Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.
By Lucane

L'Arte della Legenda: Parte 3 - La Gerarchia dei Riferimenti

Questo articolo dal blog The Alexandrian ci spiega come organizzare al meglio i riferimenti alle regole nella nostra legenda. 

Read more...

Seven Sinners: i Sette Peccati Capitali per D&D 5E e AD&D 1E

Cosa succederebbe se i Sette Peccati Capitali fossero entità viventi che possono minacciare il vostro mondo di gioco?

Read more...

Uno Sguardo a Dungeon Crawl Classics Edizione Italiana

Dungeon Crawl Classics offre un ritorno alla Old School e alla pura Sword & Sorcery in un mondo di magie oscure dove la morte è sempre dietro l'angolo...del corridoio di un dungeon.

Read more...

Progetta Le Tue Avventure #9: Programmazione ad Incontri

Eccovi il nono articolo della mia serie di consigli per progettare le avventure.

Read more...

Hexcrawl : Parte 7 - Scheda del DM

Un'utile scheda per i DM realizzata per aiutarli a tenere traccia degli esagoni da percorrere, degli incontri e di molti altri elementi importante durante un hexcrawl.

Read more...

D&D 3.5 - Dubbio su Deflagrazione Mistica


Vackoff
 Share

Recommended Posts


La deflagrazione mistica è soggetta alla resistenza agli incantesimi, è influenzabile da "Incantesimi inarrestabili" o altri effetti che migliorano le prove di livello dellincantatore, infligge danni dimezzati agli oggetti, non è influenzabile da talenti di metamagia (perché è una capacità magica, non un talento).

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

21 minuti fa, Vackoff ha scritto:

Leggendo la deflagrazione mistica del Warlock a me e al mio party è sorto un dubbio: non viene specificato il tipo di danno che infligge, quindi come ci si deve comportare contro mostri con riduzione al danno e durezza degli oggetti?

E' danno da magia. Quindi ignori la riduzione solo se RD ?/magia. La durezza invece va sempre contata. Occhio che se la deflagrazione è sulfurea, subisce le RD e immunità al fuoco per la parte di danni da fuoco. (stessa cosa con quella di ghiaccio)

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, Bellerofonte ha scritto:

E' danno da magia. Quindi ignori la riduzione solo se RD ?/magia. La durezza invece va sempre contata. Occhio che se la deflagrazione è sulfurea, subisce le RD e immunità al fuoco per la parte di danni da fuoco. (stessa cosa con quella di ghiaccio)

Grazie della delucinazione!

Link to comment
Share on other sites

Il 2/11/2018 alle 13:52, Bellerofonte ha scritto:

E' danno da magia. Quindi ignori la riduzione solo se RD ?/magia. La durezza invece va sempre contata. Occhio che se la deflagrazione è sulfurea, subisce le RD e immunità al fuoco per la parte di danni da fuoco. (stessa cosa con quella di ghiaccio)

ma... la magia non è affetta dalla rd in alcun modo 😕

dall'srd:"A creature with this special quality ignores damage from most weapons and natural attacks. Wounds heal immediately, or the weapon bounces off harmlessly (in either case, the opponent knows the attack was ineffective). The creature takes normal damage from energy attacks (even nonmagical ones), spells, spell-like abilities, and supernatural abilities. A certain kind of weapon can sometimes damage the creature normally, as noted below."

Edited by Giulio64
Link to comment
Share on other sites

  • Moderators - supermoderator
2 minuti fa, Giulio64 ha scritto:

ma... la magia non è affetta dalla rd in alcun modo 😕

dall'srd:"A creature with this special quality ignores damage from most weapons and natural attacks. Wounds heal immediately, or the weapon bounces off harmlessly (in either case, the opponent knows the attack was ineffective). The creature takes normal damage from energy attacks (even nonmagical ones), spells, spell-like abilities, and supernatural abilities. A certain kind of weapon can sometimes damage the creature normally, as noted below."

Penso che invece che la RD intendesse le resistenze elementali.

Link to comment
Share on other sites

28 minuti fa, Alonewolf87 ha scritto:

Penso che invece che la RD intendesse le resistenze elementali.

