Jump to content

[D&D 3.5] [Yrost] Sotto un cielo di Piombo e Fuoco (Parte I)


Yrost

Recommended Posts

Regno di Cygnar, città Mercir. Ore 23.23

Brutto posto e brutto momento per scoprire un'altra amara verità. Il proiettile che ti ha colpito era fabbricato da un nano di nome Ghodduk M'Thali, un buon artigiano nella città del Piombo, Mercir. Egli possiede una torre verso il confine della città, isolato da crepa rocciosa, dove l'unico modo per raggiungere la torre è passando un ponte in buono stato. La sua torre era un ritrovato di storia d'artigianato bellico, sullo studio dei primi Steamjacks e l'unione fra magia e scienza. Ghodduk anch'egli era un artigiano in pensione. Ed ora è morto.

La Torre di Ghodduk.

Spoiler:  
mantecoza_tower_of_the_sun_v2_by_cheshireplaynwthf  ire-d4qi997.jpg

Sotto un cielo di Piombo e Fuoco

Parte I

Regole per postare:

Dialoghi in Grassetto.

Pensieri in blu.

Scritte o azioni verso oggetti o personaggi in rosso.

In Spoiler tutte le domande meccaniche o le azioni tecniche.

/////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////

Regno di Cygnar, città Mercir. Torre di Ghodduk Ore 23.50

Eri salito per diversi piani, fino a fermarti sul ciglio della porta quando vidi il corpo di Ghodduk per terra in una pozza di sangue, con diversi fori di proiettile sulla schiena. Probabilmente l'assassino era passato li da poco, perché ti ha colto alle spalle e stordito con un oggetto che ti ha causato una forte scossa elettrica lungo i tuoi nervi, facendoti svenire per terra. Quando rinvieni, senti un'odore di bruciato nell'aria. Ti rendi conto che l'edificio sta andando a fuoco poiché una parte del pavimento cede, lasciando entrare un muro di fuoco dal buco creatosi. Non c'è molto tempo, devi affrettarti o l'edificio crollerà, inghiottendoti fra le fiamme e le macerie!

http://www.youtube.com/watch?v=TvJsWHmIgDM

Link to comment
Share on other sites


  • Replies 150
  • Created
  • Last Reply

Mentre mi alzo in piedi facendo leva prima sul braccio destro e poi sulla gamba osservo il "paesaggio" devastato che si scorge dal buco nel pavimento; passandomi il palmo guantato sul viso mi tergo dal sudore e dalla sporcizia che aleggiava sul pavimento, nel fare ciò mi accorgo che le mie dita tremano ancora visibilmente per la scossa, imprecando mentalmente mi riscuoto.

Quanta fantasia, una torre in fiamme . . . senza perdere ulteriore tempo scatto attraverso la porta in direzione delle scale usate per salire, mentre dopo aver premuto il pulsante sul collo l'elmo si richiude intorno alla mia testa per proteggerla da eventuali crolli.

@Master

Spoiler:  
Grande sorpresa stamattina nel notare il tuo pm! :lol:

Questo grande giorno verrà ricordato nei secoli avvenire!

Link to comment
Share on other sites

La stanza in cui ti trovi era probabilmente il suo studio. Appese a diverse lenze vi sono dei modelli di Aereonavi da guerra progettate da lui. Per terra sono sparsi diversi fogli, progetti, sporcizia varia, attorno a te trovi una libreria piuttosto pesante, mentre sulla scrivania era al lavoro su qualcosa di nuovo: dal disegno sembrava un libro meccanico, niente di eccezionale diresti. Oh piuttosto, perché proprio un libro? Comunque sia, altri elementi che noti oltre al pavimento sfondato dalle fiamme sono una finestra in molto in alto rotta, sufficiente per far passare un uomo, una botola a lato della scrivania ed in cima al soffitto un lampadario che illumina la stanza.

Decidi in quel caso di scendere le scale, senza perdere altro tempo. Tuttavia, rimani bloccato a metà strada delle scale, pare che sia crollato il soffitto ed impedito l'accesso al piano inferiore. Riesci a scorgere il cielo dal soffitto crollato, dove si dirama il fumo nero dell'incendio in corso.

