Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

La Scatola Bianca: Regole Avanzate è disponibile in italiano

Ecco un nuovo supplemento per La Scatola Bianca, il retroclone basato su OD&D, che aggiunge tante nuove regole, molte delle quali ispirate a AD&D Prima Edizione.

Read more...

Le terre selvagge di Dembraava - Parte 2

Proseguiamo nella scoperta di Dembraava e dei suoi strani ed inquietanti segreti...

Read more...
By Lucane

I Mondi del Design: 'Old School' nei GdR e in Altri Giochi: Parte 1

In questa prima parte di tre articoli che mettono a confronto Old School e stili di gioco più recenti, Lew Pulshiper analizza a suo le principali differenze in fatto di fallimento e narrazione. 

Read more...

Cosa c'è di Nuovo su Kickstarter: CY_BORG, Il Mulino e il Gigante, New Edo

Andiamo a scoprire assieme le novità in campo GdR attive in questi giorni su Kickstarter.

Read more...

Una Breve Storia dei Blocchi delle Statistiche dei Mostri

In questo articolo vengono analizzate le principali variazioni che i blocchi delle statistiche dei mostri di D&D hanno subito nel tempo.

Read more...

la trama più complicata che avete creato per i vostri PG!


Recommended Posts

come da titolo mi piacerebbe leggere le vostre avventure create per i vostri giocatori!

ed ecco la mia, campagna di 3 anni, lunga e faticosa:

i pg scoprono un giorno che diversi profeti nel regno son morti tutti lasciando la stessa poesia in cui si diceva che un Campione si sarebbe risvegliato.

Così i pg partono alla ricerca di questo campione per ordine della regina.

Scoprono così l'esistenza di 5 persone che stanno riunendo gli oggetti del campione per farlo risorgere, tra una lotta ed un altra scoprono che il secondo consigliere è il fratellastro della mezzelfa di un antica corte elfica ripudiata, che il nano chierico sembra avere una relazione con una umana che viaggia ad ovest e che il messaggero di questi 5(e nemico giurato del bardo)sembra avere trame di conquista ed è intenzionato a rubare tutti i tesori e diventare lui il campione.

Così in questo intreccio una setta di vampiri, saputo degli artefatti vista l'atmosfera, inizia a muoversi per avere la notte eterna, marchiando uno dei PG che deciderà di scovarla anche in capo al mondo e scoprendo che questa vampira si sarebbe sposata con un duca del nord per poter avere un suo ducato di vampiri.

Questi per fermare i PG creano degli emissari pronti ad ucciderli e così da inseguitori i PG si ritrovano ad essere inseguiti arrivando infine dinanzi al Campione e sconfiggendolo con il sacrificio della chierica...

La trama è abbastanza abbozzata... la campagna durò 2 anni buoni. Sotto quest a iosa e scontri in ogni dove!

Penso sia stata la più bella storia che riuscii a scrivere per i miei pg dato che riuscì ad incrociare molto i loro BG...

che nostalgia...

Link to comment
Share on other sites


  • Replies 15
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

come da titolo mi piacerebbe leggere le vostre avventure create per i vostri giocatori!

Non sono mai riuscito a concludere una campagna, quindi non ho una trama "completa" di niente, però ho avuto qualche idea carina che ho portato avanti finché sono riuscito.

Per esempio, la mia campagna di Exalted.

Tutto quanto è partito a Gem, dove i PG si trovavano per diversi motivi, tra cui quello di organizzare una ribellione degli schiavi oppressi nelle miniere. Hanno avuto un'opportunità molto particolare di poter incontrare in persona il Despota, Rankar qualcosa, e si sono infiltrati nel palazzo insieme a un mercante. Condotti in una sala di attesa, sono rimasti all'erta, aspettando il momento giusto per fare scattare il piano...

Poi, una ragazza entra sfondando il soffitto e rotolando sul pavimento. Si rialza, tenendo in mano una pietra dall'aria molto importante, saluta tutti e corre via a velocità ben più che sovrumana.

Pochi istanti dopo il soffitto cede del tutto e, nel poco che rimane della stanza si presente una grossa bestia piena di muscoli, corna e zanne, cavalcata da un abissale con una minacciosa lancia in animacciaio.

In quel momento nonmorti e fantasmi spuntati dal nulla prendono d'assalto il palazzo del despota di Gem.

I nostri eroi si fanno strada verso l'esterno, ovviamente combattendo, e pur non capendo bene la situazione chiamano all'ordine tutte le truppe della ribellione e organizzano una sortita lampo per cercare di... Beh, era l'occasione migliore di sempre per fare qualunque cosa.

La ragazza però è sparita e nel frattempo arrivano i compagni di circolo dell'abissale con la lancia (della bestia rimane ben poco), a Gem regna il caos e parte del circolo viene preso tra le spire di una fata; senza capire né chi è né perché si trova lì, vengono coinvolti in un combattimento contro di lei.

Nello stesso momento Gem viene invasa dai barbari, diverse grosse tribù del sud guidate da tre eccelsi lunari. La città diventa rapidamente teatro di scontro tra l'esercito abissale, l'esercito lunare, la fata, le truppe della ribellione e il circolo di solari preso nel mezzo.

No, non è finita qui. Gem, che per chi non fosse familiare con l'ambientazione è una città costruita dentro delle montagne che sono nel bel mezzo di una grossa catena vulcanica a pochissima distanza dal polo elementale del fuoco, inizia ad esplodere.

Uno dei PG, Stella delle nebbie, corre nel suo santuario nascosto, cercando un modo di potere salvare quella tecnologia della prima era. In un comparto nascosto, dove c'è spazio per inserire due chiavi, prova a infilare quella che ha sempre avuto, in oricalco, per accedere alle risorse nascoste del santuario e cercare di capire cosa stia succedendo.

La verità è che tutti i condotti vulcanici di Gem sono diventati non solo attivi, ma più di quanto sia naturale, e quindi esploderanno in brevissimo tempo. Non riuscendo a venire a capo di una soluzione, si ricorda improvvisamente della ragazza che li aveva accompagnati dal Despota, che aveva una chiave dall'aria sospetta.

Precipitatosi a cercarla (e passando in mezzo a una città in guerra aperta tra quattro fronti diversi mentre sta esplodendo), intercetta un'abissale in abito da sposa che la sta portando via. Cerca di "convincerla" a consegnargliela, ma riesce solo a spaventarla e passare per un pazzo sbavante, alché pur di liberarsene lei gli lancia la chiave che la ragazza aveva addosso e corre via.

