Jump to content

Benvenuto in Dragons´ Lair

La più grande e attiva community italiana sui Giochi di Ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.
By aza

ManaDinamica – Magia ed Entropia

La magia può sembrare una cosa meravigliosa: si tratta di uno strumento in grado di fare, in prima approssimazione, qualunque cosa.
Abbiamo tuttavia già visto nel precedente articolo che la faccenda non è così semplice: infatti, per ottenere un qualunque effetto magico che sia fisicamente coerente, abbiamo bisogno di spendere energia. E abbiamo bisogno di ottenere questa energia da qualche parte.
Ma il problema non si ferma qui: ogni volta che l’energia viene trasformata da una forma all’altra, una porzione di essa sempre maggiore viene dispersa, diventando inutilizzabile per il suo scopo originario
Oggi parliamo del secondo principio della termodinamica… applicato alla magia!

Calore e movimento
Se mettiamo a contatto tra loro due oggetti a diverse temperature, il più caldo comincerà a raffreddarsi e il più freddo a scaldarsi finché non raggiungeranno la stessa temperatura.
Questo fenomeno, detto “principio zero della termodinamica”, è evidente se mettiamo un cubetto di ghiaccio nell’acqua d’estate: il cubetto si scalda, sciogliendosi, ma nel farlo raffredda l’acqua.
Quello che è accaduto è che una certa quantità di energia, detta calore, ha abbandonato il corpo caldo, raffreddandolo, per introdursi in quello più freddo e riscaldarlo.
Questo passaggio di energia può essere “imbrigliato” per ottenere movimento: le macchine in grado di compiere queste trasformazioni sono dette Motori Termici, tra cui il motore a scoppio, il motore stirling e l’immancabile motore a vapore.

Un modellino di motore stirling. Una lieve differenza di temperatura tra il sopra e il sotto della base è sufficiente per far girare la ruota.
Un motore termico ha infatti bisogno di due “ambienti”, uno più caldo dell’altro, e la sua capacità di funzionamento dipende proprio da tale differenza di temperatura.
Quando, nel mondo reale, gli scienziati, ingegneri e inventori del ‘700 e ‘800 cominciarono a studiare il rapporto tra il calore fornito a una macchina a vapore e l’energia meccanica (cioè legata allo spostamento della vaporiera) che essa era in grado di rilasciare, si accorsero che una porzione di tale energia veniva perduta.
Infatti, parte di quel calore andava comunque a riscaldare l’ambiente esterno, più freddo ovviamente della caldaia: questo implica che, se da una parte l’aria esterna circola ed è in grado di rinnovarsi, la caldaia va via via raffreddandosi e richiede sempre nuovo combustibile.
Per quanto si possano migliorare numerose parti di un motore, per esempio riducendo gli attriti (che dissipano ulteriore preziosa energia), una porzione di dispersioni energetiche dovute a questo scambio di calore sarà sempre, inesorabilmente presente.
Tale evidenza portò a una delle formulazioni del “Secondo Principio della Termodinamica”, quella di Lord Kelvin: “È impossibile realizzare una trasformazione ciclica il cui unico risultato sia la trasformazione in lavoro di tutto il calore assorbito da una sorgente omogenea” 
Fu questa triste scoperta, l’inevitabile dispersione dell’energia, che portò gli scienziati del tempo alla definizione di una nuova grandezza fisica: l’Entropia.
Energie inutilizzabili
L’Entropia viene spesso definita come lo “stato di disordine di un sistema”, ma si tratta di una definizione che può confondere: infatti non si tratta banalmente di sistemi nei quali gli elementi siano “riposti ordinatamente”.
Due oggetti a temperature diverse e a contatto tra loro, infatti, sono ugualmente “ordinati” prima o dopo aver scambiato calore tra loro.
Quello che invece sappiamo grazie ai motori termici è che se due oggetti hanno temperature diverse è possibile usarli per generare energia meccanica, mentre questo è impossibile se hanno la stessa temperatura.
In questo secondo caso, infatti, la loro energia è stata “distribuita” tra di essi, mentre inizialmente essa era “disponibile” per generare lavoro.

Se immaginiamo le unità di energia termica come palline, esse possono essere utilizzate per produrre movimento solo finché sono separate
Badate bene che, dopo lo scambio di calore, tale energia non è stata “perduta” nel nulla: l’energia totale è conservata e così il primo principio della termodinamica, solo essa non è più “sfruttabile” alla stessa maniera.
La sua “qualità” è diminuita.
L’Entropia è, di fatto, la misura di questa “riduzione di qualità” dell’energia di un sistema.
Un’evidenza nata sia dall’osservazione naturale che dagli studi di Carnot è che l’entropia è sempre in continua, inesorabile crescita, e quindi la “qualità” dell’energia è in perenne calo.
Ciò ha portato a un’ulteriore formulazione del secondo principio della termodinamica: “in un sistema isolato l’entropia non può mai diminuire”.
Tutti i fenomeni spontanei, infatti, aumentano (o quantomeno mantengono inalterata) l’entropia del sistema: il calore fluisce da un corpo caldo a uno freddo, anche quando si cerca di imbrigliarlo con un motore, riducendo inevitabilmente l’efficacia del processo (come abbiamo già visto).
Tutti i fenomeni naturali che portano alla dispersione dell’energia sono prima o poi inevitabili: il ghiaccio fonde, gli oggetti cadono, il ferro si ossida, le pile si scaricano, le stelle si spengono e gli esseri viventi, alla fine, periscono.
Questo non significa che sia impossibile ottenere effetti opposti a quelli spontanei: abbiamo ad esempio inventato frigoriferi e condizionatori per abbassare la temperatura.
Tuttavia, tali macchinari si “limitano” a spostare il calore, ad esempio, del cibo congelato nell’ambiente fuori dal frigo, e consumano energia per farlo: parte di questa energia poi, ovviamente, non sarà utilizzabile per raffreddare gli alimenti ma verrà dispersa.
Se noi cercassimo di utilizzare la differenza di temperatura tra frigo e stanza per alimentare un motore termico, otterremmo ancora meno energia di quella necessaria per mantenere il cibo congelato.
L’energia necessaria per raffreddare un oggetto è insomma superiore a quella che si otterrebbe utilizzandolo come ambiente freddo per un motore termico: questo perché parte di quell’energia è stata dispersa proprio a causa dell’entropia.
Come per un cambio di valuta, scambiare euro per dollari avrà un costo: riscambiando indietro dollari con euro, un ulteriore costo, ci troveremmo in mano meno soldi di quelli iniziali.

Ogni trasformazione d’energia riduce quella disponibile per nella nuova forma, disperdendone inevitabilmente altra a causa dell’entropia
Inoltre, andando ad effettuare il calcolo, vedremmo che, dove l’entropia dell’interno del frigorifero è diminuita, quella del suo esterno è aumentata di una quantità superiore: l’entropia totale infatti aumenta sempre.
A seguito di un’azione su un sistema che ne riduca l’entropia ci sarà sempre un sistema più grande che lo circondi la cui entropia totale è aumentata (o al limite è rimasta identica): si dice in gergo che “l’entropia dell’universo” non può mai diminuire.
Come per i frigoriferi, anche i meccanismi degli esseri viventi riescono a mantenere sotto controllo l’entropia, a scapito tuttavia delle sostanze che espellono: gli scarti del corpo umano, se anche non fossero per esso dannosi, sarebbero comunque meno nutrienti dell’equivalente cibo necessario per crearli.
Se fossimo in grado di assimilare gli elementi nutritivi del terreno e produrre autonomamente determinate molecole biologiche necessarie per il nostro organismo, come alcune proteine, troveremmo svantaggioso nutrirci di piante e animali poiché il loro “passaggio” ha rubato energia.
Ogni trasformazione di energia ha, infatti, un determinato “rendimento”, cioè una percentuale dell’energia investita che è effettivamente utilizzabile dopo una trasformazione: il rendimento è sempre inferiore al 100% e tale perdita, dovuta all’entropia, va accumulandosi ad ogni passaggio.
Se, per esempio, della benzina viene bruciata per spingere un’automobile, tale processo è più efficiente (si ha cioè a disposizione più energia effettiva) che se tale motore fosse usato per produrre energia elettrica ed essa, a sua volta, utilizzata per alimentare un motore elettrico di un’automobile: motivo per cui le auto elettriche sono efficienti e meno inquinanti solo se ci sono scelte oculate nella produzione dell’energia elettrica.
A loro volta, i combustibili fossili come il petrolio, “fonti” di energia, non sono che l’effetto della degradazione di energie ben superiori accumulate milioni di anni fa durante la crescita, ad esempio, delle piante ormai fossilizzate e dell’azione dei batteri su di esse: l’energia spesa, insomma, per creare un albero e trasformarlo in carbone fossile è superiore a quella ottenuta bruciando quello stesso combustibile.
Per riassumere il concetto, l’entropia è la misura della degradazione dell’energia di un sistema: essa aumenta inesorabilmente a ogni trasformazione d’energia, rendendola sempre più inutilizzabile e portando spontaneamente a fenomeni come la dispersione del calore, dell’energia e la devastazione del tempo.
Gli effetti sulla magia
Ma quali effetti avrebbe l’entropia sulla magia, alla luce anche dell’articolo precedente?
Tanto per cominciare, l’energia magica disponibile sarebbe, se possibile, ancora meno.
Che sia accumulata fuori o dentro il mago, l’energia magica tenderebbe a disperdersi: sarebbe forse questo fenomeno a concedere l’esistenza di incantesimi che permettano la percezione della magia.
Questo implicherebbe, per esempio, che gli effetti magici vadano a svanire nel tempo e causino tutti quei classici eventi come l’indebolimento dei sigilli magici per trattenere chissà quale oscuro demone del passato.
Sarebbe anche molto in linea con tutte quelle ambientazioni nelle quali la magia si è via via ridotta e non sia più facile come un tempo produrre chissà quali effetti meravigliosi, un classico anche di tanti racconti  che pongono spesso le vicende in epoche successive a quelle degli dei e degli eroi: un tale sapore si respira, ad esempio, nelle Cronache del ghiaccio e del fuoco, nel Signore degli Anelli ma anche, da un certo punto di vista, in ambientazioni dove magia e tecnologia si confondono come Warhammer 40.000.

