Jump to content

Redini e Briglie - Capitolo I


Cryinglighting

Recommended Posts

@ Tutti

Avanzate per poco nel buio piu totale , quando infine iniziate a vedere sulla via dei cristalli illuminati i quali conducono in prossimità di un cancello , il cancello è interamente costruito in pietra, è imponente ed alto circa 3 metri , sopra di esso , alcuni nani fanno la ronda, uno di essi quando vi vede arrivare vi intima l'alt e vi chiede chi siete, indugia con lo sguardo su di voi, quando state per prendere parola vi anticipa riconoscendo Kodrik Vecchio figlio di un elfo, diavolaccio che non sei altro , dove cavolo eri finito ? il nano si lancia dal muro, atterrando con grazia e si fionda sul vostro nano Vecchio figlio di un goblin in cinta... ti abbiamo cercato per tutta la città lo abbraccia con forza, Kodrik ricambia Di certo non me ne rimanevo mica a marcire con voi!!! appena ho potuto sono scappato da questo orrido buco, i due esplodono in una risata fragorosa, la guardia si rivolge a voi, vi squadra soffermandosi su Elysia poi torna su Kodrik Sono con te vero... Kodrik annuisce, la guardia allora si gira verso i suoi compagni sul cancello Aprite, Kodrik è tornato, porta avventurieri, il cancello si apre piano piano, mosso da un meccanismo di leve ed ingranaggi , la guardia vi stringe la mano e vi fa entrare, il suo guanto di maglia è freddo, ma la sua stretta forte, il nano vi guida all'interno della città scavata interamente nella montagna

Spoiler:  
Ragazzi non riesco a postare l'immagine di Markarth, l'idea comunque è quella se qualcuno me la posta mi fà un piacere :-D

lungo le pareti alcuni nani con dei picconi, scavano la roccia per estrarne i vari metalli ancora rimasti attaccati alle pareti, diversi nani con carichi di qualcosa vanno e vengono , alcune guardie passano in ronde da due o tre , ogni tanto un chierico di moradin incrocia la strada , le case della città sono anche esse ricavate nella pietra , mentre attraversate la città potete notare una taverna, un negozio di alchimia, un tempio di Moradin ed infine giungete presso la casa di Kodrik. Il vostro nano , ha una casetta piccolina di tre piani circa, quando apre la porta notate che la casa è stata lasciata con delle cibarie sul tavolo, diverse cose sono sparse per casa, oltretutto su un altro tavolo vi sono libri e pergamene sparsi ovunque, i mobili sono interamente scavati nella pietra librerie , ripiani. il nano vi dice Benvenuti a casa mia, fate come se foste a casa vostra , potete sistemarvi nelle stanze di sopra, il mio clan è momentaneamente fuori, forse troverete i letti un pò piccoli per la vostra taglia, ma sono i migliori letti di tutta la città, Ragnarok , la birra è nella dispensa te la indica

@ Elysia

Trovi curioso che un nano in casa abbia così tanti libri che trattano la magia arcana, vi sono libri per ogni scuola di incantamenti, ma di certo quelli maggiormente presenti sono libri sulla divinazione, oltretutto il nano è anche fornito di un laboratorio di alchimia, con pozioni, ingredienti e tutto il resto, purtroppo però il laboratorio sembra inutilizzato da tempo, come anche i libri, ci metti poco a capire che probabilmente il nano non è stato cieco fin dalla nascita

Spoiler:  
Esperimenti

Nel diario trovi la descrizione dell'esperimento per creare un esercito perfetto

Praticamente sono stati attratti diversi mercenari da tutta la regione, presi, resi incoscienti e poi tramite un rituale l'anima e l'esperienza gli è stata portata via ed è stata trapiantata in altri esseri umani o umanoidi , gli esperimenti menzionano spesso coboldi, goblin ed hobgoblin ma anche Umani, elfi , hafling , e nani.... pare che con gli gnomi il processo non funziona. questi nuovi umanoidi "rinascono" con le capacità degli avventurieri , purtroppo però il primo umanoide ad essere testato è fuggito , quindi i risultati di questa procedura sono incerti

Ti rimangono altre due parti da leggere decidi tu quale , ci metterai però un giorno :-D

Link to comment
Share on other sites


  • Replies 117
  • Created
  • Last Reply

Seguo il gruppo fin dentro la città, fermandomi a considerare il fatto che il nano sia così ben visto ed accolto all'interno della città Chissà, allora, come mai ne è venuto via...mi domando. Poi, quando il nano ci dice di prendere le stanze al piano di sopra, non me lo faccio ripetere e mi avvio verso le stanze, guardandomi intorno nella casa, mentre faccio il percorso.

