Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Strixhaven: A Curriculum of Chaos uscirà a Novembre

La Wizard of the Coast ha rilasciato nuovi dettagli sul prossimo manuale di crossover tra Magic: The Gathering e D&D 5E

Read more...

Pausa Estiva degli Articoli

L'estate è arrivata anche per noi dello Staff Dragons' Lair, quindi gli articoli vi salutano fino a Settembre.

Read more...
By Lucane

The Wild Beyond the Witchlight uscirà a Settembre

Scopriamo le ultime novità riguardanti la nuova avventura per D&D 5a Edizione. 

Read more...

Fizban's Treasury of Dragons uscirà ad Ottobre

Scopriamo i nuovi dettagli rivelati in questi giorni sul futuro manuale di D&D 5E.

Read more...

Progetta Le Tue Avventure #7: Va in Scena la Sfida

Eccovi il settimo articolo della mia serie di consigli per progettare le avventure.

Read more...

Iniziativa con movimento


MadLuke
 Share

Recommended Posts

AS. Sto per proporre una HR, le persone sensibili sono pregate di non proseguire nella lettura. :-)

Ciao a tutti,

    la situazione: ci sono un arciere e uno spadaccino a 9 m. di distanza l'uno dall'altro, si fronteggiano con arma già in mano e freccia incoccata.
A quel punto smettono di discutere e vogliono menarsi perciò entrambi tirano l'iniziativa... Ma vi pare che un arciere possa essere più lento a scagliare la freccia dello spadaccino che deve prima percorrere 9 m.  e poi attaccare??

Soluzione:
Al tiro di iniziativa si sottre 1 per ogni quadretto da percorrere prima di eseguire l'azione vera e propria.

Ciao, MadLuke.

Link to comment
Share on other sites


  • Moderators - supermoderator

Senza tirare in ballo le HR, guardando l'SRD c'è la soluzione:

Cita

Circumstance Modifier
A circumstance bonus (or penalty) arises from specific conditional factors impacting the success of the task at hand. Circumstance bonuses stack with all other bonuses, including other circumstance bonuses, unless they arise from essentially the same source.

Link to comment
Share on other sites

Quello che non mi è chiaro è perché ogni astrazione meccanica deve per forza corrispondere a qualcosa nella fiction del gioco? Non può essere che il tiro di iniziativa rappresenta proprio tutte le circostanze esterne? Magari l'arcere vince e con una capriola ed un balzo riesce a distrarre sufficientemente l'arcere da non permettergli di prendere la mira abbastanza da poter scagliare la freccia? Oppure all'arcere viene improvvisamente una fitta di mal di testa, oppure ancora decide che vuole prima studiare il nemico... Ci sono milioni di possibili motivi per cui la freccia potrebbe non partire abbastanza in fretta, non vedo perché introdurre una regola che potrebbe avere effetti strani e imprevedibili (ne cito due: la carica? L'azione vera e propria è tutto insieme, quindi non ha penalità? Oppure lanciare un incantesimo a contatto, e poi muoversi per scaricare il tocco: anche qui l'azione effettiva è il lancio dell'incantesimo, no?).

Non è che quando i due combattenti si sfidano compaiono dei numeri in sovraimpressione che stabiliscono l'iniziativa o i pf.

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Possono succedere un sacco di cose, infatti anche con -6 all'iniziativa (9 m.)  non è detto che l'esito sia scontato.

Ma qui si parla di grandi numeri: per 1.000 volte che i due combattenti (con pari modificatore base all'Iniziativa) si affrontano, molto più spesso lo spadaccino verserà il primo sangue, invece che 50-50.

Link to comment
Share on other sites

Se vuoi "giustificare" la lentezza dell'arciere puoi vederlo come il fatto che stia prendendo la mira perché il guerriero gli sta correndo incontro continuando a spostarsi, con l'HR rischi di sbilanciare il gioco.
Per esempio i maghi sarebbero ancora più avvantaggiati perché lanciano incantesimi a distanza.


Inoltre sorge un paradosso: supponiamo due gish che si fronteggiano in cui A vuole caricare, mentre B prima potenziarsi, quindi A ha un forte malus. Supponiamo che per questo vinca B e si lanci un incantesimo, A vedendo questo decide anche lui di potenziarsi...ma quindi non avrebbe dovuto avere un malus...quindi in realtà ha agito prima?

Link to comment
Share on other sites

  • Moderators - supermoderator

Secondo me fintanto che usi l'iniziativa a blocchi come concetto basilare delle situazioni "non realistiche" te le trovi comunque, in qualsiasi modo tu decida di intervenire a livello regolistico sui punteggi.

Quindi o accetti questa problematica insita nel sistema, ma che tutto sommato ha un suo vago "bilanciamento" di fondo, oppure passi ad una narrazione più discorsiva e temporalmente contemporanea delle azioni (che ha però i suoi problemi).

