Jump to content

Shadow Hunters - Nuove Ombre


Labrat

Recommended Posts

La sveglia del mattino vi coglie ancora impreparati: sono più di due anni che venite strappati dal sonno ogni mattina, dal primo giorno in cui siete entrati a fare parte dei Cacciatori. E ancora oggi faticate ad abituarvici. Assieme alle altre reclute ed ai Cadetti vi tirate giù dal letto, lo rifate, vi vestite e correte al refettorio per consumare una rapida colazione. Anche oggi vi aspetta un duro allenamento. Mangiate in silenzio, rapidamente. Non c'è tempo per le chiacchiere, giusto per mandare giù qualche boccone. Sapete bene che se vi presentate in anticipo sul campo di addestramento è la cosa migliore: i vostri addestratori sono probabilmente già là che vi aspettano. E' una mattina di inizio primavera, l'aria è fresca e la luce dell'alba tarda a farsi viva; immersi nel crepuscolo le reclute ed i Cadetti della Gilda iniziano ad animare la complessa struttura. Avete appena messo piede nel cortile interno dove di solito viene eseguito il vostro appello, quando uno dei Cadetti Anziani, Selaran, vi chiama in disparte uno per uno. Con il suo fare riservato e pacato, vi raccoglie in un angolo del cortile e - notando la vostra apprensione nel non essere in riga con gli altri - vi spiega: "Sono stato incaricato di organizzare un gruppo per una missione. Per oggi niente allenamento, per voi. Andremo nel Mare d'Ombra al sorgere del sole. Per questo motivo non c'è molto tempo, dobbiamo prepararci: abbiamo parecchia strada da fare." Vedendo i vostri sguardi perplessi, aggiunge: "Ma non vi preoccupate, non è una vera emergenza. Alcuni nostri Divinatori hanno localizzato una reliquia non molto lontano dal Bastione, e dobbiamo recuperarla. Non ci sarebbe alcuna fretta, ma d'altra parte non ha senso aspettare; come sapete ci sono spesso cacciatori di tesori che bazzicano il Mare nelle immediate vicinanze della città, e non vorremmo che qualcuno ci soffiasse il ritrovamento. Se avete domande, fate pure; poi andate al magazzino a prepararvi. Io vi attenderò alla porta est. Non perdete tempo, però."

Mentre parlate con il giovane stregone, notate gli sguardi furtivi lanciati da diverse cadette. Ripensate tra voi stessi che è vero quel che si dice di Selaran: fa colpo su ogni ragazza. Avrà qualche asso nella manica...

Link to comment
Share on other sites


  • Replies 209
  • Created
  • Last Reply

Con gli occhi ancora chiusi dal fastidio per le prime luci dell'alba, mi stropiccio il viso con la mano sinistra e mi scappa uno sbadiglio davanti al mio superiore. Ogni mattino mi torna alla mente la stessa domanda:

Ma perchè mi sono arruolato?

Le parole dello stregone mi scivolano addosso, e colgo solo poche, essenziali, parole del suo discorso. Intanto però non mi sfuggono gli sguardi delle cadette. Ammicco leggermente di rimando, sperando che le loro attenzioni siano rivolte a di me. Un sorriso ebete mi percorre il volto...

Ma chi sto prendendo in giro...sappiamo benissimo chi stanno guardando...

Link to comment
Share on other sites

Dopo aver ascoltato attentamente ciò che ha da dire Selaran, il sonno che mi stava per sopraffare, svanisce e lascia posto a una carica di energia.

Si, finalmente si parte! Era di una noia mortale stare qua a fare il solito addestramento ogni mattina!

Osservo i miei compagni in attesa di un loro intervento.

Link to comment
Share on other sites

Ecco, ci siamo. Lo sapevo che ci avrebbero mandati fuori, prima o poi. Là fuori! Come se qui dentro non fosse già abbastanza difficile...

Mi avvicino a Seleran, occhi incollati alle punte dei miei piedi.

O-onorabilissimo Cadetto Anziano... Quanto staremo là fuori? Voglio dire... torniamo in giornata, sì? Prima che faccia buio... non.. non staremo fuori là di notte. Vero?

Sollevo su di lui uno sguardo implorante.

Link to comment
Share on other sites

Kewhand Darkeyes

Notte o giorno non fa differenza la fuori, le ombre ci sono sempre.