Ma come giustificare la presenza di antichi artefatti di ere perdute in grado di garantire immensi poteri, come quelli tipici della terra di mezzo?
Una maniera per limitare lo scambio di energia al minimo è quello di utilizzare contenitori adiabatici, che riescono quasi ad azzerare lo scambio di calore (chiaramente non è possibile azzerare completamente le perdite per un tempo infinito… proprio per colpa dell’entropia!).
L’idea di ridurre la dispersione dell’energia è ampiamente utilizzata in ambito tecnologico per materiali isolanti (basta pensare all’edilizia o ai termos) nonché per altre applicazioni come i Volani, pesanti oggetti tenuti in rotazione nel vuoto su cuscinetti magnetici in modo che non disperdano il loro movimento rotatorio (il quale viene poi utilizzato, all’occorrenza, per produrre energia).
Impedire a un oggetto magico di rilasciare energia potrebbe essere sia una maniera per allungare la sua vita sia, nell’ottica precedente, di celarne la natura.
Ma un oggetto di potere immenso in grado di durare millenni potrebbe somigliare di più a una forma di vita magica, che ottiene la sua energia dall’ambiente esattamente come le piante (entro un certo limite) dal sole.
In base a come funzioni il mana in un mondo di finzione, oggetti e creature che si nutrono di esso potrebbero ridurne la disponibilità magica in una determinata area, cosa che potrebbe portare a divertenti implicazioni.

Ma l’effetto più importante dell’entropia sulla magia è che la sua energia è ancora più preziosa: ad ogni trasformazione, infatti, viene dissipata, che sia per il passaggio dal metabolismo umano a una riserva magica, dall’ambiente circostante agli incantesimi stessi.
Gli incantesimi poi dovrebbero, se possibile, agire in maniera estremamente diretta: sollevare un masso, per esempio, dovrebbe evitare di richiedere l’apertura di un portale sul piano elementale dell’aria per manifestare una corrente ascensionale (anche se può darsi che un mero sollevamento non sia poi così facile da ottenere… ma ne parleremo oltre!).
Alla stessa maniera, una palla di fuoco potrebbe essere ottenuta separando ossigeno e idrogeno nel vapore acqueo presente nell’aria, spezzando i loro legami tra loro e ottenendo, per ricombinazione, un effetto esplosivo… ma questo richiederebbe un enorme dispendio di energia.
Perfino l’arco elettrico di un fulmine sarebbe molto più semplice da causare, ma richiederebbe comunque più energia di una punta affilata sparata magicamente sul nemico.
Diversa invece la situazione se queste energie magiche fossero presenti e pronte a svilupparsi in maniera selvaggia: in tal caso, il mago potrebbe limitarsi a gestire con perizia il flusso magico incontrollato, lasciando la dispersione energetica più grande alla fonte magica…

Articolo originale: http://www.profmarrelli.it/2020/01/22/manadinamica-magia-ed-entropia/

Se questo articolo ti è piaciuto, segui il prof. Marrelli su facebook e su ludomedia.
Read more...
By aza

ManaDinamica – Conservazione dell’Energia

Uno dei problemi da affrontare, nei giochi e nella fiction in generale, dovuto all’introduzione della magia è integrare tali fenomeni all’interno del mondo per creare un contesto coerente e in qualche modo credibile.
In questa rubrica, dedicata soprattutto agli inventori di mondi (che siano scrittori o dungeon master), cercheremo di analizzare come potrebbe funzionare una magia “fisicamente corretta” ed evitare la classica domanda: “ma perché, se c’è la magia, la gente continua a zappare la terra e morire in modi atroci?”.

IL PROBLEMA ENERGETICO
Se la magia fosse fisicamente corretta, dovrebbe rispettare alcune leggi fra le quali i famosi Principi della Termodinamica (o, per l’occasione, della “Manadinamica”).
Tra questi, il primo è il cosiddetto “Principio di conservazione dell’Energia” che richiede che l’energia totale coinvolta in un fenomeno sia conservata, cioè che la sua quantità totale al termine del processo sia uguale a quella iniziale (contando, in entrambi i casi, tutte le forme di energia presente).
Ma cos’è l’Energia?
L’Energia è una grandezza fisica che descrive vari fenomeni simili capaci di trasformarsi l’uno nell’altro: l’energia elettrica usata per alimentare una stufa si trasforma in energia termica, e quella termica in un motore produce energia meccanica sotto forma di velocità (energia cinetica) e/o sollevando pesanti carichi (energia potenziale).

Ma l’energia è anche la base del funzionamento del nostro corpo: noi otteniamo energia dal cibo che mangiamo (dove è accumulata in forma di energia chimica dei suoi costituenti nutritivi) e usiamo questa energia per muoverci, respirare, pensare e per il corretto funzionamento del nostro metabolismo.
Possiamo dire tranquillamente che la stragrande maggioranza dei fenomeni che conosciamo prevede trasformazioni e scambi di energia, e la magia non può non ricadere in questo sistema: per sollevare un masso con il potere di un incantesimo, l’energia necessaria deve essere ottenuta da qualche parte.
È questo continuo richiamo al “pagamento” di energia che permette di creare un sistema magico fisicamente coerente. Non solo, l’incantesimo deve richiedere tutta l’energia necessaria per ottenere l’effetto desiderato: la generazione di temperature estreme di una palla di fuoco, la crescita di una pianta o lo spostamento di masse ingenti può richiedere una quantità estrema di energia, e talvolta anche difficile da calcolare (soprattutto quando ci sono di mezzo creature viventi o teletrasporti, ma avremo modo di parlarne in altri articoli).
Cerchiamo dunque di rispondere alla domanda: da dove proviene tutta questa energia?
MICROORGANISMI E CONDENSATORI
Una prima possibilità evidente è che l’energia possa essere ottenuta da quella del mago stesso.
Il corpo umano consuma l’energia ottenuta dal cibo per le sue attività, compresa una fetta importante (circa il 60-70%) unicamente per mantenere le funzioni vitali come la respirazione, la circolazione, il pensiero e il mantenimento della temperatura.
Un essere umano, in base all’età, al sesso e all’attività che compie, ha un consumo energetico quotidiano che può andare tra le 1500 e le 2500 kilocalorie circa: la stessa quantità di energia, espressa in Joule (l’unità di misura dell’energia nel sistema internazionale), oscilla tra i 6300 e i 10500 KiloJoule.
Se fosse possibile prendere una piccola frazione, ad esempio l’1% dell’energia di una “persona media” (8000 KJ per comodità), avremmo a disposizione 80 KJ, cioè 80.000 Joule.

Ma “quanti” sono 80.000 Joule?
Sono, ad esempio, pari all’energia necessaria per sollevare di un metro un masso di 8 tonnellate!
L’energia per una simile impresa titanica, ben lontana dalle capacità umane e facilmente assimilabile a un “prodigio magico”, è pari al solo 1% dell’energia consumata da un essere umano “medio”.
Ciò che impedisce a una persona di usare la sua energia in questa maniera è il concetto di “potenza”, cioè l’ammontare di energia che può essere emessa in un determinato ammontare di tempo. I nostri muscoli non sono abbastanza potenti da sollevare massi di una tonnellata (1000 kg) in alto di un metro, ma più che capaci di trasportare un oggetto di 10 kg per un dislivello di 100 metri: queste due azioni richiedono lo stesso ammontare di energia, ma la prima richiede molta più forza e molto meno tempo.

