Jump to content

[Hicks] Out of the Abyss


Hicks

Recommended Posts

Out of the Abyss

QcVChW6Gnjk.jpg

Aprite gli occhi, riprendendo lentamente coscienza. Tutto intorno a voi è buio e confuso.

Avvertite la fredda stretta dell'acciaio intorno al collo e ai polsi; provate a muovervi, causando il tintinnare del metallo: catene. Vi mettete seduti, appoggiando la schiena contro la parete; sentite la testa pulsare di un dolore sordo. Lentamente, i ricordi sembrano tornare: la missione, il viaggio verso Dragonspear...e poi l'attacco notturno, il combattimento con i drow, l'oblio. Devono essere state quelle maledette frecce avvelenate a farvi perdere i sensi.

Vi guardate attorno, cercando di mettere a fuoco. Vi trovate in una grotta, affianco a voi i vostri compagni di avventura, anche loro si stanno risvegliando in questo momento. Poco distante, altre figure vi osservano dall'ombra. L'entrata della caverna è chiusa con delle sbarre di ferro: vi trovate in una cella. Da fuori arriva il rumore continuo di una cascata.

Una delle creature, anch'essa incatenata, si alza in piedi e si avvicina a voi: la piccola figura è alta poco più di un metro. Si tratta di un derro.
Ben svegliati, gente di superficie. Benvenuti a Velkynvelve!
 

Spoiler

 

Vi hanno tolto il vostro equipaggiamento, ma almeno vi hanno lasciato i vostri vestiti. Vi hanno messo delle catene ai polsi, collegate a un collare di ferro: mentre siete incatenati siete considerati restrained, a parte che non avete malus alla velocità.
Piano piano, riuscite a mettere a fuoco la stanza. Quel poco di luce che c'è deriva da una strana muffa fosforescente che cresce sul soffitto della grotta. Oltre al derro che vi ha rivolto la parola, altre creature si trovano con voi nella cella:

  • un quaggoth, stranamente seduto composto, vi guarda con educata curiosità;
  • una nana degli scudi si è seduta vicino a voi, evidentemente più a suo agio con gente di superficie che con gli abitanti del sottosuolo;
  • uno gnomo delle profondità sta giocherellando con quelli che sembrano un paio di sassolini;
  • un orco, seduto distante da tutti gli altri, vi sta osservando in cagnesco;
  • un drow, anche lui in disparte, sta scrutando al di fuori della cella;
  • un kuo-toa vestito di stracci e dall'aspetto pacifico;
  • un giovane miconide è in un angolo della caverna, sembra molto depresso;
  • atri due gnomi delle profondità, abbastanza simili da essere fratelli.

Nel vostro primo post mettete una descrizione. Per qualsiasi domanda o commento off-game utilizzate il topic di servizio. Buon gioco a tutti!

 

 

Link to comment
Share on other sites


  • Replies 577
  • Created
  • Last Reply

Dorn Tallstag

Freddo. La prima sensazione a tornare, il corpo che lentamente riacquista sensibilità. Umido. Inspiro, l'odore di muffa marcescente mi appesta le narici. Dolore. Un pulsare continuo, da qualche parte, sul retro della testa. 

Ad occhi ancora chiusi, provo a muovermi. Un tintinnio metallico segue i miei goffi tentativi, una sensazione gelida e raspante mi avvolge i polsi, le braccia incapaci di distendersi del tutto senza forzare collo e capo verso terra. Catene. 
Il mio corpo mi dice che sono malamente sdraiato in terra, prono su un fianco, un gomito dolorosamente infilato tra coste e fianco. Faticosamente, ancora ad occhi chiusi, tento di assumere una posizione seduta. Apro gli occhi. Buio. No, non del tutto buio. Una strana luminescenza dona una sfumatura spettrale alle pareti della grotta in cui ci troviamo. Una specie di muffa sembra esserne la causa. 

Sbatto le palpebre, cercando di mettere a fuoco i dintorni. Beh, almeno ho ancora i vestiti. Lentamente, le immagini dell'attacco cominciano ad affollare la mia mente. La strada per Dragonspear. Ci eravamo accampati vicino ad una gola, sembrava un posto buono come ogni altro. Erano spuntati dal nulla, ombre nelle ombre, più neri della notte. Drow. Un pizzicori mi solletica la coscia sinistra. Dannati dardi avvelenati. Mentre le mie mani si ritirano dopo avere grattato la ferita, con la destra tasto con urgenza la tasca sinistra. Figli di una cagna! I miei dadi! Stringo i pugni, mentre il dolore causato dalla ferita alla testa cresce assieme alla mia rabbia. Dannati orecchie a punta!

I miei compagni si stanno riscuotendo anche loro attorno a me. Giro lo sguardo per osservarli quando mi rendo conto di una cosa. Non siamo soli. Sagome nella strana fluorescenza. Sembravano rocce, fino a qualche istante fa. Ora una di loro viene verso di me, di noi. Si rivela una creatura piuttosto minuta, un derro. Mhm... non ne avevo mai visto uno prima. Un affarino piuttosto rivoltante...

Grazie. Sai quando servono la colazione?

Replico alle sue parole, un misto di sarcasmo e rassegnazione tinge la mia voce.

Tutti

Spoiler

 

Dorn è alto e muscoloso. Ampie spalle si innestano su un busto i cui muscoli hanno un contorno definito e asciutto, scolpiti da anni di allenamento e di battaglie. Il tutto si regge su due gambe possenti. Il volto di Dorn è squadrato, il naso rotto piu volte, gli occhi gialli limpidi e acuti. Lunghi capelli rosso scuro incorniciano il viso, che è privo di barba. Veste abiti semplici ma di buona fattura, normalmente una camicia di tela ed una giubba di cuoio imbottito. La sua cotta di maglia, lungi dall'essere decorata e rifinita come quelle di certi lord o comandanti, è di un acciaio scuro, priva di fronzoli, con alcuni rattoppi sparsi ma ancora in grado di svolgere egregiamente il suo lavoro. Il guerriero la tiene ben oliata e pulita, in maniera quasi ossessiva. Un paio di brache e robusti stivali di cuoio completano il suo abbigliamento. Da buon guerriero, Dorn viaggia un assortimento di armi diverse. La sua favorita è il falcione, con cui è piuttosto abile. Inoltre, alla cintura porta un paio di asce da lancio e lo avete intravisto, a volte, affilare diversi coltelli, anche se non avete mai notato se li indossi o meno.

Durante il viaggio, Dorn è rimasto spesso sulle sue, comportandosi in maniera educata ma senza socializzare più del necessario. La sera, attorno al fuoco, rimane spesso in silenzio, ascoltando le storie raccontate dagli altri membri della carovana e consumando il pasto lentamente ma inesorabilmente. È un appassionato giocatore di dadi, di cui possiede un ottimo set che custodisce gelosamente in un sacchetto di cuoio blu. Le giocate, in effetti, sono gli unici momenti in cui lo avete visto mostra un lato più espansivo ed intraprendente del suo carattere. Quando soprappensiero, tende a grattarsi la spalla sinistra. 

