Jump to content

Benvenuto in Dragons´ Lair

La più grande e attiva community italiana sui Giochi di Ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Mike Mearls è tornato nel D&D Team

In un articolo di qualche settimana fa vi avevamo segnalato alcuni importanti cambiamenti all'interno del D&D Team, ovvero la squadra della WotC impegnata nella creazione della 5a Edizione di D&D. In particolar modo, in base ad alcuni tweet pubblicati da Jeremy Crawford era sembrato che Mike Mearls (assieme a Crawford uno dei Lead Designer della 5e) non facesse più parte del Team e che, dunque, non avesse più alcun ruolo nella produzione di D&D. Crawford, infatti, rispondendo a un utente aveva affermato che Mearls "non lavora più nel team del GDR da tavolo e non lo fa da un certo momento dell'anno scorso" (riferendosi al 2019).
Durante una puntata del Dragon Talk di qualche giorno fa, tuttavia, il nuovo Produttore Esecutivo di D&D Ray Winninger (divenuto di recente il capo del D&D Team) ha dichiarato che "Mike Mearls è tornato a lavorare di nuovo a tempo pieno sul Gdr, dopo aver diviso per noi il suo tempo tra D&D e alcune cose legate a un videogioco. Adesso è tornato". Potete ascoltare le sue parole nel seguente video, a partire dal minuto 18:42:
In sostanza, sembra proprio che Mike Mearls non abbia abbandonato il suo lavoro all'interno del D&D Team, ma che negli ultimi mesi abbia semplicemente ricevuto dalla WotC l'incarico di collaborare con Larian Studios, software house belga, per la creazione del videogioco Baldur's Gate III (di cui vi avevamo parlato in questo articolo). Mike Mearls, dopotutto, nel giugno del 2019 aveva partecipato all'E3 2019 proprio in occasione dell'annuncio di Baldur's Gate III, così da ufficializzare la collaborazione tra la WotC e la software house videoludica (come è possibile notare da questo video pubblicato proprio in quei giorni). E' molto probabile, quindi, che nell'ultimo anno Mearls abbia lavorato come consulente dei Larian Studios, in modo da fornire loro tutte le informazioni su D&D necessarie per la creazione del gioco, come i dettagli narrativi sui Forgotten Realms o le regole della nuova edizione. In base a quanto dichiarato da Winninger, dunque, possiamo ritenere che Mearls abbia terminato il suo impegno e che, quindi, possa di nuovo lavorare a tempo pieno sul Gdr cartaceo come faceva prima.
Read more...

D&D 5E: avventure gratuite dalla Kobold Press

Articolo di Morrus del 19 Maggio
La Kobold Press ha rilasciato gratuitamente Prepared!, un'avventura per D&D 5E, come parte della sua iniziativa "Al Sicuro a Casa con Kobold Press". Entrate nel loro sito e usate il coupon SaferAtHomeWeek2.

 
I vostri giocatori stanno andando alla deriva?
Una dozzina di Avventure Autoconclusive per la 5a edizione per i Livelli 1-15.
Non dovrete più avere paura: Prepared! offre ai DM delle rapide soluzioni per movimentare le campagne e far divertire i giocatori mentre pensate alla vostra prossima mossa. Al suo interno troverete, infatti, delle brevi avventure autoconclusive per ogni ambiente, compreso:
Una fabbrica aliena dove delle vittime sono risucchiate della loro essenza vitale e vengono trasformate in orrori eterei Un laboratorio alchemico abbandonato dove è stato lasciato un assistente mostruoso La caduta letterale del cielo ai piedi degli avventurieri Alcuni goblin che hanno costruito una strana "fortezza" in un fosso a lato di una strada Una misteriosa terrazza di pietra spuntata fuori dalla neve, con un antico macchinario che scintilla dal livello più alto ...e altro ancora, tutto con le bellissime mappe di Meshon Cantrill! Con Prepared! il designer Jon Sawatsky ha creato una dozzina di scenari fantasy per la 5a edizione, utilizzabili in ogni ambientazione con PG di vario livello. Non correrete più il rischio di trovarvi senza nulla di pronto!
Queste avventure presentano dei mostri provenienti sia dal Manuale dei Mostri canonico di D&D 5E che dal Tome of Beasts.
Link all'articolo originale: https://www.enworld.org/threads/free-d-d-adventure-from-kobold-press.672206/
Read more...

