Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.
By Lucane

Una Sandbox Fantasy nel Dettaglio: Parte XII e Parte XIII

Oggi inizieremo a dettagliare gli insediamenti dell'Isola di Piall. Robert Conley ci guida nel suo processo creativo, includendo le sue ispirazioni e il modo in cui realizza le mappe.

Read more...

Cosa c'è di nuovo su Kickstarter: Ironsworn Starforged, Wayfarers of the Farwood

Vediamo quali sono le novità in ambito GdR attive su Kickstaster in questi giorni.

Read more...

In arrivo un crossover tra Eberron e Ravenloft?

Questo connubio tra due amatissime ambientazioni è davvero possibile?

Read more...

Anteprima di Avventure nei Forgotten Realms

Avete mai avuto il folle desiderio di mischiare due passioni come Magic the Gathering e Dungeons & Dragons? Ecco un set di carte che potrebbe fare al caso vostro.

Read more...
By Ahrua

Progettazione Avanzata Basata sui Nodi - Parte 4: La Seconda Traccia

Oggi The Alexandrian ci offre dei consigli su come meglio sfruttare la compresenza di più linee narrative per organizzare più facilmente la gestione dei nodi.

Read more...

[TdG] Dreaming Electric Sheep


Recommended Posts

cyntopia___illustration_by_saturnoarg-d7sphst.thumb.jpg.c03660ef13df4da937beaf2f53001e97.jpg

La pioggia cade fredda e pesante sulle strade sporche di Eastcity, la parte piu' orientale di FutureOne. Come quasi sempre del resto. Anche quando il sole riesce a filtrare attraverso le nubi inquinate e le altissime torri di cemento e cristallo dei grattacieli, il cielo e' comunque perennemente grigio. L'aria si fa leggermente piu' respirabile la notte, quando dall'oceano si leva un vento freddo che spazza via parte dei gas di scarico delle vecchie automobili a benzina e delle antiche minifabbriche che si trovano a livello del suolo e che operano fuori da qualsiasi controllo.

Ma all'interno del Bar 88 l'atmosfera e' , se non proprio calda, almeno asciutta. Nell'aria si respira fumo di sigarette di infima qualita', sudore umano e alchol, con un sottofondo di detergente economico. In mezzo, dietro al bancone, il vecchio Kattle, con il suo braccio bionico, intento come sempre a servire birre alla spina a un paio di clienti. Due dei tavoli sono occupati da gruppetti di persone, operai delle fabbriche o lavoratori di bassa manovalanza. Sul lato piu' lontano , sopra un palco, una ballerina molto  giovane balla intorno a un palo, mentre le casse del locale pompano uno dei vecchi successi di una rock band koreana.

I clienti abituali sanno che le ballerine dell'88 possono facilmente trasformarsi in prostitute a poco prezzo. Una manciata di crediti  puo' aprire le porte di una delle bare ai piani superiori, dove consumare alcuni minuti di torrido piacere, chiusi in pareti di poliestere reciclato di 2 metri per 3.

Nei quattro megaschermi del locale stanno trasmettendo le immagini di una partita di speedball, lo sport ultraviolento piu' amato dell'ultimo mezzo secolo. In un angolo, seminascosto da una nuvola di fumo , c'e' un allibatore, pronto a raccogliere le scommesse sulla partita...qualsiasi tipo di scommessa, non solo soldi. Organi, droga, favori sessuali e vite umane vengono scambiati, giocati e persi in un battito di ciglia. Vite rovinate in pochi secondi. Vite buttate in quella spazzatura di mondo che sono i bassifondi di FutureOne.

L'88 e' il vostro bar di riferimento, non il vostro favorito, non il piu' bello e sicuramente non il piu' alla moda, ma il posto dove venite a rilassarvi, a staccare la spina, a bere qualche birra dopo un altro giorno grigio a cercare di raccimolare i crediti per tirare avanti e arrivare a fine mese. Conoscete le ballerine, il vecchio Kattle e qualcuno dei clienti abituali oltre a un paio di piccolo spacciatori che ogni tanto bazzicano i bagni del locale per vendere qualche sintetica fatta con chissa' che cosa.