Ribatto in tono indifferente alla recluta che, tremante, si guarda le punte dei piedi. Le altre reclute sono un miscuglio di impressioni ed emozioni, vestiti ed odori, facce e sguardi: c'è chi, come la prima, è tremante all'idea di andare nel buio che aspetta la fuori, chi è eccitato ed impaziente, chi invece pensa più alle cadette che alla missione in procinto di partire, ancora immerso nelle nebbie del sonno ... e lui? Com'è lui?

Un ragazzo dai capelli neri ed intrecciati in una coda lunga fino ai fianchi, robusto e forte, temprato dalle lunghe ore dell'addestramento e da quelle ancora più lunghe passate alla fucina a creare armi ed armature o a riparare quelle che gli venivano portate. Uno sguardo perennemente cupo nel quale solo ogni tanto si scorge il guizzo di qualche profondo sentimento come rabbia, paura o silenzioso divertimento.

Non ci sono sguardi di ragazze per lui.

Anzi, i più distolgono apposta lo sguardo da qualcuno verso cui sentono una naturale diffidenza, naturale dopo anni passati a sopravvivere contro le creature dell'oscurità. Perchè le voci corrono si sa, soprattutto tra i ragazzi, e le voci dicono che Kewhand ha qualcosa in comune con quell'oscurità ... troppo abile a nascondersi nel buio, pare che ci veda addirittura di notte, che sia frutto di un esperimento o di una punizione scontata dai suoi genitori, morti quando lui era ancora piccolissimo.

Ma lui non ne parla mai, con nessuno e sono pochi quelli che hanno avuto il coraggio di domandare.

E' considerato un duro da tutti, silenzioso e cupo passa il tempo prevalentemente da solo e quando non si allena nelle armi è sempre in bibblioteca o alla fucina, a battere su qualche pezzo di metallo. Ma è innegabile che abbia del talento, forse più di tanti altri e nelle poche risse che sono scoppiate ha sempre fatto pagare caro l'insulto a chi lo avava provocato.

Questo lo sa, e lo addolora. Perchè in fondo vorrebbe davvero avere degli amici, essere accettato e non temuto anche se di quel timore ha bisgno ora per poter sopravvivere.

Link to comment
Share on other sites

Un brivido lungo la schiena, un istintivo balzetto di lato, tanto per mettere quella distanza minima di sicurezza tra me e lui.

Appunto. Per questo è meglio quando loro sono là fuori... e io qui dentro. Allora la differenza c'è...ecco.

Mi mordo la lingua per essermi lasciato sfuggire un'affermazione tanto audace.

Non farlo più, stupido! Zitto, invisibile.

Rapidi passetti frappongono fra me e l'oscuro cadetto la veste fluente di Selaran.

Una rapida occhiata fugace al losco figuro, subito distolta verso lo sguardo rassicurante del Cadetto Anziano.

Link to comment
Share on other sites

Ancora leggermente brillo dalla sbornia della sera prima, barcollo verso i due e mi appoggio con fare amichevole, le mia braccia attorno alle loro spalle...poco cosciente di quello che stavo facendo (come tutte le mattine d'altronde)...

Ragazziiii...ragazziiiiiiii, su non litigate! Qui c'è Alex che vi protegge!

Trattengo un rigurgito con la mano e penso Sicuramente il boccale di stamattina non ha aiutato!

Link to comment
Share on other sites

Selaran vi risponde con il suo abituale modo di fare, pacato e tranquillo: "Non temete, sicuramente faremo ritorno prima del tramonto. Il luogo dove dovrebbe essere situato l'artefatto è poco distante da qui, al massimo un paio d'ora di marcia. Ma conviene partire il prima possibile, in modo da sfruttare in pieno le ore di luce e non rischiare di essere sorpresi dal crepuscolo nel caso ci fossero.... contrattempi. So che per alcuni di voi è la prima volta che mettete piede fuori dal Bastione. Una buona occasione per vedere come vi comportate... sappiate che il Maestro Radek mi ha espressamente richiesto una valutazione su di voi in missione. Non avrei dovuto dirvelo, ma volevo confidarvelo. Non temete, non lascerò che nessuno finisca sotto accusa" conclude con un piccolo sorriso confortante.

Spoiler:  

ci tengo a precisare che siete tutti lì.

E, per chi non avesse presente, Radek è il Maestro d'arme della Gilda, responsabile di ogni addestramento marziale. E' burbero, severo; un vero militare. Con lui non si sgarra, anche perchè le sue punizioni tendono ad essere esemplari

Link to comment
Share on other sites

Sentendo con delusione il discorso dell'anziano cadetto esclamo:

Torneremo entro il tramonto? Stiamo scherzando? Io voglio spaccare qualche testa! Se non c'è altro da sapere, vado a prepararmi! Prima partiamo e più tempo staremo!!!