È iniziata la campagna del Book of Fiends 5E

Articolo di Morrus del 21 Maggio 2020
La Green Ronin ha lanciato una campagna di crowdfunding per il Book of Fiends, un manuale con copertina rigida riguardante demoni, diavoli e altri cattivoni assortiti.

L'originale Book of Fiends uscì nei primi anni 2000 per D&D 3.5. Univa Legions of Hell e Armies of the Abyss, i due libri precedenti della Green Ronin (all'epoca il primo dei due era uno dei miei libri di terze parti preferiti per la 3.5 ).
Quello di cui parliamo ora sarà un manuale di 200 pagine con oltre 130 demoni, diavoli e abitanti del piani inferiori. Vi troverete i Signori degli Inferi, i Principi dei Demoni, gli Esarchi di Gehenna e mostri di GS 0-31.
La campagna di crowdfunding si svolge su GameOnTabletop e potete prendere il PDF per $25 o il manuale cartaceo con copertina rigida per $50.
Tratto dalla presentazione ufficiale

Perché Game on Tabletop e non Kickstarter? Chris Pramas di Green Ronin risponde:
Link all'articolo originale: https://www.enworld.org/threads/green-ronins-book-of-fiends-for-5e.672252/

Link alla campagna di crowdfunding: https://www.gameontabletop.com/cf372/the-book-of-fiends-5e.html
Read more...

Il prossimo supplemento di D&D 5e sarà annunciato il 18-20 Giugno

Durante un evento streaming organizzato sul Twitch ufficiale di D&D, il D&D team ha rivelato che il 18-20 Giugno 2020 sarà organizzato il tradizionale evento live annuale su D&D 5e, durante il quale verranno fatti annunci riguardo a ciò che ci attende per la 5e nella seconda metà di questo anno. Più precisamente, il comunicato stampa ufficiale rilasciato dalla WotC (di cui troverete una traduzione più in basso) rivela che durante questa occasione saranno annunciati "il nuovo setting e la nuova Storyline", il che potrebbe significare che la prossima Avventura per D&D 5e potrebbe essere collegata a un'ambientazione diversa rispetto a quelle già rilasciate oppure a una regione dei Forgotten Realms ancora non esplorata.
Durante questo evento, inoltre, intitolato D&D Live 2020: Roll w/ Advantage, la WotC organizzerà alcune campagne giocate dal vivo, masterizzate da Chris Perkins e Jeremy Crawford del D&D team e dall'attrice Deborah Ann Woll (Daredevil), e nelle quali giocheranno diversi attori (Amy Acker, Janina Gavankar, Matthew Lillard, Sam Richardson, Felicia Day, Brett Gelman, David Harbour, Brandon Routh, Maitreyi Ramakrishnan e Martin Starr) e diverse superstar della WWE (Alexa Bliss, Tyler Breeze, Dio Maddin, Ember Moon e Xavier Woods).
D&D Live 2020 sarà un evento organizzato totalmente in streaming a causa del COVID-19 e potrà essere seguito sul canale Twitch ufficiale di D&D e sul sito dungeonsanddragons.com, secondo il calendario presentato sul sito ufficiale della WotC. Oltre che per annunciare i futuri supplementi per D&D 5e, l'evento sarà organizzato anche per raccogliere denaro da dare in beneficenza ai bambini in qualche modo colpiti dal COVID-19.
Proprio per questo motivo la WotC ha deciso di mettere in vendita una nuova breve avventura per D&D 5e, intitolata Return to Glory, il cui ricavato sarà totalmente devoluto alla campagna di raccolta fondi Red Nose Day, dedicata al sostegno dei bambini poveri. Return to Glory è un'avventura per PG di livello 6-8 e può essere acquistata su DMs Guild.

