Jump to content

fantasy-metallari?


Recommended Posts

mi sono sempre chiesto come mai il metal è generalmente il genere preferito dei giocatori di ruolo....

al di là dello stereotipo fantasy-power-nerd (ok, il power epico è abbastanza evocativo per l'atmosfera fantasy, ma ci sono tante sfumature ambient, tipo mortiis) con la panzetta sbriciolata di patatine sopra la t-shirt dei rhapsody...c'è qualcosa di più sotto?

colgo l'occasione per linkare quella che potrebbe essere la colonna sonora alternativa della vostra prossima sessione:

http://www.myspace.com/lolth2

ps: ci tengo a precisare che Psyphobia odia Lolth.

Link to comment
Share on other sites


mi sono sempre chiesto come mai il metal è generalmente il genere preferito dei giocatori di ruolo....

al di là dello stereotipo fantasy-power-nerd (ok, il power epico è abbastanza evocativo per l'atmosfera fantasy, ma ci sono tante sfumature ambient, tipo mortiis) con la panzetta sbriciolata di patatine sopra la t-shirt dei rhapsody...c'è qualcosa di più sotto?

Onestamente non mi sembra che le due cose siano particolarmente legate. Su un 15-20 giocatori che conosco perosnalmente (forse qualcosina di più ma non ci giurerei), giusto uno o due sono metallari. Quindi, nel mio piccolo, non vedo questa preferenza.

Link to comment
Share on other sites

Da qualche parte avevamo discusso di una questione simile: l'idea di fondo era "il metal è musica mediamente più difficile rispetto a tante altre, dunque piace (oltre che a molti imbecilli completi) ad alcune persone intelligenti". Un tempo (non più) D&D era un passatempo da "cervelloni", gli stessi cervelloni che ascoltavano musica complicata. A te l'addizione tra numeri primi pari minori di 3.

Altro motivo, le tematiche: difficilmente ascoltando i Clash, Guccini o Tiziano Ferro ti verranno in mente epiche battaglie tra draghi e nani. The mood is everything, mi disse qualcuno.

Link to comment
Share on other sites

Da qualche parte avevamo discusso di una questione simile: l'idea di fondo era "il metal è musica mediamente più difficile rispetto a tante altre, dunque piace (oltre che a molti imbecilli completi) ad alcune persone intelligenti". Un tempo (non più) D&D era un passatempo da "cervelloni", gli stessi cervelloni che ascoltavano musica complicata. A te l'addizione tra numeri primi pari minori di 3.

Altro motivo, le tematiche: difficilmente ascoltando i Clash, Guccini o Tiziano Ferro ti verranno in mente epiche battaglie tra draghi e nani. The mood is everything, mi disse qualcuno.

Ehi io ascolto i Clash!! ^^

Comunque io concordo con una parte del discorso che ha fatto Saito, in generale chi ascolta metal o a mio parere anche rock, non si identifica in un certo tipo di gruppo o di moda come invece fa ad esempio chi ascolta hip hop o chi e bimbominkia. Di sicuro a questi ultimi non è detto che non piaccia d&d perchè ascoltano un altro tipo di musica, ma non è una cosa che appartiene al loro gruppo, probabilmente giocare di ruolo è considerato addirittura da sfigati e, anche se vorrebbero provare, se ne stanno zitti, muti e rassegnati e se ne fanno una ragione.

Poi, rimane comunque un'altra domanda. Una gran parte della popolazione conosce d&d di nome, ma quanti hanno un'idea di cosa sia?? E anche questo si può collegare anche al tipo di musica che si ascolta. Il metal appartiene a personalità a cui non dispiace alternare momenti con amici, ragazza e quant altro con momenti di solitudine, in cui si ascolta musica e, perchè no, si prende un gioco del computer e si inizia a giocare. Ora, chi non gradisce il fantasy non è compreso, ma gli altri vedendo che sono molto attratti da questo genere di giochi si dicono: "uhm, d&d, ne ho sentito parlare, quasi quasi mi informo" e dopo aver scoperto questo fantastico gioco lo condividono con gli amici, che in teoria non si discostano di molto dai suoi gusti musicali.

