Jump to content

Mezzanotte

Circolo degli Antichi
  • Content Count

    4,912
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    4

Everything posted by Mezzanotte

  1. -"Ho un mucchio di soldi e un incrociatore da guerra nell'orbita di questo pianeta, plebeo", risponde Altan, stizzito per l'intromissione di Petrov. "Dovrebbe essere la scelta più facile della tua miserabile vita, cugino" Potrebbe prendere Kadriye e fargli quello che vuole. Ma lo sta chiedendo a voi. Altan ama piegare le persone al suo volere con il potere dei soldi. "Cos'è, te l'ha fatta leccare?"
  2. A meno che tu non freddi il bersaglio con il tuo attacco quello può restituirti la cortesia. I chip sono robusti, bisognerebbe sparargli o colpirlo con forza per distruggerlo. Non si riparano, ma i Ges sono ricchi sfondati e ad Altan quei due miloni interessano solo perché può usarli per spingere le persone a fare quello che vuole lui. I Ges hanno tre rami principali. Altan e Kadriye sono in competizione per il controllo di uno di questi.
  3. Non vi fidate della "cuginetta". Chi può darvi torto visto quello che può farvi semplicemente fissandovi? Uscite dalla nave ed incontrate i Gesaffelstein nella terra di nessuno, fra i due mezzi. Anche loro sono in tre. Un giovane dall'aria superba nella sfarzosa divisa militare da arciconte della casata, tutta alamari e bottoni d'oro, il collo della sopravveste orlato da un trionfo di piume nere che garriscono nel caldo vento del deserto, avanza affondando gli stivali lucenti nella sabbia fine scortato da due uomini in svolazzanti vesti arancioni avvolti da voluminosi rosari buddisti. Non faticate a riconoscere nella pittoresca scorta del giovane nobile due temibili mercenari shanga. Tutti sono armati, come voi del resto. Il giovane poggia la mano con studiata indifferenza sul pomolo tempestato di zaffiri della monolama che porta alla cintura. -"Sorella, cugino" saluta ignorando Petrov, come la sua presenza fosse trascurabile al pari dell' ultimo dei granelli di polvere dell'immensa distesa che vi circonda. Lo sguardo scostante vaga per qualche istante lungo i profili mutevoli delle dune prima che un lato della bocca prenda una piega sbilenca di disappunto. "la prossima volta il posto dove incontrarci lo scelgo io però" Nereo conduce la bendata Kadriye per un braccio e la sente rabbrividire nell'udire la voce del parente. -"Fratello?" trema. "Dove è nostro padre? Non può certo averti mandato da solo a prendermi" La nobile Krallar ha paura. -"Nostro padre è morto improvvisamente, mia dolce sorella" risponde senza un briciolo di compassione il rampollo. "Un tragico incidente. Ha sbagliato il dosaggio dei farmaci che lo tenevano in vita. O forse si è suicidato, chissà. Non credo abbia mai superato del tutto il lutto per la perdita della nostra signora madre. Questo fa di noi due tutto quello che rimane del nostro Ramo, sorella. E credimi, per te avrei scelto un posto migliore di questo. Se solo non avessi avuto il pessimo gusto di farti catturare dal nostro cugino bastardo" Le gambe di Kadriye cedono e lei crolla in ginocchio, nella sabbia. -"Non è lui il bastardo, fratello. Scommetto che hai affondato tu l'ago mentre papà..." -"Quanto poco mi conosci sorellina" la interrompe il giovane. "Io ero a milioni di chilometri di distanza. Lo sai che non mi sporco mai le mani con i parenti più stretti" Fa un gesto, e uno degli shanga apre il palmo foderato di seta arancione della mano. Vedete il chip. Nero, lucente e dannato. "Due milioni di crediti per la vita di mia sorella, come pattuito" Le labbra di Altan Krallar Gesaffelstein si serrano dure, implacabili. "Ma me la devi ammazzare qui cugino, davanti agli occhi"
  4. Organizzazione, organizzazione, organizzazione. Nereo scende e Petrov rimane con la ragazza sulla nave? Che fate e come lo fate.
  5. Err... se non si è capito vi siete divisi da Kurt quando avete lasciato il Dar. Probabilmente questo gli ha salvato la vita. Ora la vostra situazione è questa. Fuggire non è più possibile. Potete arrendervi oppure montare una resistenza eroica quanto inutile. Se avete altre idee dite pure.
