Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Gli Ordini Ignobili

Goblin Punch oggi ci propone degli spunti ed idee per degli ordini di paladini davvero fuori dall'ordinario.

Read more...

Il Futuro di D&D

Ci sono in ballo grandi piani per D&D 5E nei prossimi anni e in particolare in vista del 50° anniversario del gioco di ruolo più celebre del mondo.

Read more...

In Arrivo il Rules Expansion Gift Set

A inizio anno prossimo la WotC farà uscire un set di tre manuali per coloro che sono interessati alle espansioni regolistiche per D&D 5E.

Read more...
By Lucane

L'Arte della Legenda: Parte 4 - La Lista degli Avversari

Volete aggiungere spessore e profondità ai vostri scenari senza per questo complicarvi la vita a tener traccia degli spostamenti di ogni singolo mostro o nemico? The Alexandrian ci offre uno strumento formidabile per la gestione in tempo reale di scenari complessi e di moltitudini di avversari. 

Read more...

Anteprime di Fizban's Treasury of Dragons #2

Andiamo a scoprire delle novità legate a classi, razze e mostri che saranno presenti nella Fizban's Treasury of Dragons.

Read more...

Gaia's Legend [FATE] - TdG


IlBaddynatore
 Share

Recommended Posts

@Latarius @Leonardo98 @1701E ecco a voi il TdG, si inizia subito :) 

Valmet

Spoiler

Ti sei svegliata da circa due minuti e ti senti terribilmente stanca, e non perché a causa del lavoro sei andata a letto alle cinque di mattina, siccome sono le tre di pomeriggio, ma perché hai dormito malissimo; come da tre giorni a questa parte ormai.

Diverse goccioline di sudore ti scendono dalla fronte lungo il viso: la quarta notte agitata di fila. Non sai perché ma negli ultimi tempi stai sognando sempre la sera "dell'incidente" dove persi l'occhio e, oltre a questo, capita ogni tanto che la cicatrice ti mandi delle scariche di dolore lungo tutto il corpo, tanto forti da paralizzarti alcuni secondi. E in questi quattro giorni una volta sveglia ti faceva sempre un male cane.

Le scene che ripercorri ogni volta nel sogno sono piuttosto offuscate nella tua mente, infatti dopo pochi secondi che sei sveglia svaniscono dai tuoi ricordi. Una però è sempre vivida nella tua mente: l'istante in cui persi l'occhio; ormai perseguita i tuoi pensieri giorno e notte.

Come se non fosse abbastanza una volta conclusa la scena, prima di svegliarti, ti pare di sentire una voce: è una voce femminile piuttosto flebile, ti parla dolcemente e ripete ogni volta La vera vista appartiene ai ciechi.

Mina

Spoiler

Un'altra giornata di scuola... l'ennesima per la precisione. Non sai perché ma nelle ultime due settimane sta andando tutto a rotoli: le lezioni sono di una noia mortale, e su cose prettamente inutili. Non sai nemmeno perché i tuoi compagni di corso ti ignorino così spesso. E non sai nemmeno perché ti stai sentendo dannatamente sola, nonostante tutto quello che hai dovuto passare ed hai affrontato.

Si prospettano due ore mortali con quell'abominio che è la professoressa di diritto: una vecchia oltre i sessantacinque anni la cui voce sembra quella di una biscia: bassa e sibilante. Credi che tutto stia per caderti addosso quando una ragazza molto carina, dai castani capelli e occhi nocciola e con uno strano accento si siede vicino a te Ciao mi chiamo Yn e sono nuova, potresti darmi qualche dritta? Ti dice mostrando un bianchissimo sorriso.

Davide

Spoiler

Oggi è una pacchia: non hai lezione e con la scorsa sessione hai dato tutti gli esami richiesti da qui fino a luglio, cosa potresti volere di più dalla vita?

Ti svegli alle undici di mattina, i tuoi genitori sono al lavoro e anche tuo fratello non è in casa perché si è preso una settimana di vacanza con la sua fidanzata. Quando ti dirigi assonnato in cucina per fare colazione noti un post-it giallo attaccato al frigo che recita Oggi io e papà facciamo tardi e torneremo stanotte, ricordati che Vittorio non c'è quindi dovrai arrangiarti; buona giornata. - Mamma P.s. vammi a fare la spesa per favore, la lista è nel secondo cassetto, baci.