Qui di seguito potete leggere la traduzione del comunicato stampa rilasciato dalla WotC su D&D Live 2020:

Fonti:
https://www.enworld.org/threads/wotc-announces-an-impending-announcement-new-setting-storyline.672260/
https://dnd.wizards.com/dndlive2020
Read more...

Un'anteprima del Bestiario 2 per PF2

Articolo di Morrus del 18 Maggio 2020
La Paizo ha condiviso il Sommario e alcune descrizioni di Grendel, Morlock, Ravener e Serpentfolk dal Bestiary 2 di Pathfinder, che uscirà il 27 maggio.





Link all'articolo originale: https://www.enworld.org/threads/pathfinder-bestiary-2-preview.672187/
Read more...
Ren!

Fumetti Americani: Preferite Marvel o DC Comics?

Preferite Marvel o DC Comics???  

38 members have voted

  1. 1. Preferite Marvel o DC Comics???

    • Marvel
      19
    • DC Comics
      14


Recommended Posts

Salve a tutti!

Apro questo sondaggio per conoscere i gusti degli Italiani in fatto di Fumetti Americani.

Io personalmente insieme a mio fratello e altri 3 amici, preferiamo la Marvel, mentre un quarto preferisce DC Comics.

Voi cosa preferite?

Non ditemi che preferite Watchmen, V for Vendetta, Wanted o altri fumetti indipendenti (e non solo indipendenti), perché la mia curiosità è solo tra queste due case fumettistiche.

Il sondaggio è aperto anche a chi non conosce bene i due universi, però mi interessava sapere il parere di chi legge, se per esempio vi piace solo Batman per i cartoni, o Spider-Man per i film (o comunque per sentito dire) astenetevi. Grazie!

Bye byez :bye:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Voto Marvel anche io.

Ammetto di non conoscere la DC quanto la Casa delle Idee (la mia conoscenza della DC è limitata a Batman e compari, degli altri supereroi conosco meno), ma i personaggi della Marvel mi hanno sempre preso di più. Sarà che negli ultimi anni ho apprezzato molto di più i comprimari di Batman (Azrael su tutti) di quanto non abbia effettivamente apprezzato il Crociato Incappucciato, ma i personaggi della Marvel mi hanno sempre appassionato di più. E confesso anche di essere un fan, tra gli altri, di Sentry (qualcuno deve pur esserlo!)! ^^

Share this post


Link to post
Share on other sites

è dura, ma dico DC.

Batman è i titoli collegati (Catwoman, Robin, etc...) sono costantemente ad un livello altissimo. Green Lantern è il miglior caso recente di personaggio rivoluzionato per il meglio. La DC rimane un po' legata a certi estetismi degli anni '60, quando i fumetti erano più per bambini (i costumi soprattutto, o il gruppo di eroi teenagers), ma in generale sembrano più interessati a creare storie accattivanti che non mega-eventi spettacolari.

Inoltre trovo che la DC abbia dei villains migliori.

C'è poi un discorso storico in cui la DC è sempre stata la prima a "voltare pagina" nelle varie fasi del fumetto americano (dalla Golden Age alla Silver age, alla Iron age e così via).

La Marvel mi piace, sia chiaro. Molti degli eroi principali sono interessanti. É la forma editoriale che non sopporto, questi continui crossover e mega-eventi che rendono impossibile gustarsi un singolo titolo per più di un anno. Gli eventi in sè sono spesso belle idee risolte in quattro e quattrotto senza un intreccio complesso. (Secret Invasion è criminale a questo riguardo).

