Jump to content

Benvenuto in Dragons´ Lair

La più grande e attiva community italiana sui Giochi di Ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

La Calimshan Adventurer's Guide è disponibile su DMGuild

M.T. Black, coautore di Descent into Avernus, ci porta nelle calde terre del Calimshan in questo modulo da lui stesso realizzato su DMGuild.
La Calimshan Adventurer's Guide, un supplemento in inglese, ci offre una finestra aggiornata alla 5E sulla terra degli intrighi, un impero una volta governato dai Geni, già antico quando Waterdeep veniva costruita, e pregno delle leggende di tappeti volanti, Geni e deserti pericolosi.

Questo manuale, creato sulla falsariga della Guida degli Avventurieri alla Costa della Spada, contiene:
Una guida alla creazione dei personaggi. Un'introduzione alla storia, alla geografia e alla cultura del Calimshan. Una panoramica delle principali città e villaggi tra cui Calimport, la Città della Gloria. Una raccolta di spunti di avventura che possono essere uniti insieme in una campagna di livello 1-20 chiamata "The Tale of the Twisted Rune". Nuovi oggetti magici, mostri e PNG. In più potrete trovare quattro nuove sottoclassi: il Circle of the Stone per il Druido, la Way of the Desert Wind per il Monaco, l'Oath of the Janessar per il Paladino ed il Wayfinder per il Ranger.

La Calimshan Adventurer's Guide, pubblicata in digitale sotto l'etichetta dorata DMGuild Adept, la quale raccoglie i migliori talenti selezionati personalmente dalla Wizards of the Coast per la loro creatività e bravura, anche se non strettamente ufficiale è scritta da un professionista del settore come M.T. Black usando come base i moduli usciti per AD&D 1E e 2E e per D&D 3E e 4E.

Link al prodotto originale: https://www.dmsguild.com/product/301438/Calimshan-Adventurers-Guide
Read more...

Wildemount sfonda le classifiche con i pre-ordini

Articolo di Morrus del 22 Gennaio
Sembra che l'ambientazione di maggior successo dell'era della 5E sia...Wildemount! Parlando della Explorer's Guide to Wildemount, prossimamente in uscita, nel corso di uno stream su Twitch Greg Tito della WotC ha affermato che "siamo praticamente certi che questo manuale sia quello che ha ricevuto più preordini e sia stato accolto con il maggior interesse sin dall'uscita dei manuali base per la 5E".

Eccovi la citazione completa:
"..è stato al numero 1, al posto numero 1, di tutti i libri su Amazon. Quanti di voi qui si ricordano di quando Amazon vendeva solo libri? Su alzate le mani. Come pensavo, solo io. Comunque è qualcosa di davvero notevole, anche se ovviamente ci sono molte altre cose interessanti in ballo al momento questo significa che ci sono molte persone là fuori che sono interessate a questo manuale, senza che sia ancora uscito.
Abbiamo degli indicatori interni su cui basarci, ma siamo praticamente sicuri che questo manuale abbia ricevuto il maggior numero di pre-ordini e stia attirando il maggior interesse precedentemente all'uscita di ogni altro manuale, eccetto i manuali base della 5E. E se ci state seguendo da casa dovreste sapere che D&D sta vendendo a cifre folli sin da quando la 5E è uscita nel 2014."
Sembra che l'ambientazione di Critical Role si stia dimostrando più popolare (almeno per ora) di ambientazione tradizionali di D&D come Eberron o Ravenloft, di nuove ambientazioni come Ravnica o delle avventure ambientate nei Forgotten Realms.
La Explorer's Guide to Wildemount arriverà nei negozi di giochi il 17 Marzo.
Link all'articolo originale: https://www.enworld.org/threads/wildemount-most-pre-orders-since-d-d-core-rulebooks.669812/
Read more...

Arcana of the Ancients - Periodi di uscita e una Anteprima PDF

Arcana of the Ancients, la conversione per la 5e del mondo di Numenera (di cui vi avevamo già parlato qui e qui), sta finalmente per giungere nei negozi. La Monte Cook Games, infatti, ha di recente pubblicato un aggiornamento sulla pagina Kickstarter collegata al progetto, nella quale ha rivelato i periodi di uscita dei vari manuali collegati ad Arcana of the Ancients, anche se al momento si tratta solamente di date indicative:
Arcana of the Ancients, il manuale contenente le regole essenziali per giocare a campagne Science Fantasy nella 5e in pieno stile Numenera, arriverà nel Marzo 2020. Nello stesso periodo uscirà anche una Deluxe Edition dello stesso manuale.
  Jade Colossus Conversion Guide, invece, un supplemento di conversione alle regole della 5e per il manuale di Numenera intitolato Jade Colossus (un supplemento contenente informazioni su alcune delle rovine risalenti ai precedenti 8 mondi esistiti nell'ambientazione di Numenera), arriverà intorno a Giugno 2020.
  Beneath the Monolith, il manuale d'ambientazione che porterà il Nono Mondo (l'ambientazione di Numenera) nella 5e, è previsto per l'Estate 2020.
  Beasts of Flesh & Steel, invece, il manuale dei mostri di Arcana of the Ancients, dovrebbe arrivare nell'Autunno 2020.
  La prima avventura per Arcana of the Ancients, infine, Where the Machines Wait, non ha ancora una data di uscita, ma arriverà dopo la pubblicazione di Beasts of Flesh & Steel. Non sono ancora disponibili informazioni su una traduzione in italiano di questi manuali.
L'Anteprima PDF di Arcana of the Ancients
Considerato che la data di uscita di Arcana of the Ancients si avvicina, la Monte Cook Games ha deciso di far uscire un PDF gratuito contenente alcune delle regole che troveremo all'interno del manuale completo. Potete scaricare l'Anteprima PDF di Arcana of the Ancients su DriveThru RPG al seguente link:
https://www.drivethrurpg.com/product/301274/Arcana-of-the-Ancients-FREE-PREVIEW
Come spiegato nella descrizione del PDF su DriveThru:
Arcana of the Ancients porta nelle vostre campagne fantasy le meraviglie di una tecnologia misteriosa e dei bizzarri elementi del Science Fantasy (il genere che mischia il Fantasy con la Fantascienza, NdTraduttore). Progettato dai maestri del fantasy Monte Cook, Bruce R. Cordell e Sean K. Reynolds, questo manuale straordinariamente illustrato vi fornisce tutto quello di cui avrete bisogno per aggiungere un intero nuovo elemento alle vostre campagne della 5a Edizione.
Arcana of the Ancients include:
Centinaia di crypto (cypher), artefatti e di altri oggetti che incorporano la tecnologia science-fantasy. Più di 50 creature science-fantasy, ognuna delle quali provviste di straordinarie illustrazioni e di completi blocchi di statistiche basati sulle regole della 5e. Pagine piene di consigli per il GM e di linee guida utili per aggiungere concetti science-fantasy ad una campagna già esistente...o per creare dalle fondamenta una campagna science-fantasy del tutto nuova. The Hills of Crooked Sleep (Le Colline del Sonno Corrotto, traduzione non ufficiale), una considerevole avventura che potrete inserire nella vostra campagna fin da ora in modo da introdurre antiche civiltà, bizzarre tecnologie e nuove strane creature. In aggiunta avventure complete addizionali! Una introduzione scritta da Jim Davis e Jonathan Pruitt del sito Web DM.
Link alla pagina Kickstarter: https://www.kickstarter.com/projects/montecookgames/arcana-of-the-ancients-a-5e-science-fantasy-source
Link all'Anteprima PDF su DriveThru RPG:  https://www.drivethrurpg.com/product/301274/Arcana-of-the-Ancients-FREE-PREVIEW
Read more...