Un bimbominkia, invece, cosa può dire ad un suo amico che gioca a un gioco fantasy: "oh, ma ancora quella roba da sfigati?? dai oh vieni con la cumpa che si va a fare bordello" e in qualche modo questi vengono allontanati.

Secondo me è una questione di moda, chi non la segue o comunque non è interessato a quello che gli altri possono dire di lui, inizia a giocare di ruolo. Gli altri non sanno cosa si perdono.

Ovviamente, tutto IMHO ;-)

Link to comment
Share on other sites

al di là dello stereotipo fantasy-power-nerd (ok, il power epico è abbastanza evocativo per l'atmosfera fantasy, ma ci sono tante sfumature ambient, tipo mortiis) con la panzetta sbriciolata di patatine sopra la t-shirt dei rhapsody...c'è qualcosa di più sotto?

No.

Quello stereotipo e basta.

Sul serio. :D

Comunque anch'io conosco ben pochi giocatori di D&D metallari o ascoltatori di metal (la maggior parte dei quali rientra effettivamente nello stereotipo).

Link to comment
Share on other sites

a me viene da pensare solamente che i metallari siano di mentalità più aperta rispetto ai coetanei che ascoltano altri generi musicali

Che è un'affermazione valida come quella che dice che una certa etnia è composta solo da criminali. Ossia non è sempre vero. Si trovano persone con mentalità aperta e cretini completi, anche all'interno dei metallari. La tua affermazione non ha supporto nella realtà.

e poi in generale le battaglie a D&D hanno un ritmo frenetico che solo alcuni tipi di musica sanno sostenere

Che non necessariamente è il metal. A meno che la OST di Lord of the Ring non appartenga a qualche genere metal.

Comunque io concordo con una parte del discorso che ha fatto Saito, in generale chi ascolta metal o a mio parere anche rock, non si identifica in un certo tipo di gruppo o di moda come invece fa ad esempio chi ascolta hip hop o chi e bimbominkia.

Eppure io ne ho visti un sacco di "fan dell'ultimo momento" di alcuni gruppi che andavano di moda una quindicina di anni fa.

Di sicuro a questi ultimi non è detto che non piaccia d&d perchè ascoltano un altro tipo di musica, ma non è una cosa che appartiene al loro gruppo, probabilmente giocare di ruolo è considerato addirittura da sfigati e, anche se vorrebbero provare, se ne stanno zitti, muti e rassegnati e se ne fanno una ragione.

Per quanto il mio campione dimostrativo sia piccolo, si basa sull'esperienza reale, e ti smentisce. Ripeto che quasi tutti con l'esclusione di uno o due, non ascoltano metal eppure giocano e si appassionano a dnd. E quando ho chiesto ad alcuni di loro se volessero giocare, hanno accettato con entusiasmo pur non conoscendo le regole. Che ascoltare musica diversa dal metal implichi che dnd non appartiene al proprio gruppo la posso definire solo come fesseria clamorosa, nella mia esperienza.

Poi, rimane comunque un'altra domanda. Una gran parte della popolazione conosce d&d di nome, ma quanti hanno un'idea di cosa sia?? E anche questo si può collegare anche al tipo di musica che si ascolta.

Altra fesseria: un certo gusto musicale si acquisisce ascoltando le varie canzoni e decidendo se piacciono o meno. Io ho ascoltato alcune canzoni metal, ho avuto un coinquilino che va matto per il metal. Non sono canzoni che mi piacciono particolarmente, non amo la musica particolarmente rrumorosa. Questo non c'entra niente con l'avere idea di cosa sia: se ascolto una canzone metal e mi di ci che quella branca del metal (black, death, o qualsiasi della altre millemila variazioni che sia) è fatta di canzoni del genere, e a me non piacciono, non mi piacciono.

