Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Cosa c'è di Nuovo su Kickstarter: CY_BORG, Il Mulino e il Gigante, New Edo

Andiamo a scoprire assieme le novità in campo GdR attive in questi giorni su Kickstarter.

Read more...

Una Breve Storia dei Blocchi delle Statistiche dei Mostri

In questo articolo vengono analizzate le principali variazioni che i blocchi delle statistiche dei mostri di D&D hanno subito nel tempo.

Read more...

Ragionando sui Viaggi nelle Terre Selvagge - Parte 2

In questa seconda parte vedremo come aggiungere maggiore complessità ai nostri itinerari.

Read more...

La casa degli orrori

Gareth Ryder-Hanrahan ci presenta una breve idea per una serie di nuovi nemici di Fear Itself legati ad una casa degli orrori fin troppo reale...

Read more...

Le terre selvagge di Dembraava - Parte 1

GoblinPunch ci fa intravedere un altro squarcio nel suo mondo peculiare e bizzarro.

Read more...

Nuovo sistema di magia


Tiziano
 Share

Recommended Posts

Ciao a tutti, io sono un master e nn sono molto soddisffatto del sistema di magia classico di D&D 3.5, specialmente per quanto riguarda il mago. In particolare non mi convince il fatto che il mago dopo aver lanciato l'incantesimo lo dimentichi e debba riprepararlo. Per quanto riguarda le altre classi secondo me la situazione è migliore, ma cmq ci sono dei problemi del tipo: se lo stregone lancia gli incnantesimi spontaneamente, perchè nn sn spell-like abilities?? Inoltre nn mi piace la rigidità di molti incantesimi che hanno un effetto e nn hanno possibilità di usi fantasiosi. Ho pensato a delle alternative, ma nessuna mi convince al 100%... Qualcuno di voi ha qualche idea in particolare??

Link to comment
Share on other sites


  • Replies 21
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

se lo stregone lancia gli incnantesimi spontaneamente, perchè nn sn spell-like abilities??

Meccaniche diverse, effetti diversi. Semplicemente, gli incantesimi anche se lanciati spontaneamente non sono spell-like.

Link to comment
Share on other sites

Per quanto riguarda il primo problema, in "Arcani Rivelati" spiegano come sostituire il sistema vanciano con altri (ad esempio quello a punti incantesimo, cioé stile mana, o quello a ricarica magica). Per quanto riguarda la "malleabilità" dell'effetto magico invece è difficile intervenire, ci vorrebbe un cambiamento davvero drastico: forse potresti vedere in altri sistemi come viene trattata la cosa.

Link to comment
Share on other sites

Per quanto riguarda la risposta sulla questione mago-stregone ho da dire che lo so che è così e basta, semplicemente trovo che nn abbia tanto senso!

Purtroppo anche dei sistemi di Arcani Rivelati nn ce ne è nessuno che mi soddisfi al 100% per vari motivi. In particolare nn mi piace il modo in cui vengono preparati o conosciuti gli incantesimi... in particolare nn mi piace che ce ne sia sono un numero molto fisso per livello. Ho pensato un sistema in cui gli incantesimi nn vengono preparati in base al livello (che cmq rimane), ma in base allo spazio che prendono in un libro. Mi spiego meglio: un mago ha un tot di "spazio" (nn ho ancora trovato dei termini adatti) per preparare incantesimi e ogni incantesimo ne occupa un tot (per esempio una pagina per livello) e poi il mago si regola su come occuparlo... un sistema simile può essere applicato anche agli incantatri divini, ma è inapplicabile agli incantatori spontanei!! Ditemi quel che ne pensate!

Link to comment
Share on other sites

Per quanto riguarda la risposta sulla questione mago-stregone ho da dire che lo so che è così e basta, semplicemente trovo che nn abbia tanto senso!

Spiega, motiva, dicci il perchè. Se tu non argomenti, non pretendere che lo facciano gli altri.

