Jump to content

Dark Sun è problematico...


aza

1,085 views

Apprendo solo ora da EnWorld quanto segue:

In un'intervista con lo YouTuber "Bob the Worldbuilder", Kyle Brink della WotC ha spiegato perché la classica ambientazione Dark Sun non ha ancora visto la luce nell'era di D&D 5E.
 

Sarò sincero: l'ambientazione di Dark Sun è problematica sotto molti aspetti. E questo è il motivo principale per cui non ci siamo tornati. Sappiamo che ha un enorme seguito di fan e che oggi abbiamo standard che rendono straordinariamente difficile essere fedeli al materiale di partenza e rispettare i nostri standard etici e di inclusione... Sappiamo che c'è amore là fuori e che ci piacerebbe rendere felici quelle persone, ma dobbiamo anche essere responsabili.

La clip completa la trovate qui.

Onestamente non capisco dove stia il problema, penso la questione della schiavitù, o il cambiamento climatico o non so che altro. Ma molto meglio così. Preferisco non vederlo mai più ripubblicato piuttosto che vedere una versione completamente snaturata.

 

 

7 Comments


Recommended Comments

Dark Sun è problematico perchè è un mondo brutto e sporco, una distopia dove non vi è la possibilità di salvezza se non in effimeri atti eroici di pochi eroi, che dovranno comunque scendere a patti con una realtà spietata e terribile. 

Ogni singola ambientazione inedita della 5ed descrive mondi felici e colorati: selve fatate dove il cibo cresce rigoglioso e la magia, pura e meravigliosa, permea ogni cosa. O ancora, città multietniche dove un coacervo di stirpi diverse convive armoniosamente sotto l'egida protettiva di un cristallo magico. 

Il futuro prossimo di D&D è questo: mondi fantastici felici e colorati, dove mostri e sporcizia vivono rintanati nelle tenebre, non sotto la luce del sole. Dove il giusto governa e trionfa e il male, al massimo, trama nell'ombra, e non un mondo dove "il male" ha trionfato. 

Dark Sun, più che problematica, a me sembra incompatibile con l'attuale "atmosfera" che la Woct vuole dare alle sue ambientazioni.

Giusto? Sbagliato? Mah, un po' stucchevole secondo me.

  • Like 3
Link to comment

Sarò sincero: meglio così, vista la bassa qualità dei manuali di Spelljammer (non tanto per la questione di morale, allineamento e SJ ma proprio per il contenuto scarsino).

 

  • Like 2
Link to comment

Se le premesse sono queste, non avendo il materiale della 5 edizione sotto mano, non oso immaginare che cosa abbia fatto la WoC con Ravenloaft, ambientazione anche quella non proprio da My Little Pony!

Link to comment

La tendenza ad annacquare le ambientazioni più gritty e dark è da un lato una soluzione a una possibile problematica d’immagine per la WotC e i suoi azionisti, spaventati da una possibile resurrezione della “fobia demoniaca” degli anni 80 proprio ora che il gioco è diventato un cash cow invidiabile.

Dall’altro è un’opportunità per tutti gli altri editori, che ora possono utilizzare il regolamento senza paura che venga ritirato, e possono affrontare le tematiche più oscure senza problemi. 
 

Ah, la versione 4e di Dark Sun era molto buona, e si trova in giro a 5€…

Link to comment
5 ore fa, Dracomilan ha scritto:

La tendenza ad annacquare le ambientazioni più gritty e dark è da un lato una soluzione a una possibile problematica d’immagine per la WotC e i suoi azionisti, spaventati da una possibile resurrezione della “fobia demoniaca” degli anni 80 proprio ora che il gioco è diventato un cash cow invidiabile.

Dall’altro è un’opportunità per tutti gli altri editori, che ora possono utilizzare il regolamento senza paura che venga ritirato, e possono affrontare le tematiche più oscure senza problemi. 
 

Ah, la versione 4e di Dark Sun era molto buona, e si trova in giro a 5€…

La cosa che mi dispiace non è tanto che alla WoC gli siano cascati gli attributi per terra, ma che di mezzo ci vadano quelle ambientazioni storiche che hanno fatto la storia di D&D! Sotto questo punto di vista la WOC dovrebbe usare la GW come esempio! 