Link to comment
Share on other sites

@Master

Spoiler:  
Mi sento come se mi avessero bacchettato sulle mani. Mi hai fatto riflettere ed ho fatto il più stupido degli errori di D&D: ho agito (fatto muovere Thomas) in base alla situazione invece di agire nel modo in cui si sarebbe comportato Thomas in quella situazione; non so se mi spiego?

Ci provo meglio:

Come ho postato (Una persona normale) = Va a fuoco. Scappo.

Come avrei dovuto (Thomas) = Fanc*lo. Ho finalmente trovato un indizio, prima che vada a fuoco devo trovare qualcosa o perderò le tracce dell'assassino.

Inoltre avevo avuto l'idea di un senso di urgenza molto forte.

Cerchiamo di rimediare, visto che mi hai descritto il tutto come se l'avessi notato.

Ritornando nella stanza mi sforzo di ragionare a mente lucida e di sopprimere l'istinto di sopravvivenza che mi spinge ad abbandonare la torre all'istante. Ridando uno sguardo alla camera noto i progetti sul banco da lavoro e mi avvicino per esaminarli. Allo stesso modo cerco con lo sguardo qualcosa nella stanza, anche nella libreria, che assomigli al libro sul progetto.

Ci deve essere qualcosa.

@Master

Spoiler:  
Riesco a capire da quello che c'è nella stanza se il nano ha completato o meno il suo progetto?
Link to comment
Share on other sites

@Tu

Spoiler:  
Ma no. Può essere anche errore mio sul non averti mostrato immediatamente come si presentava la stanza. Il senso d'urgenza devo dartelo perché stai a tutti gli effetti in pericolo, ma non è che sbagli una cosa e muori: gli eventi si muoveranno su un'altra direzione, ma l'intenzione mia è sempre portarti sulla strada del finale, in un modo, o nell'altro. Dovrai sempre pensare che io non sono dio e sono fallibile per natura, ma che nonostante questo riesci a "fregarmi" in gioco ed adattarti alla situazione.

Ritorni indietro risalendo le scale, notando che il cratere sul pavimento si sta allargando, e le fiamme si stanno facendo strada per invadere anche questo piano. Correndo verso la scrivania, prendi in ordine disordinato i progetti, osservando per primo quello raffigurato con un libro meccanico. La descrizione è nanico e non la capisci, ma dai disegni riesci a capire che viene chiuso meccanicamente e che è utilizzato dai Tecnomaghi per controllare gli Steamjacks. Sembra un progetto finito, ma non ne hai la certezza poiché non capisci il nanico. In alto al progetto viene raffigurato anche un orologio, che segnano varie ore scritte in comune.

[10.40]

[12.07]

[13.34]

[15.01]

@Libro

Spoiler:  
librob.jpg

Non riesci a capire cosa significhi. Porti con il te il progetto, per poi avviarti verso la libreria. Fai un confronto per trovare qualcosa di simile...fino a notare una piccola sezione chiusa da una piccola cassaforte con finestra. La finestra è scheggiata, ma sembra molto spessa e lascia pensare che qualcuno ha tentato di scassinarla, fallendo tuttavia. Sulla cassaforte c'è un tastierino numerico:

[- X X X -]

[7] [8] [9]

[6] [5] [4]

[3] [2] [1]

[ ////// ]

Il tastierino in cima è formato da 3 cifre segnate con una X. Al centro, i classici tasti da premere per la combinazione da inserire ed in fondo una luce rossa che ti fa capire che la cassaforte è chiusa al momento. Dentro la finestra scorgi il libro del progetto, anche perché non riesci a trovare nulla di simile attorno a te. Riguardi un'ultima volta il progetto, rivedendo i numeri e cominci a premere la prima combinazione. Tuttavia, quando stavi per premere il quarto tasto, senti una specie di bip, la lucetta rossa lampeggia eppoi torna normale. Sembra che ci vuole una combinazione di 3 cifre per poterla aprire.

Link to comment
Share on other sites

Evitando di tentare combinazioni a caso, comincio a riflettere sui numeri segnati sull'orologio dovranno avere un significato, no!? ma non può essere tutto così semplice. Così cercando di ottenere un numero di tre cifre comincio a fare operazioni su operazioni, sposto le cifre, cerco le cifre più comuni . . . fino a quando non mi torna in mente una successione di numeri inventata da un famoso matematico di cui ho da tempo dimenticato il nome 0,0,1,2,3,5,8,13,21,... Certo, è così lanche con quei numeri esclamo mentalmente dopo aver ricontrollato i numeri soltanto che fra i quattro tempi indicati c'è sempre 1.27 ore di differenza.