Link to comment
Share on other sites

Semplice: lo stregone ha imparato spontaneamente ad usare la magia e fin qui tutto bene. Il sistema però per come è fatto dice che i poteri dello stregone sono innati, basti pensare che una delle spiegazioni della loro esistenza è la discendenza draconica o di vario genere. Io trovo assurdo che la conoscenza di un incantesimo che per essere lanciato richiede movimenti particolari, parole magiche da dire, etc. possa derivare da una discendenza o una naturale propensione. Troverei perciò più sensato che lo stregone avesse spell-like abilities al posto di incantesimi. Questo però lo renderebbe in tutta probabilità troppo potente per essere giocato. Pensavo di applicare un sistema simile a quello degli Shadowcaster (introdotti in Tome of Magic), che però richiederebbe un riarrangiamento notevole della lista di incantesimi da stregone. Io mi chiedevo se qualcuno avesse magari qualche alternativa valida.

Link to comment
Share on other sites

Semplice: lo stregone ha imparato spontaneamente ad usare la magia e fin qui tutto bene. Il sistema però per come è fatto dice che i poteri dello stregone sono innati, basti pensare che una delle spiegazioni della loro esistenza è la discendenza draconica o di vario genere. Io trovo assurdo che la conoscenza di un incantesimo che per essere lanciato richiede movimenti particolari, parole magiche da dire, etc. possa derivare da una discendenza o una naturale propensione. Troverei perciò più sensato che lo stregone avesse spell-like abilities al posto di incantesimi.

Gauss, da bambino fece la somma dei primi 100 numeri in un paio di minuti scarsi. Poi crescendo ha studiato ulteriormente sviluppando il uso talento impressionante. Non era in grado di fare a mente i calcoli, ma aveva delle ottime soluzioni per farli. Il fatto che i suoi incantesimi siano innati non implica che ce li abbia di default, deve sviluppare le sue capacità.

Link to comment
Share on other sites

Questo è vero, ma Gauss poteva imparare nuove regole matematiche, mentre lo stregone nn può impararre nuovi incantesimi tolti quelli lui ha imparato salendo di livello. è specialmente il modo in cui li impara che mi fa pensare che forse dovrebbero essere qualcos'altro. A parte tutto poi l'esempio che tu hai portato mi ricorda piuttosto un incantatore qualsiasi col talento Incantatore Prodigio... Detto ciò io nn avevo nessuna intenzione di iniziare una polemica sul senso dello stregone (anche perché poi si entra nell'ambito dei gusti personali di cui non disputandum est), ma piuttosto per chiedere se qualcuno avesse qualche idea su un nuovo sistema di magia.

Link to comment
Share on other sites

Questo è vero, ma Gauss poteva imparare nuove regole matematiche, mentre lo stregone nn può impararre nuovi incantesimi tolti quelli lui ha imparato salendo di livello. è specialmente il modo in cui li impara che mi fa pensare che forse dovrebbero essere qualcos'altro. A parte tutto poi l'esempio che tu hai portato mi ricorda piuttosto un incantatore qualsiasi col talento Incantatore Prodigio... Detto ciò io nn avevo nessuna intenzione di iniziare una polemica sul senso dello stregone (anche perché poi si entra nell'ambito dei gusti personali di cui non disputandum est), ma piuttosto per chiedere se qualcuno avesse qualche idea su un nuovo sistema di magia.

Premetto che preferisco di gran lunga il metodo di lancio degli incantesimi dello stregone a quello del mago.

Per venirti in contro, senza disturbare il sommo Gauss che i calcoli a mente li sapeva fare (eccome se li sapeva fare!!), posso suggerirti una cosa che proposi al mio master per giocare un mago che lanciasse gli incantesimi in maniera diversa:

in pratica:

Il mago ha sempre accesso agli incantesimi trascritti sul suo libro ma il numero di incantesimi che puo' preparare e quelli che puo' lanciare equivalgono alle tabelle di "incantesimi conosciuti" e "incantesimi al giorno" dello stregone.

In questo modo un mago prepare per esempio "un dardo incantato" e ne lancia tanti finche' gli incantesimi al giorno glielo permettono, invece di dover preparare per esempio 3 dardi incantati e sprecare quidni 3 slot.

.. naturalmente il master rifiuto'... :P

Link to comment
Share on other sites

Sì lo so... in effetti avrei potuto evitare di scriverlo!!!:lol:

Per rispondere ad Amakir:

L'avevo sentita come alternativa ed è carina, non fosse che potenzierebbe troppo il mago... Cmq ho postato in allegato un'alternativa a tutti gli incantatori, raccolti qui in unica classe che con dei nuovi talenti sarebbe più che personalizzabile. Cmq questa soluzione nn mi convince del tutto e sono molto aperto a critiche.