Con il potere di entrambe le chiavi il santuario sblocca una parte ancora maggiore del suo potere, tra cui la possibilità di muoversi.

Mentre tutto sta esplodendo e la gente continua a combattere, il circolo di solari cerca di metà evacuare metà fuggire metà combattere chiunque gli si pari in mezzo, trovando in un qualche modo lo svogliato supporto dei lunari.

Tutto questo, che in gioco è avvenuto in poco più di mezz'ora, finisce con un enorme santuario di oricalco che naviga in mezzo alla sabbia del deserto del sud, con Gem che esplode fragorosamente nello sfondo, coprendo svariate centinaia di chilometri di deserto in una pioggia di lapilli.

Ora, le spiegazioni...

La ragazza piovuta dal tetto era un'abissale, serva di non ricordo chi (un deathlord che ho inventato io, comunque), che aveva appena rubato dalla riserva personale del Despota un enorme cristallo Yasal, che non solo è una delle più remunerative esportazioni esotiche, ma è in grado di contenere gli spiriti, compresi fantasmi e piccoli dèi.

Questa in particolare conteneva un dio che fungeva da chiave per una misteriosa arma artefatto potentissima di distruzione di massa che non ho mai ben definito (non ci sono purtroppo mai arrivati) e che la padrona dell'abissale desiderava per i suoi scopi personali, ovvero rimanere l'unica deathlord e avere tutto l'Oltretomba a sua completa disposizione.

Gli ALTRI abissali erano servi del Primo e Abbandonato Leone che non solo non approvava dei piani della collega, ma è, da canon, l'unico deathlord a non avere un dominio suo. Distruggendo Gem ha creato una zona d'ombra enorme e con così tanti fantasmi da avere, fondamentalmente, creato istantaneamente un suo dominio da usare come base di operazioni per... Beh, distruggere tutto fondamentalmente. Solo che ora ha molti più mezzi per farlo.

Questi servi, un circolo di cinque abissali, sono stati avversari ricorrenti, anche se sono stati relativamente amichevoli, sopratutto all'inizio, quando hanno addirittura voluto restituire una prigioniera al circolo di PG.

Ah, già, questo necessita di altre spiegazioni...

Tra i diversi PNG coinvolti nella battaglia di Gem, tre meritano una spiegazione più accurata. Premetto che non ricordo più i nomi della maggior parte, ma...

C'era Lancia di Seta Celestiale, una siderale dei segreti che era venuta a Gem a cercare Stella e il suo santuario. E' in possesso della chiave di metallastrale, parte della coppia che serve per sbloccare le vere potenzialità del santuario. Il suo scopo è, fondamentalmente, aiutare Stella, dargli supporto e al contempo tenergli gli occhi addosso per evitare che impazzisca e distrugga il mondo, come ogni solare ha la possibilità di fare.

Questo è doppiamente vero nel caso di Stella per motivi che approfondiremo più tardi.

Stella si è persa nella confusione a Gem ed è stata ritrovata dal circolo di abissali... Che non era servo del Leone. I servi del Leone hanno trovato un'altra ragazza: Hatsune Miku (no, non è il suo vero nome, però non me lo ricordo), la cantante schiava del mercante che aveva accompagnato i PG nel palazzo del Despota.

Hatsune Miku sembra una normalissima ragazza, ma è in realtà un'eccelsa alchemica, una delle primissime a calcare il suolo del creato, ed è in missione per spiare e cercare di capire che aria tira e aiutare a formulare un piano d'azione per far traslocare Autochtonia.

Se la campagna fosse continuata ulteriormente, avrebbe avuto tante cose da dire da poter parlare ininterrottamente per diverse settimane.

Non hanno mai realmente scoperto che fosse un'eccelsa, sebbene ogni tanto avesse comportamenti strani, come lo stupirsi dell'esistenza della pioggia, del mare, degli animali e di parecchie altre cose. E di chiamare la gente "compagno", e altri sprazzi di comunismo gratuito.

La terza persona importante è Arcobaleno Scintillante, uno dei tre lunari che ha guidato l'attacco, una specie di shotatrappola androgino gatto nero a due code che si è messo a seguire il gruppo perché "così i suoi compagni erano più tranquilli".

La verità era che stava cercando il suo compagno solare, che è arrivato più avanti nella campagna e si chiamava Arcobaleno Mascherato, creando confusione e trasformando il suo soprannome ufficiale in "Gatto".

Gatto aveva anche delle questioni in sospeso con Ma-Ha-Suchi, con cui aveva litigato forte tempo fa. Non ho mai deciso come sfruttare questo appiglio, ma non ho neanche avuto il tempo di farlo.

A un certo punto Gatto ha cambiato sesso, per il semplice motivo che Arco era, inspiegabilmente, non perfettamente bisessuale. Arco però era innamorato di Loto Scarlatto (un altro PG) e non sembrava interessato alla poligamia. Ma anche di questo parleremo più avanti.

Insomma, dopo la battaglia di Gem i PG vanno nell'Oltretomba per recuperare Lancia... Ma i servi del Leone rendono loro Miku, credendo stessero cercando lei. I PG la prendono comunque e se ne vanno, combattendo ovviamente.

Ah, già. I PG sono in notevole antipatia con i servi del Leone per svariati motivi. Loto Scarlatto, una ex schiava nelle miniere, esaltatasi come alba, è stata guidata nei suoi primi passi da un mentore solare, certo Ueda Leone Dorato, che è stato ucciso dal Primo e Abbandonato Leone.

A scanso di equivoci, ogni riferimento a "Leone" d'ora in poi è da interpretare come "Primo e Abbandonato Leone", e non "Ueda Leone Dorato".

Trovano Lancia invece dai servi dell'altra signora della morte, quella che in fin dei conti è amichevole e cooperativa (nei limiti di quanto possa esserlo vista la sua posizione), che ha solo tre abissali sotto il suo controllo: la ladra di inzio campagna, la spadaccina vestita da sposa e una tizia vestita di pelle attillata che trovava particolare piacere nel frustare la gente.

Non ricordo i nomi di nessuna, mi dispiace.

A ogni modo.

Avendo qualche centinaio di migliaia di profughi, più i ribelli e tutto il resto, il circolo di solari si sposta verso la città più vicina dove poter chiedere asilo per la popolazione: il Grembo.