  • Like 1
Link to comment

Dark sun è "problematico" per N motivi secondo me, dal punto di vista della visione attuale della WOTC.

L'ambientazione è profondamente strutturata su preconcetti razzisti, classisti, dittatoriali, autoritari, con schiavismo e violenza. Questo crea problemi alla WOTC perchè è difficile essere inclusivi scrivendo che "i Mul sono una razza nata dall'incrocio di nani ed umani esclusivamente per essere utilizzati come schiavi". Una intera razza di schiavi. Inoltre ho letto da qualche parte (ma non ricordo dove) che c'è il problema che un PG potrebbe decidere di possedere schiavi o addirittura altri PG se questi dovessero diventare schiavi (possibilità tutt'altro che improbabile, sopratutto a bassi livelli).

Attualmente con tutte le razze "livellate" non solo sulle caratteristiche fisiche ma anche dal punto di vista della cultura di base (non esistono società cattive e quindi razze con la maggioranza di soggetti cattivi) questa questione diventa difficile per la WOTC da gestire, secondo me solo per il fatto che temono un contraccolpo social.

Personalmente trovo ridicola questa impostazione visto che lo scopo dell'ambientazione è proprio mettere i PG in condizione di combattere discriminazioni e disuguaglianze in modo ben più chiaro e aperto che nelle altre, senza dover scomodare necessariamente il concetto di "male".

Insomma la posizione non ha senso, ma come è stato detto qua nel forum diverso tempo fa, era prevedibile. Meglio evitare problemi e pubblicare roba all'acqua di rose per non finire nelle shitstorm. Detto ciò questa impostazione magari piace ai nuovi giocatori, ma decisamente non a me. Vabbè che tanto avevo già deciso di non comprare più nulla dopo la questione della localizzazione, ma non fanno altro che confermare questa scelta. 

  • Like 1
Link to comment
12 ore fa, Lord Danarc ha scritto:

Dark sun è "problematico" per N motivi secondo me, dal punto di vista della visione attuale della WOTC.

L'ambientazione è profondamente strutturata su preconcetti razzisti, classisti, dittatoriali, autoritari, con schiavismo e violenza. Questo crea problemi alla WOTC perchè è difficile essere inclusivi scrivendo che "i Mul sono una razza nata dall'incrocio di nani ed umani esclusivamente per essere utilizzati come schiavi". Una intera razza di schiavi. Inoltre ho letto da qualche parte (ma non ricordo dove) che c'è il problema che un PG potrebbe decidere di possedere schiavi o addirittura altri PG se questi dovessero diventare schiavi (possibilità tutt'altro che improbabile, sopratutto a bassi livelli).

Attualmente con tutte le razze "livellate" non solo sulle caratteristiche fisiche ma anche dal punto di vista della cultura di base (non esistono società cattive e quindi razze con la maggioranza di soggetti cattivi) questa questione diventa difficile per la WOTC da gestire, secondo me solo per il fatto che temono un contraccolpo social.

Personalmente trovo ridicola questa impostazione visto che lo scopo dell'ambientazione è proprio mettere i PG in condizione di combattere discriminazioni e disuguaglianze in modo ben più chiaro e aperto che nelle altre, senza dover scomodare necessariamente il concetto di "male".

Insomma la posizione non ha senso, ma come è stato detto qua nel forum diverso tempo fa, era prevedibile. Meglio evitare problemi e pubblicare roba all'acqua di rose per non finire nelle shitstorm. Detto ciò questa impostazione magari piace ai nuovi giocatori, ma decisamente non a me. Vabbè che tanto avevo già deciso di non comprare più nulla dopo la questione della localizzazione, ma non fanno altro che confermare questa scelta. 

Chissà se prima o poi alla WoC gli verrà in mente che forse fare ambientazioni simil fotocopia in stile My Little Pony alla lunga potrebbe stufare i giocatori!

Link to comment

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...