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

  • Replies 215
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

La pioggia cade fredda e pesante sulle strade sporche di Eastcity, la parte piu' orientale di FutureOne. Come quasi sempre del resto. Anche quando il sole riesce a filtrare attraverso le nubi inquinat

Benjamin Coldman Descrizione Siedo al tavolo con le due donne. Per me uno scotch, grazie Kattle. Rivolgo uno sguardo interrogativo a Kylee, quindi mi presento: Benjamin, piacere. Acce

Kylee Beh vedi sorrido avvicinandomi ad Alhena lei voleva provare a ballare uno di questi giorni, e visto quello a cui abbiamo assistito l'altro giorno e si stava preoccupando che potesse succede

Posted Images

Kylee [Meccanico]

Aspetto

Spoiler

https://i.pinimg.com/564x/45/3d/82/453d82cc22188a69fcd7e69016daa110.jpg
Esattamente come nell'immagine. Il drone invece è una sorta di ragno meccanico che normalmente le sta attaccato alla schiena

La giornata era stata particolarmente dura, sempre più clienti pretendevano riparazioni gratuite o attribuivano i malfunzionamenti delle apparecchiature alla sua disattenzione e praticamente le sue uniche entrate sicure arrivavano dai lavoretti che faceva per qualche criminale. Non andava particolarmente fiera di quella parte del suo lavoro, ma almeno le permetteva di mettere qualcosa nello stomaco e di aiutare i ragazzini che si rivolgevano a lei per imparare qualcosa.

Ciao Kattle dice abbandonandosi sul bancone mi versi una pinta? domanda sorridendo debolmente all'uomo 

Link to post
Share on other sites

Alhena

Fai due dico a Kattle prendendo posto accanto a Kylee.
Non so se ci si possa considerare proprio amiche, ma ho visitato la sua officina abbastanza volte per le riparazioni delle macchine perché, tra una chiacchiera di circostanza e l'altra, si sia creato quel minimo di familiarità tale da  consentirci qualche battuta, sorriso e confidenza. Giornata dura anche la tua? Le dico con un sospiro sbuffato mentre sposto le ciocche bagnate dal viso. L'umore è nero. Mi hanno strappato dal tavolo della cucina nel pieno della cena, l'unico momento desiderato della giornata, quando mi siedo con Brigitte e papà. "Lavoro" aveva berciato la voce di Bonnie al telefono, convincendomi a mollare di malavoglia il piatto fumante a metà. Salvo poi che Bonnie all'appuntamento non si era mai presentato. Un'ora e mezza dopo aveva richiamato liquidando tutto con un "un'altra sera". A quel punto la voglia di rientrare a casa era sparita e i passi mi avevano condotta in automatico al Bar 88.

Non so perché abbia cominciato a frequentare l'88. Non è un posto che mi piaccia, anzi, è esattamente il contrario. Forse avevo bisogno di scendere ancora più in basso nella grettezza di questa città per poter meglio sopportare il resto della giornata. La musica è uno schifo, come al solito, ma Kettle dice che ai clienti piace e questo basta. Alla fine un po' di umanità l'ho trovata anche qui, non solo Kattle. C'è Marisa, una delle ballerine, dal sorriso sincero e angosciante allo stesso tempo, per via delle labbra artificialmente turgide. Fred, uno dei Dj che bazzica il sabato: all'inizio avevo dovuto tenerlo a bada, poi aveva diretto l'ormone altrove e ne era nata una piacevole amicizia. 

@Cronos89

Spoiler

Mi sono permesso di legarci così. Di Alhena sai che ha 32 anni ma ne dimostra assai meno. Lavora come autista per lavoretti vari, più per necessità come te che per un vero legame con la malavita. Ogni tanto l'hai vista con una lunga lama inastata: non guida soltanto, evidentemente. Ha un padre uscito malconcio dalla guerra, era uno studioso. Della madre non ti ha mai mai parlato. Fa quello che fa perché la vita lo impone, e in questo forse ti assomiglia.