Link to comment
Share on other sites

Che poi è il motivo, credo, per cui hanno abbandonato la regola AD&D del coefficiente iniziativa delle armi.

Questo però ha poco a che vedere con la HR in sé (o regola AD&D che fosse), quanto con una grave anomalia del sistema. Si dice infatti che un round dura 6 sec., durante il quale agiscono tutti i personaggi, fossero anche 100... Però poi di fatto ogni personaggio/giocatore ha diritto di scegliere la sua azione in funzione di quanto intrapreso da tutti i personaggi prima di lui... Ma così un round durerebbe allora 6x100 sec.

A monte: nella mia campagna non ci sono incantesimi, e soprattutto essendo PbEM, ognuno scrive il suo post senza sapere cosa succederà nello stesso round, e neanche l'azione cambia col senno di poi, ovviamente, altrimenti ogni round durerebbe una settimana reale.

Edited by MadLuke
Link to comment
Share on other sites

  • Moderators - supermoderator
27 minuti fa, MadLuke ha scritto:

Questo però ha poco a che vedere con la HR in sé (o regola AD&D che fosse), quanto con una grave anomalia del sistema. Si dice infatti che un round dura 6 sec., durante il quale agiscono tutti i personaggi, fossero anche 100... Però poi di fatto ogni personaggio/giocatore ha diritto di scegliere la sua azione in funzione di quanto deciso da tutti i personaggi prima di lui... Ma così un round durerebbe allora 6x100 sec.

Ci sono tanti paradossi all'interno di questo sistema di regole, quello da te evidenziato è veramente di poco rilievo, anzi in realtà non è neanche un paradosso, come spiego più avanti. Il sistema di regole di D&D serve per gestire la sfida in maniera quanto più verosimile ma anche efficiente. Ora nella situazione in cui ti trovi, le tue opzioni da DM a mio avviso sono due:

  1. Accetti il fatto che tutto il sistema di gestione dei turni è un'astrazione, che non può tenere conto nel dettaglio di tutte le possibilità e le caratteristiche di uno scontro reale, e quindi ci si deve per forza fermare ad un livello di dettaglio medio-alto lasciando il resto alla narrativa (come propone di fare il buon @smite4life)
  2. Nel caso specifico in cui ci sia una buona distanza e la freccia sia già incoccata nell'arco, fornisci un bonus di circostanza all'iniziativa all'arciere. Ma sia chiaro che il bonus non può avere lo scopo di "bilanciare", quanto di riconoscere una condizione favorevole (che in soldoni significa che non ha senso mettersi a contare i metri che li separano per tararci sopra il bonus).
 
Comunque a monte, dal punto di vista delle regole, il nodo della questione sta nel fatto che non puoi "preparare un'azione" se non sei in combattimento. Quindi il fatto che l'arciere stia caricando l'arco mirando al guerriero, di per sé farebbe già scattare il roll di iniziativa in quanto azione offensiva. Poi entrambi decidono di non attaccare, ma l'arciere ha preparato l'azione di attacco al movimento del guerriero (che imho è un po' tocco a discutere con uno che ti punta un arco teso addosso a 9 metri di distanza, senza neanche cercare riparo; io da guerriero se vedessi uno che mi carica l'arco contro "je partirei", come si dice a Roma).
  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Premessa: io gioco nella campagna di Luke e in quanto arciere credo beneficerei della sua HR spesso.

La mia impressione è che questa HR non riguardi l'iniziativa, ma la condizione colto alla sprovvista, condizione di ogni pg-png finché non agisce, appunto, secondo l'ordine di iniziativa.
Si tende a considerare il colto alla sprovvista come assenza di coscienza di ciò che sta accadendo, al quale uno non può reagire efficacemente.
Tuttavia, quanto appena descritto corrisponde più che altro al caso del round sorpresa. Invece, nel caso specifico descritto da @MadLuke, non si tratta né di essere incoscienti di quanto sta accadendo (i due si fronteggiano a muso duro) né di quanto tempo ci vuole per compiere la tal azione (scagliare una freccia < correre e tirare di spada), quando piuttosto la velocità di reazione mente-corpo. L'iniziativa, per me, è l'astrazione che misura, in un sistema a turni e magari un po' grezzamente, la capacità del processo "percezione+decisione+reazione". Chi vince l'iniziativa è più veloce in questo processo: percepisce prima che il combattimento sta iniziando, pondera più velocemente il da farsi e l'azione da compiere.
E finché uno è colto alla sprovvista non può compiere questo processo, non importa quanto poco tempo gli serva per compiere fisicamente un'azione che oltretutto, nell'astrazione dell'iniziativa, non ha ancora deciso di compiere.

