Jump to content

Idee per vari boss e come contestualizarli


Fantome
 Share

Recommended Posts

Buongiorno gente!

Sto per cominciare un'avventura ambientata in una ucronia storica dieselpunk e con elementi lovecraftiani, ambientata durante la Guerra Fredda, dove una squadra di ricercatori sovietici (i PG) verranno mandati dagli alti comandi alle isole Svalbard, a investigare su dei misteriosi fenomeni parascientifici che avvengono oltre il circolo polare artico.

Loro non sanno tutti gli orrori che sono stati sperimentati in uno degli ambienti già di per se più ostili all'uomo del pianeta, ne delle terrificanti verità cosmiche vi si annidano nei meandri delle gelide acque.

La campagna sarà quindi improntata verso il survival, il crafting e l'horror, ma questi aspetti riguardano più le meccaniche e cose come la follia, il freddo, la fame ecc... che per ora non ci interessano.

Il punto della domanda è che mi servono degli ipotetici "boss" da mettere nell'ambientazione, ognuno dei quali contestualizzato all'interno del suo microcosmo.

Vi faccio un esempio su quelli già da me congegnati (l'ordine è casuale, non v'è una trama vera e propria oltre quella da me presentata all'inizio, avventura Oper Wolrd a totale arbitrio dei PG):

1° Un mecha sovietico arenato da una decade in un lago ghiacciato, disattivato ma possibilmente riparabile dai PG e riattivabile. Venerato da una popolazione indigena locale con una sorta di Dio di metallo, se riattivato entrerà in modalità offensiva iniziando a sfoderare sulla popolazione e i PG un terrificante arsenale bellico.

2° Le rovine di un centro di ricerca nucleare, nei reattori del quale si annida una abberrazzione mutante simile a una mostruosa e informa massa tumorale luminescente con tanti occhi, una gigantesca bocca e tanti viscidi e pulsanti tentacoli. La creatura è in una sorta di stato di quiescenza, ma sbalzi repentini di temperatura potrebbero farla destare. 

Come vedete, questo è il tono della campagna, ma mi servono altre idee suggestive ed evocative, che mi permettano di immergere i PG nella giusta atmosfera.

СЛАВА В СОВЕТСКИЙ СОЮЗ!

Link to comment
Share on other sites


Un dispositivo alieno in grado di vedere luoghi remoti, leggere nei pensieri e prendere temporaneamente il controllo di persone anche lontane senza che queste si rendano conto di essere controllate. Tipo cerebro di Xavier. Viene studiato e sperimentato da un'organizzazione segreta tipo umbrella di resident evil.

Edited by Hero81
  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Ti ringrazio del suggerimento Daitarn, ma non è esattamente quello che intendevo, per due motivi: il primo è che la minaccia deve essere sempre contestualizata in un contesto da Guerra Fredda (e gli alieni, per quanto suggestivi, non mi rimandano subito a quel periodo, a maggior ragione se studiati/sperimentati da una sorta di umbrella che con la logica dei blocchi non ha nulla a che fare).

In secondo luogo perché l'aberrazione nelle rovine del centro di ricerca sovietico è già un boss con meccaniche simili: in un dungeon-laboratorio sostanzialmente. Con i vari boss vorrei di volta in volta presentare microcosmi e sezioni di partita molto diverse fra di loro, ognuna con una propria specificità: ecco quindi un mecha in un villaggio, una aberrazione in una rovina-laboratorio e così via, per dare ai giocatori di volta in volta nuovi modi di approcciarsi al gioco e alla minaccia (il villaggio porta a una quest di tipo sociale, durante la boss fight a una battaglia all'aperto e con dei civili, la minaccia è un robot con tutto ciò che ne consegue/Il laboratorio un'esplorazione sotterranea con la minaccia delle radiazioni, la boss fight è una sorta di fuga tra i meandri della struttura dall'aberrazione e il fatto che sia un mostro che si annida nel reattore fa conseguire poi tutte le varie tattiche per fermalo, nel caso dovesse svegliarsi).

Spero di essermi riuscito a spiegarmi meglio su cosa cerco ;)

Edited by Fantome
Link to comment
Share on other sites

Ok. Una spora sviluppata dai russi rende violenti, aggressivi e in preda a costanti allucinazioni. I personaggi finiscono in una sottomarino/ una vecchia acciaieria/un villaggio di pescatori n cui tutti sono stati contaminati dalla spora. Devono capire come attecchisce, si propaga e se è possibile neutralizzarla o se induce una mutazione perenne.

