Jump to content

Benvenuto in Dragons´ Lair

La più grande e attiva community italiana sui Giochi di Ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Curse of Strahd: la Beadle & Grimm pubblicherà la Legendary Edition

Se la Revamped Edition recentemente annunciata dalla WotC non dovesse bastarvi, potrebbe essere vostro interesse sapere che la Beadle & Grimms ha deciso di pubblicare la Legendary Edition di Curse of Strahd, l'Avventura dark fantasy per D&D 5e ambientata a Ravenloft (qui potete trovare la recensione pubblicata su DL'). Per chi tra voi non lo sapesse, le Legendary Edition della Beadle & Grimm sono versioni extra-lusso delle avventure pubblicate dalla WotC per D&D, contenenti oltre all'avventura tutta una serie di accessori pensati per rendere l'esperienza dei giocatori più immersiva e divertente.
Al costo di 359 dollari, dunque, all'interno della Legendary Edition di Curse of Strahd potrete trovare:
l'Avventura per D&D 5e Curse of Strahd suddivisa in libri più piccoli, in modo da aiutare DM e giocatori a orientarsi più facilmente nel suo ampio contenuto. Come aggiunta, sono stati inseriti alcuni PG pre-generati per i giocatori e una serie di incontri di combattimento bonus. 17 mappe per il combattimento che coprono ogni angolo di Castle Ravenloft, la dimora di Strahd. Una mappa dell'intera Barovia disegnata su tela. 60 Carte di Scontro, che permetteranno ai giocatori di farsi un'idea dei PNG e dei mostri che si troveranno di fronte grazie alle loro illustrazioni. Una serie di supporti di gioco per i giocatori, quali lettere, atti relativi a misteriose proprietà, note scritte dal proprio "gentile" ospite, monete del Regno di Barovia, ecc., utili per dare ai vostri giocatori elementi concreti con cui sentirsi più immersi nella campagna. Uno Schermo del DM con illustrazioni originali sul fronte e le informazioni utili a gestire la campagna sul retro. Una serie di pupazzi per le dita, con cui divertirsi a interpretare i mostri e i PNG dell'Avventura. La Legendary Edition di Curse of Strahd uscirà a Novembre 2020.
Grazie a @Muso per la segnalazione.


Fonte: https://www.enworld.org/threads/beadle-grimms-legendary-edition-curse-of-strahd.673629/
Link alla pagina ufficiale di Beadle & Grimm: https://beadleandgrimms.com/legendary/curse-of-strahd
Read more...
By aza

D&D 3a Edizione compie 20 anni!

Nel mese di Agosto, di 20 anni fa, veniva rilasciato il Manuale del Giocatore di Dungeons & Dragons 3a edizione.
Sicuramente la 3a edizione rappresenta uno spartiacque per quel che riguarda D&D e segna l’inizio dell’epoca moderna del gioco per diversi motivi:
Innanzitutto, per la prima volta D&D aveva un sistema coerente di regole. Precedentemente erano presenti svariati sottosistemi che non si integravano tra di loro. C’era ben poca coerenza. Ci ha donato l’OGL, che ha rappresentato una svolta enorme nel mondo dei giochi di ruolo. L'OGL infatti ha permesso a chiunque di poter produrre materiale compatibile o derivato dal regolamento di D&D. La quantità di materiale pubblicata per d20 negli anni 2000 è, e probabilmente lo sarà per sempre, ineguagliabile. Ha revitalizzato D&D in un modo che non si vedeva da moltissimo tempo. Negli anni ’90 con il boom dei videogiochi, la nascita dei giochi di carte collezionabili e regolamenti ben più evoluti di AD&D (si può pensare alla White Wolf che all’epoca era il nome più importante) D&D soffriva e non poco. Ha visto il ritorno di Diavoli, Demoni, Assassini, Barbari, Mezzorchi e Monaci. La seconda edizione nacque con ancora fresco il ricordo delle polemiche riguardanti il “satanic panic” degli anni ’80. Quindi tutto ciò che poteva essere considerato “moralmente offensivo” come diavoli/demoni, assassini o mezzorchi venne rimosso. I barbari vennero ritenuti ridondanti rispetto ai guerrieri e i monaci  poco adatti ad ambientazioni basate sull’Europa occidentale medievale. Queste le prime cose che mi vengono in mente, ma vi invito a condividere con noi i vostri ricordi, le esperienze e i pensieri per questo 20° anniversario di D&D 3E.
Read more...