Forse non sarà una pacchia totale, ma almeno potrai riposarti dopo tanto tempo passato sui libri 

Piccola precisazione, siamo a Lunedì 20 marzo 2017, di base non cambia nulla dal nostro mondo (se vi servono altre informazioni temporali chiedete pure)

E ora la domanda fatidica: cosa fate?

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites


Valmet Virtanen

@Master

Spoiler

 

Resto distesa a fissare il soffitto, o solo parte di esso per essere precisi. Mi passo il braccio sinistro sulla fronte, per asciugare il sudore, mentre respiro profondamente. 
Il fresco alla gamba sinistra mi fa capire di essermi agitata abbastanza da scoprirmi per metà dalle coperte. Perché? Perché ora? mi domando. Le prime settimane gli incubi erano continui, ma è da più di un mese che si sono fatti sempre più saltuari e rari. E poi questo... Eppure non è accaduto nulla di che...

Stringo i denti per un'altra scarica improvvisa di dolore. In risposta schiaccio il palmo della mano sull'occhio cieco. Premo con forza e massaggio. 

Forse dovrei farmi vedere da qualcuno? E cosa ti direbbero Valmet? Eh?! Non dovrebbe farti male, punto. Se ne uscirebbero con qualche stronz@ta delle loro: Non hai nulla che non va, Valmet. Il dolore è solo nella tua mente. Si, certo, come no...

Tsk... medici...

Ripenso alla scena. È concitata, i ricordi fugaci ed offuscati. Ma una cosa no. Quella cosa non la scorderò mai. Quel momento abbagliante prima che divenisse tutto buio. L'attimo in cui la luce del lampione si è riflessa sulla lama del coltello ad un centimetro dal mio occhio, una frazione di secondo prima che la lama mi deturpasse il volto.

Mi sforzo di ricordare con precisione il sogno o almeno di salvare qualche altro frammento prima che venga obliato.

La vera vista appartiene ai ciechi? Che diavolo vorrebbe dire? mi interrogo sul significato di quelle parole. Mi torna in mente quello che si dice su chi abbia perso la vista, che in qualche modo il corpo cerca di sopperire alla mancanza della vista affinando gli altri sensi. Ma non è comunque vista, di certo non vera vista!

Che sia il mio subconscio? Che voglia dirmi qualcosa o consolarmi? Ha! ridacchio sarcasticamente tra me e me prima di alzarmi.

Divertente Valmet. Davvero divertente...

Metto i piedi scalzi a terra per poi alzarmi non appena sono sicura di non essere colta da un'altra scarica.

Vado in bagno a darmi uno sguardo allo specchio. In particolare all'occhio cieco.

 

 

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Valmet

Spoiler

Quando entri in bagno vieni investita da una luce accecante: ti eri dimenticata di abbassare la tapparella e il sole pomeridiano di marzo ti colpisce in pieno il volto. Lato positivo della cosa: almeno non fa freddo, come è stato fino alla scorsa settimana.

Non hai una bella cera: una vistosa occhiaia ti contorna di viola la parte inferiore dell'occhio buono, ma almeno la cicatrice è a posto.

Mentre sei intenta a controllarti suona il telefono: è la psicologa, quella presso la quale i tuoi genitori si erano presi la libertà di fissarti qualche appuntamento dopo l'incidente e la perdita dell'occhio. È molto simpatica, parecchio brava nel suo lavoro e ti ha aiutato a sostenere psicologicamente la perdita dell'occhio, oltre ad essere spesso presente durante il periodo di riabilitazione.

 

Link to comment
Share on other sites

Valmet Virtanen

@Master

Spoiler

«Merda...» mi lascio sfuggire nell'essere accecata appena svegliata.

Quando mi riprendo mi fisso allo specchio. Sospiro. Come se mi aspettassi di trovare qualcosa di diverso.

Sembro uno zombie, Cristo...

Mi sciacquo la faccia ed inizio a valutare l'allettante idea di farmi una doccia. Ma lo squillare del telefono infrange i miei sogni. Seccata vado a rispondere.

Provo a ricordarmi se avevo qualche appuntamento in programma per oggi. Ma i miei neuroni non connettono ancora.

Rispondo. Mi lascio sfuggire uno sbadiglio e poi dico con voce ancora impastata «Si?»

