Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Seven Sinners: i Sette Peccati Capitali per D&D 5E e AD&D 1E

Cosa succederebbe se i Sette Peccati Capitali fossero entità viventi che possono minacciare il vostro mondo di gioco?

Read more...

Uno Sguardo a Dungeon Crawl Classics Edizione Italiana

Dungeon Crawl Classics offre un ritorno alla Old School e alla pura Sword & Sorcery in un mondo di magie oscure dove la morte è sempre dietro l'angolo...del corridoio di un dungeon.

Read more...

Progetta Le Tue Avventure #9: Programmazione ad Incontri

Eccovi il nono articolo della mia serie di consigli per progettare le avventure.

Read more...

Hexcrawl : Parte 7 - Scheda del DM

Un'utile scheda per i DM realizzata per aiutarli a tenere traccia degli esagoni da percorrere, degli incontri e di molti altri elementi importante durante un hexcrawl.

Read more...

Spunti di trama "Serpentini": Fazioni Ribelli - Parte 2

Continuiamo la nostra serie di agganci di trama basati sulle fazioni di Eversink.

Read more...

Avventura normale e malvagia...esiste altro?


Recommended Posts

FE da molto che me lo chiedo,ma esistono vie di mezzo? Nel senso se nella vita non esiste,spesso solo il bianco e il nero,ma tante sfumature di grigio...perché ciò non in DnD? Gioco che fa tanto spazio al...gioco di ruolo! ;) non solo come combattimento ma come interpretazione! :-)  Esempio uccidere dei png buoni,per molto dopo poter salvare il mondo è un'azione buona o malvagia?

 

Link to comment
Share on other sites


Le discussioni sugli allineamenti sono molto difficili da gestire XD

In linea di massima il tenore di un'avventura dipende dal Master e dai giocatori. Alcuni preferiscono storie bianco e nero, e si divertono. A volte, anche a me piacciono. Hanno il gusto delle cose semplici: sai di essere in un gruppo di eroi del bene, e che devi affrontare un gruppo di creature malvagie. Oppure il contrario.

Per avventure più complesse sotto l'aspetto morale sono necessarie trame e ambientazioni adatte, e giocatori volonterosi di mettersi in gioco sul lato narrativo. Consiglio in tal caso di usare l'allineamento più come cartina tornasole che come vero e proprio elemento granitico. 
 

Per dubbi come quello da te espresso, meglio concordare preventivamente con il Master come gestire i dilemmi morali. E le intenzioni alla base delle azioni. Se io per esempio sapessi di per certo che uccidendo Tizio (un padre di famiglia innocente) ho la possibilità di debellare un'epidemia che mieterebbe centinaia o migliaia di persone se non fermata...sto compiendo un atto malvagio? No, sto facendo del male a fin di bene, perchè nella nostra ottica questi elementi non hanno una valenza assoluta. Un Paladino rischia fortemente di cadere e perdere i poteri, anche se la cose dipende appunto da come interpreta la situazione il Master. Personalmente ti direi che il Paladino sacrificando un innocente E DUNQUE i propri poteri per salvare migliaia di persone compie un atto di profondo altruismo e abnegazione.
Ironicamente, un Paladino che non agisce per non rischiare di infrangere il proprio codice è un ignavo e magari RAW non perde i poteri, ma è moralmente meno limpido di quello dell'esempio precedente. 
Viceversa io ti direi che un paladino che pratica forme di punizioni cruente sui nemici, anche se malvagi, rischia di perdere i propri poteri. Perchè l'intenzione è tutt'altro che buona.

Comunque, se cerchi avventure grigie punta a quelle politiche, di intrighi e investigazione. 

Link to comment
Share on other sites

Altro esempio: se uso artefatti oscuri...esempio io ho un altissimo ts...E posso usare mani e occhio di Vecna per combattere i malvagi e gli sgherri stessi della divinità...senza rischiare di diventare malvagio(esempio anche facendo uno vinco la CD di 35) è di per se malvagio usare i poteri oscuri? Se io uso un'arte proibita(necromanzia) per proteggere un villaggio dagli orchi perché il lontano re non si degna di mandare nemmeno pochi soldati per proteggerlo?