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Ti do tre bozze di idee.

Negli anni '30 stavano cercando di far accoppiare uomo e scimmia (no joke) per dar vita a dei soldati stupidi tipo carne da cannone. Magari il progetto è andato storto perché nascevano creature deviate e ingestibili quindi è stato dimenticato. Potrebbero essere i tuo Goblin (uomo e babbuino), Orchi (uomo e gorilla) e Ogre (uomo e gigantopitecho) un po' dappertutto, e magari lo scienziato che ha realizzato il progetto è il tuo Boss, solo nel suo laboratorio, che vuole che le sue creature dominino il mondo e si vendichino del crudele abbandono.

Negli anni '90 hanno inventato il Piracetam (nootropico, in EU è farmaco contro Alzheimer, in università USA lo usano per studiare) e tutta la famiglia di -racetam e anche altri nootropici. Da qui puoi spaziare molto. Magari c'è stato un progetto per creare una squadra di super soldati e hanno incominciato a somministrare dei nootropici potentissimi, ribellatisi per prendere il controllo della nazione ma chiusi ermeticamente da qualche parte. Magari un carico di nootropici è caduto e ha reso una foresta senziente e creato una sorta di sistema nervoso delle piante che adesso fanno di tutto per uccidere le persone nella foresta per avere nutrienti nel terreno.

 

Negli anni '90 hanno supportato un progetto militare -fallito- per insegnare ai militari l'Ithkuil, una lingua artificiale iper complicata che se secondo l'ipotesi dei linguisti Shapir-Woff (il nostro linguaggio modella i nostri pensieri) avrebbe dovuto accelerare di tipo cinque volte la velocità di pensiero. Un Boss potrebbe essere un ricercatore indipendente che ha padroneggiato una lingua artificiale ancora più complicata, segretissima, e pensa quello che noi pensiamo in un minuto, in pochi secondi. Ciò lo renderebbe una delle creature più intelligenti del mondo. E poi penso che sia molto originale far sì che l'unica cosa che rende forte un nemico sia una lingua, rimanda anche un po' alle Parole della Creazione di Le Guin, etc. Magari questo è il mega-boss, che vuole servirsi di tutte le cose reiette della zona: uomini scimmia, uomini o piante con nootropici e altre persone per vendicarsi sulla nazione che li ha lasciati lì.

 

Posso darti un cosiglio: togli l'aberrazione nel rettore nucleare. Tanto vale che giochi in un fantasy classico con un Troll dentro una caverna. Stesso livello di cliché. 

Personalmente ho trovato carine entrambe le proposte di @DaitarnQuarto

Edited by Lord Karsus
  • Like 2
Link to comment
Share on other sites

14 ore fa, Fantome ha scritto:

Le rovine di un centro di ricerca nucleare, nei reattori del quale si annida una abberrazzione mutante simile a una mostruosa e informa massa tumorale luminescente con tanti occhi, una gigantesca bocc

ma non era dieselpunk? Comunque più che aberrazione sarebbe meglio un impianto chimico per la produzione di un diesel più potente e d efficiente che ha ha però creato vapori e sostanze mutagene, distruggendo ogni essere vivente nei dintorni.. tranne -creatura a caso- ridimensionata in forza e dimensioni e resistenza.

 

se hai elementi lovecraftiani, mutazioni anomale causate da antichi e dimenticati riti, temuti dalle popolazioni locali, ci starebbero bene. magari in profonde grotte che non dovrebbero esistere.

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Noto con piacere un certo fiorire di proposte, ne sono felice ^^

Dunque, rispondo alle perplessità che giustamente mi sono state poste:

Si, è dieselpunk come ispirazione per l'aspetto della tecnologia, dell'architettura e dei vestiti, ma non ho mai avuto intenzione di incarnasse pienamente il genere fantascientifico in questione, che di suo fra l'altro è abbastanza vago per gli anni che dovrebbe abbracciare ('20 e '30, ma anche le due guerre mondiali e poco dopo ho visto molto spesso) e direi che la fonte più vicina a quello che intendo sia più propriamente Fallout (anche se, come prima, mi ispiro a Fallout, non è lui in quanto tale ;) )

Secondo si, mi rendo conto che una aberrazione tentacolare in un centro di ricerca nucleare sia una sottotrama decisamente banale, ma creando un avventura sandbox non punto in realtà ne' a creare una vera e propria trama ne' a particolari colpi di scena o altro, mi basta che ci sia una ambientazione di volta in volta sufficientemente sviluppata per giustificare le situazioni che andranno a imbattersi eventualmente i PG e che di volta in volta minaccia, luogo e varianti portino a un gioco strategicamente diverso per sopravvivere, anche a livello di meccaniche se necessario (nel laboratorio intendevo introdurre il parametro della radioattività, nel villaggio magari quello dall'avvelenamento da spore, sott'acqua la necessità di tute da palombaro con conseguente nuoto, ecc...)

