Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Operazione YANKEE IREM

In questo nuovo articolo Gareth Ryder-Hanrahan fornisce un nuovo spunto di avventure a tema lovecraftiano, unendo l'ambientazione di due GdR basati su GUMSHOE

Read more...

La Scatola Bianca: Regole Avanzate è disponibile in italiano

Ecco un nuovo supplemento per La Scatola Bianca, il retroclone basato su OD&D, che aggiunge tante nuove regole, molte delle quali ispirate a AD&D Prima Edizione.

Read more...

Le terre selvagge di Dembraava - Parte 2

Proseguiamo nella scoperta di Dembraava e dei suoi strani ed inquietanti segreti...

Read more...
By Lucane

I Mondi del Design: 'Old School' nei GdR e in Altri Giochi: Parte 1

In questa prima parte di tre articoli che mettono a confronto Old School e stili di gioco più recenti, Lew Pulshiper analizza a suo le principali differenze in fatto di fallimento e narrazione. 

Read more...

Cosa c'è di Nuovo su Kickstarter: CY_BORG, Il Mulino e il Gigante, New Edo

Andiamo a scoprire assieme le novità in campo GdR attive in questi giorni su Kickstarter.

Read more...

Serietà ingame


Diablo KnoT
 Share

Recommended Posts

Ciao ragazzi... oggi ho avuto una pessima, se non orripilante esperienza di gioco con solo due del gruppo da 5 con cui mastero... visto che eravamo in pochi (3) e la giocata volevamo farla semplice giusto per far qualcosa ho fatto masterare un altro, che aveva già masterato tempo addietro. A parte la serietà MINIMA se non INESISTENTE del master che ci ha fatto combattere contro delle PAPERE giganti e spesso ha modificato le proprietà di mostri mentre combattevamo (vedi danno 2d8 divenuto 3d8 dal nulla...) ma poi purtroppo conoscendoci molto bene (siamo tre compagni di scuola) la giocata è stata all'insegna delle *******... non un momento di serietà nemmeno a pagarla. All'inizio io cercavo di mantenere un po' di compostezza... poi mi sono dovuto adeguare. Ora, le teorie sono due:

1) Sono troppo serio io/prendo le cose troppo seriamente e pretendo situazioni che non esistono in nessun gruppo

2) Loro sono troppo esuberanti e non riescono a condurre una giocata calandosi nell'atmosfera... nella serietà del momento, nel proprio personaggio.

Ora vi chiedo... voi quando giocate riuscite ad ottenere un minimo di serietà? L'atmosfera che si respira è quella di un circo/zoo o di un paesaggio fantasy? No perchè... mi sto domandando se parlare con uno psicologo o cambiare gruppo!! xD

Link to comment
Share on other sites


Quando si gioca seriamente si gioca seriamente.

Per quanto mi riguarda la sessione di norma dura 6 ore con pause di 15 minuti ogni 2 ore circa.

Durante le pause va bene tutto: tv, patatine, pizzette, sms, gare di peti e rutti.

Quando si gioca, invece, si gioca e lo si fa seriamente, per le c*****e esistono le pause apposta ;-)

Un po' diverse invece sono le sessioni one-shot come mi pare fosse quella che hai appena citato: a volte capita che la situazione possa degenerare e, anche se non mi fa sempre piacere, il danno è molto limitato perchè non va a rovinare nessuna delle campagne curricolari.

Il consiglio che ti avrei dato in quel caso è 'fight fire with fire': vogliono fare gli scemi? Tu fallo di più!

Caso: Il master ti manda contro degli anatroccoli gargatueschi.

Soluzione: Esegui i notturni di Chopin suonando una trombetta col sedere.

Link to comment
Share on other sites

Quando si gioca seriamente si gioca seriamente.

Potrei quotare fino alla morte questa frase *_*

Il consiglio che ti avrei dato in quel caso è 'fight fire with fire': vogliono fare gli scemi? Tu fallo di più!

Caso: Il master ti manda contro degli anatroccoli gargatueschi.

Soluzione: Esegui i notturni di Chopin suonando una trombetta col sedere.

