Jump to content

Domande e risposte col team di ricerca e sviluppo di D&D Next


aza
 Share

Recommended Posts

  • Administrators

Durante la GenCon è stato dichiarato che il prossimo pacchetto di playtest che uscirà a metà settembre sarà l’ultimo. Il playtest ha convolto oltre 150.000 giocatori e i feedback avuti tramite esso e i siti wizards.com e enworld.org sono ritenuti più che sufficienti.

Ieri inoltre si è tenuto il primo incontro con gli sviluppatori su D&D Next. All’incontro erano presenti Mike Mearls senior manager di D&D, Chris Perkins, senior producer e i designer Jeremy Crawford e Rodney Thompson.

I due obiettivi principali sono catturare il “feel” di D&D e gestire il livello di complessità di un gioco che ha 40 anni.

Mearls: “creare un gioco che renda felici i giocatori esistenti e che piaccia a quelli nuovi. … Ho incontrato più persone che vogliono giocare a D&D di quante ci giochino veramente.”

D: Potete descrivere come sono rappresentati i ranghi di gioco in D&D Next?

R: I ranghi non sono così rigidi e definiti come lo erano in 4E. I livelli 1-3 sono per introdurvi al personaggio, I 4-11 sono dove il personaggio emerge. 11-17 sono per le abilità di alto livello e 18-20 per gioco di altissimo livello dove ci sono abilità/scelte molto forti e creative.

D: Avete piani per manuali di altre ambientazioni?

R: Non possiamo parlare di prodotti ma vogliamo supportare più ambientazioni di D&D possibili. Stiamo inserendo nel pacchetto di playtest materiale da ambientazioni diverse. Per esempio il prossimo conterrà i kender e i warforged.

D: Avete un idea di quando uscirà D&D Next?

R: Tutto quello che possiamo dire è nel corso del 2014 ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

D: Potete dirci che moduli state considerando e quali saranno considerati “moduli base”?

R: Non abbiamo ancora piani precisi su dove collocare tutte le opzioni ma immagino opzioni per il combattimento tattico, opzioni per cambiare le meccaniche di cura, i riposi e le abilità in qualcosa di simile ad Unearthed Arcana. E’ anche importante notare che ci aspettiamo di avere modularità nei manuali base. Potete avere o non avere i talenti e/o le abilità. Faremo anche delle regole modulari che supportino l’atmosfera e le meccaniche delle cinque ambientazioni più famose.

D: Il template per le creature leggendarie o la classe guerriero/mago sono sopravvissute al playtest?

R: La classe di tipo Gish non ha superato il playtest durante la fase alpha, ma la stiamo sviluppando all’interno dei multiclasse. Per quel che riguarda i leggendari sono ancora qui ma stiamo raffinando la matematica e vari dettagli. Per ora tutti i draghi anziani sono leggendari. Lo sono anche beholder, vampire lord e titani.

D: D&D Next è il nome ufficiale o è solo un nome in codice?

R: Non abbiamo mai pensato di chiamare il prodotto finale D&D Next. Mike ha detto che vorrebbe chiamarlo semplicemente Dungeons & Dragons.

D: Combattimenti di massa, costruzione di castelli e cose simili – state lavorando su qualcosa di simile per D&D Next?

R: Si ci stiamo lavorando e vorremmo includere tutto ciò in quello che chiamiamo “sistema di inattività” (downtime system –ndr). Quindi quando non siete all’avventura userete il vostro tempo per fare quello. Vogliamo sviluppare opzioni modulari per cose come costruire la vostra fortezza o il vostro templio, creare un esercito, ecc. sempre che vogliate tali opzioni nelle vostre campagne.

D: D&D Next sarà OGL o avrà qualche forma di licenza?

A: Non possiamo parlare di questo, ma sappiamo che dare alle persone la possibilità di creare e vendere o condividere il loro lavoro è importante e stiamo vedendo come possiamo fare tutto ciò.

D: Quando vedremo la classe del bardo?

R: Nel prossimo pacchetto di playtest.