Il metal appartiene a personalità a cui non dispiace alternare momenti con amici, ragazza e quant altro con momenti di solitudine, in cui si ascolta musica e, perchè no, si prende un gioco del computer e si inizia a giocare.

Si chiama avere una vita sociale. Penso che questo sia molto indipendente dalla musica che si ascolta.

Ora, chi non gradisce il fantasy non è compreso, ma gli altri vedendo che sono molto attratti da questo genere di giochi si dicono: "uhm, d&d, ne ho sentito parlare, quasi quasi mi informo" e dopo aver scoperto questo fantastico gioco lo condividono con gli amici, che in teoria non si discostano di molto dai suoi gusti musicali.

Un bimbominkia, invece, cosa può dire ad un suo amico che gioca a un gioco fantasy: "oh, ma ancora quella roba da sfigati?? dai oh vieni con la cumpa che si va a fare bordello" e in qualche modo questi vengono allontanati.

Incontrare idioti nel mondo è tipico dell'umanità non del gruppo che ascolta un certo tipo di musica.

Secondo me è una questione di moda, chi non la segue o comunque non è interessato a quello che gli altri possono dire di lui, inizia a giocare di ruolo. Gli altri non sanno cosa si perdono.

Gli altri magari lo sanno. O hanno avuto una brutta esperienza e sono rimasti scottati. O hanno provato e non gli è piaciuto. Non è che se non ti piace dnd sei uno sfigato perchè non ti piace.

Pensa conosco una persona che ha conosciuto la sua donna giocando a dnd, e poi ad un certo punto lei gli ha chiesto se lui sarebbe rimasto con lei anche se non avesse giocato a dnd. Lui ha detto si, e lei ha detto che era contenta, perchè non le piaceva una ceppa. Pensa che sono sposati. Forse lo sanno cosa si perdono, e la loro opinione è che si perdono qualcosa che non gli piace. Esattamente la stessa cosa che posso pensare io del metal. Penso di apprezzare una manciata scarsissima di canzoni che sono abbastanza accettabili da essere valutate qualcosa di più che rumore, per me. E non ci trovo nulla di particolarmente strano. Sempllicemente non è un genere che mi piace.

Link to comment
Share on other sites

Da qualche parte avevamo discusso di una questione simile: l'idea di fondo era "il metal è musica mediamente più difficile rispetto a tante altre, dunque piace (oltre che a molti imbecilli completi) ad alcune persone intelligenti". Un tempo (non più) D&D era un passatempo da "cervelloni", gli stessi cervelloni che ascoltavano musica complicata. A te l'addizione tra numeri primi pari minori di 3.

Altro motivo, le tematiche: difficilmente ascoltando i Clash, Guccini o Tiziano Ferro ti verranno in mente epiche battaglie tra draghi e nani. The mood is everything, mi disse qualcuno.

Sicuramente è più adatta all'atmosfera...poi sul discorso riguarda la musica metal che è più "difficile" (premetto che sono un metallaro,cioè uno che ascolta tutto il metal e specialmente quello più sperimentale) ,se tu con questo intendi una musica più matura mediamente rispetto ad altre,hai in parte ragione,nel senso che dieci anni fa potevo essere sicuramente più d'accordo,ma ormai anche il mercato del metal è saturo di gruppetti,metalcore ma anche power,che si copiano l'un l'altro e nel genere epico ormai ogni volta che si sente un nuovo gruppo è come se si riascoltasse fondamentalmente i Rhapsody,i Blind Guardian,gli Helloween,gli Stratovarius o chi volete riproposti con pochissime differenze...ci sono pochi gruppi che si differenziano in tal senso perchè magari inseriscono anche elementi non strettamente power (tipo i Symphony X),ma sono appunto pochi...