Secondo me non è il massimo O_O" così capiscono che io sto al gioco e loro esagerano ancora di più! <.<" poi boh... se dici che funziona... xD

Link to comment
Share on other sites

Beh ma dipende dallo spirito con cui viene affrontata l'avventura e/o la campagna...

Anche io quando masterizzo o gioco sono piuttosto serio (sebbene magari faccia PG e PNG divertenti, rompiscatole o altro), però nella situazione che descrivi in un'avventura improvvisata, secondo me ci sta benissmo un tono demenziale, o dei PG con classi strane, accozzaglie di puro PP, personaggi dementi o altro.

Mi ricordo quella avventurina da 2 sessioni dove ho fatto un monaco/paladino vassallo di bahamut che se ne andava in giro con un drago d'oro e si chiamava qualcosa come Johannes Adam Ferdinand Aloys Josef Maria Marko D'Aviano Pius Armgard Van Orange Nassau (immagina ogni volta che si presentava) e parlava con l'accento tedesco come il cattivio di Altrimenti ci Arrabbiamo (Nein! Nein! continuava a dire :lol:)

Oppure, in un'altra avventura al 20° facevo un chierico di Farlagharn che si chiamava Emiliano Barilla, ed era una specie di Flavio Briatore che lanciava comunione con la divinità per chiedere "Ma quella ci sta con me? E quell'altra? Ma secondo me quello ha l'intrallazzo con quella, anche secondo te?" :lol:

Eppure chi mi conosce sa che non sono uno che fa PG così scemi di solito. Anzi di solito sono complessati, con conflitti interiori o altri problemi.

Insomma, per concludere, ogni tanto ci sta, basta affrontare la cosa con lo stesso spirito.

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

No ragazzi... piano... io vi ho descritto QUESTA situazione perchè è quella che mi ha spinto a scrivere qui... a chiedere consiglio... ma questa semi-serietà c'è anche nelle altre partire più importanti! Forse il fatto che ci siano gli altri due del gruppo (uno appena entrato) li trattiene ma... non si respira ASSOLUTAMENTE l'aria di GDR! Quella che in 4 mesi di gioco ANCORA non sono riuscito a sentire...

Link to comment
Share on other sites

Da noi la serata D&D è una serata di ritrovo tra amici in cui si cazzeggia parecchio. Ci sono delle scene che vengono interpretate bene ma nelle scene più comuni e di solito durante i combattimenti si ride molto come giocatori.

Dipende un po' da cosa piace a uno e dal perchè gioca. A noi piace così =)

Link to comment
Share on other sites

Mah...guarda, basta mettersi d'accordo.

ci sono avventurine o addirittura intere campagne più "burlesque" in cui si gioca con uno stile scanzonato e comico.

Se piace questo stile.

ci sono invece avventure e Campagne molto serie e drammatiche.

Poi ci sono serate o siparietti più o meno divertenti e leggeri anche all'interno di campagne tendenzialmente serie (un po' come in Shakespeare) o viceversa.

le mie campagne di solito sono serie e a tratti anche parecchio intense e drammatiche (la scorsa sessione un mio giocatore è arrivato praticamente alle lacrime mentre recitava una scena toccante) ma giocate in un clima generalmente molto rilassato (nessuno viene linciato se scappa la battuta, anzi! per ridere si ride).

però è questione di accordarsi sullo stile di gioco.

sappi che se vuoi l'assoluta serietà si può ottenere eccome (così come puoi ottenere una comicità che sia voluta, allegra e divertente, e non solo una volgare e demenziale perdita di tempo), ma devi avere compagni di gioco che la vogliano e si impegnino a realizzarla. il che significa avere compagni di gioco che siano in linea con la tua idea di "fare GdR".

Direi che è fondamentale.

Comunque ricorda: Si può fare! basta volerlo e trovare la gente giusta.

