Jump to content

Rianimare morti


fire
 Share

Recommended Posts

Ho un dilemma... un personaggio è morto ucciso da un colpo vorpal di un balor, del personaggio in questione sono stato subito recuperati i resti(a dirla tutta la testa si è fatta una piccola nuotata) ma il dubbio che ho io è questo, rianimare morti funziona su un corpo diviso dalla testa(anke se posseggono sia testa sia corpo) oppure la testa è considerata dall'incantesimo parte mancante??? si può usare rianimare morti o necessitano di una resurrezione???

Link to comment
Share on other sites


  • Replies 20
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Ho un dilemma... un personaggio è morto ucciso da un colpo vorpal di un balor, del personaggio in questione sono stato subito recuperati i resti(a dirla tutta la testa si è fatta una piccola nuotata) ma il dubbio che ho io è questo, rianimare morti funziona su un corpo diviso dalla testa(anke se posseggono sia testa sia corpo) oppure la testa è considerata dall'incantesimo parte mancante??? si può usare rianimare morti o necessitano di una resurrezione???

IMHO non basta rianimare morti. Il corpo deve essere integro.

Link to comment
Share on other sites

Ragazzi, non confondiamo intero con integro.

Intero vuol dire presente in tutte le sue parti

Integro vuol dire che devono essere anche un pezzo unico.

Inoltre, basta leggere il manuale:

Anche se l'incantesimo chiude le ferite mortali e ripara danni letali di molti tipi, il corp o deve essere integro per poter essere riportato alla vita . Altrimenti, le parti mancanti sono ancora tali quando la creatura viene riportata in vita.

Quindi l'incantesimo non riattacca la testa al soggetto, anche se presente. Ergo non può essere riportato in vita con tale incantesimo.

E rigenerazione, non è una specie di superattack per cadaveri, ma il bersaglio deve essere una creatura vivente, coem specificato dall'incantesimo

Link to comment
Share on other sites

Magari con rigenerazione è possibile riattaccare la testa, no?

non ecludo la possibilità di riattaccare in qualche modo la testa ma rigenerazione non funziona sui cadaveri

Target: Living creature touched

inoltre

ma la testa c'è ma non è attaccata al corpo... rigenerazione credo ne crei un'altra..

esatto, cosa piuttosto utile per clonare

se una persona perde un'arto con cura ferite e se appoggia l'arto.. l'arto si riattacca???

no

edit: ninjato

Link to comment
Share on other sites

Se volete che il vostro pg torni in vita potreste provare a suturare la testa sul collo con degli strumenti medici e poi castare sul cadavere ricucito rianimare i morti... il cuore dovrebbe riprendere a battere per qualche istante ma ricordo che la pressione delle vene del collo è abbastanza alta per strappare dei punti di sutura, seppur non tutti in una volta, in quell frangente potreste lanciare o cura ferite oppure rigenerazione... sarebbe ovviamente cento volte meglio rigenerazione per dei dettagli che spiecghero in seguito... comunque il pg dovrebbe risultare in uno status simile allo sgozzamento per alcuni istanti e quindi in fin di vita...

CONTROINDICAZIONI, EFFETTI MEDICI INDESIDERATI:

1- Potrebbe non funzionare, credo che il grosso dipenda dal master ma se fossi il vostro DM ve la passerei come suluzione...

2- Se usate cura ferite invece di rigenerazione il vostro amico diverrà paralizzato dal collo in giù e muto per il seguente motivo: cura ferite non genera nuovi tessuti (quello è il ruolo di rigenerazione) ma bensì cicatrizza le ferite ora come sappiamo i nervi devono essere collegati da tessuti nervosi per poter passare le informazioni al cervello e quindi il tessuto cicatrizzato tra i due mozziconi di colonna li dividerebbe... stessa cosa per le corde vocali, se recise quando si cicatrizzano diventano pressochè inutilizzabili poichè il loro spessore cambia ibn modo considerevole!