Con fare molto burbero attendo ulteriori aggiornamenti prima di dirigermi per andare all'armeria.

Link to comment
Share on other sites

Kewhand Darkeyes

Impaziente e morto ben presto.

Penso scuotendo il capo verso il mio compagno esaltato e rivolgendo un'occhiata di disapprovazione al monaco ubriaco, un modo come un altro per fingere di non aver notato come il timido si sia allontanato da me, proteggendosi dietro il Cadetto Anziano ed in effetti non ha tutti i torti.

Andiamo allora.

E senza aggiungere altro mi dirigo verso l'armeria a recuperare il necessario equipaggiamento.

Link to comment
Share on other sites

Awwww.... che palle... un'altra giornata di inutili allenamenti.. ma quando ci fanno uscire... oh mamma che mal di testa... anche ieri sera o esagerato a quanto pare con Randall e Selaran con i festeggiamenti... Festeggiamenti per cosa ora che ci penso?

La mie mente è annebbiata dagli eccessi della sera prima.. Mi vesto con calma e raggiungo gli altri cadetti in refettorio e poi il cortile interno per il quotidiano appello.

Le parole del mio amico Selaran mi suonano stranamente familiari... Ecco perchè ieri sera abbiamo festeggiato, ecco perchè Selaran se ne è andato via (e sobrio) prima consigliandomi di fare lo stesso... OGGI SI VA IN MISSIONE!!

Evvai! Finalmente un po' di allenamento! Sarai dei nostri anche tu bello? Chiedo entusiasta al mio amico Selaran.. poi mi avvicino a Bjorn e gli do una sonora pacca sulla spalla: Ancora insieme come l'ultima volta eh?

In seguito mi avvicino al coboldo che ha l'aria spaventata e gli faccio con fare rassicurante: Non preoccuparti, hai l'onore e di certo la fortuna di essere in squadra con Garret! Torneremo tutti sani e salvi e stasera festeggeremo insieme!

Spoiler x tutti:

Spoiler:  
Penso sia una bella cosa stilare delle "regole di scrittura":

In blu i pensieri

In grassetto le parti parlate

In rosso i messaggi scritti

Così per le azioni normali

Master che ne dici?

Inoltre penso sia una buona idea mettere nel titolo della risposta il nome del nostro personaggio, così non dobbiamo andarlo a cercare nel topic di servizio o da altre parti per poi finire con non trovarlo (come è successo a me).

@Labrat hai intenzione di caricare sul sito le nostre schede in modo che le possiamo consultare?

In ogni caso la mia la trovate qui

Link to comment
Share on other sites

Vedo la mano avvicinarsi e brutti ricordi si risvegliano. Gironzolo nuovamente attorno a Selaran evitando così il contatto fisico.

Una valutazione? Maestro Radek? Oh no no no, no no no, devo essere utile sììì... dimostrarmi utile, altrimenti mi cacciano... o magari mi lasciano là fuori. Almeno non usciamo di notte...

Molte grazie onorabilissimo Cadetto Anziano. Vado subito a prepararmi.

Mi fiondo al magazzino a tutta velocità, preoccupato dal gruppo con cui dovrò uscire.

Link to comment
Share on other sites

Vedendo tutte queste persone che mi sfilano davanti rimango frastornato.

Che sia ora di andarsi a preparare?

Rimango un attimo fermo con la testa ciondoloni e le braccia lungo i fianchi.

Tutto d'un tratto, come mi fosse stata fatta un'iniezione di energia, porto la mano alla fronte per il saluto militare e urlo nell'orecchio di Selaran:

VENERABILE CADETTO ANZIANO, SIGNORE!

RECLUTA ALEXANDER A RAPPORTO!!!

CHIEDO IL PERMESSO DI ALLONTANARMI PER PREPARARE IL NECESSARIO PER LA MISSIONE, SIGNORE!

Link to comment
Share on other sites

Quando viene suonata la sveglia sono in piedi già da molte ore e, come tutte le mattine, mi coglie sotto le coperte, dalle quali traspare la mia figura illuminata da una candela. Mi tolgo da quella tenda improvvisata, metto via una serie di fogli pieni di scritte, schemi e cancellature e mi avvio a consumare la mia colazione, frugale come al solito.