PS:

Johannes Adam Ferdinand Aloys Josef Maria Marko D'Aviano Pius Armgard Van Orange Nassau (immagina ogni volta che si presentava) e parlava con l'accento tedesco

oddio! me lo ricordo eccome sto tizio assurdo! :-D:-D:-D

Link to comment
Share on other sites

Comunque ricorda: Si può fare! basta volerlo e trovare la gente giusta.

ma lascia stare va, anche su questo frangente sembra impossibile trovare anche solo qualcuno di nuovo! Comunque boh sono altri problemi. Sta di fatto che io ne ho parlato anche molte volte... con tono serio e impostato ho provato a far capire loro che vorrei un po' di serietà mentre si gioca... niente, pare non fregargliene molto, oppure la loro natura è così forte che non riescono a controllarsi...

Link to comment
Share on other sites

Non tutte le persone giocano alla stessa maniera, o piace loro lo stesso tipo di gioco.

Quindi, è un problema, se si può chiamare cosi, di tipologia di giocatori.

Nessun modo di giocare è superiore agli altri, infatti, basta che ci si diverta.

Tu però non sei fatto per le sedute che io chiamerei "super ca**ola".

Nemmeno io, tra l'altro.

Noi giochiamo "seriamente", infatti.

Cose del genere non ci piaciono minimamente.

Nemmeno in una one shot (preferiamo giocare ad altro).

Potremo arrivare, in una seduta one-shot, QUASI a gag come quella di Klunk.

Ma anche qui, c'è da fare dei distinguo.

Quindi.... trovati un altro gruppo, oppure armati di pazienza e coraggio. :mrgreen:

Link to comment
Share on other sites

ma lascia stare va, anche su questo frangente sembra impossibile trovare anche solo qualcuno di nuovo! Comunque boh sono altri problemi. Sta di fatto che io ne ho parlato anche molte volte... con tono serio e impostato ho provato a far capire loro che vorrei un po' di serietà mentre si gioca... niente, pare non fregargliene molto, oppure la loro natura è così forte che non riescono a controllarsi...

Come diceva Kennedy (mi pare), non chiedere cosa può fare il tuo paese per te, ma cosa puoi fare tu per il tuo paese.

Ovvero, inutile parlagli e dire "ragazzi vi voglio più seri", se tanto non ti ascoltano.

Prova invece a chiedergli "Ho notato che voi tendete sempre a prendere poco sul serio le avventure. Come mai? C'è qualcosa che potrei fare per rendere la cosa più drammatica? Oppure, se sentite la necessità di rilassarvi, perché non facciamo un gruppo serio e un'altro semidemenziale con papere giganti?"

Link to comment
Share on other sites

Come diceva Kennedy (mi pare), non chiedere cosa può fare il tuo paese per te, ma cosa puoi fare tu per il tuo paese.

Ovvero, inutile parlagli e dire "ragazzi vi voglio più seri", se tanto non ti ascoltano.

Prova invece a chiedergli "Ho notato che voi tendete sempre a prendere poco sul serio le avventure. Come mai? C'è qualcosa che potrei fare per rendere la cosa più drammatica? Oppure, se sentite la necessità di rilassarvi, perché non facciamo un gruppo serio e un'altro semidemenziale con papere giganti?"

ok grazie ^^ seguirò l'ottimo consiglio... sperando di non dover arrivare alla mia idea: siccome ci tengono a giocare (pur facendo gli idioti) sicuramente cambierà qualcosa se dirò: "finché non giocate seriamente io non gioco più"... ma sarà la soluzione finale se non cambia proprio nulla con le buone.

Link to comment
Share on other sites

I consigli sono ottimi.

occhio solo a questo:

costringere qualcuno (sotto minaccia) a giocare in uno stile che avverte come forzato e non rispondente al proprio gusto non è una grande idea, secondo me, e perlopiù è destinata a fallire miseramente.

O riesci, come master, a "rapirli" con una storia seria, facendo loro (piano piano e con molta pazienza) comprendere direttamente giocando quanto può essere gustoso un tipo di gioco più impegnato... oppure dovresti trovarti qualcun altro che dal GdR voglia ciò che vuoi tu, oppure aspettare che essi stessi maturino un altra idea del GdR.