Si, sono uno che ècervellotico su certe meglio iniziare la mia avventura in questo forum bene! :-)

Link to comment
Share on other sites

Questo è molto spinoso.
Ho avuto un mago NB, che però aveva l'idea fissa di praticare la necromanzia a "fin di bene". In particolare, usare cadaveri di persone morte per cause naturali o in guerra per proteggere la sua piccola città, sperduta nelle terre selvagge, dai pericoli. Mettendo in prima linea scheletri e zombie al posto di contadini e artigiani. 

Era malvagio? RAW usare la magia per creare non-morti è in genere un atto malvagio. Ma le intenzioni erano ben altre, e non si è fatto male nessuno. Non ho ucciso delle persone per poi trasormarle in soldati più efficienti. 

 

Per quanto riguarda gli artefatti di Vecna, a seconda delle edizioni (o del Master) il semplice uso rende malvagi. Se la capacità concede un TS, superare il TS stesso impedisce effettivamente il passaggio di allineamento quindi legalmente non diventi malvagio. 

Link to comment
Share on other sites

  • Moderators - supermoderator
6 minuti fa, Lichsimpatico ha scritto:

E posso usare mani e occhio di Vecna per combattere i malvagi e gli sgherri stessi della divinità...senza rischiare di diventare malvagio(esempio anche facendo uno vinco la CD di 35)

A parte che facendo 1 comunque fallisci il TS salvo capacità specifiche

6 minuti fa, Lichsimpatico ha scritto:

di per se malvagio usare i poteri oscuri? Se io uso un'arte proibita(necromanzia) per proteggere un villaggio dagli orchi perché il lontano re non si degna di mandare nemmeno pochi soldati per proteggerlo?

per come sono gestiti gli allineamenti di base in D&D, in cui bene e male sono solitamente forze cosmiche  e oggettive, usare magie e oggetti malvagi è un'azione malvagia, anche se fattiaper scopi altruistici. Come dice giustamente @Pippomaster92 a questo punto devi pensare di trovarti davanti a personaggi disposti ad accettare di diventare malvagi per perseguire i propri fini altruistici.

Personalmente consiglio di mettere da parte in toto gli allineamenti, anche a livello meccanico, e tenere delle indicazioni generali su atteggiamenti e convinzioni dei personaggi, per risparmiarsi tanti grattacapi come questi.

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Si...diciamo che io parlo perlopiù anche a lv teorico(come ho detto nella presentazione sono uno scrittore e mi basta poco per farmi venire un'idea per una storia...). Atto esempio. Tizio è una divinità(o semi divinità) che è sconosciuta o al massimo semisconociuta. Per il mondo un gruppo di eroi sconfitte i malvagi salvando il suddetto,nessun problema,no? Ora ipotizziamo che nel mondo ci siano reliquie o oggetti speciali che assicurano un certo equilibrio al mondo...ora se i buoni sanno che il cattivo stregone ha bisogno dei tre pezzi di una bacchetta magica che triplica la sua forza ma gli eroi distruggono una parte per rendere inutili gli altri due....E magari per altre avventure continuano cosi distruggendo artefatti per impedire che siano usati(o li distruggono mentre combattono il male) se io divinità intervengo... E massacro gli eroi...per fermare lo scempio e salvare il mondo,pur condannando ad un destino di atroci sofferenze? Cosa è meglio? :-) eh si amo le cose difficili,ma mi piace ragionare! :-)

Link to comment
Share on other sites

  • Moderators - supermoderator
2 ore fa, Lichsimpatico ha scritto:

