Jump to content

Cerco giocatori per una gilda


Recommended Posts


33 minuti fa, Arcanomistero21 ha scritto:

A me va benissimo quello che hai proposto

 

Facciamo tutto tramite chat di whatsapp?

?

personalmente solo sul forum.

Ambientazione? livello? argomenti da evitare?

Link to comment
Share on other sites

5 minuti fa, Arcanomistero21 ha scritto:

A me va bene tutto basta che sia  a tema post-apocalittico

Vi avviso che sono uno studente delle medie e quindi se siete contrari al giocare con me meglio che lo sappiate

per l'età nessun problema 🙂 Anzi hai fatto bene a dirlo!

Post apocalittico, ci devo pensare un po' di più ma per me nessun problema... 

Che tipo di apocalisse intendi? Esempi semplici

apocalittico ma comunque fantasy

apocalittico fantasy-moderno post nucleare (med max, kenshiro...)

apocalittico, fantasy post epidemia letale (simile a King of thorn)

apocalittico post guerra totale (mad max, terminator con le dovute correzioni)

Link to comment
Share on other sites

5 minuti fa, Arcanomistero21 ha scritto:

@Voignar hai ragione è la prima volta che gioco e la tua idea di fantasy post apocalittico con una bellissima epidemia in mezzo è proprio bello. Avevo in mente di tenere la magia perché ci sta veramente bene 

Ottimo, allora. 

Un ultima cosa dato che hai creato tu la gilda, dovresti pii mandare gli inviti ai giocatori e poi devi "promuovermi" ad admin della gilda in modo che possa creare i vari topic di servizio e gioco.

L'incipt per l'avventura ce l'ho/avevo (cancellato quando il pc ha pensato bene di formattarmi la chiavetta) ma fortunatamente l'avevo postato qui sul forum.

 

Una malattia ha colpito e sta colpendo la popolazione. Non si nulla di essa: né come si trasmette, ne quale ne sia la causa. Si sa solo una cosa: porta inevitabilmente alla morte per pietrificazione.

Cure magiche come il balsamo della pietra, o incantesimi come pietra in carne, hanno mostrato solo capacità di rallentare o dilazionare l’effetto della malattia. Anche le varie immunità alle malattie rallentavano solo l’effetto di questa piaga.

Inizialmente si pensò che la causa fossero coccatrici, basilischi e meduse, pensando si trattasse di una malattia proveniente da quella creature. Ciò portò al loro rapido sterminio, ma non fermò la malattia che continuò a dilagare a macchia d’olio.

La malattia colpì anche gli oread la cui affinità con la pietra non li rese immuni, ma al contrario su di loro mostrò una progressione molto più rapida e aggressiva.

Solo i vegetali parvero esserne immuni, e ciò focalizzò l’odio e le paure verso gli organismi vegetali senzienti, che, in taluni casi sfociarono nel dar loro al caccia e cibarsene pensando che le loro “carni” potessero dare una sorta di immunità.

I più sapienti di ogni regione indagarono e provarono a trovare una soluzione. Qualcuno pensò che, forse, si sarebbe potuto trovare un antidoto come per i serpenti: a partire da veleni pietrificanti. Ma le uniche creature in grado di fornire quel veleno erano già state sterminate…

Oramai la civiltà si sta estinguendo. Le città si sono ridotte a cumuli di rovine fortificate, dove si colpisce ogni cosa venga da fuori e si guarda con sospetto ogni cosa sia all’interno.

Chiunque può essere un portatore della malattia, chiunque può essere contagiato e contagiare il prossimo.

Ad ogni minimo sospetto la paura e l’irrazionalità hanno il sopravvento portando all’esilio forzato o a una condanna a morte istantanea tramite mezzi magici, chiunque sia sospettato di essere contagiato.

I sintomi della malattia partono da dolori articolari e muscolari, segue un progressivo irrigidimento delle articolazioni. Poi macchie grigiastre iniziano a ricoprire il corpo, la pelle colpita diviene sempre più spessa e rigida fino a divenire di pietra, ciò si espande sempre di più fino a mutare tutto il corpo in pietra.

Sono passati 6 anni dal primo contagio. Della vostra cittadina non rimane più nulla. Solo voi. Sulle strade deserte si affacciano case in rovina, e case a cui è stato dato fuoco… con gli occupanti dentro. Le piazze sono cumuli di macerie, ma non sono macerie comuni. Vi si riconoscono braccia, frammenti di volti, torsi… erano i vostri concittadini. Buttati lì quando anche i cimiteri hanno raggiunto la massima capienza, quando ormai tutti si erano rassegnati. Al centro, ironicamente, si erge ancora la statua della divinità protettrice della città. Di comune accordo avete deciso di lasciare la cittadina malamente fortificata tempo addietro. Con cautela raccogliete i viveri rimasti nella città, l’acqua, la birra, un minimo di equipaggiamento, e decidete di andarvene

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Sembra parecchio interessante e rinnovo la mia presenza, per me non ci sono problemi per l'ambientazione, argomenti da evitare, preferire livelli medi , partire dai bassi è sempre un pò tragico , ma mi adatto.
Chiedo solo quale è l'idea di tempo di post , ovvero quanti post al giorno?
Perchè io di campagne ne ho affrontate sul forum e la maggior parte sono affondante proprio per la lentezza.

Edited by Darakan
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.