D: Domanda mancante [sulle cure e sull’abilità del guerriero Second Wind -ndr]

Abbiamo avuto molte conversazioni sull’abilità Second Wind del guerriero. Fondamentalmente vogliamo rendere semplice modificare le opzioni di cura all’interno del gioco. Il sistema di cura e di guarigione è quello che divide maggiormente i giocatori. Le cure funzioneranno in base al modulo di cura che sceglierete.

D: Avete piani per strumenti digitali per D&D Next?

R: Al momento non ne abbiamo di specifici ma sappiamo che molti usando dispositivi digitali e noi stiamo cercando di vedere come essi possano interagire con D&D Next.

D: Che tipi di supplementi possiamo aspettarci per D&D Next?

R: Non possiamo parlare di prodotti specifici ma filosoficamente ci piacerebbe legare quelli di un tema generale. Quindi per esempio ci potrebbe essere un supplemento marinaro con opzioni per il guerriero come lo swashbuckler, lo sciamano dei mari, ecc. Cose che evocano una storia.

D: Pensate che gli spiriti primordiali possano ritornare in D&D Next?

R: Stiamo già vedendo che l’idea dello spirito primordiale è presente nelle meccaniche del druido. L’abilità di evocazione del druido è quella di chiamare spiriti primordiali. Stiamo inoltre cercando di adattare tale meccanica a tutte le nostre ambientazioni.

D: State lavorando a delle regole per creare o modificare le creature?

R: Vogliamo fornirvi delle basi per quando creerete un mostro. Non ci siamo focalizzati particolarmente sui template, ma stiamo cercando delle opzioni in modo tale che possiate creare dei mostri con abilità uniche. Stiamo guardando ai template e ad ogni genere di altre opzioni per modificare i mostri (probabilmente nel manuale del DM).

D: Sarebbe stato bello avere questo evento in streaming.

R: Lo stiamo registrando e lo vedrete quanto prima sul nostro sito.

D: Ci sarà un sistema di magia alternativo?

R: Stiamo guardando a sistemi magici alternativi, come il sistema a punti. E’ anche importante che teniamo d’occhio il bilanciamento degli incantesimi senza che risultino sbilanciati sul tavolo da gioco. Vedrete ulteriori opzioni sul lancio di incantesimi in cose come Legends & Lore (si riferisce alla rubrica tenuta da Mike Mearls sul sito WotC e non al manuale omonimo –ndr) dopo che avremo finito questa fase del playtest.

D: Per quel che riguarda la conversione dei PG dalle precedenti edizioni?

R: Vogliamo rendere la cosa il più semplice possibile e forniremo del materiale gratuito per agevolare tale conversione.

D: Avete altre idee per agevolare il gioco di ruolo e incoraggiare i giocatori a “ruolare” di più?

R: Abbiamo lavorato a cose per aiutare e incoraggiare maggiormente il gioco di ruolo. Stiamo anche implementando tali cose nei background. La meccanica dell’ispirazione permette ai giocatori di “ruolare” le loro debolezza per ottenere vantaggi temporanei in scene future.

Link to comment
Share on other sites


  • Replies 14
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Sono molto contento che si stia arrivando alla fine. Partecipare al playtest è stato interessante ma alla lunga è diventato complesso. In concreto capitava di confondersi tra la nuova e la precedente uscita delle regole, soprattutto sulle virgole delle ultime uscite.

Speriamo che nella volata finale non ci infilino in mezzo cose assurde rispetto al lavoro finora fatto.

Il lavoro finora fatto mi piace, anche se devo dire la verità mi piaceva inizialmente anche la 4Ed fino a che non ci ho giocato per un pò ed ora non la consiglierei quasi a nessuno..

Link to comment
Share on other sites

Vero, praticamente non hanno risposto a nulla e tutto quello che dicono è vago....mah

chissà se tutto questo playtest ha contato o come al solito tutto entra in un orecchio ed esce dall'altro

Mettono troppa carne al fuoco. Sarebbe meglio fare una cosa alla volta e fatta bene.

Link to comment
Share on other sites

Diciamo che hanno ripetuto le solite cose alle solite domande.