Link to comment
Share on other sites

Eppure io ne ho visti un sacco di "fan dell'ultimo momento" di alcuni gruppi che andavano di moda una quindicina di anni fa.

Io parlo del presente, una quindicina d'anni fa le mode erano ben altre

Per quanto il mio campione dimostrativo sia piccolo, si basa sull'esperienza reale, e ti smentisce. Ripeto che quasi tutti con l'esclusione di uno o due, non ascoltano metal eppure giocano e si appassionano a dnd. E quando ho chiesto ad alcuni di loro se volessero giocare, hanno accettato con entusiasmo pur non conoscendo le regole. Che ascoltare musica diversa dal metal implichi che dnd non appartiene al proprio gruppo la posso definire solo come fesseria clamorosa, nella mia esperienza.

E per caso quelle persone con cui hai giocato tu erano bimbiminkia? Facevano parte di un determinato gruppo di persone? O era gente che vive la propria vita con una testa sulle spalle e con l'intenzione di fare ciò che più le piace senza farsi condizionare dall'ambiente esterno?

Altra fesseria: un certo gusto musicale si acquisisce ascoltando le varie canzoni e decidendo se piacciono o meno. Io ho ascoltato alcune canzoni metal, ho avuto un coinquilino che va matto per il metal. Non sono canzoni che mi piacciono particolarmente, non amo la musica particolarmente rrumorosa. Questo non c'entra niente con l'avere idea di cosa sia: se ascolto una canzone metal e mi di ci che quella branca del metal (black, death, o qualsiasi della altre millemila variazioni che sia) è fatta di canzoni del genere, e a me non piacciono, non mi piacciono.

Altra fesseria, perchè non hai quotato il disorso che ho fatto dopo, ma hai preso il pezzo che più ti piaceva criticare. Io ho scritto che la gente, in media, non conosce d&d, e molte personalità che ascoltano musica metal o altri tipi di rock adorano a volte ascoltare la propria musica da soli. Chi ascolta altra musica, non è così, ma preferisce ballarla o condividerla con gli amici. Non è detto che chi ascolta metal non lo faccia, ma nella maggior parte dei casi non disdegna stare un po' in solitudine. Ora, io non ho detto che chi ascolta quella musica conosce d&d e viceversa (lo potrai notare nel pezzo che non hai quotato), ma ho detto che regalandosi più tempo per stare da solo, può sviluppare interessi che per altri tipi di persone vengono tagliati già in partenza per questo motivo.

Io non ascolto metal pesante, mi piace sentire la musica, mi trovo bene se ogni tanto me ne sto da solo e non ho gente che mi urla nelle orecchie, e ho conosciuto il gdr proprio grazie ad alcuni giochi su pc

Si chiama avere una vita sociale. Penso che questo sia molto indipendente dalla musica che si ascolta.

Vedi il discorso appena fatto sopra

Incontrare idioti nel mondo è tipico dell'umanità non del gruppo che ascolta un certo tipo di musica.

Mi sembra ovvio, ma non vedo cosa c'entri con questi discorsi. E poi, diciamolo, esistono anche idioti che giocano a d&d

Gli altri magari lo sanno. O hanno avuto una brutta esperienza e sono rimasti scottati. O hanno provato e non gli è piaciuto. Non è che se non ti piace dnd sei uno sfigato perchè non ti piace.

Eccone un'altra. Ho mica detto che è uno sfiato chi gioca a d&d?? Non sono così masochista da insultarmi da solo. Ho detto che per alcuni è così ovviamente sbagliano, ma LORO la pensano in questo modo. Vorresti dirmi che non è vero?

