comunque molto carino per one shoot o piccole campagne tappabuchi, per brevi periodi. Lo consiglio vivamente, come gioco introduttivo, come ho detto prima. Se la gente, iniziasse con giochi come questo e non con Pathfinder, penso che ci sarebbero meno defezioni, nel primo periodo. Alla fine, dato anche il rapporto qualità/prezzo, lo promuovo pienamente e non sono pentito dell'acquisto. Se non si ha Heroquest e si vuole giocare qualcosa di simile, ma meno gioco in scatola e più gdr, è un ottimo prodotto. Se volete campagne lunghe, personaggi che diventeranno eroi e mille sottoclassi con poteri vari, virate su altro.

P.s.

Ho comprato anche lo schermo del Master, di Pathfinder... l'ho trovato un buon  prodotto... cartonato solido e resistente, non il semplice cartoncino dei vecchi schermi, questo mi sembra davvero più resistente, ed è proprio in cartone spesso, stampato. Per i 16 euro che l'ho pagato, mi è sembrato davvero, avere un ottimo rapporto qualità/prezzo. Solido e con delle belle grafiche.

Edited by Thorgar
Link to comment
Share on other sites

  • Moderators - supermoderator

Il mio ultimo acquisto consiste in delle miniature (plastica pre-dipinta) per i personaggi del mio gruppo di 5E. Erano tutti neofiti prima di cominciare l'inverno scorso a giocare con me e avevamo finora giocato senza griglia o altri supporti giusto delle mappe abbozzate, ma hanno apprezzato molto l'idea e l'aggiunta "tattica" e ora sto vedendo di recuperare anche dei flip-mat.

A livello di regolamenti uno dei miei acquisti recenti è lo stesso gdr di cui parla Thorgar, l'altro è Tales of the Yawning Portal e spero quest'estate durante le vacanze di avere tempo e modo di provare in un paio di one-shot lunghe una o due delle avventure lì presentate.

Link to comment
Share on other sites

14 minuti fa, Alonewolf87 ha scritto:

Il mio ultimo acquisto consiste in delle miniature (plastica pre-dipinta) per i personaggi del mio gruppo di 5E.

Era da un po'. che volevo fare questa domanda a qualcuno.... Tu che le hai comprate, come valuteresti il rapporto qualità/prezzo delle miniature??? E' buono o se uno ha oceani di tempo libero e sa dipingere bene, gli converrebbe comprarsi le miniature in rete (ormai esistono mille case di miniature, molte con un rapporto qualità prezzo più che buono) e dipingersele da solo, o insieme a due giocatori del suo gruppo, esperti a dipingere??? 

Link to comment
Share on other sites

  • Moderators - supermoderator
6 minuti fa, Thorgar ha scritto:

Tu che le hai comprate, come valuteresti il rapporto qualità/prezzo delle miniature???

Considera che le ho comprate a prezzo scontato tramite un amico che fa compravendita di prodotti di gdr e sono residui di vecchie linee di miniature per la 3.5 quindi non è proprio un confronto corretto.

Ad ogni modo a mio avviso dipende appunto da quanto tempo, strumenti (e abilità artistica) uno possiede e di quante miniature parliamo. Per dire nel mio caso mi servivano cinque miniature giusto per dare a ciascun giocare la propria controparte in miniatura, quindi sicuramente come rapporto qualità prezzo è valsa decisamente la pena comprarsi quelle già dipinte visto che a comprare colori pennelli e accessori vari (non ho vicini amici o conoscenti con materiale da chiedere in prestito) avrei speso molto di più (e ottenuto risultati nettamente peggiori). Se invece avessi avuto da dipingere 20/30 miniature, con un set completo di strumenti e colori e settimane di tempo libero le avrei dipinte io.

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

2 minuti fa, Alonewolf87 ha scritto:

Ad ogni modo a mio avviso dipende appunto da quanto tempo, strumenti (e abilità artistica) uno possiede e di quante miniature parliamo. Per dire nel mio caso mi servivano cinque miniature giusto per dare a ciascun giocare la propria controparte in miniatura, quindi sicuramente come rapporto qualità prezzo è valsa decisamente la pena comprarsi quelle già dipinte visto che a comprare colori pennelli e accessori vari (non ho vicini amici o conoscenti con materiale da chiedere in prestito) avrei speso molto di più (e ottenuto risultati nettamente peggiori). Se invece avessi avuto da dipingere 20/30 miniature, con un set completo di strumenti e colori e settimane di tempo libero le avrei dipinte io.