Nonostante il suo carattere introverso, sapete che è un mercenario veterano, spesso ingaggiato come guardia da mercanti che muovono dalla costa verso l'entroterra. Ha un passato come soldato e proviene dalle regioni più interne del Faerun, vicino al Mare della Luna. Durante l'attacco dei drow, avete potuto constatare con mano la sua abilità con l'imponente falcione che porta con sé, oltre alla sua affidabilità sul campo di battaglia. 

Dorn Tallstag ed il suo falcione (glaive)

kolvir_comm_by_yamao-d6uy0t8.thumb.jpg.3 Elven_Glaive.thumb.jpg.bbcd87425d7a3bc1d

 

DM

Spoiler

Scusa, mi son dimenticato ieri sera, ma gia che ci sono faccio una prova di Percezione (+4) sulla cella, per individuare eventuali dettagli utili a fuggire, e sugli altri occupanti della stessa.

 

Link to comment
Share on other sites

Rhaegar Grudinson

Apro gli occhi lentamente, la bocca impastata, un mal di testa lancinante e la netta sensazione che qualcosa sia andato storto. Sono ancora intontito ed attorno a me non vedo che sagome confuse, nel cervello nient'altro che un fastidioso fischio. Con fatica, barcollando e borbottando frasi incongruenti ed ingiurie verso ignoti, mi tiro a sedere, mugolando di dolore quando una fitta mi trafigge il cervello. 

Lentamente il mondo sembra mettersi a fuoco mentre, nonostante il fischio non accenni a sparire, i ricordi iniziano a farsi meno confusi. La missione... il gruppo... i drow... i drow! Solo in quel momento mi accorgo delle catene ai polsi ed al collo e come un fiume in piena i ricordi dell'attacco si fanno vividi e la mia coscienza torna pienamente in sé. Che s'impicchi la sgualdrina ragno! Non un'altra volta! Impreco sbuffando ed iniziando a tastarmi per vedere se mi è rimasto qualcosa oltre alle vesti. Ed ovviamente si sono presi tutto! Che Moradin fulmini loro e le loro stupide orecchie a punta! Antenne per le folgori! Ecco a cosa servono! Con i loro stupidi capelli candidi e sempre perfettamente pettinati. Quando mi rendo conto di non essere da solo il brontolare cessa ed alzo lo sguardo attorno a me. Vedendo tutti i membri del gruppo più o meno sani e con qualche possibilità di diventare salvi tiro un respiro di sollievo. 

Sposto quindi l'attenzione sl resto degli occupanti della cella, dando poca attenzione alla muffa luminosa. Un nutrito gruppo di creature, una delle quali si avvicina e ci rivolge la parola. Sento Dorn rispondergli e grugnisco. Fanno anche gli spiritosi ora. Boffonchio senza troppa convinzione mentre, sempre seduto ed aspettando che l'effetto del veleno sparisca del tutto, inizio a guardarmi attorno con maggiore attenzione, assicurandomi prima che i membri del gruppo siano effettivamente ancora vivi, ed osservando meglio la cella ed i miei nuovi coinquilini, lasciando che altri si occupino di intrattenere il Derro.

Descrizione

Rheagar è un nano dal fisico esile per la media della sua razza, più concentrato su fasci di nervi scattanti che muscoli bruti. La pelle di un marrone chiaro è bruciata dal sole e dalle intemperie, oltre che da un gran numero di cicatrici più o meno grandi. Ha braccia e torso completamente tatuati, con simboli runici, antiche profezie, preghiere agli dei e giuramenti di vendetta, in un intricato disegno runico. Penetranti occhi verdi, un naso largo e piatto, un gran numero di orecchini all'orecchio destro ed una barba nera e liscia, ben curata e tenuta ferma da un anello d'acciaio. Rasato e tatuato sulle tempie, hai i capelli lunghi, dello stesso nero della barba, anch'essi lisci e curati, legati in una coda da un altro anello d'acciaio. 
Solitamente indossa abiti pratici e scuri, con una cotta di maglia oscurata che gli lascia nude le braccia, coperta da una giacca di cuoio senza maniche lunga alle caviglie. Due bracciali di cuoio gli coprono gli avambracci ed ha le mani coperte da guanti a mezzo dito. Il classico mantello "vissuto" con cappuccio completa il quadro. 
Alle spalle porta uno scudo di medie dimensioni in metallo ed alla vita una spada corta e la sua fidata balestra pesante. 

Rhaegar è disilluso e cinico, un ammasso di borbottii, ciniche lezioni di vita e risposte brusche. Scorbutico e convinto di aver sempre ragione, spesso sembra decisamente più vecchio di quanto non sia realmente. Tende a rimanere distaccato, mantenendo un rapporto professionale con gli altri, senza mai svelare troppo di se stesso e senza mai legarsi emotivamente alle missioni o ai membri del gruppo. 
In realtà, nonostante questa valanga di difetti, prende il proprio lavoro con estrema serietà e rischia la vita senza esitazione per proteggere i "clienti". Le volte che vi ha seguito nelle vostre avventure come guida si e sempre dimostrato affidabile, leale ed onesto, seppur difficile da trattare. Nonostante la maggior parte delle volte stia sulle sue, un paio di volte si è lasciato andare con il gruppo, raccontando qualche storia, perlopiù ambientate nel sottosuolo e solitamente riempite di più esagerazioni che fatti reali, o cantando, senza troppo talento, antiche canzoni naniche che parlano perlopiù d'amore, di onore e di libertà. Solitamente si propone di cucinare la selvaggina che procura e, quando ha cucinato per il gruppo, si è dimostrato un buon cuoco. 

Si è dimostrato abile nel muoversi nelle zone più remote del faerun, in grado di sostenere il gruppo e guidarlo quando la missione esce dalle piste conosciute. In combattimento sembra prediligere l'utilizzo della sua amata balestra pesante, Sienna, ma quando serve non ha problemi a sfoderare la spada corta e lo scudo ed a gettarsi nella mischia.

 

@DM

Cosa posso sapere delle varie razze presenti nella stanza? Inoltre cosa conosco di Velkynvelve? Infine cerco di studiare un po' la cella per capirne difetti strutturali, possibili vie di fuga, difficoltà a sfondare la porta, ecc...

Visto che non ho la più pallida idea di quali e quante prove mi servano ti segno i valori di tutte quelle che mi sembra possano essere più rilevanti: Storia e Natura +3 (vantaggio se relative ai nani (compresi duergar) o gli elfi (compresi i drow), Storia +7 se relativa alle origini di un opera in pietra), Investigare +5 (+7 se relativa al sottosuolo, vantaggio se relativa ai nani o agli elfi), Perception e Survival +4 (+6 se relative al sottosuolo, vantaggio se relative a nani o elfi) . 

Inoltre ho iltratto di BG Underdark Experience.