Pensa conosco una persona che ha conosciuto la sua donna giocando a dnd, e poi ad un certo punto lei gli ha chiesto se lui sarebbe rimasto con lei anche se non avesse giocato a dnd. Lui ha detto si, e lei ha detto che era contenta, perchè non le piaceva una ceppa. Pensa che sono sposati. Forse lo sanno cosa si perdono, e la loro opinione è che si perdono qualcosa che non gli piace. Esattamente la stessa cosa che posso pensare io del metal. Penso di apprezzare una manciata scarsissima di canzoni che sono abbastanza accettabili da essere valutate qualcosa di più che rumore, per me. E non ci trovo nulla di particolarmente strano. Sempllicemente non è un genere che mi piace.

Stessa cosa per me riguardo il metal. E' anche ovvio che chi prova a giocare e non si scopre attratto dal gdr smetta di giocare. Rimane il fatto che io non ho mai citato nel mio discorso queste persone, ma ero rivolto a coloro che lo criticano a priori

Link to comment
Share on other sites

Io parlo del presente, una quindicina d'anni fa le mode erano ben altre

Parlo per quanto conosco. Sono anni che non seguo l'ambiente metal. Non che lo abbia mai seguito molto.

E per caso quelle persone con cui hai giocato tu erano bimbiminkia? Facevano parte di un determinato gruppo di persone? O era gente che vive la propria vita con una testa sulle spalle e con l'intenzione di fare ciò che più le piace senza farsi condizionare dall'ambiente esterno?

Cosa c'entra? Stavamo parlando della relazione fra metal e giocatori di dnd.

Altra fesseria, perchè non hai quotato il disorso che ho fatto dopo, ma hai preso il pezzo che più ti piaceva criticare.

Considerando che ho quotato tutto il tuo post, quest'affermazione è falsa.

Io ho scritto che la gente, in media, non conosce d&d, e molte personalità che ascoltano musica metal o altri tipi di rock adorano a volte ascoltare la propria musica da soli. Chi ascolta altra musica, non è così, ma preferisce ballarla o condividerla con gli amici.

E io ti sto dicendo che non è sempre vero.

Non è detto che chi ascolta metal non lo faccia, ma nella maggior parte dei casi non disdegna stare un po' in solitudine.

Come tutti.

Ora, io non ho detto che chi ascolta quella musica conosce d&d e viceversa (lo potrai notare nel pezzo che non hai quotato), ma ho detto che regalandosi più tempo per stare da solo, può sviluppare interessi che per altri tipi di persone vengono tagliati già in partenza per questo motivo.

Tu parti da un'assunzione che è falsa, e cioè che in genere solo chi ascolta il metal gradisce di tanto in tanto starsene per i fatti usoi.

E per la cronaca, se leggi per bene noterai che ho quotato anche il pezzo dopo.

Mi sembra ovvio, ma non vedo cosa c'entri con questi discorsi. E poi, diciamolo, esistono anche idioti che giocano a d&d

Sei tu che hai generalizzato.

Eccone un'altra. Ho mica detto che è uno sfiato chi gioca a d&d?? Non sono così masochista da insultarmi da solo. Ho detto che per alcuni è così ovviamente sbagliano, ma LORO la pensano in questo modo. Vorresti dirmi che non è vero?

Voglio dirti che non è vero che LORO (chiunque siano, sembrano termini da complotto modello x-files) pensino sempre che chi gioca a dnd è uno sfigato.

Stessa cosa per me riguardo il metal. E' anche ovvio che chi prova a giocare e non si scopre attratto dal gdr smetta di giocare. Rimane il fatto che io non ho mai citato nel mio discorso queste persone, ma ero rivolto a coloro che lo criticano a priori

Cosa che però non c'entra niente con la relazione fra metal e gdr.

