Jump to content

Mezzanotte

Circolo degli Antichi
  • Content Count

    5,026
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    4

Mezzanotte last won the day on June 8 2018

Mezzanotte had the most liked content!

Community Reputation

457 Sfinge

7 Followers

About Mezzanotte

  • Rank
    Campione
  • Birthday 05/02/1865

Profile Information

  • Gender
    Maschio
  • Location
    Roma
  • GdR preferiti
    Mondo di Tenebra, Cyberpunk2020, Eclipse Phase

Recent Profile Visitors

4,281 profile views
  1. Fuori fino a settembre. Buona estate a tutti! .-D

    1. Maiden

      Maiden

      Buon agosto! Ci rivediamo a settembre belli carichi! 😉

    2. Latarius

      Latarius

      Quale miglior modo di passare le vacanze che leggere un buon romanzo cyberpunk! :V

  2. Pensateci bene. Io sono in partenza e probabilmente ci risentiremo a settembre perciò il tempo lo avete! .-P
  3. Mi sono già scusato per il lungo silenzio. Pensavo di poter recuperare la partita, ma alla fine ho capito sarebbe stato impossibile continuare a giocare. Io non lo definirei ostico. Il problema di SWN è che il combattimento è fin troppo semplicistico, retaggio delle primissime edizioni di D&D, con poche opzioni concesse ai giocatori, quindi affatto appagante. Inoltre è prolisso, con un alto numero medio di turni per risolvere un singolo conflitto e per questo poco adatto ai ritmi blandi e rarefatti di un play by forum. Quello lo sto testando con gli altri. Per funzionare richiede che i partecipanti ne conoscano bene i meccansmi ed abbiano le capacità di sfruttarli al meglio. Non è una cosa scontata perché in genere i giocatori di PbF seguono più partite in contemporanea e tendono ad investire poco tempo ed attenzione nello studio di nuovi sistemi di gioco. Perciò sì, trovare buoni master è difficile, ma lo è anche avere buoni giocatori motivati. In molti casi io impiego mesi per realizzare un sito di supporto all'avventura, ma non lo considero mai tempo sprecato perché quello che realizzo rimane e può tornare sempre utile sia a me che ad altri master. Navigare i siti è molto più facile e comodo che leggersi i manuali, di cui sono a tutti gli effetti versioni concentrate. E poi possono essere ampliati perciò a prescindere dalla riuscita o meno di un pbf sono sempre investimenti riusciti .-) E con questo concludo. Sono in partenza e vi auguro una buona estate.
  4. Scusate, ho avuto una lunga fase di down condita con problemi assortiti a latere e ne ho approfittato per riflettere. Vi faccio le mie scuse per gli errori commessi e che sicuramente continuerò a commettere dato che il sistema è completamente nuovo e questa è la prima partita che dirigo. La fase di fuga dal pianeta avrebbe dovuto essere solo un'introduzione per prendere confidenza con personaggi, meccaniche e giocatori. Questo SWN ha ottime meccaniche sandbox a mio avviso, ma il sistema di combattimento lo sto trovando piuttosto deludente... anyway Il gioco deve essere un piacere condiviso da tutti i partecipanti e perciò credo vada preso con un certo grado di leggerezza e tolleranza, da parte di tutti. Capirete bene anche voi che per un master diventa impossibile gestire giocatori polemici che questionano ogni decisione che prende. Ora non voglio criticare nessuno perché io in primis non sono certo perfetto e sicuramente mi si possono rinfacciare tante cose, ma è un dato di fatto che con alcune persone riesco a giocare e con altre no. Con Nanobud ho avuto una precedente esperienza andata male -e me ne dispiaccio- ma ora siamo a due ed evidentemente non ci prendiamo. Non c'è niente di male in questo, sono convinto che in altri frangenti sia una persona squisita. Basta prenderne atto. Con Landar invece mi sono divertito quando abbiamo giocato a Demon con il suo demone barbone, ma questa è un'altra partita. Ripeto, non c'è nulla di male se l'incastro persone-gioco non funziona. Capita. Voglio solo che le persone che scelgono di giocare con me si divertano nel farlo. Se manca il divertimento non vale la pena trascinarsi, chiaro? Nessun problema e nessun odio da parte mia. Amici come prima. Oltretutto per me è stata comunque un'esperienza preziosa perché ho tratto diletto della fase di creazione e voi, con i vostri personaggi, mi avete aiutato in questo.
