Jump to content

I draghi, che tristezza


Dusdan

Recommended Posts


  • Replies 36
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Hanno qualche poterino e basta, come gli altri mostri solitari...

Alcuni sono carini, ma non sono neanche lontanamente paragonabili ai vecchi draghi incantatori come versatilità...

La cosa interessante è la loro caratterizzazione in combattimento, invece, con poteri più legati al loro modo di combattere e al loro elemento...

Link to comment
Share on other sites

Ma scusate....non avevano detto che con questa edizione i draghi sarebbero tornati ad essere i padroni incontrastati, che sarebbero stati strapotenti per rimarcare e tornare finalmente a che essi fossero molto più difficili da abbattere che non nella 3.x?

Link to comment
Share on other sites

Ma scusate....non avevano detto che con questa edizione i draghi sarebbero tornati ad essere i padroni incontrastati, che sarebbero stati strapotenti per rimarcare e tornare finalmente a che essi fossero molto più difficili da abbattere che non nella 3.x?
magari saranno anche strapotenti (e a vedere le stat del grande wyrm rosso mi pare pure troppo), ma si limitano a picchiare come fabbri.
Link to comment
Share on other sites

Hanno tanti PF Merin, forse è così che intendevano farli durare di più, anche perchè i PG tendono a fare in media molti meno danni rispetto alla 3.5...

E' la prima cosa che mi è venuta in mente....ma se è così è solo una questione di tempo non di potenza intrinseca del drago. Se come master decido di creare un sasso senziente con 2000 PF....ho creato una creatura più forte di un drago? Il gioco diventa allora Dungeons & Intelligent Stones? :lol:

Non ho ancora visto i poteri dei draghi di questa edizione ma se non hanno vedere invisibilità e teletrasporto, un paio di maghi o un gruppetto di loro, volando ed invisibili, fanno fuori il drago senza problemi. Immagino e spero che non sia così ;-)

Link to comment
Share on other sites

E' la prima cosa che mi è venuta in mente....ma se è così è solo una questione di tempo non di potenza intrinseca del drago. Se come master decido di creare un sasso senziente con 2000 PF....ho creato una creatura più forte di un drago? Il gioco diventa allora Dungeons & Intelligent Stones? :lol:

Non ho ancora visto i poteri dei draghi di questa edizione ma se non hanno vedere invisibilità e teletrasporto, un paio di maghi o un gruppetto di loro, volando ed invisibili, fanno fuori il drago senza problemi. Immagino e spero che non sia così ;-)

sei troppo tattico: adesso gli scontri sono cosi`: "Orcs? Yuzzaahh!! We attack!!!" (e chi vuole capire capisca).
Link to comment
Share on other sites

  • Administrators

sei troppo tattico: adesso gli scontri sono cosi`: "Orcs? Yuzzaahh!! We attack!!!" (e chi vuole capire capisca).

Eh no... proprio no.

Gli scontri sono molto piu' tattici ora che nelle precedenti edizioni. Provare per credere...

E detto questo chiudo.

Link to comment
Share on other sites

dicevo. manuale alla mano, un grande wyrm rosso, livello 30, ha:

- attacco morso

- attacco artiglio

- attacco doppio artiglio

- colpo di coda

- immola nemico

- soffio

- soffio da insanguinato

- presenza paurosa

togliendo i doppioni c'e` attacco/coda/soffio e basta.

ma la cosa che mi colpisce e` che non c'e` nulla che possa essere usato fuori dal combattimento.

i draghi sono sempre state creature quasi onnipotenti, cosi` sono picchiatori.

Link to comment
Share on other sites

Beh, hanno un'intelligenza molto alta, io qualche rituale glielo concederei in veste di master. Il fatto che non sia indicato non vuol dire che non possano conoscerne.

D'altra parte non è scritto che sono grandi accumulatori di tesori? Non è detto che si tratti solo di monete, ma anche tomi e pergamene.

Allargando il discorso a tutti i mostri, io sconsiglio (da sempre, non solo in 4ed) di prendere alla lettera le indicazioni del manuale. Io solitamente prendo le stats come un punto di partenza, ma ciascuna creatura è più che logico che abbia anche altre risorse, se è intelligente.

