Jump to content

MetalFace01

Members
  • Content Count

    15
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

1 Coboldo

About MetalFace01

  • Rank
    Studioso
  • Birthday 11/14/2001

Profile Information

  • Gender
    Maschio
  • Location
    Torino
  • Occupazione
    Studente

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Questo sì, sfruttare l'ambiente a proprio vantaggio è una cosa che faccio fare assolutamente (tipo, i pg stavano combattendo nella stiva di una nave, c'erano dei barili di esplosivo e ho perfettamente permesso che i giocatori sfruttarssero attacchi di fuoco per farli esplodere), però se qualcosa è davvero impossibile come scavareun buco nel soffitto di una grotta alta 20 volte te non è possibile. Qui mi sono espresso male: aveva provato a fare amicizia con un lupo, addestrandolo, e questo lupo, grazie ad un paio di tiri di dado molto alti, aveva iniziato a seguirlo. Non seguiamo al 100% le regole perché essendo tutti alla prima partita vorrei evitare un gioco troppo pesante. Quindi adesso è meglio inserire una parte di "espiazione" tipo una missione per un'intera sessione al termine della quale lui riprende il suo corpo e potere originale? Ovviamente parlando con il giocatore del come ruolare. Grazie dei consigl, comunque!
  2. Avrei bisogno di un aiuto su come gestire dei giocatori. Come ho detto sopra (qualche mese fa) sono un master alla prima partita, con giocatori tutti alla prima partita. Ho diviso il mio gruppo di amici (10 in totale) in due gruppi più piccoli dopo poche sessioni perché non riuscivo a gestire dieci giocatori insieme. Dunque, in ognuno dei due gruppi c'è un giocatore che dà problemi mentre si gioca. Parto dal più fastidioso: è un ragazzino di 14 anni che interpreta un nano barbaro (e ho dovuto obbligarlo a cambiare classe perché andava troppo fuori allineamento con la classe precedente). Per comodità chiamiamolo G. In pratica il personaggio dovrebbe essere rissoso e ubriaco ogni volta che ne ha possibilità (che è già di per sè fastidioso, seppur accettabile), tuttavia è in pratica una scusa per scegliere ogni volta l'opzione più stupida tra quelle pensabili, che sia parlando con i PNG, creando in pratica una situazione di stallo in cui i personaggi a meno che non lo addormentino o tengano a bada non possono fare nulla (il giocatore si intromette nelle conversazioni ogni due per tre e fa quasi solo metagame), mentre sceglie sempre la peggior opzione in combattimento. Ad esempio, il gruppo combatte contro il boss non morto in una caverna di pietra 20 metri sotto terra. G: "Se il boss venisse investito dalla luce morirebbe, perché è un non morto, vero?" Io: "Beh, in teoria, sì..." G: "SCAVO UN BUCO NEL SOFFITTO PER FAR ENTRARE LA LUCE." Tutti i giocatori: "È impossibile. È fisicamente impossibile" G: "Se faccio 20 è sicuro che io ce la faccia, quindi provo" (ovviamente non ha fatto 20). Oppure, contro un altro boss, il personaggio di G è a pochi Punti Ferita. G: "Se faccio un riposo lungo recupero tutti i Punti Ferita giusto?" Io: "Sì, ma..." G: "Il mio pg si sdraia e si addormenta. Così torno al massimo di PF." Spero si capisca il tipo di giocatore. Passiamo al giocatore dell'altro gruppo, lo chiamerò O. Dovrebbe interpretare un Druido Legale Buono. Questo accadde quando il PG era a livello 1. Il party incontra un unicorno. O: "Raga un Unicorno! ACCOPPIAMOLO!" Segue un discorso e dibattito da 20 minuti sull'uccidere un unicorno per guadagnare punti esperienza. Quindi gli faccio notare Classe, Allineamento e livello del suo PG. La risposta: "Ma io voglio arrivare a livello 18 ed essere Arcidruido!". Poi, più avanti, ottenendo un famiglio, lo lascia alla locanda. E lo dimentica lì, con un "vabbé, chi se ne frega.". Quindi io, non so se a ragione o a torto, ho fatto sì che il suo PG fosse posto davanti alla scelta di essere trasformato dal Dio che lo proteggeva in un animale o di perdere i poteri a tempo indeterminato a causa dei suoi "peccati" contro la natura. Sceglie l'animale. Qualche giorno dopo parlo con la sua ragazza, che mi dice che O non l'ha presa benissimo. Avevo parlato prima della sessione con O riguardo il suo ruolare, ed aveva chiuso il discorso ancora prima di incominciarlo con "Oh, quanto sei noioso, giochiamo e basta!" Con entrambi i giocatori ho provato a parlare più e più volte ma non so come risolvere, perché, a quanto pare, a loro va bene giocare così. Sbaglio io nel masterare, pretendendo dai giocatori un po' di serietà? Oppure come posso risolvere? Grazie per l'aiuto.