Fuga dall'Abisso è uscito in lingua italiana

A partire da ieri, 30 Luglio 2020, l'Avventura Fuga dall'Abisso per D&D 5e è finalmente uscita in lingua italiana. Pensata per PG di livello 1-15, quest'avventura è ambientata nel Sottosuolo dei Forgotten Realms ed è caratterizzata dalla presenza dei mostruosi Signori dei Demoni.
Qui di seguito potrete trovare la descrizione ufficiale dell'Avventura, la copertina del manuale e la recensione da noi pubblicata su DL'.
Fuga dall'Abisso
Dungeons & Dragons è un gioco per veri eroi che amano vivere intense e adrenaliniche avventure, e Fuga dall’Abisso è il manuale giusto per chi sente il bisogno di passare la serata a salvare il mondo!
A causa di un piccolo errore di calcolo, l'arcimago drow Gromph Baenre, di Menzoberranzan, si pente di aver iniziato la sua carriera arcana…
Che cosa succede quando i cancelli dell’Underdark si aprono per far entrare i demoni dell’Abisso? Una quantità di orrori inimmaginabile si riversa nel sottosuolo, creature d’ombra che rendono ancora più claustrofobici i cunicoli di pietra…i personaggi saranno in grado di sopravvivere alla follia?
Dedicata agli amanti dei dungeons labirintici, Fuga dall’Abisso è un’avventura adatta a personaggi dal livello dal 1° al 15°, che dovranno riuscire a sopravvivere e a tornare in superficie prima di abbandonarsi alla disperazione, ma non solo: dovranno fermare una catastrofe imminente, che potrebbe distruggere non solo le antiche città naniche, duergar e drow, ma raggiungere persino i Reami Dimenticati!
Avranno molte scelte importanti da compiere, e la possibilità di unirsi a molti compagni di viaggio. Un’esperienza di gioco tra le più appassionanti e tra le più riuscite della saga di “Furia dei Demoni”.
Lingua: italiano
Formato: Copertina rigida
Prezzo: 49,99 euro
Articoli di Dragons' Lair:
❚ Recensione di Fuori dall'Abisso

Link alla pagina ufficiale del sito Asmodee Italia: https://www.asmodee.it/news.php?id=722
Read more...
By senhull