5 Set Unici di Dadi

Articolo di J.R. Zambrano del 14 Gennaio
Chiunque giochi a D&D ha presente quanto ardua è l'impresa di trovare il set perfetto di dadi per il nostro nuovissimo personaggio, mentre si ignorano la ventina di set di dadi che già si posseggono. Sono belli, sono utili e rendono i nostri cervellini da goblin così felici di collezionarli.
(Nota del traduttore: tutti prezzi riportati non tengono conto del costo aggiuntivo per le spese di spedizione internazionali e le eventuali tasse doganali)
Polyhydra Dice

I dadi in solido ottone di Polyhydra sono così accattivanti e differenti dal solito. I loro colori metallici e il loro design unico li fanno sembrare quasi innaturali e lovecraftiani, rimanendo comunque belli alla vista. Non sono ancora disponibili per l'acquisto, ma Polyhydra ha un progetto su Kickstarter già completamente finanziato. Tenetevi pronti per quando i loro dadi saranno disponibili al pubblico o contribuite al loro kickstarter e assicuratevi un set tutto per voi fin da subito.
Prezzo: $88 (€79 circa) per un set completo di 7 dadi per D&D sul loro Kickstarter
Heartbeat Dice

HeartBeat Dice vi porta al "roll pride", visto che realizza i propri dadi in un arcobaleno di colori che si abbinano ad una grande varietà di differenti bandiere LGBT. La loro gamma di opzioni è decisamente inclusiva e il cuore che rimpiazza il 20 sul sempre importante D20 è davvero un tocco molto carino. In più, una porzione dei loro profitti viene donata a gruppi che aiutano giovani a rischio.
Prezzo: $15,99 (€14 circa) per la maggior parte dei set
The Casting Elf

Questo è uno dei miei creatori di dadi preferiti su Internet. I loro dadi fatti a mano sono sempre unici e stupendi, e non è quindi una sorpresa che la loro azienda si ritrovi spesso col tutto esaurito o già completamente piena di commissioni personalizzate. Per informazioni su quando avranno nuova merce disponibile o su quando potrete ricevere un set di dadi completamente unico creato solo per il vostro personaggio di D&D (o anche solamente per guardare dei dadi stupendi) andate sulla pagina Instagram di Casting Elf. Non ne rimarrete delusi.
Prezzo: $40 - $55 (€36 - €50 circa) per un set standard, $50 - $65+ (€45 - €59+ circa) a seconda della complessità della commissione personalizzata
Dice Envy

Vedo spesso in giro dei dadi in legno per D&D che non sono granchè, ma è l'esatto opposto di tutto ciò che si trova su Dice Envy. Il legno rende la partita in qualche modo più adulta, come il rimpiazzare un tavolo Ikea con un elegante tavolo da gioco, ed è parecchio a tema con molte delle classi e delle razze di D&D. Inoltre la loro varietà di materiali, colori, dimensioni e stili terrà occupato per un bel po' di tempo qualunque fan dello shopping virtuale poliedrico, portandolo ad aggiungere sempre nuovi dadi al suo carrello per ogni personaggio che sta giocando.
Prezzo: $11,95 - $45 (€11 - €40 circa)
Dakota Irish

Come avrete intuito, vado pazzo per i dadi fatti a mano con delle cose dentro. Il set che vedete qui sopra ha delle conchiglie, ma magari il vostro personaggio è più da neve e ghiaccio? Giocate un druido che avrebbe più fortuna tirando dei dadi con dentro germogli di fiori? Magari dei granelli d'oro sono più adatti al vostro personaggio. Questo negozio ha una varietà di set unici e complessi quanto le origini dei vostri personaggi.
Prezzo: $11,62 - $29,07 (€10 - €26 circa)
I dadi sono probabilmente l'accessorio più importante di cui avrete bisogno in ogni partita a D&D, perciò tirate con stile. Scegliete i dadi più interessanti che potete e diventate l'invidia della vostra banda di eroi.
Link all'articolo originale: https://www.belloflostsouls.net/2020/01/rpg-accessories-5-unique-dice-sets.html
Read more...

Nuove Sottoclassi e Magia nella Explorer's Guide to Wildemount

Articolo di J.R.Zambrano del 14 Gennaio
Di recente abbiamo avuto il grande annuncio che il prossimo manuale di D&D sarà la Explorer's Guide to Wildemount, basata sulla serie Critical Role e che porterà i giocatori nel continente di Wildemount, che la gente riconoscerà come il focus centrale della seconda campagna del famoso show in diretta streaming. L'autore e DM della serie, Matt Mercer, ha rivelato di aver lavorato duramente a questo manuale nell'ultimo anno e mezzo e di essere contento di condividere il suo mondo e il lavoro di molti artisti della community con i fan di D&D e Critical Role. E se anche ci fosse mai stato qualche dubbio sull'interesse che avrebbe attirato questo libro, al momento è al primo posto tra le vendite di Amazon.