Si...diciamo che io parlo perlopiù anche a lv teorico(come ho detto nella presentazione sono uno scrittore e mi basta poco per farmi venire un'idea per una storia...). Atto esempio. Tizio è una divinità(o semi divinità) che è sconosciuta o al massimo semisconociuta. Per il mondo un gruppo di eroi sconfitte i malvagi salvando il suddetto,nessun problema,no? Ora ipotizziamo che nel mondo ci siano reliquie o oggetti speciali che assicurano un certo equilibrio al mondo...ora se i buoni sanno che il cattivo stregone ha bisogno dei tre pezzi di una bacchetta magica che triplica la sua forza ma gli eroi distruggono una parte per rendere inutili gli altri due....E magari per altre avventure continuano cosi distruggendo artefatti per impedire che siano usati(o li distruggono mentre combattono il male) se io divinità intervengo... E massacro gli eroi...per fermare lo scempio e salvare il mondo,pur condannando ad un destino di atroci sofferenze? Cosa è meglio? :-) eh si amo le cose difficili,ma mi piace ragionare! :-)

Penso che innanzitutto dovresti definire se nel tuo mondo i concetti di bene e male sono cosmici e fissi (e entro quali criteri) oppure se sono variabili sulla base delle persone.

Link to comment
Share on other sites

Ma l'avventura avevo capito dal primo post fosse sul genere di avventura dove non esistono buoni e cattivi, ma solo "opinioni diverse".
Banalmente due paladini soldati di due regni in guerra tra loro non avranno alcuna remora a duellare fino alla morte. Certo probabilmente faranno un duello corretto e non punteranno ad uccidere l'avversario (anche se può comunque accadere), però non toglie che combatteranno.

10 ore fa, Lichsimpatico ha scritto:

Altro esempio: se uso artefatti oscuri...esempio io ho un altissimo ts...E posso usare mani e occhio di Vecna per combattere i malvagi e gli sgherri stessi della divinità...senza rischiare di diventare malvagio(esempio anche facendo uno vinco la CD di 35) è di per se malvagio usare i poteri oscuri? Se io uso un'arte proibita(necromanzia) per proteggere un villaggio dagli orchi perché il lontano re non si degna di mandare nemmeno pochi soldati per proteggerlo?

Usare mezzi malvagi per scopi buoni solitamente fa di te un neutrale.
La necromanzia di per sé non ha nulla di proibito. Ciò che è "proibito" sono i vari incantesimi malvagi di creazione di non morti. Poi può essere che qualcuno che usi in generale la necromanzia sia visto male e considerato un reietto della società, ma ciò non fa comunque di lui un malvagio.
Come ultima cosa, il continuo utilizzo di mezzi malvagi può comunque portarti sulla via del male, ma non è obbligatorio.

7 ore fa, Alonewolf87 ha scritto:

intervengo... E massacro gli eroi...per fermare lo scempio e salvare il mondo,pur condannando ad un destino di atroci sofferenze? Cosa è meglio? :-) eh si amo le cose difficili,ma mi piace ragionare!

Come detto da Hicks ci sono sicuramente modi migliori che massacrare gli eroi per fermarli.
Massacrarli senza né se né ma è una soluzione un po' drastica.

Link to comment
Share on other sites

Sono domande perlopiù generiche...se per ipotesi le divinità devono agire poco o nulla? Nel senso nemmeno comunicare direttamente...sul fattore neutrale lo sapevo anche io! Ma io dicevo in termini assoluti! Nel racconto che scrivo e necro sono reietti anche se molti di loro volevano solo la conoscenza...sebbene oscura!