Lì vengono accolti molto a malomodo, ben sapendo che Gem è saltata in aria, dando un brutto colpo alla loro economia. Nessuno vuole farli entrare e tutti li temono, con notevole ostilità. Tutti tranne una nobile sangue di drago, figlia del prefetto, certa Pyorindel Ragara, che è molto comprensiva e capisce al volo la situazione.

Sfortunatamente, la ladra abissale arriva a mach 6 mentre stanno parlamentando e la prende su. Uno dei PG le scaglia contro una freccia che in un qualche modo la raggiunge (a qualche chilometro di distanza), la fa sbandare e schiantare contro una casa, che esplode fragorosamente. Arrivati sul posto c'è l'abissale con gli occhi a girandola ma nessuna traccia di Pyorindel, che è stata a quanto pare rapita da qualcun altro.

Pyorindel Ragara non lo sa, ma è in realtà una clone dell'imperatrice scarlatta, creata tempo fa da dei siderali per avere una chiave d'accesso di emergenza alla griglia di difesa del Reame. E' stata rapita dalla serva della deathlord di cui ho scordato il nome, intercettata dai PG, e poi ri-rapita da una persona sconosciuta.

Le tracce conducevano all'Oltretomba in cui i PG si sono recati, di nuovo, per cercarla.

La realtà, però, è che non è stata rapita da un'abissale, bensì da un'infernale, ovvero una serva eccelsa degli Yozi che... Oh, insomma, vogliono fare in modo che tutto il mondo diventi il loro giocattolo da torturare dolorosamente per il resto dell'eternità.

Quest'abissale ha rubato una parte della sua essenza perché i suoi padroni potessero clonarla. Dopodiché l'ha lasciata nell'Oltretomba per... Sviare i Pg, fondamentalmente.

I PG infatti trovano il daiklave in giada della sangue di drago vicino all'esercito abissale di un signore della morte che non è il Leone (non ancora, ma lo rivedranno presto), pestano un sacco di gente, e poi ritrovano Pyorindel da un'altra parte.

Nel tornare nel santuario hanno anche preso su un altro PNG, un'abissale rinnegata che era rimasta a proteggere un villaggio di schiavi fuggiti dal suo ex padrone. Altra gente.

In tutti i viaggi nell'oltretomba è stato proverbiale l'intervento di un PNG particolare: Ventaglio del Deserto, che doveva essere il famiglio di uno dei PG ma che ho poi deciso di sviluppare ulteriormente. E' una specie di lupo bianco con tatuaggi rossi, un piccolo dio, che è in realtà la forma odierna dell'antica dea della lingua del fuoco, cioé la lingua che si parla nel sud del creato. Col tempo però il linguaggio è mutato, si è modificato e le forme più pure si sono perse o diluite, e la burocrazia celeste l'ha degradata.

Tutti gli indizi che ha dato ai PG erano sotto forma di scritte estremamente elaborate nell'antica lingua del fuoco, che hanno penato per interpretare, finché uno di loro si è ricordato di avere il potere di comprendere perfettamente il significato e tutte le possibili interpretazioni di un qualsiasi messaggio, comunque fosse convogliato, che ha reso le cose nettamente più facili.

Avrei voluto approfondire la storia di Ventaglio, e il fatto che volesse aprofittare della presenza di Lancia per portare avanti la sua domanda di tornare alla sua vecchia posizione come dea della lingua del fuoco. La sua vita ha smesso, per lei, di avere senso da quando l'hanno degradata. Non ho avuto l'occasione di portarla in scena come si deve.

Quando tornano al santuario parcheggiato davanti al Grembo succedono due cose: Scoprono che è sotto attacco dalle truppe del Leone (da ALCUNE delle truppe in avanscoperta, e ne ha TANTE) e che a difenderlo ci sono i PNG che avevano lasciato indietro, in più anche l'abissale vestita da sposa e una solare, sconosciuta, casta dell'alba e appena esaltata.

Lei era Azalea Luminosa, parte dell'esercito del Grembo (che si è trovato sotto attacco a sua volta), esaltatasi durante la battaglia. E' stata presa per qualche giorno come sorellina dall'abissale con l'abito da sposa, dopodiché è stata requisita dai PG. Non ho mai avuto piani precisi su di lei, doveva essere una specie di novellina, ingenua e tutto, con cui i PG potessero comportarsi da mentori.

Parlando del santuario, due cose molto importanti: in primo luogo è vivo, nel senso che contiene una divinità che è... Una specie di intelligenza artificiale estremamente tsundere (o forse solo tsun) che non ricorda il suo vecchio nome e viene quindi rinominata Fenice della Cattedrale del Sole Invitto, o Fenice per gli amici.

Fenice è... Particolare, e oltretutto ha notevoli difetti di pronuncia, come se l'audio fosse stato tarato male e saltasse irregolarmente. Questo è dovuto a ingentissimi danni che ha subito a causa di abusi nella prima era, perpetrati dalla precedente incarnazione di Stella.

La precedente incarnazione di Stella, oltretutto, conosceva la signora della morte che li ha aiutati, che al tempo era ancora una solare ed è sempre stata incredibilmente gelosa del suo santuario. Ha rinunciato a prenderne possesso solo perché, ridotta a un fantasma, non se ne potrebbe fare granché, ma è al corrente di come sono andate molte cose e alcune, quelle più cattive e prone a provocare sensi di colpa, le ha gentilmente raccontate a Stella.

Fenice non sono riuscito ad approfondirla bene come pensavo. Avrei voluto riuscire ad arrivare al punto in cui diventave un attimo più "dere" e un po' meno "tsun" e iniziava a promettere di preparare torte al cioccolato che poi sarebbero state bugie.

Poi in un qualche momento è arrivato anche un altro PG, un abissale servo di un signore della morte che non ho mai ben definito. Tecnicamente rinnegato, fuggito dal suo padrone con il meglio del meglio della sua armeria. In realtà è così innamorato della battaglia, così macchina da guerra e tutto che il suo padrone l'ha lasciato andare di proposito con il meglio della sua armeria, in modo che potesse portare avanti la sua opera di uccidere tutto ciò che è vivo, e anche quello che non lo è (per essere sicuri).

Nessuno sapeva nulla di tutto ciò, ma hanno fatto un ottimo lavoro comunque. Non che mi aspettassi altro, eh, considerando il volume dei nemici e la rata a cui aumentavano.

Questo PG si è trascinato dietro un altro PNG, una lunare, una tizia con un'aragosta verde in testa che aveva un nome ma me lo sono scordato, quindi la chiamerò Aragosta come, peraltro, avevano fatto tutti quanti.

