Jump to content

Ranger


FeAnPi
 Share

Recommended Posts

Premessa: i talenti sono quelli del manuale base di Pathfinder, e sono in Inglese, non spendo soldi per un PDF sgranato. C'è il PRD per controllarli, fra l'altro.

Posto in sezione D&D perché Pathfinder è, all'atto pratico, D&D, e perché la frequenta più gente.



Detto questo, il mio scopo è creare degli stili di combattimento extra per il ranger: non mi va che, in PF come in D&D post-drizztiano, gli stili siano solo due e pure stereotipanti.

Gli stili a cui stavo pensando io sono questi: tiratore (distinto dall'arciere perché punta su pochi proiettili buoni anziché su una valanga di frecce), bruto (un combattente con una sola arma tipicamente a due mani molto poco sottile ma molto efficace), schermidore (un combattente con una sola arma che sfrutta mosse agili e astute), cavaliere (un combattente in sella specializzato in questo stile e nell'affrontare la fanteria), e lottatore (un combattente che prende ciò che trova per combattere e che spesso ricorre semplicemente alle sue mani per far fuori i nemici).

Vorrei conferme e pareri per i talenti che ho pensato di applicare a ciascuno stile, se possibile. Ci sono alcune sovrapposizioni di talenti, ma penso che sia inevitabile e tutto sommato non troppo sbagliato.

Bruto:
2) Power Attack, Cleave, Great Cleave, Improved Sunder
6) Greater Sunder, Vital Strike
10) Improved Vital Strike, Critical Focus
note: è uno stile specializzato negli attacchi forti che fanno molti danni; ho scelto spezzare fra le diverse opzioni del poderoso perché mi dà più l'idea di un combattente brutale ma capace, che sa quanto poco valga un nemico disarmato.

Cavaliere:
2) Mounted Combat, Mounted Archery, Ride-By Attack, Trample
6) Spirited Charge, Lunge
10) Strike Back, Unseat
note: oltre ai talenti del cavaliere veri e propri, ne ho messo due che consentono di attaccare con portata e di contrattaccare un fante armato di armi con portata, ovvero di superare la nemesi di ogni combattente in sella.

Lottatore:
2) Improved Unarmed Strike, Catch Off-Guard, Improved Grapple, Scorpion Style
6) Greater Grapple, Gorgon's Fist
10) Medusa's Wrath, Improvised Weapon Mastery
note: un combattente specializzato nel non usare armi, o nell'usare quello che trova a portata di mano per far fuori il nemico. Forse non troppo forte, ma di sicuro caratterizzante.

Schermidore:
2) Combat Expertise, Improved Disarm, Weapon Finesse, Quick Draw
6) Greater Disarm, Combat Reflexes
10) Critical Focus, Bleeding Critical
note: è il tipo di guerriero che vedo bene con un'arma sola; disarma e fa sanguinare i nemici in quanto mi sembrano le mosse più tipiche di un duellante professionista.

Tiratore:
2) Point-Blank Shot, Far Shot, Deadly Aim, Rapid Reolad
6) Quick Draw, Improved Precise Shot
10) Pinpoint Targeting, Shot on the Run
note: forse assomiglia troppo allo stile dell'arciere, ma sono comunque stili simili; qui ho voluto rendere facile la vita sia al cecchino, sia al balestriese, sia al classico lanciatore di coltelli.


Commento complessivo?
Suggerimenti?

Link to comment
Share on other sites


  • Replies 39
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Bruto:

2) Power Attack, Cleave, Great Cleave, Improved Sunder

6) Greater Sunder, Vital Strike

10) Improved Vital Strike, Critical Focus

note: è uno stile specializzato negli attacchi forti che fanno molti danni; ho scelto spezzare fra le diverse opzioni del poderoso perché mi dà più l'idea di un combattente brutale ma capace, che sa quanto poco valga un nemico disarmato.

Hmmmm... qui vedo pochi vantaggi, ma ci sta. Anche se è inferiore ad un ranger con percorso arciere e che prende i talenti nel combattimento con la progressione normale.