Così senza perdere tempo digito: 1-2-7

Link to comment
Share on other sites

[- 1 2 7 -]

[7] [8] [9]

[6] [5] [4]

[3] [2] [1]

[ ////// ]

Senti un *bip* di un suono diverso, e la luce si fissa sul colore verde. La cassaforte è aperta. A prima vista il libro sembra solo decorato con dei marchingegni estetici, ma ti rendi conto che rendono impossibile la possibilità di aprire il libro stesso. Non ci sono stavolta numeri da digitare e, guardandoti alle spalle, deduci che il tempo corre anche senza di te.

Link to comment
Share on other sites

Fatta!

Aperta la cassaforte ne estraggo il libro, poi scattando verso il banco da lavoro raccolgo nuovamente i progetti riguardanti il libro e infilo tutto nello zaino. Poi mi fiondo verso la botola precedentemente vista per cercare di aprirla e vedere dove conduce.

Ed ora via da qua.

Link to comment
Share on other sites

Ti sbrighi a recuperare i progetti del libro ed il libro stesso, per poi sollevare la botola e scendere al piano inferiore. Il piano si presenta in fiamme una volta giunti a terra: diversi banchi di lavoro in legno divorati dalle fiamme ed una bombola di gas già esplosa ti fa dedurre la causa dell'incendio, oltre al soffitto crollato. Nelle vicinanze, trovi un'altra porta che dovrebbe condurti al piano inferiore, dato che quello superiore è bloccato dalle macerie a metà delle scale. Ogni tanto ti stai riparando il viso nonostante il casco, per le piccole esplosioni e le travi che cadono giù, trasformando questo posto in una trappola infuocata. A pochi passi da te, c'è anche una finestra rotta con i vetri sparsi per terra dove il fumo fuoriesce attraverso di essa.

Link to comment
Share on other sites

Registrando la presenza della finestra scatto attraverso la stanza, mentre vengo scosso un violento colpo di tosse causato dal fumo che sto inalando, incespico un secondo ma riprendendomi arrivo alla porta per poi tentare di aprirla con una violenta spallata; senza neanche prendere in considerazione la maniglia.

@Master

Spoiler:  
A che piano sono?
Link to comment
Share on other sites

Apri la porta con una forte spallata, trovandoti le ultime scale da percorrere prima di giungere al piano terra, dove la base dell'incendio si sta facendo violento. Corri immediatamente verso l'uscita gettandoti fra braccia delle fiamme, rotolando fuori indenne sporco solo di terra e fumo. Ti rialzi, guardando desolato l'edificio in fiamme, con la magra consolazione di aver recuperato uno dei progetti a cui stava lavorando Ghodduk. Tuttavia, nemmeno ora puoi rilassarti. Da lontano, oltre il ponte, senti degli Steamjacks e diversi carri a vapore arrivare con faticosa fretta nella tua direzione. Ti giri, riconosci che si trattano degli Steamjacks "Pompieri", sopratutto per le due grosse taniche d'acqua che trasportano sulle loro spalle, con 2 addetti a guidarli tenendosi su una maniglia posta sulle spalle degli Steamjacks.

Esempio Steamjacks pompieri

Spoiler:  
Yattaman%20-%20buoni%20-%20Kanchan%20e%20Janet.jpg

Oltre a loro, fanno la loro comparsa le guardie di Mercir, accompagnati da uno Steamjacks molto grande, con in cima un Magitech a guidarlo. Hai una strana sensazione, il famoso "sesto senso" che pizzica quando c'è qualcosa che non quadra, o quando ti aspetti il peggio. Eppure, ora sei fuori dalla torre...cos'altro può succedere adesso?

Guardia di Mercir

Spoiler:  
cygnar-city-guard.png

Magitech

Spoiler:  
Steampunk_Astrologist_by_butterfrog.jpg

@Look at me

Spoiler:  
Son sceso di serietà con quell'immagine XD, era solo per rendere l'idea. Ad ogni modo la torre non è composta da molti piani, poiché i soffitti erano abbastanza alti fra l'uno e l'altro. Le guardie di Mercir arrivano anch'essi attaccati a diverse maniglie poste sulle Steamjacks, al di fuori del Magitech che è comodamente seduto in cima di esso a guidarlo.
Link to comment
Share on other sites

Dannazione, quando dovevano farsi venire un moto di operosità sti pompieri del caxxo!?