E' un risultato notevole per qualunque manuale di D&D, soprattutto per uno d'ambientazione, ma questo è il mondo in cui viviamo. Cosa lo rende tanto popolare? Tralasciando le schiere di fan di Critical Role, questo nuovo manuale presenta un nuovo tipo di magia e tre nuove sottoclassi basate proprio su di essa. E' una particolarità del mondo di Mercer, un'antica disciplina sviluppata dai drow di quell'ambientazione e scoperta da delle divinità primigenie note come i Luxon. Ci sarebbe molto di cui discutere, ma la parte fondamentale è che la Dunamanzia (Dunamancy, NdT) è basata sulla manipolazione dello spazio, del tempo e della probabilità.
Se vi sembrano delle insensatezze magiche alla Final Fantasy, siete nel giusto. Ricordano molto incantesimi come "Demi" o "Gravitas", ma sono anche un elemento tematico dell'ambientazione di Critical Role, Exandria. La Dunamanzia è la manipolazione della probabilità. Come spiegato da Mercer, è basata sulle differenti vie che possono essere prese dopo una decisione. E la manipolazione dello spazio-tempo e della gravità permette di creare incantesimi particolarmente creativi, come Fenditura Gravitazionale (Gravity Fissure, NdT), una linea che trascina tutte le creature a 3m dalla sua area verso il centro prima di infliggere dei danni (in maniera simile e, allo stesso tempo, diversa da Fulmine). Oppure Frattura della Realtà (Reality Break, NdT), che vi permette di imporre delle alterazioni dimensionali su una creatura mentre fate collassare la realtà attorno ad essa, in maniera non troppo dissimile da un incantesimo di confusione ma più... basata su dei giochetti temporali.
La Dunamanzia è al centro delle tre sottoclassi introdotte nel manuale: il Cavaliere dell'Eco (Echo Knight), il Cronomante (Chronurgist) e il Graviturgo (Graviturgist). Diamo un'occhiata a queste sottoclassi!
Il Cavaliere dell'Eco è una sottoclasse per Guerrieri basata sul richiamare versioni alternative di sé stessi, degli "echi" di altre realtà. Ogni volta che il momento di prendere una decisione si avvicina, i Cavalieri dell'Eco possono attingere da queste differenti possibilità e scegliere una versione alternativa di sé stessi da una linea temporale che avrebbe potuto realizzarsi, così da avere un alleato sul campo di battaglia in grado di proteggere gli alleati, esplorare il territorio, combattere al loro fianco o teletrasportare persone od oggetti. Questa sottoclasse offre al guerriero delle possibilità uniche in termini di mobilità e supporto al gruppo e, sebbene originariamente fossero i guerrieri d'elite della Dinastia Kryn, presto arriveranno in ogni vostra campagna.
I Cronomanti, d'altro canto, sono dei Maghi che manipolano il tempo. Si tratta, infatti, di una nuova sottoclasse per Maghi che si concentra sul manipolare il tempo tramite gli incantesimi (anche alcuni già esistenti, come Velocità/Lentezza o Fermare il Tempo) o i nuovi poteri temporali ottenuti dal personaggio. Ad esempio una capacità che permette di mettere i nemici in stasi, o di ottenere un bonus alla propria iniziativa oppure di bloccare un incantesimo in un preciso momento così da poterlo passare agli altri giocatori. Sembra un'opzione interessante per un mago da supporto e la magia temporale è un ambito che potrebbe sicuramente usare dei nuovi incantesimi.
I Graviturghi, infine, si focalizzano sulla gravità, la terza parte della Dunamanzia. Questi maghi sono un sogno fatto realtà per chiunque voglia giocare un mago basato sul controllo del campo di battaglia. Possono manipolare la densità delle altre creature, aumentando la loro velocità o permettendogli di saltare più in alto. Oppure possono accelerare l'attacco di un alleato con un improvviso aumento dell'attrazione gravitazionale. A livello di incantesimi, hanno molte opzioni per spingere o tirare i bersagli nel campo di battaglia, come quello nominato sopra.
Delle tre, questa è quella per cui provo un maggior interesse. Solo sentendone parlare mi sono tornate in mente le spettacolari imprese dei Jedi dalla saga di Star Wars o le abilità biotiche di Mass Effect, basate sul lanciare nemici attraverso il campo di battaglia o sul creare singolarità per fare mettere in campo qualunque genere di stranezze. Manipolare il campo di battaglia in maniera tanto diretta è esattamente ciò che rende questo Mago unico ai miei occhi.
Queste tre sottoclassi faranno la loro comparsa nella Explorer's Guide to Wildemount e daremo un occhio di riguardo alle notizie in merito, per fornirvi ogni dettaglio man mano che ne verremo a conoscenza.
Quale sottoclasse vorreste provare? Fatecelo sapere nei commenti e, come sempre, Buone Avventure!
Link all'articolo originale: https://www.belloflostsouls.net/2020/01/dd-new-magic-and-new-subclasses-unveiled-in-explorers-guide-to-wildemount.html  
Read more...

Archived

This topic is now archived and is closed to further replies.

Urizen- Obsidian Lord

Oxithia 5° Edizione - Nel Nome Della Carne

Recommended Posts

@Tutti

Spoiler:  
Solite regole:

Descrizione senza formattazioni di testo particolari

Pensieri in blu corsivo

Parole in grassetto

Usate il presente.

Nel primo post la descrizione fisica del personaggio.

Urvalla sta cambiando. Negli ultimi mesi oscure presenze appesantiscono le vite dei cittadini del borgo. Cosa abbia scatenato l’irrequietezza generale è un mistero, ma di fatto ogni settimana, puntualmente, una persona scompare. Un vecchio, una bambina, un contadino in forze e nel fiore degli anni, non fa differenza.

L’ultimo è stato il piccolo Joppe, un bambino, il secondo da quando le sparizioni sono iniziate.

Questo ha fatto traboccare il vaso degli animi dei cittadini, che iniziarono a manifestare sotto la torre del borgomastro per chiedergli di fare qualcosa, e di farlo emergere dal silenzio sulla questione.

La superstizione degli abitanti li ha portati a tessere storie di demoni provenienti dall’ombra e rispondenti a una qualche forza soprannaturale, che assaltano gli ignari e incauti cittadini che sfidano la sorte camminando nei vicoli bui e deserti del paese. Qualcuno giura anche di averli visti con i propri occhi e li dipinge come esseri sfuggenti di pura ombra.