Intervista a Keith Baker riguardo Exploring Eberron

Questo è il link all’evento andato in onda ieri.
Qui sotto trovate una breve sintesi per chi non avesse voglia/tempo di guardarsi tutta la registrazione.
Exploring Eberron
Il libro sarà pubblicato su DMs Guild sia come PDF sia in un'edizione cartacea su copertina rigida (ad oggi ancora senza data ufficiale), ma Keith ha detto più volte in tutto lo stream che ciò potrebbe avvenire in qualsiasi momento. Stanno aspettando che le copie stampate ottengano il via libera poiché credo che il precedente processo di stampa fosse disallineato/con errori. Quindi dita incrociate per questo fine settimana e Keith ha ribadito che è ciò che spera. Il prezzo del libro non è stato menzionato nello stream. Si tratta di 248 pagine e ci saranno più parole che in Rising from the Last War.
Il libro mira a coprire temi che sono stati ignorati o solo brevemente menzionati nei precedenti libri canonici, tra i quali la cosmologia planare, gli oceani e i regni dei mostri (goblinoidi in primis).
C'è un intero capitolo dedicato alla cosmologia planare, che include una mappa splendidamente illustrata dei piani e ogni piano avrà tra 4-6 pagine che descrivono in dettaglio i concetti (per esempio come funziona Fernia, e quindi far passare il messaggio che non è solo il piano di fuoco). L’obiettivo è quello di permettere ai DM di predisporre con serenità e completezza tutto quel che necessario per sviluppare un'avventura planare, nonché definire come i piani potrebbero influenzare un'avventura anche se di viaggi planari non ne vuoi sentir parlare: praticamente come funzionano le zone di manifestazione. C'è anche una grande sezione dedicata ai goblinoidi Dhakaan in cui probabilmente verranno dati molti dettagli sulla storia del loro impero e di ciò che ci si deve aspettare esplorando le loro rovine.
Sottoclassi
Ci sono sei nuove sottoclassi. Due di loro sono "solo" per personaggi di razza goblinoide, anche se non è detto che siano vincoli razziali, ma trattandosi di Dhakaan…
Adepto della Forgia (Artefice) (Goblinoide)
Keith descrive questa classe come la tradizione di artefice Dhakaan (OT: su questo potrei aprire una bella discussione…), ed è una sorta di spin-off della sottoclasse del Battle Smith da Rising from the Last War. Laddove il Battle Smith si concentra sul costrutto/famiglio, l’Adepto della Forgia cercherà di creare un'arma perfetta e quindi migliorarla. Usa l'idea che i Dhakaani siano, per tradizione marziale, principalmente dediti alla forgiatura di armi e armature, quindi l’Adepto della Forgia è un esperto nella creazione di armi e armature e cerca di creare "l'arma perfetta". Questa è un'altra sottoclasse di artefici melee. Ovviamente l’arma perfetta ha anche un nome specifico in goblin che non vedo l’ora di leggere!
Collegio dei Cantori Funebri (Bardo) (Goblinoide)
Basandosi sul fatto che i Dhakaani tendenzialmente non amano la magia arcana e divina, molti dei loro leader spirituali erano Bardi (clan Kech Volaar, in primis). Lo descriverei come una sorta di comandante del campo di battaglia che ispira costantemente le truppe. Keith lo descrive dicendo "sto interpretando il mio ruolo attraverso i miei compagni, non ho bisogno di combattere; sto guidando gli altri". Sembra una sorta di sottoclasse.
Maverick (Artefice)
Questa sottoclasse si rifà all'infusione dell’artefice della 3.5 " Spell Storing Item” (Accumulatore di incantesimi). Keith la spiega così: "Farò la cosa di cui abbiamo bisogno, datemi un minuto". L'artefice è in grado di immagazzinare incantesimi negli oggetti (cura ferite portatili? Torrette fulminanti? Mine fireball?). Il Maverick è in grado di scegliere incantesimi destinati ad altre classi anche se in misura limitata, e con il consueto incremento man mano che si sale di livello. Sono anche in grado di cambiare i cantrip con un breve riposo.
Via dell’Arma Vivente (Monaco)
Questo attinge ad alcune classi di prestigio descritte nei manuali Eberron 3.5 come il Quori Nightmare e il Were-touch Master, e si concentra sul trasformare il tuo corpo in un'arma. Sebbene non siano bloccati dal punto di vista razziale, esistono apparentemente "percorsi" diversi che si amalgamano bene con razze come Forgiati, Morfici o Cangianti.
Circolo della Forgia (Druido) (Questo potrebbe essere razzialmente vincolato ai forgiati)
Parte di questa classe è in realtà frutto di una discussione che chi ha giocato ad Eberron un druido forgiato (in qualsiasi edizione) si sarà PER FORZA posto: "Ma un forgiato si trasforma in un animale in carne e ossa o in un Animale forgiato/costrutto? ". La risposta ufficiale è sempre stata quella di trasformarsi in un animale in carne e ossa. Questa sottoclasse ora ti consente di trasformarti in un animale forgiato (OT: ma quanto bella è questa idea…???). Apparentemente è simile al Cerchio della Luna in quanto è un druido guidato da una forma selvaggia, ma si concentra maggiormente sull'essere un costrutto. Todd ha anche menzionato cose come "Adamantine Hide", "Skin of Steel", "Elemental Fury", ma queste non sono state ampliate durante i discorsi, accendendo in me un interesse ancora più forte…
Dominio della Mente (Chierico)
Questa sembra essere la cosa più vicina ai poteri psionici, direi che è assolutamente perfetto per i Kalashtar visto che sfrutta per bene i poteri psionici, ma che devono essere per forza di allineamento buono. Si ottengono quindi incantesimi come Comando, Confusione, Dominare Persone e Telecinesi. Quando lanci un incantesimo che infligge danno radiante, puoi invece fargli infliggere danno psichico, quindi cose come la fiamma sacra ora possono avere il flavour di un'esplosione mentale.
Sottorazze
Rune Bound / Rune Born / Ruin Blood (?)
C'è una sottorazza (accennata, ma potrei aver inteso male) che il libro aggiunge, questa è la sottorazza di Rune Bound per il Nano e si rivolge ai Nani delle Rocche di Mror e più specificamente a coloro che giocano lo stregone. Mentre i nani “standard” combattono senza sosta contro i Daelkyr, il Rune Bound Dwarf nasce con un simbionte dentro di sé e con la capacità di usarlo. Il nano (figherrimo) sulla copertina di Exploring Eberron è uno di questi.
Marchi del Drago
Gli oggetti Focus dei Marchi del Drago hanno una nuova sezione, con molte più opzioni da esplorare.
I marchi del drago sono stati ampliati per includere ora i Marchi Siberys (finalmente!!!). Questa non è un talento, né un'aggiunta di sottorazza, un Marchio Siberys può essere acquisito solo tramite il DM che permette ad un giocatore di ottenerne uno, e dovrebbe richiedere una grande ragione narrativa dietro a tale concessione. Keith li definisce Doni Soprannaturali.
La classificazione è: se hai un marchio del drago (talento di Rising from the Last War) potete migliorarlo a Marchio Superiore. Se non avete un marchio e lo ottieni, ora avete un Marchio Siberys. Questo è stato fatto per provare a combinare i le due opzioni, semplificando. In definitiva, se non si desidera utilizzare i marchi Siberys, dipende dal DM.
Oggetti magici
C'è un bel pacchetto di nuovi oggetti magici.
Oggetti simbiotici come
Crawling Gauntlet (Guanto strisciante?) Hungry Weapon (Arma Affamata) Coat of Many Eyes (Manto dei molti occhi) Tongue Worm (Verme lingua?) Wandering Eye (occhio errante) Sono stati inseriti oggetti focus dei Marchi del Drago, per risolvere il problema di chi possiede il marchio ma non è un incantatore e quindi avrebbe delle difficoltà oggettive a lanciare il proprio incantesimo. Questi elementi dovrebbero risolverlo.
Varie ed Eventuali
Si parla poi di:
Oggetti magici Dhakaani Armi magiche d’assedio Altre cose C'è un capitolo chiamato Friends & Foes (Amici e Nemici), che dovrebbe contenere blocchi di statistiche sia per gli amici che per i nemici. Parte di questo capitolo parla di Valaara, la Regina Strisciante, una delle Sei Piaghe Daelkyr (fra l’altro tra gli spoiler che trovate sul blog di Keith). Un altro Quori e poi altre informazioni sulle razze acquatiche.
Non ci sono nuove informazioni sul Marchio della Morte, ma viene trattata la storia di Erandis, nonché una sezione sul Sangue di Vol e le altre fedi. Keith chiarisce alcune informazioni contrastanti di diversi autori, e ha specificato che tutte le informazioni nel libro rappresentano la SUA visione e di come aveva originariamente creato Eberron.
Si discute poi sul flavour dei personaggi psionici.
Ci sono alcuni nuovi talenti.
C'è una sezione sull'Ultima Guerra, su come è stata effettivamente combattuta e sui metodi usati, questo probabilmente includerà le armi magiche d'assedio.
Read more...

