Jump to content

Infims

Ordine del Drago
  • Content Count

    21
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

0

About Infims

  • Rank
    Studioso
  • Birthday 06/18/1993

Contact Methods

Profile Information

  • Gender
    Maschio
  • Location
    Calabria
  • GdR preferiti
    D&D,Arcanum,Fallout (serie),Borderlands (serie)
  • Occupazione
    Varie
  • Interessi
    Anime,Letteratura,videogiochi,editor video,editore immagini,costruzione ammenicoli
  • Biografia
    7 pazzi, troppe idee pazze

Recent Profile Visitors

227 profile views
  1. E rieccomi. Il bardo del mio gruppo, quando ha creato il personaggio, lo ha fornito di due tamburi (nella realtà è un batterista, quindi voleva che anche il suo personaggio potesse suonare qualcosa di simile, e mi ha chiesto se potesse utilizzare la mazza sia come arma, sia per suonare, cosa che credo possa essere fattibile, poiché da nessuna parte è scritto che non si possa fare. Da qui la sua domanda sull'avere due mazze, da usare come armi e per suonare i suoi tamburi. Quindi la domanda è: Posso fornire al bardo la capacità di utilizzare due armi sin dall'inizio oppure devo dirgli di livellare e solo dopo fargli ottenere l'abilità di utilizzo di due armi? (anche se penso che sia la seconda quella più giusta)
  2. Salve, scrivo qui e ne approfitto per porre un quesito in merito, perché dovrei masterare un partita con i miei amici e uno di loro ha proprio mani brucianti. Nella descrizione viene specificato che il cono di fiamme parte dal palmo delle mani, quindi nel qual caso lo stregone frapponesse la mano tra la creatura e la parte a cui è avvinghiata, porgendo il palmo contro la creatura, in teoria il cono di fiamme non lo investirebbe, nel malaugurato caso, invece, in cui esso ponga il palmo sulla creatura e quindi anche in direzione di se stesso (della parte in questione ovviamente) allora il danno dovrebbe prenderselo. Almeno questo ho capito più o meno. Altra situazione, se invece lo stregone si trovasse con le mani bloccate con delle catene che le tengono chiuse e lo stregone decidesse di usare mani brucianti per fonderle, in quel caso dovrei applicare dei danni da fuoco, ma essendo esso tiefling, allora il danno non sortirebbe effetto oppure dovrei considerare un minimo di danni comunque?
  3. Quindi diciamo che ai fini di rappresentazione visiva potremmo considerarli con la coda, mentre in gioco dovrei "considerarli privi" In quel caso quindi il tratto della coda dipende invece dal tratto della Discendenza Draconica. Per lo più essendo che siamo noi due gli unici due, nel gruppo, a cui piace disegnare ci è venuta l'idea di disegnarli rispettando dei tratti dei nostri amici e facendoli somigliare a loro, in modo da avere una rappresentazione visiva più "coinvolgente". Essendo io disegnatore per lo più di dinosauri e lui disegnatore di manga, volevamo che i due Draconici fossero diversi anche per struttura fisica, ma come già sottolineato da Pippomaster92, i Draconici in sé possono già differire tra loro. grazie a tutti per la risposta tempestiva. Se mi è possibile, caricherò i disegni, così da avere anche un parere esterno 😁
  4. Ok è un dubbio stupido, ma sia io che uno dei miei amici abbiamo l'impulso di disegnare i personaggi (o qualsiasi cosa ci venga in mente) e dal manuale del giocatore non si vede la presenza di una coda. Ho letto una discussione in merito in cui si diceva che l'assenza della coda era dovuta per non farli confondere con i Lucertoloidi. Ma i Tiefling ad esempio possiedono una coda, quindi ci chiedevamo se potessimo considerare la presenza della coda anche nei Draconici (anche perché mi stuzzica l'idea di fargli fare qualcosa con la coda 😅)
  5. Avevo pensato ad una cosa simile da fare più avanti in un contesto di dungeon labirinto. Anche se il problema che mi sono posto quando ho avuto l'idea (che ho appunto abbozzato per farglielo fare più avanti) era che essendo 7 e dividendoli in coppie o uno lo facevo restare da solo oppure facevo due coppie e un trio. 😂
  6. Il gruppo è molto variegato, 7 PG di cui vado ad elencare: - un ladro mezz'elfo; -un bardo draconico; -un barbaro mezz'orco; -un tieflieng monaco; -un guerriero draconico; -un paladino umano; -uno stregone tiefling Quindi magari inserire componenti inerenti al loro background all'interno dell'avventura. Devo ammettere che non ci avevo pensato. Provvederò a inventarmi qualcosa. Grazie della dritta. 😁