Se riuscissimo a rilasciare energia in tempi inferiori, potremmo letteralmente dare vita alla magia partendo dalla stessa energia dei corpi umani: ma come accumulare questa energia e rilasciarla tutta assieme?
Un mago potrebbe avere una “riserva” di energia magica che viene lentamente ricaricata dal suo stesso metabolismo e che può essere rilasciata rapidamente dando vita a effetti magici, e l’energia mancante del mago potrebbe giustificare la classica carenza di forza fisica che accomuna i maghi in molti giochi di ruolo.
Un’opzione potrebbe essere fare ricorso a sostanze prodotte dall’organismo e accumulate in appositi tessuti, come facciamo già nella realtà con i grassi, in grado di essere “bruciate” per ottenere un picco di energia.
Se invece non volessimo alterare la biologia umana, potremmo immaginarci un microorganismo simbiontico simile ai famosi Midi-Chlorian di Star Wars, in grado di sopravvivere solo in organismi molto specifici (magari in maniera simile a quello che accade con gli antigeni del sangue, solo più complesso).
Infine, il mago potrebbe ottenere energia sottraendola dagli esseri viventi circostanti, in pieno stile “rituali sacrificali” o, più semplicemente, prendendo ispirazione dalla recente serie di The Witcher.

Il rilascio dell’energia dovrebbe essere rapido, con un funzionamento simile a quello del flash delle macchine fotografiche. Le pile, infatti, non sono in grado di fornire una potenza sufficiente per il lampo: il flash, in questo caso, è ottenuto da un Condensatore, un componente dei circuiti in grado di accumulare al suo interno cariche elettriche (cioè, sostanzialmente, elettroni, le particelle che compongono la corrente elettrica) e di scaricarsi molto velocemente.
In questo modo, anche se la velocità di ricarica della pila è ridotta, il condensatore è in grado di fornire rapidamente una grande quantità di energia per il flash: allo stesso modo, un mago dovrebbe essere in grado di bruciare rapidamente la sua riserva energetica per ottenere, in poco tempo, grandi quantità di energia per dare vita ai suoi incantesimi.

Un condensatore. La vostra scheda madre ne è piena.
CATALIZZATORI
Se invece l’energia fosse ottenuta esternamente dal mago, come potrebbe egli averne accesso? E come giustificare una quantità limitata di uso di tale potere?
Sempre pensando a un consumo (almeno iniziale) di energia da parte del mago, si potrebbe ipotizzare un’interazione tra il mago e una sostanza esterna, simile alla Trama nel mondo di Forgotten Realms, grazie al quale il mago ottiene i suoi effetti facendo da catalizzatore.
In chimica, molti processi che trasmettono energia verso l’esterno (esoergodici) non avvengono spontaneamente, ma devono essere “stimolati” tramite una certa quantità di energia iniziale, detta energia di attivazione. Si può immaginare, ad esempio, che una certa reazione rilasci 5 Joule di energia, ma che la sostanza debba prima ricevere due Joule come energia di attivazione per avere inizio.
Un esempio pratico di questi fenomeni sono le combustioni, delle quali parleremo in un futuro articolo: un oggetto che brucia emette energia termica, ma ha prima bisogno di un innesco, un evento in grado di fornirgli l’energia necessaria per far partire la combustione.

Un Catalizzatore è un elemento, di solito una sostanza chimica, in grado di produrre un effetto di Catalisi, cioè di ridurre l’energia di attivazione: nell’esempio precedente la reazione potrebbe, grazie a un catalizzatore, richiedere un solo Joule per avere inizio.
Se il mago fosse in grado di agire da catalizzatore per la magia, questo spiegherebbe come mai solo i maghi sono in grado di usare tale potere, cioè perché l’energia di attivazione è troppo elevata e i non-maghi non sono in grado di abbassarla.
Contemporaneamente, se fosse sempre lui a fornire l’energia iniziale (ridotta grazie alla catalisi) si giustificherebbe anche un utilizzo limitato della magia da parte dell’incantatore.
MASSA ED ENERGIA
Un’ultima, notevole fonte di energia è la cosiddetta annichilazione della materia: la possibilità cioè di trasformare direttamente materia in energia mediante la famosa formula di Einstein.

Si tratta di una quantità di energia enorme: mezzo grammo di materia produrrebbe la stessa energia della bomba di Hiroshima.
Fortunatamente si tratta, nel mondo reale, di un processo assai complesso da ottenere: per avere una annichilazione è necessario far incontrare ogni particella del nostro materiale con la sua antiparticella. Queste ultime sono complesse da ottenere e prodotte solo da reazioni nucleari rare e altresì molto costose, in termini energetici (e non), da ottenere: all’attuale stato delle cose, il più grande apparato in grado di generare tali antiparticelle (il Large Hadron Collider, o LHC, del CERN di Ginevra) sarebbe in grado di ottenere un grammo di antimateria in… qualche milione di anni!
Tuttavia, immaginando di ottenere energia dai due processi precedenti, sarebbe forse possibile annichilire quantità di materia sufficientemente piccole da concedere comunque effetti prodigiosi… se l’antimateria fosse già presente. Infatti, produrre antimateria richiede processi molto più costosi (in termini di energie) di quanto poi riottenuto dall’annichilazione, fino a 10 miliardi di volte tanto.
Anche se, infine, essa fosse già disponibile al mago, questi dovrebbe assicurarsi di mantenere l’antimateria confinata nel vuoto, impedendogli di interagire con qualunque genere di materia, perfino l’aria: tale situazione viene comunemente ottenuta, nel mondo reale, tramite potenti campi elettromagnetici che possono risultare letali alle persone che si avvicinano troppo.

Sarebbe invece possibile ottenere parte dell’energia dagli atomi mediante fusione e fissione: in questo caso, tuttavia, la quantità di energia ottenuta da ogni atomo è molto inferiore e sarebbero necessarie quantità importanti di materiale (e il materiale giusto!), nonché condizioni peculiari di temperatura e pressione altrettanto complesse da ottenere (che richiederebbero ulteriori, drammatiche energie iniziali).
IL PREZZO DA PAGARE
Questa (relativamente) vasta serie di opzione potrebbe far pensare che ottenere energia possa essere semplice, ma si tratta di una conclusione errata.
Il mago dovrebbe indubbiamente pagare il prezzo iniziale consumando parte della sua stessa energia, energia che, se fosse accumulata in una sorta di condensatore magico, non sarebbe disponibile dell’incantatore (al di fuori del suo uso magico) e lo lascerebbe permanentemente spossato.
Se facesse inoltre da catalizzatore per una qualche fonte esterna di energia, essa si andrebbe, nel tempo, a consumare inevitabilmente la fonte di energia magica esterna proprio come i combustibili che diventano inutilizzabili dopo essere bruciati.
Infine, la stessa capacità di annichilire materia richiederebbe una grossa fonte di antimateria oppure energie tali da non giustificarne l’utilizzo, e anche l’energia nucleare si potrebbe sfruttare solo con condizioni estreme di temperatura e pressione.

E’ evidente dunque che l’idea di usare la magia per affrontare problemi altrimenti risolvibili è una mossa assai sconveniente, e che rivolgersi agli incantesimi dovrebbe essere giustificato solo da una necessità particolare e immediata.
E ancora non abbiamo parlato del fatto che non tutta quell’energia può essere utilizzata per lanciare una magia… ma per quello, aspettate il prossimo articolo di Manadinamica!
Articolo originale: http://www.profmarrelli.it/2020/01/15/manadinamica-conservazione-energia/

Se questo articolo ti è piaciuto, segui il prof. Marrelli su facebook e su ludomedia.  
Read more...