Cavaliere:

2) Mounted Combat, Mounted Archery, Ride-By Attack, Trample

6) Spirited Charge, Lunge

10) Strike Back, Unseat

note: oltre ai talenti del cavaliere veri e propri, ne ho messo due che consentono di attaccare con portata e di contrattaccare un fante armato di armi con portata, ovvero di superare la nemesi di ogni combattente in sella.

Questo non mi pare male, anche se mounted archery mi pare inutile... con una lista di talenti così tendo a specializzarmi con la lancia...

Schermidore:

2) Combat Expertise, Improved Disarm, Weapon Finesse, Quick Draw

6) Greater Disarm, Combat Reflexes

10) Critical Focus, Bleeding Critical

note: è il tipo di guerriero che vedo bene con un'arma sola; disarma e fa sanguinare i nemici in quanto mi sembrano le mosse più tipiche di un duellante professionista.

Beh, con la twf chain viene molto bene anche a due armi.

Tiratore:

2) Point-Blank Shot, Far Shot, Deadly Aim, Rapid Reolad

6) Quick Draw, Improved Precise Shot

10) Pinpoint Targeting, Shot on the Run

note: forse assomiglia troppo allo stile dell'arciere, ma sono comunque stili simili; qui ho voluto rendere facile la vita sia al cecchino, sia al balestriese, sia al classico lanciatore di coltelli.

Non so... mi pare fin troppo simile all'arciere... e non mi pare ci siano talenti che valga la pena di prendere senza rispettare i requisiti fra quelli in elenco...

Commento complessivo?

Suggerimenti?

Link to comment
Share on other sites

Come da filosofia di Pathfinder, il bilanciamento lo ricerco soltanto sino a un certo punto, quello perfetto non esiste e lo accetto.

Sul bruto, forse non è il massimo ma penso che abbia una sua rozza efficacia per creare quei personaggi "tendenti al barbaro", o sbaglio?:lol:

Sul cavaliere, ho messo il talento "incriminato" per tirare in sella proprio per renderlo versatile: può essere trascurato da un PG specializzato nella mischia, mentre un personaggio meno "combato" e più a tutto tondo potrebbe trovarlo interessante.

Riguardo allo schermidore, il suo stile si differenzia però di molto da quello del ranger a due armi: strizza molto l'occhio al duellante come futura CdP. E un ranger (terreno prescelto: urbano; nemico prescelto: umani)/duellante non suona troppo male come idea, anzi...

Sul tiratore dici che potrei abolirlo? E' che lo stile dell'arciere mi sembra restrittivo, ma in effetti bastano i talenti normali per riconvertirlo...

E del lottatore che ne pensi?

Link to comment
Share on other sites

Come da filosofia di Pathfinder, il bilanciamento lo ricerco soltanto sino a un certo punto, quello perfetto non esiste e lo accetto.

Ma infatti niente da dire sul bilanciamento... anche perchè alla fine non mi sembrano percorsi sbilancianti.

Sul bruto, forse non è il massimo ma penso che abbia una sua rozza efficacia per creare quei personaggi "tendenti al barbaro", o sbaglio?:lol:

Sicuro, la mia era solo una considerazione a margine.

Sul cavaliere, ho messo il talento "incriminato" per tirare in sella proprio per renderlo versatile: può essere trascurato da un PG specializzato nella mischia, mentre un personaggio meno "combato" e più a tutto tondo potrebbe trovarlo interessante.

Il problema è che è solo quello... Cioè, mi spiego, mounted Archery non è un talento che prendi di base con la progressione di un ranger del genere, perchè comunque mounted combat lo prendi e cavalcare ci metti i tuoi gradi se lo vuoi fare a cavallo, quindi, fondamentalmente anche a prenderlo, lo prendi fuori delle scelte che hai perchè tanto i requisiti bene o male li soddisfi... Mi sembra un po' appeso. Ah, altra considerazione, forse ocme ranger è quello che meno ne ricalca il concetto, ma questi osno gusti.

Riguardo allo schermidore, il suo stile si differenzia però di molto da quello del ranger a due armi: strizza molto l'occhio al duellante come futura CdP. E un ranger (terreno prescelto: urbano; nemico prescelto: umani)/duellante non suona troppo male come idea, anzi...