  5. I selvaggi acclamano il cacciatore di macchine con urla bestiali e persino Satta, assiso mollemente sul trono adorno di ossa umane, sembra compiaciuto dell'abilità omicida dell'uomo di Nesferatu. Mentre il cadavere del cavaliere viene impietosamente trascinato via per finire nella zuppa serale, uno dei luogotenenti del prescelto chiama a sé Hornet per spiegargli che la sua prodezza gli ha guadagnato un posto come carne da cannone nella truppa del profeta. Emalaith non può far altro che osservare da lontano i successi del compagno: prove ben più orribili l'attendono. Hornet ha qualche possibilità di carriera fra questi pazzi esaltati, ma lei...
  6. Più o meno. Problemi al pc, il caldo, l'estate. Ho avuto una fase di "down" piuttosto forte. Rinvengo ora. Ad agosto in genere faccio comunque una pausa fino a settembre anche dando per scontato che tutti vadano fuori.
  7. C'è gente lungo il bordo dell'arena, ma le fattrici hanno uno spazio in prima fila perché i figli che portano in grembo possano essere corroborati dal sanguinario spettacolo. Tuttavia Emalaith è incatenata al palo con il collare come le altre e non può andare da nessuna parte. Per una donna d'azione come lei è certamente un grave smacco essere costretta nel ruolo della damigella in difficoltà. Redik si trova contro uno dei cavalieri del Conte Diavolo. Nudo e appiedato, senza la sua temibile sciabola da ussaro, sembra un po' un pesce fuor d'acqua. Fa qualche passo incerto nell'arena sulle gambe arcuate da cavalerizzo, accecato dalla crudele luce di Pentolino. Poi mette a fuoco il suo avversario e, compreso che la sua sola speranza di sopravvivere è passare sul cadavere di Hornet, lo carica a testa bassa urlando come un demonio. GM L'ussaro riesce ad assestare qualche doloroso colpo ad Hornet, ma chiaramente il cacciatore di macchine è più a suo agio in questo tipo di lotta. Hornet demolisce con metodo il suo avversario e lo spedisce al tappeto con un ultimo colpo alla mascella. Mentre il cavaliere lotta per rimettersi in piedi, la mandibola in pezzi pezzi, solleva un braccio in segno di resa. Ne ha avuto abbastanza. Dal suo rozzo trono il divino Satta è disgustato dalla richiesta di clemenza. "I deboli non hanno diritto di vivere" sentenzia. "Finisci quello che hai iniziato, guerriero"
  8. La crisi di Thares si allarga in modo preoccupante La liberazione dell'ex CEO della T.H.A.R.E.S avvenuta recentemente su Alatar non placa gli animi dopo il categorico rifiuto dell'anziano presidente della società, Uriah Honorinus Saari, di reintegrare la granduchessina Kadriye Krallar Gesaffelstein nel suo precedente ruolo di amministratrice delegata. L'embargo imposto al pianeta minerario dalla famiglia della granduchessina ha polarizzato enormi interessi legati non solo al commercio delle materie prime, ma anche agli equilibri politici e militari del settore dato che l'intera cantieristica navale della Ginarchia Latariana dipende dalla produzione di Thares. Con i Gesaffelstein notoriamente legati al Consorzio di Silicate a doppio filo, Zadracarta non può che vedere nell'embargo la longa manus degli antichi rivali. Con l'ultimatum a ritirarsi rivolto ai signori di Ocram preannunciato dal governo di falchi latariani guidato dal nuovo capo del governo Taraneh Nafisi in arrivo, e il pubblico supporto ai Gesaffelstein espresso dal Mandarinato di Silicate, le diplomazie di tutto il settore sono in trattative febbrili per evitare una irreparabile rottura fra le due superpotenze.
