Vai al contenuto

Sir. Soccio

Circolo degli Antichi
  • Conteggio contenuto

    428
  • Registrato

  • Ultima attività

  • Giorni vinti

    8

Sir. Soccio ha vinto il 20 Gennaio

I contenuti di Sir. Soccio hanno ricevuto più mi piace di tutti!

Informazioni su Sir. Soccio

  • Rango
    Profeta
  • Compleanno 18/12/1993

Informazioni Profilo

  • Sesso
    Maschio
  • Località
    Cremona
  • GdR preferiti
    Dungeons & Dragons, Il richiamo di Cthulhu
  • Occupazione
    Aspetto che uno stregone mi trascini in un'avventura.
  • Interessi
    Cinema, letteratura ed arte.

Visitatori recenti del profilo

1.199 visualizzazioni del profilo
  1. Sir. Soccio

    The Misty Mountains Cold

    Che ne dite di sgranchirci un po' le gambe fuori da questa fetida taverna? chiede il nano cortesemente appellandosi all'intero tavolo. Nel frattempo il frastuono degli altri avventurieri continua ininterrotto.
  2. Sir. Soccio

    The Misty Mountains Cold

    Me ne vado dice sornione Baltus senza girarci attorno. S'avvicina al vostro tavolo ed abbassando la voce Fareste meglio a fare lo stesso.
  3. Sir. Soccio

    Topic di Servizio

    Signori, ci sono sempre. Vi chiedo un po' di pazienza perché sto avendo problemi con il sito (è la prima volta da ieri che riesco ad accedere). Ho già contattato gli admin.
  4. Sir. Soccio

    The Misty Mountains Cold

    Uhm. Hattar si limita a rispondere con uno sbuffo e gira nuovamente la sua sedia verso il bancone. Una voce spezza il silenzio, quella di Baltus (consigliere del borgomastro). Suvvia, alziamo i calici e brindiamo. Il prossimo lo offro io, come regalo d'addio. Le voci s'alzano insieme alla birra e gli altri avventori, troppo su di giri per badare alle parole del nano, riprendono a bere. Hattar e compare compresi.
  5. Sir. Soccio

    The Misty Mountains Cold

    Hattar si gira ed il silenzio cala nella taverna. Hai detto qualcosa, folletto? chiede lanciando uno sguardo all'elfo.
  6. Sir. Soccio

    Topic di Gioco

    Sarebbe d'aiuto incominciare rivolgendosi agli abitanti. Magari i briganti sono dei volti noti in paese. Affermo pacatamente attendendo che il gruppo proponga il da farsi. Non ho la benché minima idea su come potremmo catturare questi criminali. Bruciare la foresta senza tanti pensieri potrebbe essere un'idea. Incrocio le braccia mentre ascolto l'offerta dell'abate. La ringrazio, Padre. Ci fermeremo ancora un po' nel monastero... evviva.
  7. Sir. Soccio

    The Misty Mountains Cold

    Il garzone si avvicina al camino per ravvivare il fuoco mentre il brusio continua nella taverna. Gli halfling propongono un brindisi e tracannano la loro birra. La porta della taverna s'apre improvvisamente sbattendo e sulla soglia compaiono due personaggi che ben conoscete: il merzzorco Hattar e il suo tirapiedi umano Almind. Nessuno sa con esattezza quale professione svolgano, ovvero come tirino a campare, ma solo che frequentemente abbandonano Zanbur per poi ricomparirvi qualche giorno dopo. Le voci s'abbassano quasi a rasentare il silenzio mentre Hattar si sfila il suo logoro mantello viola scuro per darlo ad Almind posto alle sue spalle. Fa lo stesso con la sua ascia bipenne mentre il fedele aiutante appoggia i suoi effetti personali di fianco all'uscio. Nessuno oserà toccarli. Cammina a passo sicuro e pesante tanto da far scricchiolare il pavimento in legno verso il bancone e, lanciando un sguardo compiaciuto verso di voi, dice Guarda, guarda, il mostro e la fatina... riferendosi a Yaorvan e Sarkoris. Un terribile puzzo di fiero di raggiunge, emanato dai resti dell'armatura in cuoio che indossa. Almind, sotto i suoi unti capelli corvini, sogghigna cercando di mantenere il passo senza inciampare nel suo lungo vestito nero. Archus, esclama Hattar in tono sprezzante, dammi della birra prima del viaggio. sedendosi entrambi al bancone (dandovi le spalle). Gli halfing ed i nani ai tavoli incominciano nuovamente a discutere alzando leggermente la voce mentre i due al bancone cercano di non dare nell'occhio. La porta s'apre nuovamente ed ecco Baltus, il nano consigliere del borgomastro Boisin, fare il suo ingresso. Non degnando alcuno di un cenno, accarezza la sua folta bianca barba mentre s'avvia lentamente al bancone in rapido passo, sedendosi a due posti da Hattar e tenendo con se' il proprio mantello blu sotto il quale s'intravedono i suoi soliti indumenti in pelle d'animale.
  8. Sir. Soccio