Come dice Elayne ciascuno col GdR si diverte come vuole (sebbene spesso molta gente si diverte come "crede" di volere, semplicemente perchè non ha mai provato modi diversi).

riassumendo il mio consiglio:

cerca di farli provare/assistere/sperimentare almeno una volta un modo di gioco più serio per essere sicuro che non giochino in modo demenziale solo perchè non si rendono conto che si possa giocare in modo diverso con altrettanta (e secondo me maggiore) soddisfazione.

fagli anche capire con la pratica che "serio" non significa rigido, pesante e "non divertente".

se ancora persistono con uno stile buffo e demente vuol dire che evidentemente è quello che vogliono dal GdR. a questo punto sarebbe inutile costringerli.

Link to comment
Share on other sites

Come non essere d'accordo con i consigli che ti han dato sin ora i miei esimi colleghi master ^^.

C'è però una strada che può essere utilizzata per scoraggiare il fanca**ismo in modo velato. Molto spesso le battute, le storpiature dei nomi degli NPG e quant'altro, vengono sempre fatte dai giocatori in un contesto "out of game".

Anche perchè solitamente il master non vuole nemmeno lontanamente pensare che quanto dicano i giocatori in questi casi venga anche detto dai loro personaggi.

Applica quindi un approccio diverso, fai capire ai giocatori cosa succederebbe ai loro personaggi se si comportassero in tale maniera.

Per farti un esempio, ti basti pensare al classico Npg a cui il nome viene storpiato da battutine... l'npg indignato potrebbe mandare a quel paese i PG e lasciarli nei guai o non aiutarli. Se l'insulto viene fatto a dei nobili od altro, potrebbe esserci un ordine di carcerazione.

Se i giocatori continuano a essere recidivi bè...

...guardati intorno ^^

Link to comment
Share on other sites

Da me "serietà" è una parola che a volte si volatilizza dal vocabolario e dalle menti dei giocatori.

Qualche battuta quà e là ci sta, a volte si cade in spirali infinite di demenza e va anche bene, ma talvolta si arriva a cose tipo questo (dovrebbe essere un presunto, ma molto presunto background basato sul Ten Minutes Background): immagine, alché si ode il rumore secco dei miei due amiconi del piano di sotto che cadono per terra e rotolano via.

Poi ditemi se si può essere seri con gente che si immagina il gruppo così: gruppo 1, gruppo 2

Link to comment
Share on other sites

Da me "serietà" è una parola che a volte si volatilizza dal vocabolario e dalle menti dei giocatori.

Qualche battuta quà e là ci sta, a volte si cade in spirali infinite di demenza e va anche bene, ma talvolta si arriva a cose tipo questo (dovrebbe essere un presunto, ma molto presunto background basato sul Ten Minutes Background): immagine, alché si ode il rumore secco dei miei due amiconi del piano di sotto che cadono per terra e rotolano via.

Poi ditemi se si può essere seri con gente che si immagina il gruppo così: gruppo 1, gruppo 2

Beh meglio così che altro... per lo meno non si prendono troppo sul serio. :lol:

Link to comment
Share on other sites

Io penso che la serietà sia una cosa la seriosità un'altra. Si gioca a D&D od a toon?

Alla fine è una questione di stile. A volte anche io nelle avventure inserisco l'intermezzo comico (la vecchissima botola che si apre sulle fogne del dungeon è un esempio senza tempo penso...) ma se partiamo con una partita dove gli avversari sono papaere giganti diventa fin da subito "pesante" e quindi la reazione contraria è normale.

Molto bello l'esempio del Chierico Barilla. Se è inserito in una campagna la allegerisce e strappa delle belle risate. Se è messo in una farsa totale può diventare la goccia che fa traboccare il vaso.

Link to comment
Share on other sites

Secondo me dipende anche molto dal gioco. Non so perchè ma io tendo a prendere più seriamente un gioco come vampiri che D&D (La cavolate che sparo durante una sessione di D&D sono parecchie).