Link to comment
Share on other sites

Sicuramente è più adatta all'atmosfera...poi sul discorso riguarda la musica metal che è più "difficile" (premetto che sono un metallaro,cioè uno che ascolta tutto il metal e specialmente quello più sperimentale) ,se tu con questo intendi una musica più matura mediamente rispetto ad altre,hai in parte ragione,nel senso che dieci anni fa potevo essere sicuramente più d'accordo,ma ormai anche il mercato del metal è saturo di gruppetti,metalcore ma anche power,che si copiano l'un l'altro e nel genere epico ormai ogni volta che si sente un nuovo gruppo è come se si riascoltasse fondamentalmente i Rhapsody,i Blind Guardian,gli Helloween,gli Stratovarius o chi volete riproposti con pochissime differenze...ci sono pochi gruppi che si differenziano in tal senso perchè magari inseriscono anche elementi non strettamente power (tipo i Symphony X),ma sono appunto pochi...

In realtà ho la colpa di aver mischiato (o meglio di aver dato l'impressione di voler mischiare) due discorsi separati, facendo un po' di confusione. Hai sicuramente ragione dicendo che l'ambiente del metal è pieno di gruppetti insignificanti, e a dirla tutta sono in larga parte gruppetti di questo tipo a piacere ai giocatori di ruolo.

Mettiamola così: le persone intelligenti ascoltano spesso un certo tipo di metal ritenuto particolare e/o difficile (oltre ad altri generi musicali parimente particolari). Un tempo, il gioco di ruolo era un passatempo riservato alle persone intelligenti o comunque intellettualmente rilevanti (o quasi), e molte di queste persone erano anche parte dell'insieme di ascoltatori di musica colta di cui sopra. Si è di conseguenza creato un sistema per cui i giocatori di ruolo ascoltavano metal, e tanti metallari giocavano di ruolo (sempre con il vincolo sulle facoltà mentali, che se non condizione necessaria era certamente un incentivo per giocare di ruolo e sentire musica colta). Chiaramente il mondo è andato avanti, e le cose sono cambiate: si ascolta pochissima musica colta, il GdR diventa un passatempo da idioti (con conseguente adattamento del GdR di massa stesso alle esigenze degli idioti di cui sopra: vedasi 4E), la gente stupida abbonda e ha quasi sempre una connessione a internet (questo significa "Via di discografie e di manuali scaricati!", rendendo inutile il passaparola che un tempo era necessario sia per scoprire il metal che per scoprire D&D e che faceva da mezzo di propaganda principe per i passatempi "strambi" ma anche da filtro naturale per escludere i discotecari a D&D :-p).

Link to comment
Share on other sites

Parlo per quanto conosco. Sono anni che non seguo l'ambiente metal. Non che lo abbia mai seguito molto.

Io non l'ho mai seguito, tuttavia le mode in voga mi sembrano altre

Cosa c'entra? Stavamo parlando della relazione fra metal e giocatori di dnd.

Si riallaccia al mio discorso di prima, chi vive in un gruppo con la paura del giudizio altrui difficilmente si avvicina a un gioco di ruolo. Te lo dico perchè sono stato vicino a diversi ambienti che la pensano in questo modo

Considerando che ho quotato tutto il tuo post, quest'affermazione è falsa.

Chiedo venia, hai quotato ma non ne hai parlato

E io ti sto dicendo che non è sempre vero.

Saranno i cavilli della lingua italiana, ma "in media" (quello che d'altronde ho scritto io), non vuol dire "sempre"

Come tutti.

Non è così scontato, e se questo dovesse essere vero, chi ascolta determinati tipi di musica è talmente condizionato dall'ambiente in cui vive da rimanerne sempre coerente

Tu parti da un'assunzione che è falsa, e cioè che in genere solo chi ascolta il metal gradisce di tanto in tanto starsene per i fatti usoi.

Sbagliato. In media, chi ascolta metal, tende a starsene più per i fatti suoi, ma non è sempre così. Tuttavia, non sono stato io a rivolgere critiche a diversi gruppi di metallari che vengono definiti "asociali"

E per la cronaca, se leggi per bene noterai che ho quotato anche il pezzo dopo.

Vedere sopra le mie scuse

Sei tu che hai generalizzato.