Dall’interno della sua torre, Gus Urval decise alla fine di indire un’assemblea pubblica in un dato giorno, per permettere ai cittadini di proporre le proprie idee al consiglio dei funzionari e al borgomastro stesso. Quel giorno è arrivato.

La piazza di Urvalla è gremita. Sono presenti all’appello quasi tutti gli abitanti del paese. Dal grande terrazzo al terzo piano della torre, Gus è in piedi, vestito con abiti sfarzosi da cerimonia pubblica, mentre i tre funzionari gli siedono poco dietro, su tre grosse sedie di legno nero.

I funzionari sono tra le personalità più di spicco nel borgo. Sono persone conosciute e rispettate da tutti, la cui aria severa va di pari passo con la loro lealtà verso la comunità e il loro senso del dovere civico. Frederik Von Tremere è anche il capo della guardia cittadina, che si preoccupa della sicurezza del borgo e dell’ordine al suo interno; Julius Vastaine è la figura che fa funzionare la macchina della giustizia a Urvalla, e si preoccupa di giudicare le persone che vengono accusate dei vari crimini e portati alla sua corte; Whaj Thareau si occupa invece del sistema burocratico, e che ogni procedura si attenga al codice dei protocolli di Urvalla.

@Tutti

Spoiler:  
Vi trovate nella piazza anche voi. Scegliete la vostra posizione e iniziamo.

Il chiasso nella piazza si rompe improvvisamente per piombare nel silenzio.

L’assemblea presieduta dal sottoscritto Gus Urval, e coadiuvata dai funzionari Frederik Von Tremere, Julius Vastaine e Whaj Thareau ha inizio. annuncia prendendo la parola Gus Urval.

Cittadini e fratelli! Sono dispiaciuto se il mio silenzio è stato percepito dai vostri cuori come una riluttanza all’azione. La verità è che i funzionari ed io abbiamo già mosso i primi passi per la risoluzione di questa faccenda delle sparizioni e posso garantirvi che non c’è nessun demone là fuori pronto a sbranarci e nessuna ombra in agguato ad inghiottirci, la faccenda è anche peggiore! Il pericolo è umano fratelli.

Detto questo, Frederik si alza dalla sua sedia e prende posto sul terrazzo mentre Gus si siede al suo posto. Abbiamo visto qualcosa introdursi tra le mura della città quando sono venuti a prendersi il piccolo Joppe, che noi tutti abbiamo amato. Sono individui armati, pericolosi e sfuggenti. La guardia non è riuscita a stare loro dietro per molto. Sono agili e si volatilizzano in un istante di distrazione, come mosche che attraversano un’ombra. Temiamo che si tratti di una banda di razziatori.

Il silenzio è rotto dalle grida dei cittadini. Infami!, Perché se la prendono con noi?, Dovete fare qualcosa!, Maledetti!, La guardia cos’ha fatto finora? E’ rimasta solo a guardare?, La guardia dovrebbe salvaguardare, non solo guardare!, Cosa vogliono dai nostri cari?

Gus si alza e riprende la parola. La piazza ripiomba nel silenzio.

La guardia è stata impegnata a difendervi tutto questo tempo! Avremmo avuto molte più sparizioni se la nostra eroica forza armata non fosse stata così efficiente. So che siete amareggiati, cittadini e fratelli! Ma abbiate fede nella comunità!

Alzando le braccia alla folla, il borgomastro tuona una domanda:

Fratelli! Come membri e struttura portante della comunità intera, qual è il vostro pensiero? Le proposte verranno raccolte e discusse da me e dal consiglio. A voi la parola!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Seduta in prima fila, in una delle sedie della fila sinistra, ascolto con attenzione le parole del borgomastro nonostante apparentemente abbia quel consueto sguardo che pare perso nel vuoto. Senza partecipare al coro di grida dei miei concittadini, cambio posizione, divenuta scomoda, accavallando le gambe magre. Per l'occasione non ho con me le armi e l'armatura donatemi poco tempo fa, e ho indossato un lungo abito semplice, color panna, su cui ricadono i lunghi ricci biondo cenere e che lascia appena intravedere al di sotto le forme ancora acerbe del mio corpo. Una sottile cintura in cuoio ricamato e dei sandali dello stesso materiale completano l'abbigliamento.

Approfitto dell'istante di silenzio che si è creato dopo l'appello del nostro primo cittadino, e sollevando una mano dalla pelle rosea intervengo

Perdonatemi, Borgomastro. Avete detto che il pericolo di questi mesi ci è stato portato da umani... forse razziatori... che prove abbiamo a sostegno di questo?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Come pochi altri, mi è stato concesso di assistere all’evento dall’interno della torre.

In fondo mio padre ha bisogno di qualcuno che gli guardi le spalle, in questo momento..

Un’espressione vagamente corrucciata mi si dipinge sulle labbra al pensiero di ciò che sta accadendo a Urvalla, mentre fisso gli schienali delle sedie sul terrazzo senza però rivelare altro, se non decisione, nel mio sguardo. Rimango all’interno della torre, statuario nella mia armatura opaca che sembra scolpita da roccia vulcanica, l’elmo finemente forgiato tenuto sotto al braccio destro. Le parole del Borgomastro e quelle del mio vecchio mi giungono ben chiare, e benché io già sia al corrente di buona parte delle cose ascolto attentamente, in religioso silenzio e con gli occhi sul legno di quegli schienali. Non sono visibile alla massa di cittadini che si è riunita, stando quasi aderente alla parete del salone interno alla torre che finisce in un arco che dà sulla terrazza.

L’atmosfera è più tesa del previsto..

Riavviandomi il lungo mantello viola, ricamato di bordi dorati, cerco di concentrarmi meglio sulle voci dei popolani andando a porgere impercettibilmente l’orecchio destro verso la terrazza vista la maggior difficoltà nel coglierle data la mia posizione. Mi giungono le preoccupazioni, i commenti di gente rozza che ovviamente dà sfogo alle paure cercando aiuto nell’autorità di Gus, e con una smorfia di disappunto assottiglio lo sguardo verso un punto indefinito del terrazzo trovandomi a pensare alla semplicità di alcune persone.