  6. La Saka kusu sembra non degnarvi di attenzione. Prendono la vostra nave per un normale trasporto di pellegrini oppure hanno ricevuto l'ordine di non interferire per ora. Certo è che la Rostov non costituisce una minaccia per il grosso incrociatore, e questo il comandante della Saka deve saperlo bene. Scendete fra le dune del pianeta, nel punto prefissato, dove un Cargo Lighter con gli sfavillanti stemmi della casata Gesaffelstein e Krallar vi attende. Sembra un grosso parallelepipedo dipinto di rosso e azzurro con massicci reattori a spinta verticale fissati sui quattro lati. Mentre la Rostov atterra a distanza di sicurezza degli uomini escono dal lighter. Kadriye chiede di essere almeno sbendata. -"Non ti farò del male, cugino. Hai la mia parola" promette. "In fondo stai per liberarmi e diventare molto ricco"
  7. Gli strigili si dividono in due gruppi e travolgono la difesa dei ribelli atterrando fra di loro in un turbinare di ali. Coraggiosamente Cassius getta la sua arma ad uno dei suoi uomini perché copra i compagni, poi sparisce saltando e colpendo prima il "drago" a lui più vicino e poi quello che sta per aggredire Jelal. Pugni contro scaglie è uno scontro impari, ma Noftzger ottiene l'attenzione della furibonda creatura che gli si rivolta contro facendolo quasi a pezzi con i suoi molteplici artigli. La situazione appare immediatamente disperata.
  8. -"Oh no, no, no. Voi sopravvalutate la mia importanza" si affretta a spiegare un pallidissimo Fawaz "Sono la pecora nera della famiglia e fonte di grande imbarazzo per tutto il Consiglio se proprio lo volete sapere. Mio padre mi avrebbe probabilmente già fatto uccidere se non fosse troppo taccagno per ingaggiare dei sicari e così schizzinoso da provvedere con le sue stesse mani" Poi, come se questo spiegasse la sua impopolarità fra gli altri altujjar precisa guardando Emalaith: "sono un progressista. Mi sono sempre detto a favore per il voto alle donne" afferma con orgoglio. "Perciò ora voi mi liberate. Io vado a parlare con il loro ufficiale e prometto che cercherò di ottenere per voi poche frustate. Eh, che ne dite?" Sorride pieno di speranza. Certo ritiene la sua proposta molto attraente. E sicuramente è meglio che finire crivellati di colpi.
  9. Ora che mi poni il problema penso dovrebbe esistere almeno un grande centro per accomodare le esigenze dei pellegrini. Una specie di suk, una grande tendopoli fortificata per proteggersi dai predoni ma con dei rifugi sotterranei per difendersi da eventuali tempeste di sabbia.
  10. Allora vi staranno aspettando nel posto stabilito. A differenza del Cardellino la Rostov è in grado di atterrare sul pianeta.
  11. L'avvicinamento ad Alatar IX avviene senza problemi. Rilevate la presenza di alcune navi di pellegrini, ma si tratta di traffico non sospetto e voi non siete a caccia di schiavi. Le scansioni di Petrov riescono anche a segnalare un incrociatore da battaglia in orbita attorno al pianeta con il trasponder spento e in profilo furtivo. -"Deve essere il Saka kusu, il 'Cardellino', l'ammiraglia di mio padre" vi informa orgogliosamente Kadriye "Probabilmente lui ci starà già aspettando nel posto che gli avete indicato con i soldi" La Rostov, essendo una nave pirata, ha il trasponder normalmente spento ma non avendo a vostra volta adottato il profilo furtivo siete stati probabilmente notati.
  12. -"Penso a tutto io! Ma vi prego, non fate sciocchezze di cui ci pentiremmo tutti!" vi implora il Mercante. "Se è per il fatto di avermi rapito, non sporgerò denuncia. Ma ora, vi prego, consegnatevi alle forze dell'ordine prima che decidano di assaltarci!"
  13. Più che chiedere, proponete. Cercate di essere proattivi. In questo caso non c'era proprio nulla da considerare, sono due errori banali con ricadute disastrose facili da prevedere. Ora mi costringete ad escogitare un modo per punirvi mmMMMhAHAHAHAHA!!! 😈 Scusate, non è che mi piace! 🤩 Dici che Fawaz vale più di 20 milioni? 🤔 Questo io non l'ho scritto da nessuna parte. Ma anche fosse non avete neppure controllato la presenza di comunicatori personali.
  14. Ma davvero fra tutti e tre nessuno ha pensato ai tipi lasciati liberi di dare l'allarme? (e io ve l'ho fatto pure notare!) 😤 E poi prendere la macchina del rapito? Mi spiace, ma come criminali lasciate parecchio a desiderare 🙄