  3. Non ho capito bene come funziona la reazione nel combattimento. A quanto ho capito ho un'azione bonus fuori dal turno, a patto che io non sia coinvolto nell'azione che sta accadendo: se vengo attaccato e colpito non posso usare la reazione, giusto? Ma se vengo attaccato e l'attacco non mi fa danno, posso fare un attacco sfruttando la reazione? Che altro posso fare con la reazione? Oppure ho capito male io il funzionamento della meccanica?
  4. Come da titolo, sto cercando di creare una classe incentrata sul costruire ed usare in battaglia dei robot o, più in generale, dei macchinari. Ad esempio, pensavo che gli archrtipi potessero essere uno incentrato sul costruire armi ed armature "robotiche", uno sul costruire dei robot da usare come dei "famigli" ed uno magari sulla costruzione e sull'uso di macchinari più grandi, come piccole navi/aeronavi o grossi mezzi da combattimento. Ovviamente l'ambientazione per cui la pensavo è un'ambientazione steampunk. Inoltre, a parte quanto spiegato pag. 267/268 della guida del DM, ci sono altri regilamenti per quanto riguarda le armi da fuoco? Grazie dei consigli!
  5. Sono alla prima partita che gioco, così come i miei giocatori, che sono miei amici. Ho deciso di fare il master, ma durante l'ultima sessione mi sono trovato di fronte ad un problema che non pensavo di avere: avevo tirato troppi nemici contro i PG. Ho quindi trovato una scusa per uccidere una parte di quei nemici e ho reso lo scontro forse troppo facile. I giocatori hanno pensato che fosse tutto "programnato". Quindi mi è sorto il dubbio: ho fatto la cosa giusta? Avrei dovuto lasciare che i pg venissero devatati dai nemici oppure ho fatto bene a facilitare lo scontro?
  6. Grazie per i consigli, non ho molto tempo ma provo a creare qualcosa da zero, sarebbe sensato un Coboldo più grosso e resistente che faccia da "prima linea" contro i pg?
  7. Nella partita che sto masterando i giocatori hanno raggiunto un'area in cui hanno subito un'imboscata da un gruppo di Coboldi. La mia idea era quella di far affrontare più Coboldi man mano che vanno avanti su quella strada, fino a scoprire che la città che dovevano raggiungere è attualmente invasa da un esercito di Coboldi, che sta combattendo contro gli abitanti della città stessa. Il problema è che sul manuale dei mostri sono riportate le statistiche solo dei Coboldi Semplici e Alati. Come posso rendere meno monotono e più divertente da affrontare questo esercito di Coboldi? Pensavo a dare ad alcuni di essi attacchi magici e cose del genere, ma non ne sono molto convinto. Tutto il party che dovrà affrontarli è di livello 1/2. Grazie per l'aiuto!
  8. Q1097 (scusate se rompo le scatole con varie domande) "Un azione" come tempo di lancio per un incantesimo permette di lanciare l'incantesimo in un solo turno oppure obbliga a "caricare" per un turno l'incantesimo? Q1098 Quando un personaggio si fa potenziare un'arma da un fabbro, cosa viene potenziato di questa: il dado dei danni, il bonus al tiro per colpire oppure si fa tipo "1d4+1" al posto di 1d4". O è sempre a discrezione del DM?
  9. Q1093 Esiste un manuale ufficiale che riguardi solo gli oggetti? Se esiste, è stato tradotto in italiano?
  10. Innanzitutto, spero che questa sia la sezione giusta. In caso contrario, dove va postata questa discussione? Dunque: nei manuali del giocatore (pag. 293 e seguenti) e del dungeon master ( pag. da 10 a 13) vengono fatti vari esempi di divinità e di pantheon, ma dove posso trovare informazioni più precise sulle divinità singole? Grazie per le risposte.
  11. Q 1074 Non ho ben capito come funziona la sintonia con gli oggetti magici. Il PG deve usare l'oggetto in questione per un po' di tempo? Deve compiere dei rituali? C'è un massimo di oggetti con cui si può entare in sintonia? Grazie delle risposte, chiedo scusa in anticipo se le risposte erano contenute già nei manuali e non ho letto con attenzione.
  12. Ciao ha tutti, ho bisogno di un consiglio. Io e parecchi amici abbiamo iniziato a giocare di ruolo insieme e io faccio il DM. Ora, dopo un paio di sessioni ho capito che i giocatori erano troppi e li ho divisi in due gruppi, così facendo però uno dei due gruppi ha iniziato ad andare avanti con la sua trama e l'altro invece non si è mai incontrato per giocare. Quindi, come faccio ad aggiustare la situazione? Non vorrei che i due gruppi si intralciassero a vicenda nella trama, che attualmente richiede loro di trovare degli artefatti che permettano di aprire una via segreta per un luogo, cercando ad esempio di ottenere lo stesso artefatto, e non vorrei nemmeno che uno dei due gruppi debba ad un certo punto fermarsi perché è troppo avanti con la trama rispetto all'altro. Avreste dei consigli?
  13. MetalFace01

    Ciao

    Grazie! Vado subito a leggerle.
  14. Ok, grazie! Avevo paura che fosse vincolante anche per gli Asimaar, perciò ho chiesto.
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.