Certo, mai detto il contrairo... ocnsideravo solo che con la twf chain e due armi a critico basso, il bleeding critical non è male.

Sul tiratore dici che potrei abolirlo? E' che lo stile dell'arciere mi sembra restrittivo, ma in effetti bastano i talenti normali per riconvertirlo...

Non saperi, guarda, imho è lo stesso discorso del mounted archery, anche se un po' più complesso... alla fine se lo specializzo pesante sul tiro, ho comunque i talenti per farlo...

E del lottatore che ne pensi?

Quello che hai scritto nella nota: non è il massimo dell'efficacia ma è molto caratterizzante.

Link to comment
Share on other sites

Gli stili di Dragon Magazine li avevo visti tempo fa, molto tempo fa in effetti. Grazie comunque. ;)

Riguardo al nodo "Mounted Archery", il punto è che non è certamente un talento da build ottimizzante. Ma non è nato per quello. Volendo buildare, un personaggio prendere altri talenti. Serve piuttosto per un personaggio specializzato nel cavallo che vuole avere competenze marginali anche nel combattimento a distanza. E poi serve a tappare un buco, e quindi di lì non si muove sennò affonda la nave.:lol:

Lo stile del cavaliere poi ce lo vedo molto per come è stato rivisitato il ranger in Pathfinder.

Avendo giocato all'avventura del 5° clone a Lucca un nano ranger specializzato nei terreni urbani e con nemico prescelto gli umani, ho visto quanto la classe possa essere versatile: praticamente, il mio "ramingo" era un cecchino tendente all'assassino.

E poi una classe con un animale grosso al seguito sta praticamente implorando i talenti per cavalcarlo bene. ;-)

Chiudo con l'altro punto, lo stile del tiratore. L'idea è permettere di combattere a distanza con balestra o pugnali/qualsiasi altra cosa da lancio conservando i talenti standard per altre cose. Forse è una nicchia, ma come molte nicchie è inutile quando non ti serve, indispensabile quando ti serve qualcosa del genere.

Link to comment
Share on other sites

Va bene dare degli stili extra tra cui scegliere, ma non sarebbe meglio che fossero in tema col resto della classe?

Il ranger è un cacciatore e gli stili dovrebbero rappresentare questa sua peculiarità, non essere messi lì per farlo diventare un combattente figo...

Detto questo, il bruto (per il cavernicolo), lo schermidore (per il ranger urbano) e il lottatore (per Tarzan) ci stanno, ma il cavaliere c'entra come i cavoli a merenda...

Premesso che quelli base, ovvero l'arciere e il dual-wielder, sono abbastanza tipici dei nativi americani (e dei cacciatori mediterranei antichi, soprattutto gli arcieri), si potrebbero usare altre fonti storiche per trovare stili da cacciatori...

Così su due piedi mi verrebbe da suggerire l'arciere a cavallo (cacciatore di bisonti o simili bestie veloci delle pianure) e il cacciatore con lancia (e scudo, magari, come i masai quando vanno a caccia di leoni)...

Link to comment
Share on other sites

Ma mica li metto per far diventare figo il ranger. Anche perché il ranger è figo di suo, e se qualcuno è convinto del contrario che ne parli ai due Texas ranger più famosi delle forme di intrattenimento popolari e poi provi ha ripeterlo se ha il coraggio e i denti per farlo.:lol:

Però il cavaliere ce lo vedo molto.

Anche perché lancia e scudo difficilmente richiedono uno stile proprio che non sia già coperto dal combattere con due armi accompagnato da talenti di scudo, e allo stesso modo il tiro con l'arco in sella si può fare con lo stile dell'arciere e mounted archery.

Lo stile del cavaliere non richiede mica che il PG sia una scatoletta in armatura con lancia pesante e tutto, anzi. Semplicemente, è un ramingo che si è specializzato nel combattere con la sua cavalcatura, e che caccia dal cavallo.

Ci sono alcuni giochi di abilità degli indiani d'America replicabili con questo stile, fra l'altro. ;-)

Link to comment
Share on other sites

Sì, ma i cacciatori a cavallo non usavano mai le armi da mischia, per questo dico che non c'entra una mazza... Lo stile del cacciatore a cavallo dovrebbe comprendere un mix di talenti base per cavalcature e di talenti di tiro non da mischia...