I migliori titoli Marvel degli anni 2000 sono, per me, Daredevil e Astonishing X-Men (di Whedon), guarda caso due serie che si son tenute lontane dal marasma di eventi e crisi e mega team-up.

Anche negli universi paralleli vince la DC, anche se forse è ancora più tirata. Sono un fan sfegatato di Ultimate Marvel (pre-Ultimatum) un assoluto capolavoro in tutto e per tutto, disegnato magnificamente e con storie interessanti ed ben pensate; d'altro canto, Marvel Zombies è una porcheria unica.

Il mondo Wildstorm, marchio parallelo della DC, ci ha regalato The Authority e Planetary, due delle serie migliori della storia, oltre ad altri titoli godibili come Welcome to Traquillity.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Boh, non sono un grande fan e giudico un po' dal di fuori: la Marvel mi ha sempre dato l'impressione di poche belle idee in un mare di melma, mentre la DC ha Batman (

).

Share this post


Link to post
Share on other sites

C'è poi un discorso storico in cui la DC è sempre stata la prima a "voltare pagina" nelle varie fasi del fumetto americano (dalla Golden Age alla Silver age, alla Iron age e così via).

Questa mi dembra una fesseria, considerando che la marvel ha per prima introdotto temi diversi dei fumetti sin dall'uomo ragno e i Fantastici Quattro.

Ammetto comunque di non essere un conoscitore approfondito della DC. In più bisogna dire che la Marvel è stata per molti anni ( e penso lo sia ancora) meglio rappresentata sul mercato del fumetto.

Anche io non apprezzo la forma editoriale recente, ma dò la colpa a Bendis. marvel Zombie è figo, un divertissment, non una porcheria.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io dico Marvel, magari mi sbaglio ma mi ha sempre dato l'impressione di lavorare di più sulla psicologia del personaggio, analizzando profondamente debolezze e insicurezze oltre che le virtù. Ho sempre trovato gli eroi Marvel più "umani" diciamo, al contrario della DC dove si ha sempre l'impressione di avere a che fare con divinità perfette e infallibili.

Ma non nascondo di avere un debole per la Lanterna Verde, del quale possiedo orgogliosamente due magliette Sheldon Cooper Style!:D

Share this post


Link to post
Share on other sites

Questa mi dembra una fesseria, considerando che la marvel ha per prima introdotto temi diversi dei fumetti sin dall'uomo ragno e i Fantastici Quattro.

Ammetto comunque di non essere un conoscitore approfondito della DC. In più bisogna dire che la Marvel è stata per molti anni ( e penso lo sia ancora) meglio rappresentata sul mercato del fumetto.

Anche io non apprezzo la forma editoriale recente, ma dò la colpa a Bendis. marvel Zombie è figo, un divertissment, non una porcheria.

Bendis è certamente responsabile per buona parte delle pessime scelte editoriali Marvel, assieme a Quesada. Marvel Zombies non si può guardare, non è divertente, non è interessante, non è ben disegnato, non ha un singolo pregio. É, purtroppo, la tipica idea Marvel: buona come concetto, sviluppata in modo indegno.

Per quanto riguarda le innovazioni nel fumetto, è sempre stata la DC a iniziare i cambiamenti. La Marvel ha seguito a ruota e ci ha messo del suo, ma la prima storia innovativa, la spinta, è arrivata dalla DC.

La Marvel di solito ingrandisce questi cambiamenti, mentre la DC non si sposta mai troppo da un centro bilanciato, ecco perchè forse ti sembra il contrario.

se ti interessa, ricopio qui sotto un riassunto dell'evoluzione del fumetto supereroico; info raccolte e rielaborate da wikipedia e da un tot di fumetti.