Poi, finalmente, una domanda di qualcuno che –seppur nella sua ignoranza- dimostra almeno di avere un po’ di sale in zucca. Cerco di intuire chi abbia parlato, mentre mi sciolgo i muscoli delle gambe spostando il peso dalla destra alla sinistra e con un piccolo clangore metallico cambio il fianco sotto il quale tengo la mia testa di Drago, in ascolto.

@descrizione

Spoiler:  
Alto, moro e con gli occhi di un colore violetto, Lachelot è uno splendido giovane dal fisico possente. I capelli sono mossi, lunghi fino alle spalle. Il tratto decisamente più caratteristico è il particolare colore dell’iride, che ricorda a tratti quello dei gas di Oxithia. Come in ogni occasione ufficiale o degna di nota, indossa una corazza di scaglie di un colore quasi nero, completamente ricoperta di uncini e punte, che gli fanno assumere un’aria ancor più prestante, pur se inquietante. Lo scudo che porta legato alla schiena ha il simbolo della casata ben in vista, e l’elmo della corazza richiama le forme di una testa di drago.

@dm

Spoiler:  
Per caso riconosco la voce di chi ha rivolto la domanda?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Conosco bene la piazza. Forse anche melgio delle mie tasche quindi prima che la folla ci si riversasse mi sono trovato l'angolino perfetto, arrampicato sopra un muretto (in realtà la facciata di una bassa casa) mi poso godere la vista della terrazza senza teste in mezzo. Inoltre sono abbastanza defilato da non dare troppo nell'occhio. Almeno dal basso della piazza.

I quattro funzionari infatti non possono non notare la figura scura avvolta di pelle appollaiata sul muro chiaro. Ma cosa importa? I vestiti in pelle di buona fattura che indosso sono d'altronde un buon richiamo per i clienti della bottega.

Durante il discorso faccio vagare i miei occhi castani sulla folla cercando di valutarne le reazioni. Il mio sguardo malizioso si posa infine su una mano alzata della prima fila e mi gratto preplesso il mento ombreggiato da un accenno di pizzo quando sento la domanda che pone.

La gente sotto di me, ancora distratta dalle parole di Urval, non è riuscita a cogliere la cosa quindi ne approfitto per gettare qualche seme.

perchè fare una domanda quando una folla la può fare al posto tuo?

"forse la solerte guardia cittadina è a corto di uomini per fronteggiare un simile problema?"

ora vediamo la piccola scintilla che ho lanciato a questi pochi concittadini ci mette a diventare un fuoco.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Frederik torna in piedi e si affianca a Gus per rispondere alla domanda di Elihanna.

Chi altri potrebbe essere così pazzo da sfidare un'intera città? E poi l'intero gruppo di guardie che ha avuto il coraggio di inseguire, anche se per poco, i colpevoli delle sparizioni e i cui nomi non posso rivelare per ragioni di sicurezza, sostengono di avere visto un simbolo cucito sui loro sfuggenti mantelli. Chiaramente è un simbolo di una delle bande di Stroxia.

Alcuni tra la folla all'udire il nome della città maledetta non riescono a contenere insulti di vario genere verso quel luogo e chi vi abita.

La guardia cittadina non è a corto di uomini per la difesa di Urvalla, continua Frederik, ma chiaramente, come ben sapete nessuno è folle abbastanza da avventurarsi a Stroxia.

Julius Vastaine si sente di aggiungere qualche parola.

Ricordo ai fratelli cittadini che il compito della GUARDIA cittadina è quello di VEGLIARE sulla città. Non stiamo parlando di un gruppetto di squallidi mercenari, parliamo di un corpo armato intrepido ma fedele al codice, che proibisce ogni azione al di fuori delle mura. Per questi compiti sono chiamati gli Scudi di Turithia, che l'illustre Thareau ha provveduto a informare inviando loro un corvo messaggero. Whaj Thareau, chiamato in causa si alza silenziosamente e solennemente per fare un inchino alla folla e tornare a sedersi subito dopo.

@ Lachelot

Spoiler:  
Si, riconosci quella voce. Si tratta di Elihanna soprannominata "delle Nebbie" poichè non molto tempo fa era nato un caso intorno alla sua scomparsa, prima che ella tornasse spontaneamente in città profondamente cambiata. Elihanna è ancora una ragazzina, ma sembra aver perduto la sua giovinezza e spensieratezza dopo il suo ritorno a Urvalla.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Di sicuro non riesce a vegliare come tutti noi vorremmo...

E le indagini cosa suggeriscono a proposito del nascondiglio di questi razziatori? Si ritiene sia proprio qui in città, o che essi la abbandonino dopo ogni rapimento?

Sono state notate ricorrenze o coincidenze che riguardino la cadenza delle sparizioni?

Anche tra me e me cerco di ricordare se possa esserci qualche strano incastro nella sequenza dei rapimenti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Rimango in religioso silenzio, impeccabile nella posa elegante di giovane cavaliere quale sono. Sento le risposte di mio padre e delle altre autorità di Urvalla, e poi ancora una volta quella voce..

La ragazza delle nebbie..sembra essere più espansiva del solito, oggi... rimugino, andando ad immaginarmi la ragazzina contornata dalla folla radunata piazza.

Le labbra rosee serrate e gli occhi violetti rivolti ancora in un punto indefinito sul legno lavorato sul quale siede mio padre, una striatura dai contorni incerti nella levigazione.

Ma il mio interesse nei confronti di Elihanna dura ben poco quando sento nominare Stroxia..e nelle mie iridi si può scorgere un bagliore nel percepire due precise parole di Vastaine.

Gli Scudi di Turithia.. sussurro in un filo di voce, con un' increspatura acida nel tono di voce..E dovrebbero esser loro a occuparsi di questa cosa..? Tsk..

Inspirando profondamente, vado a far oscillare il mio mantello nel muovermi ulteriormente verso l'arcata che dà sull'esterno della terrazza, così da poter finalmente riuscire a vedere uno scorcio della piazza della città.

E, tuttavia, ancora rimango in ascolto, più interessato di quanto non potessi prevedere.

Se ci hanno qui riuniti non è solo per spiegare alla gente comune cosa sta accadendo..vediamo cos'altro ha in mente Urval..

Share this post


Link to post
Share on other sites

Inarco le spracciglia accigliato per la piega che stanno prendendo gli avvenimenti

Non ci si può appellare a degli estranei per fare proteggere la propria città...