  9. I Falchi salgono al potere su Zadracarta A seguito del grave scandalo che ha travolto il Consiglio delle Matriarche, Parisa Hedayat, precedente capo del governo di Zadracarta, è stata destituita dal comandante delle pasdar, le guardiane della liberazione, l'ala più estrema della società latariana. La latitante Emalaith, figlia della Hedayat, era stata recentemente accusata pubblicamente di essere una spia del Mandarinato. Sua madre aveva da tempo intrapreso un cauto ma ambizioso programma di distensione con il Guanliao e mosso i primi passi verso l'abolizione del rigido regime di apartheid di genere in vigore da secoli nella società latariana. Nulla si sa del destino della destituita e del di lei consorte -ex prigioniero di guerra- che, come atto di aperta sfida rivolto alle più accese conservatrici dell'esercito, Parisa aveva voluto sposare pubblicamente. Il nuovo capo del governo, Taraneh Nafisi, si è affrettata a cancellare le riforme e a congelare i rapporti con il Mandarinato. Notizie non verificabili di purghe, processi ed esecuzioni sommarie nella fazione delle "colombe" dell'ex presidente trapelano dal pianeta. E i possibili punti di rottura fra la Ginarchia e il Guanliao sembrano aumentare in modo preoccupante. Dopo le violente accuse di spionaggio e sabotaggio rivolte verso Silicate, la crisi di Thares soffia sulle ceneri, mai completamente sopite, del lungo conflitto fra le due superpotenze.
  10. Le pupille della chimica sono grandi come piattini ora, l'oscurità dei loro pozzi si è mangiata le iridi, mentre l'etifoxina e chissà cos'altro contenuta nell'erba comincia ad entrargli nel sangue, nel cervello, prende controllo del suo cuore imponendogli di rallentare, di placarsi, riempiendogli la mente di illusioni più accettabili della realtà che la circonda. -"Ho un marito e una figlia piccola, su Tayan", rivela la fattrice con voce sognante, "o almeno spero di averli ancora. è difficile tenere il conto del tempo che passa qui. All'inizio graffiavamo la pietra, per contare i giorni, sai. Ma se ci scoprono ti spezzano le dita delle mani. I bruti sono analfabeti e a volte penso abbiano persino paura di noi. Che idea assurda vero? Forse ci considerano un po' streghe. In fondo hanno ragione: se bastasse qualche segno sulla pietra per maledirli lo faremmo. Le irriducibili si tatuano il tempo che passa sulla pelle così, dicono, non possono portarglielo via. Sono pazze ovviamente. Qui sono tutti pazzi. è la follia del pianeta che ti entra dentro. La respiriamo, la mangiamo. Ci nutrono con i cadaveri delle nostre compagne morte di parto. Con i corpi dei nostri figli abortiti o nati male. Chi potrebbe anche solo desiderare di rimanere sano di mente in questo inferno? Per questo mastichiamo tutte. Mastichiamo tutte" Continua a ripete quest'ultima frase come un disco rotto, mentre un filo di bava prende a colargli da un lato della bocca e un sorriso vagamente estatico le attraversa il volto. Forse ora il suo pensiero corre alla famiglia, su Tayan. Speri sia così. Quanto a te, Taraneh ti a privato persino di questo conforto. Quando pensi a quello che potrebbe aver fatto a tua madre, a tuo padre, provi un feroce desiderio di violenza anche se una parte di te, quella educata come pasdar, ti dice che è disdicevole provare pietà per un uomo, sia anche tuo padre. Nell'arena le acclamazioni dei bruti si fanno più forti mentre Hornet scende in campo. Combatterà a mani nude contro un altro prigioniero. Per fortuna nessuno di voi lo conosce.