Link to comment
Share on other sites

Ulfgar Ironfist

Mi risveglio lentamente, ancora disorientato dal veleno ma dolorosamente conscio del fatto che qualcosa non va per il verso giusto.
Le sensazioni sono aliene: gli odori, l'umidità, la scarsa luce... poi ricordo improvvisamente e capisco... e lo collego con quello che stano dicendo Rhaegar e Dorn... infine metto a fuoco i nostri compagni di sventura. Ora sono sveglio e mi metto seduto sul pavimento di roccia della cella. Mi stiro i muscoli rattrapiti e cerco il mio equipaggiamento o il simbolo sacro... niente, solo i vestiti.
Beh, se non altro siamo ancora vivi - dico mentre saggio le catene e controllo di essere ancora tutto intero - e finché c'è vita c'è speranza. Dove diavolo siamo? Qualcuno è ferito? Cos'è questo posto? Velkyn...vel...ve hai detto? - chiedo infine rivolto al derro osservandolo con curiosità e cercando la pronuncia corretta per lo strano nome di questo luogo. E' evidente che il Signore del Mattino ci vuole qui sotto per fare qualcosa, altrimenti non mi spiego perché mi avrebbe dovuto infilare in questa cella umida. Aspettiamo e vediamo dove ci porteranno gli eventi.

Spoiler

Ulfgar è un nano dorato natio della Grande Spaccatura ma cresciuto a Waterdeep. E' un chierico errante di Lathander ma a parte questo non sapete molto della sua storia. Sembra sempre più concentrato sul presente che sul passato. E' un tipo ottimista, ciarliero e pronto al sorriso. Per queste sue caratteristiche sembra il nano meno "nanesco" che abbiate mai conosciuto, ma quando la faccenda si fa seria assume un'aria professionale e sa essere un compagno affidabile.

Per farvi un'idea del suo aspetto potete usare questa immagine:
http://irontavern.com/wp-content/uploads/2013/01/cleric_by_yamao.jpg

 

Link to comment
Share on other sites

Faragor

Mi risveglio lentamente, la testa che gira, senza riuscire a mettere a fuoco nemmeno un pensiero Cosa diavolo ho bevuto ieri sera... Avevo giurato di smettere con le feste! penso, mentre alzo la mano per grattarmi la testa... Solo per rendermi conto che non ci riesco. Una catena? Che diavolo... Giochi erotici un po' inquietanti mi sembra... Con chi sono andat... I pensieri sempre più nebulosi, vengono finalmente interrotti dalle voci dei miei compagni di missione, che mi riportano bruscamente alla realtà. Mi metto a sedere di scatto, spalancando gli occhi rossi ed emettendo un singolo lamento, prima di borbottare: "Ok, va bene essere imprigionato, ma sentire Dorn fare battute di prima mattina non fa bene alla mia salute!" Lentamente, comincio a guardarmi intorno, mettendo a fuoco le altre creature presenti, grazie alla mia capacità di vedere al buio, e cercando in tutti i modi di ricordami cosa è successo ieri sera, senza riuscirci del tutto, fino a che decido di chiederlo direttamente: "Scusate la domanda, ma cosa diamine è successo? Perché siamo qui? E dov'è qui, fra l'altro? Cioè, ho capito Velkynvelke, ma non è che mi dia tante informazioni... Chi ci ha portati qui?" Improvvisamente mi accorgo della presenza del drow, e i ricordi tornano prepotentemente! "I Drow sono stati, maledetti! E mi hanno portato via tutto! Il mio violino!!! Maledetti ladri! EHI TU, belli-capelli, cosa diamine vogliono i tuoi amici dalla pelle nera? E dove hanno portato le nostre cose? Ho bisogno del mio violino!" Mi rivolgo al drow all'angolo della cella, come se il solo fatto di appartenere alla stessa specie lo rendesse automaticamente colpevole, lo stesso pregiudizio che mi ha accompagnato per tutta la vita.

Per il master

Spoiler

Mi guardo intorno, cercando di notare un qualunque elemento che mi dia indicazioni su dove siamo e qual'è lo scopo della nostra presenza qui.

Descrizione + carattere

Spoiler

Abbastanza alto, magro, ha una carnagione pallida, evidenziata da dei capelli in una tonalità molto scura di viola e da degli occhi completamente viola, senza iridi o pupille. Le piccole corna che spuntano dalla sommità del capo, la lunga coda viola scuro che spesso porta arrotolata attorno ad una gamba e i canini appuntiti completano un aspetto che, nonostante possa apparire demoniaco, individui di tutte le specie non esitano a definire bello. Indossa abiti appariscenti, ai lati dello zaino ha appesi il suo violino e una balestra, mentre alla cintura porta due pugnali. Impugna sempre una specie di mazza, ricavata da un ramo dritto e liscio e con un prisma di vetro in cima, donatogli dal satiro e che a quanto pare canalizza il suo potere.

Faragor è un individuo scaltro, abile e sfuggente. Abile musicista, ama la bella vita e le belle donne, anche se in generale si può dire che ami la bellezza. La sua natura di Tiefling lo ha penalizzato molto durante l'infanzia, quando spesso veniva rincorso dai suoi coetanei. Grazie alla sua naturale indole sociale e all'aiuto del suo mentore, è riuscito a superare la maggior parte delle difficoltà, e ormai gli basta poco per farsi accettare. Molte sono le donne, di quasi tutte le razze, cadute ai suoi piedi. La sua passione principale, comunque, sono gli scherzi e le prese in giro, di cui è maestro e che spesso lo hanno messo in difficoltà con persone influenti o potenti e con scarso senso dell'umorismo.

 

Link to comment
Share on other sites

Tiyris

Riapro gli occhi e tutto ciò che vedo è il buio Dove cavolo sono? Sento poi in lontananza un rumore prodotto dallo scorrere dell'acqua Uno scorrere d'acqua?...Che sia...il mare che tanto amo?...No!...Sembra più...una cascata! Il rumore prodotto dall'acqua richiama alla mia mente gli ultimi avvenimenti L'imboscata dei drow! Facendo una ribaltata, scatto d'istinto in piedi pronto a mettermi in guardia, ma ho un capogiro che mi costringe ad inginocchiarmi per non perdere l'equilibrio. Mi porto la mano sul fianco dove sono stato colpito da una freccia nell'imboscata Maledetti! Devono aver usato del veleno. noto anche che ho delle catene ai polsi collegati ad un collare che ho al collo. Approfitto della poca luce emessa dalla strana muffa fosforescente che si trova sul soffitto della caverna per darmi un'occhiata intorno e noto che anche i miei compagni di viaggio si stanno pian piano riprendendo Gli altri sembrano stare bene...tutto sommato. Mi scappa un sorriso al sentire la battuta di Dorn La speranza non l'ha abbandonato, sé riesce ad essere spiritoso in questa situazione! ma quando Rhaegar si lamenta del fatto che i drow non ci hanno lasciato niente, sé non i vestiti, porto le mani sulla cintura e noto che non c'è più. Dannazione! L'hanno preso! Quei bastardi hanno preso L'Occhio di Tigre regalatomi da mio padre che avevo fatto incastonare nella mia cintura! Nulla di grave, Ulfgar! rispondo al mio compagno per rassicurarlo e mi rimetto in piedi e mi sgranchisco il corpo Vedo che non siamo soli in questa cella...e che siamo già vittima dell'odio di qualcuno... penso dopo aver notato l'orco che ci guarda in cagnesco, ma cerco di non dare troppo peso alla cosa e mi metto ad esaminare le catene. Inoltre, dato che la vista mi è limitata, mi concentro sull'ambiente circostante affinando gli altri sensi che mi rimangono.