PS: io nn avevo alcuna intenzione di sminuire le capacità di uno dei matematici più bravi nella storia, è solo che mi sembraava un paragone nn molto appropriato (senza offesa, ovviamente, a chi lo ha scritto)

Incantatore.doc

Link to comment
Share on other sites

Semplice: lo stregone ha imparato spontaneamente ad usare la magia e fin qui tutto bene. Il sistema però per come è fatto dice che i poteri dello stregone sono innati, basti pensare che una delle spiegazioni della loro esistenza è la discendenza draconica o di vario genere. Io trovo assurdo che la conoscenza di un incantesimo che per essere lanciato richiede movimenti particolari, parole magiche da dire, etc. possa derivare da una discendenza o una naturale propensione. Troverei perciò più sensato che lo stregone avesse spell-like abilities al posto di incantesimi. Questo però lo renderebbe in tutta probabilità troppo potente per essere giocato. Pensavo di applicare un sistema simile a quello degli Shadowcaster (introdotti in Tome of Magic), che però richiederebbe un riarrangiamento notevole della lista di incantesimi da stregone. Io mi chiedevo se qualcuno avesse magari qualche alternativa valida.

Secondo me se devi ideare un altro sistema, che rispecchia di più come vedi le cose nella tua immaginazione, devi scostarti dalle definizioni prettamente regolistiche e capire come funziona.

Non so perchè, ma non credo di aver pensato che la componente somatica di un incantesimo di mago dovesse essere uguale a quella di uno stregone. Secondo me non credo nemmeno che la componente somatica di uno stregone debba per forza essere uguale a quella di un'altro.

Se vogliamo pensarla in termine di "visione", credo che i gesti di uno stregone siano quelli impartiti dal cuore piuttosto che dalla mente.

Il fatto che l'incantesimo abbia componente somatica, significa soltanto che per farlo deve potersi muovere per tracciare "i suoi" gesti.

Link to comment
Share on other sites

In particolare non mi convince il fatto che il mago dopo aver lanciato l'incantesimo lo dimentichi e debba riprepararlo. Per quanto riguarda le altre classi secondo me la situazione è migliore, ma cmq ci sono dei problemi del tipo: se lo stregone lancia gli incnantesimi spontaneamente, perchè nn sn spell-like abilities?

Per amor di cronaca il mago non memorizza gli incantesimi come fanno i bambini a scuola con le poesie di Leopardi, anche perché altrimenti dopo due giorni sarebbero capaci di lanciare qualsiasi incantesimo a volontà. Come spiegato non ricordo dove, forse nel capitolo sulla magia del manuale del giocatore, gli incantesimi sono lunghe e complesse formule; quando il mago studia il suo libro in sostanza lancia la parte più lunga e complessa dell'incantesimo, lasciando insoluta solo la parte finale, ovvero la chiave d'attivazione. Perciò un mago potrebbe anche provare a lanciare lo stesso incantesimo mille volte al giorno risolvendo la parte finale del lancio, ma se la parte primaria è stata preparata solo una, due, tre volte o quante vogliamo che siano, tutti i tentativi in eccesso saranno solo sequenze di movimenti e parole inutili. Un po' come tentare di accendere un pc a cui è stato rimosso l'hard disk... hai voglia a pigiare su quel pulsante d'accensione.

Gli stregoni, proprio per il fatto d'avere la magia come talento innato, non hanno bisogno di lanciare la parte iniziale dell'incantesimo, possono attingere alla sorgente e passare direttamente alla chiave d'attivazione. In quest'ottica gli incantesimi dello stregone sono molto prossimi alle capacità magiche.

Inoltre ricordiamo che anche i draghi, da cui "comunemente" arriva il retaggio magico degli stregoni, lanciano incantesimi con componenti verbali, somatiche e tutto il resto. E se lo fa un cosiddetto possente drago, perché dovrebbe esserne esente un comune umanoide?

Che poi tutto ciò non piaccia comunque è un altro discorso, anche condivisibile, però la meccanica non è illogica.