Con lo sguardo che spazia sull'area circostante mi trovo un nascondiglio, il più lontano possibile dalla torre ma comunque riparato dagli steamjack. Sciogliendo un laccio di cuoio sulle spalle libero il mantello e mi ci avvolgo per evitare che l'armatura anche se scurita dai fumi dell'incendio possa riflettere qualche raggio di luce rivelando la mia posizione. Imbracciando il fucile aspetto nascosto che la situazione si evolva.

@Master

Spoiler:  
Quindi se accoppo il magitech lo steamjack si ferma, giusto?

Invece i cosi pompieri come si muovono? c'è qualcuno che li guida?

Quante guardie ci sono?

A che distanza dal ponte è il gruppetto?

Alla base del "canyon" che isola l'isola (che gioco di parole) cosa c'è? un fiume? dura roccia?

Link to comment
Share on other sites

@Risposte

Spoiler:  
Si, smetterebbero di muoversi anche quello dei Pompieri. Le guardie sono 4, armate di cotta e piastre ed alabarda. Gli steamjacks invece hanno in mano una lancia lunga. Quando li hai avvistati avevano da poco attraversato il porticato di pietra, ed il canyon da quello che ti ricordi veniva usato come "monnezzaio" da Ghodduk per gli esperimenti falliti od i materiali non recuperabili.

Tutti loro rallentano il passo una volta giunti a destinazione. I pompieri Steamjacks iniziano a sparare forti getti d'acqua contro l'edificio per domare le fiamme, mentre le guardie cominciano a perlustrare la zona in cerca di qualcuno. Si dividono in due gruppi e si dispongono nella piana cercando di tappezzare il terreno. Tu ti sei dileguato alle spalle dell'edificio per non incrociare il loro raggio visivo, fino poi ad allontanarti fra i canyon dall'altra parte della Torre. Passano diversi minuti, poi le guardie vengono richiamate dai pompieri ad investigare all'interno dell'edificio, oramai bruciacchiato ed in cenere. Solo gli Steamjacks e la Magitech rimangono fuori dall'edificio, aspettando lo svolgersi degli eventi.

Link to comment
Share on other sites

L'occasione tanto attesa si è presentata, perciò sempre rimanendo nascosto alla magitech ed ai pompieri comincio a fare il giro dell'isoletta per raggiungere o quanto meno avvicinarmi il più possibile il ponte.

@Master

Spoiler:  
Master se devi fare qualche tiro di abilità ti linko la scheda: http://www.myth-weavers.com/sheetview.php?sheetid=492421 perchè non so se ci vogliono i relativi check o meno.
Link to comment
Share on other sites

@Yes you

Spoiler:  
Grazie per il link ^^ ma per ora non serve. A meno che non chiedi espressamente il tiro su un'abilità e le circostanze sono favorevoli, non rallenterò schematicamente l'avventura con i calcoli di dado. Quelli li riporto solo in seguito ad un combattimento od una prova d'abilità richiesta. Essendo un'avventura investigativa, cercherò di darti elementi come indovinelli, gioco d'astuzia e la possibilità o meno di affrontare un combattimento, come nel caso della cassaforte e sul dubbio di comparire alle guardie.

@Music

Spoiler:  

Ritorni sui tuoi passi, fiancheggiando la torre alle sue spalle. Purtroppo non puoi attraversare il ponte senza essere avvistato dalla Magitech, sebbene sia leggermente distratta a leggersi un libro mentre sorseggia una tazza di thé. Poco dopo, senti le guardie fuoriuscire dall'edificio.

Guardia di Mercir: "Mastro Magi! Abbiamo trovato un corpo!"

La Magitech fece scivolare lentamente il libro sulle proprie ginocchia "Di chi si tratta? Lo avete identificato?"

Guardia di Mercir: "Si, si tratta di Mastro Ghodduk M'Thali, è stato assassinato!"

La Magitech spalancò gli occhi, continuando a sorseggiare il suo thé: "Quali sono le cause per confermare l'ipotesi di assassinio?"