Master

Spoiler

Investigazione -1 per capire sé posso forzare le catene o cercare di sfuggirgli slogandomi i pollici (Acrobazia??);
Percezione +4 per l'ambiente. Ascolto, annuso ed "assaggio" l'aria per ottenere quante più informazioni possibili.
Da Background dovrei avere un ninnolo che io ho deciso fosse un quarzo. È un problema sé ho fatto che fosse incastonato nella cintura che indosso di solito?? Inoltre volevo sapere se da BG è più indicato che il mio PG sia un Marinaio od un Pirata

Descrizione Fisica & Carattere

Spoiler

Tiyris è un ragazzo dai capelli biondi come il sole del tramonto e dai penetranti occhi azzurri come il mare. Il suo fisico atletico e scattante come quello di un felino testimonia gli anni di duro allenamento a cui si è sottoposto. Veste dei pantaloni neri tipicamente da monaci che si tengono su con degli elastici ed una maglietta nera su cui tiene una casacca smanicata di colore rossa e bianca. Per tenere chiusa la casacca, indossa una cintura in cui v'è al centro incastonato un quarzo, detto occhio di tigre. Guanti che ricordano le fiamme e comodi stivali neri completano il tutto! Anche sé predilige il combattimento a mani nude, ha come arma un bastone da combattimento ed un nunchaku tenuto dietro nella cintura. Inoltre, gli avete visto usare anche dei dardi che chissà da dove ha cacciato.

Tiyris è di carattere solare e allegro, soprattutto davanti ad una birra. Di lui sapete che è stato marinaio in passato, ma, per motivi a voi sconosciuti, ha poi smesso. Tiene particolarmente al quarzo incastonato nella sua cintura perché è 'un ricordo di famiglia'. Nei momenti difficili si è rivelato più volte saggio e serio di quanto non possa sembrare ed ha dimostrato di essere attento ai particolari. Ama dipingere, anche sé non l'avete mai visto fare, e vivere la vita a pieno, ma evita sempre di comportarsi in maniera disonorevole. Ma la sua più grande passione è la lotta, tant'è che si entusiasma molto quando incontra un avversario degno ed è difficile che rifiuti un'occasione per combattere.

Per darvi un'idea di come sia: http://orig07.deviantart.net/1811/f/2012/063/5/5/monk_render_by_phideki-d3bht1y.png

 

Link to comment
Share on other sites

Lurion

Buio... Sento rumori ovattati, quasi come se fossero degli echi distanti, senza capire cosa siano... Dopo poco inizio a schiarirmi le idee ma subito un forte mal di testa ed un senso di nausea mi assale. Cos'è successo? Niente... Ah si eravamo alla ricerca dei mercanti, sulla strada per Dragonspear, ma poi l'attacco... Si l'attacco... La vista inizia a schiarirsi e sento il freddo bacio del metallo intorno a collo e polsi, oltre all'umidità ed al puzzo dell'ambiente. Storco il naso. Almeno quello mi funziona ancora. Inizio a sentire e capire le voci dei miei compagni. Ecco cos'erano quegli echi distanti... Sicuramente c'era del veleno perché durante l'attacco mi ricordo bene, mi avevano solo graffiato i caduti... oppure ho respirato qualche gas e non me ne sono accorto. Ho troppo mal di testa...

Aspetto che la nausea ed il resto mi passi muovendomi un po e studiando la zona, ormai i miei occhi si sono abituati. I miei compagni sembrano a posto e ci sono anche altre persone. Me ne sto in silenzio per un po' toccandomi nervosamente alla ricerca di qualcosa che i miei carcerieri si possano essere dimenticati di rubarmi, ma invano ho solo i miei vestiti. 

Situazione interessante...Velkynvelke... dove diamine siamo finiti. Sicuramente ci hanno catturati per renderci schiavi, o forse per sacrificarci ai loro dei caduti. Vediamo se riusciamo almeno a stare più comodi.

Mi tiro su, seduto e dico a voce bassa ai miei compagni: State bene? 

Poi subito inizio a studiare collare e manette, studiando la serratura se c'è o come sono bloccati e o fissati alle pareti della grotta. Guardo se abbiamo la possibilità di muoverci di qualche metro o no. Studio la grotta, le sbarre e gli altri occupanti con cura, uno ad uno, valutando se potrebbero essere affidabili o comunque utili per un'eventuale fuga, studiando con attenzione l'elfo drow prigioniero. Perché è qui anche lui?

@Master

Spoiler

Cerco di analizzare i dintorni e gli altri occupanti della cella: Percepiton +4

Studio anche le catene, se si possono forzare, o se hanno meccanismi particolari per aprirle, come anche la cella se ha meccanismi o serrature: non so cosa usare, in caso, Percepiton +4, Investigation+5 Sleight of hand +5

Faccio mente locale se il nome che dice il derro mi è familiare History +5, Arcana +5, dopotutto un po ho studiato. 

 

@Descrizione fisica e carattere

Spoiler

Lurion è un elfo alto di bell'aspetto, con capelli biondi, pelle dorata ed occhi verdi. Lo sguardo è vivace e curioso, veste con abiti semplici, ed indossa una collana con un artiglio di drago che gli ha donato un amico gnomo durante uno dei suoi viaggi.  Porta con se inoltre un arco, alcuni pugnali ed una sottile spada, con cui avete notato è discretamente abile.

Solitamente è allegro, curioso e gentile, ama ascoltare storie e racconti, anche se spesso si distrae se non lo colpiscono. Ama stare in compagnia, e durante la missione si è dimostrato affidabile. Da cosa sapete ha accettato questo incarico principalmente per la ricompensa e per poter viaggiare in luoghi che non aveva ancora visitato. Non rifiuta mai un buon bicchiere di vino, a maggior ragione se gli viene offerto. Si interessa di tutto, è affascinato da luoghi particolari e da antichi misteri da svelare. E' un sognatore, a volte con la testa un po' tra le nuvole.

 

 

Link to comment
Share on other sites

Ah! Sei fortunato umano, non dovrebbe mancare molto! risponde divertito il derro. Perlomeno non hanno perso il senso dell'umorismo! dice lo gnomo alle sue spalle. Scommetto 10 pezzi d'oro che i drow gli faranno passare la voglia di scherzare in...mh, diciamo una settimana! aggiunge lanciando in aria i suoi sassolini e riprendendoli al volo. Jimjar, lo sai che non faccio più scommesse con te. E poi tra una settimana potremmo anche non essere più qui! risponde il derro, per poi voltarsi nuovamente verso di voi.