Il fattore degli eroi permassacrarli l'ho pensato anche un po' fuori da dnd! ;)

Ipotizziamo,io sono un lich che gira il mondo perché ama l'avventura,dove sono passato hanno intonato canti e balli per averli salvati...arrivo su un nuovo continente e mi imbatto negli eroi locali, che stanno impedendo al malvagio di turno di conquistare il suddetto. Se questi mi attaccano,scambiandomi per un suo alleato e io li uccido, ho commesso un'atto malvagio(credo di no,difendersi e sempre un'atto buono)? Va bene che poi potrei combattere io il malvagio(viaggio per questo) ma poi non so se una volta andato si formeranno altri eroi nel continente... :-)

Diciamo che più che per una campagna,sto parlando in termini più generici! :-)

Link to comment
Share on other sites

Un lich in linea di massima è RAW Malvagio, salvo eccezioni dovute alle ambientazioni (Eberron, per dire).
Ma poniamo che tu sia un lich buono. Uccidere degli avventurieri per difendersi è davvero una soluzione drastica, usare forza letale quando c'è un'alternativa (sei un lich, puoi indebolirli e se sono molto deboli muoverli un po' come ti pare) è tendenzialmente mancanza di empatia o forte egoismo.

Link to comment
Share on other sites

  • Moderators - supermoderator
52 minuti fa, Lichsimpatico ha scritto:

(credo di no,difendersi e sempre un'atto buono)?

Semmai è più un atto neutrale, addirittura magari malvagio se ci hai goduto ad ucciderli. Mettiamo anche la diplomazia fosse fallita perché per dire non sei fuggito?Era davvero necessario ucciderli e non semplicemente neutralizzarli?

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

5 minutes ago, Pippomaster92 said:

Un lich in linea di massima è RAW Malvagio, salvo eccezioni dovute alle ambientazioni (Eberron, per dire).
Ma poniamo che tu sia un lich buono. Uccidere degli avventurieri per difendersi è davvero una soluzione drastica, usare forza letale quando c'è un'alternativa (sei un lich, puoi indebolirli e se sono molto deboli muoverli un po' come ti pare) è tendenzialmente mancanza di empatia o forte egoismo.

Ah...vero sono anche un'ottimo debuffer...c'è anche da dire che questi "avventurieri" potrei scambiarli anche per predoni... ;) beh se sei un lich,si sa che puoi avere addosso cose preziose! ;):P a volte mi dimentico...ecco che succede a studiare solo il gioco? :-)

Edit: RAW sta per? :-)

Edited by Lichsimpatico
Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, Lichsimpatico ha scritto:

Ma io dicevo in termini assoluti! Nel racconto che scrivo e necro sono reietti anche se molti di loro volevano solo la conoscenza...sebbene oscura!

Gli allineamenti non puoi concepirli in assoluto secondo me.

Se no un paladino che va nell'Oscuro Regno del Male sarebbe obbligato a rispettare tutte le leggi, anche quella che dice di uccidere i bambini maschi alla nascita, per rimanere legale. Non ha senso naturalmente, la legalità deve essere relativa quindi il paladino per quanto legale non rispetterà una legge ingiusta e malvagia.

33 minuti fa, Lichsimpatico ha scritto:

Edit: RAW sta per? :-)

Rules As Written, cioè prendendo le regole alla lettera, si differenzia da RAI (Rules As Interpreted) cioè interpretando le regole.
 

Edited by KlunK
Link to comment
Share on other sites

15 hours ago, Lichsimpatico said:

E da molto che me lo chiedo,ma esistono vie di mezzo? Nel senso se nella vita non esiste,spesso solo il bianco e il nero,ma tante sfumature di grigio...perché ciò non in DnD?

Perche' l'allineamento in D&D e' concepito come una cosa bianco-vs-nero. Nei manuali ci sono interpretazioni discordanti da edizione a edizione, ma se consideri che esiste es. un piano del Bene e un piano del Male, ne segue che Bene e Male siano forze cosmiche assolute. Fatta questa premessa, l'unica interpretazione logicamente possibile e' che Male e Bene siano concetti assoluti in D&D, a differenza del "mondo reale" dove, come tu stesso noti, la moralita' e' fatta di sfumature. In altre parole, in D&D, per come e' formulata la cosmologia del gioco, esiste un concetto di Bene con la B maiuscola, che e' una sorta di standard fisso, ed e' sempre quello in tutto il multiverso. Se ti conformi a quello standard fisso noto come Bene, sei Buono - se ti conformi allo standard noto come Male, sei Malvagio. 

