Jump to content

The Dungeon Master

Ordine del Drago
  • Content Count

    46
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

12 Goblin

About The Dungeon Master

  • Rank
    Virtuoso
  • Birthday 11/27/1970

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Tu mi attacchi e mi insulti, ma non abbastanza aggressivamente e senza motivo da considerarti tutto sommato uno simpatico. Ma te la abbuono. Solo non capisco che intendi con ipotesi errata. Quell'articolo cerca delle correlazioni tra quanto bene una persona giudica una affermazione più o meno oggettivamente senza sostanza, la "bullshit receptivity", con altri parametri cognitivi. Se ipotizzi che chi è più portato a produrla fa parte di quelli più recettivi, cosa ragionevole se pensi che Deepak Chopra sarà pur stato più ispirato di una persona media da letteratura del genere,
  2. Eccola servita, un bello studio su quelli con un addiction all'infilare ragionamenti convoluted ma senza sostanza solo per sembrare smart, basta che ipotizzi che chi produce è anche più recettivo. "Increased bullshit sensitivity was associated with better performance on measures of analytic thinking" ____ @The Stroy quelli sono dei resoconti (il primo e il terzo senza che la conclusione dimostrata) di progetti terapeutici per situazioni di un certo tipo, e io intendevo per uno che non è in quelle situazioni. Che sia uno strumento di coping l'ho scritto, è ch
  3. Se si potesse fare una lista del grado di eccitabilità mentale, quindi di debolezza all'addiction, delle persone che si avvicinano a determinate sottoculture, il gdr si collocherebbe abbastanza in alto da rendere difficile che chi ci si appassiona sia talmente moscio di cervello da farne un "hobby". È un vizio che baratta un ottimo livello di coping per coloro ai quali piace, con delle pericolose perdite di tempo. Non dà altri effetti benefici a parte il coping (intellettualmente stimolante, ma per pietà! ma forse sono io a non accorgermi di qualcosa dato che ho letto qualcosa come rubama
  4. Che c'è una cosa abbastanza simile qualche pagina fa, mi pare. Magari lo leggesti, hai elaborato ma non ti ricordi che si basa su quella. A me capita spesso 🙂 Se intendevi il worldbuilding, è roba abbozzata. Volevo fare un bel punto con Gödel, ma sto stanco. P.s. rileggendo si capisce poco la parte iniziale. È uno sci-fi in cui la parte di concezione delle teorie scientifiche viene completamente automatizzata. Es. la teoria di fine ottocento sull'origine termodinamica dell'universo "la stabilità termodinamica iniziale ha subito una oscillazione infinitamente impr
  5. "Memory is not storage. It's reconstruction." Questa l'avevo già letta da qualche parte..... Sci-fi Teorie scientifiche prodotte in grandi numeri, e selezionate, da un algoritmo di linguistica combinatoria. La verifica è semiautomatizzata, richiede comunque lavoro umano - ma molto meno di tutta la Scienza precedente. Nel tempo emergono tot fenomeni wierd: 1) Prima di tutto difficoltà di interpretazione delle verità profonde che affiorano, tanto che vengono creati dei software "di livello n" di ermeneutic
  6. Quoto bobon, secondo me la questione della "storia", della storyline, nel gdr, è proprio sopravvalutata. È un pregiudizio dovuto al fatto che è normale pensare che avendo dei personaggi da fargli fare azioni, con carta bianca, bisogna costruire per forza qualcosa di narrativo, e che il divertimento derivi da quanto piacevole sia la storyline se "trasferita" in un film o romanzo. Ma è fuorviante. Secondo me il divertimento principale non deriva dalla storyline, ma dai picchi di improvvisazione "puntuali", momento per momento. Che se ci pensi ci si può divertire tantissimo con un dung
  7. Devi vedere come scriveva prima. Poi l'altra volta ha usato il termine "neurodivergente". Faceva prima a usare la vuvuzela o i fuochi d'artificio. Cucciolo. La cosa bella è che io non so chi sia Zambriano, né mi interessa. A me tra gli oggetti che meno si ricordano, le Pelli Psicoattive psioniche mi piacevano assai
  8. Bah, proviamo. Mai fatto poesia. Così, per cazzeggiare, ho scritto una piccola poesia in verso libero. Tra l'altro è come un concept di una creatura. È cortissima. Se volete usatela nelle vostre campagne. Alcune considerazioni mentre scrivevo, quello che FeAnPi scrive sul suo blog. Saltatele pure. - Il verso libero è una delle invenzioni progressiste più combinatoriamente stimolanti dai tempi dell'abolizione della schiavitù. Non ci sono assolutamente possibilità di dire quello che vuoi dire nel modo che vuoi dire se devi stare a pensare al
  9. Ragazzi @New One e @Cronos89 Albedo mi ha concessa la Psionica dalle Alternate Rule System. Andrò di Cerebromancer, potrò manifestare e castare di 8° Comunque vi avviso, e tranquillizzo il master, che in combat so' talmente scarso che sarà come se avrete un guerriero un po' scèmo nel gruppo
  10. Be' anche in base a quanto è divertente il risvolto di quella prova. Immagina questa situazione: Un personaggio non atletico e molto in carne entra in una locanda e incespica sul gradino. Tutti i clienti si fanno una risata, specie una combriccola di brutti ceffi; poi continuano a farsi gli affari loro. Il personaggio se la prende ma non può farci niente. Dopo venti minuti, il personaggio si ubriaca e vuole vendicarsi dei brutti ceffi, da ubriaco, dice che può restare in equilibrio in piedi, per otto secondi, su una sedia impennata. Tutti accorrono per vedere. Il brutto ceffo capo g
  11. Già subire uno che ti dice "Non si fa così, come fai tu non va bene", dà fastidio fosse anche lui Pirlo e tu un ragazzino che vuole imparare a battere le punizioni. Essendo una tendenza comune quella non essere attenti a cosa cerchi dal discorso e spammare la propria opinione, la maggior parte delle volte ti trovi non solo a subire quel fastidio, ma a subirlo in maniera odiosa. Se poi sei uno che non ascolterebbe Pirlo per avere uno stile personale, giocando ad altissimo rischio per avere un altissimo guadagno, non ne parliamo. Quindi ti capisco al 100% Però io cerco, e mi trasformo in Pa
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.