 

Come vi sentite? State tutti bene? A chiederlo è la nana degli scudi, rivolta verso di voi con sguardo preoccupato. Dopo essersi assicurata delle vostre condizioni la nana si presenta: mi chiamo Eldeth Feldrun, dell'antica città di Gauntlgrym dice un po' pomposamente. Purtroppo anche voi siete stati catturati, come tutti noi, dai malvagi drow. Vi trovate a Velkynvelve, un avamposto degli elfi oscuri nel Sottosuolo. Tra pochi giorni dovrebbero trasportarci nella loro capitale, dove saremo venduti come schiavi aggiunge piena di rabbia. Parla per te, nana! Il grande Buppido non ha nessuna intenzione di diventare uno schiavo! la interrompe il derro.

In questo momento Faragor si accorge di non avere più il suo violino, e si rivolge satiricamente all'elfo scuro prigioniero. Il drow si volta lentamente verso il tiefling, con l'espressione colma di disprezzo. Tieni a bada la tua lingua, feccia, se non vuoi che te la strappi! Sentite distintamente Jimjar sussurrare a Buppido punto 5 pezzi d'oro che lo fa davvero! provocando uno scossone di testa rassegnato del derro.

Dopo pochi istanti di silenzio, vedete il quaggoth alzarsi con movimenti studiati, scrollarsi accuratamente la polvere di dosso e avvicinarsi a Lurion. La possente e inquietante figura rivolge la parola all'elfo, in una lingua stranamente armoniosa.

@Rhaegar, Lurion e Ulfgar.

Spoiler

Il quaggoth si esprime in elfico: qualcuno con cui poter parlare, finalmente. Si sente bene?

@tutti, colori voci

Spoiler

 

Spero che si capisca chi sta parlando: per rendere più semplice la comprensione ho pensato di differenziare il colore. Ecco una legenda:

*Buppido - Derro - Nero
*Jimjar - Gnomo - Rosso
*Eldeth - Nana - Blu
*??? - Drow - Viola
*??? - Quaggoth - Verde

 

@tutti, descrizione del luogo

Spoiler

Guardando al di fuori dalle sbarre, vedete il pavimento di roccia proseguire per un paio di metri, per poi terminare in uno strapiombo. L'entrata della cella è illuminata debolmente da una lanterna contenente quella strana muffa fosforescente.
Alla vostra destra una scala scavata nella pietra scende per qualche metro, mentre davanti a voi si trova una grande stalattite cava, dal cui interno sentite provenire delle voci. Un ponte, fatto apparentemente con...ragnatele intrecciate, collega la vostra cella alla stalattite. Una vasta rete di ragnatele è stata tessuta pochi metri più in basso. Oltre la stalattite, solo il buio.
(Spero sia chiaro, appena posso metto delle immagini nel TdS, nel caso di dubbi chiedetemi pure).

@Dorn

Spoiler

Non noti nulla di particolarmente utile, l'unica uscita si trova oltre le sbarre, che comunque sembrano piuttosto robuste, così come le catene che vi legano.

@Raegar

Spoiler

Dei derro sai giusto che esistono, non molto di più.
I quaggoth sai che sono poco più che bestie, spesso al servizio di padroni drow: per questo ti sembrano parecchio strani i modi civilizzati del quaggoth qui presente.
La nana è una nana degli scudi.
Gli gnomi delle profondità li conosci bene (leggi pure dal manuale), ma i due fratelli ti sembra che abbiano qualcosa di strano, anche se non sapresti dire cosa.
I kuo-toa sono uomini pesce dalla brutta fama a causa delle loro manie omicide. Si alleano spesso ai drow nelle loro razzie.
Anche gli orchi e i drow li conosci bene (vedi manuale).
Il miconide non hai idea di cosa sia.
Hai sentito parlare di Velkynvelve ma non sai molto oltre che si tratta di un avamposto drow; immagini però di poterti orientare una volta fuori di qui.
L'unica uscita si trova oltre le sbarre, che comunque sembrano piuttosto robuste, così come le catene che vi legano.

@Tiyris

Spoiler

Potresti provare a liberarti, ma certamente non sarà facile. Una singola prova rappresenta una giornata di tentativi, quindi puoi farne una a riposo lungo.
Per il resto hai le informazioni che vi ho dato su.
Per il quarzo va bene incastonato alla cintura, ma considera che comunque te l'hanno tolto. Per il BG fai quello che preferisci tu!

@Lurion

Spoiler

L'unica uscita si trova oltre le sbarre, che comunque sembrano piuttosto robuste, così come le catene che vi legano.
Sbarre, catene e collare hanno delle serrature, ma ti servono almeno degli attrezzi improvvisati per provare a scassinarle.
Hai sentito parlare di Velkynvelve ma non sai molto oltre che si tratta di un avamposto drow.

 

Link to comment
Share on other sites

Ulfgar Ironfist

Mi alzo con calma e mi stiro i muscoli con un grosso sbadiglio. Fatto questo cerco di muovermi per la cella per controllare di persona se tutti i miei compagni stanno bene. Se nessuno ha bisogno delle mie cure mi avvicino a Eldeth e mi presento con un inchino: Io sono Ulfgar Ironfist seguace del Signore del Mattino, al Vostro servizio. Come siete finita in questo posto se posso chiedere? e poi a bassa voce in modo che mi senta solo lei: e immagino che essendo qui da più di noi avrete anche pensato un qualche modo per darcela a gambe, non so se mi spiego... concludo con un occhiolino.

@DM

Spoiler

Se qualcuno del mio gruppo ha bisogno di cure faccio delle prove di Medicina +5 per vedere cosa posso fare. Poi prova di Percezione +3 o Investigazione +1 (vedi tu cosa ritieni più appropriato) per cercare di trarre qualche informazione in più dall'ambiente all'interno della cella o dall'ambiente esterno.

 

Link to comment
Share on other sites

Faragor

Alla risposta minacciosa del Drow, rispondo alzando le mani (per quanto consentito dalle catene): "Wo wo wo calma gente... Dicevo per scherzare! Visto che sei dalla parte simpatica delle sbarre, immaginavo non fossero proprio amici tuoi... In ogni caso, dici che hanno intenzione di venderci come schiavi? Interessante... Per caso sapete come sarà organizzato il viaggio? Portantine o animali da soma? Mentre parlo, praticamente per dare aria alla bocca, continuo a guardarmi intorno. Quando il nostro compagno nano si presenta come chierico del signore della luce, mormoro qualcosa sottovoce: Oigidorp e una serie di sussurri si levano direttamente dai muri della cella, tutto attorno a noi, che bisbigliano: "la luce del Mattino illuminerà la vostra via..." e simili cose, giusto per sottolineare la presentazione di Ulfgar. Probabilmente voi che avete viaggiato con me vi accorgete di ciò che ho fatto, ma non riesco a trattenermi dal fare simili scemenze ogni volta che ne ho occasione.

Spoiler

Lancio Thaumaturgy per creare una serie di sussurri tutto intorno alla cella, come se provenisse dalle pareti stesse. Inoltre, le catene mi impediscono di lanciare incantesimi con componente somatica? Se uno dei presenti indossa un qualche capo di abbigliamento in lana, è possibile strapparne un pezzo per usarlo come componente materiale per Minor Illusion?

