Jump to content

Lore dei Beholder


Recommended Posts

Il beholder é uno di quei mostri spuntati un po' dal nulla, non é basato su leggende del mondo reale come molti dei mostri di d&d ma (se non sbaglio) é stato inventato da uno dei creatori di d&d basandosi su un giocattolo scrauso. Nelle vostre ambientazioni hanno una storia queste creature? (Da dove vengono cosa vogliono quali sono i loro obbiettivi? ) o ritenete soddisfacente la storia fornita loro dai setting ufficiali? :) (mi vengono in mente i beholder usati come "artiglieria vivente" dai daelkyr su eberron...)

Link to comment
Share on other sites


Ciao, provo a darti una mano, hai mai letto sull'ambientazione di FR, della gilda di Xanathar?

La gilda di Xanathar é una cospirazione di tagliagole e ladri, capeggiati da un Beholder anziano..appunto chiamato lo "Xanathar", le principali attivitá della gilda sono il furto e lo schiavismo.

Potresti non so, far girare un'avventura su di un'idea del genere, ma crearci una campagna credo sia un pò complessa come cosa, devi magari prima cercare delle informazioni su come essi vivano, e come si rapportano tra di loro..personalmente non ho mai dato un grosso rilievo a queste creature (sbagliando forse) spero di esserti stato utile, buona fortuna e buon game! 

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Ho notato dai vostri commenti che il beholder é un mostro un po' bistrattato :) adesso sto conducendo una campagna in un mondo dove le aberrazioni sono i "nemici finali" e mi piacerebbe che ognuna avesse una "storia" dietro, con aboleth e mind flayer non ci sono stati problemi....ma con i beholder invece...boh vuoto totale :expressionless:

Link to comment
Share on other sites

Capisco, allora i Beholder vivono in gruppi dove la Xenofobia (la paura dello straniero) fa da padrona, infatti é sufficiente una minima differenza morfologica per ridurre anche i propri simili in schiavitù.

Anche per questo motivo i Beholder, attaccano le altre creature viventi uccidendole o rendendole schiavi della loro comunità.

La loro comunitá, vive comunemente sottoterra.. é comandata dalle "madri" e cioé, Beholder straordinariamente potenti, l'intera razza venera una dea chiamata la Grande Madre, che risiede in un grande dungeon nel sesto strato dell'abisso.

Ora, potresti mandare i tuoi adorati PG, a farci un bel saltino per risolvere la questione, la Grande Madre ha serie intenzioni di manipolare il mondo delle aberrazioni, e per riuscirci va addirittura contro gli interessi della razza..ha pronta un'armata di Beholder che manipolano la magia come un mago, questo grazie alla cavazione dell'occhio centrale, che d'apprima fungeva come campo anti-magia..che dire sono creature abbastanza intelligenti quindi potresti anche mettere una piccola contro-parte di Beholder che ha intenzione di rispettare le regole, e che reputa i Beholder magi, forgiati dalla Grande Madre dei reietti per via dell'occhio cavato (qui torna la Xenofobia) e quindi avresti una bella storiella da gestire, Beholder che seguono la Dea e attaccano i PG per conquistare il mondo, e Beholder che si trovano in disaccordo con i modi della propria divinitá da loro in seguito reputata egoista e meschina, ma ricorda comunque che anche questa parte di Beholder attaccherà i PG, in quanto razza diversa..insomma una bella rivoluzione nella rivoluzione, spero di averti aiutato, ma per il momento non mi sovviene più nulla..good luck! :)

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Cerca I, Tyrant - era uno "special" del monstrous compendium per AD&D seconda dedicato solo a loro. Psicologia, ecologia, storia, oggetti magici, abilità speciali e chi più ne ha più ne metta.

Visto che usi le aberrazioni c'erano anche lo special per gli Illithid e uno sui Sahuagin (che potrebbero star bene a far compagnia agli aboleth nello stagno). Per ogni razza poi c'era un set di 3 avventure "dedicate".