Quanto allo scudo, ci sono un mucchio di talenti appositi che col combattere con due armi non c'entrano nulla... Ovviamente si dovrebbero evitare le robe da opliti e da legionari, che con la caccia non hanno nulla da spartire...

Gli stili del ranger devono essere molto specifici e POCO VERSATILI, altrimenti si inficia l'unica peculiarità del guerriero, quindi non va bene che tu dica che si può adattare uno stile ad un altro modo di combattere... Se uno stile è solo un modo per prendere dei talenti gratis per poi fare altro, non va bene per niente...

Link to comment
Share on other sites

Il ranger non è un "cacciatore" e basta. E non si specializza solo su stili storici. Voglio dire... tiro multiplo? Da 0 a 10 quanto è "storico" come stile di combattimento.

I talenti di scudo in Pathfinder, per ora, sono pricipalmente talenti "olpitici": difesa massiccia con lo scudo, botta di arma seguita dalla botta di scudo per spingere via il nemico, e roba simile. Ed essendo questo un lavoro per Pathfinder lavoro col materiale che ho. ;-)

E molti di questi talenti sono nello stile a due armi, fra l'altro. Basta un ranger di basso livello specializzato in questo stile per il cacciatore con lancia e scudo... sempre che non vada meglio il combattente.

E i talenti da cavalcatura, fra l'altro, sono tutti tranne due esclusivamente da mischia. Non ci costruisci uno stile da cacciatore a cavallo.

Ma con i talenti da cavaliere puoi costruire un cacciatore particolare: come suggerisce il manuale di Pathfinder, il ranger non è solo il guardiano di Yogi e Bubu (:lol:), ma può essere anche un cacciatore di taglie o un cacciatore di umanoidi (noto anche: assassino) qualsiasi.

E pertanto lo stile di combattimento in mischia dalla sella del cavallo ci sta. Non è storico al 100%, ma una carica di cacciatori a cavallo specializzati nel far fuori gli umani è molto fantasy.

Link to comment
Share on other sites

Gli stili a cui stavo pensando io sono questi: tiratore (distinto dall'arciere perché punta su pochi proiettili buoni anziché su una valanga di frecce)
Allora non chiamarlo tiratore, chiamalo cecchino.
bruto (un combattente con una sola arma tipicamente a due mani molto poco sottile ma molto efficace)
Che col ranger non c'entra niente, ma vabbé:lol:
schermidore (un combattente con una sola arma che sfrutta mosse agili e astute)
E il rodomonte che ci sta a fare? :confused:
cavaliere (un combattente in sella specializzato in questo stile e nell'affrontare la fanteria)
Altra cosa che non c'entra una cippalippa
e lottatore (un combattente che prende ciò che trova per combattere e che spesso ricorre semplicemente alle sue mani per far fuori i nemici)
Ma cos'è, Walker Texas Ranger?:lol:
Link to comment
Share on other sites

Mì, o' casteddaio multiquotante...:lol:

Il ranger nasce come "ramingo" (che infatti in lingua originale è "ranger").

Tant'è che nella sua prima incarnazione poteva usare le sfere di cristallo solo per ragioni... tolkieniane.

Ha poi ottenuto lo stile di combattimento a due armi dei drow perché il drow più famoso di D&D è un drow ranger, e solo molto dopo ha ottenuto lo stile con l'arco.

Quindi, "cosa c'entra col ranger" è una questione di lana caprina: c'entra ciò che si vuole c'entri. Lo stile di combattimento del ranger rappresenta una forma di addestramento al combattimento di questo cacciatore di bestie, mostri o umanoidi ultra-addestrato, né più né meno.

Quindi lo stile del bruto ha la sua ragione d'essere per i ranger focalizzati sul combattimento con un'unica arma grossa, basati sulla filosofia del far molti danni. Se si specializza come cacciatore di umanoidi un ranger bruto tenderà a disarmarli, altrimenti un ranger bruto cacciatore di bestie troverà affine la classica caccia con lancia (in stile caccia greca arcaica).

