Jump to content

Processi e pene


folletrap
 Share

Recommended Posts

Ciao a tutti

Ho urgente bisogno di reperire un sistema giudiziario da applicare a D&D/PF.

In pratica i miei giocatori sono entrati con la forza in casa di un tipo (che loro sospettano essere in combutta con la locale gilda dei ladri) e lo hanno attaccato: le guardie (chiamate da un PG che non condivideva questa linea di azione) sono intervenute e li hanno arrestati (uno ha pure confessato in tempo reale per cui c'è la sicurezza che sono colpevoli)

Ora vorrei sapere se esiste una guida pre-fatta che a dato reato mi dice che pena infliggere.

Qualora non ci sia una cosa del genere io personalmente sarei indirizzato per una pena di 200 MO d'oro in totale (sono 4 PG di 2° livello) più rimborso dei danni e una reclusione di una settimana (che, anche se non lo sanno, eviteranno per motivi di campagna)

So che 50 MO a testa possono sembrare un po' poche ma l'idea è di mantenere una parvenza di realtà: per un contadino/cittadino qualunque 50 MO sarebbero una grossa cifra.

Voi che ne dite? Ovvio che se c'è un file o qualcosa di più specifico tanto meglio.

Grazie.

Link to comment
Share on other sites


  • Replies 12
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Ho capito. Allora a mio arere devi considerare 2 opzioni: o adotti una pena pecuniara(ad esempio se la città ha bisogno di soldi) oppure vai di semplice prigione per un tempo determinato. Attenzione poi che se la persona aveva una certa importanza(tangenti dalla gilda dei ladri?Controllo della guardia cittadina da parte della stessa gilda?) può darsi anche la forca o prigione a vita.

Infine per queste cose non c'è una guida specifica, devi fare tu ;-)

Link to comment
Share on other sites

se solo riuscissi a ricordarmi...

...esiste un elenco delle pene possibili per una manciata di reati... se solo mi ricordassi dove...

però ti garantisco che esiste!

dipende anche dallo status dei pg. primo reato? recidivi? sono nobili?

se è il primo reato io farei una pena in proporzione ai loro averi, (anche solo il 5%), reclusione 2 settimane.

però dovrebbero venir schedati, se esiste un corpo di guardia decente.

Link to comment
Share on other sites

Io non ricordo ci fosse niente del genere e i sistemi di giustizia li ho sempre presi dai manuali di ambientazione (nel mio caso Mystra).

Per una infrazione e aggressione, se il tipo è sopravvissuto, direi che, ammesso che non siano recidivi, ci sta una settimana di prigione, e/o una multa di non più di 50mo (anche meno) e/o qualcosa come 5d4 di frustate. Ovviamente tutte, soprattutto quest'ultima, dipendono dalla società.

Link to comment
Share on other sites

se solo riuscissi a ricordarmi...

...esiste un elenco delle pene possibili per una manciata di reati... se solo mi ricordassi dove...

però ti garantisco che esiste!

dipende anche dallo status dei pg. primo reato? recidivi? sono nobili?

se è il primo reato io farei una pena in proporzione ai loro averi, (anche solo il 5%), reclusione 2 settimane.

però dovrebbero venir schedati, se esiste un corpo di guardia decente.

Forse in Sharn la città delle torri c'è qualcosa di simile...

Link to comment
Share on other sites

Vorrei far presente che fino al 1800 il sistema penale in Europa funzionava più o meno così:

  • Il magistrato era sia accusatore sia giudice. La difesa, a seconda del periodo e dello Stato, era o affidata allo stesso magistrato oppure era ammessa ma limitata al solo deposito di memorie scritte e comunque limitate dal fatto che l'istruttoria era per lo più segreta.
  • In caso di mancanza di prove, il giudice poteva condannarti comunque in base a soli indizi a una pena diminuita oppure torturarti fino a ottenere la confessione. In caso di condanna poi era prevista comunque la tortura per ottenere i nomi dei complici, se c'era il sospetto che ce ne fossero.
  • Le pene e i processi erano differenziati in base alla classe sociale dell'accusato. I nobili e il clero erano giudicati da tribunali più amichevoli e condannati a pene leggere, rispetto al popolo.
  • Lo scopo delle pene era "vendicarsi" sul corpo del reo e disincentivare il resto della società a compiere delitti tramite pene il più plateali e orrende possibile. Condanne a morte, spesso crudeli e precedute da tortura, amputazioni di parti del corpo, frustate e bastonate, erano cose all'ordine del giorno.
  • Il carcere non è quello che intendiamo oggi. In carcere sai come ci entri ma non sai come e se ci esci. I detenuti spesso erano incatenati 24 su 24, costretti a lavori forzati talmente duri che buona parte ci moriva, eccetera eccetera.
  • In aggiunta alle pene corporali e al carcere, era spesso prevista la confisca (completa) dei beni del reo. Le multe erano riservate alle semplici contravvenzioni di minore gravità, non certo ai delitti come il furto o l'aggressione.
  • Non c'era alcuna distinzione tra legge e morale. Venivano puniti come delitti anche cose come l'eresia e il suicidio.

Se quindi parliamo di un'ambientazione simil-medievale che vuole essere storicamente verosimile, la pena dovrebbe essere probabilmente la condanna a morte o il carcere per un periodo molto molto lungo. Qui stiamo parlando di tentato omicidio (poco importa se non volevano ucciderlo, se non bastano le circostanze sfavorevoli a farli condannare ci penserà la tortura).

Ovviamente poi si può prendere in considerazione l'importanza dei personaggi e quella della vittima, più eventuali attenutanti.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.