L'argomento degli idioti non l'ho tirato fuori io

Voglio dirti che non è vero che LORO (chiunque siano, sembrano termini da complotto modello x-files) pensino sempre che chi gioca a dnd è uno sfigato.

Sempre per il motivo riportato qualche quote sopra. Non so se tu sia mai stato a contatto con certi ambienti in cui si crede che qualunque cosa non sia professata da loro sia da "sfigato". E comunque il "LORO" mi sembra chiaro a chi sia riferito, visto che dal pezzo che hai scritto dopo l'hai capito pure tu. L'ho scritto in maiuscolo semplicemente perchè tu avevi accusato me di pensarlo. Ho specificato.

Cosa che però non c'entra niente con la relazione fra metal e gdr.

Anche di questo non sono così sicuro. Proprio perchè tra coloro che criticano il gdr figurano quelle persone che ti ho già citato un bel po' di volte

Link to comment
Share on other sites

Allora forse non ho capito io: rispiegami in che modo il tipo di musica che uno ascolta abbia un'influenza decisiva sul come vengono giudicati i gdr.

Non è il tipo di musica che si ascolta, ma il conformismo, l'appartenenza ad un certo gruppo di giovani che discrimina alcune scelte. Questo non riguarda coloro che non si sentono parte di uno di questi gruppi e ascoltano la musica che gli pare e piace, ma te lo assicuro, al giorno d'oggi non tutti sono così. Anzi, la situazione è purtroppo in netta crescita.

Link to comment
Share on other sites

Non è il tipo di musica che si ascolta, ma il conformismo, l'appartenenza ad un certo gruppo di giovani che discrimina alcune scelte.

Ok, ma questo come si riallaccia alla relazione (peraltro dal mio punto di vista sbagliata) enunciata nell'op che quasi tutti quelli che giocano a dnd sono metallari?

Link to comment
Share on other sites

T_T non dico condividere, ma almeno capire T_T

Si riallaccia al fatto che per quei determinati gruppi di persone attività del genere sono da discriminare (centesima volta).

Chi ascolta metal, tende molte volte a non essere oggetto delle imposizioni di esterni. Non sempre, ma spesso è cosi.

Chi ascolta altra musica, soprattutto alcuni tipi di musica, può essere come quelli descritti sopra, oppure può reagire a queste imposizioni in modo diverso.

Non ho mai detto che chi ascolta metal gioca a d&d, ma di solito ha un tipo di personalità che lo porta a comportarsi in certi modi. Se poi gli piace continua, se non gli piace addirittura il fantasy neanche inizia.

Spero che almeno sia chiaro. Poi puoi condividere o meno, ci mancherebbe.

Link to comment
Share on other sites

Boh, sarò tonto io, ma onestamente non vedo il punto. Nel senso, hai fatto un discorso che si può applicare esattamente a qualsiasi "gruppo" in qualche modo elitario. Che chi ascolta il metal abbia una mentalità più aperta è una frase che lascia il tempo che trova, perchè puoi riferire il rifiuto delle imposizioni anche ai figli dei fiori, per quel che vale. La domanda originale era: perchè la maggior parte di chi gioca a dnd ascolta il metal? La risposta "perchè hanno una mentalità più aperta" è una risposta che non sa di niente, perchè trovi tutti i generi di persone all'interno id un certo gruppo. La mentalità aperta non è la discriminante di chi ascolta il metal.

Link to comment
Share on other sites

Boh, sarà che non mi so spiegare io allora, andrò a scuola di italiano.

Comunque da parte mia la chiudo qui, dal momento che preferisco tenere le sfide di retorica per argomenti ben più importanti

Spoiler:  
P.S. ho visto un po' di discussioni e non sei nuovo a dibattiti del genere.