Curse of Strahd: è in arrivo la Revamped Edition

La Wizards of the Coast ha annunciato l'uscita per il 20 Ottobre 2020 di Curse of Strahd Revamped, una boxed edition della già pubblicata Avventura per D&D 5e Curse of Strahd (di cui potete trovare qua la recensione pubblicata su DL') ambientata nel tenebroso semipiano di Ravenloft. Questa Boxed Set, in arrivo al prezzo di 99,99 dollari, conterrà all'interno di una scatola a forma di bara:
Una versione aggiornata dell'Avventura, che integrerà gli Errata e molto probabilmente una revisione delle sezioni dedicate ai Vistani (come già preannunciato qualche tempo fa). Un breve manuale dei mostri chiamato Creatures of Horror (Creature dell'Orrore). Un poster contenente su un lato la mappa di Barovia e sull'altro quella di Castle Ravenloft. Un mazzo dei tarocchi e un opuscolo di 8 pagine. Una dozzina di "cartoline" da Barovia. Uno Schermo del DM IL sito IGN ha pubblicato un video in cui, insieme a Chris Perkins, viene mostrato il contenuto di questa boxed edtion:

Fonte: https://www.enworld.org/threads/curse-of-strahd-revamped-boxed-collectors-edition.673545/

Link alla pagina ufficiale del prodotto: https://dnd.wizards.com/products/tabletop-games/rpg-products/curse-strahd-revamped
Read more...

Archived

This topic is now archived and is closed to further replies.

unendlich

[fantasy] Menel Gannadol (cielo che suona l'arpa)

Recommended Posts

Meddy vagabonda nei boschi seguendo la lieve e musicale voce che ode da giorni nella mente.

Il tramonto si avvicina e la luce inizia a diminuire, dovrebbe cercare un luogo ove riposarsi, ma sente di dover proseguire, sente di essere arrivata a destinazione.

SI riscuote dal torpore della stanchezza, mentre all'improvviso, davanti a lei, una donna sbuca da dietro un albero dal grande tronco.

Deve essere così ... non è possibile che lei si uscita dal tronco come sembra....

La donna è alta, più di un metro ed ottanta, senza dubbio.

I capelli lunghi sino alle cosce, di un biondo chiarissimo, luccicanti di argento puro.

Gli occhi che si posano sulla medusa, colore dell'ametista, l'iride è tutto viola, senza il nero della pupilla.

Le sue orecchie sono appuntite verso l'alto adorne di orecchini e piccole pietre preziose intonate al colore dei suoi occhi e dei capelli.

E' vestita in modo decisamente sconveniente per un'umana del 1850, ma impossibile catalogarla come umana....

Indossa una sorta di maglietta accollata nera ricamata d'argento a maniche lunghe, più lunghe delle mani, ma poco sotto il seno la maglia lascia il posto alla pelle nuda e tatuata.

Una criniera di leone, intrecciata di rose ed Iris disegnata a colori, poco sopra al suo ombellico.

Le gambe infilate in una gonna svolazzante di stoffa anceh essa nera, la gonna non le copre le ginocchia. Le gambe lunghe e muscolose terminano in un paio di stivali senza tacco, neri anche essi. La pelle lievemente abbronzata.

Buona sera Meddy, che la dea benedica i tuoi passi, benvenuta al villaggio di Menel Gannadol, puoi fare a meno di nasconderti davanti a me, se lo desideri.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Uh!

Meddy balza spaventata, colta di soprassalto dall'apparizione della strana e emancipata donna.

Dopo il primo spavento, si stringe nel mantello, un gesto ormai istintivo e incondizionato.