Lo stile dello schermidore è invece ottimo per un ranger più agile. Può essere un ranger con terreno prescelto "urbano" (ricordate che sto parlando di Pathfinder, non di D&D 3.X generico ;-)) che quindi si porta dietro armi di ridotte dimensioni, magari una spada da lato, e impara a utilizzarle per ridurre all'impotenza i suoi nemici. Dagli uno stocco, specializzalo nel disarmare, e hai il perfetto cacciatore di taglie che preferisce prendere i bersagli vivi. Ricordatevi che il ranger di Pathfinder è definito anche come bounty hunter, e non per il fatto che ama i cioccolatini al cocco.:lol:

Lo stile del cavaliere ha la sua ragione d'essere nella caccia vera e propria. Riguardatevi il "sarcofago di Alessandro" o gli affreschi di caccia di Verghina. Si tratta di opere dove viene mostrato uno stile di caccia con armi da mischia a cavallo. Se invece il nostro si specializza nel cacciare uomini anziché leoni o bestie affini, troverà utili i talenti per opporsi a un avversario umanoide probabilmente armato di lancia per sopperire ai vantaggi conferiti dalla cavalcatura.

Lo stile del lottatore non è basato sul secondo Texas Ranger Pestatore (il primo, in ordine cronologico, è Tex Willer), anche se potrebbe ribilanciare il tutto da questo punto di vista (Tex ha lo stile a due armi, e il vecchio Chuck niente?), quanto sull'idea di un cacciatore di animali più selvaggio (alla Tarzan?), oppure di un cacciatore di taglie abituato alle risse.

Lo stile del tiratore si chiama così perché è traduzione in italiano di marksman, nome che gli darò appena avrò elaborato il PDF in inglese. "Cecchino" è limitante, il tiratore può specializzarsi anche in altre cose, lanciare coltelli per esempio (e il cacciatore lanciatore di coltelli è un classico).

Davvero, non capisco tutto l'odio per chi cerca non di abolire, ma di affiancare con altre opzioni gli stereotipi di D&D. Specialmente perché:

1) in gran parte queste stesse opzioni le ha elaborate anche la WotC;

2) questi stessi stereotipi sono molto discutibili, e sino ad alcuni anni fa uno di essi non esisteva neppure (mentre l'altro c'era comunque una decina d'anni or sono).

Link to comment
Share on other sites

Non andiamo a fare disquisizioni sull'etimo, ci stiamo concentrando su ciò che rappresenta il ranger in un contesto gdr fantasy alla D&D.

Il fatto che abbia ottenuto quello stile di combattimento (a due armi) è sintomo solo di quanto sia appropriato per un ranger. Sufficientemente tecnico, ma non impossibile da padroneggiare, e che richiede grossa mobilità per funzionare al meglio.

Se Drizzt avesse combattuto con un'ascia bipenne o a mani nude, dubito che lo avrebbero applicato al ranger.

Sì ma dev'essere in linea con quanto rappresenta il ranger, non con ricerche filologiche, ma con quanto "ci azzecchi" con la classe in questione. Un ranger, per sua natura, non è tipo da attaccare brutalmente il suo avversario. E' selvatico, di solito, ma non un barbaro. E' quindi più utile all'economia del ranger fiaccare l'avversario che non sopraffarlo a botte da orbi.

Non capisco cosa ci sia di bruto nell'usare la lancia. Se vuoi puoi spiegarlo.

Il concetto di "ranger cacciatore di taglie" è già nel patrimonio collettivo da lungo tempo, non è invenzione di Pathfinder. Per essere precisi, la parola anglofona più corretta per definire questo tipo di ranger è "Stalker". E c'era già come sottoclasse del ranger in Baldur's Gate 2. Lo stile collo stocco è già proprio del rodomonte, estenderlo al ranger saprebbe di déjà vu.

Lo stile del cavaliere, proprio perché è del cavaliere, trova riscontro solo se avesse qualcosa in comune col fantasy (il ranger modello cavaliere).

Siccome non ce l'ha, è uno sforzo inutile appiccicarcelo a forza.