Link to comment
Share on other sites

Beh, hanno un'intelligenza molto alta, io qualche rituale glielo concederei in veste di master. Il fatto che non sia indicato non vuol dire che non possano conoscerne.

D'altra parte non è scritto che sono grandi accumulatori di tesori? Non è detto che si tratti solo di monete, ma anche tomi e pergamene.

non mi pare abbiano il talento, ma non ci giurerei

Allargando il discorso a tutti i mostri, io sconsiglio (da sempre, non solo in 4ed) di prendere alla lettera le indicazioni del manuale. Io solitamente prendo le stats come un punto di partenza, ma ciascuna creatura è più che logico che abbia anche altre risorse, se è intelligente.
cosi` finiamo nelle home rules. manuali alla mano sono creature con le stat alte che hanno tanti HP e fanno tanto male.
Link to comment
Share on other sites

  • Administrators

dicevo. manuale alla mano, un grande wyrm rosso, livello 30, ha:

- attacco morso

- attacco artiglio

- attacco doppio artiglio

- colpo di coda

- immola nemico

- soffio

- soffio da insanguinato

- presenza paurosa

togliendo i doppioni c'e` attacco/coda/soffio e basta.

ma la cosa che mi colpisce e` che non c'e` nulla che possa essere usato fuori dal combattimento.

i draghi sono sempre state creature quasi onnipotenti, cosi` sono picchiatori.

Su non esageriamo... non mi venire a dire che in 3.x o ed. precedenti sono "quasi onnipotenti" perchè hanno una manciata di incantesimi... la mortalirà di un drago si è sempre misurata nel corpo a corpo e certo non negli incantesimi che poteva usare.

Come già detto in questa edizione (come nelle precedenti alla 3) i mostri SONO mostri e hanno le statistiche che servono nel combattimento.

Quindi niente skill, niente talenti, niente "reciprocità".

Poi dato che il master fa quello che vuole, se voglio dare la skill "arcana" a un drago la do indipendentemente da quello che ho sul manuale... oppure aspetto...

http://www.wizards.com/default.asp?x=products/dndacc/217887200

Link to comment
Share on other sites

Su non esageriamo... non mi venire a dire che in 3.x o ed. precedenti sono "quasi onnipotenti" perchè hanno una manciata di incantesimi... la mortalirà di un drago si è sempre misurata nel corpo a corpo e certo non negli incantesimi che poteva usare.
uno stregone di ventesimo con domini da chierico non mi sembra proprio una manciata di incantesimi (parliamo sempre di grandi wyrm)

Come già detto in questa edizione (come nelle precedenti alla 3) i mostri SONO mostri e hanno le statistiche che servono nel combattimento.

Quindi niente skill, niente talenti, niente "reciprocità".

ok. non mi piace.

Poi dato che il master fa quello che vuole, se voglio dare la skill "arcana" a un drago la do indipendentemente da quello che ho sul manuale... oppure aspetto...

http://www.wizards.com/default.asp?x=products/dndacc/217887200

a parte che "home rule" non e` una risposta, se uno deve prendersi 20 manuali per fare quello che prima poteva fare con 3 siamo a posto.
Link to comment
Share on other sites

Onestamente quando un drago fa un incantesimo commette un errore madornale (nella 3.5) perchè fa mooooolti più danni combattendo normalmente con tutto quel popo' di attacchi.

Inoltre, con la 4ed hanno promesso che i draghi sarebbero diventati i padroni incontrastati--->il drago rosso antico è il mostro più forte del gioco, è di livello 30 quindi è possibile sconfiggerlo solo ai massimi livelli.

Onestamente io ho sempre ritenuto gli incantesimi del drago assai pleonastici... se non per quelli di utilità, che comunque fanno perdere (ripeto) preziosi attacchi completi. Molto meglio uno che spacca alla grande, e che per abbatterlo non usi manfrine come in 3.5 (dove un drago ai massimi livelli aveva 700 pf circa, praticamente 2 turni e un gruppo da 4 lo buttava giù), ma devi andarci giù pesante di mazzate.