Si puo' disquisire se il tuo allineamento debba rappresentare le tue azioni o le tue motivazioni, ma il succo e' che l'allineamento di D&D semplicemente non e' concepito per rappresentare questo tipo di situazioni. Una racchetta da ping pong non e' fatta per giocarci a tennis, quindi non ha molto senso cercare di giocare a tennis con una racchetta da ping pong e poi lamentarsi perche' non ti viene bene, giusto? Ecco, in D&D, porsi domande tipo "Eh ma il mio personaggio ha fatto quest'azione malvagia a fin di bene, quindi che allineamento ha?" non ha alcun senso. Come ti hanno gia' consigliato, se vuoi introdurre questo tipo di dilemmi morali, lascia perdere l'allineamento. Fai finta che non esista.

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites

Personalmente nelle mie campagne tendo a non utilizzare del tutto la meccanica dell'allineamento (perchè è di una meccanica che si sta parlando), perchè la considero una limitazione all'interpretazione dei pg, l'unico vincolo che pongo ai miei personaggi è quello della loro personalità, se una determinata azione, malvagia o buona che sia, è coerente con la personalità e il carattere del personaggio non esiste motivo al mondo per cui non dovrebbe compierla. 

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Similar Content

    • By Miki85
      Ciao, Cerco disperatamente il file PDF di suddetta campagna. In ITALIANO ovviamente.
       
      So perfettamente che il 95% di voi obietterà che "o mio dio, non è legale!2!2!1!1"
      Premetto che: ho già cercato il set Base e anche l'essenzial.
      NON SI TROVANO (in italiano)
      Ho visto che pubblicheranno il secondo a ottobre, ed è già in programma che lo comprerò. Di sicuro.
       
      Mi sono iscritta alla newsletter come da promozione ma NON mi è arrivato tale PDF.
       
      Mi mandate il PDF via Email?
      Grazie
    • By rexxar1
      Ciao a tutti! Sono qui in cerca di consigli, idee, o aggiunte su un tema che vorrei portare in una campagna. 

