Jump to content

Materiale dragon magazine


Trapezioid
 Share

Recommended Posts

Buongiorno a tutti, sfogliando un dragon magazine mi sono imbattuto nel talento concealed ambush il quale permette di subire una penalità di "solo" -10 invece del solito -20 per effettuare la manovra sniping (al momento mi sfugge la traduzione, attaccare da nascosti e rinascondersi, il tutto con un'arma da tiro).

Ora al di là del potenziale di un talento simile mi viene da chiedermi:

1. Sono ufficiali? ma sopratutto

2. mediamente quanto possono risultare utili/sbroccati/sgravati i talenti o incantesimi dei dragon magazine? Tanto per continuare a parlare del suddetto concealed ambush, un ladro halfling con quello annulla totlamente la penalità alla prova, se non ho commesso errori. Il che potrebbe portare a situazioni lievemente ingestibili. Certo poi ci saranno sempre gli incantatori ecc. ecc. ma vorrei capire quanto attenzione bisogna fare mediamente con il materiale del magazine prima di concederlo.

Link to comment
Share on other sites


1) No, nel senso che non è materiale ufficiale wizard. C'è qualcosa di ufficiale delle magazine, ed è stato raccolto nel manuale Dragon Magazine Compendium.

2) In genere ci sono cose abbastanza fuffa ma anche alcune cose considerate generalmente pp (il colibrì, dead eye, ecc...).

Personalmente da master non uso materiale delle magazine per il semplice fatto che non le possiedo e non ho voglia di mettermi a leggerle, ma non credo siano più insensate degli altri manuali :)

Link to comment
Share on other sites

Concordo che non siano mediamente più sbroccati, anzi: quasi sempre sono discretamente inutili.

Però, non essendo ufficiali, non sono stati soggetti a errata e simili. Quindi ci sono dei refusi incredibili che possono completamente sballare la campagna. In generale non li concedo mai a priori, ma mi riprometto di valutarli uno per uno nel caso il giocatore voglia qualcosa di simile, in pratica li uso come template.

Sul concealed ambush, +10 mi sembra alto ma non drammatico, sniping non è eccessivamente forte come manovra.

Link to comment
Share on other sites

@bobon: ma infatti non è niente di esagerato però, come c'è quello che potenzialmente può creare problemi medi di gestione del bilanciamento del gioco, ce ne potrebbero essere altri molto peggiori, semplicemente mi ha suscitato questo ragionamento.

@tamriel: ah già ora ricordo, l'erede morale del rospo della 3.0 in quanto a bilanciamento :D

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Io concederei ad occhi chiusi qualsiasi cosa provenga dal Dragon Magazine. :)

...

Per quanti nanosecondi mi avete creduto? :D

Bando alle ciance, sono uno "pseudo-fan" del Dragon Magazine, il cui materiale varia dall'inutilità assoluta fino a cose fuori dal mondo, bisogna valutare caso per caso. Il consiglio che ti lascio è lo stesso di bobon123, cioè in generale, di non concederlo mai a priori. Se un tuo giocatore vuole qualcosa da un Dragon Magazine, valuta con molta attenzione e decidi se concederlo o meno. Ritengo, invece, l'uso ottimo delle riveste quello lato DM: ci sono tantissime opzioni in più, articoli interessanti che esplorano organizzazioni/gilde particolari, inserti dedicati all'ecologia di un mostro di cui non poteva "importartene" di meno (e del quale ti dimenticherai un attimo dopo aver finito di leggere, ma tralasciamo), storie/miti sulle divinità a metà strada tra il ridicolo e l'assurdo, sezioni dedicate a problemi che esistono solo nella testa dell'autore e infine... una volta ogni 10-20 riviste, qualcosa di incredibilmente buono.

Non sto parlando tanto di talenti/incantesimi/oggetti, ma di articoli fatti così bene che verrebbe voglia di costruirci una mini-quest attorno, piena di spunti interpretativi ispirati e ben pensati. Solitamente, le idee migliori provengono dalle lunghe (e davvero ben fatte) avventure ufficiali, cito solo Age of Worms e Savage Tide, però quelle vale la pena giocarle per intero, quindi è un discorso un po' diverso. Ti può interessare di più, invece, sapere che si trovano idee ottime anche al di fuori di questi contesti (spesso facili da adattare) ed è proprio in questi casi che si trovano le cose più esotiche. Ho avuto alcune occasioni per testarle in-game e sono rimasto piacevolmente colpito.

In sintesi: le riviste sono come una miniera. Bisogna scavare parecchio prima di trovare qualcosa che abbia valore (e non sia né inutile né sbroccato), ma una volta trovata la pepita d'oro, lo sforzo viene ripagato.

P.S. Il tutto IMHO.

Link to comment
Share on other sites

Concordo con Black Lotus, la rivista Dragon e la rivista Dungeon sono miniere d'oro. Sono piene di informazioni molto utili per un DM, comprese classi/razze che i tuoi giocatori non si aspetterebbero mai, approfondimenti vari, e anche particolari "chicche".

Un esempio che mi viene in mente è il Mind Mage (Dragon #313), una specie di Mago/Psion che combina assieme poteri psionici e incantesimi arcani. A vederlo bene è abbastanza chiodo (al di là della potenza delle due classi singole), però senza dubbio dev'essere molto bello da giocare e ruolare, certamente molto più del semplice Cerebromante.