Link to comment
Share on other sites

Durante il tragitto verso la casa di Kodrik indugio spesso con lo sguardo verso l'alto come a cercare uno spiraglio di cielo.

Ogni tanto mi tocco la gamba nel punto dove ero stato ferito, mentre meditabondo penso e così cercavano Gilez... che strana coincidenza... cosa avrà fatto per essere ricercato? vorrei porgli alcune domande ma quando arriviamo a casa del nano il pensiero di potermi rilassare mi sovviene e salgo le scale dubbioso in cerca di una camera.

Link to comment
Share on other sites

@ Zirren e Gilez

Salite di sopra, il tetto è basso per la vostra altezza , (è alto circa 1,6 metri)la casa nei piani superiori conta ben cinque camere per piano , un piccolo lavatoio con tanto di tinozza, sotto la quale è sistemato un braciere ed un mantice, una libreria piena di libri scritti in nanico (per chi sappia il nanico sono libri che parlano di arte mineraria, cucina , storia dei nani e storia del clan di Kodrik) . Le stanze nelle quali prendete posto sono ampie, ogni stanza ha un armadio , un letto , un tavolo ed una sedia in pietra , sopra il letto vi sono sistemate diversi tipi di pelli alcune conosciute ed altre di bestie sconosciute, vi sedete sui letti, non sono eccessivamente scomodi, anche se per sdraiarvi dovete stare necessariamente rannicchiati, accanto al letto anche esso scavato nella roccia vi è un comodino, sul comodino una lampada ad olio, con dell'olio accanto

Link to comment
Share on other sites

Interessante...un soggetto scappato, una ricerca ed un mago che da' la caccia a gilez. Che sia lui il fuggitivo?

Entro in casa del nano guardandomi attorno ammirando la libreria.

Oltre che un nano simpatico, pure acculturato! Da annotare negli annali.

Oooh! Non conosco molti nani del suo elevamento culturale!

Vado ai piani di sopra, ad ammirare i libri.

Memore pero' del libro recuperato mi rivolgo agli altri.

Ah! Scusate: devo finire di studiare il libro di quei simpaticoni.

Zirren, piu' tardi vieni da me che penso a quella ferita ed ai pantaloni rotti

Link to comment
Share on other sites

Grazie, vedrò comunque di non interrompere i tuoi studi allora, per questi c'è tempo Rispondo con un cenno del capo alla richiesta di Elysia portando lo sguardo sui pantaloni.

Dopo aver dato una fugace occhiata alle stanze libere ne scelgo con una leggera sensazione di smarrimento niente finestre, niente vie di uscita rapide... una trappola insomma penso mentre faccio spallucce e varco la soglia della stanza.

Il tempo di svestirmi e riporre le mie cose che mi raggomitolo nel letto cercando di riposare le mie stanche membra.

Link to comment
Share on other sites

In casa di Kodrik è tutto così maledettamente piccolo per le mie dimensioni. Mi muovo impacciato, restando curvo, per non battere la testa contro il soffitto. Con ogni movimento rischio di far cadere qualcosa con il grosso spadone e la pesante ascia nanica, così li appoggio in un angolo.

Quando Kodrik mi dice nella birra mi dirigo nella direzione da lui indicata. Ne estraggo due barilotti e li appoggio sul tavolo.

Inizio a berla. La birra nanica è veramente buona.

RImango solo con Kodrik. Grazie per la birra.. nano.. Una delle migliori che abbia mai bevuto.. Ad ogni modo.. L'abilità di fabbri della vostra razza è famosa.. Non conoscete nessuno che possa riparare a buon prezzo, l'armatura danneggiata del nano che abbiamo ucciso oggi? gli domando, asciugandomi con una manica la schiuma della birra sopra le labbra.