 

Link to comment
Share on other sites

Valmet

Spoiler

Ciao Valmet, risponde la donna con una dolcissima voce; è sempre stata informale con te disturbo? Ti prego dimmi che non ti ho svegliata. Il tono assume rapidamente una punta di preoccupazione Scusa, volevo solo ricordarti che oggi alle cinque c'è l'appuntamento. si mette in attesa di una tua risposta

 

Link to comment
Share on other sites

Mina

Spoiler

La giornata si prospetta piacevole come un gatto idrofobo infilato nei pantaloni e il fatto di aver lavorato fino alle tre - illavoro legale, stavolta - non aiuta affatto a rimanere concentratasu codici e codicilli.

Ricordami perché ho scelto giurisprudenza? Chiedo ad una ipotetica me stessa più sveglia e certo meno desiderosa di un caffè doppio con panna, zucchero e due dita di whisky.

La risposta in realtà la so: è una facile identità "di copertura" e può sempre tornare utile nella vita... ma che p@lle ogni tanto!

Sto giusto valutando le mie opzioni - mettermi a dormire sul quaderno degli appunti o dar fuoco ad una pallina di carta per far scattare l'allarme antincendio - quando qualcuno mi rivolge la parola.

Osservo quindi stupita la ragazza che mi chiede qualche suggerimento, prima di rispondere Io...sì, certo... Io sono Sara e il primo consiglio è: cambia corso, o facoltà. Oppure tira fuori subito dallo zaino un fucile a tranquillanti di quelli che usano per cacciare i grossi felini...

 

Link to comment
Share on other sites

Davide

Spoiler

Mi avvicino lentamente, ancora con quella placida stanchezza che permane dopo un lungo e meritato riposo. Mi ero quasi dimenticato di cosa significasse dormire fino a tardi.   Penso, mentre ricordo i mesi in cui, tra esami e allenamenti, una buona notte di sonno sembrava un' utopia. Per fortuna quei ritmi folli avevano abbondantemente ripagato e ora mi ritrovavo libero di dedicarsi alla mia passione, mentre molti dei miei compagni meno diligenti  ancora sudavano davanti ai libri. 

Mentre mi preparo una colazione leggera osservo il post-it legato al frigo. Meglio sbrigarla presto questa faccenda...  sapeva che se si fosse messo davanti al pc come al solito avrei rischiato di dimenticarmene e mi sarei ritrovato col frigo vuoto e spiegazioni imbarazzati da dare. L' ultima volta non era stato divertente. Così, dopo essermi lavato e vestito, afferro la lista della spesa e scendo al supermercato sotto casa, pensando cosa fare durante la giornata  Forse potrei chiamare  i ragazzi della squadra... sarebbe carino vederci ogni tanto fuori dagli allenamenti.

 

Edited by Leonardo98
Link to comment
Share on other sites

Valmet Virtanen

@Master

Spoiler

 

«Eh? No» il fatto che sia informale non mi disturba, anzi è un punto a suo favore. Ma l'eccessiva gentilezza così come l'eccessiva educazione mi urta e mi mette sempre a disagio, a volte mi fa reagire in modo più scontroso di quanto vorrei. Non so mai come dovrei comportarmi.

«Svegliata? No, ma che. Stavo per farmi una doccia. Perché? Aaah, si, per le cinque» per poi aggiungere subito poco convinta «Mica mi ero scordata...».

In realtà stavo pensando di chiudere proprio. Non capisco a che possa servirmi sedermi una poltrona e parlare di quello che penso o di quello che ho fatto durante il giorno...

 

 

Link to comment
Share on other sites

Valmet

Spoiler

Benissimo, allora ci vediamo dopo; ciao. Mette giù la chiamata; ormai ci sei abituata, fa sempre così.

Mina

Spoiler

Beh a dire la verità lo sapevo, ti ho detto una bugia: io sono al terzo anno. Fa una risatina e poi prosegue a parlare con il suo strano accento Sono venuta da te perché ti ho vista tutta sola, ed è così da due settimane. Pensavo volessi parlare con qualcuno. Sfoggia un altro bellissimo sorriso.