Al sentir pronunciare il suo nome, prende il cappuccio con la mano destra e se lo cala ancora più profondamente sul viso.

Buona... sera. Come... sai il mio nome?

Non riesce a controllare i serpenti che si agitano febbrili sotto i tessuto, tradendo la sua agitazione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bambina la mia voce ti ha guidata sin qui, alle mie spalle si estende il mio villaggio

naturalmente Maddy vede solo bosco e null'altro.

Sarai la benvenuta da noi e non dovrai mascherarti e nasconderti, a meno che non sia tuo desiderio. Niente torce, niente forconi.

La donna si avvicina e sfiora con lunghe dita il cappuccio che si agita.

L'istinto dei serpenti reagisce ancor prima di quello della ragazza. Le serpi si calmano e tornano allo stato normale.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Davvero? Eri tu?

La voce acuta di Meddy tradisce una sorpresa, così come un desiderio di pace immensi.

I serpenti si calmano, così come le preoccupazioni nel petto.

Niente torce e forconi... sembra bello.

Meddy alza lo sguardo sorridendo, guardando in viso la regina e mostrando così in parte il suo volto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

La regina la guarda interessata, non spaventata o schifata, ma interessata.

Non sei nata così bambina ... cosa ti è accaduto?

La donna emana potere senza ombra di dubbio e sicurezza, ma anche un sottofondo di dolcezza.

Il luogo in cui stai per entrare, alle mie spalle, è uno degli ultimi luoghi in cui la magia viene ancora praticata, gli antichi dei venerati e le razze non umane vivono in pace, per te potrebbe essere uno shock, visto che sei nata umana. Ah, visto che non hai magia, devo condurti dentro per mano, ti porterò come prima cosa da uno dei nostri medici, così che ti possa visitare e vedere se stai bene in salute ed struirci sulle tue abitudini alimentari!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Meddy annuisce, probabilmente è la prima vlta, in tutta la sua nuova vita che qualcuno gli pone questa domanda. Una cosa talmente strana che la lascia spiazzata sulle prime, non trovando le parole ne il verso da cui iniziare la storia.

Hee... si, ero una ragazza normalissima, non so cosa sia successo, spesso me lo sono chiesta. Forse... credo... la gelosia di una strega... o una dea.

Poi allunga la mano, scostando il drappo, aprendolo liberando leggermente la figura che c'è sotto.

Va bene, sono pronta! ... Credo...

Share this post


Link to post
Share on other sites

La donna assume per un istante un'espressione rammaricata.

Mi dispiace tanto bambina

Prendendole la mano.

Non posso invertire l'incantesimo, non mi è concesso ...

Sospirando muove alcuni passi nella irezione da cui è spuntata.

Quello che ti trovi davanti è qualcosa di vagamente assurdo e disorientante.

Alberi altri almeno 50 metri se non oltre circondano le due donne. Su molti di essi sono costruite delle case di legno, dalle forme più disparate, centinaia di liane e passerelle corrono tra un albero e l'altro, sistemi di carrucole portano le cose dal basso all'alto e viceversa.

Ai piedi degli alberi qualche bottega, di merci disparate, si va dai generi alimentari alle ruote.

Molte strane persone girano su strani mezzi a due ruote, biciclette [che compariranno almeno 10 anni più tardi la forma delle loro è quella del 1885 http://www.storiadellabicicletta.com/cenzi/images/stories/evoluzione_bici.jpg].

La natura è però l'elemento predominante in tutto, ma decisamente in tutto ....

Ci sono parecchi individui simili alla regina, difficile distinguere se siano maschi o femmine, quelli che non indossano delle gonne. Tutti molto belli, molto alti e molto magri, con quelle lunghe orecchie a punta e gli occhi senza nero.

Qualche uomo, pensi, ma sembra tale solo finchè il sole non colpisce la sua pelle, ne distingui due tipi, per alcuni la pelle riflette d'oro, per altri d'argento. Non vedi delle donne così per strada.

E poi un nutrito parco di animali, alcuni lupi che gironzalono indisturbati, un paio di leoni. Una donna dai capelli bui come la notte, la pella molto scura, occhi neri e lunga coda nera, un'altra ragazza con macchie di leopardo sulle braccia scoperte.

Un ragazzo dai capelli grigio piombo che si lecca una mano passandosela poi sul viso, come un micio e tanta altra roba che non vedi.

Non c'è che dire, sei la sola coi serpenti in testa, ma quanto al dire che sei la più strana? DIfficile, anche considerando che ti è appena passata sotto al naso una farfalla enorme di cui hai distintamente visto un viso e dei capelli...

La regina sempre tenendoti per mano ti conduce ad uno dei pochi edifici a terra del villaggio.

Bussa e ti fa accomodare, seguendoti.

@i tre trè XD Beps

Senti bussare alla porta del piccolo simil ospedale in cui vi date il turno tu ed i tuoi colleghi. 24 ore su 24, c'è sempre qualcuno in turno, se vi sono dei pazienti, anche due.