Raga fermateve tutti: la RD è Riduzione Danno. Se ho RD 2/-, significa che TUTTI i danni esistenti che mi vengono fatti, sono ridotti di 2. Se ho RD 5/bene, significa che TUTTI i danni che mi vengono inflitti sono ridotti di 5, ma non quelli inflitti da armi santificate, o danni da energia positiva (se applicabili come danni e non come cure) RD 5/magia, allo stesso modo, riduco tutti i danni tranni quelli inflitti da armi considerate magiche, da incantesimi e da capacità magiche. RD 5/fuoco è un modo improprio per dire Resistenza al Fuoco 5.

Ditemi se ci sono errori pls

Link to comment
Share on other sites

  • Moderators - supermoderator
In questo momento, Bellerofonte ha scritto:

Raga fermateve tutti: la RD è Riduzione Danno. Se ho RD 2/-, significa che TUTTI i danni esistenti che mi vengono fatti, sono ridotti di 2. Se ho RD 5/bene, significa che TUTTI i danni che mi vengono inflitti sono ridotti di 5, ma non quelli inflitti da armi santificate, o danni da energia positiva (se applicabili come danni e non come cure) RD 5/magia, allo stesso modo, riduco tutti i danni tranni quelli inflitti da armi considerate magiche, da incantesimi e da capacità magiche. RD 5/fuoco è un modo improprio per dire Resistenza al Fuoco 5.

La Riduzione del Danno (come giustamente citava Giulio64 dalla SRD poco prima) riduce i danni derivanti da alcuni attacchi fisici e armi, ma non va ad influenzare quelli derivanti dagli incantesimi o da altri effetti. RD/magia implica solo che serve un'arma magica (o una considerata come tale vedi il colpo senz'armi di un monaco da un certo livello in poi) per superare la riduzione del danno. La magia la supera comunque, ma come supererebbe ogni tipologia di riduzione del danno, anche la RD/-.

Per rendere la cosa più esplicita un barbaro di 20° non riduce i danni di una palla di fuoco, ma quelli di una spada +5 sì. Inoltre se tale barbaro venisse colpito da una torcia ridurrebbe il danno della torcia come arma contundente, ma subirebbe il danno da fuoco normalmente.

Proprio per via di queste differenze dire RD/fuoco è un modo parecchio improprio e che può portare a confusione ed errori.

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites

 

1 minuto fa, Alonewolf87 ha scritto:

La Riduzione del Danno (come giustamente citava Giulio64 dalla SRD poco prima) riduce i danni derivanti da alcuni attacchi fisici e armi, ma non va ad influenzare quelli derivanti dagli incantesimi o da altri effetti. RD/magia implica solo che serve un'arma magica (o una considerata come tale vedi il colpo senz'armi di un monaco da un certo livello in poi) per superare la riduzione del danno. La magia la supera comunque, ma come supererebbe ogni tipologia di riduzione del danno, anche la RD/-.

Per rendere la cosa più esplicita un barbaro di 20° non riduce i danni di una palla di fuoco, ma quelli di una spada +5 sì. Inoltre se tale barbaro venisse colpito da una torcia ridurrebbe il danno della torcia come arma contundente, ma subirebbe il danno da fuoco normalmente.

Proprio per via di queste differenze dire RD/fuoco è un modo parecchio improprio e che può portare a confusione ed errori.

Ok, grazie mille e scusate l'OT del post!

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Similar Content

    • By Lyt
      Un piccolo pensiero casuale che mi è venuto. Non credo esistano risposte esatte, solo opinioni dei master se è fattibile o no. Ecco l'idea:
      Un mago lancia Animare Oggetti su 10 ditali (o oggetti di taglia Minuscola) e li indossa sulle dita (o li mette accanto alle mani). Dopo di che spinge su un qualcosa (porta, cassa, muro da abbattere, ecc) E da l'ordine di spingere agli oggetti, che è un ordine abbastanza fattibile. Cito il manuale:
      Come azione bonus, l'incantatore può comandare mentalmente qualsiasi creatura creata con questo incantesimo e situata entro 150 metri da lui (se controlla più creature, può comandarle tutte o nessuna allo stesso tempo, impartendo lo stesso comando a ogni creatura). L'incantatore decide quale azione effettuerà la creatura e dove si muoverà durante il suo turno successivo, oppure può impartire un comando generale, come per esempio vigilare su una camera o un corridoio in particolare. Se l'incantatore non impartisce alcun comando, la creatura si limita a difendersi dalle creature ostili. Una volta ricevuto un ordine, la creatura continua a seguirlo finché non ha portato a termine il compito
      Quindi, alla forza del mago si aggiunge quella degli oggetti ora animati? quindi una prova di forza invece di un d20+"forza mago", diventa un 10d20+10(–3)?
      Fine del pensiero casuale. Come già detto non credo esistano risposte giuste, solo opinioni diverse dei vari master. Ma mi piacerebbe sentire la vostra, lo fareste? lo fareste fare?
       