Davide

Spoiler

Come decidi di andare a fare la spesa senti un suono simile ad un DING e davanti a te compare una finestra pop-up come quelle dei giochi di ruolo che recita Devi fare la spesa per la mamma, dimenticati e ci saranno problemi. Ricompensa: 100 punti esperienza

 

Link to comment
Share on other sites

Davide

Spoiler

Ma che cazz..? Scuoto la testa, per cercare di riprendermi dalla bizzarra apparizione.  Quando riapro gli occhi l' apparizione è ancora lì. Ok, forse  non avrei dovuto passare tutto il giorno davanti a World of Warcraft ieri. Mi sta facendo sognare a occhi aperti.  Con i nervi un po' scossi dalla quella persistente immagine scendo a fare la spesa.  Se la ignoro dovrebbe scomparire...

 

Link to comment
Share on other sites

Valmet Virtanen

Spoiler

 

Guardo il cordless per alcuni secondi come se fosse un qualcuno da interrogare. Mi domando quale piega sia prendendo la mia vita. Ma è solo un cordless, non può rispondermi. Lo rimetto al suo posto. 

Nel frattempo mi è venuta fame. Vado alla ricerca di qualcosa da mangiare. La prima cosa nel frigo che trovo sono i resti del cinese di ieri e visto che non ho la minima di voglia di impegnarmi li ficco nel forno a microonde. Imposto il timer silenzioso e vado in bagno.

Mi spoglio gettando via con noncuranza quello che indosso. Poi apro l'acqua e mi ficco sotto la doccia.

Chiudo anche l'occhio buono con l'acqua che mi scorre sulla testa e sul volto. 

Resto sotto l'acqua, in silenzio, per molto fissando l'oscurità dentro di me.

 

 

Link to comment
Share on other sites

Valmet

Spoiler

Continui a fissare il cordless in cerca di una risposta che purtroppo non arriva, in quanto gli oggetti inanimati non parlano; decidi quindi di dirigerti sotto la doccia.

L'acqua scorre lenta e ti scalda, ti distende pian piano i nervi e riesci a rilassarti.

Una volta fuori ed asciugata ti senti pronta, o quasi.

Davide

Spoiler

Ti dirigi al negozio vicino casa tua e senza problemi compri tutto ciò che tua mamma ti aveva chiesto, mettendoci anche poco tempo. Appena paghi alla cassa senti una seconda volta lo stesso DING di prima, e una nuova finestra pop-up compare davanti ai tuoi occhi Missione completata! I punti esperienza ti saranno assegnati a breve.

 

Link to comment
Share on other sites

Mina

Spoiler

Osservo con un certo sospetto la ragazza, cercando di riflettere sul recente passato per capire se - davvero - mi sono isolata da tutto e tutti. In effetti, considerando Sara poco più di una identità di copertura, non mi sono interessata più di tanto alla sua vita sociale.

Ma, d'altro canto, la lezione è così p*llosa che due chiacchiere non mi potrebbero fare che bene. Quindi rispondo, fingendomi delusa Quindi niente fucile a tranquillanti?

Comunque, scherzi a parte, che ti posso dire...non sono molto popolare ma neppure ho mai cercato di esserlo. Diciamo che considero l'università un male necessario, ma non mi aspetto di farmi una vita qui dentro.

E tu? Di dove sei?

 

Link to comment
Share on other sites

Valmet Virtanen

Spoiler

 

Finisco la doccia, mi asciugo, infilo l'intimo ed una t-shirt.

Poi vado in cucina e divoro in tempo zero quello che avevo messo a riscaldare, non sapendo se io stia facendo colazione o se stia pranzando.

Finisco di prepararmi e di vestirmi. Infilo un paio di scarpe e pantaloni comodi, di quelli che uso per correre. Indosso una giacca di jeans sopra la t-shir bianca. T-shirt su cui è scritto in nero: fuori dal mio fottutissimo spazio vitale!

Prendo le mie cose ed il mio coltello, anche se chiamarlo coltello è riduttivo. Metto la benda sull'occhio cieco ed esco.

Anche se ho tempo preferisco andarmi a fare un giro nel frattempo.


 

 

Link to comment
Share on other sites

Valmet

Spoiler

La tua passeggiata prosegue tranquillamente, l'aria è fresca, il sole scalda e quindi la temperatura è perfetta: un calore posato sferzato da una leggera brezza; l'ideale per i vestiti che hai tu. Passi davanti ai soliti bar che ogni tanto frequenti ma noti che non c'è nessuno di quelli che conosci, decisamente troppo presto per l'aperitivo, oppure oggi avevano di meglio da fare che perdere l'ennesima giornata della loro vita ad oziare.