Link to comment
Share on other sites

Dopo essermi scelto una stanza al piano superiore, èrendo a gironzololare per un poco nella stanza al piano superiore: ragionevolezza vorrebbe che mi ponessi delle domande circa i miei assalitori e le motivazioni che li avrebbero spinti ad attaccarmi; ma un senso di autosopravvivenza della mia psiche, mi impedisce, come in una rimozione, di approfondire tali pensieri: toh...un libro sulle origini del clan del nano! aggrappandomi ad un pensiero che mi impedisca di approfondire la mia condizione, e dirigendomi nella mia stanza. Buonanotte! mi congedo dal resto del gruppo, proma di entrare ed armeggiare per un buon quarto d'ora, prima di riuscire ad accendere la lampada ad olio e trovare una posizione comoda per leggere stando sdraiato a letto. Leggo molto; ma non so quanto: il sonno mi coglie nel corso della lettura....e nei miei sogni sono un membro dello stesso clan di Kodrik.

Link to comment
Share on other sites

Leggo il libro rannicchiata sul piccolo letto.

Esperimenti su esseri umani. Un aberrazione senza alcuna giustificazione morale che non vale il progresso scientifico ottenuto.

Turbata rileggo la parte sull'esperimemto prima di continuare sul resto. Rileggere l'uso materialistico delle anime altrui mi turba non poco.

Uccidere avventurieri per drenarne l'esperienza. Una vera indecenza. Che schifo.

Chiudo il libro stropicciando gli occhi. Mi alzo guardando la porta.

Devo staccare un attimo prima di riprendere.

Raggiungo di sotto il nano. Vedo Rag bere col nano dialogandoci. Avvicinandomi ad una credenza prendo un boccale. Posso bere un po' anche io prima di tornare a leggere?

Riempio il boccale, buttando il libricino sul tavolo e sedendomici con loro.

mai provata la birra nanica, ma nemmeno mai incontrato un nano cosi' o avuto taglie sulla testa. Perche' non provare?

Questi che lo hanno scritto sono dei MALATI. strappano l'anima ad avventurieri per trapiantarlo in altre persone per creare soldati perfetti. bevo un grande sorso Schifo di esperimento. Ma sembra ci sia un fuggitivo

Spoiler:  
Leggo i dettagli dell'ultima parte intanto
Link to comment
Share on other sites

@ Ragnarok

Rimani nella stanza di sotto con il nano, Kodrik , ti assicura che dopo che si sarà riposato ti accompagnerà dal miglior fabbro della città, intanto però bevete, parlate di stupidaggini e ridete di gusto, la birra nanica và giu che è un piacere, quando poi vedi il nano che si addormenta sulla sedia decidi che è arrivato il momento di riposare un pò, quindi vai su prendi una stanza e dormi beato coccolato dai fiumi dell'alcol

@ Elysia

mentre leggi ti viene sonno, hai capito in linea generale chi sia il soggetto zero ; Gilez , secondo il libro dovrebbe essere il prototipo del guerriero perfetto solo che però pare che gli esperimenti non siano andati come voluti, ogni volta che si vuole che un tipo di personalità venga a galla rispetto alle altre il soggetto deve essere convinto lui stesso di essere quella persona, un'altra parte descrive come convincere il soggetto zero, su questa parte i tuoi occhi si fanno pesanti e dormi di gusto

@ Zirren

la stanchezza ci mette poco ad assalirti, lo scontro ti ha stancato, ti addormenti in posizione fetale

@ Gilez

inizi a leggere la storia del cland di Kodrik : I Piccaforte ; pare che in origine il cognome del clan fosse Picchiaforte , ma poi per un errore all'anagrafe dei nani sia stato storpiato, il clan si divide in due rami, il ramo reggente ed il ramo cadetto, stando al libro Kodrik è l'ultimo erede del ramo Reggente, quindi una volta morto il capoclan, toccherà a lui. il libro contiene anche altre informazioni , le leggende del clan vogliono che il capoclan, Kargass , sia un guerriero formidabile tanto da combattere al fianco di Moradin stesso. Ovviamente ti rendi subito conto che questa parte è molto romanzata e senza alcun riferimento storico. le pagine dedicate alla provenienza del clan sono state strappate, non sai perchè, più avanti inizia la descrizione di altri nani leggendari, gli occhi si fanno pesanti e si chiudono, ti addormenti

@ Tutti

Vi svegliate piu o meno allo stesso orario

Spoiler:  
Avete due giorni in real per decidere di visitare la città, fare compravendite etc etc, domani sera posto qualcosa che mandi avanti la narrazione ^^
Link to comment
Share on other sites

Spoiler:  
Ok, do' per mai avvenuto il post prima allora XD

Mi alzo stropicciandomi gli occhi e sbadigliando, guardandomi intorno mentre spengo la lampada ad olio che ho dimenticato accesa. Mi devo essere addormentata mentre leggevo...non mi sono nemmeno tolta l'equipaggiamento di dosso...