Exploring Eberron uscirà a Luglio 2020 su DMs Guild

Inizialmente previsto per Dicembre 2019, Exploring Eberron di Keith Baker - il creatore originale dell'ambientazione Eberron - ha finalmente una data di uscita definitiva: Luglio 2020. Come spiegato sul suo sito ufficiale, infatti, Kaith Baker si è trovato costretto a posticipare la pubblicazione del supplemento non solo per via del COVID-19 e di altri contrattempi personali, ma anche per darsi il tempo necessario a inserire al suo interno tutto il materiale promesso. Nonostante il ritardo, tuttavia, ora il manuale è nella fase conclusiva della sua produzione e sarà dunque disponibile a Luglio sul DMs Guild, lo store online ufficiale della WotC.
All'interno di Exploring Eberron, Keith Baker esplorerà nel dettaglio i luoghi e i piani d'esistenza di Eberron a cui i manuali del passato hanno prestato minor attenzione. E' possibile dare un primo sguardo al contenuto del manuale grazie alle Anteprime rilasciate dall'autore il Maggio scorso. Trattandosi di un manuale Terze Parti pubblicato su DMs Guild, invece, purtroppo non è possibile aspettarsi una sua traduzione in lingua italiana (a meno che la WotC decida altrimenti).
Inoltre, come rivelato dall'autore sul suo sito ufficiale:
Trattandosi di un manuale pubblicato da Terze Parti (si tratta di un supplemento realizzato da Baker e non dalla WotC), il materiale contenuto in Exploring Eberron non potrà essere considerato canone ufficiale di Eberron. Poichè, tuttavia, ogni gruppo può decidere da sé la forma che Eberron avrà al proprio tavolo (come ricordato da Baker stesso), starà ad ogni gruppo decidere se considerare valide o meno le informazioni pubblicate da Baker in questo supplemento.
  Exploring Eberron sarà disponibile sia in versione con copertina rigida, sia in versione PDF. La prima versione sarà un libro con copertina rigida premium da 8,5″ x 11″ (simile al formato dei manuali ufficiali WotC).
  Non è possibile preordinare Exploring Eberron (DMs Guild non consente le prenotazioni), quindi i tempi di consegna della copia cartacea cartonata sono di almeno 1-2 mesi, ma sarà possibile avere immediatamente la copia PDF. Prima di ordinare la versione cartacea, tuttavia, assicuratevi che su DMs Guild sia disponibile la spedizione nel nostro paese.
  Il supplemento avrà un totale di 247 pagine e conterrà 49 illustrazioni originali. Grazie a @senhull per la segnalazione.

Fonte: http://keith-baker.com/bts-exploring/
Read more...

Guidiamo assieme la DL verso il futuro

Come vi accennavamo nell'annuncio di settimana scorsa, lo Staff D'L ha ora aperto per voi un sondaggio tramite cui ci potrete fornire informazioni ed indicazioni per meglio impostare il futuro corso degli articoli del nostro amato forum. Il sondaggio resterà aperto per 2 settimane, fino al 06 Luglio.
Oltre a fornirci alcuni indicazioni generali su voi come utenti e sui giochi che più amate e giocate, vi chiederemo anche di darci delle indicazioni sul grado di interesse che potreste avere verso alcune generiche categorie di articoli, dagli approfondimenti su determinati aspetti del gioco (il che può intendere sia un'analisi di come certi aspetti sono presenti nei giochi attuali, sia una visione della loro evoluzione negli anni) ai consigli di varia natura su come gestire i vostri gruppi, le situazioni di gioco o la creazione di materiale per le sessioni.
Vogliamo potervi offrire informazioni e articoli sugli argomenti di maggiore interesse per la community e faremo affidamento sulle informazioni che ci fornirete tramite questo sondaggio per meglio dirigere il futuro corso della nostra community.
LINK AL SONDAGGIO
Grazie ancora per il supporto che ci dimostrate sempre e buon gioco a tutti!
Read more...

Heroes' Feast - Il manuale ufficiale di ricette per gli eroi di D&D

Lo stesso giorno in cui annunciava ufficialmente la nuova avventura di D&D legata alla Storyline del 2020, la Wizards of the Coast ha deciso di rivelare l'uscita di un altro libro di D&D ancora più particolare, pensato questa volta per soddisfare gli stomaci degli Avventurieri piuttosto che i loro cuori e le loro menti. Heroes' Feast, infatti, è un vero e proprio manuale di ricette creato traendo ispirazione dal mondo magico di D&D, il cui scopo è quello di consentire agli appassionati di Dungeons & Dragons di tutto il mondo di prepararsi piatti, bevande e snack degni di un banchetto degli eroi...o di un rapido pasto consumato durante il viaggio o davanti al fuoco scoppiettante del proprio accampamento.
Le 80 ricette contenute in Heroes' Feast sono state realizzate da uno chef professionista proveniente da una delle migliori cucine d'America. Il libro, attualmente previsto solo in lingua inglese (non è noto se ne verrà fatta una traduzione), uscirà il 27 Ottobre 2020 al costo di 35 dollari.
Qui di seguito potete trovare la descrizione ufficiale di Heroes' Feast, oltre ad alcune anteprime (cliccate sulle immagini per ingrandirle):
Heroes' Feast
80 ricette ispirate al magico mondo di D&D - perfette per una quest solitaria o per un banchetto condiviso con i propri compagni d'avventura.
Dagli esperti di D&D dietro a Dungeons & Dragons Art & Arcana arriva un libro di ricette che invita gli amanti del fantasy a conoscere le loro culture immaginarie preferite attraverso la loro cucina e i loro stili di vita unici. Grazie a questo libro, potrete preparare piatti delicati abbastanza da consentirvi di mangiare come elfi e come i loro cugini drow, oppure forti abbastanza da banchettare come un clan nanico o come una chiassosa orda orchesca. Tutti gli ottanta piatti - realizzati da uno chef professionista proveniente da una delle migliori cucine del paese - sono deliziosi, facili da preparare e composti da ingredienti sani e facilmente rintracciabili nel nostro mondo.
Heroes' Feast contiene ricette per spuntini come Bytopian Shepherd's Bread (Pane del Pastore Bitopiano), Iron Rations (Razioni di Ferro), savory Hand Pies (Tortine Tascabili salate) e Hogs in Bedrolls (Maiale Arrotolato; probabilmente involtini di maiale, NdTraduttore), così come portate principali vegetariane, a base di carne o a base di pesce quali Amphail Braised Beef (Brasato di Manzo di Amphail), Hommlet Golden Brown Roasted Turkey (Tacchino Arrosto di Hommlet), Drow Mushroom Steaks (Bistecche ai Funghi Drow) e Moonshae Seafood Risotto (Risotto ai Frutti di Mare di Moonshae). Sono anche presenti dessert e cocktail come Heartlands Roseapple & Blackberry Pie (Torta di Mela Rosa e di More delle Heartlands), Yawning Portal Biscuit (Biscotti del Portale Sbadigliante) e Chultan Zombie (Zombie di Chult) - e tutto ciò che si trova in mezzo, in grado di soddisfare il desiderio (il termine originale "craving" ha anche significato di "voglia", "appetito", NdTraduttore) di qualsiasi avventura.
DETTAGLI DEL PRODOTTO:
Prezzo: 35 dollari
Data di uscita: 27 Ottobre 2020
Lingua: Inglese
Formato: Copertina Rigida
Link alla pagina ufficiale del prodotto: https://dnd.wizards.com/products/fiction/heroes-feast


Fonte: https://dnd.wizards.com/products/fiction/heroes-feast
Read more...

Archived

This topic is now archived and is closed to further replies.

MetalG

Corpse Party

Recommended Posts

Corpse Party

cjnm.jpg

è pomeriggio nella parte abbandonata del continente Pu-Dehir. questa zona è stata distrutta dal drago Baego venti anni orsono per un motivo ancora sconosciuto. si sa solo che fece terra bruciata di tutto quello che incontrava sul suo cammino, e che si fermò solo dopo aver devastato decine di città e ucciso migliaia di persone per poi tornare alla sua tana. quella davanti alla quale siete voi ora.

siete alle pendici dello Shattered Slope, un nome eloquente per descrivere quella che una volta era un vulcano: la rabbia di Baego l'ha fatto collassare, rendendolo quello che è adesso: una landa desolata ricoperta da lunghi massi taglienti fatti di ossidiana, a causa dei quali ogni passo può risultare pericoloso. l'area è anche ricoperta da una fitta foresta di alberi strani, che adattatisi al terreno hanno creato una specie tutta loro: il tronco è completamente nero e molto più duro del normale, mentre le foglie di color rosso vivo sono taglienti quasi quanto l'ossidiana a terra.

vista così la collina sembra un enorme puntaspilli, con lame di ossidiana che spuntano dal terreno ovunque. in più il suolo è soggetto a smottamenti perchè fragile, rendendo anche solo il passaggio molto difficoltoso.

@shattered slope

che ne pensate? 160 diamanti facili facili vero?

dice Maxim sorridendovi con i suoi denti gialli mentre guarda l'habitat ostile davanti a lui. stranamente l'hobgoblin non sembra intimorito dalla vista che ha di fronte agli occhi, eppure è solo un tessitore! il vostro compagno infatti vi ha accompagnato fino a qui per conto di un certo Oghma, per svolgere una missione, ma non è stato per niente facile dato che la strada era piena di mostri e le abilità di Maxim nel combattimento non erano proprio eccelse.

il vostro nuovo amico è il classico esempio di come non si debba giudicare un libro dalla copertina

@Maxim

il suo aspetto sgradevole, unito al suo viso non lo aiuta nei rapporti sociali, ma nonostante le apparenze è una persona gentile e onesta, sempre pronta ad aiutare, anche se con scarsi risultati.

indossa una armatura senza troppi dettagli e come arma di solito usa le asce da lancio, però porta sotto lo zaino un contenitore rettangolare, da cui escono degli strani pomoli lavorati con fini incisioni. non avete mai capito di cosa si trattasse.

allora? vogliamo andare?

fa lui avanzando di alcuni passi verso la collina.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Oh certo, 160 diamanti facili, a meno che Baego non sia a casa ad aspettarci.