Gli elementi lovecraftiani poi sono anche qui semplici "elementi":  popolazioni tribali che venerano divinità cosmiche e interpretano il mecha sovietico piombato dal cielo decadi prima come loro ambasciatore celeste, aberrazioni mostruose, pulsanti e tentacoli che fagocitano muovendosi nell'ombra di disturbanti rovine che svolgevano chissà quali esperimenti e, a livello di meccaniche, la presenza della sanità mentale dei PG e il loro tentare di non sprofondare nelle tenebre della follia. Quindi non è assolutamente Lovecraft nudo e crudo, niente Grandi Antichi e Dei Esterni, niente arabi pazzi che vengono sventrati in pieno giorno da creature invisibili dopo aver visitato città costruite da razze pre-umane nel cuore deserto, nulla di tutto ciò anche perché, per incarnare al meglio Lovecraft, credo che un gdr che preveda comunque, seppur molto poco, fasi action e combattimenti non vada bene ;) 

Ora analizziamo le cose che mi avete proposto:

DaitarnQuartoL'idea del fungo e del villaggio è molto interessante, pensavo magari al relitto di un sottomarino cinese con dentro un ufficiale ancora vivo che minaccia di liberare un terribile fungo creato in laboratorio e appositamente adatto alla colonizzazione di luoghi freddi e che provoca la quasi immediata morte per soffocamento se inalate le spore. Magari, copiando a pari mani da Una serie di Sfortunati Eventi, anche lui potrebbe averlo custodito gelosamente dentro un casco da palombaro, me lo immagino ad accarezzarlo con lo sguardo folle in volto chiuso nella cabina di comando del sommergibile arenato.

Lord KarsusBen tre proposte, una più disturbante dell'altra :'D Allora, confesso che le prime due non mi hanno colpito particolarmente, non perché non siamo malate e suggestive al punto giusto da svilupparle, anzi. Semplicemente perché riflettendoci su, avevo difficoltà a contestualizarle bene nell'ambientazione. L'ultima sul linguaggio invece è bellissima, potrebbe trattarsi di una elité di intellettuali comunisti che, scappati dal regime e rifugiatosi in uno dei luoghi più impervi e ostili del globo, potrebbe aver iniziato a creare una nuova (ma altrettanto malata) concezione comunista a loro dire radicalmente diversa da quella sovietica, a cominciare dal linguaggio! Già mi immagino i PG al loro cospetto, non comprendere questa lingua che sembra russo ma che poi risulta quasi incomprensibile, fatta di versi strani e inquietanti, nonché da movenze selvagge!

Bene, spero di aver risposto esaustivamente e grazie mille per le varie idee, se ne avete ancora non esitate a proporne che sono ancora in fase di creazione e ogni nuovo spunto o stimolo e assolutamente ben accetto! =D

Там, в небе, Спутник!

Link to comment
Share on other sites

Ah dimenticato di dirti che sono tutte robe fatte in Russia 

Il Piracetam è si disturbante, un mio amico lo usa senza ricetta (in US lo fanno già: Stanford, Santa Barbara etc) e mi ha pure dato una confezione che si è fatto mandare dalla Polonia dove è legale che non ho intenzione di aprire ma non riesco a buttare XD 

20171206_155013.thumb.jpg.ed6386e4c84032dadb615b30a915c795.jpg

lol

@Albedo so did you return?!?!

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...

Mostri umanoidi mutanti ed assetati di sangue. Dopo averne sterminati svariati metri cubi, scoprono l'esistenza del progetto F.O.O.L.E.D. (Fenomeni Ossessivi Obbligati via Lente Esposizioni a Droghe) ovvero una sorta di intossicamento in grado di stimolare il cervello degli ignari cittadini a percepire i nemici del governo come una minaccia aberrante. Il Boss è quindi uno scienziato in grado di manipolare le menti dei giocatori con tutti gli stereotipi che la situazione permette.

Edited by Ingvar
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.