Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Personaggi di Classe #3 - Patrono Ultraterreno: La Fame Folle

Oggi lo chef ci consiglia un Warlock che trae i suoi poteri dal cannibalismo, buon appetito!

Read more...

Recensione: Emerald City, ambientazione e avventura per Mutants&Masterminds

Recensione: Emerald City, ambientazione e avventura per Mutants&Masterminds

Read more...

Waterdeep: il Furto dei Dragoni. Remix - Parte 1C: Fazioni dei Personaggi

Proseguiamo nel remix proposto da The Alexandrian dell'avventura Waterdeep: Il Furto dei Dragoni, finendo di parlare delle fazioni presenti a Waterdeep.

Read more...

In arrivo la Guida di Van Richten a Ravenloft, la Guida Omnicomprensiva di Xanathar e lo Schermo del Dungeon Master Reincarnato

Sono stati annunciati ufficialmente dalla WotC tre nuove localizzazioni italiane di prodotti per D&D 5E.

Read more...
By Lucane

I Mondi del Design #13: Le Quattro Fasi della Magia - Parte 3

Lew Pulsipher ci propone una serie di domande circa la diffusione della magia nel mondo di gioco, offrendo spunti di riflessione sui quali costruire campagne e ambientazioni più interessanti. 

Read more...

[Drauen] Occhi scrutatori


Drauen

Recommended Posts

“E allora! Non vi pare sia ora di muovere il sedere?!”
A svegliarvi è una voce cavernosa e potente.
Appartiene a Grog, uomo di mezzetà dalle forti braccia e proprietario de “La botte d'oro”, abituale locanda che il vostro gruppo frequenta.
Pian piano aprite gli occhi. Vari tavoli vuoti si parano dinanzi a voi, mentre dalle finestre si intravedono dei raggi intensi, segno che il sole è già alto. Supponete che sia appena trascorsa una delle solite notte di bagordi, prendendo sonno direttamente sui tavoli.
Vi stiracchiate e cominciate a formulare i primi pensieri di senso compiuto.
Samuel è disteso prono su un tavolo mentre a pochi centimetri ci son Gorstag e Erledan ancora mano nella mano, addormentatasi mentre si risfidavano a braccio di ferro.
L'unico a mantenere un contegno mentre apre gli occhi è Ruven, se non fosse per un'espressione di compassione nel vedere Reekda ammanettata a una gamba di un tavolo.
Il resto della locanda è vuoto a parte Grog, e dietro di lui Geoff, il ragazzino scudiero di Samuel.
Non vedendo il proprio signore Geoff è entrato in locanda dopo aver passato la notte nella stalla insieme ai cavalli e il lupo di Reekda.

“Il sole è alto, e voi avete perso la scommessa.
Per cui alzatevi e andatevi a guadagnare quei soldi che mi dovete.
Son sicuro che alla gilda degli avventurieri troverete qualcosa, sempre se siete davvero avventurieri come dite e non ubriaconi!”

Il tono è minaccioso ma bonario e scherzoso. Grog è un amico ormai. Troppe notti passate alla locanda e bevute offerte, per cui capite che il suo non è un'offesa gratuita.
Non vi ricordate assolutamente la scommessa nominata, ma non sapete se anche questa è una presa in giro o no.



Ora siete nella metropoli di Silverymoon, la gemma del Nord.
Dopo lunghi viaggi avete formato il vostro gruppo e vi siete insediati in loco.
Silverymoon è la capitale delle Marche d'Argento, una confederazione recente di varie città, che son sorte su una terra bellissima e ricca di prospettive. Una nazione dove le persone son libere e dove razze diverse vivono insieme fianco a fianco.
L'esempio più lampante è proprio la capitale, luogo di apprendimento e di cultura del Nord, ricca di templi, biblioteche, parchi e soprattutto la rinomata università. Convivono pacificamente umani, elfi e nani tanto che una casa umana può essere costruita alla base di un albero, mentre gli elfi sfruttano le fronde con passerelle come collegamenti e i nani abitano nelle caverne sotto la superficie.