Descrizione

Spoiler

C'è la foto nella galleria immagini della gilda.

 

Link to post
Share on other sites

Hector Stertman

Aspetto

Spoiler

Immagine. Attualmente indosso un maglione scuro rattoppato e ho una vecchia giacca stropicciata

Sono seduto al bancone, un po' sulla sinistra e da solo, sorseggiando un alcolico sintetico di pessima qualità. 

Potrei distillarne uno migliore, e farci qualche soldo...se davvero volessi.

Faccio un saluto alle due ragazze appena arrivate, con un sorriso un po' sghembo. "Da quando qui c'è qualcosa di diverso da una giornata dura, eh?"

Spoiler

Buon inizio a tutti!

 

Edited by Pippomaster92
Link to post
Share on other sites

Benjamin Coldman

Descrizione

Spoiler

Benjamin è un uomo sui 37 anni, ha capelli corti rossi ed una ispida barba dello stesso colore. Gli occhi blu scuro. Le persone che possono fregiarsi di averlo visto sorridere sono molto poche e la maggior parte è morta durante la guerra. Lo sguardo è cupo e tutt'altro che affabile.

Siedo al tavolo con le due donne. Per me uno scotch, grazie Kattle. Rivolgo uno sguardo interrogativo a Kylee, quindi mi presento: Benjamin, piacere.

Accendendo lentamente una sigaretta appoggio la schiena lungo scomoda sedia. Non ricordo nemmeno più quale sia il vero sapore del tabacco... non ricordo nemmeno se io l'abbia mai saputo... Che ci fai qui Alhena? Non mi dirai che anche a te è saltato un lavoro... Dico infastidito sbuffando una nuvola di fumo. Piuttosto, chi è la tua amica?

Sento una voce provenire dal bancone, dalla mia posizione non riesco a notare chi stia parlando. Mi sporgo un istante e riconosco l'uomo. Hedmund giusto? Di diverso da una dura giornata da queste parti c'è solamente una dura nottata purtroppo... Se le signore non hanno nulla in contrario puoi sederti con noi, chissà che non facciano lo sconto comitive in questa bettola.

@Dmitrij

Spoiler

Sai che Benjamin è un sicario specializzato nel mantenere un basso profilo. Abbiamo lavorato insieme in qualche occasione, spesso per omicidi che dovevano sembrare incidenti.

@Pippomaster92

Spoiler

Conosci di vista Benjamin. È stato saltuariamente tuo cliente ed ogni volta acquistava quantità di droga sufficienti per una discreta festa. Non ti è mai sembrato un tipo particolarmente allegro, ne un tossico. Ritieni più probabile che utilizzasse la tua roba per uccidere per overdose qualcuno. Però lui non ha mai detto nulla e tu non hai mai chiesto.

P.S. il nome è volontariamente sbagliato. Serve a rendere la scarsa conoscenza fra i due

@All

Spoiler

Mi sono preso qualche libertà, spero non dispiaccia a nessuno. Almeno in questo modo abbiamo unito rapidamente la famiglia! :D

 

Edited by Fog
  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Per tutti

Spoiler

Va benissimo creare amicizie e collegamenti , conoscenze varie in questa zona dove voi vivete. COnsidero che sia una specie di BG comunitario.

Kettle grugnisce qualcosa che potrebbe essere un si cosi' come una bestemmia tra i denti, poi muove il suo braccio meccanico, modificato apposta per spillare quel piscio che in questi giorni chiamano birra e riempie due boccali, che poi una cameriera/ballerina vi serve al tavolo, insieme a uno "scotch", una brebaglia chimica super alcholica e con una specie di gusto di mandorla.