Aragosta era la compagna lunare di Loto Scarlatto, e quindi è entrata come quarto elemento a complicare la love story. In verità lei non avevaa la più pallida idea di cosa significasse il loro legame, cercava semplicemente di essere gentile e servizievole perché era l'unico modo che conosceva per trattare bene qualcuno.

Eeeee... Poi la campagna, per diversi motivi, è esplosa. Principalmente perché ero rimasto con due giocatori, ero parecchio demoralizzato dalla condotta di altri e avevo scoperto che non riuscivo minimamente a gestire il sistema di gioco, tanto da evitare a qualunque costo i combattimenti da tanto che li odiavo.

... Ci sarebbero parecchie altre cose da dire. Forse i giocatori che sono rimasti possono postare qualche dettaglio che mi è sfuggito.

Link to comment
Share on other sites

La trama più complicata che ho creato per i miei pg se la sono creata loro come dei babbei.

Gli avevo presentato come incipit di una sottoquest banalissima (tanto per fargli intascare qualcosa) un omicidio avvenuto in un quartiere povero della capitale del regno in cui si trovavano.

Assuntisi l'incarico di indagare,avevano interrogato il marito della donna uccisa, che alla fine aveva confessato di essere stato lui l'autore del delitto spinto da un raptus di gelosia.

Uno dei miei giocatori mi chiede un tiro su percepire inganni,per vedere se la confessione dell'uomo é credibile. Io sapevo che era stato il marito ad assassinare la moglie,ma ovviamente, per non far trasparire nulla concedo il tiro.

1.

Il giocatore,vedendo l'1 e sentendosi dire che semplicemente non sembrava che l'uomo stesse mentendo,ha convinto tutti gli altri membri del gruppo che il marito reo-confesso aveva mentito spudoratamente,che non era lui l'assassino e che era stato in qualche modo sottoposto al lavaggio del cervello con oscuri mezzi arcani per proteggere il vero omicida.

Sono partite da quel punto una decina di sottoavventure investigative che ci hanno fatto letteralmente buttare mesi e mesi di gioco,nonostante io avessi parlato in privato col giocatore in questione e gli avessi chiaramente detto che il marito non gli aveva mentito.

Eh,tutti uguali voi master,vi tanano la trama e subito cercate di sviare i giocatori eh eh!

Ora ditemi se non mi devo sentire un gufo impagliato...

Link to comment
Share on other sites

UHAUHAUAHUHAUHAUHA, scusa ma mi sto sganasciando dal ridere!

ahahahahahah! bellissimi! in fondo anche questo è bello.... vederli alambiccarsi i cervelli sulle idiozie e poi passano sopra le cose importanti...di questi momenti ne ho a bizzeffe!

ahhahah

Link to comment
Share on other sites

Ora ditemi se non mi devo sentire un gufo impagliato...

Io avrei dato corda al giocatore.

Alla fine era convintissimo, ha investito mesi e mesi di sottotrame investigative, trascinando il resto del gruppo e tutto il resto... Secondo me potevi inventartela davvero una qualche cospirazione strana dietro un banale uxoricidio.

Io ho fatto così con gran parte della trama di Exalted (e di altre cose). Funziona.

Link to comment
Share on other sites

Beh, già che sono vi posto la campagna forgotten realms con cui ho concluso tutte le altre campagne su quel bellissimo mondo.

Premetto che la campagna ha avuto un tasso di mortalità altissimo e d è stata dunque portata avanti da molti pg diversi ( e da giocatori diversi). E' stata altresì abbandonata da 4 giocatori su 5 a causa della difficoltà, della lunghezza e della eccessiva depressività dei ragionamenti (da metà in poi era soprannominata "La Campagna Pesa", in riferimento alla inquietatnte profondità delgi argomenti trattati). Alla fine un solo Pg la ha portatat a termine senza risolvere un bel nulla, ovvero non ha "vinto" se così possiamo dire, non ha cambiato le sorti di Abeir Toril, ma ha semplicemente trovato per se il tipico "posto al sole"...

Siccome non ho tempo e non mi va di fare post Kilometrici, ve la mando spezzettata in capitoli:

--Prologo-- (in due parti)

1) C'è del marcio sotto Calaunt

I pg giungono a Calaunt per i più svariati motivi di background (tutti giocati, ma perlopiù estranei alla vera narrazione).

Calaunt è una città enorme e marcia dentro, piena di poveri e baracche, governata dallo spietato Bellas Thanatar e dai suoi amici "mafiosi". Qui i pg (tutti buoni e neutrali) si cxonosceranno grazie alla loro comune frequentazione del tempio di selune e di una ottima birreria:rolleyes:.

Rimasti scandalizzati per il turpe traffico di schiavi che si svolge quasi alla luce del sole decidono di collaborare con i Seluniti per disturbare i loschi affari del principe Bellas. In breve, affondano 3 navi schiaviste nel porto della città, facendosi parecchi nemici tra i quali i maghi rossi del Thay (gli acquirenti di schiavi). Aiutano, nel mentre, il tempio di selune a sgominare (non del tutto, ricordatevi di loro...) una banda di ratti mannari che forniva merce umana al Principe ed un culto della malvagia dea Talona che stava crescendo nelle fogne della città, sfruttando la corruzione generale e la negatività intrinseca alla città.

Distruggono un Avatar della malvagia Dea, ma solo fisicamente. La sua parte spirituale continua a vagare per le fogne, recuperando le forze(ricordatevi anche di lei poichè più avanti li ritroveremo indirettamente).

Avendo fatto tutto questo casino, con una taglia di 2500 mo a cranio (messa dla principe) e tanti malvagi nemici in città, i pg fuggono da Calaunt aiutati dalla Gran Sacerdotessa di Selune Windra Sirilston, oramai loro amica e debitrice. Montano su una nave in gran segreto e si dirigono verso la Sembia, a poche miglia marine da quelle coste.

--Prologo--

2)Cacciatori di tesori

Sbarcati in santa pace a Yahunn (una cittadina marinara, piuttosto ricca seppur piccola) i pg iniziano subito a farsi ben volere dalla gente della città. Aiutano i villani a risovere piccole diatribe, guariscono un paio di malati gravi e finanziano il poverissimo tempio del dio Illmather. Arrivano addirittura (non avrebbero dovuto!) a scoprire un piccolo circolo del Culto del Drago e lo sbaragliano(con mucha fortuna, ma tant'è).