Spoiler:  
Primo post di libertà.
Interpretate un po' i personaggi e decidete se volete fare qualcosa prima di andare alla gilda degli avventurieri. Sempre se volete andar lì per trovare qualche missione.
Link to comment
Share on other sites


  • Replies 1.8k
  • Created
  • Last Reply

Stropiccio gli occhi quando la voce di Grog mi obbliga a svegliarmi.

Passo una mano sul volto mettendomi in piedi e cercando di fermare il mal di testa.

Credo di aver esagerato questa volta...e non sono l'unico.

Sto per dire qualcosa, quando noto Reekda ammanettata ad un tavolo e per poco non mi cade la mascella.

Per tutti gli Dei, che ha fatto questa volta?

Mi avvicino all'halfling tirandomi indietro i capelli.

Reekda, mi senti? domando scuotendola leggermente.

Non è che ci offriresti la colazione? Magari ci puoi spiegare quanti soldi ti dobbiamo

Sorrido all'uomo, mentre prendo la mia roba e inizio ad indossare l'armatura.

Spoiler:  

Caleb01.jpg

L'armatura che indossa è questa leather+armor.jpg

solo fatta d'acciaio.

Link to comment
Share on other sites

Ancora cinque minuti Mamma... imploro con atteggiamento indolente, mentre l'oste fa ruggire il suo vocione nella nostra direzione, prima di rendermi conto di non essere nel mio letto d'infanzia; quindi mi sollevo sui gomiti, mi asciugo un filo di bavetta dall angolo della bocca con la manica della mano destra, e rimango fra l'incantato e l'interdetto per qualche istante, ad ammirare Gorstang ed Erledan ancora avvinti nella loro gara a braccio di ferro: Ma che carini, che siete.. li schernisco, cercando, a fatica, di rimettermi in piedi ed annaspando un paio di volte nel tentativo.

Che scommessa avremmo perso, Grog? domando con aria sinceramente perplessa mi prenda un colpo se mi ricordo qualcosa di ieri sera asserisco squotendo la testa e cercando di riordinare le idee Per esempio: perchè la piccoletta è ammanettata con tono di curiosità, piu che con disappunto, non essendo nuovo al fatto che Reekda sia davvero brava a cacciarsi nei guai.

buongiorno a tutti, comunque...sbadigliando rumorosamente e stiracchiandomi.

eldothkron_2317.jpg

Link to comment
Share on other sites

IL sole da fastidio...perchè è così luminoso?

Lentamente apre gli occhi, trovandosi di fronte la brutta faccia barbuta di quel barbaro...come'è che si chiama più?

A già, Gorstag.

Quel Barbaro è una bestia...riesce a tenergli testa a braccio di ferro solo buttandogli un tocco di affaticamento di nascosto qaundo si prendono la mano.

Certo che sei proprio brutto

Poi spinge la mano, puttando il dorso del barbaro sul tavolo mentre il paladino si preoccupa di rekkda

Vinto...dite al barbone che mi deve 5 monete d'argento

Si alza stiracchiandosi, vedendo che anche gli altri sono fuoi gioco...e che il mal di testa lo martella

Santi dei che mal di testa...

poi iniziaa guardarsi intorno, cercando un oggetto familiare...che non trova.

uh? no...nononononononno

poi la confusione diventa terrore

DOVE ***** è IL MIO GRIMORIO!?!?!?!?

NON C'E L'HA PIù LEGATO AL FIANCO...dove può essere finito?

e si mette a cercarlo ovunque, incurante di tutto e tutti, facendo un gran casino

Link to comment
Share on other sites

Mi sveglio solo quando i raggi del sole mi arrivano in faccia. Grugnisco e mi sollevo dal tavolo, massaggiandomi la testa.

Per gli dei, che nottata!

Non ricordo quasi niente, se non il fatto che Erledan, l'usa-magia, mi ha battuto a braccio di ferro e ora gli devo cinque monete d'argento. La cosa mi brucia parecchio, ma Gorstag il Viandante paga sempre i suoi debiti e dopotutto l'usa-magia ha dimostrato di essere un vero uomo che sa vincere anche senza trucchetti, a differenza di altri come lui che ho avuto occasione di conoscere.

Raccolgo le mie armi e il mio zaino da sotto vari tavoli.

Ma come hanno fatto a finire laggiù? No, non voglio saperlo.