Hai proprio centrato il "nocciolo della questione" e hai chiarito il dubbio, che mi assillava. Grazie. :) 

Link to comment
Share on other sites

Non so se si possano definire realmente "acquisti", trattandosi di campagne di finanziamento su Ulule (l'equivalente francese di Kickstarter), in ogni caso si tratta di prodotti legati alla 7a edizione francese di Call of Cthulhu :

 

  • Les Contrées du Rêves, cofanetto contenente i manuali Le Lande dei Sogni, Kingsport, La Pietra Onirica, Sussurri al di là dei Sogni e Pioggia di Stelle sull'Altopiano di Leng (più mappe & accessori vari), ovvero tutto il materiale legato alle Opere Oniriche di H.P.L.; la campagna di finanziamento è terminata lo scorso agosto, ed il materiale mi è arrivato all'inizio di questo mese, quindi sono ancora in fase di "acquisizione dati" ^_^''''... in ogni caso, trattandosi della Sans-Détour, non ho alcun dubbio sulla bontà del lavoro svolto nella rivisitazione e aggiornamento delle opere di cui sopra ^__^

 

 

  • Les Masques de Nyarlathotep e Le Jour de La Bête, l'ultima doppia campagna (e doppio cofanetto) comprendente le due campagne "classiche" Le Maschere di Nyarlathotep e Il Giorno della Bestia (la versione rivista e ampliata di Funghi di Yuggoth che conta più di 800 pagine O_O ), aventi come legame principale il Caos Strisciante; campagna terminata a marzo, il tutto dovrebbe arrivare giusto in tempo per essere posizionato sotto l'Albero di Natale ^_____^

 

 

Passando invece ad acquisti veri e propri, l'ultimo manuale comprato (online) è Gaïa: Más Allá del Espejo, il secondo volume dedicato all'ambientazione del gioco di ruolo spagnolo Anima: Beyond Fantasy... finalmente l'anno scorso son riuscito a trovare un negozio in Spagna che non mi chiedesse un occhio della testa per la spedizione di un singolo libro, e così son riuscito a recuperare questo "pezzo mancante" ^__^

Decisamente soddisfatto dell'acquisto, dato che il manuale è per lo più una sorta di atlante dell'altro continente di Gaïa e degli Interregni (con organizzazioni e religioni connesse), ergo facilmente adattabile ad altri GdR meno "crunchy" di Anima ^_^'''

 

ixe0wx.jpg

 

 

Edited by Zaxarus
Link to comment
Share on other sites

5 minuti fa, Thorgar ha scritto:

@Zaxarus domandone... Il materiale inerente a Cthulhu, uscirà mai in una lingua diversa dal francese, che tu sappia??? Io due parole di francese le spiccico, ma dubito di saperne abbastanza, da leggere un libro intero... :) 

 

Ehrrr... vuoi una risposta sincera? ^___^''''

Attualmente i due "attori principali" del GdR ispirato ai Miti sono la Pegasus Spiele (tedesca) e la Sans-Détour (francese), seguite dalla Chaosium (americana). La maggior parte degli aggiornamenti e del nuovo materiale viene prodotto dalla Pegasus e tradotto in francese dalla SD, che non manca comunque di pubblicare altre novità come l'esclusiva campagna Les Cinq Supplices... segue poi la Chaosium, che è stata comunque la fautrice della nuova edizione (benché su di essa abbia molto influito la 6a edizione "modificata" francese). Dei tre di cui sopra, il materiale della SD è quello che "spicca" per qualità e fattura (IMVHO).

E qui in Italia? Che io sappia la Raven (che detiene i diritti) traduce il materiale della Chaosium, e sinora ha pubblicato solo manuale base e manuale dell'investigatore (si, ok, anche la Guida di Petersen)... ora, considerando che la produzione della Chaosium è "indietro" rispetto a quella della Sans-Détour che, a sua volta, è indietro alla produzione della Pegasus... fossi in te comincerei ad approfondire la conoscenza della langue de Molière ^__^

Altro dato da considerare: i Miti creati da Lovecraft hanno un forte seguito sia in Germania (da quello che leggo) che in Francia (per esperienza personale), mentre qui sono ancora una nicchia di una nicchia di una nicchia etc. etc. della letteratura di genere fantastico (sorvolando sul fatto che in Italia si legge pochissimo -__-''').