Link to comment
Share on other sites

Sì, devo ammettere che mi ero dimenticato questa parte teorica... In ogni caso il sistema nn mi convince del tutto e vorrei cmq provare a trovare un altro metodo, anche per cambiare, magari... Quindi se vi va vedere la classe che ho fatto e mi diceste che ne pensate ve ne sarei grato!

Link to comment
Share on other sites

Premessa @Moderatori: andrebbe spostato il topic in altra sezione (dato che l'argomento non è proprio sulle regole, ma sulle "proposte").

Quindi se vi va vedere la classe che ho fatto

Riflessioni veloci:

- perché limitare ancor di più la competenza delle armi?

- magari dare mana bonus a seconda del punteggio di intelligenza?

- non ho capito la tabella degli incantesimi per livello: supponendo che la mana non sia aggiuntiva (quindi al primo ho 2, al secondo ho 3 punti, vero?)... mal si concilia l'elasticità dei punti mana con la scarsità degli "slot" per livello disponibili;

- carine l'ipotesi del consumo di pf e l'ampliamento della scelta del talento bonus;

- trovo insensato l'idea del bastone (dove l'hai presa?), liberi l'incantatore dal "peso" del libro e lo carichi di quello del bastone? E poi costa 1.000 mo, quindi al primo livello non se lo potrebbe permettere... o fai partire quella classe con mooolti più soldi delle altre? Anche perché se volesse il famiglio, son altre 100 mo!

Alla fin fine meglio la variante dei punti magia su Arcani Rivelati, magari con alcune modificuzze. :bye:

Altro: hai consultato (io però no) i gdr sempre d20 di Lupo Solitario e Conan per vedere se i loro sistemi di magie sono diversi e a te più allettanti?

Link to comment
Share on other sites

il sistema a punti mana da te proposto è molto simile a quello degli psionici.

la loro limitazione sta però nel fatto che uno psionico non potrà mai apprendere più di 4-5 poteri per livello di potere(in linea di massima), un pò come lo stregone per intenderci. per cui loro devono scegliere con MOLTA CURA il potere/incantesimo, perchè come il diamante sarà per sempre.

il modell da te proposto, se ho ben capito cosa intendi, sarebbe troppo sbialanciante per il mago. in pratica ogni giorno memorizzi tot incantesimi per livello, e di questi ne puoi lanciare un qualsisi numero e combinazione purchè si rimane nel limite dei punti mana, giusto?

è come uno psionico, con la differenza che da un giorno all'altro può cambiare completamente repertorio.

di sicuro a me come giocatore, un pg così piacerebbe un sacco perchè risulta molto forte, ma come dm lo boccerei subito.

poi dopo tutte queste parole, magari non ho capito una cippa io di quello che intendevi per cui tutto il mio discorso va a farsi benedire.

Link to comment
Share on other sites

Guarda, io mi sono grandemente ispirato all'erudito, una classe psionica alternativa che è stata proposta in due versioni di cui una può attingere da un repertorio di poteri che consta di tanti poteri quanti il mago ne può lanciare al giorno; l'altra invece può attingere da un repertorio giornaliero di 11 poteri in tutto. Io allora ho pensato di usare un sistema in cui si può attingere da un repertorio con meno incantesimi di alto livello e più incantesimi di basso livello. Inoltre ho messo un numero di punti mana equivalente al numero di punti potere del vecchio sistema di arti psioniche (nel nuovo ne hanno circa il doppio), che è molto inferiore anche a quello proposto negli Arcani Rivelati. Inoltre questo per imparare gli incantesimi deve spendere punti esperienza e ha bisogno di un bastone senza di cui è molto difficile lanciare gli incantesimi (il che lo rende vulnerabile a disarmo, etc..). In ogni caso è da migliorare, perché anche a me sembra eccessivamente forte, ma per quanto lo cercassi nn mi viene in mente un modo per farlo senza denaturarlo!!

Rispondo a SinConnery:

ho voluto limitare ulteriormente la competenza nelle armi per limitarlo, visto il maggior potere che gli stavo dando rispetto agli altri incantatori. Adesso per quanto rigurda il bastone l'idea l'ho presa da Arcana Unearthed (che non è Unearthed Arcana!!), che è una variante alternativa del Manuale del Giocatore fatta da Monte Cook a cui bisogna farsi l'occhio, ma che ha i suoi pregi. A me piaceva particolarmente perché mi ricordava il rapporto che c'è nel signore degli anelli tra Gandalf e gli altri stregoni e i loro rispettivi bastoni. Inoltre sul fatto del prezzo intendevo che costruire un nuovo bastone nel caso quello vecchio andasse perduto o distrutto costa mille monete d'oro, ma l'incantatore inizia già con un bastone di default.