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

  • Moderators - supermoderator

Sui Dragon Magazine c'era una serie di interessanti articoli chiamati "Ecology of...." che analizzava di volta in volta una diversa specie di mostri, parlando delle loro abitudini, atteggiamenti e caratteristiche. Quello sul Beholder dovrebbe stare su Dragon #76.

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

vi ringrazio per i suggerimenti sul materiale, tutto estremamente interessante :) però rimangono dei quesiti aperti e certe risposte date nel materiale non mi piacciono. Ecco alcune domande:

perché sono xenofobi?

perché hanno un'anatomia così bizzarra?

perché sono dotati di un campo antimagia?

Ho provato ha rispondere elaborando due teorie

teoria1

Spoiler

ere addietro una potente razza di incantatori scopri l'accesso ad una dimensione fatta di magia allo stato puro. Si trasferirono li ma a forza di studiare la magia dovettero rinunciare ai propri corpi che si atrofizzarono mentre la testa crebbe a dismisura. Totalmente pazzi tornarono nel piano materiale. La xenofobia é dovuta alla ricerca della loro forma originaria che ogni beholder ricorda leggermente diversa.

teoria 2

Spoiler

ere addietro una razza proveniente da una dimensione morente a causa di un forte campo magico si trasferì nel piano materiale. Non potendo farlo fisicamente trasferí solo la propria essenza all interno del corpo di una razza di ciclopi, e grazie alle proprie capacità provó a modificarlo cercando di ricreare la forma originaria della razza

però boh non mi convincono molto...

Link to comment
Share on other sites

Credo vada tutto poi a discrezione del master, non ho trovato altro sulla loro Xenofobia, lo sono per caratteristiche razziali, se vuoi puoi giustificarla con note storiche da te aggiunte.

Essendo esseri molti intelligenti, dotati appunto da 10 occhi su altrettanti tentacoli, e uno più grande posto al centro che ripeto fa anche da campo anti-magia.. É quasi impossibile tendergli delle imboscate, magari chi o cosa li ha creati pensava ad una razza in grado di vedere qualunque cosa, seguendo la basilare regola del "non puoi sconfiggerlo se non lo vedi" ecco con loro non vale affatto.

Il campo anti magia rimane un mistero, e credo sia opportuno creare un storiella magari legata su di un qualche tipo di trama magica antica, che venne nascosta segretamente non su rune,oggetti magici,o luoghi ma bensì su queste aberrazioni.

Dnd é bello perché si lavora solo ed esclusivamente di fantasia, elabora delle tue teorie, e quella che ti piace di più la fai tua! :)

Link to comment
Share on other sites

  • Moderators - supermoderator

Lords of Madness fornisce qualche ipotesi sulla loro natura, sia fisica che mentale. La pazzia è legate al fatto che possiedono una doppia mente. La xenofobia è legato al rapporto morboso che hanno con la Grande Madre, l'entità che ha creato l'intera loro razza, il pinnacolo della perfezione nei loro occhi. Inoltre spiega come i beholder assorbano e accumulino la magia esterna (incantesimi, oggetti, costrutti ecc) osservandola tramite i loro occhi, per poi modificarla e dirigerla di nuovo verso l'esterno. Questo sta probabilmente alla base del cono antimagia.

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

  • 3 weeks later...

grazie a tutti per le dritte! Non mi convincono molto però le storie ufficiali, vorrei costruirci attorno qualcosa di più scentifico e meno creazionista :) per esempio: Hanno un campo magia, perché? (arrivano da un posto altamente magico? Hanno una razza di incantatori come nemico "naturale"?) perché sembrano delle teste? (un tempo avevano un corpo ma si é atrofizzato? ) ecc ecc

l'argomento che mi piacerebbe di più approfondire é la loro xenofobia o per meglio dire la convinzione di ogni singolo beholder di essere l'unico perfetto...ci si potrebbe costruire attorno qualche bella storia :)

 

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...