Se vuoi un consiglio, usi sempre la stessa tecnica con tutti, e non sarebbe male cambiare strategia ogni tanto ;-)

Link to comment
Share on other sites

In realtà ho la colpa di aver mischiato (o meglio di aver dato l'impressione di voler mischiare) due discorsi separati, facendo un po' di confusione. Hai sicuramente ragione dicendo che l'ambiente del metal è pieno di gruppetti insignificanti, e a dirla tutta sono in larga parte gruppetti di questo tipo a piacere ai giocatori di ruolo.

Mettiamola così: le persone intelligenti ascoltano spesso un certo tipo di metal ritenuto particolare e/o difficile (oltre ad altri generi musicali parimente particolari). Un tempo, il gioco di ruolo era un passatempo riservato alle persone intelligenti o comunque intellettualmente rilevanti (o quasi), e molte di queste persone erano anche parte dell'insieme di ascoltatori di musica colta di cui sopra. Si è di conseguenza creato un sistema per cui i giocatori di ruolo ascoltavano metal, e tanti metallari giocavano di ruolo (sempre con il vincolo sulle facoltà mentali, che se non condizione necessaria era certamente un incentivo per giocare di ruolo e sentire musica colta). Chiaramente il mondo è andato avanti, e le cose sono cambiate: si ascolta pochissima musica colta, il GdR diventa un passatempo da idioti (con conseguente adattamento del GdR di massa stesso alle esigenze degli idioti di cui sopra: vedasi 4E), la gente stupida abbonda e ha quasi sempre una connessione a internet (questo significa "Via di discografie e di manuali scaricati!", rendendo inutile il passaparola che un tempo era necessario sia per scoprire il metal che per scoprire D&D e che faceva da mezzo di propaganda principe per i passatempi "strambi" ma anche da filtro naturale per escludere i discotecari a D&D :-p).

Gia' e purtroppo e' cosi' anche in un altro ambito a me tanto caro,quello dei videogiochi,una volta passatempo per una cerchia piu' ristretta ,deprecato dall'opinione pubblica,ma nel quale si sfornavano grandi capolavori...oggi bisogna accontetarsi di giochi piu semplici e pronti per essere accolti da un mercato aumentato di percentuali da capogiro nel corso di pochi anni...

Link to comment
Share on other sites

arrivo in supporto a ricky vee, a me il metal non dice nulla di particolare, io ascolto blackmetal (che è una parola sola e si scrive tutto attaccato, non come pensano certi profani blasfemi che in questo topic l'hanno definito un sottogenere metal), però se ci pensi nel metal ci sono tanti gruppi con background fantasy (lo si evince dai nomi), mentre non ci sono poi così tanti dj truzzi che amano il fantasy (insomma in discoteca si sente mai dire "in consolle dj morgoth?", non credo prorpio...)

ti porto l'esempio di alcuni nomi di gruppi blackmetal tratti dal mondo di ea:

isengard (ottimo gruppo, molto divertenti per le serate in allegria, leggeri ma carini)

burzum (ash nazg durbatuluk... la conosciamo tutti... no?)

morgoth (bauglir l'ingannatore)

gorgoroth (gruppo old school, l'altopiano del terrore)

shagrat (il cantante dei dimmu burger, la boyband blackmetal per ragazzine)

e poi ce ne sono tanti altri fantasy, come i 1349, i pest, gli immortal, basta leggere i loro testi e si sente cantare di demoni, dei, spade e guerra.

non mi pare invece che in altri generi ci siano così tante influenze fantasy (tranne che nella musica classica\lirica\sinfonica, ma da quella al blackmetal ci corre davvero poco)

io non sono molto aggiornato sulla musica commerciale, ma non mi pare che i truzzi o i pottini vadano in giro con le asce bipenne a tracolla, o si tatuino i sigilli demoniaci sul corpo, ne che vestano scarificazioni, cose invece tipiche dei blackster, che sono quindi più vicini al mondo fantasy ed è più facile che amino giochi come d&d e warhammer

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.