Appena Selaran nomina la missione fuori dalle mura, un sorriso mi si dipinge sul volto Finalmente posso avere un'occasione! Spero di scoprire qualcosa di utile...

Eccellente! dico battendo i polpastrelli delle mani tra di loro

Sono certo che il Venerabile Maestro Radek non avrà alcunché di cui lamentarsi sul risultato di questa missione il tono è piatto e pacato Tanto più che noto un certo... come dire... "fermento" anche dal resto del gruppo dico riferendomi alle parole di RTX (scusate non so il nome del suo PG)

Inutile cafone senza cervello...

Spoiler:  
RTX: senza offesa, è il pg a essere snob XD
Link to comment
Share on other sites

Bjorn

Dopo aver visto che gran parte della squadra ha ignorato il mio appello, mi giro verso tutti e dico: Vabene, come promesso, vado all'armeria! Sono un uomo di parola io! Garret se mi perdo qualcosa, aggiornami!

Dopo aver avvisato gli altri mi giro e mi incammino verso l'armeria senza indugio.

@Malagor

Spoiler:  
Scusa avevo intenzione di metterlo nel post precedente ma ero fuori e non avendo la scheda non ricordavo il nome esatto xD Avrei sbagliato andando ad intuito. xD Comunque da adesso posso chiamarti burns? Ahahah
Link to comment
Share on other sites

Selaran rimane impassibile e sorridente; a volte, vi dà l'impressione di guardarvi come una tata guarda i bimbi giocare e schiamazzare in cortile, esaltati e chiassosi.

"Bene, vedo che non vedete l'ora di iniziare; ottimo. Allora facciamo tra mezz'ora al cancello est, così acceleriamo i tempi. E, per piacere, niente "onorevole" o altri formalismi, su. Dopotutto, son qua nella gilda solo da qualche anno più di voi, niente altro.

E.... sì, Bjorn, ritorniamo tassativamente entro il tramonto, qualunque sia l'esito delle nostre ricerche. Tenete sempre a mente una cosa, fondamentale per sopravvivere: trascorrere una notte nel Mare di Ombre al di fuori di un Santuario, equivale a morte certa." Si fa serio per un attimo. Poi riprende il sorriso rassicurante di sempre. "Allora ragazzi, ci si vede tra poco. Soldato Alexander, congedato! Vola al magazzino! E non caricatevi troppo, dobbiamo viaggiare molto rapidi e ci aspetta una marcia di almeno un paio d'ore".

Vi congedate rapidamente dallo stregone, ed arrivate all'armeria. Il magazzino della Gilda è gestito a turno da un gruppo di cadetti che si occupano, a rotazione, della sorveglianza e della dispensazione di equipaggiamento "standard". Vi accoglie un ragazzotto robusto, un certo Jared, che voi avete conosciuto poco. Sapete che è un combattente e che molto spesso gli capita di essere al turno di guardia diurno al magazzino, cosa che di solito tocca a chi ha meritato una qualche forma di punizione lieve...

Jared vi accoglie aprendovi la porta del magazzino e salutandovi distrattamente. Vi ha già preparato una serie di zaini e bisacce di cui potete servirvi liberamente, e un paio di pacchi di razioni di cibo a media conservazione.

Su un tavolo ha disposto una serie di cassette di legno, con dentro svariati oggetti. Jarod ve li indica dicendovi (con un tono tra l'indifferente e lo scocciato): "Dalle cassette sul tavolo ci sono alcune cose di cui potete servirvi. Mi è stata data l'indicazione di fornirvi a testa un anello di deviazione oppure una perla del potere; avete inoltre da spartirvi (tra tutto il gruppo) 30 proiettili, 3 pietre solari, 1 balsamo per curare le malattie, 1 bacchetta di cura ferite leggere. Ditemi poi come posso aiutarvi.

Spoiler:  

Ciascuno di voi può scegliere tra 1 anello di deviazione +1 CA oppure 1 perla del potere II.

Poi come gruppo avete possibiità di prendere:

1 unguento di kehogtom (5 cariche di cura malattie)

1 bacchetta cura farite legggere 20 cariche

3 pietre solari: funzionano esattamente come le torce magiche ma una volta "accese" si considera come se emettessero luce solare

Per "prioettili" potete prendere frecce/dardi/altre cose così con bonus +3

Chiedete (e vediamo cosa possono darvi) come altro equip base

Link to comment
Share on other sites

Vediamo un po' come ci equipaggeranno questa volta.. Non farebbero male un paio di bacchette curative e quell'unguento contro le malattie.. La volta scorsa Bjorn e l'elfo se la sarebbero sono vista brutta senza...