La regina entra tenendo per mano una ragazza.

Ti va di vedere se sta fisicamente bene e scoprire il suo modo di nutrimento più consono??

*****************

Descrivetevi ^^

Share this post


Link to post
Share on other sites

Altra lunga e incessante giornata nell'ambulatorio, alquanto annoiato sbuffo nella mia forma elfica, almeno potessi correre fuori da buona volpe potrei svagarmi un tantino, ma ho ubblighi ben precisi e ci sono sempre persone ad aver bisogno della mia sapienza.

Potrei intentare una partita a carte con qualcuno dei miei amici....Sarebbe una tortura tra tutti questi dottori cominceremmo a discutere su chi di noi sia meglio o peggio nell'esercizio della nostra professione e ci prenderemmo a pugni uno con l'altro.

Mi rivolgo allo specchio, la figura di un elfo alto sul metro e ottanta, capelli raccolti in una coda lunghi fino alle spalle color argento, occhi dall'iride verdi profondi e sapienti e viso magro e ben delineato mi rivolge uno strano sorriso da ebete, quanto sono bello penso tra me e me. peccato che questa divisa non mi piaccia per nulla ne vorrei una più colorata.

La divisa che indosso è quella che ogni dottore ha quando è nell'ambulatorio, pantaloni e camicia in tinta unita color verde pistacchio e un camice lungo bianco. Questa è quella normale, ma poiché io di normale non ho nulla ho abbellito camicia e pantaloni con allegri ghirigori dai colori fantasiosi, linee delicate che si inseguono una con l'altra a formare un ammasso di colori al di poco sgargianti e pazzi.

Il camice invece resta bianco e immacolato anche se le tasche sono ripiene di farmaci vari e altre cianfrusaglie.

Toc Toc

Bussano alla mia porta? La giornata prende una nuova piega, finalmente era da un pezzo che tenevo la bocca chiusa forse saprò ancora parlare? Vabbè prima la buona educazione:

<<We allura chi l'è il terun che ha bussato alla porta...>>

Mi avvio ad aprire la porta trovandomi difronte alla regina, immediatamente si fa spazio Amarai, trasformando l'espressione delle mia faccia con la mascella a ciondoloni e gli occhi sgranati in un rapido sorriso cortese.

Mi inchino verso la donna dicendo:

<<Vostra altezza è un piacere vedervi, siete sempre bella e affascinante come ogni giorno, scusate la rozzezza di alcuni miei colleghi mia signora, ma a volte alcuni di essi sono veramente poco simpatici e si comportano come dei villani. Vi prego di scusarli e prego accomodatevi, cosa vi porta qui? Vi sentite forse poco bene mia signora?>>

Poi mi accorgo della ragazza che tiene per mano, inclino leggermente la testa verso destra mettendomi una mano sul mento e ascoltando la richiesta della regina.

<<Certamente mia signora farò tutto quello in mio potere e nelle mie conoscenze per osservare lo stato di salute della ragazza non vi preoccupate.....Venite avanti vi prego>>

Mentre le mie due ospiti entrano tiro fuori alcune sedie dallo sgabuzzino dell'ambulatorio e apro la mia borsa sul tavolo estraendo alcuni strumenti per la rilevazione della paziente, mi dirigo a uno schedario ed estraggo una cartellina di carta dove metto dentro alcuni fogli, tiro fuori una piuma e dell'inchiostro mi siedo dalla parte del tavolo e dico rivolto alla mia paziente, con voce calma e rassicurante:

<<Prima di tutto ti devo chiedere se sei ferita in qualche modo sul tuo corpo così da poter riparare il danno immediatamente prima di continuare...

Bene inizierei con un pò di.....te, non ti spaventare voglio solo parlare della tua storia e della tua vita, naturalmente non devi dirmi tutti i tuoi segreti quelli restano a te e te soltanto mi basta sapere solo alcune cose, tipo quando sei nata, se sei stata male altre volte e via così discorrendo.

facciamoci una bella chiacchierata prima di iniziare a visitarti così da conoscerci, oh scusami a volte sono proprio un disgraziato, il mi nome è Dottor Benedictus Reaviun, ma puoi chiamarmi semplicemente Dottor B. Allora te invece come ti chiami mia cara?>>

Spoiler:  
Ehm se ho capto bene hai il mantello che le copre le sembianze quindi non riconosce che sia una creatura diversa da ogni altro elfo della terra giusto?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Che luogo... assurdo!

E' così piacevole stare qui...

Meddy è affascinata da ogni aspetto della cittadina, posa gli occhi velocemente su tutto, ma è impossibile registrare tutte quelle novità.