Non hai ancora spiegato perché lo dovrebbe fare il ranger, il combattimento a mani nude, visto che c'è già il monaco (stesso discorso per quello del rodomonte).

Per quanto riguarda il "tiratore": la parola "cecchino" non è limitante, in quanto si confà più a un ranger (che in genere si mimetizza) che non a un tiratore di precisione comune.

Nessun odio per l'affiancamento di "altre opzioni". Ma mi riservo il diritto di dirti la mia opinione, in ogni caso.

Link to comment
Share on other sites

E mica mi sto mettendo a fare etimologia...

Sto soltanto cercando di vedere da dove sia nata l'idea del ranger. E francamente trovo ridicolo mettere come mostri sacri delle cose (stili del ranger) che non lo sono per i creatori stessi del gioco.

Lo provi il fatto che negli stessi Dragon Magazine il ranger cavaliere sia stato proposto già in passato.

Lo provi il modo in cui a ogni cambio di edizione (3.0-->3.5; 3.5-->4^) stiano aggiungendo nuovi stili: non sono pensati come qualcosa di fisso del genere "giaco di maglia... ha due armi o usa l'arco?", ma come opzioni caratterizzanti.

Lo provi il fatto che Monte Cook abbia ripensato un ranger alternativo con i talenti bonus in stile guerriero, e stiamo parlando di uno dei padri della 3^ e di un padre spirituale di Pathfinder. (che poi per lui D&D 3.5 sia diventato il "sistema definitivo perfetto"TM è tutto un altro discorso... ma di esaltati di un particolare GdR ultimamente se ne vedono abbastanza da far reputare "normale" l'uomo del Monte)

Riguardo alla lancia, il problema è che non ci sono tanti talenti appositi da costruire uno stile. O meglio: lo stile del bruto è quanto ci si avvicina di più.

Il termine sarà anche brut(t)o, ma l'ho scelto perché è "semplice"; se vuoi suggerire un nome alternativo per lo stile sei il benvenuto, i nomi di lavoro si usano in fase di progettazione ma spesso non sono definitivi. Ho cercato in ogni caso di creare uno stile forte perfetto per un "cacciatore con lancia TM": il poderoso rende bene con la lancia, così come i vari talenti vital strike e incalzare. E riguardo al sopraffare, spezzare serve proprio a quello. ;-)

Solo, in maniera più diretta e meno sottile.

Riguardo al fatto che il ranger sia cacciatore di taglie da quel dì, il problema è che tutti se lo immaginano sempre come un cacciatore "selvatico". Questo perché in D&D standard serve una modifica alla classe per rendere il ranger urbano "interessante". In Pathfinder hanno risolto sul serio: compagno animale non più obbligatorio, specializzazione negli ambienti e maggiore disponibilità riguardo alle abilità rendono il ranger molto, molto più in grado di essere a suo agio anche in una grossa città.

Riguardo al rodomonte, sto parlando di Pathfinder. NON di D&D 3.5. In Pathfinder il rodomonte non esiste. C'è il duellante, ma è una CdP. Come l'assassino fa cose che pure il ladro in Pathfinder fa, allo stesso modo non c'è problema se le due classi si sovrappongono parzialmente... specialmente visto che si tratta di una sovrapposizione solo apparente.

E sul cavaliere, la caccia a cavallo è storicamente attestata. Perché nel mondo fantasy non dovrebbero praticarla? Specialmente perché in molte ambientazioni ci starebbe benissimo. Anzi, mi sembra proprio che nella mia "Ambientazione Magna Che Non Vedrà Mai Il Completamento Visto Che Sono Troppo Ambizioso A Riguardo E Non All'Altezza Delle Mie Esigenze" potrebbe starci molto bene, mi risolverebbe il problema della classe tipica di una certa cultura.

Idem per il combattere senz'armi: il monaco è un misto fra rajarshi, cintura nera di karate e personaggio di Dragon Ball, il ranger è un cacciatore specialista. Se combattono con lo stesso stile c'è comunque una bella differenza. Anche visto che lo stile del lottatore contempla l'uso di armi improvvisate.

Altrimenti, un guerriero con due armi sarebbe solo una copia del ranger, se il tuo punto a riguardo fosse valido.