Il drago si ammazza dopo ore di combattimento straziante (anche se nemmeno in questa durerà ore, ma almeno ci avviciniamo ad un tempo un po' realistico), non dopo 12 secondi! Non dimentichiamoci che può riprendere il fiato 3 volte per combattimento... mica male! è come se avesse 2000 pf---- con i pg che al massimo fanno 100-150 danni al turno e non all'attacco...

E poi io questa storia dei draghi così "umanoidi" con gli incantesimi, l'intelligenza elevatissima, la estrema differenza di carattere in base al colore... non mi sono mai piaciute! Il drago è il drago: è l'emblema della forza, della prestanza, e spesso del terrore. E' un essere che sbrana, acuto, ferale in combattimento, mentre fuori deve essere diverso rispetto ad un umanoide... deve avere un modo di pensare differente. Non dico che debba essere un bunga bunga assetato di sangue, bensì una creatura leggendaria, che nella sua vita ha incontrato di tutto e si è imposto vincitore in ogni caso. Questo è un drago. Non un simil-gatto che gioca a scacchi nelle sembianze di un uomo baffuto, o che è spiritoso, e ha la verve di un giullare. Non scherziamo, il drago deve essere una creatura distante dalla concezione delle altre razze, anni luce, sia nel modo di vedere il mondo, sia nella conversazione, sia nei rapporti con gli altri.

Insomma, boccio il drago 3.5 e viva il drago 4!

Link to comment
Share on other sites

non mi pare abbiano il talento, ma non ci giurerei

cosi` finiamo nelle home rules. manuali alla mano sono creature con le stat alte che hanno tanti HP e fanno tanto male.

Non so se abbiano il talento, ma non m'importa.

Il dargo che ho listato è lì per come si comporta in fase di combattimento, e a quello serve la statistica del manuale. Per tutto quello che sta al di fuori (e quindi i rituali) si sono io, master.

Se la creatura è intelligente, allora avrà un carattere, e senza dubbio ci saranno draghi che si preoccuperanno di imparare rituali per difendere il loro nido quando loro sono in caccia, o ne conosceranno altri per difendere la prole.

Tieni presente che non si tratta di poteri di combattimento, ma solo di precauzioni quali barriere o zone particolari: una creatura saggia ed antica non vedo perchè non dovrebbe possederne.

Non ho il manuale sotto mano, ma credo che nemmeno i maghi umani o i drow sacerdoti listati abbiano i rituali segnati sulle stats, ma naturalmente disporranno di almeno un paio di formule. E non è una HR, non vado a cambiare nulla del mostro originario, uso solo alcuni dei suoi tratti (nel caso particolare, l'intelligenza e la saggezza).

Link to comment
Share on other sites

Onestamente quando un drago fa un incantesimo commette un errore madornale (nella 3.5) perchè fa mooooolti più danni combattendo normalmente con tutto quel popo' di attacchi.
se la guardi dal punto di vista danno si`, ma un "mass dominate person" o un "mass hold monster" non mi sembrano cosi` inutili.

Onestamente io ho sempre ritenuto gli incantesimi del drago assai pleonastici... se non per quelli di utilità, che comunque fanno perdere (ripeto) preziosi attacchi completi. Molto meglio uno che spacca alla grande, e che per abbatterlo non usi manfrine come in 3.5 (dove un drago ai massimi livelli aveva 700 pf circa, praticamente 2 turni e un gruppo da 4 lo buttava giù), ma devi andarci giù pesante di mazzate.
non so dove hai visto un gruppo che riesce a fare 700hp ad una bestia con AC piu` di 40 (50 con qualche incantesimo) in due turni.