Si limita a guardare di sfuggita tutti quegli strani abitanti, le case sugli alberi giganteschi e gli animali che tranquilli passeggiano liberi, commentando ogni tanto e stringendo forte la mano della regina, come che, se per caso dovesse perdere la presa da quell'appiglio, la povera Meddy potesse venir risucchiata in un baratro e venir scacciata da quel luogo così... magico.

Infine ecco la casa del dottore, appena dentro sempre di riflesso si chiude nel mantello, poi dopo le presentazioni la reggina le lascia la mano. Meddy ha un momento di panico, ma poi nessuna strana forza vorticosa la scaccia via e, rassicurata, tira un sospiro di sollievo.

Meddy appare come un basso e magro fagotto, così avvolta in un mantello grigio che non lascia trasparire nulla, se non un continuo movimento sotto il gonfio cappuccio. Solo la mano sporge, perfettamente bianca.

Non, no ho... nessuna ferita... Grazie, un po' di tè sarebbe l'ideale.

Annuisce sorridendo alla reggina, anche se forse da sotto il cappuccio il sorriso non traspare.

Sono nata tanto tempo fa... non conto gli anni né i giorni da quando mi sono trasformata. Ero una ragazza normalissima prima, forse sono passati più di cent'anni...

Il mio nome è Meddy, signor B.

Share this post


Link to post
Share on other sites

La regina siede di lato, guardando la visita ed ignorando del tutto le stranezze nel comportamento del dottor B.!

Le lunge gambe si accavallano lasciando scoperta una bella porzione di coscia, ma nessuno sembra farci caso, sono tutti vestiti più o meno poco!

Gli attrezzi del dottore sono tutti un passo avanti a quelli del mondo umano, e più efficaci e veloci, il connubio scienza e magia è perfetto [manca solo la plastica perchè sia quasi scienza contemporanea, ma in realtà c'è la magia che compensa, laddove non si operano gli organi interni, i chierici appongono le mani!]

Tra non molto ho un appuntamento e devo allontanarmi, ma ti lascerò in buona compagnia Meddy, ho già chiamato una ragazza per aiutarti ad inserirti il primo giorno qui

sorride, come ridacchiado tra se e se

Se ti fissa eccessivamente non è per scortesia, guardale dietro alla schiena e capirai!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi alzo e metto a bollire la teiera per offrire un tè alla ragazza, mi risiedo e scrivo quello che mi ha detto, lascio buona parte di foglio bianco per scrivere la diagnosi reale.

Finito di scrivere mi rivolgo alla ragazza incrociando le punte delle dita e poggiandole sotto il mento:

<<Bene bene, allora se facessi la cortesia di poterti scoprire un poco almeno in parte, ti volevo fare un paio di esami di controllo prima di proseguire con la visita. Spero tu non abbia paura delle siringhe perchè dovrò farti un piccolo prelievo di sangue per analizzarlo in un secodno momento e valutare se tu abbia problemi anche a livello più profondo...>>

Sorrido alla ragazza sperando di averla messa a suo agio, poi mi rivolgo alla regina dicendo:

<<Certo mia signora non la trattengo più del dovuto, immagino che abbiato molteplici impegni, vi farò pervenire al più presto una cartella dettagliata con le mie conclusioni del caso....>>

Share this post


Link to post
Share on other sites

Meddy attende in silenzio che il dottore prenda tutti i suoi appunti, seduta in punta in punta allo sgabello e con le mani sulle ginocchia, si rivolge solo un momento alla reggina, a bassa voce per non disturbare.

Va bene. Grazie di tutto, dal più profondo del cuore.

Poi ascolta il dottor B., ma prima di rispondere guarda perplessa la reggina cercando un qualsiasi segno d'aiuto, lei annuisce e Meddy afferra il cappuccio e piano lo tira giù.

Appena allo scoperto, le serpi hanno un sussulto, si animano e si agitano colpite e straniate dalla luce, poi dopo qualche istante si acquietano, anche se restano ritte, come una capigliatura voluminosa ricca di vertigini sibilanti. La sua pelle è chiarissima, con dei rilessi verdi in controluce, anche i serpenti sono bianchi, solo con un tono leggermente più verde del volto.

Meddy scruta l'espressione del dottore, terrorizzata sapendo quale sarà la sua reazione, le fa troppo male vedere gli altri inorridire nel vederla.

Non so... cosa sia una siringa. Devo aver paura?

Share this post


Link to post
Share on other sites

I serpentelli si voltano tutti a guardare la reggina, ma Meddy scuote leggermente la testa e tornano disciplinati.

No, no, non mangiano per conto loro, però mordono.

Share this post


Link to post
Share on other sites

La donna allunga un dito e lo lascia 'annusare' alle creature. Per poi carezzarne un paio.

Dei serpenti albini, sono rarissimi ed estremamente affascinanti! Non trovi Dottor B?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Attendo che la ragazza si scopra il volto, quando il cappuccio le ricade sulle spalle l'espressione che si dipinge sul mio volto è quella di meraviglia, come di bambino nel giorno di natale a scoprire i regali sotto l'albero

<<Ma...è....bellissimo.....>>

Come inebetito mi incammino verso la ragazza per toccarla per rendermi conto che non sia tutto un mio folle sogno, e invece è vera lo sciame di serpenti al posto della chioma, la pelle bianca.....uno spettacolo.