L'ora fatidica giunge e ti dirigi allo studio della psicologa, una volta davanti alla porta leggi la solita insegna Dott.ssa Melania Terra, laureata in psicologia dal 2002

E sul muro, accanto alla targhetta, il campanello.

Mina

Spoiler

Grecia, ma sono qui da ormai sei anni; scommetto comunque che hai notato l'accento, per quanto ci provi non riesco a farlo andare via. Ammicca sfoggiando l'ennesimo sorriso bianchissimo.

E comunque no, niente fucile a tranquillanti, ma se vuoi ho un bazooka. Estrae dallo zaino che aveva appoggiato sul tavolo un rotolo porta disegni verde militare; se non fosse così corto assomiglierebbe davvero ad un bazooka

 

Link to comment
Share on other sites

Valmet Virtanen

Spoiler

Cammino per un po' fino ad arrivare in prossimità del Ponte dei Sospiri ed a raggiungere uno dei posti preferiti della città. Un vecchio muro trasversale al ponte a sette o otto metri di altezza. Resto lì seduta sulla sommità del muro per una buona mezz'oretta, con le gambe penzolone, a fissare la gente che fa avanti ed indietro. Mi godo la vista, il sole ed il freschetto del vento. Così è rilassante ma all'alba o al tramonto la vista è veramente fantastica, con il cielo che si tinge di arancione o di viola.

Alla fine scendo e mi avvio verso lo studio.

Busso il citofono, quando mi aprono entro direttamente e salgo al piano dello studio. Se mi viene chiesto mi limito a comunicare in modo atono il mio cognome.

 

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Davide

Spoiler

Cosa?! Non è possibile, che sta succedendo? Agito le mani davanti a quella bizzarra apparizione che non sembra affatto intenzionata a sparire. Che i miei genitori avessero ragione fin dall' inizio? Alla fine i videogiochi mi hanno davvero mandato in pappa il cervello?  La mia mente rimane per qualche attimo su quei pensieri, prima di bollarli come cretinate. Se fosse stato un crollo psicologico non sarebbe certo accaduto adesso, non in uno dei periodi più tranquilli che avesse avuto da mesi. D' altra parte, se non era impazzito l' alternativa era essere finito in una specie di anime di terza categoria, il che era altrettanto improbabile. Calma Davide. Una cosa per volta. Prima comprendi, poi decidiRipetè a se stesso una delle frasi che il suo coach gli aveva marchiato a fuoco nel cervello fin dai suoi primi giorni di allenamento nel team. E difficilmente avrebbe potuto comprendere qualcosa restando chiuso in casa. Servivano nuovi stimoli, qualcosa  che lo distraesse. Forse una passeggiata lungo il Canal Grande sarebbe stata utile.

 

Link to comment
Share on other sites

Valmet

Spoiler

Venga pure signorina Virtanen, la dottoressa Terra la aspetta nel suo studio. Ti comunica la segretaria attraverso il citofono.

Sali le scale in pietra del palazzo, un vecchio complesso di appartamenti utilizzato ora come studi importanti, quali notai e avvocati, oltre ovviamente allo studio dove sei diretta.

La segretaria ti accoglie e subito ti indirizza verso lo studio della dottoressa.

Quando apri la porta vieni investita da una dolcissima fragranza di rose, ti ricordi di aver sentito spesso quell'odore lì ma oggi ti sembra più forte; la dottoressa è seduta alla scrivania e sta controllando dei documenti. I lunghi capelli castani sono legati in una coda, nonostante il capo chino si intravedono i gentili lineamenti del suo viso, come anche gli occhi nocciola che guizzano rapidi sulle scritte dei fogli; indossa un classico abito da ufficio nero.

Non appena chiudi la porta si accorge di te, probabilmente era davvero molto concentrata Ciao Valmet, allora come stiamo procedendo? Ti interpella, alzando lo sguardo dalle carte e sorridendo gioiosamente.

Davide

Spoiler

Ne approfitti per lasciare a casa le borse della spesa e poi vaghi per la città cercando di schiarirti le idee; ti rechi appunto al Canal Grande, sperando che osservarlo e passeggiare un poco ti possa far schiarire le idee.

TI sembra tutto normale, quando inizi a guardarti intorno e vedi che sopra la testa della gente appare scritto il loro nome, il mestiere che fanno e intorno loro livello

 

Link to comment
Share on other sites

Mina

Spoiler

Gli accenti non sono male, purché si parli correttamente una lingua... rispondo sorridente, anche se continuo ad osservare la ragazza, chiedendomi di tanto in tanto se appaio così sola e penosa da averla mossa a compassione e poi non è male poter dire di venire da un paese con una storia antica come la Grecia, no?