Spoiler:  

Golden Age

Nel 1938 Superman debutta su Action Comics, primo supereroe in un mercato che vedeva fumetti di guerra, polizieschi, western. È seguito rapidamente dai supereroi più iconici: Batman , Wonder Woman, Capitan Marvel, Capitan America. È un periodo di assoluti: gli eroi sono sempre dalla parte della ragione, le storie sono semplici, durano poche pagine e si risolvono con una vittoria schiacciante. C’è una certa dose di violenza: alla vigilia della seconda Guerra Mondiale non si sentiva il bisogno di difendere i ragazzini dalla violenza sui fumetti. Di tanto in tanto i fumetti contengono una morale tipo “i gangster anche se sembrano fighi sono deboli”, cose così…

Spoiler:  

cover.jpg

Superman, iconico e sempre nel giusto, è l'emblema della Golden Age

Interregno

Dal finire della seconda Guerra Mondiale fino al 1956 i supereroi scompaiono. Nel dopoguerra il mercato ripropone i generi degli anni ’30, horror, guerra, spionaggio.

Nel 1956 inizia una “tradizione”: la DC Comics che inaugura una nuova era e la Marvel che segue a ruota.

Silver Age

Nel 1956 la DC reinventa il personaggio di Flash in una storia diventata un classico assoluto, ponendo l'attenzione su Barry Allen e Jay Garrick- persone, anzichè su Flash - supereroe. Al contempo la Marvel nasce con le sue testate più importanti: Spider-Man, i Fantastici 4, Hulk… iniziano i supereroi con superproblemi, ovvero si punta un fanale anche sulla vita “fuori del costume” degli eroi, con temi quali la povertà, la famiglia, le avventure romantiche. Le storie di supereroi tornano di moda, ed inizia un’era fatta di costumi sgargianti, cattivi buffi, battute, poca violenza vera, trame ridicolmente intricate che coinvolgono controllo mentale, sogni, dimensioni parallele.

Spoiler:  
ff1.gif

I Fantastici 4: poteri assurdi, mostri sotterranei, conquistatori dimensionali, dialogo ridicolo. Sono loro i padroni della Silver Age.

Bronze Age

Nel 1971 la DC Comics pubblica una storia in cui Speedy, il sidekick di Green Arrow, viene scoperto a drogarsi. Inizia la Bronze Age, dove temi sociali importanti entrano nei fumetti: primi riflettori puntati sui supereroi neri (Black Lightning, Luke Cage e Black Panther); Claremont riscrive gli X-Men come reietti della società che fanno fatica ad integrarsi; vediamo le prime morti vere di personaggi importanti come Gwen Stacy, fidanzata di Peter Parker. Gli eroi sono ancora eroi e i cattivi sono ancora malvagi, ma scompare il nero e il bianco: gli eroi scoprono la sconfitta e l’errore.

Spoiler:  

ironmaniconic1.jpg

Iron Man, stressato dalla vita da personaggio pubblico, avventure amorose, e responsabilità da supereroe, precipita nell'alcolismo: storia archetipica della Bronze Age

Iron Age (detta anche Dark Age)

Nel 1986 la DC pubblica Alan Moore con Watchmen e Frank Miller con The Dark Knight Returns. Sono le prime storie a parlare di veri e propri anti-eroi, personaggi la cui morale non è tanto diversa dai criminali cui danno la caccia. La fanno da padrone personaggi oscuri che non hanno remore ad uccidere come Wolverine, the Punisher, Venom, e la versione “Azrael” di Batman (l’unica negli anni ad usare forza letale). Le storie trattano di esperimenti governativi, corruzione, apocalissi. Benché inizialmente abbia dato una bella scossa al genere e abbia creato storie interessanti, in breve l’anti-eroizzazione è degenerata, tanto che l’industria del fumetto è quasi collassata in questo periodo ed è oggi vista come un punto di minimo nella qualità delle storie.

Spoiler:  
2605_4_02941.jpg

Cable: grosse pistole, look cyberpunk, zero scrupoli, ha infestato gli album della Marvel per quasi tutta la Dark Age.