Infine, sul tiratore, marksman è un termine volutamente più generico di sniper: questo stile è pensato sia per permettere di tirare da lontano con forza notevole, sia di bersagliare da vicino il nemico con una raffica di pugnali.

Ora, non è che io non gradisca le critiche... ma quelle puramente terminologiche in nome degli stereotipi sacri di D&D mi lasciano un po' così... chiedo suggerimenti regolistici, non linguistici o tradizionalistici: nel momento in cui creo una HR, delle tradizioni ne sto facendo parzialmente a meno.

Link to comment
Share on other sites

Solo un appunto per dire che Drizzt combatte a due armi perchè è un ranger e non viceversa...

L'elfo oscuro disadattato è uscito a metà della seconda edizione, il cui ranger fin da subito usava le due armi senza penalità...

Per il resto il ranger è semplicemente il ramingo tolkeniano "druidizzato"... Solo con la 3.5 si è cominciato a renderlo più "cacciatore" è meno numenoreano, cosa che continua in Pathfinder con tutte le capacità di inseguimento e caccia...

Link to comment
Share on other sites

Vero, ma su Drizzt in realtà non conosco la cronologia precisa. So solo che il combattere con due armi compare dal nulla come un fungo e senza un perché chiaro fra la prima e la seconda edizione di AD&D.

Poi che il ranger sia meno raminghizzato a seconda del punto di vista va bene. Intendiamoci: io l'avrei sempre e comunque tradotto "ramingo" per usare il termine italiano (per l'italiano medio "ranger" richiama Tex e Chuck Norris, non gli eredi di Numenor), ma mi va anche bene che la classe si differenzi e non sia più un clone senza molta ragion d'essere. Con un sistema alla 3.5 il "ranger tolkieniano" andrebbe meglio come CdP per combattenti che non come classe a parte, o ancora meglio come semplice epiteto per i combattenti discententi dai numenoreani.

Link to comment
Share on other sites

Gli stili a cui stavo pensando io sono questi: tiratore (distinto dall'arciere perché punta su pochi proiettili buoni anziché su una valanga di frecce)

Avevo una domanda sul ranger arciere:il talento tiro multiplo si può usare solo come azione standard o anche negli attacchi completi ad ogni singolo attacco?

Link to comment
Share on other sites

  • Moderators - supermoderator

il talento tiro multiplo si può usare solo come azione standard o anche negli attacchi completi ad ogni singolo attacco?
Solo al primo attacco di un'azione di attacco completo.

Manyshot (Combat)

You can fire multiple arrows at a single target.

Prerequisites: Dex 17, Point-Blank Shot, Rapid Shot, base attack bonus +6.

Benefit: When making a full-attack action with a bow, your first attack fires two arrows. If the attack hits, both arrows hit. Apply precision-based damage (such as sneak attack) and critical hit damage only once for this attack. Damage bonuses from using a composite bow with a high Strength bonus apply to each arrow, as do other damage bonuses, such as a ranger's favored enemy bonus. Damage reduction and resistances apply separately to each arrow.

Link to comment
Share on other sites

  • 6 months later...

Solo al primo attacco di un'azione di attacco completo.

non capisco ora quale è la differenza tra tiro rapido e tiro multiplo , ora mi sembra che il primo sia diventato inutile perchè con tiro multiplo tiri 2 frecce con il primo attacco senza nessuna penalità e poi ne potresti tirare altre con i restanti attacchi (mi domando ora quale è la particolarità del talento) mentre come ho già ripetuto tiro rapido lo vedo svalutato di molto dato che come round completo si potrebbero tirare lo stesso ammontare di frecce ma con penalità a tutti gli attacchi .

Link to comment
Share on other sites

  • Moderators - supermoderator

non capisco ora quale è la differenza tra tiro rapido e tiro multiplo
Il primo concede un attacco in più, il secondo permette di scagliare un'ulteriore freccia nel primo attacco di un attacco completo.

mi sembra che il primo sia diventato inutile
Un Ladro sotto invisibilità migliorata potrebbe non essere d'accordo; senza considerare che entrambi i talenti sono utilizzabili simultaneamente.
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.