A questo punto sono piuttosto conosciuti in città e rimangono invischiati in una piccola lotta di potere tra due nobili che cercano di portarli ognuno dalla sua parte. Essendo buoni i pg , ma bastardi dentro i giocatori, i nobili vengono rovinati dato che le loro magagne finanziarie vengono scoperte dai pg.

Il gruppo rischia di nuovo la taglia sulla testa e non trovano di meglio da fare che unirsi ad un altro terzetto di simpatiche canaglie che ha come obiettivo il penetrare nelle rovine di Mith Drannor per recuperare tesori attualmente in mano a non morti, demoniacci e mostri in genere. Tutti contenti vanno via dalla cittadina al seguito di Sarrus, il loro nuovo datore di lavoro.

Nell'attraversare i8l bosco di Mith Drannor le sentinelle magiche della città in rovina impegnano duramente i pg ed i png, mietendo le prime vittime tra i nostri.

Alla fine, arrivati a mith drannor, recuperano un bel pò di dindi e tesoretti, tra i quali una bellissima e fortissima...spada demoniaca maledetta, ma nessuno se ne accorge. Sarrus invece a questo punto scopre le sue carte (avendo visto che i buoni del gruppo sono morti, e che ineutrali stanno venedo corrotti dalla spada infernale):

lui ed i suoi 2 compari sono adoratori di Moander, il dio della corruzione fisica e del decadimento. Sono penetrati nelle rovine elfiche per ricuperare le spoglie mortali del loro dio, sconfitto una decina di anni prima in quei paraggi, per riunirle alla parte spirituale e farlo tornare tra gli dei (era cadutro durante il periodo dei disordini, per chi conosce l'ambientazione).

A chiunque voglia unirsi a lui offre ricchezze enormi, la benedizione personale del dio e la vita eterna(come non morti, ma lo omette..lol).

Qui il gruppo si divide poichè solo uno decide di seguirlo allettato dalla proposta, gli altri invece sono così corrotti dal potere della spada demoniaca che se ne fregano e se ne vanno, ansiosi di poter sfruttare l'arma solo per i loro scopi...

Il prologo ha questi due epilogi:

1) colui che ha seguito sarrus si ritrova a masscrare molti arpisti nel viuaggio per raggiungere moander (divenendo malvagio) e prendere parte ad una orgia collettiva tra licantropi, non morti ed umani folli (pg compreso), ai piedi del rinato Moander, mentre le sue armate ed i suoi malvagi alleati si preparano a marciare di nuovo verso Mith Drannor, dove troverà abbastanza potere da corrompere per ritornare tra gli dei.

2) gli altri si trovano ad essere cooptati dall'esercito sembiano per combattere una sempre maggiore pressione dalle creature del sottosuolo, che fuoriescono organizzate, ben armate e numerose all'inverosimile.

Vi sono un certo numero di battaglie campali, assedi e scaramccie un pò ovunque tra cormyr, sembia e le valli. Nessuno sembra accorgersi che molti capi Hobgoblin incontarti vestono le tipiche armature del Thay...ma ciò ha termine brevemente, pichè in un assedio i pg esagerano nel "nutrire" la spada che, sazia di anime, si ribella alla volontà del possessore ed in un turbine di morte dilania il gruppo, oltre che ad un numero impressionante di Hobgoblin.

Fine prologo, a poi il seguito...

Link to comment
Share on other sites

  • 1 month later...

Bene bene, ecco la trama, ancora in corso più complicata che abbia mai ideato.:stelle:

I Pg sono tanti e sono vari.

Tutto è nato da una piccola città stato, dove chi per un motivo chi per l'altro si trovava lì. Negli ultimi giorni, nelle cave a nord'ovest della città, in una delle 24 miniere, precisamente nel profondo della 12° galleria, i minatori scoprono qualcosa di strano, un'enorme sala, piena di bassorilievi, una sala di dimensioni mastodontiche.

Poco dopo, la galleria viene presa d'assalto da una folta squadra d'assalto di orchi. I nani minatori pur di non lasciar vivo nessun pelleverde e di non dargli l'oro ( anche se non lo volevano) fanno cedere i sostegni, seppellendo vivi i nemici. Poco dopo un gigante delle colline semina il panico e sigilla la porta della galleria con un enorme masso.

I personaggi si offrono per esplorare, chi per soldi chi per onore e chi perchè gli andava. (CN)

I pg percorrono dunque la strada fino ad arrivare alla 12°, sigillata in due punti, incalcolabile per quanto la frana si propaghi. Decidono quindi di trovare un'altra uscita, situata dell'altra parte dei monti e a 2700 metri di altezza!!!

La 16° miniera sbuca dall'altra parte dei monti, che sbuca in un enorme cratere, dove al centro è situato un "piccolo" accampamento di orchi. ( I personaggi credono ce ne siano pochi, ma la crepa che c'è al centro dell'accampamento superiore, ne contiene moooolti di più. ( Ho creato anche mostri Uruk-Hai a capo dei pelleverde).

I Pg dunque cercano un riparo per la notte, imbatendosi in una vecchia casa, stile mulino bianco, con un piccolo ruscello ed un camino fumante.

Bussano. Alla porta c'è un uomo sulla 50ina con capelli bianchi che cadono davanti agli occhi e una cicatrice che va da orecchio a orecchio. Molto gentilmente li fa entrare.

Questa casa è piena di iscrizioni, libri, e oggetti strani. Padelle che cuociono da sole, aspirapolveri rudimentali e una fiamma senza candela o olio.

Semplicemente:

Ho preso ispirazione dal fumetto 666 satan. Ho creato una cultura antica che non usava la trama (magia) ma le fonti. Avevano un rapporto diverso con la magia, la incanalavano in qualunque cosa, anche padelle :D

La magia e gli oggetti non avevano tiri sotto Utilizzare oggetti magici, bensì sotto volontà. Sono oggetti spirituali.

Esistono solo due soggetti con linee di sangue di questo antico popolo. Indovinate chi sono? L'uno il cattivone, l'altro il vecchio con la cicatrice.

" Solo un oggetto spirituale potrà fermare quello che sta succedendo, ma senza un minimo di addestramento è inutile."

Da qui parte l'addestramento per i pg:

- Druida: Rendere fertile permanentemente un terreno ferroso senza la magia.

- Gnomo Artefice: Costruire la vasca per la druida.

- Gnomo mago: Ha fatto un bel giro nella biblioteca del tizio con la cicatrice e ha fatto un viaggio nel passato, senza la possibilità di usare la magia e con una variante casuale. Impara la lingua antica. L'ho chiamata lingua di Toth.