Tutto ciò che ho detto è naturalmente IMHO

Link to comment
Share on other sites

Se volete che il vostro pg torni in vita potreste provare a suturare la testa sul collo con degli strumenti medici e poi castare sul cadavere ricucito rianimare i morti... il cuore dovrebbe riprendere a battere per qualche istante ma ricordo che la pressione delle vene del collo è abbastanza alta per strappare dei punti di sutura, seppur non tutti in una volta, in quell frangente potreste lanciare o cura ferite oppure rigenerazione... sarebbe ovviamente cento volte meglio rigenerazione per dei dettagli che spiecghero in seguito... comunque il pg dovrebbe risultare in uno status simile allo sgozzamento per alcuni istanti e quindi in fin di vita...

Non direi proprio. Mica siamo nel mondo reale.

1- Potrebbe non funzionare, credo che il grosso dipenda dal master ma se fossi il vostro DM ve la passerei come suluzione...

Prova di conoscenze anatomia o professione medico per ricucire.

2- Se usate cura ferite invece di rigenerazione il vostro amico diverrà paralizzato dal collo in giù e muto per il seguente motivo: cura ferite non genera nuovi tessuti (quello è il ruolo di rigenerazione) ma bensì cicatrizza le ferite ora come sappiamo i nervi devono essere collegati da tessuti nervosi per poter passare le informazioni al cervello e quindi il tessuto cicatrizzato tra i due mozziconi di colonna li dividerebbe... stessa cosa per le corde vocali, se recise quando si cicatrizzano diventano pressochè inutilizzabili poichè il loro spessore cambia ibn modo considerevole!

Ma per favore... siamo mica alla facoltà di medicina. O si resuscita o no.

IMHO a cosa sta???

In My Humble Opinion, ossia A Mio Modesto Parere.

cmq come tecnica mi piace quella della sutura...XD e grazie per avermi spiegato tutto!!!!

Tieni presente che sono tutte hr. Niente nel regolamento indica che anche in seguito alla sutura, il corpo rianimato debba avere problemi.

Link to comment
Share on other sites

Non direi proprio. Mica siamo nel mondo reale.

Insisto nel sottolineare che D&D può essere giocato nelle maniere più diverse, ma in linea di massima esso può essere considerato un GDR pseudo-realistico con ambientazione fantastica: voglio vedere tu come mi spieghi la meccanica delle cose se io ti presento la situazione in cui un bambino umano liv 0 uccide un grande dragone d'ombra avanzato usando un filo d'erba vorpal con tre 20 di fila (il filo d'erba è semplicemente un filo d'erba gatta, e il drago non è allergico all'erba gatta):-): impossibile. Questa situazione non capiterà mai, perchè non è esplicabile logicamente.

Secondo me attenersi alla realtà, ove possibile, è più che vantaggioso, sia per il DM, sia per i PG, perchè così si spiegano meglio molti dettagli che rendono la storia più avvincente e coinvolgente.

Comunque a Fire io consiglio di trattare, come già proposto da altri, il cadavere come un oggetto, poichè non è più il ricettacolo dell'anima del soggetto, ma moderatamente: il cadavere è divenuto tale da quando la testa è stata recisa dal corpo, perciò rendere integro funzionerebbe solo se il PG fosse morto prima che la testa gli fosse stata staccata del tutto dal corpo. Come consigliato nei messaggi precedenti, secondo me sarebbe consigliabile ricucire il resto di testa non attaccata al corpo, dopo l'uso di rendere integro(nel caso il PG fosse morto un istante prima cha la testa fosse stata staccata completamente dal resto del corpo), quindi di castare rianimare morti: infine, per risaldare in maniera efficacie la carne cucita con la prova di Chirurgia, consiglio un bell'incantesimo curativo, al fine di evitare future complicanze dovute al trattamento (una rigenerazione a questo punto dovrebbe rivelarsi ottima)...

Per l'intervento Chirurgico io consiglierei ai PG di rivolgermi ad un becchino, esperto di cadaveri, o a un negromante, nel caso più estremo.