Dopo essermi alzata mi dirigo nel bagno col sapone, chiudendo la porta e lavandomi per bene.

Che giornata pesante ieri. Per fortuna che qua siamo al sicuro e possiamo riorganizzarci per bene.

Una volta concluso esco, raggiungendo il tavolo al piano di sotto. Boccali e botti complici di una bella bevuta di Ragnarok.

Un piccolo sorriso.

Beh, in questo periodo è abbastanza occupato e ha un po' piu' di gente intorno con cui parlare e distrarsi: Dovrebbe stare molto meglio ora.

Sedutami al tavolo ri-apro il quadernino aspettando che qualcun'altro scenda. Sbircio un boccale mezzo vuoto contenente ancora un po' di birra.

Chissa' com'è la birra dei nani? Preferirei un po' di vino per distendere i nervi, ma perchè non provare? - Borbotto fra me e me, mentre prendo il boccale mezzo vuoto e ne sorseggio il contenuto leggendo il libricino in attesa dei miei compagni

Link to comment
Share on other sites

Scendo pesantemente le scale, battendo rumorosamente la testa contro un soffitto troppo basso per me. Impreco per il dolore, svegliando praticamente tutti nella casa.

Giunto nella stanza al piano terra, trovo Elysia intenta a leggere il piccolo libro sottratto al mago ucciso il giorno precedente. Mi avvicino a lei massaggiandomi la fronte dolorante.

In questa dannata casa è tutto troppo piccolo.. I soffitti troppo bassi.. le dico, con tono scocciato Cosa leggi?? C'è scritto qualcosa d'interessante su quel libretto?? le domando, poi, sedendomi al suo fianco.

Link to comment
Share on other sites

Lo vedo scendere distrattamente, finendo velocemente il boccale e lasciandolo sul tavolo.

Alzo lo sguardo, le guancie leggermente arrossate.

[color"FF0000"] E' complesso, e decisamente nauseante. Mi viene da vomitare al pensarci. Hanno strappato le anime di avventurieri per trapiantarle in altra gente. Sembra che Gilez fosse una loro cavia, ma e' instabile psicologicamente a far convivere tutto cio' che gli hanno ficcato dentro in testa.

Piu' tardi ne parlo a zirren in privato. Ho paura che Gilez abbia una ricaduta: una volta letto gliene parlero' io di persona, ma per ora acqua in bocca

Link to comment
Share on other sites

Mi sveglio di soprassalto scosso da un urlo. Sento terminare alcune imprecazioni e mi accorgo che è la voce di Ragnarok. Che diavolo ha combinato?penso mentre tento di mettermi a sedere da un lato del letto. Una smorfia di dolore mi coglie mentre tento di stirarmi la schiena e le gambe se non fosse stato per la stanchezza avrei faticato a dormire così rannicchiato

Un brontolio mi comunica che è passato troppo tempo dall'ultima volta che ho messo sotto i denti qualcosa, per cui decido di alzarmi. Stancamente mi rivesto e con tranquillità scendo le scale.

Ehi Rag! Non mi pare avessi ordinato la sveglia in camera dico sorridendo mentre mi siedo al tavolo accanto ai miei due compagni di viaggio.

Che c'è di buono da mangiare?

Link to comment
Share on other sites

Che esperimenti spaventosi.. Quali menti malate possono averli fatti? domando ad Elysia, scuotendo il capo con disappunto. Poi, sento Zirren scendere le scale.

Mi dispiace di averti svegliato, amico mio.. I soffitti sono tremendamente bassi in questa casa.. Ad ogni modo.. Avete visto Kodrik? Oggi dovrebbe condurmi da un fabbro.. Volevo provare a fargli riparare l'armatura del nano della stazione di posta.. Sembra una buona armatura.. Magari potremmo ricavarci qualcosa!!

Link to comment
Share on other sites

Acc...ha sentito.