La guardia allora tirò fuori un taccuino da una scarsella posta all'altezza della cintura: "Sebbene sia rimasto ustionato su diverse parti del proprio corpo, abbiamo rinvenuto 3 bossoli fabbricati artigianalmente di origine sconosciuta, e sulla schiena della vittima sono stati ritrovati 3 fori di proiettile. Se fosse stato un'incidente, non ci sarebbe stata la possibilità di un suicidio, non c'era alcun modo per spararsi da soli colpendosi la schiena. Oltre a questo, abbiamo rinvenuto una ferita profonda da un'arma da taglio all'altezza del petto."

La Magitech chiese ancora: "Ci sono altri elementi della presenza di un assassino?"

Guardia di Mercir: "Sembra che vi sia stata una lotta all'interno a giudicare dal disordine di come abbiamo ritrovato la stanza. Purtroppo a causa delle fiamme, non è stato possibile recuperare delle impronte od altri indizi, probabilmente finiti nel fuoco. La libreria è andata a fuoco, e sembra che il contenuto di una cassaforte all'interno sia stato derubato. Le altre sale della torre sono rimaste devastate dal fuoco e non abbiamo trovato nulla di insolito."

Magitech: "Quindi abbiamo omicidio pre-intenzionato e furto aggravato. Ci sono testimoni?"

Guardia di Mercir: No Mastro Magitech. Dovremmo indagare nel vicinato nel caso hanno visto passare lungo questa strada ed aspettare gli investigatori per le operazioni di rilievo.

Ella posò la tazza, riprendendo il suo libro in mano:

Magitech: "Andremo ad avvisare al comando centrale che qui abbiamo un caso di furto ed omicidio, non un semplice incidente domestico. 2 di voi che restino qui con uno Steamjacks a controllare che non arrivi nessuno ad inquinare il luogo del delitto: vi affido il comando di SEC-4."

Finita la conversazione, tutti i presenti lasciarono la proprietà di Ghodduk, con i soli esclusivi due guardie ed uno Steamjacks a sorvegliare l'entrata. Purtroppo la situazione non è cambiata: le guardie rimaste sono in grado di verificare l'arrivo di qualcuno dalla parte del ponte. Prima mentre ti nascondevi, hai esaminato la conformazione della sua proprietà: come già detto prima, il canyon è veramente una discarica di rottami, ma presumi che potendo scalare le pareti potresti farcela ad evitare il contatto diretto con le guardie. Lungo il pendio orientale invece non vedi altri ponti che portino dall'altra parte della terraferma ma sono abbastanza stretti da tentare un salto oppure qualche altra soluzione. Dall'altra parte oltre a non trovare nulla rischieresti di farti scoprire dato che sei scoperto su un'intera piana che volta verso le montagne, se non tentare la fortuna con il favore dell'orario notturno in questo momento di sfruttare le ombre a tuo vantaggio. Senti ancora il bruciore della scossa elettrica sulla tua schiena, ti domandi come abbia fatto a coglierti di sorpresa alle tue spalle, ma ora la questione era quella di svignarsela e di trovare qualcuno che potesse esaminare i progetti di Ghodduk per trovare qualche altro indizio.

Link to comment
Share on other sites

Ora che la situazione si è raffreddata posso rilassarmi un istante, riagganciando il fucile all'armatura mi appoggio al grosso masso che mi nasconde dalle guardie; infilando la mano in una tasca del mantello che mi avvolge prendo il thermos al suo interno, lo stappo e me lo porto alla gola, bevendo fino all'ultima goccia il tè freddo in esso contenuto . . . richiudendolo lo ripongo nella stessa tasca da cui l'ho preso.

Focalizzandomi sull'ambiente circostante attivo l'incantesimo intriso nella mia armatura, transformando l'aspetto della stessa e del mantello, dando loro un colore simile a quello del territorio circostante per mimetizzarmi. Così tirando un lungo respiro mi sporgo un secondo dal masso e controllo la posizione delle guardie, poi mi muovo verso il lato orientale dell'isola dove il burrone è più stretto. Lì cerco il punto ideale per saltare, con un ampiezza del baratro che non superi i tre metri ed uno spazio per una rincorsa decente; individuato il punto faccio un ultimo lungo respiro poi scatto e . . . salto.

@Master

Spoiler:  
Ho agito come se fosse buio visto che è mezzanotte passata.