Mi riprende prima di muovere altri passi verso di lei, prendo una siringa vuota e la dò alla ragazza, dicendole:

<<Ecco questa è una siringa...>>

Soppeso lentamente l'idea ascoltando attentamente lo scambio di battute tra le due per poi esclamare:

<<Ma certo!!! E' talmente semplice come soluzione che mi sento uno stupido a non averlo capito subito!!!!>>

Mi tiro dentro la stanza una lavagna disegnando una specie di semisfera rivolgendomi poi alle due:

<<Allora i tuoi serpenti non mangiano perchè sono i tuoi capelli. Partendo da questo concetto dovremmo chiederci: come mangiano i capelli? Ovviamente la risposta è che attraverso i pori della cute! Assorbendo sostanze nutritizie dal tuo sangue in circolo, siccome sono creature viventi hanno bisogno di un maggior quantitativo di sostanze perciò dovresti aumentare nella tua dieta carboidrati, proteine e vitamine, cose che i serpenti allo stato naturale assumo ad ogni pasto. Voi dite che mordono? Bhè provate anche voi a restare sotto un cappuccio per 12 ore al giorno o farvi schiacciare al buio quando dormite la notte, non sareste molto felice immagino e mordereste anche voi no? Bene per la prima vi consiglio di tenerli allo scoperto finchè siete qui in città, immagino che non sia bello per voi, ma possiedete qualcosa di davvero preziosissimo e fantastico, non tenetelo nascosto e non abbiatene paura, nella seconda dovremmo farmi creare un apposito letto con la testiera modificata. Con una vasca d'acqua e latte caldo al posto di un cuscino, calcio per rinforzare le strutture dei serpenti e tenerli a mollo. Sono ottimi nuotatori i serpenti sapete? Potersene stare la notte a mollo li "ammorbidirà" caratterialmente. C'è un MA, la vostra belle bianca a suon di essere esposta al sole potrebbe rovinarvi, vi devo quindi obbligare a usare una speciale crema ad alta protezione dai raggi UV del sole così da non rischiare di restare scottati...>>

Dico tutto questo camminando avanti e indietro dalla lavagna scrivendo nomi di erbe e elementi chimici per immaginare la giusta composizione della crema.

Share this post


Link to post
Share on other sites

La reazione del dottor B. la sorprende, in positivo.

Quando sia lui che la reggina si avvicinano per toccarle i capelli, sorride imbarazzata da tutte quelle attenzioni, e si accende nel petto uno strano tepore, dolce e piacevole.

Raccoglie la siringa, se la passa tra le mani senza riuscire ad immaginare a cosa possa servire.

Il dottore parte in quarta e Meddy ascolta in silenzio, scambia qualche sguardo stupito con la regina e le scappa persino una risatina all'idea di dormire con la testa immersa nel latte.

Con un sorriso imbarazzato aggiunge solo una cosa.

Dottor B., non credo di essere capace...

Share this post


Link to post
Share on other sites

La regina ridacchia.

Poi Freja parlerà con questi cucciolotti

Andando ad aprire la porta.

Sullo specchio della porta c'è una ragazza, capelli lunghi sino al sedere, raccolti in due codini. I capelli sono di tre colori, arancio, bianco e nero.

E' vestita con un bel vestito colorato e ricamato, non troppo scollato.

Ciao Elenys, eccomi.....uhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh pappa?!?

muovendo il naso mentre annusa l'aria.

Dal vestito compare un pezzettino di coda, pelosa di tre colori mentre lei inizia a fare le fusa e si lancia verso le gambe di Maddy iniziando a strusciarsi e fare le fusa.

pappa mmrrr mrrr frrr mraaaaoooo

Share this post


Link to post
Share on other sites

All'ingresso della nuova donna Meddy la guardia curiosa, sorridendo

L'atmosfera allegra, la tranquillità di quel posto la stanno contagiando velocemente e si senti più rilassata, erano secoli che non sorrideva così.

Meddy sgrana gli ochi alla parola pappa. La donna gatto si fionda verso di lei e le si struscia vicino le gambe.

AH!

Meddy salta all'indietro, raggomitolandosi sullo sgabello, tirando le gambe al busto e stringendole con le braccia.

I serpenti sibilano verso il basso, spaventati e pronti a schizzare per l'attacco.

Share this post


Link to post
Share on other sites

La gatta si riavvicina e ricomincia a fare le fusa, facendole gli occhioni.

Coccolee.... con la vocina affranta.

La regina ridacchia.

Ti sta facendo le feste in realtà! Tranquilla! Hai mai visto un gatto che si struscia?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.