In realtà spero che al nostro ritorno ci sia una bella montagna di rubini piuttosto che i diamanti.

Se ciò che dicono del drago è vero allora non ci dovrebbero essere troppi problemi anche se fosse in casa.

Prendo in mano una delle due spade che tengo al fianco e avanzo assieme a Maxim facendo attenzione a dove metto i piedi.

@Descrizione

Spoiler:  
http://i43.tinypic.com/2wfp8yh.jpg

Pur essendo una dhampir non avete mai visto Mina essere sensibile alla luce solare come invece accade a molti della sua razza.

E' alta 1,62m, ha la pelle, i capelli e gli occhi di un colore spento, senza vita.

Quando parla potete chiaramente vedere che ha i canini allungati (come i vampiri).

Ha un tatuaggio parzialmente visibile sulla nuca e che scende fino a scomparire dietro i vestiti. Rappresenta un piccolo stormo di corvi (per quello che si vede).

Ha due spade al fianco e un arco a tracolla, attaccati ad entrambe le braccia tiene inoltre due pugnali che normalmente sono nascosti dai guanti.

@DM

Spoiler:  
Se c'è un'albero vicino a noi mi avvicino e stacco una foglia aiutandomi con la spada, quindi prendo il libro che ho nello zaino e ce la metto dentro prima di seguire l'hobgoblin.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Joshua Harpwood

Osservo con attenzione il luogo dove ci stiamo per incamminarci, stando inginocchiato e toccando il terreno, quasi accarezzando piccole lastre di ossidiana che sbucano irregolari dal terreno

... eccoci qui, angolo estremo delle terre desolate ... Shattered Slope ... troppe leggende per un cumulo di rocce ... troppo tardi per tornare a mani vuote ...

Mi alzo facendo il gesto di togliermi la polvere dal vestiario e controllo con attenzione mentre parlo

Di sicuro non voglio stare qui ad attendere il buio, ma stiamo attenti...

Scruto attentamente nella direzione dove ci stiamo muovendo e nei paraggi.

@DM

Spoiler:  
Percezione +18. Faccio un tiro su conoscenza (locale) / natura / Geografia per qualunque infomazione utile su questo luogo

@Descrizione

Spoiler:  
Joshua si presenta come un uomo dai lineamenti duri e decisi, come le terre del nord da cui proviene. Possiede capelli castano chiari,una rada barba e dei guizzanti occhi verdi mlto chiari. Porta i capelli corti spesso disordinati. Potrebbe essere un eploratore, veste con abiti pratici, stivali, mantello e spesso dei guanti. Ha un corposo zaino sulla schiena e alla cirtura si puo' notare una spada ed una sorta di piccolo contenitore per portare un mazzo di carte con cui spesso giocherella.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Brew Chanterkid

Brew sorrise alle parole di quello strano hobgoblin. Aveva bisogno di quella quantità di diamanti. In verità sempre aveva bisogno di diamanti. Gli piaceva la bella vita ed era pieno di vizi...e certi vizi erano costosi. Aveva voglia di fumare quella erba così buona che aveva comprato nella ultima città dove aveva soggiornato. Ma mantenne la voglia sotto controllo , erano vicini alla tana di quel drago ed era meglio rimanere con i sensi all'erta. Avrebbe avuto tempo più tardi. Tiro' fuori il suo mazzo di tarocchi e, come sempre gli succedeva, il pensiero volò al ricordo del suo maestro...tutto quello che era lo doveva a lui e ai suoi insegnamenti. Il mazzo era l'ultimo dei suoi regali...comincio' a mischiarlo senza pensare, come una abitudine famigliare e per questo tranquillizzante ... Si guardò intorno in quello strano posto. Era diverso da qualsiasi altro posto avesse mai visto in tutti i suoi vagabondaggi. Si concentro' sul drago e cerco' tra i suoi ricordi quello che sapeva di lui...

DM

Spoiler:  
Conoscenze Locali +15 e Natura +15 per saperne di più su questo drago

Descrizione

Spoiler:  
Brew e' alto circa 1.75, capelli neri, lunghi, legati in una spessa treccia che gli scendeva fino a metà schiena. In testa un cappello nero, rotondo, con tesa larga. Vestiva con pantaloni neri, camicia bianca e gilet nero. Un lungo mantello, anch'esso nero, gli scendeva fino ai piedi. Di carattere allegro, anche se facile all'ira, Brew era era un buona persona, anche se poco propenso a seguire le regole. Aveva il vizio delle droghe e dell'alchol ed era per pagare questi vizi , oltre che per continuare a vagabondare e conoscere il mondo, che Brew si offriva per questo tipo di avventure.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Joshua Harpwood

Osservo il mazzo di tarocchi che ha in mano Brew sorridendo

... un giocatore del destino ... concentriamoci su questa tana e sui diamanti ... Talleran me li ha chiesti e la paga e' buona ...

Share this post


Link to post
Share on other sites

@Mina

Spoiler:  
ti avvicini con cautela e fendi l'aria con la tua spada per staccare una foglia. ti rendi conto subito che se non avessi utilizzato un'arma ti saresti aperta le dita a causa della durezza degli stessi ramoscelli... non che a te cambi molto data la tua natura, però ti stupisci di quanto sono affilate... di certo sono foglie rare.

ne prendi una e la metti nel tuo libretto, anche se devi maneggiare la foglia come si farebbe con un coltello.

@Joshua

Spoiler:  
Percezione: 18+20= successo totale!!!

Conoscenza (locale): 12+2=14

Conoscenza (natura): 8+12=20

Conoscenza (geografia): 8+7=15

grazie ad un uso prodigioso dei tuoi sensi e anche ad un bel pò di fortuna noti una cosa strana: si vede la luna... ed è giorno... ma non è la solita luna: ha una specie di pallida luminescenza che però non riesci a definire. noti che è anche molto... MOLTO più vicina del normale, e si possono vedere chiaramente i crateri sulla sua superficie (immaginala come la luna di Zelda: Majora's Mask (senza la faccia cattiva XD) che si avvicina). sei convinto che non si tratti di un fenomeno naturale, ma escludi a priori che si possa schiantare sulla terra. nonostante questo la scena ti fa sicuramente sobbalzare. il raggio che stai per vedere proviene dalla luna, ma gli altri non se ne sono accorti.

a causa dello stupore non ti ricordi però molto di questo posto in più di quello che già sai:

qui attorno non c'è più una città abitata (bada bene: da persone raccomandabili o civili) da decenni, da quando Baego ha attaccato e distrutto tutto sul suo cammino. avete fatto la strada affidandovi solo alle razioni, e vi sono bastate.

questa devastazione è stata provocata da un attacco del drago a "qualcosa", il che ha fatto fuoriuscire magma da migliaia di punti sulla vecchia montagna e questi getti si sono induriti per formare gli spunzoni attuali. evidentemente gli alberi hanno assorbito in qualche modo questa sostanza vetrosa e la hanno fatta propria, rendendo le foglie affilate e i tronchi neri.

questo una volta era un vulcano, ma circa una ventina di anni fa è collassato a causa del dragone per motivi ignoti. tutto il tragitto delle lande desolate che avete attraversato è ridotto ad una steppa deserta e a seconda dei posti fredda o calda. il tutto è inospitale, ma non per questo è invivibile: infatti ci sono piccoli villaggi di creature autoctone non molto simpatiche.

@Brew

Spoiler:  
Locali: 15+13=28

Natura: 15+20= successo totale!!!

si dice che Baego fosse l'essere più potente di questo mondo, e che rivaleggiasse in potenza con molti dei in persona. la sua presenza sul mondo era come una costante minaccia, e vederlo in volo significava morire di lì a poco.

un fatto strano però è che non ha mai attaccato i curiosi che si avvicinavano alla sua tana, però pare che il motivo per cui ha distrutto parte del continente e prima di tutto la sua stessa casa era che gli avevano rubato qualcosa dalla tana, tale è l'estensione della sua sete di vendetta anche per lo sgarro più insignificante.