Ho aggiornato la scheda: Balance ora è +7 (+5 des +2 sinergia di tumble). Jump ora è +13 (+2 for +5 gamba +4 velocità 12m +2 sinergia tumble). Valutare diventa +4 nei confronti di tutti gli oggetti che rientrano nelle categorie: armi da fuoco, munizioni, alchimia.

Ma quindi ora che la magitech è andata via l'unico modo per fermare lo steamjack è "rottamarlo" giusto? vorrei capire la potenza di sti cosi: riferendoci a veicoli moderni lo confronteresti alla potenza di un humvee (parlo della torretta sopra) o alla potenza di fuoco di un carroarmato? fucile o lanciarazzi?

Comunque che sfiga, mentre creavo il pg ero indeciso tra la lingua elfica e quella dei nani, il mio ragionamento è stato questo: Ma và quella degli elfi mi sarà sicuramente più utile! :lol:

Comunque (2nd) ho attivato il cappello del camuffamento (sinceramente mi ero dimenticato di averlo, posso transformarlo in un incantesimo (e NON tecnologia) all'interno della corazza? Alla fine cambia soltanto l'involucro.

Link to comment
Share on other sites

@Q&A

Spoiler:  
Per l'aggiornamento di scheda non c'è problema. Gli Steamjacks dovresti paragonarli ai Warforged (Steam) di Taglia grande, con l'unica differenza di possedere un legame soprannaturale con il Magitech. Essi non possono parlare e comprendono solo il comune, a meno che non diversamente pianificati. La potenza di uno Steamjacks cambia a seconda dell'assegnazione: nei tuoi paragoni non è ne uno ne l'altro..devi paragonarlo ad un Barbaro di medio livello che ti parte in carica. Un barbaro di taglia grande farebbe rabbrividire chiunque. Ad ogni modo, lo Steamjacks ha un suo grado di consapevolezza di quello che gli succede intorno e prenderà decisioni per conto proprio quando è scollegato dal proprio Magitech, Warcaster o dai suoi sussidiari. Un tipico esempio è quello di autoricaricarsi comperando il carbone e acqua e gestirsi autonamente la sua centralina, una sorta di istinto di autoconservazione. In loro compagnia il loro atteggiamento può cambiare come restare invece immutato: tutto sta nel volere del Magitech o Warcaster di affidargli la volontà di decidere per se stesso. Questo però è una decisione che possono prendere una sola volta nella loro vita se concedergli il dono del libero arbitrio in loro presenza o meno. Nel caso vorresti rottamarlo, la Magitech non se ne accorgerà poiché ha diviso il suo legame affidandolo alle due guardie. Lo Steamjack è armato solo di una lancia, il resto è una struttura pesante in ferro che ne fa di se il suo esoscheletro.

Non è detto che quella elfica non ti sarà utile..o perlomeno, non adesso: hai appena iniziato l'avventura e ti sei ritrovato nel posto giusto al momento sbagliato, e forse stai intuendo cosa sta succedendo attorno a te.

Il cappello del camuffamento funziona anche su tutto il tuo equipaggiamento oltre al tuo aspetto. Come soluzione mimetica, ti affido +2 contro le prove di Osservare mentre ti muovi e +10 mentre sei fermo (relativamente +2 a nascondersi e +10).

1d20+7+2 → [4,7] = (13)

Non hanno notato il tuo spostamento, probabilmente perché non sanno della tua presenza ancora. Ti avvii per un miglio, fino a trovare il punto ideale per il salto:

@Salto con rincorsa

Spoiler:  
1d20+13 → [12,13] = (25)

Superi tranquillamente un baratro di 4,5 metri (il più stretto che sei riuscito a trovare) atterrando dalla parte opposta. Dovrai percorrere un'altro miglio a piedi per procedere indisturbato, ma conscio che nessuno ti ha visto ti senti sollevato di essere fuori pericolo.

Attualmente sei il testimone di un omicidio. Non hai idea di chi fosse l'assassino, ed è stato abbastanza scaltro nel non lasciare delle prove, cercando di bruciarle con voi due all'interno della torre. Fra i suoi progetti trovi anche il disegno del proiettile che ti aveva colpito, ma senza conoscere il nanico non hai idea di cosa ci sia scritto sopra. Essendo notte fonda, non ci sarà quasi nessuno per le strade di Mercir: tuttavia, la stanchezza si fa sentire e dovrai trovare un riparo per la notte.