La serata passa tra chiacchiere, alchol scadente e fumo di sigarette artificiali. Il locale si svuota a poco a poco e, verso la mezzanotte state anche voi per tornarvene a casa. Le casse stanno suonando una lenta canzone punk rock, con la ballerina, una ragazza dai tratti decisamente orientali, che si struscia languida sul palo. La sua pelle pallida brilla di sudore e i suoi occhi sono socchiusi in una specie di estasi. Probabilmente ha ingerito qualche droga.

Vi siete appena alzati dalla sedia quando i maxi schermi intorno al bar centrale dove sta Kettle come un ragno nel suo nido, si oscurano interrompendo la partita di speedball che stavano trasmettendo e l'immagine di "Breaking News" compare all'improvviso. Dopo pochi secondi, nei quali Kettle spegne la musica e alza il volume degli schermi, appare un mezzo busto, una figura nota dei noriziari, che con voce seria e controllata annuncia che dalle colonie esterne (Intese come Marte e Asteroidi) e' arrivata la notizia dell'apparizione di uno strano oggetto spaziale. Il mezzo busto viene sotituito sullo schermo da una immagine a tutto campo di quella che sembra una grande ruota di metallo sospesa nello spazio. Riconoscete vicino ad essa delle grosse astronavi da estrazione, di quelle che si usano nelle miniere spaziali, che stanno usando i loro riflettori per illuminare lo strano oggetto. Voi sapete che le astronavi da estrazione sono molto grandi (per darvi una idea, sono 3 volte piu' grandid ella stazione orbitante internazionale), ma di fianco a quella misteriosa ruota sembrano minuscole , come piccoli giocattoli volanti. La ruota sembra girare intorno al suo asse, ma non sembra muoversi, cosi' come conferma la voce fuori campo del giornalista. quest'ultimo conclude il servizio con la notizia che il controllo missione marziana sta cercando di stabilire un contatto, tentativi , per ora, infruttuosi.

State guardando esterefatti lo schermo (vi ricordo che, al momento, non ci sono stati ancora contatti con razze aliene), quando la porta meccanica dell'88 si apre con uno sbuffo. COn la coda dell'occhio, gia' che tutta la vostra attenzione e' sullo schermo, vedete entrare quattro uomini grandi e grossi, vestiti tutti uguali con un completo grigio molto eelgante, dal gusto retro'. La stoffa del vestito e' tesa, probabilmente per i muscoli gonfi sotto di essa. A questo punto vi girate, perdendo momentaneamente interesse alla notizia sul maxi schermo. Quei quattro sono piuttosto fuori luogo nel vostro quartiere. Nessuno si veste a quel modo. Oltretutto non solo son vestiti uguali, ma si somigliano tutti e quattro. Sembrano fratelli, se non proprio gemelli! Hanno tutti i capelli biondi tagliati molto corti e a spazzola. Due rimangono sulla porta , ognuno a un lato della stessa. Gli altri due si avvicinano a Kettle e uno di loro dice, con una voce bassa e dura: Fatti gli affari tuoi e potrai continuare a tenerti questo buco di posto. Poi, insieme al suo compagno, continuano verso il palco dove la ballerina stava appoggiata al palo del suo spettacolo, ancora mezza intontita , non sapete se dalla droga o dalla notizia o dall'apparizione di quei tipi. Forse di un po' di tutto. QUello che ha parlato prima la indica e dice, con la stessa voce dura e decisa: TU vieni con noi senza opporre resistenza! Adesso. La ragazza comincia ad indietreggiare verso la parete del locale e delle lacrime scintillano nei suoi occhi a mandorla. La sua voce e' flebile e rotta: Io...io non ho fatto niente. CHi siete voi? Evidentemente non era la risposta che il tipo che sembrava a capo del gruppo , voleva sentire. Si rivolge al suo compagno e gli ordina: Due, prendila e portala al mezzo. Veloce. L'altro salta agilmente sul palco senza dire una parola e avanza veloce verso la ragazza, ormai accasciata al suolo e in preda al pianto. NO! LASCIAMI STARE, COSA VOLETE DA ME? KETTLE!