Il drago si ammazza dopo ore di combattimento straziante (anche se nemmeno in questa durerà ore, ma almeno ci avviciniamo ad un tempo un po' realistico), non dopo 12 secondi! Non dimentichiamoci che può riprendere il fiato 3 volte per combattimento... mica male! è come se avesse 2000 pf---- con i pg che al massimo fanno 100-150 danni al turno e non all'attacco...
ok, come in NWN

E poi io questa storia dei draghi così "umanoidi" con gli incantesimi, l'intelligenza elevatissima, la estrema differenza di carattere in base al colore... non mi sono mai piaciute! Il drago è il drago: è l'emblema della forza, della prestanza, e spesso del terrore. E' un essere che sbrana, acuto, ferale in combattimento, mentre fuori deve essere diverso rispetto ad un umanoide... deve avere un modo di pensare differente. Non dico che debba essere un bunga bunga assetato di sangue, bensì una creatura leggendaria, che nella sua vita ha incontrato di tutto e si è imposto vincitore in ogni caso. Questo è un drago. Non un simil-gatto che gioca a scacchi nelle sembianze di un uomo baffuto, o che è spiritoso, e ha la verve di un giullare. Non scherziamo, il drago deve essere una creatura distante dalla concezione delle altre razze, anni luce, sia nel modo di vedere il mondo, sia nella conversazione, sia nei rapporti con gli altri.
e questo cosa c'entra col fatto che non lancia incantesimi?

Insomma, boccio il drago 3.5 e viva il drago 4!
deja vu

Non so se abbiano il talento, ma non m'importa.

Il dargo che ho listato è lì per come si comporta in fase di combattimento, e a quello serve la statistica del manuale. Per tutto quello che sta al di fuori (e quindi i rituali) si sono io, master.

Se la creatura è intelligente, allora avrà un carattere, e senza dubbio ci saranno draghi che si preoccuperanno di imparare rituali per difendere il loro nido quando loro sono in caccia, o ne conosceranno altri per difendere la prole.

Tieni presente che non si tratta di poteri di combattimento, ma solo di precauzioni quali barriere o zone particolari: una creatura saggia ed antica non vedo perchè non dovrebbe possederne.

Non ho il manuale sotto mano, ma credo che nemmeno i maghi umani o i drow sacerdoti listati abbiano i rituali segnati sulle stats, ma naturalmente disporranno di almeno un paio di formule. E non è una HR, non vado a cambiare nulla del mostro originario, uso solo alcuni dei suoi tratti (nel caso particolare, l'intelligenza e la saggezza).

e` una HR, perche` gli dai un talento che non ha, e da nessuna parte e` citato che puo` averlo. niente di male, eh, pero` stai modificando il drago 4E per avvicinarlo a quello 3.x
Link to comment
Share on other sites

Tu ragioni ancora come se i mostri e i pg fossero da trattare allo stesso modo e sbagli, che ti piaccia o no

Lì ci sono le statistiche da COMBATTIMENTO.

I rituali sono da combattimento? NO

Non ci sono tutte le abilità e i talenti in possesso delle creature. Perchè? Probabilmente perchè non ci stavano e hanno valutato che per gli usi effettivi che se ne sarebbero fatti non ne valeva la pena di togliere un terzo dei mostri per scrivere qualcosa in più sugli altri

se uno deve prendersi 20 manuali per fare quello che prima poteva fare con 3 siamo a posto.

Se nei 3 manuali base si perdessero in chiacchiere dilungandosi inutilmente chessò, in descrizioni, quando ci sono tante altre cose da dire ti darei ragione, ma sinceramente non so dove avrebbero potuto risparmiare spazio sui manuali per aggiungere una tale mole di informazioni di cui raramente se ne fa uso. Non mi sembra strano nè stupido che nei manuali BASE ci siano le informazioni di cui si fa largo uso e che sono indispensabili per l'avventura mentre le informazioni che vengono usate più raramente (che rituali conoscono i draghi? ma andiamo... quelli che servono al Master, non vedo che bisogno ci sia di dirlo) vengano relegate nei sucessivi manuali

Link to comment
Share on other sites

Sono d'accordo con il buon Dusdan . Preferisco di gran lunga i draghi incantatori della 3.5 che i bulli della 4° .

Gli incantesimi danno una nota di imprevedibilità . Se un drago , a parte camionate di danni , si affida solo al soffio , basta che in qualche maniera si riparino contro i danni da soffio e il drago è bello che spacciato .

Link to comment
Share on other sites

Guest
This topic is now closed to further replies.
×
×
  • Create New...