    Topic di Servizio

    @Theraimbownerd Quando ci sei, commenta pure nella post di gioco.
  9. Sir. Soccio

    Topic di Servizio

    Ci siamo tutti? Intanto il post introduttivo è pronto e postato.
  10. Il villaggio di Zanbur. Non esisteva avventuriero che non più di cinquantanni fa non fosse a conoscenza di uno dei punti minerari più prosperi delle Marche d’Argento. Diamanti, rubini e zaffiri venivano estratti dalle profondità di ciò che i nani chiamavano con rispetto e venerazione Felak-gundu Nargùn (tradotto nella lingua corrente: lo scrigno delle (montagne) Nargùn) come spighe di frumento dal terreno fertile. I venti del Nord spinsero nel villaggio molti avventerieri, elfi, mezz’orchi e halfing. Tutti si recavano a Zanbur nella speranza di trarne profitto commerciando. Molti soli tramontarono sull'instancabile e fiero popolo zahar (termine naninico per “scavatori”) e le lune piene ne cullarono i sogni ed i timori per un avvenire, a quanto dissero alcune profezie locali, fosco e sventurato. Tutto iniziò quando, una notte del sedicesimo giorno d’autunno, anno 1025, una inspiegabile inondazione del fiume sotterraneo nelle Nargùn, chiamato Illiath, allagò le cave. Seppur intimoriti nel vedere concretizzarsi ciò che da tempo si vociferava, i Zahar lavorarono sodo per salvare le miniere e, di conseguenza, le proprie case. Non servì a nulla chiedere aiuto agli stregoni più sapienti né usare i più sofisticati costrutti: oggi le miniere rimangono completamente sommerse e l’accesso impraticabile Sebbene molti se ne siano andati, cercando ospitalità a Sud per un nuovo inizio, alcuni rimangono nella speranza che le antiche e leggendarie miniere possano un giorno donare nuovamente pietre preziose oltre ogni dire a Faerun e gloria a Zanbur. Ed è nella speranza, forse cieca e sciocca, che i nani invocano l’arrivo di un certo Eärendil: un nobile elfo proveniente dalla Foresta della Luna (The Moonwood) che sarebbe interessato ad acquistarne i giacimenti. Che farà Boisin, il borgomastro? Come mai uno straniero, per giunta elfico, è interessato a delle miniere in disuso? E soprattutto, chi o cosa ha causato l’inondazione? Queste domande ronzano nella vostra testa come mosche mentre, seduti all'Oca Argentata, bevete l’ennesimo sorso di birra. @Tutti @Tutti Richieste
  11. Sir. Soccio

    Topic di Servizio

    Sì, vi conoscete già tutti in quanto abitanti/frequentatori del medesimo villaggio: un antico insediamento minerario gestito dai nani e sito a nord del continente, ora in disgrazia. Nelle Marche d'Argento (The Silver Marches), non lontano da Sundabar per essere precisi. In tal caso, fatta eccezione per chi di razza nanica, vi chiedo di pensare ad uno spunto narrativo solido per cui il vostro personaggio sia legato al villaggio. Ad esempio, dei parenti potrebbero risiedervi o il PG è in commercio con gli abitanti (a patto che non siate dei minatori, perché altrimenti non serve). @Voignar Sì, ottima idea.
  12. Sir. Soccio

    Topic di Servizio

    1. Sì, son disponibili. 2. Massimizzare il primo dado e media per i successivi. 3. Conoscere il nanico o l'elfico, oltre al comune, sarà utile e potrà darvi una mano nell'avventura. Tuttavia non è indispensabile. Consiglio spassionato: fossi in voi farei sì che almeno uno parli il nanico (e c'è, essendo un pg nano) e qualcun'altro il silvano. P.s: domani controllo la scheda.
  13. Sir. Soccio

    Topic di Servizio

    Tutto ciò che riguarda i "dietro le quinte" della campagna.
  14. Sir. Soccio

    DnD 3e Far over the misty mountains cold

    Apposto, ora siamo al completo.
×

Informazioni Importanti

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Ulteriori Informazioni.