Nel caso non si voglia complicarsi la vita eccessivamente con tutte queste precauzioni [che renderebbero comunque più accattivante la storia, in maniera diferente dal solito sistema "Entra (nel Dungeon), Uccidi il mostro, Riempi le tasche, Vattene] si può semplicemente imporre un divieto ai PG, e offrire loro la possibilità di appellarsi ad un guaritore, volendo sacerdote, in grado di ristabilire completamente il PG deceduto, ad una tariffa variabile, opzionalmente eccessivamente alta, superiore al capitale di un singolo personaggio, cosicchè il party sia spinto a organizzare una colletta, una scena vivacizzante, soprattutto se il party è composto da PG di allineamento vario, e se i giocatori sono dei buoni interpreti. L'ostacolo potrebbe essere l'assenza del personale da me descritto, richiesto per le operazioni precitate, a causa dell'ubicazione attuale dei PG (in piani esistenziali scarsamente o niente affatto colonizzati da creature umanoidi senzienti non aggressive -non ci hai ancora detto dove è ambientata la situazione attuale del party-), che si potrebbe risolvere facilmente, soprattutto se si introduce un PNG nomade o , per intendersi, a domicilio, avvisabile per via inviare , che appunto per la sua peculiarità di offrire servizi in luoghi remoti alza in maniera esorbitante la tariffa, spiegando l'affermazione da me descritta. Spero di poterti essere stato d'aiuto, Fire.

Buon Mastering! :-o

Link to comment
Share on other sites

Insisto nel sottolineare che D&D può essere giocato nelle maniere più diverse, ma in linea di massima esso può essere considerato un GDR pseudo-realistico con ambientazione fantastica:

Cosa ci sarebbe di pseudo realistico nel sopravvivere ad un soffio di un drago oppure ad una sua zampata che ti schiaccia? Io direi che come definizione, la più calzante è che è un mondo fantasy eroico, che è "credibile".

voglio vedere tu come mi spieghi la meccanica delle cose se io ti presento la situazione in cui un bambino umano liv 0 uccide un grande dragone d'ombra avanzato usando un filo d'erba vorpal con tre 20 di fila (il filo d'erba è semplicemente un filo d'erba gatta, e il drago non è allergico all'erba gatta):-): impossibile. Questa situazione non capiterà mai, perchè non è esplicabile logicamente.

Il triplo 20 è infatti una hr.

Secondo me attenersi alla realtà, ove possibile, è più che vantaggioso, sia per il DM, sia per i PG, perchè così si spiegano meglio molti dettagli che rendono la storia più avvincente e coinvolgente.

E crea incoerenze interne. Perchè se mi introduci il dettaglio di cui hai detto sopra, io ti chiedo perchè non posso mutilare in combattimento, visto che fai il pignolo sui nervi ricuciti.

In ogni caso quello che volevo sottolineare è che dovresti specificare quando stai parlando id hr e quando no.

Comunque a Fire io consiglio di trattare, come già proposto da altri, il cadavere come un oggetto, poichè non è più il ricettacolo dell'anima del soggetto, ma moderatamente: il cadavere è divenuto tale da quando la testa è stata recisa dal corpo, perciò rendere integro funzionerebbe solo se il PG fosse morto prima che la testa gli fosse stata staccata del tutto dal corpo.

Hmmm. A parte che qui non posso che citare Klunk nel suo post precedente, ma Make Whole, vedendo il cadavere come lo intendi tu, permette di riparare anche cose spaccate:

make whole completely repairs an object made of any substance, even one with multiple breaks, to be as strong as new.

Come consigliato nei messaggi precedenti, secondo me sarebbe consigliabile ricucire il resto di testa non attaccata al corpo, dopo l'uso di rendere integro(nel caso il PG fosse morto un istante prima cha la testa fosse stata staccata completamente dal resto del corpo), quindi di castare rianimare morti: infine, per risaldare in maniera efficacie la carne cucita con la prova di Chirurgia, consiglio un bell'incantesimo curativo, al fine di evitare future complicanze dovute al trattamento (una rigenerazione a questo punto dovrebbe rivelarsi ottima)...