Quando estrae il bazooka ridacchio, commentando sì, è un po' piccolo...sembra più uno di quei lanciamissili anticarro usa e getta...ma in fondo conta anche come sai usarlo, non solo quanto è grosso, no? E che proiettili usi? aggiungo, un po' incuriosita dal capire che tipo di disegni faccia e un po' perché mi sono resa conto di aver detto una frase quantomeno ambigua...fortuna che il mio interlocutore è una femmina e non un maschietto suscettibile!

 

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Mina

Spoiler

Te ne esci subito coi doppi sensi? Ridacchia e fa una linguaccia. Ma in fondo hai completamente ragione. Alza un sopracciglio accompagnando l'azione con un sorriso malizioso.

Proiettili anti-architettura comunque, e sono di mia sorella. Quella polla se li è dimenticati a casa quando è andata a dormire dal suo ragazzo e deve consegnare i progetti entro ora di pranzo altrimenti il professore la strapazzerà per bene. Mentre te lo dice estrae dal porta disegni un foglio su cui è disegnato un progetto di architettura piuttosto complesso, capisci perché è leggermente alterata e prende in giro la sorella

 

Edited by IlBaddynatore
Link to comment
Share on other sites

 Share

  • Similar Content

    • By Alonewolf87
      Andiamo ad immergerci nell'iconico universo di Blade Runner con questo nuovo prodotto della Free League in arrivo l'anno prossimo.
       Dopo il GdR su Alien e il grande successo del Kickstarter della seconda edizione de L'Unico Anello, la celebre casa editrice svedese torna sui grandi classici, con l'annuncio di qualche giorno fa che pubblicherà nel 2022 un GdR basato sui celebri film di fantascienza di Blade Runner. Il GdR sarà temporalmente ambientato tra i due film e userà lo Year Zero Engine, uno dei cavalli di battaglia della Free League.


      Visualizza articolo completo
    • By Alonewolf87
      Dopo il GdR su Alien e il grande successo del Kickstarter della seconda edizione de L'Unico Anello, la celebre casa editrice svedese torna sui grandi classici, con l'annuncio di qualche giorno fa che pubblicherà nel 2022 un GdR basato sui celebri film di fantascienza di Blade Runner. Il GdR sarà temporalmente ambientato tra i due film e userà lo Year Zero Engine, uno dei cavalli di battaglia della Free League.

    • By Maxwell Monster
      uscito al Play Modena ,
      ci voleva un GDR così ,
      ha potenziale ,
      forse un pò complesso ,
      ma non posso ancora sbilanciarmi .

    • By Ian Morgenvelt
      Un nuovo articolo legato a Il Re in Giallo, in cui Gareth Ryder-Hanrahan prova ad inventare alcuni spunti per delle inquietanti avventure legate ad una misteriosa zona piagata dai poteri occulti. 
      Articolo di Gareth Ryder-Hanrahan del 07 Maggio
      La Zone Jaune è una regione nell'Europa nord orientale che è stata indicata come "inabitale dagli esseri umani" in seguito alla Guerra Continentale. L'uso diffuso della "scienza gialla" di Carcosa, l'artiglieria tradizionale e le armi chimiche hanno reso questa regione - circa 2000 chilometri quadrati di foreste e, un tempo, fattorie - totalmente ostile e inagibile. "Danni alle proprietà: 100 %. Danni all'agricoltura: 100 %. Danni alla realtà: non misurabili. Impossibile sopravvivere." viene detto in uno dei rapporti scritto poco dopo il termine della guerra. 