- Guerriero: Leggere dei libri sulle tattiche di combattimento.

- Chierico: Ricostruire la chiesa del suo dio, rimasta in disuso per colpa degli orchi.

-Paladino: Aiutare e organizzare la popolazione di un villaggio colpita da un uragano.

Per reperire però i materiali devono andare in città.

E' una città torre, una specie di Minas Tirith dei poveri. Un'altra piccola città stato di confine, dove avvengono sparizioni.

Indagando, i pg riescono a trovare il nascondiglio sotto la statua del re, nella piazza centrale.

Una grande torre rovesciata, una torre appesa al soffitto(la piazza), tutt'intorno il vuoto, una colossale e infinita buca cilindrica.

Dopo incontri con dei costrutti, i pg liberano i detenuti e continuano la loro esplorazione, incuriositi da questo strano luogo.

Arrivano fino in fondo, dove sono convinti di trovare il classico mostro finale.

Ma.... Non c'è.

Semplicemente le ombre che hanno preso in considerazione nelle loro indagini, non erano altro che la scorta ed il cattivone che si allontanavano. ( Chissà perchè)

I Pg propro come dei ladri che entrano in case altrui incominciano a mettere le mani dappertuto, fino a trovare un passaggio che porta nei cosiddeti uffici.

Tutto è in stile legion of death di warhammer, per chi non lo sapesse in stile egizio.

Strane frasi, tutte incise intorno, sulle pareti. Bracieri accessi e oro ovunque.

( Tutto ciò sarebbe lungo da elencare adesso, chi avesse letto le sei pietre sacre di Smith avrà già capito)

Raggiungono una fonte con la magia antica, e tutti ci cadono dentro, hanno ftto tutto da soli. ( Chissà cosa succederà adesso ghghgh muhuhuhu ho 10.000 effetti di wild magic )

Ma come ne usciranno adesso? Il portale con cui erano entrati negli "uffici" si è richiuso, ma un mascherone è la chiave.

Postilla:

In poche parole, con la sala mastodontica trovata in principio, i minatori hanno attivato per errore una "Macchina Spirituale" Che in poco tempo porterà la terra ad esporsi ad un sole nero che farà innalzare i mari e causerà l'estinzione della vita di superficie sulla terra.

I Pg dovranno trovare alcuni pezzi dei recipe della cabala per fermare la macchina ed invertire il corso dell'esposizione al sole nero.

Tutto ciò condito con fervida immaginazione e mitologia antica.

Inventandomi anche che è stata costruita da Ramses II per uccidere Ra e prendere il suo posto. Peccato che sia morto prima.

Nelle mie campagne ci metto anche le antiche civiltà del mondo reale, sennò l'archeologia in D&D sarebbe minima e i misteri sempre i soliti.

Non credete?

Spero che la trama vi sia piaciuta, anche se lunga.

Link to comment
Share on other sites

La mia migliore, con intrecci che avrebbero spaventato anche gli autori di Beautiful, purtroppo fu interrotta a meno di un decimo della sua progressione e sarebbe lungherrima da scrivere, quindi sarò sintetico fino al midollo (e già verrà lunga).

Le idee iniziarono a venirmi da un PG tiefling (buono, o comunque neutrale tendente al buono) a cui feci iniziare l'avventura malconcio e in fuga in una foresta, inseguito da alcuni maghi rossi. Questo PG tiefling aveva, legata al proprio spirito, la parte basilare dello spirito di un'entità superiore. Tale parte aveva l'opportunità di legarsi ad una delle altre due, ovvero una malvagia oppure una benigna. Era ignoto all'inizio chi fossero i portatori di queste, ma in seguito si seppe, grazie alla guida di alcuni Deva ed Eladrin, che la parte malvagia era in un antico Diavolo della Fossa che comandava a bacchetta una setta a lui dedicata e composta da maghi rossi. Quella benigna, invece, era in una spada santa (intelligente, tra l'altro), e questa spada era già stata catturata dalle forze di un secondo Diavolo della Fossa (interessato a prendere per sé le parti dello spirito) e chiusa in una prigione nel piano dell'energia negativa. Questo secondo diavolo era anche il progenitore del tiefling ed aveva una figlia diretta (mezza immonda) che quindi era in qualche modo la sorella del tiefling. Questa mezza immonda divenne un nemico che si ripresentò più di una volta ed i PG odiarono profondamente, cosa che mi fece molto piacere, poiché indicava che era venuta come doveva. :D

Comunque, se il portatore della parte basilare e il portatore di una delle due altre parti fossero entrati in contatto fisico, un nuovo essere sarebbe nato, ma i due portatori ne sarebbero stati distrutti, quindi i PG (ed anche il diavolo portatore, dal suo canto) dovevano innanzitutto trovare le varie componenti (sparse per i piani) per creare un apparato magico che permettesse la fusione di due parti dello spirito senza provocare l'annullamento dei due portatori. Il diavolo non osava neanche lontanamente rischiare di avere un contatto con il tiefling, poiché non voleva essere distrutto, inoltre se un portatore fosse morto (per cause diverse dal contatto con un altro portatore) la sua componente dello spirito sarebbe passata a qualcun altro (non sto a spiegare in base a quali criteri, ma alla fine erano criteri che impedivano a chiunque del gruppo dei PG di dire: "io non voglio entrare in questa brutta faccenda, addio", dato che tutti loro rischiavano di essere i prossimi portatori anche andando via). Per questo la spada santa doveva restare imprigionata e non poteva essere distrutta; se lo fosse stata chissà dove se ne sarebbe poi andata la sua parte di spirito. E sempre per questo il diavolo portatore (quello dei maghi rossi) non si arrischiava minimamente ad andare a rischiare di farsi uccidere e perdere la parte maligna di spirito, o peggio ancora, di entrare in contatto con il portatore della parte basilare ed essere annullato. L'altro diavolo (il progenitore del tiefling), invece, era sigillato e personalmente non poteva fare proprio niente. Proprio per essere liberato voleva l'unione (controllata) della parte basilare e quella maligna dello spirito. Ad aiutare sua figlia c'era un terzo diavolo, un Diavolo dei Profondi Baratri (fatto in casa), che era ad un livello di potere assurdo, ma sembrava agire per scopi imperscrutabili e solo quando lo desiderava. Un alleato tanto prezioso quanto infido e pericoloso. Solitamente negli scontri tra i PG e la mezza immonda restava a guardare dal piano etereo ed interveniva solo se la mezza immonda era in difficoltà per portarla via ed evitarle la morte.