 

Link to comment
Share on other sites

Sono uscita con i miei compagni per esplorare i dintorni di Gauntlgrym risponde la nana quando siamo stati attaccati dagli elfi scuri. Mi sono svegliata qui, e non ho idea di che fine abbiano fatto le persone con cui viaggiavo...dice mordendosi il labbro. Aggiunge poi sottovoce: ho pensato a fuggire dal primo giorno in cui sono stata rinchiusa qui! Non sarà facile: nell'avamposto ci sono una ventina di drow e una dozzina di quaggoth al loro sevizio...senza contare i ragni giganti! Non ho osato stabilire un piano di fuga insieme a questi infidi abitanti del sottosuolo dice accennando ai vostri compagni di cella ma adesso che siete arrivati forse abbiamo qualche speranza!

Intanto il drow distoglie la sua attenzione da Faragor, ritornando ad osservare l'esterno della cella. Il tiefling fa per lanciare un incantesimo, ma con suo grande disappunto nulla accade. È inutile l'apostrofa Jimjar la cella è protetta da un qualche effetto che annulla la magia. Non riuscirai a lanciare incantesimi qui dentro.

@Ulfgar

Spoiler

Nessuno nel gruppo ha bisogno di cure. Non noti nulla di particolarmente utile, l'unica uscita si trova oltre le sbarre, che comunque sembrano piuttosto robuste, così come le catene che vi legano. Per il resto vedi la descrizione del luogo nel post precedente.

@Faragor

Spoiler

Le catene non influiscono sulle componenti somatiche, ma come hai visto dentro la cella sei impossibilitato a lanciare incantesimi. Sicuramente tu o qualcuno dei tuoi compagni indossa un indumento di lana, quindi considera che hai la componente per l'incantesimo.

 

Link to comment
Share on other sites

Rhaegar Grudinson

Vedendo uno ad uno i membri del gruppo alzarsi e riprendere conoscenza annuisco soddisfatto. Se sono ancora vivi possiamo ancora uscire di qui. Non degno d'attenzione il cianciare dei Derro. In realtà vorrei conoscere di più sul loro conto, sono una delle razze del sottosuolo che conosco meno, così come mi interessa dare un'occhiata a quella specie di fungo depresso, ma le parole della nana mi fanno drizzare il capo verso di lei. Gauntlgrym... mormoro sovrapensiero facendo un mezzo passo verso di lei. Ma è il commento del drow che mi fa tornare in me. Provaci pellescura! Ringhio verso di lui nonostante la minaccia non sia rivolta contro di me. Cos'è, hai litigato con i tuoi amichetti per caso? Cos'hai fatto per finire dietro le sbarre? Se una cosa ho imparato sui drow è che non bisogna mai voltar loro le spalle. 

E tu cos'hai da guardare? Mi rivolgo quindi verso l'orco con tono scorbutico prima di rivolgermi più o meno a tutti i presenti. Come funzionano le cose qui dentro? Il tono non è particolarmente cordiale ma nemmeno imperativo o malevolo. Turni di guardie? Orari dei pasti? Frequenza di nuovi prigionieri? Credo che nessuno di voi voglia rimanere in questa cella un minuto più del necessario. Fisso il drow per un secondo con sguardo arcigno prima di continuare. Più informazioni riuscite a darci più avremo possibilità di almeno tentare un piano di fuga. E vi prego: cercate di riconoscere da soli cosa è pertinente e cosa no. I convenevoli sono sicuramente molto interessanti ma per stringere amicizie ci sarà tempo una volta usciti da questa cella.

@ DM:

In generale Insight +4 (+6 se riguardante il sottosuolo, vantaggio se su nani ed orchi) sulle possibili risposte, specialmente su quelle del drow.

 

 

Link to comment
Share on other sites

Dorn Tallstag

Relativamente indifferente ai discorsi iniziati dagli altri, ma tenendo un orecchio teso per non perdere informazioni importanti, mi alzo da terra e, in un angolo della cella, comincio a sciogliere i muscoli anchilosati dalle lunghe ore passate fermo nella stessa posizione e privo di conoscenza. Mentre allungo i muscoli, saggio le catene che mi legano mani e collo, verificandone la tenuta ed i limiti alla mia libertà di movimento.

Una volta che mi sento nuovamente in forma, mi avvicino a Ulfgar e alla nana, giusto in tempo per sentire le ultime parole di quest'ultima. Senza tante cerimonie, mi intrometto nella conversazione.

Essere schizzinosi non sarà d'aiuto, se davvero vogliamo uscire di qui in direzione opposta rispetto al mercato degli schiavi. Eldeth, giusto? Dorn. Direi che è un piacere, ma mentirei. meglio tenerselo per quando saremo fuori di qui. 

Venti drow, dicevi, una dozzina di quaggoth e un numero imprecisato di ragni... per non parlare del fatto che siamo tutti senza armi, legati e rinchiusi in una cella che sembra immune a magie di qualunque tipo. - concludo, con il mento richiamando la l'attenzione dei due nani verso le parole dello gnomo ed il tentativo fallito di Faragor. 

Uscire non sarà facile ma in quindici avremo certo più possibilità che in sei, o sette. - concludo.

Alzo lo sguardo da dove siamo acquattati, guardando Rhaegar mentre snocciola alcune domande molto pertinenti. Sarebbe anche utile se aveste, più o meno, un'idea della struttura di questo Valf... Velc... questo posto. Dannato elfico... parlare una lingua normale no, eh? Giusto per evitare le stanze preferite dai nostri... ospiti, mentre cerchiamo l'uscita. - concludo, con uno sguardo penetrante rivolto al drow rinchiuso assieme a noi. 

Drow prigioniero di drow... faccenda interessante.... 

DM

Spoiler

Riesco a intuire se le catene si possono spezzare, magari usando due pietre a mo' di incudine e martello?

 

Link to comment
Share on other sites

Tiyris

Bene. Potrei provarci! penso dopo aver esaminato le catene ed il collare. Quando la nana mi chiede sé ho bisogno d'aiuto le faccio un sorriso e segno di no con la mano destra. Tiyris. Le dico in risposta alla sua presentazione. Sé non possiamo liberarci utilizzando la magia, ci rimangono poche scelte...e collaborare con questi tizi è una di queste, ma... Mentre ascolto il discorso di Dorn e di Rhaegar, studio per bene ogni individuo estraneo al gruppo ...sarà difficile collaborare senza un minimo di fiducia. Quando Dorn accenna al fatto che siamo senz'armi, ripenso agli anni di addestramento nelle arti marziali a cui mi sono sottoposto Dorn ha ragione! Io sono addestrato nel combattimento disarmato, ma gli altri non potranno essere molto d'aiuto senz'armi, armature e/o magia. Bisogna scervellarsi di trovare un modo per andarcene di qui sani e salvi!!