Dal punto di vista del giocatore, io da DM non ho mai avuto problemi a concedere l'uso delle riviste o della roba del sito Wizard (come lo Swiftblade), basta leggere per bene per assicurarsi di non fare casini, ma questa è una cosa che faccio a prescindere.

Però sono abbastanza sicuro che sia roba 100% ufficiale, han pagato i diritti.

Link to comment
Share on other sites

Però sono abbastanza sicuro che sia roba 100% ufficiale, han pagato i diritti.

Sorry ma devo contraddirti. Come già detto da Tamriel le riviste di per sé non sono materiale ufficiale, però parte di ciò che negli anni è stato proposto dalle riviste è stato raccolto in un manuale (Dragon Magazine Compendium) Wizard ufficiale.

Alla fine dei conti quindi di ufficiale marchiato Wizard c'è solo il materiale delle riviste raccolto nel DMC.

Link to comment
Share on other sites

Hmm strano. Se apri una qualsiasi rivista Dragon trovi scritto Copyright @200X Wizards of the Coast, Inc. , ciò significa che è materiale distribuito e prodotto in nome e per conto della WotC. Tecnicamente è questo a livello editoriale che classifica qualcosa come "ufficiale" (tra l'altro, è la stessa scritta che c'è anche sul compendium e sui vari manuali ufficiali, ambientazioni comprese), d'altronde era materiale prodotto dalla Paizo, che fino a pochi anni fa era una branca della WotC stessa.

Almeno, nell'editoria funziona così, però in effetti D&D è un gioco non so come funzioni di preciso...

Link to comment
Share on other sites

Hmm strano. Se apri una qualsiasi rivista Dragon trovi scritto Copyright @200X Wizards of the Coast, Inc. , ciò significa che è materiale distribuito e prodotto in nome e per conto della WotC. Tecnicamente è questo a livello editoriale che classifica qualcosa come "ufficiale" (tra l'altro, è la stessa scritta che c'è anche sul compendium e sui vari manuali ufficiali, ambientazioni comprese), d'altronde era materiale prodotto dalla Paizo, che fino a pochi anni fa era una branca della WotC stessa.

Almeno, nell'editoria funziona così, però in effetti D&D è un gioco non so come funzioni di preciso...

La differenza è che è un magazine e quindi è stato fatto per offrire spunti, ma non è ufficiale seppure le idee vengono dalla WotC e ne rivendichi la proprietà con il marchio. Praticamente il fatto della ufficialità o no nel gioco conta anche se è un manuale ufficiale e non una rivista. Oppure, come accaduto a Kingdoms of Kalamar, scade la licenza :D

Link to comment
Share on other sites

Tirando le somme quindi mi pare di capire che, non molto diversamente dai manuali "ufficiali", è opportuno vagliare le situazioni di volta in volta, niente di particolarmente sorprendente ma ringrazio tutti per risposte e conferme.

Link to comment
Share on other sites

Non so da dove vi venga questa idea che il materiale di Dragon non sia ufficiale... Dragon e la sua rivista sorella Dungeon sono da sempre le due riviste ufficiali di Dungeons & Dragons, la prima contenente spunti, nuove regole, chiarimenti, articoli storico-geografici, eccetera, mentre la seconda dedicata quasi interamente ad avventure e campagne pronte...

Non so se avete notato, ma i loro articoli e le loro avventure venivano ampiamente pubblicizzate sul sito ufficiale fin dagli ultimi tempi della 2° edizione, appena internet divenne un mezzo di comunicazione di massa...

Che poi il materiale presente in esse vada preso con le molle è un altro paio di maniche... Spesso si tratta di cose molto specifiche o di spunti e regole per ambientazioni o temi particolari, per cui non adatte a tutte le campagne...

Link to comment
Share on other sites

Non so da dove vi venga questa idea che il materiale di Dragon non sia ufficiale... Dragon e la sua rivista sorella Dungeon sono da sempre le due riviste ufficiali di Dungeons & Dragons, la prima contenente spunti, nuove regole, chiarimenti, articoli storico-geografici, eccetera, mentre la seconda dedicata quasi interamente ad avventure e campagne pronte...

Non so se avete notato, ma i loro articoli e le loro avventure venivano ampiamente pubblicizzate sul sito ufficiale fin dagli ultimi tempi della 2° edizione, appena internet divenne un mezzo di comunicazione di massa...

Che poi il materiale presente in esse vada preso con le molle è un altro paio di maniche... Spesso si tratta di cose molto specifiche o di spunti e regole per ambientazioni o temi particolari, per cui non adatte a tutte le campagne...

esatto! Esistono da 25anni e sono stati pubblicati per almeno 20!

Magari il playtest su quel materiale ha portata( di molto) minore...ma avrei da ridire pure sui playtest del "manuale del giocatore" :P

Le cose veramente sbroccate le trovi li!

In generale trovi cose che possono divertire sia te come master, che i giocatori..caratterizzando un po di più il loro personaggio (con le cdp da 5 livelli ad esempio) e rendendolo un po più interessante da ruolare!

Ma come tutto il materiale, uno prima mi presenta la scheda completa e mi spiega che vuol far (se punta ai 20 livelli) e poi se ne parla! Niente di complicato, anzi...io ho usato talenti custom a volte, solo per evitare situazioni scomode.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.