Modern Age

Nel 1996 esce Kingdom Come di Waid e Ross, una storia classica in cui la vecchia guardia di eroi "eroici" deve convivere con la nuova generazione di vigilantes violenti. Nel 1997 Grant Morrison prende in mano il nuovo titolo di punta della DC Comics, una nuova versione della Justice League. Ignora il trend anti-eroico degli anni ’90 e riscrive il gruppo come i guardiani dell’intero pianeta, una specie di pantheon di superuomini che vigila per il bene comune. I supereroi più dark vengono eliminati, ridimensionati o cambiati di sede (the Punisher passa dal mondo Marvel a quello MAX). É un’era piuttosto simile alla Bronze: restano i temi importanti, ma nella gran parte dei casi i supereroi hanno la certezza di essere nel giusto. È un periodo di grande innovazione grafica, soprattutto, con forti influenze dai manga.

Spoiler:  
3.jpg

The Authority: sono più grossi, più forti, più fighi, più tutto: un distillato della ere precedenti che funziona alla perfezione e ha spianato la strada ad un nuovo modo di disegnare.

Share this post


Link to post
Share on other sites

se ti interessa, ricopio qui sotto un riassunto dell'evoluzione del fumetto supereroico; info raccolte e rielaborate da wikipedia e da un tot di fumetti.

Mi dispiace ma si tratta di un discorso di parte e nella mia opinione non veritiero.

La Marvel ha per primo lanciato i super eroi con superproblemi, facendone un suo marchio di fabbrica. e la prima ad aver rivoluzionato il concetto di supereroe come persona reale, introducendo la famiglia (FF) di supereroi

Bronze Age

Nel 1971 la DC Comics pubblica una storia in cui Speedy, il sidekick di Green Arrow, viene scoperto a drogarsi. Inizia la Bronze Age, dove temi sociali importanti entrano nei fumetti: primi riflettori puntati sui supereroi neri (Black Lightning, Luke Cage e Black Panther); Claremont riscrive gli X-Men come reietti della società che fanno fatica ad integrarsi; vediamo le prime morti vere di personaggi importanti come Gwen Stacy, fidanzata di Peter Parker. Gli eroi sono ancora eroi e i cattivi sono ancora malvagi, ma scompare il nero e il bianco: gli eroi scoprono la sconfitta e l’errore.

le storie di harry (spider man) che si droga sono antecedenti a quelle di Speedy il sidekick di freccia verde, la marvel è la prima ad aver pubblicato senza il marchio comics code, suoi i primi eroi neri. Gli X-men nascono come accusa alla società.

Marvel anche i primi anti eroi.

La dc vince per il primo supereroe e perchè per prima ha messo i superoi in TV, ma quella è anche questione di budget.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi dispiace ma si tratta di un discorso di parte e nella mia opinione non veritiero.

La Marvel ha per primo lanciato i super eroi con superproblemi, facendone un suo marchio di fabbrica. e la prima ad aver rivoluzionato il concetto di supereroe come persona reale, introducendo la famiglia (FF) di supereroi

le storie di harry (spider man) che si droga sono antecedenti a quelle di Speedy il sidekick di freccia verde, la marvel è la prima ad aver pubblicato senza il marchio comics code, suoi i primi eroi neri. Gli X-men nascono come accusa alla società.

Marvel anche i primi anti eroi.

La dc vince per il primo supereroe e perchè per prima ha messo i superoi in TV, ma quella è anche questione di budget.

sì, ma Harry Osborn non è un supereroe. Speedy fu il primo supereroe a drogarsi. Poi l'ho detto anche io che la Marvel ci ha messo del suo, non intendo sminuire l'importanza di Hulk vs militari, o degli X-Men come parallelo per i gay o le minoranze etniche/sociali.