Parere personale: alla fine dei giochi sarà già tanto se la Raven riuscità a rientrare con le spese di traduzione/produzione dell'edizione italiana ^_^'''

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

3 minuti fa, Zaxarus ha scritto:

Ehrrr... vuoi una risposta sincera? ^___^''''

Attualmente i due "attori principali" del GdR ispirato ai Miti sono la Pegasus Spiele (tedesca) e la Sans-Détour (francese), seguite dalla Chaosium (americana). La maggior parte degli aggiornamenti e del nuovo materiale viene prodotto dalla Pegasus e tradotto in francese dalla SD, che non manca comunque di pubblicare altre novità come l'esclusiva campagna Les Cinq Supplices... segue poi la Chaosium, che è stata comunque la fautrice della nuova edizione (benché su di essa abbia molto influito la 6a edizione "modificata" francese). Dei tre di cui sopra, il materiale della SD è quello che "spicca" per qualità e fattura (IMVHO).

E qui in Italia? Che io sappia la Raven (che detiene i diritti) traduce il materiale della Chaosium, e sinora ha pubblicato solo manuale base e manuale dell'investigatore (si, ok, anche la Guida di Petersen)... ora, considerando che la produzione della Chaosium è "indietro" rispetto a quella della Sans-Détour che, a sua volta, è indietro alla produzione della Pegasus... fossi in te comincerei ad approfondire la conoscenza della langue de Molière ^__^

Altro dato da considerare: i Miti creati da Lovecraft hanno un forte seguito sia in Germania (da quello che leggo) che in Francia (per esperienza personale), mentre qui sono ancora una nicchia di una nicchia di una nicchia etc. etc. della letteratura di genere fantastico (sorvolando sul fatto che in Italia si legge pochissimo -__-''').

Parere personale: alla fine dei giochi sarà già tanto se la Raven riuscità a rientrare con le spese di traduzione/produzione dell'edizione italiana ^_^'''

Grazie per la sincerità... Alla fine, è inutile mentire per indorare la pillola, dando false speranze.. ;)  Spero almeno in una traduzione in inglese... Non ci speravo manco io, che uscisse qualcosa in italiano. .Però, avevo qualche speranza sull'inglese... :) Speriamo bene per la Raven... Io ho comprato un po' di materiale da loro lo scorso autunno e mi sembrava che vendessero abbastanza.. Abbastanza, sempre parlando del nostro mercato... Ti ringrazio comunque, per la spiegazione dettagliata.

Visto che ti sei reso disponibile, ti chiedo un'ultima cosa, che prima ho dimenticato..Il materiale che hai comprato, ora che la campagna è stata un successo, arriverà in vendita al pubblico, o rimarrà solo per chi ha partecipato alla raccolta fondi???  Grazie per le spiegazioni.

Link to comment
Share on other sites

8 minuti fa, Thorgar ha scritto:

Grazie per la sincerità... Alla fine, è inutile mentire per indorare la pillola, dando false speranze.. ;)  Spero almeno in una traduzione in inglese... Non ci speravo manco io, che uscisse qualcosa in italiano. .Però, avevo qualche speranza sull'inglese... :) Speriamo bene per la Raven... Io ho comprato un po' di materiale da loro lo scorso autunno e mi sembrava che vendessero abbastanza.. Abbastanza, sempre parlando del nostro mercato... Ti ringrazio comunque, per la spiegazione dettagliata.

Visto che ti sei reso disponibile, ti chiedo un'ultima cosa, che prima ho dimenticato..Il materiale che hai comprato, ora che la campagna è stata un successo, arriverà in vendita al pubblico, o rimarrà solo per chi ha partecipato alla raccolta fondi???  Grazie per le spiegazioni.

Quasi tutto il materiale che è stato finanziato tramite campagna su Ulule (incluse le versioni "deluxe") è divenuto ed è tuttora disponibile in vendita sul sito della Sans-Détour (mi sembra che l'unica eccezione sia l'edizione deluxe "Ombra" della campagna Les Cinq Supplices), ovviamente ad un costo leggermente superiore a quello pagato dai partecipanti ai finanziamenti ^_^

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Blades in the Dark, Special Edition: molto soddisfatto di questo acquisto. Non ho ancora ben capito in cosa la Special Edition differisca da quella standard a parte la copertina, ma esteticamente e' davvero pregevole. Non ho ancora avuto tempo di giocarci, e penso che passera' un po' di tempo prima che abbia occasione di provare il gioco.

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.