Con questi pensieri in testa mi dirigo silenzioso verso l'armeria.. l'allegria è sparita, ora il mio viso è una maschera di determinazione e serietà.

Arrivato in armeria, sentendo il cadetto di guardia illustrare le nostre opzioni mi sento sollevato.. Bene bacchetta e unguento ci sono.... MIEI!

Mi avvicino al piccolo scrigno con interno vellutato dove sono contenute le perle e gli anelli e li conto giocherellandoci con le mani, prendendone in mano, osservandone vari elementi.

@master

Spoiler:  
mi serve sapere se sono contati un anello e una perla a testa (ovvio che ne possiamo scegliere solo uno dei due) o sono in numero maggiore

Poi con fare pensieroso prendo il uno zaino e vi infilo le razioni. In seguito mi avvicino all'equipaggiamento comune ed esprimendomi con tono deciso: "Se non vi dispiace prendo io la bacchetta curativa e l'unguento contro le malattie, le pietre non mi interessano, non ho problemi con il buio!" "E poi perchè non mi fido di ancora di voi per lasciarvi delle cose così preziose.." aggiungo mentalmente. Poi rivolgendomi al nano, "Ti va bene Bjorn?" Spero di aver il suo appoggio, in nome della passata missione, in modo da evitare inutili discussioni.

Se nessuno obbietta infilo entrambi gli oggetti curativi nello zaino senza indugiare oltre e torno allo scrigno con gli anelli e le perle.

@Mio aspetto:

Spoiler:  
La figura che ha appena parlato è un ragazzo umano sulla ventina, lunghi capelli castani, occhi neri come la notte. La sua pelle a a prima vista normale, si rivela a un esame più approfondito estremamente resistenze a graffi e lesioni varie. Porta un paio di orecchini e un pizzetto con l'ancor rada barba che ha. Indossa un paio di pantaloni di pelle, stivali al ginocchio e una camicia rossa brillante sotto a una leggere armatura in cuoio borchiato. Porta in cintura un comune stocco e alle spalle un arco corto di ottima fattura.
Link to comment
Share on other sites

Qui c'è bel poco per me!!! esclamo battendomi i pugni sul petto, e lanciando uno sguardo alle armature sul fondo del magazzino.

In ogni caso opterò per un anello...mi danno sempre quell'aria da duro! E per il resto come ci spartiamo queste cose? domando ai miei compagni.

Non vedo problemi nel cederti la bacchetta e l'unguento...invece ora che ci penso...meglio prendermi qualcosa da bere...

Aprendo il mio zaino ci infilo dentro le razioni concesse per la missione, lamentandomi con Jared della bassa "percentuale alcoolica" che contengono.

Mentre aspetto i miei compagni, stringo le bende che porto attorno alle mani, ponendo accuratamente del gesso che mi porto sempre appresso.

@DM

Spoiler:  
Prendo l'anello di deviazione alla CA
Link to comment
Share on other sites

Jared risponde con un sorriso furbo ad Alex. "heheh, mi sa che non te lo ricordi perchè eri troppo sbronzo... ma l'altra sera c'ero anche io con te e gli altri a bere! E guarda, ho già capito che tipo sei e ti ho voluto "omaggiare" di questo" dice prendendo una borraccia da dietro al bancone ed allungandola al monaco. Alex la apre, e con compiacimento sente risalire il pungente effluvio della grappa di prugne.

Spoiler:  

X gio: gli oggetti tra cui scegliere sono contati.

Link to comment
Share on other sites

Una volta entrato nel magazzino noto subito gli zaini, l'equipaggiamento e le razioni... Vado subito a controllare il mio e a sistemare la roba nello zaino.

Una volta sentito ciò che Jared ha da dire mi giro verso i membri del gruppo e propongo: Allora Garret, sono più che convinto che la roba magica ve la potete tenere anche perchè io non ci vado molto d'accordo! Scoppio in una sonora risata! Comunque... Jared passami uno di quegli anelli, mi potrebbe tornare utile. Per le pietre solari, se volete posso tenere una o più. Altrimenti vedete un pò voi. Osservo e aspetto i pareri dei miei compagni.

Link to comment
Share on other sites

Archived

This topic is now archived and is closed to further replies.

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.