E sui primi antieroi, lol! Batman usava pistole negli anni '40, quando la Marvel e il Comics Code ancora non esisteva; e l'inizio della Dark Age, in cui l'antieroe diventa la norma, e non l'eccezione, è ufficialmente riconosciuto, da wikipedia, tvtropes, e chiunque altro con l'86 e Watchmen e TDKR, entrambi titoli DC.

Prima, la Marvel ha prodotto anti-eroi, ma solo sporadicamente. Wolverine ebbe la sua prima serie da protagonista nel 1982, limitata a pochi numeri, ma si deve aspettare l'88 per avere la serie regolare.

Poi boh, non voglio convincerti che la DC sia il meglio. Mi piace anche la Marvel, se vedi gran parte dgli esempi che ho portato nell'analisi sono Marvel.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dc.

Ho sempre trovato gli eroi Marvel più "umani" diciamo, al contrario della DC dove si ha sempre l'impressione di avere a che fare con divinità perfette e infallibili.

ti consiglio vivamente "crisi d'identità"

Questa mi sembra una fesseria, considerando che la marvel ha per prima introdotto temi diversi dei fumetti sin dall'uomo ragno e i Fantastici Quattro. Ammetto comunque di non essere un conoscitore approfondito della DC.

nessuno invalida il contributo della marvel al mondo del fumetto.... ma il riassunto di airon è perfetto :)

In più bisogna dire che la Marvel è stata per molti anni ( e penso lo sia ancora) meglio rappresentata sul mercato del fumetto.

oh, questo non lo metto in dubbio. ma qualità e popolarità sono due cose ben diverse. e molte volte non vanno a braccetto

Anche io non apprezzo la forma editoriale recente, ma dò la colpa a Bendis. marvel Zombie è figo, un divertissment, non una porcheria.

figo?! de gustibus. è stato uno dei pochi fumetti ad essere stato cestinato dopo l'acquisto. per me è una porcata bella e buona :-p

edit: tanto per la cronaca, leggo sia marvel che dc ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dura. Molto dura.

Ma alla fine, ho scelto Marvel (e leggo parecchio di entrambe le case).

Sarò una voce fuori dal coro, ma Marvel Zombies mi è piaciuto molto :-)

Share this post


Link to post
Share on other sites

piccolo OT, a quale parte di marvel Zombie vi riferite nelle considerazioni negative?

La prima è carina, quella in cui ritornano sulla terra è pessima, quando incontrano Armz of darkness è giusto per divertimento e grotesque, quella con machine man è bella se apprezzate lo splatter.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io ho letto quella che credo essere la prima storia... quando mangiano Galactus, credo. E mi pare di ricordare qualcosa che Black Panther cui viene mangiato un braccio e una gamba, non so se sia la stessa storia o un seguito, ad un certo punto ho abbandonato, non so se fosse solo la fine di un capitolo o la fine della saga. C'è da dire che a me in genere il genere zombie non fa impazzire a meno che non sia solo un pretesto per un'opera non certo horror (come Zombieland o Shaun of the dead)

La comparsata dei Marvel Zombies in Ultimate F4 era decente invece, benchè non eccezionale. Magneto vs tutti mi era piaciuto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

DC comics... ma di stretta misura!

Forse era meglio se mettevi anche l'opzione "entrambe"... sono quasi sicuro che sarebbe stata la più votata.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quoto matteo^2 anche se io preferisco leggermente di più la marvel.Se me lo avessi chiesto qualche anno fa invece avrei detto DC :D

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non mi pare il caso di aprire un altro topic, e allora chiedo qui: qual è secondo voi la migliore serie Marvel attualmente in corso e quale la migliore DC?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ahimè, son arrivata troppo tardi per votare in questo interessante sondaggio, ma il mio voto sarebbe senza mezzi termini per la DC.

Sto leggendo collane di entrambe le case, che in questo periodo sono molto produttive: la DC ha riproposto tutte le sue collane dal numero 1, invece la Marvel sta preparando l'evento AvX.

Sono molto d'accordo con i pareri di alcuni che mi hanno già preceduta, non adoro la forma editoriale della Marvel.