Mi giro a guardarlo, sorridendogli.

Devo stare attenta a quel che dico. Se gli esperimenti sono cosi' instabili come dicono, devo stare attenta a non causargli danni mentali permanenti. Provero' a chiedere, ma stando attenta.

Sventolo il libricino razziato.

Quel mago, era un ricercatore. Certo, uno della peggior specie visto che giocava con le anime altrui, ma devo leggerlo a fondo per dirvi di piu'. Il libro contiene molto di piu', e devo finirlo, ma sembra che alcuni soggetti siano scappati. Tu per caso hai ricordi di qualcuno che gioca con anime altrui o esperimenti? Perchè altrimenti questo era solo un suo hobby malato, e ti dava la caccia per una semplice taglia.

Mentre riflette su quanto gli ho detto, mi alzo, raggiungendo la vicina dispensa e arrotolandomi le manche della veste.

Faro' io da mangiare fin quando siamo qua, per ricambiare dell'ospitalità.

Se avete vestiti da lavare, rattoppare o simili ditemi che me ne occupo io. Quando uscite daro' una pulita mentre finisco di leggere il rapporto, non ho nulla da prendere o comprare.

Mi piace rilassarmi facendo attività di casa ogni tanto, non datevi problemi a chiedere; se avete bisogno di un prestito, ditemi quanto vi serve. Al massimo prendetemi un regalo se trovate qualcosa di carino fuori.

Concludo, facendo l'occhiolino al tavolo mentre preparo qualcosa da mangiare per tutti.

Una fugace e misteriosa occhiata verso Zirren prima di mettersi al lavoro con le cibarie ed il fuoco.

Spoiler:  
Cucino: in caso di assenza di cubo uso le razioni e poi esco a comprare da mangiare.

Mentre passo il tempo a mettere a posto passo il tempo a finire di leggere

Link to comment
Share on other sites

Esperimenti? penso di rimando all'occhiata misteriosa di Elysia.

Brava! dico sorridendo è proprio ora di mettere qualcosa nello stomaco!

Per quanto riguarda i vestiti, credo di aver bisogno di una mano per questi dico indicando i miei pantaloni logori.

Link to comment
Share on other sites

@Elysia Zirren & Ragnarok & Gilez

Sentite dei passi provenire dalle scale, è Kodrik in un improbabile pigiama composto da un cappello da notte rosso con un pon-pon bianco ed una lunga vestaglia gialla con vari ricami argentati, si stropiccia gli occhi, si sveglia, vi saluta e si fionda nella dispensa, prende un grande vassoio di legno, apre uno sportello di pietra e tira fuori diversi barattoli, sul vassoio vedete sistemate uova, cetrioli e salsicce in salamoia, un panetto di burro , miele, pane di segale , e tre boccali in porcellana. Si siede con voi, allora, Dormito bene ? poi sposta la testa verso Ragnarok a proposito Rag, ho toccato l'armatura, un bel buco.... non preoccuparti, ti porterò da un mio parente in quarto grado, ti farà un buon prezzo , vi invita a sedervi e a prendere qualcosa mentre lui prende una fetta di pane, con una salsiccia e del miele

Link to comment
Share on other sites

Kodrik Faccio appena ha finito di parlare, dopo aver preso una fetta di pane ed aver memorizzato la disposizione delle cibarie, gli parlo sorridendo.

Per ringraziarti dell'ospitalità, come dicevo ai miei compagni, mi prendero' cura di cucinarvi buone pietanze. Piu' tardi pensero' a pulite e togliere un po' di polvere qua e la'. Dovendo leggere il libro mi aiuta a distendere i nervi, quindi è un piacere rendermi utile cosi'. Se hai vesti o simili da rammendare o lavare, o un qualsiasi altro lavoro domestico, fammelo presente che ci penso io.

Rimango in piedi, a braccia incrociate mentre sgranocchio la fetta di pane. Alzo lo sguardo verso Zirren.

Zirren, hai un cambio? Altrimenti andiamo di sopra te li sistemo subito. Concludo, facendogli l'occhiolino.

Cosi' potro' parlargli anche di Gilez, avvertendolo di stare attento a quel che dice per evitargli traumi. Spero che abbia capito.

Link to comment
Share on other sites

Archived

This topic is now archived and is closed to further replies.

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.