Baego è un Drago Rosso Grande Wyrm, dalle dimensioni incommensurabili: da solo occupava praticamente tutta la camera magmatica del vulcano dove abitava, e per uscire causava in continuazione eruzioni di lava. non è un essere nato normalmente, ma è stato scritto che è stato creato artificialmente in un tempo lontano, oltre il ricordo dell'uomo e probabilmente in una terra sconosciuta, da chi non si sa.

il suo soffio secondo le cronache raggiungeva le diverse miglia di distanza, le sue zampe schiacciavano case e con un colpo di coda spazzava via interi quartieri. è famoso però anche per essere un subdolo calcolatore e un genio della zizzania e dell'odio. si dice che per diletto abbia scatenato l'odio tra impero e Dehiriani, ma sei più convinto che queste siano soltanto speculazioni a causa della sua forza semi-divina.

la sua forma umana è ricordata negli antichi tomi come quella di un Aasimar dalle ali rosse sangue e dagli occhi completamente neri, ma con una pelle candida come la neve e capelli biondi come la luce del sole.

cominciate tranquillamente a salire la collina diretti verso la cima. ve la prendete comoda per evitare grane, ma non riuscite ad evitare gli spunzoni, e diverse lame vi graffiano il corpo, provocandovi leggere fitte, ma nessun danno consistente. sono perlopiù graffi che passano in un giorno, ma bruciano comunque.

siete arrivati ad un quarto del tragitto quando venite investiti da una luce sopra le vostre teste. appena alzate il capo vedete una scia luminosa partita da chissà dove che sta scendendo proprio verso la collina dove siete voi. vi nascondete alla bell'è meglio, ma vi accorgete che non viene verso di voi, infatti si dirige a qualche centinaio di metri più a est, su un lato della collina. dopo meno di un minuto raggiunge terra, ma non si genera nessuna esplosione né suono. la luce si disperde così come è venuta.

dopo un'attimo di stupore Maxim vi guarda tutti negli occhi e vi fa un cenno con la mano di proseguire lentamente.

avviandovi dietro di lui raggiungete in poco tempo uno spiazzo libero dall'ossidiana, ricoperto di finissima erba verde e rigogliosa, come appena tagliata. ci sono fiori profumati e gli uccellini cinguettano allegri. al centro dello spiazzo c'è un piccolo salice piangente in fiore, con sotto un'unica grossa lapide, che a causa della distanza non riuscite a vedere bene. quest'area è circondata da un piccolo recinto di ferro battuto, rappresentante dei gigli appuntiti che rende il tutto molto più gradevole e pacifico. notate infine una bambina, non più di otto anni, appoggiata e seduta alla base del salice, che sembra stia dormendo beata. non la vedete bene, ma ha un vestito a pezzo unico bianco e dei lunghissimi capelli biondi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Brew

Qui c'e' qualcosa di strano...cosa ci fa una bambina da sola in un posto come questo?...meglio stare attenti. Mettendo via il mazzo dei tarocchi, Brew fa un cenno ai suoi compagni, soprattutto a Maxim: Tutto questo non mi piace...una bambina sola in un posto come questo? Deve essere una specie di trappola! Avviciniamoci con cautela.... Poi fa seguire i fatti alle parole e si avvicina il piu' possibile alla bambina, cercando di fare meno rumore possibile per non svegliarla. Poi inizia a salmodiare arcane parole...

DM

Spoiler:  
Mi avvicino silenziosamente alla bambina, poi casto Detect Magic, sulla bambina stessa e sulla lapide.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Joshua

Mi rialzo in piedi e mi guardo attorno notando la luna. Istintivamente prendo una carta dal mio mazzo appeso alla cintura e sorrido osservandone la figura; un paesaggio su cui sopra si vedono delle stelle

... Le stelle ... qualcosa si sta nascondendo a dovere ... ma non per sempre ...

Ripongo la carta e osservo la strna luna sopra di me da cui vedo partire il raggio

Ma cosa...

Intimo ai miei compagni ed indico la luna, con i suoi crateri ben visibili, nonostante sia giorno e soprattutto si veda cosi' bene

Fermi! Osservate la luna. Il raggio e' partito da li! Brew sono d'accodo con te, puzza di trappola...

Mi accuccio per non farmi vedere cerco nei miei ricordi qualcosa che abbia a che fare con la luna.

@DM

Spoiler:  

Knowledge Local +12

Knowledge Geografia +8

Knowledge Storia +8

Knowledge Religioni +8

Knowledge Piani +8

Knowledge Natura +8

Non ricordo se osso usare ancora Bardic Knoledge come Detective, in caso lo uso.

Prendo 10 in ogni tiro come da abilita' di Classe

Share this post


Link to post
Share on other sites

Certo che queste pietre tagliano...

Quando improvvisamente un luce appare sopra di noi, mi abbasso cercando di nascondermi dietro qualcosa, ma il raggio cade lontano.

Cosa potrà essere stato?

Quando Joshua ci dice che il raggio viene dalla luna guardo in alto, seguendolo e cercando di vederla anche io.

Riprendo a seguire Maxim appena ci fa segno di proseguire, fino a quando non vediamo la zona recintata.

Trappola o no dovremmo andare a controllare.

Mi avvicino al recinto e osservo meglio tutto quello che c'è dentro.

@DM

Spoiler:  
Percezione+11 per cercare di vedere la luna e poi per tutto quello che c'è nel recinto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

vi avvicinate cautamente al piccolo camposanto, cercando di non farvi sentire, e al contempo tutti voi osservate i dintorni, chi con magie, chi con i proprio occhi, per carpire ogni informazione utile a scoprire cosa sta succedendo

@Joshua

Spoiler:  

Knowledge Storia 10+8=18

Knowledge Religioni 10+8=18

Knowledge Piani 10+8=18

(quelle che non ho messo non servivano)

storicamente parlando la luna è da sempre il simbolo di Nimbus, il dio della morte e della natura. da quando si è elevato al grado di divinità partendo come semplice uomo, ha fatto del satellite una parte di se stesso, e lo ha trasformato nel suo Avatar.

nella religione il simbolo di Nimbus è proprio la luna. è l'unica religione accettata in tutto il mondo, senza distinzioni di appartenenza all'impero, ai barbari o ai Dehiriani: tutti venerano Nimbus, che è la divinità principale di tutti i pantheon.

la luna è anche il collegamento tra questo mondo e il regno dei morti, che per sovrano ha Nimbus. tutte le anime passano da lì per poi essere smistate negli altri piani.

@Mina

Spoiler:  
Percezione: 15+11=26

vedi la luna: si vede la luna... ed è giorno... ma non è la solita luna: ha una specie di pallida luminescenza che però non riesci a definire. noti che è anche molto... MOLTO più vicina del normale, e si possono vedere chiaramente i crateri sulla sua superficie (immaginala come la luna di Zelda: Majora's Mask (senza la faccia cattiva XD) che si avvicina). sei convinta che non si tratti di un fenomeno naturale

per quanto riguarda il piccolo camposanto non noti niente di insolito. è tutto tranquillo e la bambina sembra dormire davvero. avvicinandoti ti accorgi che è una mezz'elfa.

@Brew

Spoiler:  
lanci Detect Magic

vedi che la bambina ha una debole luminescenza sul suo corpo, mentre quando guardi la tomba ti viene un brivido appena ti accorgi di una forte luce ad appena un metro e mezzo sotto terra, esattamente ai piedi della lapide... un oggetto magico in grado di produrre una luce così da sotto terra deve essere tremendamente forte.

non fai in tempo ad investigare oltre perchè...

mentre vi avvicinate e scandagliate i dintorni sentite dei rumori provenire da un boschetto opposto al vostro, così senza pensarci vi buttate nelle frasche, stando attenti a non lacerarvi le carni da soli. Brew viene tirato da Maxim perchè era troppo concentrato ad usare il suo incantesimo per accorgersi di altro.

dalla vostra posizione vedete arrivare un gruppetto di dieci banditi. non sembrano molto forti, ma sono piuttosto numerosi... devono essere stati attirati dalla luce scesa dalla luna. li sentite in lontananza parlare tra di loro, discutendo sul da farsi. fino a quando non arrivano nei pressi del cimitero, e finalmente sentite le loro voci e li vedete chiaramente: sono tre umani, un halfling, un tiefling, due mezz'orchi, due elfi e uno gnomo, e si avvicinano a passo spedito, oramai liberi dagli impedimenti dell'ossidiana

ehi, cosa pensate che fosse quella luce? eh? cosa ne pensate?

chiede lo gnomo zompettando qua e là con un ghigno malefico

è la ventitreesima volta che ce lo chiedi dannato gnomo!!! giuro che se lo chiedi un'altra volta ti accorcio di un'altra decina di centimetri!!!

sbraita uno degli umani rosso in volto

si... tu di nuovo e noi usa te come gnomone!!!

dice uno dei mezz'orchi, e gli altri ridono, tranne il tiefling che gli risponde severo

dubito che tu sappia cosa è veramente uno gnomone... è già straordinario che tu sappia parlare stupido come sei...

comincia una breve lite, sedata da uno degli umani, che stranamente sembra avere una discreta presa su tutti loro. appena arrivano vicini alla tomba rimangono tutti stupiti nel trovare la bambina lì a dormire, che non si è neanche svegliata dopo questo baccano.

uh? bambina? cosa fa bambina qui?

chiede uno dei mezz'orchi, il più stupido di tutti a quanto pare

e che ne possiamo sapere noi babbeo!!!