Secondo giudizio personale sto leggendo la collana appena uscita di Batman e la trovo qualitativamente molto superiore (sia per disegno, sia per sceneggiatura e anche per dialoghi) a alcune testate Marvel.

Certo che questo concetto non si applica per alcuni volumi: ho comprato da poco 'Thor per Asgard' (disegnato da Simone Bianchi, colorato da Simone Peruzzi) e l'ho trovato uno spettacolo per gli occhi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Similar Content

    • By Alister
      Volevo portare all'attenzione di voi appassionati di fumetti questa proposta della rw-lion di portare in versione da edicola (formato bonelli) due grandi classici della Vertigo, Fables e Y:The last man. Ad alcuni questa cosa farà storcere il naso, perchè si lamenteranno del formato "improprio per queste tavole" e per l'assenza di colore. Io però ne sono ben felice, perchè sono un acquirente da edicola e perchè ho sempre voluto leggere queste storie, e poterlo fare ad un prezzo popolare (2,90€ l'albo) mi soddisfa parecchio.
       
      http://www.fumetto-online.it/ew/ew_albi/images/RW%20LION/c%5C'era_una_volta_fables_1.jpg

    • By Alister
      Oggi è uscita ufficialmente in tutte l'edicole la nuova serie della Bonelli, Orfani. Interamente a colori e creata da Roberto Recchioni ed Emiliano Mammuccari.
      La serie ha avuto una gestazione di 4 anni ed è stata pensata come una serie tv, in stagioni da 12 numeri.
      La tiratura iniziale del primo numero è stata di 120.000 copie, il fumetto costa 4,50 e l'investimento della bonelli è stato davvero enorme.
      Ho avuto modo di leggerlo ieri, e sinceramente mi ha colpito in modo molto positivo. I colori sono davvero di grande effettto (nonostante la carta non sia patinata come nei color fest, il risultato è strabiliante), i disegni puliti ed energici. La storia può sembrare in questo primo numero un po' banale, ma stando a sentire gli autori si rivelerà ricchissima di sorprese e suspance. Inoltre trovo che la suddivisione del fumetto in due parti distinte (gli orfani nei 10 anni di addestramento e gli orfani arruolati e pronti a fare il mazzo al nemico) sia un'idea molto brillante che permetterà di sperimentare un montaggio delle vicende diverso e più ricco di sfumature.
      Insomma se vi piacciono fantascienza, avventura e spacconate, ve lo consiglio caldamente.
      P.S. le copertine sono di quel mostro di Carnevale.
    • By Maldazar
      Questo è un mese di grandi spese e grandi ritorni, il più grande di tutti è chiaramente Gintama.
      Fra qualche giorno uscirà il primo episodio della nuova serie animata e verrà distribuito il primo numero (o i primi due?) della nuova ristampa della Star Comics, la quale ha annunciato che porterà il manga al termine invece di zapparlo a metà a caso come è stato in passato.
      Chi altri è imbazzato quanto me per questa notizia seconda solo all'invenzione dell'aria condizionata?!

    • By Strikeiron
      Avevo già provato a far partire un topic del genere tempo fa...o forse no?
      Siete mai stati in una libreria non sapendo che libro prendere? Indecisi tra mille titoli che per voi erano tutti uguali? A volte capita di prendere un libro a casaccio ed accorgersi che ci si è trovati davanti ad una di quelle letture importanti, che ti prende fino all'ultima pagina...proporrei qui di inserire seriamente via via col passare del tempo dei libri (non necessariamente di genere fantasy) che avete letto, state leggendo od avete appena finito...oppure avete appena leggiucchiato..
      Inizio io con un titolo:

      Il meglio che possa capitare ad una brioche di Pablo Tusset

      *Ho letto solo il primo capitolo, ma è un libro che dovrò leggere...sembra originale*

      Ps no spam please
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.