... oltretutto potrebbero ficcare il naso in affari che con questa faccenda non centrano nulla...

Mi alzo quindi in piedi sul muretto in modo che la mia voce possa arrivare il più lontano possibile:

"Chiedo scusa Mastro Thareau. Avete forse ricevuto una risposta dagli Scudi? Pensate che muoveranno in forze contro gli occupanti delle rovine portando finalmente un po' di quiete? Oppure è più probabile che mandino solo un paio di uomini? Giusto per far vedere che fanno qualcosa ma lasciando di fatto il compito di difenderci alla nostra guardia. Come possiamo sperare che degli stranieri abbiano a cuore le sorti del nostro popolo?"

Share this post


Link to post
Share on other sites

Frederik è molto incuriosito dall'acume della domanda di Elihanna, che ora è riuscito ad individuare tra la folla. Fissandola dritta negli occhi, risponde a gran voce:

Non ci sono particolari coincidenze che legano le sparizioni, questo significa sicuramente che è opera di sbandati. Forse addirittura di gruppi diversi tra loro, poichè solo una volta le nostre guardie sono state capaci di scoprire i malfattori. Il loro nascondiglio potrebbe essere anche qui in città, ma non c'è dubbio che si tratti di razziatori provenienti da Stroxia.

Thareau, rimanendo seduto, si schiarisce sommessamente la voce per attirare l'attenzione di Frederik, che si gira verso di lui ricevendo un gesto che sembra intimargli di seguitare a parlare.

Abbiamo ricevuto, in effetti, la risposta degli Scudi. Dicono che si occuperanno della questione nonappena le missioni prioritarie che occupano attualmente il loro tempo, non saranno state portate a compimento.

Gus riprende la parola:

Avete sentito, fratelli? Gli Scudi se ne occuperanno quanto prima. Non avete di che preoccuparvi. Tuttavia, temo che prima della cattura dei rapitori, saremo ragionevolmente costretti a subire altri attacchi da parte loro, con altre sparizioni. Anche in questo caso, abbiamo già intensificato l'addestramento dei nostri stoici protettori armati, per prepararli ad affrontare anche il nemico più sfuggente. Il nostro obiettivo è portare il numero di sparizioni a zero, prima dell'intervento definitivo degli Scudi.

Queste ultime parole, hanno causato un brusio generale nella folla, che si fa progressivamene più alto, fino a sfociare in una moltitudine di discussioni private, senza alcuna domanda ulteriore per il borgomastro e i suoi funzionari.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non appena le missioni prioritarie...?!?!

Il fuoco nei miei occhi sembra accendersi in un bagliore violaceo, nel sentire il mio stesso padre pronunciare quelle parole cariche di menzogna.

Istintivamente la mano sinistra va a stringere l'elsa finemente lavorata della spada, mentre deglutisco cercando di trattenermi..ma i miei passi sembrano muoversi da soli.

Conscio della particolare situazione in cui mi trovo, e di spuntare impudentemente proprio sul terrazzo della torre, vado a fare la mia comparsa di fronte ai cittadini di Urvalla con un portamento elegante quanto risoluto e imponente.

Devo parlare..

Vado a camminare facendo sì che il clangore metallico della mia armatura mi porti a non rubare la scena al Borgomastro e agli altri tre consiglieri, bensì ad un'estremità della terrazza dalla quale sono però ben visibile a tutti, rivolto comunque verso Gus.

Borgomastro Urval! vado ad appellarlo, facendo seguire un breve inchino in segno di rispetto prima di continuare, la voce evidentemente alterata dall'indignazione.

Borgomastro Urval..e voi, cittadini di Urvalla..comprendete la viltà e la menzogna nelle parole degli Scudi? E' evidente che..non ci aiuteranno. Siamo soli, come lo siamo sempre stati..e da soli dobbiamo risolvere i nostri problemi. Ma quello che Voi, Borgomastro, avete appena proposto..no, non è una soluzione...è un temporeggiare aspettando un aiuto che, probabilmente, neanche arriverà!

Inspiro lentamente, cercando di raccogliere le forze per far vibrare intensamente la mia voce, ancora. E stavolta, con un ampio gesto, vado a guardare uno ad uno i cittadini riuniti in piazza.

Io dico..io propongo di riunire in una squadra gli uomini più valorosi di cui la nostra amata città disponga..persone che veramente vogliono il bene di Urvalla. Io dico..io propongo di riunirli, e dargli il compito di investigare su ciò che sta accadendo e risolvere il problema..se necessario giungere fino a Stroxia!

Gli occhi fieri e il viso appena rosato per via dell'alto tono di voce durante la declamazione, mi fermo ancora un poco, prima di concludere il mio intervento, il mantello viola che viene sferzato dal vento mentre la mia mani sinistra si alza, stretta in un pugno.

Io, Lachelot Von Tremere, figlio di Frederik ed erede dei Draghi, offro la mia spada al servizio di questa causa..la offro a Voi, Borgomastro. E a voi, cittadini di Urvalla.

@dm

Spoiler:  
Se serve...è diplomazia: +1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bene, bene, bene... dunque non sono l'unico a pensarla così.

Vediamo ora di dare un seguito alla cosa...

Scendo dal muretto mischiandomi con la folla e lanciando un grido di incitamento:

"Sir Lancelot ha ragione. Dobbiamo cavarcela noi. Viva Urvalla. Viva i Von Tremere nostri protettori".

Mentre parlo comincio ad applaudire cercando di coinvolgere la folla.

@DM

Spoiler:  
dimmi tu se devo fare un qualche tiro

Share this post


Link to post
Share on other sites

Frederik assume un'espressione terrorizzata nel sentire le parole del figlio.

Nello stesso momento, il borgomastro Urval si avvicina a Lachelot e gli mette una mano sulla spalla, dicendogli:

Il tuo coraggio è quello di un Van Tremere. Discuterò privatamente con i funzionari la tua proposta.

Intanto la folla si è divisa tra i sostenitori di questa idea e gli scettici, che borbottano stupiti di come una proposta simile possa essere stata concepita.

Siamo per lo più contadini e artigiani! Come possiamo avere la meglio su degli uomini che nemmeno la guardia di Urvalla riesce a fermare completamente?, dice a gran voce uno di loro.