risponde scocciato un elfo, mentre l'altro si porta una mano al viso e gira il capo in un'altra direzione. all'improvviso l'halfling comincia a fare una faccia strana guardando la bambina, e un rigolo di bava gli scende dalla bocca mentre gli occhi sono dilatati all'inverosimile

oh no... non dirmi che...

chiede lo gnomo

ZITTO!!!! è PERFETTA!!! LA VOGLIO!!!!

urla l'halfling a pieno petto. tutti gli altri lo guardano male, ma alcuni si limitano a volgere lo sguardo verso l'umano che prima ha riappacificato tutti. quest'ultimo parla mentre la bambina si è appena svegliata

... fai come credi... ma abbi almeno la decenza di cercare un posto più privato: non voglio una bambina sulla coscienza...

il mezz'orco scemo e il tiefling ridacchiano, mentre l'halfling scavalca la recinzione, con uno sguardo assatanato. la bambina è oramai sveglia, e guarda il maniaco che le sta venendo incontro con occhi terrorizzati. mentre vedete il bandito che comincia a slacciarsi i pantaloni notate che Maxim sta respirando affannosamente. mette in mostra i suoi denti facendo una faccia rabbiosa. sta portando le mani alla scatola che ha dietro la schiena.

vedete la bambina che apre la bocca e sembra che stia per urlare, ma quello che si sente dopo è un grido maschile.

aguzzate lo sguardo e vedete una grossa mano artigliata che ha afferrato l'halfling all'altezza della vita, e lo sta stringendo in una morsa d'acciaio. il braccio esce direttamente dal terreno ai piedi della tomba, e non accenna a lasciare il piccolo bandito, che tenta disperatamente di liberarsi dimenandosi a destra e sinistra.

Aiutatemi ca**o, AIUT...

non fa in tempo a finire che la mano stringe più forte e in un secondo lo trascina sottoterra. cominciate a sentire i suoi urli soffocati dalla profondità, ma al contempo sentite dell'altro, come di un pezzo di carne che viene strappato. le grida dell'halfling sono terrificanti, e nessuno degli altri banditi osa muoversi. dopo pochi secondi sentite un gorgoglio nella voce del maniaco e un sonoro *CRACK* subito dopo. dopo interminabili secondi dal buco nella tomba schizza fuori qualcosa, che una volta atterrato si riconosce essere il corpo del piccolo bandito, oramai irriconoscibile: ogni suo osso è spezzato, e sembra che sia diventato una sfera di ossa e carne. il suo teschio è stato schiacciato, e la sua cassa toracica compressa per rompere le costole. molti degli altri banditi rimangono scioccati dalla scena, ma la bambina sembra che non sia toccata dall'accaduto, nonostante prima fosse molto spaventata.

all'improvviso la terra nella tomba comincia a tremare e a deformarsi, fino a che non ne esce fuori, coperta di terra, fango e una quantità indicibile di sangue, un'armatura gigantesca e spaventosa.

l' "essere" è alto sui due metri, è coperto interamente da un'armatura completamente nera, costellata in ogni punto di punte. sul torace, le ginocchiere, i gomiti e la maschera sono raffigurati dei grossi teschi urlanti, che rendono il tutto ancora più inquietante. nella mano sinistra tiene ben saldo uno scudo torre alto più dell'essere, e nella mano destra, che riconoscete essere il braccio artigliato di prima, tiene ben stretta una spada lunga, coperta per tutta la lama di rune blu. dai fori per gli occhi esce un lieve fumo verde scuro, mentre dall'interno si sente una rauca voce in parte distorta dall'armatura stessa

voi siete malvagi...

il mezz'orco stupido e un'altro guerriero umano presi dal panico caricano l'armatura, scaricandole addosso tutta la loro rabbia, ma neanche un graffio appare sull'essere, che sembra non essersi neanche spostato di un millimetro. la creatura per tutta risposta si limita ad alzare la sua spada, e con un colpo netto taglia in due dalla punta della testa all'inguine il guerriero umano. le due parti cadono in due direzioni diverse mentre un lago di sangue si forma lì vicino. l'armatura ora è ancora più lorda di sangue. senza fermarsi carica un colpo contro il barbaro, che si appresta a parare con la sua ascia, ma durante il colpo la spada lunga si trasforma in una mazza chiodata, che supera le difese e si va a conficcare nella spalla del bandito. con un'agilità innaturale il mostro ruota di 360 gradi e sfonda la spalla del barbaro, strappandogliela dal tronco, e mentre il bandito si tiene il moncherino quell'essere carica di nuovo la mazza e sfonda il teschio del nemico, riducendolo in polpa.

ora che siete più vicini però notate anche l'aspetto della bambina, e vi accorgete che sorride, come se conoscesse quella "cosa" che ha appena devastato tre banditi come niente.

@Tutti

Spoiler:  
voi siete ancora fuori dal combattimento, è per questo che non vi ho fatto agire ancora.

l'armatura è così: http://images4.wikia.nocookie.net/__cb20130227154436/bloodbrothersgame/images/e/e3/Batraz%2C_the_Immortal_Hero_II_Figure.png

lo scudo è più alto comunque

la bambina è così (sorry se è Menma di AnoHana, ma è perfetta): http://www.hanabee.com.au/media/cast/Cast-AnoHana-Anime-Menma.jpg

ha solo i capelli più lunghi (fino alle caviglie) e biondi, oltre che le orecchie leggermente a punta

Share this post


Link to post
Share on other sites

Brew

Beh, non devo pensarci molto su chi schierarmi, tra una bambina e la sua gigantesca armatura magica e un gruppo di banditi e stupratori!...Ora di entrare in scena!

Brew fa cenno agli altri , come per dire che sta per fare qualcosa e di tenersi pronti! Poi estrae la sua balestra leggera e mira al bandito che piu' vicino...poi lascia andare il dardo!

DM

Spoiler:  
Attacco il bandito che ho piu' vicino con la balestra, TXC: +6, danni 1d8+2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quando l'halfling si avvicina alla bambina inizio a muovermi ma la mano che lo afferra da sottoterra mi fa bloccare sul posto.

Il corpo dell'halfling viene tirato sotto terra e poi lanciato fuori, irriconoscibile.

Cosa può fare...

Come in risposta ai miei pensieri la terra della tomba inizia a muoversi fino a che un'armatura non ne esce.

Vedo i banditi che iniziano ad attaccare l'essere ma vengono facilmente uccisi.

Quando vedo Brew prapararsi ad attaccare rinsaldo la presa sulla spada.

Non sono molto convinta di volermi mettere in mezzo... però se lui ci fa scoprire non penso che quelli restino a guardarci.

@DM

Spoiler:  
Se i banditi ci attaccano mi avvicino al primo e provo a colpirlo mettendomi in difesa totale

TxC +14 (16 -2 per la difesa totale), se posso fare il completo lo faccio xD

La mia CA sale a 28 (29 se faccio il completo)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Joshua

alla vista dei briganti mi faccio guardingo e appoggio la mano sullelsa della spada, ma alla vista di quel giganetesco mostro ricoperto di punte mi appiattisco e faccio un cenno ai miei compagni con la mano di stare bassi e poi porto la mano alla bocca facendo il moto di restare in silenzio ed osservare.

... aspettiamo un attimo...

@DM

Spoiler:  
Io da li non mi muovo ma sto fermo e nascosto ad osservare attentamente e cerco di capire cosa ho di fronte.

Knowledge vari e prendo 10 in tutte

FURTIVITA' +14

Percezione +18

Share this post


Link to post
Share on other sites

@Joshua

Spoiler:  
Furtività: 17+14=31

Percezione: 2+18=20

ti nascondi dietro ad un cespuglio di rovi, mentre osservi il combattimento imminente, ma non vedi niente di interessante

conoscenza (tutte quelle che hai): 10+8=18

conoscenza locali: 10+12

non riesci a capire niente dell'essere: è una incognita dalla punta del pennacchio che ha sulla testa al fondo dello stivale. anche l'arma e lo scudo ti sono completamente sconosciuti. ti stupisci pure di non sapere niente al riguardo, ma non hai mai sentito nulla di simile a quello che ora vedi.