Rispondo con un cenno del capo al saluto di Samuel -un altro usa-magia, ma ce ne sono proprio ovunque?- e getto uno sguardo curioso alla halfling legata al tavolo, per poi cercare con lo sguardo Erledan. Per una ragione che non capisco sta facendo un gran casino, ma ormai sono abituato alle molte stranezze dei cittadini e decido di non farci caso.

Mi dirigo verso di lui e gli do un'amichevole pacca sulle spalle, allungandogli le cinque monete d'argento.

"Prendi. Bella prova di forza ieri sera... Ma devi darmi la rivincita prima o poi!"

Ascoltando distrattamente l'oste mi pare di capire che devo dei soldi anche a lui, ma sono più esperto a combattere che a cercare lavoro, quindi attendo le opinioni degli altri su questo punto. Odio trattare da solo con i cittadini.

Link to comment
Share on other sites

Reekda

Descrizione

Spoiler:  
nwn__mirri_the_halfling_by_drathe-d3evk6b.png

L'immagine è perfetta XD

ahewnarpa...aaaaawh.. inizio a borbottare mentre cerco di capire esattamente cosa sta' succedendo visto che odio essere svegliata mentre dormo placida. A svegliarmi è l'uomo piu' vicino che ho ad un fratello che ho al mondo. Cerco di stiracchiarmi ma trovandomi presto ammanettata ad un tavolo. Sbuffo divertita mentre la testa mi martella. Oh che diamine... inizio a svegliarmi troppo spesso legata o ammanettata ... mi ricorda il circolo druidico dei Liftmoon ridacchio accorgendomi pero' ben presto che non è una situazione usuale: degli uomini ci intimano di ripagare un debito, ma lo spirito del gruppo è comunque forte e saldo. Mentre cerco le chiavi se sono le mie manette ridacchio. Beh, ti assicuro che sono finita in situazioni ben piu' imbarazzanti. Almeno ho ancora i vestiti addosso! la butto sul ridere.

Scherzi a parte, quale debito... e come ci son finita così? chiedo per curiosità a quello che sembra essere il contraente del nostro ipotetico debito.

Link to comment
Share on other sites

si legge il terrore negli occhi di Erledan, il suo grimorio è la cosa più preziosa che possiede...tanto che non gliene frega niente della spada e dello zaino.

Però si lascia distrarre dal barbaro

uh? ah sì, grazie

s'infila in tasca le monete, rendendosi conto di cosa gli succede attorno.

lo stregone c'è, il barbaro ovviamente, il paladino va a prendersi cura dell'hafling...che legata fa una bellissima impressione al nostro mago

Fidati Rekkda, la prossima volta che siamo da soli ti faccio riprovare la sensazione di trovarti legata e nuda

sorride mentre le si avvicina, ricordandosi poi di essere mooolto più intelligente degli altri

Ma certo! Ecco dov'è tutto!

e si avviicna al bancone, buttandosi dietro e recuperando lo zaino, prima di mettersi a sbaciucchiare il suo grimorio adorato

Grazie per aver tenuto qui la roba Grog.

e se mi prepari qualcosa in grado di farmi passare il mal di testa sarò più che lieto da sapere di che scommessa hai accennato e di mettermi a studiare le mie magie

Link to comment
Share on other sites

Grog sgrana gli occhi dallo stupore.

Sapeva bene che quei cinque erano dei rompiscatole, ma che fossero così irrecuperabili no.

"E avete anche il coraggio di chiedermi la colazione?!?

Io avanzo sicuramente di più di tutto quello che avete in tasca!

E tu piccoletta, tenta almeno di non bere troppo prima di voler dimostrare di essere capace a toglierti le manette senza usare le chiavi!"

Poi, prendendo una scopa da non si da dove e facendola roteare per aria, aggiunge:

"E adesso fuori di qui, scansafatiche!"

Link to comment
Share on other sites

Alzo un sopracciglio, perplesso, alle parole del mago ed apro la bocca per ammonirlo a non esagerare; ma la scopa vorticante di Grog mi richiama a più urgenti necessità Ho capito, ho capito...ce ne andiamo ammansisco il locandiere, alzando mani in segno di resa e guadagnando l'uscita della locanda Hemm...avrei, in ogni caso, cercato qualche ingaggio oggi stesso. Che palle: adesso toccherà mettersi a cercare davvero un ingaggio.