Master

Spoiler

Per me va bene. Acrobazia +5 per liberarmi dai polsi e dal collare non appena né ho il tempo e la possibilità...magari senza farmi vedere; penso Rapidità di Mano +3 o Furtività +5. Inoltre Intuizione +4 su ogni individuo che non appartenga al gruppo per capirne le intenzioni e la veridicità delle parole, soprattutto sul quaggoth che si è avvicinato a Lurion, dato che non conosco la lingua in cui gli sta parlando, cerco di intuirne le intenzione dai atteggiamenti del corpo, e l'orco, dato che ci sta guardando male da un po e che Rhaegar gli si è rivolto con tono di sfida. Sé nel caso serva, cerco di intromettermi in una possibile lite/combattimento
Hicks una sola domanda: dato che il pg è un monaco e quindi addestrato nelle arti marziali, ho delle possibilità di non subire le penalità della condizione restrained (o come si chiama), magari usando i calci ed il gioco di gambe? Oppure la subisco lo stesso??

 

Link to comment
Share on other sites

Faragor

Lo immaginavo esclamo, il volto imbronciato, aggiungendo: Non potevano essere così stupidi, ma non si sa mai. In ogni caso - esclamo alzandomi - io sono Faragor, musicista, artista e acrobata, per servirvi. e concludo con un inchino, rivolto a tutti e a nessuno in particolare, anche se faccio un leggerissimo occhiolino alla nana. Ascoltando le domande dei miei compagni, tutte molto pertinenti, comincio a passeggiare per la cella, avvicinandomi alla fine al Drow e rivolgendogli la parola: Chiedo perdono per la mia battuta di prima, e per il nervosismo del mio compagno nano, sai come sono: più sono piccoli e barbuti, più sono antipatici. Comprenderai una certa alterazione, vista la condizione, ma sono sicuro potremo diventare buoni collaboratori, se non amici. Il mio tono è gentile, ma non untuoso: non voglio certo dimostrarmi inferiore...

Spoiler

Persuasion +4 per tranquillizzare gli animi, ha senso?

 

Link to comment
Share on other sites

Il drow si volta nuovamente con sguardo infuocato, ma viene interrotto dall'orco, che si alza in piedi. La massiccia figura sovrasta chiunque altro nella stanza. Nessuno parla così a Ront! Il colosso impugna le catene, come se volesse usarle per strozzare qualcuno. Sopra tutto uno sporco nano! grugnisce. L'orco fa un passo in direzione di Rhaegar, quando si sente una voce provenire da fuori la cella: cosa sta succedendo qui? Pochi secondi dopo, un gruppo di 4 drow raggiungono le sbarre, capitanati da un'elfa scura. La drow sta impugnando un bastone da cui scaturiscono svariati tentacoli. Un altro degli elfi impugna una bacchetta, mentre il resto dei drow vi sta puntando contro delle balestre; inoltre intravedete dei quaggoth nelle retrovie.
Per quanto mi diverta vedere i prigionieri scannarsi tra loro, cercate di farlo dopo il vostro turno di lavoro. Intesi? Ront? L'orco abbassa lo sguardo alle parole dell'elfa, e torna lentamente a sedersi.
Bene, vedo che i nuovi prigionieri si sono svegliati dice la drow, posando lo sguardo su di voi. Nel caso i vostri simpatici compagni di cella non vi abbiano ragguagliato, vi informo che siete di mia proprietà ora: Ilvara della casa Mizzrym! Accettate il vostro destino, obbedite agli ordini, e potreste riuscire a sopravvivere. Create problemi, e verrete dati in pasto ai ragni giganti. La vostra vita non vale nulla ora, mettetevelo bene in testa! dice con un sadico sorriso.
Comunque sia, ecco il vostro pasto. Il drow alla sua destra rinfodera la bacchetta, estrae un mazzo di chiavi e si china alla base delle sbarre, dove si trova una piccola feritoria abbastanza larga per far passare dei piatti. Aperta la serratura, i quaggoth si avvicinano e vi depositano delle ciotole, contenente una brodaglia che sembra a base di funghi.
Non fate gli schizzinosi, non vedrete altro cibo per oggi dice l'elfa. Il drow richiude la feritoia, e tutti gli altri prigionieri prendono le proprie ciotole.
Non metteteci troppo dice sarcasticamente la drow tra un'ora inizierete con il vostro lavoro. Senza aggiungere altro, le guardie e i quaggoth vi voltano le spalle e se ne vanno.

Non vi sono state fornite delle posate, quindi siete costretti a mangiare la minestra direttamente dalla ciotola. Tra un sorso e l'altro, il derro vi risponde: come vedrete è difficile calcolare il trascorrere del tempo. Non so i turni delle guardie, ma sono sempre presenti dei drow nelle stanze qui davanti dice alludendo alla stalattite. Il pasto viene sempre servito più o meno a quest'ora; tra poco verremo divisi in squadre e portati al lavoro. Avrete modo anche voi di farvi un'idea del posto aggiunge rivolgendosi a Dorn.

Nel frattempo, Faragor si avvicina al drow, intento a consumare il suo pasto. Dapprima sospettoso, il drow sembra rilassarsi dopo aver sentito le parole del tiefling. Con fare rassegnato, risponde Immagino che dovremmo collaborare se vogliamo uscire di qui. Io mi chiamo Sarith, per la cronaca.

@tutti

Spoiler

Se volete interagire con la drow potete farlo con un flashback sotto spoiler. Comunque a meno che non vogliate fare cose particolari, nel prossimo post verranno a prendervi perportarvi a lavoro.

@tutti, colori voci

Spoiler

*Buppido - Derro - Nero
*Jimjar - Gnomo - Rosso
*Eldeth - Nana - Blu
*Sarith - Drow - Viola
*??? - Quaggoth - Verde
*Ront - Orco - Marrone
*Ilvara - Drow - Indigo

@Rhaegar

Spoiler

Come vedi i due simpaticoni sono piuttosto suscettibili ;)

@Dorn

Spoiler

Potresti riuscire a spezzarle...ma sicuramente causerai del rumore. Inoltre potrebbe volerci un po'.

@Tiyris

Spoiler

Non ti ho ancora fatto fare la prova perché alla luce delle nuove informazioni tra un'oretta vi porteranno ai lavori forzati...vuoi provare lo stesso a liberarti?
Per il resto, non ha notato bugie tra quello che è stato detto. Per quanto riguarda il quaggoth, ti sembra molto strano il suo comportamento: normalmente sono poco più che bestie, questo invece si comporta quasi da "galantuomo".
L'orco sembra decisamente aggressivo, mentre il drow è altezzoso, sembra che voglia esser lasciato in pace.
Mi dispiace ma anche tu subisci la condizione restrained: puoi comunque attaccare, ma le catene ti intralciano i movimenti.

@Faragor

Spoiler

Ha senso. Vedi che Sarith ha delle piccole macchie sul volto, alcune sono diventate delle bolle (una sorta di vesciche). Inoltre noti chiaramente che la nana è avvampata al tuo occhiolino. ;)

 

Link to comment
Share on other sites

Faragor

all'arrivo della Drow

Spoiler

Oh, finalmente i nostri stimati ospiti! E' un onore conoscervi, o nobile Ilvara della casa Mizzrym. Lieto di essere al vostro servizio Chioso, con un inchino elaborato, per quanto mi è concesso dalle catene che mi stringono i polsi. Decisamente, sono dell'idea che più le persone con cui condivido questa esperienza mi sono amiche, meglio sarà per me... E forse per i miei compagni! 