Sono sicuro che se la comunità si stringesse insieme intorno a questo problema, sostenendosi e appoggiandosi l'un l'altro, i rapitori non avrebbero più scampo.

Se non ci sono altre domande o altre coraggiose proposte, la riunione è conclusa.

Nel pronunciare queste ultime parole, il borgomastro appoggia entrambe le mani sul muretto che circonda il terrazzo, lanciando rapidi sguardi sulla piazza in direzioni diverse.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Accolgo le grida di acclamazione con una compostezza impeccabile, la stessa che sembro avere nei confronti dei popolani più scettici. I miei occhi violetti sembrano scrutare, uno ad uno, i cittadini di Urvalla..incontrando prima il giovane Agarth, poi seguendo una linea immaginaria che mi porta fino alla ragazza delle nebbie, dunque al Borgomastro e ai tre consiglieri.

Padre...cos'è quello sguardo? Forse non credi nelle mie capacità..?

E' con un piccolo cenno col capo, un mezzo inchino del busto, che vado ad accogliere le parole di Gus, prima di rimanere l'ultimo ad essere presente sul grande terrazzo, in compagnia solo degli scranni di legno scuro.

Come pensieroso, rimango bene in vista cosicchè tutti mi possano vedere. Quindi, arricciando le labbra, mi volto per rientrare all'interno della torre e cercare di accostarmi a Frederik Von Tremere.

Spoiler:  

Se, rientrando, riesco a raggiungere mio padre, parlerei quasi in un sussurro, privatamente.Padre..posso permettermi una parola? Non ho potuto fare a meno di notare la vostra espressione, alla mia proposta..per caso c'è altro che sapete..e non avete detto al popolo? O..semplicemente non vi fidate davvero delle mie capacità

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sebbene abbia dato il via alle acclamazioni non ne sono troppo partecipe. Preferisco rimanere concentrato su quanto avviene nella piazza. Cerco di farmi un'idea di quanti sono a favore e quanto contro, di come sono ripartite le preferenze, se sono più i ricchi ad appoggiare l'idea o se è la gente di poco conto. Mentre faccio questo il mio sguardo corre naturalmente alla balconata. La distanza è troppa e non posso vederli bene in faccia ma sono sicuro che almeno uno dei presenti mi stia guardando. La sensazione dura solo un momento, anche se è molto forte, poi tutti si muovono per ritirarsi all'interno della torre.

Chissà cosa si diranno adesso? Ho scalato la torre mille volte solo per vedere il panorama. Forse potrei avvicinarmi per ascoltare qualcosa...

Mi muovo perso nei miei pensieri fino a che, senza rendermene quasi conto, mi ritrovo ai piedi della torre.

Maledetta curiosità...

Mi accuccio fingendo di mettermi a posto uno stivale.

Ma non posso farlo in pieno giorno, non con tutta questa gente e soprattutto non senza una corda.... Però se non lo faccio ora corro il rischio di non scoprire più nulla...

forse però esiste anche un'altro modo.

@DM

Spoiler:  
direi che faccio una serie di tiri:

Quando mi accucio Perception (+4) per valutare quanto è sorvegliata la torre;

a seguire da un ulteriore Perception (+4) per valutare un posto adeguato dove poter attandere "nascosto" l'uscita di Lancelot;

infine uno Stealth (+7) per "nascondermi" effettivamente.

In realtà questo nascondermi è più un rimanere nei pressi dell'uscita senza farmi notare troppo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

@ Mattias

Spoiler:  
Ci sono quattro guardie armate fuori dal portone della torre, non servivano tiri di dado per individuarle. Non riesci tuttavia a identificare se ce ne siano altre nei paraggi. La zona ti sembra pulita. Gli ingressi della torre sono solo due: uno al pian terreno, costituito dal portone che dà direttamente sulla piazza, e uno all'ultimo piano, ma solo i veicoli aerei possono avvicinarvisi (a meno che qualcuno non scali la torre). Nessuno si accorge che stai puntando l'ingresso e studiando la situazione, ad eccezione forse di Elihanna e di Lachelot.

Vedendo che nessuno risponde al suo appello, Gus fa un cenno come a benedire la piazza e torna dentro, seguito dai funzionari e dalla guardia che insieme a Lachelot stava sul terrazzamento. Prima di chiudere il portone, proprio questa guardia fa cenno a Lachelot di entrare.

Intanto la folla inizia a disperdersi, e in breve tempo non rimangono che una diverse manciate di cittadini in posizioni casuali, che commentano l'assemblea appena conclusa.

@Elihanna

Spoiler:  
I tuoi genitori non hanno detto una parola per l'intera durata dell'assemblea, ma li hai visti comunque molto attenti. Non ti sembrano nè troppo favorevoli nè contrari all'idea di una milizia cittadina straordinaria.

Sta venendo sera Dice tua madre. Andiamo a casa ora?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Le parole dei nostri capi non mi hanno certo soddisfatta, con le loro vuote promesse e le loro ingiustificate supposizioni.

Ma questo poco importa: è la stringente sensazione nel petto, quella che da giorni affatica ogni mio respiro, a concentrare i miei pensieri.

C'è del pericolo nell'aria...

Ascolto i discorsi infervorati e ambiziosi di coloro che non accettano l'attesa passiva: pur senza condividere quei sentimenti di ingenuo ardore, sento che la loro urgenza è la mia, sento che nel loro desiderio di azione posso annichilire la tremenda sensazione che mi avvolge negli ultimi tempi. E' la via d'uscita a questa invisibile prigione soffocante.

Vengo risvegliata dai miei pensieri dalla voce di mia madre.

Come risvegliata da un incanto, torno a concentrare il mio sguardo su di lei

Spoiler:  
Madre adorata... consentitemi qualche tempo per conferire con Lachelot Von Tremere, prometto che tornerò a casa presto
.

Con gesto delicato la bacio sulla guancia e la saluto, e senza attendere risposta mi dirigo con passo leggero verso il giovane Van Tremere.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dopo un ultimo, fugace, sguardo alla piazza sottostante, al cenno dell'uomo della guardia vado ad abbandonare la terrazza.

Una volta rientrato, muovo i miei passi sicuri ancora verso mio padre, la sua espressione che ha lasciato nella mia mente una fastidiosa sensazione.

Era davvero..paura?

Con un portamento straordinariamente agile nonostante l'ingombrante armatura, cerco di far sì che solo a lui possano giungere le mie parole. Il tono è formale, distaccato.

