Jump to content

La Nuova Era


Guest

Recommended Posts

Sono passati ormai trent'anni dalla caduta del Re Nero e il neonato Impero di Orthars inizia a riprendersi da quegli anni di terrore.

Re Arturs guida il popolo con saggezza e forza e si adopera in tutti i modi per rendere le sue terre un luogo sicuro e ospitale, avvolte scendendo lui stesso per le strade delle città a dare una mano.

Sfortunatamente l'Impero non sta passando un periodo roseo... anzi tutt'altro. A Nord gli Orchi ammassano i loro eserciti per un massiccio attacco e in tutto l'Impero una setta conosciuta come "Il Culto" inizia a rivelarsi una seria minaccia.

Questi ed altri motivi hanno spinto un gruppo di avventurieri a viaggiare, uno strano gruppo ma con le capacità necessarie a cambiare il corso della storia.

............

Vi trovate in una locanda della cittadina di Sengr, "La Mezza Luna", e tra la confusione generale riuscite a trovare un tavolo a cui sedervi.

Questa è una modesta locanda costruita completamente di legno, con una dozzina di tavoli tutti stracolmi di gente, che non appena entrate vi guarda con veloci occhiate per poi tornare ai propri affari e un piccolo palco.

Una nana si avvicina al vostro tavolo e chiede con tono caldo e cordiale:

Benvenuti alla Mezza Luna ! Cosa possiamo offrire ad degli intrepidi viaggiatori come voi ??

@Mappa Impero:

@Mappa Locanda:

@Tutti:

Spoiler:  
Ho deciso che vi conoscete già XD Descrivetevi voi e buona tortura :evil:
Link to comment
Share on other sites


  • Replies 68
  • Created
  • Last Reply

Decrizione

Spoiler:  
Ragazza umana di esile costituzione e veste con abiti logori. E' molto cortese e gentile, ma la sua abilita' coi lucchetti e la sua fobia per le guardie cittadine fanno fare facilmente due piu' due su perche' sia sempre la prima a sparire o nascondersi, o abbia perennemente un comportamento circospetto.

Si e' unita al gruppo ad un posto di guardia, chiedendo di potersi unire per farsi notare di meno dalle guardie. Non ha mai detto che crimine abbia commesso per avere un comportamento cosi' circospetto.

Mi siedo timidamente al tavolo da un punto da cui posso controllare la porta, tenendo il cappuccio calato sulla mia testa.

Salve.. A me un bel boccale di birra nanica e qualcosa di buono da mangiare. enuncio, allungando alla nana il costo di quanto ho ordinato. Ah! Ed una camera per la sera per noi. Da quanto sono le vostre camere? Da due, da tre persone?

Link to comment
Share on other sites

Mi siedo al tavolo, poi mi rivolgo sereno alla nana; idromele, pancetta e pane e una paio di uova.

Spoiler:  
Ryol è un giovane uomo alto nella media. Ha capelli corti, spettinati e color castano chiaro. Gli occhi sono stesso colore dei capelli, ma l'iride è limata. La parte destra del corpo è ricoperta da tante piccole cicatrici, tutte causate da oggetti taglienti: una queste ferite si trova sul naso e un'altra sul sopracciglio.

Al polso destro porta una manette a cui è collegata una catena, che in questo momento porta sotto la manica.

Link to comment
Share on other sites

@descrizione

Spoiler:  
Daumar è un ragazzo di 18 anni, e, sebbene sia così giovane, possiede già una grande saggezza. Questo è dovuto alla sua discendenza: lui è uno spiritide, un lontano discendente di una generazione di folletti(più precisamente: "ninfe") e umani. Di conseguenza ha degli occhi dai lineamenti dolci e appuntiti, come un mandorla, e di colore grigio. Il suo viso è rotondo, e la sua pelle ha un coloro tendente al verde, "olivastra".

è una persona sempre molto tranquilla,serena e, talvolta, silenziosa, e vicino a lui si trova il suo inseparabile compagno con l'omonimo nome(Daumaris), un corvo.