  15. Dunque prendete la Fawaz-mobile che molto covenientemente ha dei vetri oscuranti. Non avete problemi ad entrarvi tutti dentro perché è molto grande e lussuosa, sembra infatti che il mercante ami tenerci dei festini all'interno. Cominciate a percorrere le pulitissime strade dell'habitat, fiancheggiate da parchi lussureggianti ed eleganti edifici ultramoderni. Per raggiungere lo spazioporto dovete prima usare uno degli enormi elevatori che collegano il toro di Suvali al mozzo a gravità zero di Surat. Mentre vi avvicinate a quello più vicino vi ritrovate incolonnati nel traffico. Il varco a quanto pare è stato momentaneamente chiuso e la polizia sta facendo dei controlli. Con orrore vi rendete conto che la rappresentante della ginocrazia che avete lasciato nel Dar deve aver immantinente avvertito la polizia locale della vostra fuga con rapimento. Aver preso poi la macchina di Fawaz vi ha reso immediatamente individuabili. In breve due dozzine di agenti pesantemente bardati con grossi scudi anti-balistici vi circondano ingiungendovi di gettare fuori dalla macchina le armi ed arrendervi.
  16. Bene, in un modo o nell'altro siete arrivati ad Alatar. Prossimi passi?
  17. Avete tutto il tempo per fare gossip. Impiegate ventiquattro ore per raggiungere la posizione di salto, ai confini del sistema Morgenvelt. Petrov necessita di altre due ore per pianificarlo, fra mille difficoltà perché è la prima volta che si cimenta in qualcosa di tanto complesso e pericoloso. Per ben tre volte inserisce i dati nel computer di bordo e interrompe la procedura di salto all'ultimo istante accorgendosi di aver dimenticato qualcosa. La quarta incrociate le dita. Sei giorni dopo arrivate nel sistema Alatar.
  18. Vonnegut espira rumorosamente alla sussurrata promessa della valchiria. -"Ora sì che devo trovare il modo di non farmi ammazzare!" lo sentite dire mentre vi separate alla ricerca di un mezzo per la fuga.
  19. Per spostarsi fra i sistemi i salti sono obbligatori, la distanza da coprire è enorme. Quando si salta (anche se il termine usato nel gioco in realtà è bucare), una nave con motore spike comincia a fendere le dimensioni di fatto sparendo dalla nostra realtà per riapparire nel sistema di arrivo dopo tot di tempo. Durante questo periodo di percorrenza si trova in un bizzarro stato metadimensionale percorso da imprevedibili correnti energetiche. Sono queste correnti che fanno "ammalare" di MES le persone ed è da questa metadimesione che gli psichici attingono l'energia con cui cambiano la loro realtà. All'interno dei sistemi (ad esempio per spostarsi da un pianeta all'altro) non si salta perché la gravità della vicina stella non permette di farlo. La guida spike può comunque accelerare enormemente il vascello (il più fetente motore spike permette di attraversare un sistema in 48 ore...) anche se non al punto di bucare completamente la realtà. Per questo è possibile tagliare (vale a dire dimezzare i tempi di percorrenza) anche quando si è in navigazione planetaria. Proprio perché la guida spike si basa sull'idea che la realtà sia composta da dimensioni parallele contraddistinte da "frequenze energetiche" differenti, come in una banda spettrale, l'uso della spike a frequenze sub-buco (diciamo così) può (ripeto può) rendere il vascello parzialmente intangibile nel nostro mondo (a velocità di buco, ribadisco, sparisce). Per questo durante i combattimenti fra navi alcuni colpi che centrano il bersaglio in realtà lo attraversano senza fare danni.
  20. -"Sentite ragazzi, non per insegnarvi qualcosa, ma lasciare qui la mia compagna sarebbe per voi un errore madornale" obietta Kurt. "Primo: ora siete ricercati quanto lei. Se vi prendono i Mercanti vi giustizieranno, conosco bene le loro leggi. Emalaith d'altro canto era nell'esercito della ginocrazia, può esservi molto utile, perciò cercate di aiutarvi a vicenda, ok?"
  21. -"Ti basterà chiedere nei peggiori bar del settore" risponde Kurt. "Puoi non crederci ma sono piuttosto famoso. Intendo, non come te ora, ma francamente ora mi accorgo che ho passato tutta la vita ad evitare quel genere di popolarità" Vonnegut che scherza nonostante la situazione ha un che di tenero. "Va bene", riprende poi guardando anche Hawken ed Hornet, "quale è il piano?"
  22. L'incontro è stato generato casualmente e Cassius ha fallito un test che poteva pure passare, anche se trovo plausibile come si è configurata la situazione. "Perché hai -o non- fatto un tiro qui?", "Perché non hai applicato un modificatore lì?", "Perché è successo questo e invece non quello?" Il master ha sempre una -grossa, indubbiamente- discrezionalità. Non gliene si può fare una colpa e non può essere diversamente data la natura del gioco. L'unica cosa che posso fare è forse nascondere i tiri, se vuoi. E limitarmi a comunicare gli esiti in modo laconico ed asettico. Per quanto possibile -_-'
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.