Forse poi sugli slot nn sn stato molto chiaro: nn devono essere preparati giornalmente, limitano solamente la varietà di incantresimi giornalieri di cui ha a disposizione l'incantatore.

Il fatto è che a me nn piace la mancanza di adattabilità dello stregone, ma anche la dipendenza del mago dalla preparazione degli incantesimi, cose che il sistema a mana di Arcani Rivelati non risolve!

I mana bonus in effetti, mi sono dimenticato di considerarlil, ma sono necessari!!

Purtroppo nn ho avuto il tempo di andare a vedere i sistemi di magia altrenativi di quei due altri giochi di ruolo... Gli unici altri sistemi di magia che conosco sn quelli di Rolemaster, Monte Cook'a Arcana Unearthed, Mage e Warhammer...

P.S. con questo io volevo solo motivare le mie scelte, nn dire che ho ragione io punto e basta!!!

Link to comment
Share on other sites

Premesso che ancora non ho capito se la classe da te postata soppianterebbe le classi d'incantatori esitenti o ne creerebbe una in più...

ho voluto limitare ulteriormente la competenza nelle armi (...) visto il maggior potere che gli stavo dando rispetto agli altri incantatori.
Non vedo questo maggior potere, e se poi ci fosse vuoi bilanciare una classe che ottiene maggior potere al livello (che so) 9°, con una cosuccia al livello iniziale (e aggirabile con un talento)?

Non ho presente il manuale. Ma imo serve a poco dire che senza il bastone i tempi si allungano e che se lo spezzo (non so come, visto che ha durezza/pf più di uno scudo pesante) mi procura un lieve stordimento (comparato pure al famiglio!)

A me piaceva particolarmente perché mi ricordava il rapporto che c'è nel signore degli anelli
ma in quel contesto la magia è differente dal "mondo" d&d. Se lo vuoi fare, sviluppa meglio questo rapporto, che dovrebbe andare ben oltre al fatto (poco lineare) che il bastone prende pf all'aumentare di livello.

l'incantatore inizia già con un bastone di default.
Quindi tale classe apparterrà ad una elite di incantatori, visto che la scuola di magia che offre a tutti i suoi apprendisti un bastone di tale valore, in qualche modo deve pur vivere... inoltre costruire oggetti magici oltre al dindo dovrebbe costare in px e chi ce li mette? L'incantatore di 1° che parte con 0?

E poi se io decido di rivenderlo, mi trovo (ipotizzo metà) 500 mo in più rispetto ad un'altra classe... :confused:

Forse poi sugli slot nn sn stato molto chiaro:

Cerco di capire: al 1° ho 2 punti mana da "spendere" in 2 incantesimi di liv. 0 (che non ho capito " costo 0/1") ed 1 incantesimo di liv. 1 che costa 1. Quindi potenzialmente sono 2 volte lo stesso incantesimo di livello 1, benché scelto la prima volta sul momento, è così? E quanti incantesimi conosco al 1°?

Senza offesa, ma mi sembra "evanescente" rispetto a quanto volevi avere... ma forse sbaglio... ;-)

Nota sul mago: immagino tu lo sappia, ma il mago non è obbligato a memorizzare tutto in una volta sola, potendo così lasciarsi alcuni slot liberi per incantesimi da studiare sul momento...:bye:

Link to comment
Share on other sites

Hai ragione in effetti sono stato molto poco chiaro...

1: avevo intenzione di fargli soppiantare gli altri incantatori o almeno quelli arcani.

2: io pensavo ad un mondo in cui la magia è una cosa d'élite, che solo i più ricchi e intelligenti possono permettersi, almeno nella maggior parte dei posti.

3: mi sono completamente scordato di dirlo (l'avevo scritta all'inizio più per me che per mostrarla!!) che un incantatore può lanciare gli incantesimi di livello 0 un numero di volte al giorno pari al modificatore di intelligenza a costo zero e dopodiché deve spendere 1 punto mana.