Arrivato insieme al mio gruppo ci sediamo al primo tavolo disponibile. Una volta entrati osservo il palco della locanda,

credo verrà qualcuno a esibirsi, questo spiegherebbe il perché di tanta gente. Bhè spero proprio che sia così, ammirare qualcuno che esegue un qualunque tipo di arte non fa' mai male.

Una nana si precipita da noi, domandandoci cosa desideriamo, e sono pronto a risponderle:

un insalta con pane e formaggio, per bere acqua.

Poi osservo l'atteggiamento circospetto della mia compagna

Calmati su..., chi vuoi che ti possa notare in mezzo a tutta questa gente?

Link to comment
Share on other sites

Faccio un sorrisetto nervoso, continuando a guardarmi intorno.

Non si sa' mai; basta abbassare la guardia e qualcuno mi potrebbe ammanettare e portare in uno scantinato buio. Parlo per esperienza personale, purtroppo. Dico, senza perdere d'occhio la maggior parte dei commensali, tranquillizzandomi solo quando sono certa che nessuno di questi mi sta guardando.

Link to comment
Share on other sites

@Descrizione

Spoiler:  
Eithyrok è un uomo imponente, alto e con una muscolatura ben definita. Ha un viso squadrato costellato da numerose cicatrici oblique che gli deturpano il volto. Tra le cicatrici spunta una leggera barbetta argentea che incornicia due occhi neri come la notte.

Indossa una armatura con molte tasche laterali, un mantello nero, lungo fino alle caviglie per coprire l'armatura e i lati del corpo, dei pantaloni, anche loro coperti di tasche e la sua inseparabile bandana nera, che gli copre interamente il cranio da appena sopra le orecchie in su. Voi sapete che lo fa per coprire le sue cicatrici peggiori: quelle che ha subito dopo infinite sessioni di torture da parte di una banda di briganti. Non vi ha detto altro sull'argomento e in realtà non ve le ha fatte vedere ancora.

Al fianco porta un mazzafrusto pesante, coperto quasi interamente dal mantello.

Ha un carattere piuttosto cordiale con voi, ma essendo stato per molto tempo parte della guardia cittadina, e specializzato nella tortura e nell'estorcere informazioni con il dolore, sapete che quest'uomo è un sadico, che apprezza anche troppo la sua professione, torturando sia fisicamente che psicologicamente i criminali e i prigionieri. È estremamente ligio al suo compito ma preferisce farlo "alla sua maniera". In ogni caso non alzerà un dito su nessuno se non ne ha un valido motivo e comunque è molto cordiale e simpatico

@DM

Spoiler:  
mi sono dimenticato di scrivertelo sulla scheda: nelle tasche tengo i miei strumenti di tortura

per me una caraffa d'acqua e un po' di maiale se c'è, sennò sono a posto

Mi rivolgo alla nana sorridendo cordialmente nonostante il mio viso non sia una favola, poi sentendo le preoccupazioni di Rosalie mi rivolgo a lei con un sorriso

non crucciarti: finché ci sarò io con voi non potrà accadere niente di tutto questo... Sono pur sempre una guardia cittadina anche io...

Detto questo apro una delle mie tasche controllando qualcosa all'interno. Non lo vedete, ma mentre frugo all'interno qualcosa tintinna.

Link to comment
Share on other sites

G-grazie faccio timidamente, appoggiandomi al tavolo e smettendo di controllare assiduamente le entrate (solo un occhiata ogni tanto, ormai per abitudine).

Che stanchezza oggi...non vedevo l'ora di prendere un bel boccale di buona birra ed un decente. Dico ai miei compagni, togliendo timidamente il cappuccio, certo che nessuno possa riconoscermi e legarmi come un salame in questa sala.

Link to comment
Share on other sites

La nana prende le vostre ordinazioni e si avvia verso il bancone.