Dipende da come considera il cadavere. Il problema è che se lo considera un oggetto e ci applica make whole, vuol dire che rianimare i morti non funziona.

Per l'intervento Chirurgico io consiglierei ai PG di rivolgermi ad un becchino, esperto di cadaveri,

Più che un becchino, direi un qualche tipo di chirurgo o medico. I becchini, nel caso migliore, sono in grado di sistemare le parti staccate solo all'esterno. Di sicuro ricucire vene e nervi, direi proprio di no.

Link to comment
Share on other sites

Il triplo 20 è infatti una hr.

In ogni caso quello che volevo sottolineare è che dovresti specificare quando stai parlando id hr e quando no.

Cosa significa "hr"?

E crea incoerenze interne. Perchè se mi introduci il dettaglio di cui hai detto sopra, io ti chiedo perchè non posso mutilare in combattimento, visto che fai il pignolo sui nervi ricuciti.

Questo a dire il vero te lo avevo chiesto io nel topic "Guanti squartatori" :-D

Hmmm. A parte che qui non posso che citare Klunk nel suo post precedente, ma Make Whole, vedendo il cadavere come lo intendi tu, permette di riparare anche cose spaccate:

Quello che volevo dire è che l'incantesimo rende gli oggetti "forti come nuovi", dalla traduzone dall'inglese, ovvero li rende integri come se fossero nuovi. Effettivamente, se si vuole considerare il cadaver un oggetto, dovrebbe essere necessario farlo fin da quando esso è diventato un oggetto, ovvero da quando il PG è ffettivamente morto. Il PG, morto mentre gli veniva tolto il capo, potrebbe essere ufficialmente deceduto in un istante di tempo in cui non tutta la testa era staccata (si parla di millisecondi): perciò, in questa circostanza, se si decidesse di usare l'incantesimo make whole, premettendo che sia efficace sui cadaveri (da verificare), l'incantamento potrebbe riportare la testa al suo posto, ricucendolo quel poco corrispondente al lembo di carne non ancora staccatosi nel momento effettivo di morte, ma non il restante, poichè la situazione in cui la testa era totalmente attaccata al corpo era relativa a quando il corpo non era esanime, e perciò non era affatto un oggetto. Se Fire decidesse che il PG è morto appena prima che gli venissero toccate le vie nervose dall'arma, per ipotesi, se si decidesse di permettere l'incantesimo make whole, allora il problema di fasci nervosi del midollo spinale sarebbero risolti, poichè verrebbero risaldati. Ma comunque, per depistare ogni dubbio e problema, cito testualmente l'effetto di Raise dead:

"While the spell closes mortal wounds and repairs lethal damage of most kinds, the body of the creature to be raised must be whole."
Questo significa che, se la testa fosse attaccata anche solo per un filo di pelle, il corpo verrebbe considerato intero, senza pezzi mancanti. Il resto, ovvero la chiusuro di ferite mortali e la riparazione dei danni letali, lo compie l'incantesimo stesso.

Dipende da come considera il cadavere. Il problema è che se lo considera un oggetto e ci applica make whole, vuol dire che rianimare i morti non funziona.

E perchè??? :confused:

Più che un becchino, direi un qualche tipo di chirurgo o medico. I becchini, nel caso migliore, sono in grado di sistemare le parti staccate solo all'esterno. Di sicuro ricucire vene e nervi, direi proprio di no.

Parlavo del becchino perchè solitamente in una realtà fantasy è difficile trovare un medico chirurgo specializzato in neurochirurgia. Inoltre è da notare che i neuroni non si possono ricucire mediante un intervento chirurgico, se non attraverso un procedimento che per ora, secondo le conoscenze mediche attuali, escludendo le cellule staminali, sfora nel fantascientifico. Può capitare che i neuroni danneggiati si riparino da soli, dopo un lungo periodo di tempo (in una persona viva XD) ma cmq essi non possiedono, in questa fortunata eventualità, l'efficienza di quando erano illesi.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.