Per ovviare bisognerebbe eliminare del tutto il sistema a turni e passare ad un effettivo sistema di gestione in contemporanea delle azioni. E per questo auguri non ho idee :D 

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Similar Content

    • By Vale73
      Ciao a tutte e tutti, stavo pensando e ripensando alla regola (opzionale) sul manuale di espansione Tasha's Cauldron of Everything che permette di mettere a qualsiasi caratteristica, e non solo a quelle canoniche, i bonus razziali sulle caratteristiche. Istintivamente mi piaceva: mio figlio (12 anni) ha creato un dragonide artefice (background sapiente), e gli ho lasciato mettere il +2 in Intelligenza, anzichè Forza, e il +1 in Forza, anzichè Carisma, e anche la storia di background è venuta molto bene. Mi piacciono in generale tutte quelle regole che tendono ad ampliare la libertà di scelta e di personalizzazione in fase di creazione del personaggio. 
      E poi mi sono venuti in mente i Nani delle Montagne: +2 in Costituzione, +2 in Forza, Competenza sulle Armature Leggere e Medie, da un punto di vista delle meccaniche di gioco. E mi sono accorto che, da un punto di vista strettamente regolistico, potrebbero essere gli incantatori in armatura definitivi: Nano delle Montagne Mago: +2 in Intelligenza, + 2 in Costituzione (buona sia per i pf che per i tiri salvezza per non perdere la Concentrazione sugli Incantesimi), competenza sulle armature leggere e medie e quindi possibilità di lanciare tranquillamente incantesimi in armatura, secondo le regole della 5a; Nano delle Montagne Stregone (o Warlock): +2 in Carisma, +2 in Costituzione (e lo Stregone ha anche il Bonus di Competenza sui Tiri Salvezza su Costituzione), possibilità di lanciare incantesimi in armatura come sopra. 
      Inoltre, a mio avviso, la possibilità di mettere liberamente i bonus di caratteristica potrebbe rendere ancora più frequenti alcune build, privilegiando caratteristiche che sono a mio avviso più utili di altre in questa edizione di D&D: un esempio per tutti, la Destrezza. Fino al manuale di Tasha, se veramente volevi giocare un guerriero, un chierico, un paladino nano, difficilmente lo costruivi sulla Destrezza, perchè non avevi bonus su quella caratteristica e, soprattutto se usavi lo standard array o il point buy system per costruire il personaggio, il massimo che potevi ottenere in Destrezza era 15, contro il 16 o il 17 in Forza. Con la regola di Tasha, penso che sarà moooolto più frequente vedere Nani Paladini, Chierici o Guerrieri costruiti sulla Destrezza, in armatura leggera, che brandiscono uno stocco. Un ampliamento di immaginario, non necessariamente negativo....
      D'altro canto la regola di Tasha sul libero posizionamento dei bonus di caratteristica rende più appetibili combinazioni altrimenti poco vantaggiose da un punto di vista meccanico delle regole, e quindi magari raramente scelte per questo: nani o mezzorchi ranger, incantatori o bardi (quasi tutti i ranger che ho visto sono costruiti sulla destrezza), ad esempio.
      Così... non riesco ad avere un'opinione precisa su questa regola e se introdurla o meno nelle mie campagne... Voi che ne pensate? L'avete provata? Come ha funzionato al vostro tavolo?
      Grazie mille, buona estate e buona vita!
    • By Lyt
      Ho un dubbio sui gradi sfida, dubbio che pensavo di aver risolto. Ma oggi mi è tornato
      Cosa significano i gradi sfida dei mostri? e quanto valgono?
       
      Mi spiego, da quanto ne sapevo (generalmente) un grado sfida vuol dire che in media servono 4 pg di un certo livello per gestirsela (con relativa facilità). Ma oggi mentre facevo un paio di ricerche ho notato che mostri come il Tarrasque hanno gradi sfida superiori al 20 (livello massimo in 5e) quindi come si dovrebbe gestire? Si chiamano altri 2 png al 20? Il grado sfida non tiene conto delle armi magiche e quindi gli si può tenere testa con un paio di spade +3?
       
      Diciamo che un ripasso generale sui gradi sfida mi tornerebbe utile😅 (è l'unica parte di 5e che non ho ancora ben capito)
    • By Grappa
      Salve. Io e un player stiamo parlando dei vari bonus cumulabili e non cumulabili e abbiamo avuto un confronto di idee riguardo ai TS.
      Il bonus dato dall'incantesimo resistence greater nello spell compendium e il bonus dato dal mantello delle resistenze si sommano?
      Vi ringrazio
    • By Topolino88
      Salve a tutti, avevo un quesito da porvi, nella prossima sessione un personaggio del mio party dovrà lavorare tutta la notte, cosa succede se un personaggio non dorme per 8 ore almeno 1 volta al giorno?
    • By Anthaldin94
      Ho provato a usare la voce "cerca" ma non ho trovato nulla. Se c'è già l argomento mi scuso.
      Esiste il vantaggio in combattimento dato dal posizionamento dei compagni vicini? o fiancheggiato da entrambi i lati? Io vedo il vantaggio solo in tipi di status o condizioni. Ma dal posizionamento in combattimento c è ancora nella 5ed il vantaggio?
      Grazie
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.