Quando ci viene dato il cibo, ringrazio con un ulteriore inchino, per poi dire a bassa voce alla Drow: Quella specie di frusta la usate anche nell'intimità? prima di rendermi conto che probabilmente ho fatto l'ennesima stupidaggine.

 

Link to comment
Share on other sites

Rhaegar Grudinson

Quando l'orco si alza minaccioso e si avvicina a me non rispondo, limitandomi ad alzare il mento e tirare fuori il petto, pronto per una scazzottata che so che probabilmente perderò ma in cui venderò cara la pellaccia. Non sia mai che mi tiri indietro di fronte ad un orco! Ma è la nostra carceriera ad interromperci. Ascolto in silenzio le sue parole, fissando sia lei che gli altri drow con sguardo arcigno. Ignoro la battuta di Faragor. Se solo conoscesse la metà di cosa significhi essere schiavi dei Drow non sarebbe così veloce a fare il simpatico. 

Aspetto che il drappello si sia allontanato e che il derro finisca di parlare prima di prendere parola. 

Attento Faragor. I drow sono creature infide e meschine, cerca di non attirare troppo l'attenzione. So per certo che se quella sgualdrina dalla pelle nera decidesse di prenderti come oggetto personale, e nota come ho usato la parola oggetto, la tua situazione peggiorerebbe immensamente. Il tono è quello da vecchio insegnante con cui spesso mi avete sentito rivolgermi a voi quando impartisco quella che per me è una sicura lezione di vita. E starei anche attento a lui. Continuo indicando il drow nostro compagno di cella. Dalla rabbia a malapena controllata che traspare dalla mia voce ogni volta che parlo di drow è chiaro come provi una buona dose di risentimento verso la razza. Non mi stupisce che quei damerini scopa-ragni siano capaci di schiavizzare uno dei loro, ma non mi stupirei nemmeno se fosse un qualche genere di tranello, una spia messa in mezzo a noi per stroncare ogni strana idea. Si tratta di una razza deviata e perversa, dedita all'intrigo ed alla menzogna. Per loro tessere intricati e contorti piani è come respirare. Faccio quindi un passo verso il drow. Datemi una buona ragione per cui dovremmo fidarci di lui. 

Gli ringhio contro prima di rivolgermi verso i membri del gruppo. Credo che sopportare questo primo turno di lavoro sia mandatorio. Senza conoscere i dintorni e le forze che ci contrastano, la loro posizione e la loro velocità di reazione abbiamo ben poche possibilità di fuggire da qui. Una volta trovata l'uscita da questa prigione ci riorganizzeremo. Sospiro guardando fuori dalle sbarre. Non sarà semplice, questi figli di strega sanno come sfruttare le forze di uno schiavo fino all'ultima goccia, senza risparmiargli un'oncia di dolore, ma dobbiamo rimanere vigili. Cercate vie di fuga, memorizzate i volti di guardie e carcerieri, cercate di capire chi comanda e la pianta della fortezza. Depositi di viveri, dove è finito il nostro equipaggiamento, possibili modi per creare distrazioni e generare caos. Abbiamo già lavorato assieme e so che sapete cosa fare. Concludo annuendo verso di loro con fiducia. Se gli gnomi, il derro ed il miconide sono stati in grado di sopportare i lavori non ho dubbi che anche loro riusciranno.

Mi volto quindi verso gli altri ospiti della cella, guardandoli in volto uno ad uno, soffermandomi forse un secondo di troppo quando incrocio lo sguardo di Eldeth. L'unico verso cui non mi volto è Sarith. Cercate di non creare casini la fuori. Usciremo da qui e vi porteremo con noi quindi tenete gli occhi e le orecchie aperte anche voi. Ogni aiuto è utile ma piuttosto che farvi beccare a ficcanasare lasciate stare! Li fisso ancora per qualche secondo prima di concludere. A meno che qualcuno non abbia un'idea migliore. Mi stringo nelle spalle voltandomi ed andando a sedermi appoggiato ad un parete, brontolando a bassa voce sull'essere troppo vecchio per certe cose.

Link to comment
Share on other sites

Lurion

Quando sento la melodiosa cadenza della lingua elfica rimango sorpreso, ancora di più quando mi accorgo di chi sta parlando. Come è possibile? Devo scoprire la sua storia...

Mi volto verso il quaggoth, cercando di non sembrare troppo sorpreso e dopo un un attimo gli rispondo in elfico: "Si grazie, più o meno almeno... Ho ancora un forte mal di testa. Mi chiamo Lurion, piacere. Scusa la franchezza ma non mi sembri," tentenno un attimo... "come... come i tuoi simili. Come hai imparato la mia lingua, e come sei finito qui?"

Mentre sto formulando queste domande sento la voce dell'orco alzarsi e poco dopo l'arrivo della drow con i suoi sottoposti. Durante la scena resto in silenzio, pensieroso... Guardo i funghi e il resto della sbobba... Chissà che gusto avranno? Aspetterò che qualcun altro li assaggi per primo! Un sorrisetto mi si stampa sul volto mentre ci penso. 

Dopo la distrazione mi riconcentro sul quaggoth sempre parlando nella mia lingua natale: "Scusa come dicevi di chiamarti?" continuo a chiedergli "Raccontami di come sei finito qui..."

Mentre Rhaegar da le sue indicazioni e i consigli annuisco ed aggiungo in elfico al quaggoth: "E' un po burbero ma affidabile, ed ha ragione, sai se qualcuno ha già provato a fuggire di qui?"

Link to comment
Share on other sites

Faragor

Alla presentazione del Drow rispondo con un cortese cenno del capo, per poi sbuffare all'intervento del nano: Si certo, mastro Rhaegar. Tutti i presenti sono qui per fare un dispetto a te! Se anche fosse qui per tradirci, immagini una sorte peggiore che essere in una prigione pressoché invulnerabile pronti per essere venduti come schiavi? Sinceramente, io no! Perciò cosa credi potrebbe fare di male? Pfui! In realtà, Aggiungo voltandomi verso il drow Questo è proprio il motivo per cui è con noi: incredibilmente efficiente nel suo lavoro, anche se di tanto in tanto un po' burbero...

E a queste parole, prendo una delle scodelle e vado a sedermi vicino alla nana, non prima di aver fatto un ampio sorriso e aver chiesto, con tono elegante: Posso condividere con voi questo lieto pasto? Purtroppo, temo non piacevole nel menu e nella location quanto nella compagnia, ma già solo quella lo renderebbe favoloso ai miei occhi. Una volta seduto, chiedo con voce allegra: Di cosa vi occupavate con i vostri compagni di avventure? Vi immagino incantatrice potente, a giudicare dallo sguardo intelligente e vivo, anche se il corpo dalle forme perfette e i muscoli scolpiti potrebbero far intendere una valorosa combattente. Insomma, siete un rebus per me! Concludo con una risata!

Spoiler

Persuasion +4? :D

Non ci posso far niente, sono un rubacuori, non posso fare a meno di flirtare!

 

Link to comment
Share on other sites

Archived

This topic is now archived and is closed to further replies.

×
×
  • Create New...