    • By Grappa
      Buongiorno, avrei un quesito da porre. Sto masterando una campagna in 3.5. Un pg ha cerchio magico contro il male perenne. C'è qualche modo per contrastare questa sua capacità magica oltre a quello che può essere un campo antimagia? 
      Vi ringrazio
    • By Calidone 65
      Salve a tutti, mi è sorto un dubbio circa il funzionamento di un incantesimo. Immagine speculare afferma che ogni qual volta che l’incantatore viene attaccato può "deviare" l'attacco su uno dei tre duplicati. Diverse domande. L'attacco è inteso anche come incantesimo che bersaglia l’incantatore? Gli attacchi ad area tipo palla di fuoco che effetto hanno? Oppure funziona solo per gli attacchi in mischia? Grazie mille. 
    • By MadLuke
      Ciao a tutti,
           mi trovo a chiedermi cosa passava per la testa dei designer Wizards quando hanno scritto l'incantesimo in oggetto da Complete Arcane.
      Le ali possono essere usate per fare un attacco disarmato (quindi col solito 1d3 danni) a cui però si sommano 2d6 fuoco. Bello... Però con -4 al BA perché il personaggio non si considera competente nell'uso dell'arma.
      Il mio giocatore comprensibilmente dice che a questa stregua gli conviene attaccare con i piedi, farà solo 1d3 ma malus BA -4 per 7 pf danni aggiuntivi non è affatto detto valgano la pena, soprattutto sugli attacchi secondari.
      Io invece sarei per cambiare proprio e fare solo 2d6 fuoco (se le braccia sono trasformate non capisco come potrebbe conservare il normale 1d3...), con portata 3 o 4,5 m. (perché va bene la magia, ma un personaggio di 80 Kg non può volare come fosse un tacchino con ali di 1,5 m., anche l'occhio vuole la sua parte!) e può colpire anche più vicino. Al BA si applica mod. For (nessun modificatore ai Danni).
      Cosa ve ne pare?
      Ciao e grazie, MadLuke.
    • By supremenerd88
      Parto con una doverosa premessa: sono assolutamente convinto che "in un gioco di ruolo le regole sono fatte per essere adattate alla situazione per rendere il tutto più divertente".
      Detto questo, le regole "base" di un gioco vanno capite per poter essere adattate altrimenti si rischia di far scadere nella banalità il tutto.
      Arrivo quindi alla domanda: Che differenza c'è tra l'incantesimo "comprensione dei linguaggi" (pagin 215 e 216 del manuale del giocatore 1 versione italiana) e "linguaggi" (pagina 253 del manuale del giocatore 1 versione italiana)? da quello che sta scritto mi sembra che l'incantesimo "comprensione dei linguaggi" serva appunto solo per comprendere il linguaggio scritto o orale, ma non di esprimersi nella lingua compresa (a meno che non ne sia in possesso e quindi mi chiedo per quale diavolo di motivo ha lanciato l'incantesimo...), mentre "linguaggi" dice "Questo incantesimo conferisce alla creatura toccata la capacità di parlare e di comprendere il linguaggio di una qualsiasi creatura intelligente, che si tratti della lingua di una razza o di un dialetto regionale. Naturalmente il soggetto è in grado di parlare un solo linguaggio alla volta, anche se è in grado di capirne diversi. Linguaggi non consente al soggetto di parlare con creature che non sanno parlare. Il soggetto può farsi capire fino a dove arriva la sua voce. L'incantesimo non predispone in alcun modo le creature apostrofate nei confronti del soggetto".
      A parte l'ultima frase che proprio non mi dice nulla (le creature "apostrofate" nei confronti del soggetto???), per il resto il testo di "linguaggi" sembra che dia la possibilità di parlare una certa lingua e di capire la lingua parlata da un altro soggetto, non viene menzionato quindi il comprendere il testo scritto.
      A livello di regole "standard" possiamo quindi affermare che, se volessi far leggere un rituale in una lingua che il soggetto non conosce e recitarlo con la giusta lingua, deve prima lanciare l'incantesimo "comprensione dei linguaggi" e poi "linguaggi" (oltre a fare le prove necessarie per lanciare il rituale)?
      Grazie.
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.