In mezzo a tutto ciò, un bel giorno (o meglio notte) i PG durante un viaggio avevano trovato un villaggio in fiamme, attaccato da un giovane drago rosso ed i suoi quasit. Stando ad ascoltare i loro discorsi e ad osservarli, i PG scoprirono che essi avevano distrutto il villaggio in cerca di una neonata. E l'avevano trovata, in effetti. Nel combattimento che seguì, i PG uccisero il drago e quasi tutti i quasit (no, non l'ho sottolineato per il gioco di parole) e presero la bambina, decidendo poi di portarsela alla loro fortezza personale ed allevarla. Dunque la portarono là e poi ripartirono, lasciandola in custodia ai loro alleati. Quando in seguito tornarono ebbero la notizia che subito dopo l'arrivo della bambina era apparsa in cima alla fortezza una grande statua d'angelo con le braccia aperte rivolte al cielo. Sembrava impossibile capire cosa fosse davvero, e i PG decisero di non fare niente al riguardo, prendendola come un buon auspicio.

In seguito i PG liberarono la spada santa, insieme ad altre due potentissime spade maligne intelligenti diverse che erano imprigionate nella stessa fortezza e ad altri prigionieri quali una ninfa mezza celestiale chierica a cui erano state strappate le ali, una strega notturna (innamorata del tiefling... che cuBo :D ), un beholder magi, uno stregone drow (mezzo matto, burlone, e che sfotteva il ranger elfo perché lui -il drow- aveva i capelli più lunghi... inoltre aveva detto ai PG di chiamarsi Strizzt O'Burden :D ) ed un balor. I PG, alla fine, con l'aiuto di un mio PNG riuscirono a scappare con la spada santa, ma lasciarono lì alcuni "danni", ad esempio il balor a piede libero che si era rivoltato contro di loro e le altre due spade, una delle quali aveva tentato di ucciderli tutti (quella parte della prigione fu davvero estremamente gustosa... proprio... come dire... succosa, sia per me che per i giocatori).

Fatto sta che poi questa spada santa (uno spadone a due mani per una cratura di taglia grande, quindi inutilizzabile per i PG, senza contare il pericolo di un contatto tra essa ed il portatore della parte basilare dello spirito) andò a mettersi sopra le mani della statua d'angelo e rimase lì.

Successivamente il Diavolo dei Profondi Baratri tentò un assalto solitario alla fortezza dei PG, ed essi assistettero alla presa di vita della statua d'angelo che a sua volta iniziò a prendere a calci rotanti il diavolo come se fosse un pallone da calcio, finché quest'ultimo non rinunciò e se ne andò. Poi, senza dire niente, l'angelo tornò statua e tutto fu come prima, con tutte le domande ancora senza risposta (anche la spada santa non diceva nulla al riguardo... restava lì sulle mani dell'angelo, e sembrava starci da Dio).

Con tutte le altre varie quest e sottoquest che ci furono in mezzo a tutto ciò, purtroppo la campagna fu interrotta prima che i PG potessero tornare a Waterdeep. Se ci fossero arrivati l'avrebbero trovata in fiamme e rasa al suolo da un grande dragone antichissimo rosso e i suoi figli. Ovvero il padre ed i fratelli di quel giovane drago che era stato ucciso dai PG, ed informato dai quasit fuggiti. Per qualche motivo le divinazioni di tali draghi avevano scovato solo un legame tra i PG e Waterdeep (la loro fortezza non era lì, ma c'erano effettivamente alcuni legami, soprattutto per Aleena Paladinstar che avevo fatto unire al gruppo come mio PG/PNG), e quindi questi, infuriati, avevano scatenato l'inferno e rivolevano la bambina presa dai PG. Che avrà mai avuto 'sta bambina? Questa e tutte le altre risposte nelle puntate che non saranno mai trasmesse. :D

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...

Nella campagna attuale sto tirando fuori una bella trama complicata complicata per i PG.

Per ora non posso scrivere molto, visto che un giocatore frequenta il forum e visto anche che modifico le cose in corso d'opera.

... ma il mio colpo di genio è stato far sì che i PG stessi resuscitassero il meganemico. :lol:

Trattasi di un vampiro antichissimo, nobile incantatore generale dell'antico impero nonché vampiro trasfigurato di Melpheron (campagna nephanda) che, mille anni or sono, conquistò l'intera isola nella quale si svolge la campagna. Venne ucciso, ma non prima di aver trasferito la sua anima in un rubino via giara magica potenziata tramite altri incantesimi (non dico cosa, ma il PNG è uber).

Senonché, i PG vengono prima assoldati per riportare al padre il cadavere del figlio d'un importante mercante locale, quindi inviati a recuperare -per resuscitare lo stesso- il "diamante rosso" custodito nella cripta del vampiro antichissimo di cui sopra, ricordato allora solo come un potente eroe dei tempi passati.

E loro "vuoi dire rubino", e io "no, vi spiegano che è proprio un diamante rosso". Il chierico, convinto dal vescovo locale del suo culto, non indaga oltre.

Recuperano il rubino dalla tomba, custodita da alcuni cultisti di Yordul proprio per evitare che la gemma venisse recuperata, e lo riportano al tipo.

Il vescovo del clero a cui apparteneva il PG (dio LM della guerra, lui era LN e ora si sta avvicinando a un culto NB) si occuperà della resurrezione, coadiuvato dalla sorella del deceduto.

Ma, nel bel mezzo dell'incantesimo, ecco che evade l'emissaria di Tzaanar, assassina del tipo catturata dai PG e rinchiusa nelle celle private sotto il palazzo del nobile mercante. La tipa e i suoi neopartoriti sgherri (bestialità? che emissario migliore della "madre selvaggia"? ^_^) scatenano il caos nel palazzo, e i due PG presenti (il terzo quella sera era uscito con una mezzelfa) vanno a risolvere la situazione, lasciando nella stanza del rituale solo il cadavere del tipo, suo padre, la sorella (trasfigurata di Melpheron) e il vescovo (trasfigurato di Melpheron).

Il momento che il vampiro (Alchibis) stava aspettando è giunto: riversa la sua anima non morta nel cadavere semiresuscitato, e si avventa sulla gola del "padre". Quando i PG rientrano trovano il nobile (Lord Aiok) morto con una ferita di morso alla gola, e il figlio che respira, addormentato; si bevono senza battere ciglio la storia degli altri due, ovvero che un mostro sia entrato e abbia fatto fuori il mercante. Non ispezionano i segni sulla gola, e non si rendono conto dell'inganno.