Kettle, in quel momento, si sta abbassando dietro il bancone del bar. La ballerina non l'avete mai vista, ma sapete che le ragazze vanno e vengono in quel posto, dividendo le loro serate anche con altri locali della zona. Voi siete tutti intorno al bar centrale, a una decina di metri dal palco. La porta e' a una quindicina di metri nell'altra direzione, dove ci sono gli altri due. Nel locale , oltre a voi e a Kettle, ci sono altri due clienti che sembrano voler sparire dietro il loro tavolo. Il giornalista sul maxi schermo continua a parlare della notizia della strana apparizione, ma a quel punto nessuno lo sta piu' ascoltando.

Link to post
Share on other sites

Alhena

Benjamin... dico all'uomo quando compare. Non l'ho ancora ben inquadrato, ma il lavoro che fa non mi piace e di conseguenza nemmeno lui mi sta troppo simpatico. A quanto pare conosce l'altro, Hedmund, e i due finiscono per sedersi vicino a noi. Non è la serata ideale per della compagnia, ma non mi sento le forze per controbattere e mi limito a riaffondare il naso nel bicchiere.

L'ingresso dei quattro energumeni mi fa sobbalzare sullo sgabello, mentre ero letteralmente ipnotizzata dal notiziario allo schermo. Assisto alla scena esterrefatta, spostando gli occhi dal palco al barista nascosto dietro il bancone. Ma Kettle, che diavolo...

Poi guardo i tre al bancone con me, lo sguardo s'indurisce e d'istinto compio un balzo dallo sgabello e un passo verso la ballerina e i due bestioni. Hey! 

Link to post
Share on other sites

Benjamin Coldman

Appena i quattro entrano nel locale mi alzo dal tavolo e mi muovo con discrezione verso il perimetro interno del locale. Facendo attenzione che nessuno mi stia guardando, estraggo la pistola dalla cintura e la nascondo dietro la gamba destra tenendomi pronto al peggio.

Spoiler

Steath +12

 

Link to post
Share on other sites

Kylee 

La serata passa in maniera decisamente più tranquilla e serena di tante altre fino a quando la tv non cattura la nostra attenzione con la notizia di una strana astronave comparsa vicino alle colonie esterne. Non facciamo in tempo a commentare questa notizia che quattro uomini entrano nel locale e si dirigono verso una delle ballerine  Alhena non fare cavolate mormoro tenendo lo sguardo basso. Mi spiace per la povera ballerina, ma non è la prima volta che qualcuno scompare e a fare gli eori non ci si guadagna proprio nulla.

Link to post
Share on other sites

Mentre Benjamin si defila cercando di passare inosservato , Alhena balza in piedi e apostrofa uno dei quattro gorilla. Il capo si volta verso di lei e , con una voce incolore, le dice, duro: CIttadina, questo non e' niente che le riguardi. Stia al suo posto, presto sara' tutto finito.

Il suo compare intanto ha preso in malo modo per il braccio la ballerina e la sta letteralmente trascinando per il palco, fino a farla cadere sul pavimento. Poi si avvia, sempre trascinandola , verso la porta del locale. Il suo capo la segue. Stiamo uscendo, preparate il mezzo per l'uscita immediata. Codice beta. Lo sentite dire , probabilmente a un qualche tipo di comunicatore, che comunque non riuscite a vedere.

Per tutti

Spoiler

Se volete fare qualcosa, questo e' il momento. Se no, lasciate che i tipi se la portino via.

 

Link to post
Share on other sites

Alhena

Il sangue mi pulsa nelle tempie, spinto dalla voglia di far ingoiare al gorilla il suo atteggiamento da giudice assoluto. Presto peròmi accorgo che nessuno dei tre seduto al bancone ha gran che voglia di immischiarsi nella faccenda. Non che li biasimi, viviamo in tempi che ti insegnano ad abbassare la testa di fronte ad ogni genere di nefandezza, pur di salvare la propria miseria. Alla fine ingoio il rospo, di quelli che continuano a rivoltarsi vivi nelle viscere, il pane quotidiano. Risalgo sullo sgabello senza distogliere gli occhi dal capo del quartetto.