      Il governo francese ha creato un cordone attorno alla Zone Jaune ad un mese dal cessate il fuoco. Negli anni seguenti, diverse nazioni che confinano con la zona hanno iniziato ad usarla come una discarica non ufficiale, per scaricare le munizioni e la tecnologia Carcosana rimasta in seguito alla guerra. Degli interi battaglioni di inseguitori sono stati portati nei boschi e abbandonati, le loro gambe distrutte e trasformate in enormi spilli metallici (certi rapprti usano il termine "radunati in gregge", implicando che potrebbe esserci qualcosa di vero dietro alle storie che parlano di inseguitori in grado di sviluppare un certo grado di consapevolezza e indipendenza). Delle libellule e altri veicoli aerei sono state riempiti di tecnologia Carcosana e fatti precipitare nella zona. Delle storie più oscure parlano di convogli di camion e dei treni speciali riempiti di "bestiame" e portati nel mezzo della Zone Jaune, abbandonandolo lì. 
      Oggi la zona è circondata da molte miglia di filo spinato e fossi. L'entrata al suo interno è vietata; la natura ha potuto riprendersi il possesso del terreno al suo interno, sebbene sia dibattibile se i "boschi gialli" siano definibili naturali. Il governo francese insiste nel dire che tutte le strane specie di piante sono frutto delle sostanze tossiche e non della invasione di Carcosa. I contadini che lavorano attorno alla zona trovano spesso munizioni e altri resti, tra cui "materia organica": questi vengono raccolti da una speciale divisione dell'esercito francese, il CEOM, per smaltirli in sicurezza. Il CEOM controlla inoltre la "zona profonda" - ci sono delle torri di avvistamento dentro la foresta, accessibili grazie a lunghe strade tracciate in mezzo ai boschi maledetti. 
      Incontri nella Zone Jaune
       
      Villaggi Sacrificati: Villaggi rurali abbandonati, ora in rovina. Alcuni sono stati abbandonati prima della guerra; altri sono stati evacuati quando è stata creata la Zone Jaune. Degli esorcismi sono stati condotti nei casi in cui è stato possibile, ma le pattuglie della CEOM hanno segnalato molte infestazioni.  Munizioni inesplose: Il paesaggio della zona è pieno di milioni di tonnellate di munizioni di artiglieria, mine, barili di armi chimiche scartati, rifiuti tossici di origine occulta e altri pericoli, tutti nascosti nel sottobosco. Un passo falso potrebbe essere letale. Luoghi danneggiati: La realtà ha sofferto dei pesanti danni. La Zone Jaune è piena di portali naturali che conducono verso altri mondi, principalmente Carcosa, ma è possibile passare da una versione della Terra all'altra se sapete seguire i giusti percorsi tra i boschi.  Cacciatori: La natura ha ripreso possesso della zona, che ora è piena di animali selvatici, tra cui orsi, cervi, lupi e mangiacarogne. I cacciatori e i bracconieri passano oltre le pattuglie della CEOM per portare a casa un trofeo e le entità di Carcosa li cacciano per rubare loro la faccia, così da scappare senza venir trovate.  Pattuglie della CEOM: Sul confine la CEOM scaccia ogni intruso con poco più di un rimbrotto. Un turista sprovveduto o potenziale cacciatore verrebbe arrestato, portato ad una struttura di detenzione e riceverebbe una bella lezione da un ufficiale molto arrabbiato prima di venir rilasciato. Più a fondo nei boschi, lontano dalle telecamere e dagli occhi indiscreti, la CEOM spara a vista agli intrusi. Raccoglitore di rottami: C'è un grosso mercato di quello che viene eufemisticamente chiamato "metallo di scarto" dalla zona. Reliquie carcosane intatte o resti dei grimori di "Scienza Gialla" sono i manufatti più ricercati. Squadre di raccoglitori di rottami entrano nella zona fingendo di essere cacciatori o corrompono le guardie della CEOM per avere degli accessi sicuri.  Nebbia Mostarda: Il più noto dei pericoli della zona, la nebbia mostarda è una miscela tossica di gas velenosi usciti da munizioni di artiglieria abbandonate mischiato con ciò che resta della magia praticata sul posto. I sopravvissuti dicono di aver sentito della musica tanto bella quanto inquietante e aver visto delle strane luci in mezzo alla nebbia, come se ci fosse un ballo incantato in atto dall'altro lato del banco di nebbia...poco prima di vomitare i loro polmoni liquefatti e morire. Altri racconti parlano di degli enormi animali, simili a balene volanti, che volavano in mezzo alla nebbia. Macchine attive: Inseguitori abbandonati, libellule e altre macchine da guerra prendono occasionalmente vita dentro alla zona, trascinando i loro corpi metallici distrutti tra il sottobosco finchè la scarica di energia occulta che le ha animate non svanisce.  Nativi della zona:  Le progenie della guerra e altre entità carcosane possono sopravvivere all'interno della zona, anche se l'influenza di Carcosa si sta indebolendo all'esterno. Usare la Zone Jaune
       