Comunque essere troppo seri può avere effetti collaterali xD

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Similar Content

    • By Aldo1313
      Ciao a tutti cerco party per D&D 3.5 zona Verona e limitrofe !!! 
    • By Alonewolf87
      Cerco 2/3 giocatori per il mio PbF Nuove Reclute. Livello 4, regolamento 3.5, manuali concessi tutti di base (ma con eventuali singole limitazioni ad esempio no difetti da Arcani Rivelati). Al momento sono rimasti 2 giocatori (con un umano barbaro/paladino della libertà e un nano ranger con cane da galoppo come compagno animale).
      Il gruppo (appartenente ad un ordine di persone dedite ad aiutare la povera gente) è sulle tracce di un paio di necromanti/contrabbandieri di componenti derivanti da bestie e creature magiche. Dopo aver investigato sui loro traffici in una città li hanno stanati e sono ora in fuga.
      Se avete domande o curiosità sul PbF chiedete pure.
       
    • By Comicshunter
      Buongiorno a tutti,
      Come si evince dal titolo sono un nuovo iscritto, ma semplicemente perchè non trovo più le credenziali del vecchio account.
      Sono qui perché vorrei tornare a giocare e far giocare un po'.
      Quindi cerco qualche giocatore per far partire una nuova campagna qui sul forum.
      sarà una campagna 3.5 ambientata nel forgotten.
      Livello 8 di partenza.
      Manuali concessi:
      quelli base più i vari perfetti (avventuriero, sacerdote, arcanista ecc..)
      quando vi proponete, provate a pensare a un ipotetico personaggio, entro fine settimana verrà stabilito il gruppo di partenza.
      per qualsiasi altra domanda, sono a disposizione.
      Non fatevi ingannare dai pochi messaggi che ho postato, purtroppo il mio vecchio account è andato perso.
      Vi aspetto
    • By supremenerd88
      Ciao a tutti!
      Qualcuno di voi che gioca su Roll20 come ha risolto la questione di come gestire le varie forme selvatiche del druido? La soluzione di creare una scheda per ogni forma selvatica mi sembra improponibile (finchè si è sotto la decina è anche proponibile ma poi?)
      Grazie di cuore.
    • By MadLuke
      Ciao,
      sono il master della campagna D&D 3.5 Il destino dei guerrieri già avviata con ambientazione artigianale ispirata a Gengis Khan e alla Mongolia del XII sec. I personaggi sono tutti barbari (nel senso culturale del termine) appartenenti a una tribù di nomadi.
      Sono ammesse tutte le classi e varianti di qualunque pubblicazione ufficiale WotC (del ToB solo il Warblade però) ma non esistono gli incantesimi, per cui di fatto tutte le classi incantatrici non sono giocabili (ma ci sono PnG druidi e sciamani) mentre abbondano barbari (in senso regolistico), guerrieri, ranger, ladri selvaggi, ecc.
      Nella campagna sono in uso le regole opzionali descritte in Unearthed Arcane: Punti Riserva, Armature con riduzione del danno e Punti danno.
      Infine: chi volesse unirsi alla campagna deve avere ben chiaro che per me il PbF non consiste semplicemente nel mettere per iscritto le frasi che si sarebbero dette se si fosse giocato normalmente al tavolo, bensì richiede la volontà (nonché il tempo e anche la capacità) di partecipare alla stesura di un "romanzo", un romanzo senza dubbio dilettantistico, ma pur sempre un romanzo, perciò nei post ci saranno non solo le mere azioni meccaniche dei personaggi bensì descrizione dei luoghi, le atmosfere, gli stati d'animo e le suggestioni che ne possono derivare.
      Per chi ha parimenti voglia di giocare a D&D così come di scrivere, questa è la campagna giusta, diversamente non si può fare parte del gruppo.
      Essendo rimasti solo 3 PG sto cercando almeno un paio di nuovi giocatori, chi volesse proporsi dovrà giocare solo poche settimane con un personaggio elfo selvaggio già mezzo creato (l'altra metà si può personalizzare), così da consentire la conoscenza reciproca tra tutti i giocatori e poi potrà creare un personaggio interamente proprio per contribuire liberamente alla campagna.
      Ciao, MadLuke.
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.