Link to post
Share on other sites

Benjamin Coldman

Alzo il cappuccio della felpa ed aspetto che i 4 escano con la donna. Appena lo fanno, esco dal locale accendendo una sigaretta e guardo il veicolo che utilizzano cercando di memorizzare più dettagli possibile

Master

Spoiler

Se in questo mondo futuristico esistono ancora le targhe cerco di memorizzarla

 

Link to post
Share on other sites

Alhena

Mi serve qualche secondo per rendermi conto che qualcuno mi sta parlando. All'offerta di Hector scuoto il capo Non mi va. Io torno a casa, divertitevi. Allungo a Kattle i crediti che gli devo e mi avvio verso la porta. Ci si vede.

Link to post
Share on other sites

Mentre Benjamin esce, gli altri si mettono a parlare con Kettle, che nel frattempo e' uscito da dietro il bancone. No, non la conoscevo bene. E' arrivata un paio di giorni fa chiedendo lavoro. E' una bella ragazza e le ho detto di si. Qui ce n'e' sempre bisogno. Non so proprio cosa volessero quei tipi. Sicuramente non sono gente del Primo Livello, cosi' tutti infiocchettati! Comunque almeno mi hanno lasciato in piedi il locale. E sembrava che fosse tutto quello che gli importava, in effetti.

Benjamin

Spoiler

Esci giusto in tempo per vedere un auto volante decollare dalla strada di fronte all'88. Non ha nessun numero ne' simboli, anche se tu sai bene che tutte le macchine, normali o volanti dovrebbero avere un qualche tipo di contrassegno. Questa invece e' completamente nera e molto massiccia, probabilmente blindata. I vetri sono oscurati. In pochi secondi prende velocita' e scompare nel cielo scuro della sera.

Dopo aver pagato le vostre consumazioni, uscite dall'88 e tornate a casa insieme, discutendo della straordinaria notizia che avete ascoltato dal notiziario e di quello che e' successo alla ballerina. Arrivati all'edificio fatiscente che dividete con un'altra cinquantina di persone, vi salutate e ognuno ritorna nel suo mini appartamento. 

La notte passa tranquilla e la mattina vi svegliate come al solito. Un'occhiata alla finestra vi annuncia un'altra giornata di merda piovosa. Niente di nuovo...

State facendo colazione, quando l'occhio vi cade su qualcosa di molto particolare. Un rettangolo bianco per terra , vicino alla porta d'ingresso dell'appartamento. Vi avvicinate e lo osservate attentamente. Che diavolo era? Vi rendete poi conto che si tratta di un pezzo di carta, una lettera per essere precisi. Una cosa che conoscete solo tramite gli olovideo che riproducono film antichi. Nessuno usa piu' la carta, perche' non ci sono piu' alberi per farla! E i tentativi pre bellici di produrla artificialmente non si erano rivelati fruttuosi. E comunque a nessuno piu' importava di quelle cose. Tutto era digitale. QUindi chi se ne frega! Pero' una cosa positiva la carta ce l'aveva: era rara e di conseguenza molto costosa. C'era sempre qualche strambo collezionista che la cercava e la pagava parecchi crediti. Chi l'aveva messa li'? E perche'? La raccogliete, sentendone la strana consistenza fra le dita. La aprite e dentro trovate un foglietto ripiegato su cui sono scritte, A MANO!, poche parole, vergate in una calligrafia molto elegante, per quel che ne potete sapere voi:

SALUTI SIGNORI E SIGNORINE

MANDO QUESTA MISSIVA A TUTTI QUELLI CHE HANNO PRESENZIATO ALLO SFORTUNATO AVVENIMENTO OCCORSO IERI NOTTE AL LOCALE NOTTURNO CHIAMATO 88.