Spoiler:  
Padre...rispondetemi. C'è qualcosa che..avete preferito non dire? O, semplicemente, non vi fidate delle capacità di vostro figlio?

Parlo, mentre le dita della mano destra vanno a stringersi attorno all'elmo di Drago quasi aggrappandovisi, in tensione, e una ciocca dei capelli neri mi ricade sulla fronte dall'espressione severa.

Share this post


Link to post
Share on other sites

@Lachelot

Spoiler:  
Siete all'interno della torre ora, e il portone della terrazza si chiude alle vostre spalle. La grande sala è così pulita da potersi specchiare nel pavimento a scacchi. Una decina di porte sono tutte intorno alla sala, decorata con drappi e arazzi finemente decorati.

Gus sente le tue parole ed esclama con aria serena:

Non ti preoccupare, giovane Lachelot. Tuo padre non può che essere orgoglioso di te.

Il borgomastro e tuo padre incrociano lo sguardo per un momento, poi tuo padre si gira verso di te e sorridendoti ti risponde:

Sono orgoglioso di te, Lachelot.

Una guardia apre la porta di una di quelle stanze. Gus e tutti i funzionari entrano, invitandoti a fare lo stesso.

La stanza si presenta come una specie di ufficio, con un grande tavolo e pesanti sedie tutte intorno, tutto di legno nero. Diverse librerie tappezzano quasi per intero le pareti, tranne che per quattro nicchie che ospitano ognuna un lungo candelabro acceso.

I funzionari e il borgomastro si siedono intorno al tavolo, lasciandoti un posto libero accanto a tuo padre.

Faremo così, ti propone, Domattina le nostre guardie affiggeranno dei manifesti per tutta la città. Su questi manifesti inviteremo dei volontari a reclutarsi in questo corpo speciale. Desidero che sia tu a selezionare i cittadini che ti sembrano più meritevoli.

Il funzionario Vastaine interviene subito:

Ci metteremo tutta la mattina ad affiggere manifesti per tutta la città! Basterebbe mettere quattro strilloni con un corno e una voce potente e il gioco è fatto.

Cosa più importante, prosegue il funzionario Thareau, dove pensate sarebbe meglio reclutare tutti? Qui nella torre? In una taverna? In piazza? Avremo dei seppur minimi preparativi da fare, delle liberatorie da firmare e dei permessi da registrare.

Il borgomastro si massaggia il mento, e poi aggiunge:

Cosa ne pensi, giovane Von Tremere?

Passano alcuni minuti, e la piazza inizia lentamente a svuotarsi.

@ Mattias

Spoiler:  
La gente se ne sta andando e presto perderai la copertura che ti fornivano i gruppetti di gente all'interno della piazza. Ancora nessuno è uscito dalla torre, ma presto potresti essere notato dalle guardie fuori dal portone, e potrebbero interpretare i tuoi movimenti come sospetti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

@DM

Spoiler:  
Come è strutturata la piazza? Ci sono vicoli, zone d'ombra o cose simili?

Se la riposta è no mi appoggio alla parete di un edificio nei pressi del portone principale (aguzzando le orecchie per sentire se si apre quello secondario). Dopotutto non sto facendo nulla di male o di illegale.

Se la risposta è si faccio la stessa cosa ma cercando un minimo di riparo, una cosa del tipo ci sono ma non attiro troppo l'attenzione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

@dm

Spoiler:  
Mi muovo all’interno della torre evidentemente a mio agio. Il mio nobile sangue e la mia fama a farmi essere più che degno di partecipare alle questioni come quella di cui si sta discutendo.

Nell’aspettare una risposta di mio padre rimango ancora accigliato, espressione che mi si cancella dal viso solo quando è Gus ad avvicinarsi. Mi volto verso il borgomastro e, accennando ad un piccolo inchino ed abbassando lo sguardo come si confà, vado a replicare con tono più che cordiale Vi ringrazio, Borgomastro, ma siete troppo gentile. Le mie parole sono solamente quelle di un cittadino di Urvalla, e mirano al bene della nostra comunità.. rialzo quindi gli occhi, particolarmente vivi, andando ora volutamente a cercare quelli di Gus.

Senza aggiungere altro, seguo gli altri nella stanza, al seguito di Frederik, per poi sedermi e posare delicatamente sul tavolo l’elmo, di fianco e in modo che non intralci la visuale a nessuno degli altri presenti. Cerco di rilassarmi, ben conscio dell’onore che mi è stato già fatto nel farmi sedere al tavolo con il Borgomastro e i funzionari..e tuttavia quando sento di esser stato scelto per selezionare il corpo speciale devo ben trattenermi per non esprimere alcuna emozione. Io? Pensavo di richiedere l’onore di guidare la missione, magari..ma addirittura selezionare..

Ancora, Borgomastro..mi fate onore nel dimostrarmi tale fiducia. E ve ne ringrazio..non vi pentirete di avermi dato questa opportunità. un sorriso sincero verso Gus, poi uno sguardo agli altri seduti al tavolo, con l’arricciamento sulle mie labbra rosse che scompare per lasciar posto ad una più fredda e pragmatica espressione Io penso che uno strillone, come proposto da messer Vastaine, faccia più al nostro caso. I cittadini potranno così interagire meglio con la proposta, invece che leggerla su un pezzo muto di pergamena..e potremmo avere più successo nel reclutamento. Cercherei le migliori voci di Urvalla e affiderei loro il compito, dopo aver dato indicazioni su come invogliare i volenterosi ad essere dei nostri..

Faccio una piccola pausa, resomi conto di aver iniziato a parlare di getto, prima di continuare.

Quanto al luogo del reclutamento, la torre mi sembra adeguata a tenere i colloqui..una stanza di media grandezza, e dotata di un tavolo e una sedia andranno benissimo. La piazza, invece, la utilizzerei come posto per registrarsi al colloquio e dove aspettare, prima d’esser fatto entrare e salire ai piani superiori. Si potrebbe allestire un banchetto, con dei chierici addetti alla funzione e due araldi di Lord Urval ai loro lati. Stiamo parlando di una missione onorevole, e di fondamentale importanza per il futuro della nostra comunità..penso quindi che sia giusto procedere dando la giusta importanza e solennità al reclutamento, anche per farlo capire a chi si vorrà candidare.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.