  7. Ho accennato della mia idea a loro e ognuno di loro era curioso di poter vedere come si potrebbero evolvere effettivamente le cose. Di base la collaborazione e l'agire di gruppo c'è fortunatamente, l'espediente dovrebbe solo dare un obbiettivo più profondo sulla quale far girare la campagna, cercando indizi o fatti che si possano ricollegare alla situazione in cui si trovano. Ho solo notato che in alcune situazioni il bardo e il monaco ad esempio non si esprimevano, rimanendo in disparte e agendo in base alle scelte degli altri. Ovviamente il tuo consiglio sul dir loro di essere più uniti sarà fatto ad inizio partita.
  8. Ovviamente le costrizioni ambientali le ho studiate in modo che da soli facciano ben poco o nulla. La componente magica che intendo io (i bracciali che non permettono loro di allontanarsi più di un centinaio di metri gli uni dagli altri, tipo magneti che si attivano con la distanza 😅) è solo per una questione di "Lore" di una campagna che ho in mente. Per questo voglio porre loro comunque la possibilità di dividersi, ma in quanto strategia (accerchiamento di un nemico/gruppo di nemici) o scelta di esplorazione del luogo, non perché gli debba girare allo stregone di voler andare per fatti suoi tipo. 😂 Non avevo pensato effettivamente ad un effetto del genere...è intrigante la proposta e credo che la userò 😈. Grazie per l'idea!! 😁
  9. Salve, io e i miei amici ci siamo affacciati a D&D da poco, giocando la nostra prima partita in 3.5 (mi è stato consigliato di iniziare una one shot con questa versione e poi passare alla 5 se volevamo). Prima partita andata bene e ricca di colpi di scena (tra cui un pony lanciato per sfondare il portone di una fortezza abbandonata per "Capire quanti nemici ci fossero"). Se nonché ho proposto ai miei amici di farne un'altra e ricominciare in 5, magari con dei personaggi da tenere per qualcosa di più duraturo di una semplice one shot. Non volevo farli partire con un incontro da locanda o in modo che fossero un gruppo unito e che già si conoscevano, così ho ben pensato di farli cominciare in delle celle in una fortezza abbandonata. La storia di sottofondo che dovrebbe farli proseguire dovrebbe essere scoprire chi li ha catturati e imprigionati lì e perché. Ma volevo aggiungere qualcosa in più (perché purtroppo per loro sono un sadico bastardo) e così mi è venuto in mente, ascoltando una canzone, la possibilità di "incatenarli" o comunque legarli in qualche modo tra loro e oltre agli obbiettivi iniziali del chi e perché, farsi togliere queste "catene"(che oltretutto sarebbero incantate quindi impossibili da rompere in ogni modo da chiunque, tranne che dal MISTERIOSO FIGURO) . Il problema delle catene fisiche è che rappresenterebbero un vero problema ed impaccio ai PG e lungi da me scoraggiarli così XD (Sarò sadico, ma mi è rimasto un briciolo di bontà), quindi pensavo a qualcosa come dei bracciali che non permettano loro di allontanarsi gli uni dagli altri di troppo. (Così da spingerli a collaborare anche...spero) Il mio dilemma quindi è: Di quanto potrei farli allontanare? Avevo pensato a qualche centinaio di metri,così da permettere anche loro di dividersi per esplorare, ma preferirei il consiglio anche di qualcuno più esperto. 😁
  10. Bene allora vedrò di studiarmi bene le loro caratteristiche, anche se credo che dargli la capacità di danno di un pugnale sia più che onesto (ovviamente cambiando il tipo di danno 😂). Grazie mille 😁
  11. Ok vedo di spiegarmi meglio. Parlando con il mio amico che ha scelto di essere monaco, mi è stato posto un quesito riguardante al suo stile di combattimento. Abbiamo entrambi compreso che il monaco combatte disarmato o con le sole armi in cui ha ricevuto l'addestramento e di cui è competente (infatti ha scelto il bastone di ferro). Ma quando ad un certo punto mi ha chiesto se l'uso di guanti da battaglia (si riferiva ai Caestus in particolare) si potesse intendere come armato al pari di uno con la spada ad esempio,oppure potesse essere inteso armi che però possono permettergli di combattere usando uno stile di combattimento monastico. Quindi la mia domanda è: un monaco può usare dei guanti da combattimento (Caeastus o simili) senza incorrere in penalità?
  12. Molto bene,ne discuterò con lo stregone e vedremo cosa deciderà 😁
  13. Ah ok, piccolo misuderstanding da parte mia. Perfetto allora, provvederò a parlarne con lui e ad aggiustarlo come meglio possiamo. 😁
  14. Piccola domanda che mi è venuta ora in mente. Visto che utilizzerà degli strumenti questi li metto negli slot incantesimo o posso integrarli negli slot armi, come se fossero delle armi?
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.