Link to comment
Share on other sites

Arrivato dall'altra parte mi avvio in direzione delle porte della città rallentando il passo, ma stando sempre ben attento a non farmi notare. Arrivato in città posso finalmente rilassarmi, sempre fino ad un certo punto, visto che il mio sguardo spazia comunque su tutta la zona circostante analizzando ogni possibile minaccia. In ogni caso parto alla ricerca di una locanda non troppo squallida visto che i soldi per pagarla li ho.

. . . e domani continuerò la mia cerca. . .

Link to comment
Share on other sites

Regno di Cygnar, città Mercir. Locanda del Ritrovo dei Raminghi. Ore 0.49

Ha cominciato a piovere. Freddi fili d'acqua bagnano le strade di Mercir, ora silente a quest'ora della notte. La tua figura cammina solitaria fra le strade, incrociando con quella di altri solitari viandanti che cercano immediatamente un riparo sotto qualche tetto o balcone. Non riesci a toglierti dalla mente di ciò che è successo poco fa. Una tua pista ha cambiato corso e solo i suoi progetti potranno guidarti verso il prossimo passo. Oltretutto, hai la sensazione di essere seguito, ma ogni volta che giri lo sguardo, non trovi nessuno. Alzi lo sguardo e trovi la locanda che cercavi: "Ritrovo dei Raminghi".

Molte persone di passaggio si fermano in questa locanda: basso costo, ottimi letti, una taverna per ristorarsi e poche domande. Quando spalanchi la porta, trovi l'addetto alla reception dietro il bancone mezzo addormentato, a malapena si reggeva sul palmo della mano, solo per rinsavire della tua visita. Firmi il registro con un falso nome (John Doe) e sali verso la tua camera, chiudendoti dentro di essa. Ti smonti l'armatura di dosso, tenendola pronta sopra un mobile della stanza, e posi il fucile sotto il tuo letto. Rimani comodo con i tuoi vestiti...ma ti viene un salto al cuore quando vedi le condizioni della tua gamba. Sicuramente con essa hai migliorato le tue qualità fisiche, ma questo non toglie che non avrai più indietro la tua gamba. Fuori continua a piovere, e distogli i pensieri accendendoti una lungapipa posta a disposizione della locanda, guardando distrattamente la pioggia rigare il vetro.

Tuttavia...allungando lo sguardo, le tue impressioni iniziali non erano sbagliate. C'è una persona incappucciata, avvolta in un mantello rovinato da fori di proiettile che osserva verso la tua stanza, per poi svanire fra le strade. Finisci di fumare e chiudi saldamente la finestra, restando appiattito lungo il muro osservando nel caso tornasse a spiarti, ma dopo mezz'ora lui non si fa più vivo. Sei stanco e domani ti aspetta un'altra lunga giornata...

Ma questa notte non è finita. Non ancora.

Ti bussano alla porta, in maniera insistente. E' la voce di una donna dall'altra parte.

???: "John Doe? Sono della S.S.M (Servizio di Sorveglianza di Mercir), le ordino di aprire questa porta, devo porle alcune domande."

Link to comment
Share on other sites

Un secondo, mi dia il tempo di rendermi presentabile rispondo alla voce oltre la porta. Afferro rapidamente il fucile e ne stacco la baionetta, che separata dal fucile ha la stessa utilità di un pugnale. Prendo il primo e lo ficco sotto le coperte, dissimulandone la forma anche con un cuscino lanciato sopra il tutto, poi prendo la baionetta e la infilo nella cintura che regge i calzoni, dietro la schiena, coprendola con la camicia.

Che voglia di spararle attraverso la porta e di mettermi a letto . . .

Così accostandomi alla porta la dischiudo giusto di un paio di centimetri, per vedere chi ci fosse alll'origine della voce; bloccando però la porta con la gamba d'acciaio.

@Master

Spoiler:  
AZIONE PREPARATA: Se vedo qualcosa che non mi piace, o che puzzi di trappola anche soltanto lontamente chiudo la porta e la sbarrò in un istante. Soltanto per guadagnare i secondi necessari ad impugnare il fucile . . . e poi chi si è visto si è visto :lol:
Link to comment
Share on other sites

Archived

This topic is now archived and is closed to further replies.

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.