Geoff, sii gentile e occupati di Bronco. Comando allo scudiero, prima di rivolgermi ai miei compagni: Vabbè....direi che potremmo davvero fare un salto alla gilda degli avventurieri e vedere se rimediamo qualche lavoro Suggerisco mentre recupero il mio equipaggiamento e mi avvio verso l'uscita della locanda. che ne dite? faccio, allacciandomi il mantello e calandomi il copricapo sulla testa.

@tutti:

Spoiler:  
Io propongo di visitare la gilda degli avventurieri, come suggeriva Grog.
Link to comment
Share on other sites

Reekda

Slacciando le manette mi massaggio i polsi un po' sbuffando.

Tutto qua? Uffa... quella tecnica mi è valsa non sai quante birre! mi tiro dritta in piedi mettendole via ma tirando fuori un frustino che faccio schioccare con violenza al terreno quando lui prende la scopa. Ma la mia specialità è la frusta: anche da ubriaca son capace di strapparti un boccale di mano e bermelo io. ridacchio divertita guardandolo negli occhi. La piego stiracchiandomi e uscendo. Beh, almeno non ho passato una nottata in compagnia e senza ricordarlo. E' estremamente imbarazzante quando non ricordi manco il nome! concludo uscendo e andando a prendere il mio fedele compagno Roy.

Mi ripresento fuori a cavallo prorpio dello stesso mentre gli do' parte di una razione come cibo per mangiare, il frustino legato in vita a mo' di cintura.

Alla gilda? Che noia! Li blaterano blaterano e basta! mi lamento sdraiandomi sul pelo del mio fedele compagno, coccolandolo. Preferisco farmi due passi vedendo com'è la citta' piuttosto che venire a blaterare: vi diro' che ho scoperto...ah ricordo, prendendo un seme di tasca, buttandolo a terra con parole arcane e facendo crescere una piantina con un numero vario di piccole bacche rosse. Ne prendo una e la mangio lasciando le altre ai miei compagni.

Mangiatene: curano ferite minori e saziano completamente. Fanno miracoli soprattutto per la sbornia concludo allontanandomi.

Dm

Spoiler:  
Vado a spasso per la città senza meta XD vedo se trovo qualcosa di interessante ^^

Tutti

Lancio Goodberry ;P prendetene e mangiatene tutti ^^

Link to comment
Share on other sites

Annuisco serio alle parole dello stregone.

Se proprio devo cercare un lavoro in città, almeno che sia divertente.

Questa... ghilda, dovrebbe chiamarsi così... mi hanno detto che dà lavoro agli avventurieri. Gli avventurieri combattono.

E combattere è la cosa che so fare meglio.

Il visibilmente complicato ragionamento peggiora un po' il mio mal di testa, ma dopo qualche minuto di attenta riflessione annuisco nuovamente, soddisfatto della superiore efficienza della mia mente.

"Ti seguo, usa-magia. Non mi trovo bene nelle città, quindi fai strada tu."

Detto questo seguo lo stregone. Ringrazio Reekda con un cenno del capo, ma non prendo nessuna delle bacche. Sopporterò i dolori della sbornia come un vero guerriero.

Link to comment
Share on other sites

la prodezza di Rekkda lo soprende sempre, è davvero caotica, come piacciono a lui.

però lo sorprende anche la sorprendente proficenza di Grog con la scopa.

Andiamo dai, qui non c'è altro da fare

Recupera i suoi averi, sistemandosi lo zaino e lo spadone a tracolla prima di uscire e raggiungere la druida, che gli fa un bellissimo regalo

Fantastico!

e se il nostro amico barbuto non la vuole prendo io la sua

esi ingolla un paio di bacche, che lo fanno sorridere

mica male...e mi sento già meglio, davvvero molto.

Un arcanista senza cervello è inutile...però al contrario di te io vado con gli altri alla gilda.

Per quanto sia divertente fare i cazzoni in locando tutto il giorno, io ho voglia di avventura.

e di un pò d'oro, che male non fa.

e si prepara a dirigersi attraverso quella città quasi utopica verso la gilda degli avventurieri

Link to comment
Share on other sites

Recupero il resto delle mie cose e mi dirigo fuori dalla locanda, andando a prendere il mio cavallo.