  11. è possibile sfidare chiunque in qualunque momento e verrete fatti combattere una coppia alla volta. -"Credimi amica" dice la fattrice ad Emalaith, "l'unica cosa a cui vorrai abituarti è questa erba piena di etifoxina. La chiederai in ginocchio quando inizieranno ad ingravidarti" La ragazza si infila il ciuffo d'erba in bocca e comincia a masticarla dolentemente. "Sono in piena deriva genetica da queste parti", riprende. "Certo qui non sanno neanche cosa sia una epidurale, ma non vorrai drogarti duro per le botte e il dolore del parto, nossignore. Pregherai di essere fatta e che tuoi bambini nascano con il giusto numero di dita perché qui hanno l'abitudine di uccidere i neonati imperfetti appena li cachi fuori, davanti agli occhi delle madri" La scena che la tua compagnia di sventura ti dipinge è orribile, e di colpo tutte quelle donne intente ad ingozzarsi di erbe stupefacenti assume per te un significato assai più pietoso. La parlata della fattrice tradisce la sua origine extraplanetaria e lei ti spiega che era una ricercatrice per una nota compagnia farmaceutica. Poi ti indica, una ad una, le altre donne ruminanti che si rivelano venire tutte da altri sistemi. Sono pilote, biologhe, chimiche. La compagnia le aveva inviate sul pianeta per raccogliere campioni della promettente flora locale, salvo poi accorgersi che era molto più facile e sicuro scambiarle con i campioni botanici. Così le ha vendute a Satta e alla sua tribù di bruti fanatici. Solo in seguito le novelle schiave hanno compreso che la compagnia aveva in serbo per loro questo destino fin dall'inizio. "Ma non credo qualcuna di noi lascerà mai questo pianeta per fargliela pagare" aggiunge mestamente la chimica.
  12. Direi che la Fondazione non ha proprio stabilimenti come potrebbero essere considerati gli harvester. I loro asset sono quasi tutti economico-politici e il security pesonnel ha ruoli puramente difensivi di base. Insomma volete scatenare una nuova guerra interplanetaria. Concedendo non vi spaventino i milioni di morti di un conflitto di cui voi potreste essere l'innesco per il semplice tentativo di arricchirvi, come sabotereste la produzione dei mandarini? Sì, uno sciopero, ma come si organizza, secondo voi, con il sistema delle fazioni? E un attacco sotto copertura? Chi lo farebbe, quali sarebbero i bersagli precisi? Vi consiglio di studiarvi le descrizioni degli asset. Alcune cose potreste anche farle di persona anche se, potendo contare su una organizzazione, sarebbe più logico delegarle.
  13. Arriva il giorno dell'ordalia e i bruti di Satta vengono a prendere Hornet perché combatta contro un altro prigioniero. Emalaith invece resta fra le "vacche". Le femmine razziate non sfidano mai nessuno e perciò contano quasi nulla nella società del Prescelto. Le fattrici, incatenate con un collare di ferro ad un palo, se ne stanno mansuete sedute sulla paglia, lo sguardo perso nel vuoto mentre masticano una qualche erba stupefacente che le rende ancora più ottuse e stordite. Un vero peccato perché un mucchio di muscolosi uomini semi-nudi sta per massacrarsi di fronte ai loro sguardi bovini, nell'improvvisata arena di terra battuta. Persino Satta è presente. Siede su un trono di pietra rozzamente scolpito posto su una bassa piattaforma, circondato dal suo harem personale. Una delle fattrici più anziane, diciamo sui venticinque anni e ovviamente incinta, offre un ciuffo di erba blu alla nostra latariana, mimando l'azione di ficcarsela in bocca e masticarla. Sembra appena meno intontita delle altre. -"Ti conviene prendere il kat, tesoro", dice ad Ema, "non sarà un bello spettacolo"
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.