Secondo me hanno idee chiare e definitive su tutto il pacchetto base e stanno preparando sia le aggiunte più necessarie -tipo il multiclasse- sia quelle per il primo pacchetto d'espansione -i vari equivalenti degli Arcani Rivelati di cui parlano-, in modo che all'uscita abbiano già praticamente pronta una serie di manuali da mettere sugli scaffali subito dopo i core, da cui la sensazione che tentino di mettere troppa carne al fuoco: in realtà ne hanno già cucinata gran parte, ora stanno andando con le seconde portate (sì, metafora terribile).

Potrebbero rimanere sul vago per ragioni:

- le domande erano già state tutte poste o anticipate dai vari L&L, per cui non potevano aggiungere niente di nuovo

- vogliono scendere nei dettagli il meno possibile per evitare la reverse engineering

- hanno memorizzato quei due slogan ("Accontentare i fan vecchi e nuovi", "Potete fare quello che volete perché modularità") e non fanno che ripeterli perché glielo dice il settore marketing

- brancolano davvero nel buio

Sinceramente, oltre che poco auspicabile, l'ultima mi sembra anche poco probabile. Voglio dire, dopo mesi di playtest pubblico e feedback, dovranno pur avercela qualche idea: con tutta la poca fiducia nella Wiz, sono pur sempre dei designer professionisti e io voglio pure sperare che vengano pagati per qualcosa, piuttosto che partire già deluso. Che poi magari Next uscirà una schifezza, ma almeno mi sarò risparmiato un paio d'anni di rancore (per ora) immotivato.

Link to comment
Share on other sites

  • Administrators

Dal 2007 tutti i diritti di Dragonlance sono tornati alla Wizards. Quindi potrebbe anche essere una delle 5.

Considera inoltre che nel prossimo playtest ci sono i kender...

Sent from my Lumia using Tapatalk

Link to comment
Share on other sites

Vero, e ci sono anche i warforged, per cui pure Eberron è quasi sicura.

Se ci fossero stati dei dubbi circa i Forgotten Realms, tutta la pubblicità che hanno dato a questa faccenda della Frattura (che poi imho sarà solo un modo per riparare ai danni gratuiti che la 4e ha portato a Faerun) dovrebbe smentirli; non che qualcuno si aspettasse che avrebbero lasciato fuori la loro ambientazione di punta, ma potremmo dire che siamo a tre su cinque praticamente sicure.

Per le altre due, punterei su Greyhawk e Ravenloft: della seconda ne hanno già parlato in un paio di articoli e ha senso perché introduce una componente di genere, allo stesso modo di Eberron, oltre a non contemplare qualcosa di cui non hanno ancora mai parlato -gli psionici- come sarebbe d'obbligo per Dark Sun. Quanto alla prima, se dopo tutto questo parlare di "feeling classico" ed effetto nostalgia mi sembrerebbe strano se lasciassero fuori proprio la più classica delle ambientazioni.

Link to comment
Share on other sites

Gli psionici sono una meccanica a parte che bisognerebbe riequilibrare anche rispetto al nuovo mago. Però è sicuro che se c'è ebberon gli psionici saranno d'obbligo anche per quello :). Forgotten Realms è impossibile che venga cancellata IMHO (cioè andrei a protestare :P) mentre che Greyhawk ci sia mi piace moltissimo. Ravenloft secondo me farà parte di un setting più avanzato nel tempo.

Anche qui comunque (e purtroppo) ci vorrà tempo :)

Link to comment
Share on other sites

Anche io sari più propenso per che una delle ambientazioni sia Dragonlance visto che fra Gget ed libri ha venduto forse un poco di più dei Forgoten ma fra le ambientazioni tradizionali una che non mi piace davvero è proprio Greywak che oltre ha essere troppo "classica e tradizionale" è che come libri non andato oltre l'America ed per trovare un minimo di informazioni su essa devi andare nei siti americani ed simili per avere qualche informazioni che per le altre ambientazioni le trovi molto più facilmente in italiano ed anche e per quella scelta stilistica di renderla la meta-amboientazione del gioco nella 3.X è stata pessima visto che un ruolo del genere lo poteva ricoprire bene appunto Forgoten. Poi mi pare strano che nessuno abbia nominato Mystara.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.