Come preferisci, ma sappi che parteciperai anche tu...

Prendo una delle bacche e la mangio, sentendomi immediatamente in forma.

Qualcuno però ha idea di cosa sia successo la scorsa notte? Io mi fermo alla terza pinta di birra...

chiedo mentre mi dirigo verso la gilda, tenendo il cavallo per le redini.

Link to comment
Share on other sites

Uscite infine dalla locanda, sapete di trovarvi nella parte orientale della città e vi dividete.

La parte principale del gruppo (con cavalli, scudiero e quant'altro) in una direzione, Reekda in un'altra, ma non prima di aver fatto comparire sette bacche benefiche.

Quello che notate tutti è un bella giornata soleggiata, capace di cominciare a sciogliere i ghiacci creatisi nell'appena passata stagione fredda. E' ormai metà mattinata, per cui vedete persone di ogni tipo affaccendati nei lavori di tutti i giorni. Vie tortuose, alberi, case e fossati si accavallano in un equilibrio inconsueto, non razionale ma comunque meraviglioso.

Il gruppo principale si dirige verso una direzione nota.

La gilda degli avventurieri ha la sede principale proprio nella parte est, non troppo distante dal principale cancello d'uscita delle mura. In città non ci son mai troppe problematiche, e i principali lavori consistono nell'aiutare le carovane e gli scambi commerciali con le città più vicine.

Nel tragitto vi domandate cosa è accaduto la sera prima.

I ricordi sono sfumati, ma ricordate una gran baldoria ai vari tavoli, una barda molto bella e acclamata dalla folla, una nuova birra nanica non fermentata da assaggiare e canti e balli, con sfide lanciate da e verso tutti i presenti. Erledan ricorda qualche particolare in più, ma niente di utile: la sfida a Gorstag dopo averlo fatto bere di più appositamente, Samuel come tanti altri che si vaneggiava con la barda mentre Reekda in preda all'euforia si rendeva un po' ridicola ma divertente, Ruven più giovale del solito ma sempre in posa e le parole di Grog... “Reekda! Se non ce la fai con quelle manette, tu e i tuoi amici non vi dovete far più rivedere qui dentro per almeno qualche settimana!”

Raggiungete infine la gilda giusto il tempo per vedere un altro gruppo uscire con le facce poco soddisfatte. Entrate e notate subito due guardie appostate e noncuranti di voi. All'interno ci son vari tavoli, ma nessun avventore è presente. In fondo notate un banco e delle mensole con varie bottiglie e un barista che sta lavando qualche bicchiere. In angolo a destra invece vedete un uomo seduto dietro una vecchia scrivania intento a leggere qualche documento. C'avete già avuto a che fare, è l'incaricato a gestire i gruppi e le missioni. L'uomo di nome Bifis, abbastanza in là con gli anni, pelato e non forte, ma dallo sguardo arcigno e sicuro, è uno dei più grandi pignoli e brontoloni che conoscete. Lui alza lo sguardo un attimo dai suoi fogli, vi squadra e si rimette a leggere. Dietro di lui è appeso un foglio dove leggete chiaramente quattro diciture:

- assistenza carovane per Everlund 300 monete d'oro,

- assistenza carovane per Sundabar 500 monete d'oro,

- investigare sulle merci rubate per l'emporio di Quaervarr 1500 monete d'oro,

- problemi sconosciuti sulla strada per Everlund 4000 monete d'oro.

Reekda invece decide di seguire l'istinto e si muove prendendo una direzione secondaria, verso nord. Seppur abituati alle creature più diverse, le persone tentano di evitarla quando notano che cavalca un lupo. Ciondolando e guardando incuriosita la quantità di alberi e gli incredibili collegamenti tra le fronde, raggiunge finalmente uno spiazzo più esteso.

Qui vi nota numerose carovane indaffarate nel carico e scarico delle merci e a centinaia di banchi. E' il più grande mercato a cielo aperto che conosca.