      In breve:
      circa 200 anni fa, Helmut, re degli uomini, soverchiato dai feroci assalti delle tribù di gnoll, si prodigò per cercare un modo che ponesse fine a questa guerra sanguinosa che da anni martoriava la sua gente. Nelle profondità di una montagna un gruppo di avventurieri trovò una strana roccia. Il Re, la estrasse e studiandola venne a conoscenza che essa non era altro che un frammento dell'anima di un dio caduto (malvagio, distrutto dalle altre divinità probabilmente). In breve si concesse a tale potere, che riversò sui suoi fedeli soldati. Man a mano lui ed i suoi uomini si trasformarono in Ombre, falciando gli gnoll e ponendo fine alla guerra. Ma la sete di potere era divenuta tale che la sua guerra si spostò verso altri regni. Purtroppo la luce del sole era il suo unico tallone, nonostante la sua armata avesse soldati, stalloni, draghi, tutti corrotti dall'ombra. Il suo potere era limitato alla notte. Così la sua cerca si spostò verso un artefatto in grado di manipolare la luce/sole. La sua armata, così invincibile nella notte era però facile da affrontare alla luce del sole, così Helmut si rintanò nel piano delle ombre con tutto il suo esercito pronto a sguinzagliare la sua armata se avesse trovato l'artefatto...(tramite i proprio agenti)
      Ok è molto più vasta di così, ma anche riassumendola molto penso si delinea l'idea! Vorrei consigli su come gestire tutto al meglio, anche perché l'idea iniziale sarà far vivere ai personaggi l'assalto di Helmut ad una grande città perchè li vi è nascosto qualcosa che può condurlo all'artefatto per "spegnere il sole". Vorrei renderlo però renderlo più profondo, anche perchè razze longeve hanno vissuto il male dell'Armata delle Ombre. Se poi avete in mente altre aggiunte, son qui! 
    • By Arglist
      Ehilà
      Sono inciampato per puro caso in questo articolo (ma anche questo) riguardante i livelli di potere raggiunti dalle campagne. Oltre a notare (con estrema tristezza) quanto la cosiddetta oversemplificata D&D 5E piegata al politically correct non sia riuscita a rendersi giocabile nemmeno questa volta i livelli più alti (e penso ne sia una prova fattuale la completa inesistenza di materiale ufficiale riguardante il Tier 4), ho notato quanto i miei tempi non coincidano affatto con quelli dati dall'internet in generale.
      Quindi:
      - vittima anche dell'ultimo abbandono (ormai anni fa) di una campagna 5E - DiA - citando il narratore "questa campagna in un anno voglio finirla", con conseguente scambio di sguardi tra i partecipanti alla "ma è del settore questo?"
      - complice anche un sano esame di coscienza, con una campagna (unica rimasta) all'attivo da ormai 5 anni di Rise of Tiamat ed altre incompiute della durata di svariati anni
      -  risultante da confronti con altri possenti narratori emiliani che mi han confermato che prima dei 365 giorni canonici una campagna 1-7 ( (elevati a multipli di 2 per range 1-15 e 1-20 homemade) non l'abbiano mai finita
      - Tenendo conto che esce un AP l'anno, e che sempre nello stesso anno esce un AL ambientato in luoghi differenti, motivo che mi fa pensare che alla WOTC considerino normale terminare i moduli nell'anno?
      Mi chiedo: siamo noi italiani eccessivamente prolissi o sono i colleghi della perfida Albione e d'oltreoceano ad esser troppo frettolosi? E, se si, perché?
    • By supremenerd88
      Buongiorno a tutti,
      sto per iniziare una nuova campagna con degli amici di vecchia data con cui giocavo a D&D 3.5 e 4. Scegliendo tra D&D 3.5, 4, 5, Pathfinder 1e e Pathfinder 2e (dovendo comunque acquistare alcuni manuli avendone persi molti della 3.5 e 4 e non ci siamo dati limiti di budget e nemmeno di edizioni del gioco) saremmo propensi a iniziare la campagna con Pathfinder 1e per poter sfruttare le campagne precostruite che, dopo un'occhiata veloce su alcuni PDF che ho trovato mi sembrano veramente ben costruite (molto di più delle avventure di D&D per intenderci, che non ho mai apprezzato).
      A tal proposito ho visto che la prima campagna dell'Adventure Path che era uscita era "Rise of the Runelord" e, dato che farò il master, ho letto un po' di info qua e la e mi sembra molto interessante. il discorso però è questo: nella prima parte della campagna viene sensibilizzato il master a far conoscere la città di Sandpoint ai giocatori, descritta in una quindicina di pagine sul primo manuale dell'avventura. ho visto però che poi è uscito il manuale dedicato proprio a Sandpoint (https://pathfinderwiki.com/wiki/Sandpoint,_Light_of_the_Lost_Coast) nel 2018 (molto dopo l'uscita dell'avventura) al che mi chiedo: vale la pena acquistare il manuale in questione su Sandpoint per migliorare le prime sessioni di gioco oppure no? ma soprattutto: il manuale è "ambientato" prima dell'avventura di "Rise of the Runelord" oppure dopo? vorrei evitare di acquistarlo per poi scoprire che è per gestire Sandpoint al di fuori di questa campagna e dopo che un gruppo di avveturieri ha salvato la città dai signori delle rune...
      Grazie mille.
      P.s. non riesco a trovare l'elenco dei manuali di PF 1e in italiano (su pathfinderwiki ci sono i riferimenti dei manuali usciti in inglese ma dubito fortemente che siano stati tutti tradotti...). Esiste una lista dei manuali usciti in italiano e magari i link di dove acquistarli? PDF o cartacei non mi fa differenza, ma se esistono preferisco in italiano rispetto che inglese per velocizzare il tutto.
      Modificato 3 minuti fa da supremenerd88
    • By Pablo
      Ciao a tutti! Vorrei iniziare a fare il master e vorrei sottoporvi questo incipit di Campagna, per sapere se avete dei suggerimenti o comunque cosa ne pensate. Premessa, i Giocatori sono del paese Phandalin, e abitano in un Maniero (abbiamo già fatto altre campagne assieme, in cui ero giocatore, e quindi i personaggi si conoscono già)
       