4: è vero una restrizione nelle competenze è di per sé uno svantaggio trascurabile, ma sommandosi alle altre limitazioni speravo di arrivare ad un'equilibrio.

Detto ciò devo ammetterlo: il bastone è eliminabile, solo che mi piaceva l'idea... Di sicuro devo diminuirgli durezza e PF, perché come mi hai fatto notare era un po' esagerato.

Per quanto riguarda la limitazione per la varietà al giorno, beh, l'ho fatto solo per metterci un freno e metterlo sullo stesso livello dei maghi e degli stregoni.

Sì lo so che i maghi possono anche prepararli in seguito... Ma è che le regole vanciane mi hanno un po' stufato ormai e volevo creare una nuova classe che nn le usasse ma avesse ancora il sapore dell'incantatore arcano di D&D...

Quindi cose che dovrei caambiare: chiarire la quastione sul bastone e poi?

Per quanti incantesimi si conoscono al primo livello, poi, pensavo di fare come il mago.

[MOD] Poichè il regolamento vieta post consecutivi, segnalo il tasto Modifica per editare post recenti e il tasto Multi-quote per rispondere riportando più di un messaggio; il primo si trova in basso a destra del tuo ultimo post, il secondo in basso a destra dei post che desideri riportare. ^^ - Morwen

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Similar Content

    • By Lyt
      Mi sono accorto oggi che Metamorfosi pura, può essere permanente (si, non mi ero mai soffermato su quel dettaglio) il che mi ha fatto interessare al incantesimo. Ma mi sono sorti un paio di dubbi
      Se io mi trasformo in un mostro, non dovrei essere in grado di usare la magia, giusto? Ma se io mi trasformo in un mostro, capace di usare la magia (per esempio il Diavolo della Fossa), che capacità ho? Quelle del mostro o le mie da mago?
      E se mi trasformo in un Drago d’Ottone Antico, che a sua volta si può trasformare in un mago (per esempio nella mia forma originale o in quella di un altro mago) poso usare i miei incantesimi originali, ma non i privilegi di classe, giusto?
       
      E se invece trasformo un oggetto in una creatura, tipo un armadio in un Orrore Corazzato, la descrizione di quest'ultimo afferma che "Questo costrutto è dotato di intelligenza e di capacità logiche ed è in grado di modificare le sue tattiche. Dimostra inoltre una fedeltà assoluta nei confronti del suo creatore che perdura anche dopo la dipartita di quest'ultimo" mentre l'incantesimo dice "Se l'incantesimo diventa permanente, l'incantatore non controlla più la creatura, che potrebbe rimanere amichevole o meno nei suoi confronti, in base a come è stata trattata". Quindi dovrebbe teoricamente essere al mio servizio?
       
      Penso sia tutto, in pratica ho un paio di dubbi su questo incantesimo, che però sembra molto interessante
    • By Aranar
      Nel manuale della Sword Coast l'incantesimo Booming Blade ha componenti verbali e materiali, ma a quanto leggo su Tasha le componenti diventano somatiche e materiali. Non possedendo quest'ultimo manuale mi sapete dire se l'incantesimo è stato modificato, come e perché?
      grazie!
    • By Marty McFly
      Ciao a tutti,
      ho provato a cercare qui nel forum ma, salvo errore, non ho trovato un argomento simile.
      Probabilmente, causa retaggio della 3.5, mi sono convinto che anche in questa edizione sia possibile identificare un incantesimo quando viene lanciato da un avversario/compagno. In nessun manuale però riesco a trovare un riferimento regolistico.
      Significa che questa eventualità in 5e non è prevista o sono io che non individuo nulla sui manuali ed invece questa regola esiste?
      Grazie a chi risponderà.
    • By MarcoV86
      Ciao a tutti, scusate la domanda ignorante, ma un bastone magico come quello del gelo può essere utilizzato anche come focus arcano da uno stregone per i suoi incantesimi? 
    • By Bellerofonte
      Buongiorno cari, 
      un mio giocatore al tavolo vorrebbe stampare una lista più o meno completa degli incantesimi da chierico per quinta edizione senza dover fare troppo lavoro a mano.
      Non mastica l'inglese troppo bene, quindi la cerca in italiano.
      Potete aiutarmi? 
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.