Il resto è storia.:lol:

Link to comment
Share on other sites

Chi? Io?

Ma se sono un master dall'anima candida e immune da ogni inganno e trama contorta... quasi quanto questo tizio qui.

Moebius.jpg

In effetti, manca la perla migliore: un PG il quale, ottenuto un feudo dal mazzo delle meraviglie, si reca nella città ormai caduta in mano ad Alchibis (il tutto avvenuto mentre il gruppo era lontano, partito per una missione con la benedizione dello stesso Alchibis allora ancora nascosto sotto l'identità del figlio di Lord Aiok) per reclutare, di giorno, sudditi fra gli spaventati abitanti della zona.

Lo contatta invece Alchibis: è interessato al suo feudo, e vuole che il PG gli giuri fedeltà se vuole continuare ad amministrarlo. In caso contrario, lo prenderà con la forza.

Al giocatore non salta neppure in testa l'idea che il suo PG possa rinunciare al feudo per non servire un malvagio di tal risma, per il quale controllare più terra equivale a rendere più prossimo al mondo il suo nephando padrone Melpheron.:lol::banghead:

Link to comment
Share on other sites

Al giocatore non salta neppure in testa l'idea che il suo PG possa rinunciare al feudo per non servire un malvagio di tal risma, per il quale controllare più terra equivale a rendere più prossimo al mondo il suo nephando padrone Melpheron.:lol::banghead:

E non gli era saltato in mente di portare il popolo nel territorio elfico per creare un esercito più vasto o magari stanziarsi da qualche altra parte XD

Link to comment
Share on other sites

La trama più complicata :mmm2:

Direi quella di Bragi lo Scaldo, un personaggio per una futura megacampagna epica (stiamo progettando i personaggi da parecchio tempo), mooolto epica :-D

Cioè, non PP, ma con personaggi veramente epici, soprattutto come idea.

Per questo ho scritto un bg piuttosto complicato... e penso che sia il migliore che abbia mai scritto. Se qualcuno ha pazienza linko il pdf XD

Nel caso non capiste qualcosa... suppongo sia normale. E' che c'é qualche riferimento (ma non troppi) alle mie campagne passate...

Fatemi sapere :bye:

PDFOnlineBS.pdf

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Similar Content

    • By Aldo1313
      Ciao a tutti cerco party per D&D 3.5 zona Verona e limitrofe !!! 
    • By Alonewolf87
      Cerco 2/3 giocatori per il mio PbF Nuove Reclute. Livello 4, regolamento 3.5, manuali concessi tutti di base (ma con eventuali singole limitazioni ad esempio no difetti da Arcani Rivelati). Al momento sono rimasti 2 giocatori (con un umano barbaro/paladino della libertà e un nano ranger con cane da galoppo come compagno animale).
      Il gruppo (appartenente ad un ordine di persone dedite ad aiutare la povera gente) è sulle tracce di un paio di necromanti/contrabbandieri di componenti derivanti da bestie e creature magiche. Dopo aver investigato sui loro traffici in una città li hanno stanati e sono ora in fuga.
      Se avete domande o curiosità sul PbF chiedete pure.
       
    • By Comicshunter
      Buongiorno a tutti,
      Come si evince dal titolo sono un nuovo iscritto, ma semplicemente perchè non trovo più le credenziali del vecchio account.
      Sono qui perché vorrei tornare a giocare e far giocare un po'.
      Quindi cerco qualche giocatore per far partire una nuova campagna qui sul forum.
      sarà una campagna 3.5 ambientata nel forgotten.
      Livello 8 di partenza.
      Manuali concessi:
      quelli base più i vari perfetti (avventuriero, sacerdote, arcanista ecc..)
      quando vi proponete, provate a pensare a un ipotetico personaggio, entro fine settimana verrà stabilito il gruppo di partenza.
      per qualsiasi altra domanda, sono a disposizione.
      Non fatevi ingannare dai pochi messaggi che ho postato, purtroppo il mio vecchio account è andato perso.
      Vi aspetto
    • By supremenerd88
      Ciao a tutti!
      Qualcuno di voi che gioca su Roll20 come ha risolto la questione di come gestire le varie forme selvatiche del druido? La soluzione di creare una scheda per ogni forma selvatica mi sembra improponibile (finchè si è sotto la decina è anche proponibile ma poi?)
      Grazie di cuore.
    • By MadLuke
      Ciao,
      sono il master della campagna D&D 3.5 Il destino dei guerrieri già avviata con ambientazione artigianale ispirata a Gengis Khan e alla Mongolia del XII sec. I personaggi sono tutti barbari (nel senso culturale del termine) appartenenti a una tribù di nomadi.
      Sono ammesse tutte le classi e varianti di qualunque pubblicazione ufficiale WotC (del ToB solo il Warblade però) ma non esistono gli incantesimi, per cui di fatto tutte le classi incantatrici non sono giocabili (ma ci sono PnG druidi e sciamani) mentre abbondano barbari (in senso regolistico), guerrieri, ranger, ladri selvaggi, ecc.
      Nella campagna sono in uso le regole opzionali descritte in Unearthed Arcane: Punti Riserva, Armature con riduzione del danno e Punti danno.
      Infine: chi volesse unirsi alla campagna deve avere ben chiaro che per me il PbF non consiste semplicemente nel mettere per iscritto le frasi che si sarebbero dette se si fosse giocato normalmente al tavolo, bensì richiede la volontà (nonché il tempo e anche la capacità) di partecipare alla stesura di un "romanzo", un romanzo senza dubbio dilettantistico, ma pur sempre un romanzo, perciò nei post ci saranno non solo le mere azioni meccaniche dei personaggi bensì descrizione dei luoghi, le atmosfere, gli stati d'animo e le suggestioni che ne possono derivare.
      Per chi ha parimenti voglia di giocare a D&D così come di scrivere, questa è la campagna giusta, diversamente non si può fare parte del gruppo.
      Essendo rimasti solo 3 PG sto cercando almeno un paio di nuovi giocatori, chi volesse proporsi dovrà giocare solo poche settimane con un personaggio elfo selvaggio già mezzo creato (l'altra metà si può personalizzare), così da consentire la conoscenza reciproca tra tutti i giocatori e poi potrà creare un personaggio interamente proprio per contribuire liberamente alla campagna.
      Ciao, MadLuke.
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.