      In Le Guerre: Sebbene la zona sia stata ufficialmente creata solo dopo la guerra, la regione destinata a diventarla è stata colpita dalle armi occulte quando i combattimenti erano ancora in atto e si è guadagnata la reputazione di luogo dall'alta letalità. Le unità inviate nella zona non sono mai tornate indietro.  In Il Giorno Dopo: I sopravvissuti delle forze dei Castaigne in cerca di energie carcosane sono volati oltremare fino in Francia, portando la diplomazia internazionale e l'estradizione extradimensionale sul tavolo della politica post dittatura.  Il Giorno Dopo alternativo: Al posto di giocare dei rivoluzionari in una New York liberata dai Castaigne, potreste giocare le guide di una piccola città al confine della zona. Parte di voi sono veterani, altri sono la prossima generazione, cresciuta in un mondo dove gli orrori di Carcosa e della Guerra Continentale sono ormai solo vaghi ricordi. La città punta alla normalità ed ad un nuovo inizio, ma le cicatrici della guerra sono ancora presenti e il concilio deve bilanciarsi tra i principali doveri municipali e sostenere la locale guarnigione della CEOM.  Il Bosco tra i Mondi: La guerra ha creato dei buchi nel tessuto della realtà all'interno della zona; i personaggi che provano a passare da una realtà all'altra - come, per esempio, degli investigatori di Tutto Questo è Normale che provano a tornare a Parigi - potrebbero viaggiare fino alla Francia ed entrare nella foresta. Dovranno solamente camminare fino a che la nebbia non diventa gialla... Link all'articolo originale: https://site.pelgranepress.com/index.php/the-zone-jaune/
      Visualizza articolo completo
    • By Grimorio
      Cosa succederebbe se i Sette Peccati Capitali fossero entità viventi che possono minacciare il vostro mondo di gioco?

      L'Italiana Mana Project Studios (già responsabile di successi come Journey to Ragnarok e Historia) e Raven Distribution presentano Seven Sinners, un manuale di demoni e cultisti che tratta dei Sette Peccati Capitali in mondo maturo e senza censure.

      Sette Sacre Virtù,
      Sette volte sovvertite.

      Sette Culti,
      Sette Peccati Capitali.

      Sette Regnanti,
      Sette Corone.

      Sette volte dannati!
      In Seven Sinners i Sette Peccati Capitali non sono solo una credenza religiosa, sono vivi e reali, pronti a insinuarsi nella vita di ognuno di noi in modo terrificante. Il manuale conterrà le incarnazioni dei Sette Peccati Capitali e i culti ad essi dedicati. Non è un manuale per i deboli di cuore o per chi ha uno stile di gioco più "rilassato": Seven Sinners include, sia nei testi che nelle immagini, temi maturi come sesso e violenza.

      Le meccaniche e le statistiche all'interno del manuale sono presentate per due diverse edizioni di Dungeons & Dragons: la più recente 5a Edizione e AD&D 1a Edizione, attraverso il retroclone OSRIC.
      OSRIC (acronimo di Old School Reference and Index Compilation) é un retroclone di Advanced Dungeons & Dragons 1a Edizione realizzato da Stuart Marshall and Matt Finch; al momento è inedito in lingua italiana, ma il pdf in inglese è scaricabile gratuitamente qui.
      In ogni caso le statistiche per AD&D 1E dei vari mostri e cultisti di Seven Sinners possono essere adattate dai DM anche per altre edizioni tradotte in italiano quali: AD&D 2E, BECMI (la "Scatola Rossa") e retrocloni dell'edizione B/X  come Old School Essentials e Labyrinth Lord.

      Tuttavia lo scopo di Seven Sinners è più quello di essere una fonte d'ispirazione per qualsiasi tipo di campagna e qualsiasi tipo di regolamento, motivo per cui è privo di un'ambientazione ufficiale, così da permettere ai DM di incorporare le creature e i temi di Seven Sinners all'interno di qualsiasi ambientazione stiano usando.
      Seven Sinners è disponibile nei negozi e negli store online al prezzo di 19,90€. In questi giorni lo potete trovare anche su Dragonstore con uno sconto del 20%, quindi per 15,92€.
      Fonte: https://www.facebook.com/RavenDistributionItaly/posts/4737183409634717
      Visualizza articolo completo
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.