Subito ai limiti dell'area, Reekda intravede una zona selvaggia ricolma di alberi ad alto fusto, questa volta senza passerelle. Si direbbe quasi un parco, se non fosse lasciato svilupparsi senza nessuna cura. Nota inoltre anche un elfo dalle vesti cenciose, con un falco sulla spalla, uscire dalla vegetazione e dirigersi verso una zona meno rumorosa.

Link to comment
Share on other sites

Reekda

Divertita dallo sguardo dell'elfo faccio due rapidi conti. Vesti minimali, eppure ha un falco al seguito. I falchi sono costosissimi da addestrare e se fosse una persona normale lo avrebbe venduto. Mi pare piu' che logico pensare che sia un druido. Bah, proviamoci! Magari l'ho gia' conosciuto: i circoli druidici di zona li ho passati tutti!

Do' un colpetto al lupo indicandogli l'elfo che accelera rapidamente per seguirlo e avvicinarmi a lui. Appena a portata di orecchio ma lontana da orecchie indiscrete lo chiamo parlando pero' nella lingue dei soli druidi.

Ehi! Amico! Un altro druido come me da queste parti? Da che circolo vieni?

Link to comment
Share on other sites

Appena entriamo nella stanza comune della gilda, riconosco il vecchio Bifis seduto dietro la scrivania: e giurerei che lui abbia riconosciuto noi, da come ci ha liquidato con un occhiata. Avanzo con passo baldanzoso fino ad uno dei tavoli della stanza, afferro una sedia per lo schienale e la trascino dietro di me rumorosamente fino ad arrivare davanti alla scrivania di Bifis; quindi mi esibisco in un inchino elaborato: Buongiorno a voi, messere!, prima di mettere la sedia sulle quattro zampe e di caderci a sedere sopra, spostando il matello sulla spalla destra e cavandomi il copricapo con la sinistra: Allora... domando sorridendo all'uomo: quali di questi lavori Indicando la lista alle sue spalle: pensate valgano lo sforzo del miglior gruppo di avventurieri che Silverymoon abbia visto da anni? Domando, indicando con un gesto esplivativo i mei compagni di avventura. Siate gentile, e rivolgete qualche buon consiglio, a noi buoni figli; che altro non vogliamo se non aiutare il prossimo.... ed averne un profitto, naturalmente!

@DM:

Spoiler:  
Diplomazia +3
Link to comment
Share on other sites

Entro insieme ai miei compagni nella gilda degli avventurieri e alzo gli occhi al cielo quando inquadro Bifis.

Che i miei antenati mi aiutino se non è l'uomo più lagnoso del mondo. Ha sempre qualcosa su cui brontolare... noi compresi.

Mi guardo intorno, finché i miei occhi si posano su un foglio appeso alle spalle del vecchio brontolone.

Credo che siano le missioni disponibili, ma non ne sono sicuro: per me è solo un guazzabuglio di scarabocchi incomprensibili, scritti per di più con caratteri che dal mio punto di vista sono decisamente piccoli e sghembi.

Brontolone, e scrivi pure male. Perfino uno che sa leggere si troverebbe in difficoltà.

"Per me va bene qualsiasi cosa, sono pronto a tutto. L'importante è che si possa combattere e che ci venga in tasca un bel po' d'oro" dico, mettendo una mano sul manico della mia ascia.

Link to comment
Share on other sites

Che sensazione sgradevole...essere cacciati da quella comodissima locanda per via di una scommessa dell'hafling.

dannata Rekkda, gliela doveva far pagare poi.

Almeno il mal di testa è passato.

poi un'altra cosa lo distare...l'odore della taverna.

Sì, odore di avventura, birra e cosciotti di carne.

mi sta già venendo fame...

poi però nota quel vecchio bacucco di Bifis...cavolo quanto lo detesta, ligio alle regole da morire, è certo che ha delle regole anche su come cagare.

Quindi è più che felice di lasciare che sia lo stregone ad andarci a parlare...almeno finchè non nota un manifesto in partticolare...che lo fa scattare come una molla verso la scrivania del vecchio, praticamente buttando di lato a farla lo stregone

quattromilaquattromilaquattromila!!!!

indica la missione gli interessa...e che faranno.

in fondo che razza di problemi potranno mai essere?

Prendiamo quello!

Link to comment
Share on other sites

Archived

This topic is now archived and is closed to further replies.

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.