PS: i nemici non ti hanno visto

mentre vi preparate al combattimento imminente osservate i nemici: sembrano sconcertati quanto voi per l'apparizione di questo essere inquietante. non riuscite neanche voi a capacitarvi di quello che è successo.

vi girate un attimo per controllarvi le spalle e notate che Maxim è sparito, e non riuscite a trovarlo da nessuna parte. al contrario vedete che Joshua si nasconde tra le fratte aspettando l'inizio del combattimento.

questo arriva con un suono roboante simile ad un tuono, che squarcia l'ambiente attorno a voi. dopo meno di un secondo sentite un breve fischio e la testa del mago, bandito del gruppo nemico, esplode in migliaia di pezzettini, spargendo attorno il suo cervello mentre il corpo crolla a terra senza vita. spinto da questo rumore anche Brew scocca un dardo contro il Tiefling nemico, che ha tutta l'aria di essere un magus. la freccia si conficca nella coscia, e il bandito lancia un grido acuto, per poi estrarre il dardo in un fiotto di sangue scuro, evidentemente non era andata così in profondità.

ora che il combattimento è iniziato però tutti sono in posizione di guardia, e mentre alcuni guardano ancora la grossa armatura, altri ora guardano Brew e Mina, che si è messa davanti, preparandosi a combattere gli avversari.

l'armatura gira lo sguardo verso di voi giusto per qualche istante, e subito si volta di nuovo, ma in quell'attimo vi siete sentiti come se foste stati rivoltati come calzini... ma non riuscite ancora a capire il perchè.

Spoiler:  

verde scuro=foresta folta

verdino=albero

rosa=bambina

nero=armatura gigante

rosso= Brew

giallo= Mina

blu= Joshua

Inc=incantatore

Gu=guerriero

Ca=capo

Ch=chierico

Bar=barbaro

Lad=ladro

Brew: 20+5=25

Mina: 5+12=17

Joshua: 4+7=11

Banditi (faccio un tiro unico): 19+2=21

Armatura: 14+?=?

Bambina: 3+?=?

https://docs.google.com/spreadsheet/ccc?key=0AvTmV0FtwZu5dExUa0E0bUN5UnRoV3d4SkJLQjFzc2c#gid=0

Armatura

Brew <------ tocca a te

guerriero

barbaro

chierico

magus 6

chierico

ladro

Mina

Joshua

Bambina

------ tocca a Brew -------

@Tiri

Spoiler:  
? su mago, mago muore

Brew su Magus

TxC: 16+6=22 colpito

Danni: 1d8+2=4+2=6

Share this post


Link to post
Share on other sites

Brew

Ok, sembra che si sono accorti di noi...e la mia freccia non ha fatto molto danno. Spero che quella tenebrosa armatura continui ad attaccare i banditi, perche' siamo in netta inferiorita' numerica...forse e' meglio chiamare un amico... Brew si concentra nel suo magico potere e , pronunciando arcane parole, invoca un Ragno Gigante perche' lo aiuti nel combattimento. Punta il dito e indica vicino all'incantatore avversario, in modo che il Ragno quando arrivi dal suo piano di esistenza, compaia esattamente li'!

DM

Spoiler:  
Casto Summon Monster II, Ragno Gigante, vicino all'incantatore. Ti ricordo che ho Augment Summoning

Share this post


Link to post
Share on other sites

mentre Brew si concentra per lanciare un incantesimo il Tiefling nemico guarda rabbioso il mago, e gli sta venendo incontro, quando di nuovo si sente un suono fortissimo dai boschi vicini, un secondo fischio, e la ggamba destra del Magus viene perforata da qualcosa. il nemico non può far altro che buttarsi a terra dolorante. si alza, ma riesce a fare poca strada verso di voi, trascinando la gamba.

intanto l'armatura gigante, dimostrando una velocità inumana, si lancia in carica contro il barbaro di fronte a lei, spicca un grande balzo nonostante il peso dell'armatura e dello scudo, e infula la sua arma nella clavicola dell'uomo, trapassando polmoni, fegato e intestini. a causa della pressione e del peso del colpo il nemico muore ancora prima che possa capire cosa fosse successo. mentre l'essere estrae la spada dal cadavere del barbaro il guerriero vicino tenta un colpo alle spalle, ma non vi sono giunture nell'armatura, e tanto meno zone vuote dove poter penetrare con una spada, così il colpo semplicemente le rimbalza addosso.

nello stesso momento il capitano del gruppo di banditi carica la misteriosa armatura, e quest'ultima a sorpresa è costretta a parare l'attacco. frappone lo scudo tra se e il bandito, e il colpo di ascia viene deviato senza problemi.

durante tutto questo il chierico nemico corre verso il magus, e il ladro si muove furtivamente... per arrivare a meno di un metro dalla bambina. questa non sembra essersi accorta di cosa sta per succederle.

https://docs.google.com/spreadsheet/ccc?key=0AvTmV0FtwZu5dExUa0E0bUN5UnRoV3d4SkJLQjFzc2c#gid=0

Armatura

Brew

guerriero

chierico

magus 36

chierico

ladro

Mina <------- tocca a te

Joshua

Bambina

------ postate pure tutti -------

@Tiri

Spoiler:  
Brew comincia a lanciare l'incantesimo (ci vuole un round completo)

? su Magus

?+?=? colpito, prono e 30 danni

Armatura carica su barbaro. uccide barbaro

tutti i nemici si muovono

guerriero attacca Armatura

TxC: 18+12=30 mancato

TxC2: 13+7=20 mancato

Capo attacca armatura

TxC1: 19+20=39 mancato

TxC2: 16+15=31 mancato

TxC3: 3+10=13 mancato

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non so quanto mi convenga avvicinarmi a quella cosa, potrebbe prendersela anche con me.

Se non mi faccio avanti io tanto attacccheranno loro.

Provate a fare qualcosa per la bambina.

Dico rivolta ai miei compagni, poi mi avvicino al Magus, spada alla mano, e provo a colpirlo.

Avrà davvero bisogno di aiuto?

@DM

Spoiler:  
Mi sposto in U11 e attacco l'incantatore.

TxC +14 (16 -2 combattere sulla difensiva), danni 1d8+7.

La mia CA sale a 28

Share this post


Link to post
Share on other sites

Brew

Quando il ragno magico finalmente appare in tutta la sua mostruosita', Brew gli ordina seccamente di lanciare la sua ragnatela sui suoi nemici. Subito il ragno esegue cercando di intrappolarne il piu' possibile! Nel mentre lo stesso Brew, accortosi che uno die banditi si sta avvcinando alla bambina, cerca di colpirlo con la sua balestra...

DM

Spoiler:  
Allora, il ragno lancia la ragnatela centrata in T7. Drew attacca il ladro con la balestra: TXC +6, danni 1d8+2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Joshua Harpwood

Osservo la scena rimandendo nascosto, cecando di capire se qualcuno abbia realmente bisogno del mio aiuto e vedendo la bimba in pericolo cerco di non farmi cogliere impreparato. Prendo il mio arco composito e rimanendo accovacciato scocco una freccia in direzione del bandito.

@DM

Spoiler:  
Ho estrazione rapida e +10 al tiro per colpire.

Share this post


Link to post
Share on other sites

la battaglia sembra non finire mai: tutti attaccate, ma nessuno riesce ad infliggere danni seri. nonostante questo però Joshua e Brew scoccano le loro frecce verso il ladro nemico, che caccia un urlo di dolore. in quel momento l'armatura gigante si gira e incurante dei nemici vicini (che peraltro non riescono a colpirla) carica il nemico vicino alla bambina. nel tragitto l'arma si trasforma in un martello da guerra, e con un unico fluido movimento, dopo aver disstrutto la lapide in mezzo alla strada, colpisce il ladro all'altezza dello sterno, inchiodandolo e spalmandolo su tutta la superficie dell'albero. sembrava un rinoceronte imbestialito, e ha travolto il nemico come fosse tale.

nel frattempo il ragno di Brew intrappola, anche se per poco il magus, che viene curato dal suo amico chierico alle spalle. le sue ferite lentamente si rimarginano, e il magus rinvigorito prova a colpire Mina, ma fallisce miseramente. nel frattempo gli altri due banditi si dirigono dalla bambina e l'armatura, per cercare di finire questa storia.

Spoiler:  

il rosso scuro è il ragno di Brew

che noia questo turno XD

https://docs.google.com/spreadsheet/ccc?key=0AvTmV0FtwZu5dExUa0E0bUN5UnRoV3d4SkJLQjFzc2c#gid=0

Armatura

Brew

guerriero

chierico

magus 16

chierico

Mina <------- tocca a te

Joshua

Bambina

------ postate pure tutti -------

@Tiri

Spoiler:  

ragno lancia la ragnatela sul magus

TxC: 18+5=23 colpito

Mina su Magus

TxC: 4+14=18 mancato

Joshua su ladro

TxC: 10+8=18 colpito (impreparato)

danni: 1d8+3=3+3=6

Brew su ladro

TxC: 20+6=critico conferma: 9+6=15 non confermato

danni: 1d8+2=6+2=8+6=14

armatura carica il ladro

AdO del capo e del guerriero

TxC: 13+2=15 mancato

TxC: 17+3=20 mancato

armatura uccide ladro

chierico nemico cura magus di 20

magus si libera dalla ragnatela (ha fatto 18 sul test di forza) e attacca mina

TxC: 11+14=25 mancata

gli altri due vanno verso l'armatura e la bambina

Share this post


Link to post
Share on other sites

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.