DOVETE SAPERE CHE QUELLO CHE E' SUCCESSO NON E' UN FATTO ISOLATO, ANZI. VI STARETE CHIEDENDO PERCHE' VI DICO TUTTO QUESTO. MI SONO PERMESSO DI 

RACCOGLIERE DELLE INFORMAZIONI SUL VOSTRO CONTO. VORREI OFFRIRVI UN LAVORO CHE CREDO POTREBBE INTERESSARVI. CON UN COMPENSO DI 25000 CREDITI.

VI INVITO A RECARVI ALLE ORE 12 ALLA VECCHIA ENTRATA DELLA METROPOLITANA DELLA QUINTA CON BROADWAY. CHE SIA PER IL DENARO O CHE SIA PERCHE' 

VOLETE SAPERE QUALCOSA DI PIU' E POSSIBILMENTE AIUTARE QUELLA POVERA RAGAZZA E QUELLI COME LEI, SPERO DI VEDERVI PRESTO. 

La missiva non e' firmata e non c'e' altro scritto.

Per tutti

Spoiler

A titolo informativo: voi 25000 crediti li vedete, forse, in un paio d'anni di lavoro. In generale , per farvi un'idea, pensate a 1 euro= 1 credito.

 

Link to post
Share on other sites

Alhena

Col boccone di pane sintetico ancora tra i denti, torno al tavolo dove sbocconcellavo la colazione senza riuscire a togliere gli occhi da quel pezzo di strano materiale.
Inconsciamente le dita continuano a strofinarlo, come se un'atavica nostalgia di qalcosa che non esiste più si fosse risvegliata nella memoria cellulare dei miei polpastrelli.
Già pronta per uscire, percorro le scale che conducono alla porta di Kylee, dove busso con insistenza.
L'hai trovato anche tu, vero? le dico quando finalmente mi apre.

Link to post
Share on other sites

Kylee

La nottata non passa proprio nel migliore dei modi. Per quanto sparizioni e morti siano all'ordine del giorno, non è stato facile assistere ad una cosa del genere. Mentre faccio colazione noto il biglietto e leggermente sospettosa lo afferro, leggendolo con gli occhi sgranati Ma che diavolo? mi guardo attorno sospettosa. Era una cifra decisamente troppo alta, e poi la carta? Solo quella valeva un bel gruzzolo. Sono immersa nei miei pensieri quando sento bussare alla porta. Ordino al mio drone di prendere la pistola e sistemarsi sopra di essa, mentre io impugno una delle chiavi inglesi che uso per le riparazioni. Quando vedo che è solo Alhena le apro richiudendo velocemente la porta alle sue spalle Che cavolo è? Carta? chi diavolo usa la carta per una roba del genere? e poi venticinquemila crediti?! cerco di tenere bassa la voce, anche se è chiaro che quella situazione non è per nulla normale

Link to post
Share on other sites

Hector

Passo una notte abbastanza tranquilla, e non ripenso più a quello che è successo la sera precedente finché non trovo sul pavimento questo strano oggetto...un reperto, quasi.
Carta! Forse se ritaglio la parte non scritta posso pensare di venderla a qualcuno. 
Leggo tutto due volte, soffermandomi sulla cifra. Non è qualcosa che si vede tutti i giorni, è una tale quantità di denaro che potrei muovere i miei traffici su un livello completamente nuovo. E forse abbandonare questa topaia di livello. 

Se tutti hanno ricevuto una copia di questa lettera, però, è improbabile che il denaro sia a disposizione di ogni individuo che l'ha ricevuta. Forse, anzi, è limitato ai primi che accetteranno il lavoro. Benjamin, il tipo che era al banco come me e le ragazze, già mi ispira poca fiducia. Sarebbe capacissimo di prendersi tutto. 
Ma le due ragazze mi sembravano abbastanza sciocche e colpite dal rapimento...sta a vedere che con loro riesco ad accaparrarmi il denaro. Vediamo che ne pensano.


Esco di casa cercando le due: ricordo vagamente dove abitano, e suono al campanello prima dell'una e poi, se non ricevo risposte, dell'altra.

Link to post
Share on other sites

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.