Nella locanda si respira un aria di felicità e benessere.

Dopo pochi minuti la vedete tornare con le vostre ordinazioni, che porta attraverso dei vassoi messi in equilibrio uno sull'altro.

Ecco a voi. Dice nel sistemare i vari piatti.

Abbiamo sia stanze singole che multiple... dice guardando Rosaliae ...quale preferite ??

Intanto da infondo la sala si sente un uomo alzare la voce

Ahahah !! Non vedo l'ora che arrivi l'intrattenimento !!

Si !!! Gli risponde un altro Dicono che sia un abile cantante, e una gran gnocca !!

Ah... perdonateli... dice la nana fanno sempre cosi... ma ci si abbitua...

Poi prendendo i vassoi vuoti e si mette ad aspettare una risposta da parte di Rosalie.

Link to comment
Share on other sites

Ah, era per sapere. a me non infastidisce di condividere la camera coi miei compagni di ventura: so' che sanno regolarsi. Direi che prendiamo due doppie, no? faccio rivolta ai miei compagni.

Prendo il mio boccale bevendo un bel sorso, ignorando le voci dal fondo della sala visto che da me uscirebbero solo note di disappunto.

Ahhh! ci voleva dopo una dura giornata! enuncio estasiata.

Link to comment
Share on other sites

Anche se la nana aspetta una risposta da rosalie mi permetto di rispondere visto che la scelta influenzerà tutto il gruppo

Io preferirei multipla

dico dopo aver ringraziato la nana per avermi portato la cena, e, mentre me la gusto, sento il mio corvo gracchiare

Ah..., hai ragione scusami. Avete per caso mangime per corvi?

dopo di ché sento che verrà un'intrattenitrice

bene, quindi oggi ascolterò l'arte del canto, non credo sarà spiacevole. Le voci dicono che sia brava.

Link to comment
Share on other sites

Faccio spallucce bevendo un altro gran sorso. Per me è uguale, mi fido di voi e cosi' costa anche meno, oltre che essere piu' sicuri la notte.

Sono curiosa di questa intrattenitrice: è da tanto che non assisto ad uno spettacolo di canto.

Ah, poi ti devo chiedere una cosa in privato, quando siamo soli. dico a bassa voce a Eithyrok

Link to comment
Share on other sites

Inizio a mangiare avidamente. Quando sento altri clienti della locanda urlare a gran voce "l'intrattenimento" alzo lo sguardo incuriosito per un istante, per poi tornare a mangiare pancetta mischiate alle vuota mischiate all'idromele

Link to comment
Share on other sites

Una volta ascoltata la vostra scelta l'oste si allontana da voi e vi lascia mangiare in pace.

Passano pochi minuti che arriva il momento tanto atteso. Una donna vestita con un elegante abito da sera nero si avvicina verso il palco.

E' un bellissima donna dai lunghi capelli corvini, occhi verdi e un fisico da mozzare il fiato.

La locanda si ammutolisce al suo arrivo come se a tutti fosse stato tolto il dono della parola.

La donna si siede su un piccolo divanetto posto al centro del palco e accompagnandosi con la sua arpa inizia a cantare per voi una soave canzone.

La locanda ascolta immersa nel silenzio la canzone e solo in rare occasioni sentite qualche voce dire:

Un angelo in terra...

Che voce divina...

Siano lodati gli dei per tale dono...

Link to comment
Share on other sites

Appena vedo comparire la cantante il mio sguardo si riempie di meraviglia.

è bellissima...

Osservo ogni suo movimento, scrutandola dal basso verso l'alto. Quando poi inizia a cantare la sua voce penetra nel mio animo e vengo trascinato da quella canzone con la stessa forza della corrente di una cascata.

è bravissima, canta come una dea.

decido di rimanere in silenzio per non rovinare una nota di quella canzone.

quando avrà finito dovrò fare conoscenza con lei.

Link to comment
Share on other sites

Archived

This topic is now archived and is closed to further replies.

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.