      Eclissi – parte narrata
      Siete a Phandalin, è una bella giornata Estiva. Nella piazza principale stanno allestendo un palco per l’annuale festa di saluto all’estate. Durante la mattinata date una mano ai concittadini per i preparativi. E’ prevista musica e un grande banchetto, in cui ogni abitante porta qualcosa da mangiare. Lo stesso Lord Sindaco del Paese partecipa attivamente alla costruzione del palco, ed anche sfornando un ottimo pasticcio di anatra.
      E’ pomeriggio inoltrato, i preparativi sono ultimati. Siete vicini ai vostri cavalli, pronti per tornare a riposare al vostro maniero, quando notate che la luce per terra è strana. Ad un tratto è più buio.
      Fine parte narrata
       
      Il Sole sta subendo una eclissi, un disco nero nel giro di pochi minuti lo copre completamente. Visto che è giorno nessuna fiaccola è accesa e quindi un buio totale avvolge tutto. I Giocatori sentono freddo. I cavalli si sentono imbizzarriti, a stento si tengono. Gli abitanti urlano impauriti.
      Dopo qualche attimo dove una volta c’era il sole un cerchio rosso di fuoco si forma, con delle lingue di fiamme.
      TUTTI DEVONO FARE UN TIRO SU COSTITUZIONE (CD 15): se non lo passano cadono a terra in preda ad un potente mal di testa.
      Comunque tutti i Giocatori vengono avvolti da un terrore inspiegabile, un senso di paura e disperazione.
      Dopo alcuni minuti il cerchio rosso scompare. Il disco nero che occludeva il Sole molto lentamente si sposta, lasciando che la luce torni. Una volta scomparso completamente la normale luce del sole pomeridiano torna a riscaldare i Giocatori.
      Quelli che NON AVEVANO SUPERATO IL TIRO SU COSTITUZIONE cominciano a sentirsi subito meglio. A tutti il senso di terrore scompare.
      Nella piazza un quarto degli abitanti è riversa in malomodo per terra. Mentre la maggior parte è in piedi, ma terrorizzata per quanto avvenuto.
      Qui i giocatori si possono avvicinare e parlare con gli abitanti, sono tutti frastornati. Gli abitanti per terra sembrano svenuti, e non si riescono a risvegliare.
      I popolani riversi per terra dopo un po’ cominciano ad avere degli strani scatti muscolari, come quando si dorme profondamente. E dopo poco, in maniera del tutto scomposta, si rialzano. Aprono gli occhi, che ora sono rosso fuoco. Uno sguardo omicida è presente nei loro nuovi sguardi.
      Urlando aggrediscono a mani nude i popolani increduli, e gli stessi Giocatori.
       
      E’ solo un inizio. Vorrei che dietro all’eclissi ci sia un Lich, grazie a questa riesce a possedere quante più persone possibile di tutto il mondo conosciuto. Questo per creare un suo esercito con cui distruggere il mondo dei viventi. Devo ancora decidere come potranno sconfiggerlo e tutto il resto, ma mi sembra una storia che prende fin da subito. Non molto originale, ma comunque interessante. Sullo stile Horror. Non ci saranno i classici villaggi con le taverne, in cui sentirsi al sicuro. Saranno tutti distrutti e pieni di creature possedute. Verranno create delle roccaforti dai sopravissuti, quelle saranno le uniche zone sicure (circa...)
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.